A Siena si racconta

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

A Siena si racconta

Messaggio  jabru il Gio Mar 01, 2012 11:15 am

Successo per “Batti l’asta della solidarietà” organizzata dal coordinamento delle donne di contradaUna cifra davvero importante quella raccolta sabato scorso dal Coordinamento delle donne di contrada con l’iniziativa “Batti l’asta della solidarietà”. I soldi raccolti verranno devoluti al progetto “Uguali ma diversi”, messo in piedi dal Gruppo donatori delle 17 consorelle.

Un progetto che punta ad aiutare i bambini dislessici, che incontrano difficoltà di lettura e scrittura, prevenendo eventuali conseguenze psico-patologiche. Un disturbo dell’apprendimento, la dislessia, che riguarda addirittura più di 900 bambini delle classi seconda e terza elementare degli istituti senesi.

Già a partire dalle 10, le sale di Palazzo Patrizi, erano gremite di senesi intenti ad osservare da vicino le decine e decine di opere prodotte dalle donne di contrada. Le artiste “rosa” non sono infatti mancate; tantissime opere d’arte di ogni genere dalla fotografia alle sculture.

Un’idea nata da Daniela Radi, scomparsa prematuramente ad ottobre: “Era la coordinatrice del Coordinamento – spiega Tiziana Marchetti, attuale coordinatrice – una grande persona e amica che purtroppo ci ha lasciate. A lei abbiamo deciso di dedicare questa iniziativa, fu proprio lei ad avere l’idea. Sono felice della enorme partecipazione che ha riscosso – prosegue Marchetti – Sia alla mostra che all’asta stessa hanno partecipato davvero moltissime persone. Donne di contrada, dirigenti, contradaioli e non solo. Ancora non abbiamo calcolato la cifra esatta – prosegue la coordinatrice – ma sarà una cifra importante che devolveremo al progetto promosso dal gruppo donatori di sangue. Un progetto nel quale crediamo davvero molto”.

Gli oggetti sono letteralmente andati a ruba, un’asta divertente e combattuta per una causa lodevole”.

Battaglia soprattutto per portarsi a casa lo splendido scudo realizzato da Paola Bianciardi della Chiocciola. Uno scudo in legno con l’impugnatura in cuoio e gli stemmi, dipinti in acrilico, delle diciassette contrade. E’ stato il Magistrato delle contrade, con i diciassette priori a vincere questa splendida opera che troverà posto nella sede del Magistrato.

Battaglia anche per il barbero realizzato da Laura Brocchi. Un barbero bianco e nero, con uno splendido cavallo in rame, vinto a suon di rilanci dal capitano della Torre. Rilanci a suon di Euro anche per il coprilibro lavorato in cuoio bordato di Suor Maria Rosa Guerrini della Tartuca e per tutti gli altri oggetti battuti all’asta.

Un pomeriggio di allegria nel segno della solidarietà che ha unito ancora una volta tutte le contrade.

“Vorrei ringraziare – spiega Tiziana Marchetti – tutte le artiste. Loro, per prime, hanno fatto beneficenza devolvendo le proprie opere gratuitamente”.

Le iniziative non finiscono qui: “Abbiamo deciso – dice Tiziana – di riprendere le prove della commedia che abbiamo bruscamente interrotto maggio a causa della malattia di Daniela. Contiamo di mettere in scena la commedia per il 2013, sarà uno dei nostri modi per ricordare al meglio la nostra grande amica”.

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Alcol e Contrade, se ne parla nel Drago

Messaggio  jabru il Mer Mar 07, 2012 6:14 pm

“Alcool e contrade” se ne parla nel Drago: intervista al Vicario Benocci
La Contrada del Drago, ha organizzato per il 16 marzo alle 18 nella Sala delle Vittorie, un Convegno dal titolo “Alcool e contrada”.

Un incontro rivolto a tutti i senesi, soprattutto i giovani, per comprendere, grazie alle testimonianze di esperti nel settore, le cause e gli effetti dell’assunzione di alcool quando si è alla guida.

“L’iniziativa è nata dall’idea del nostro gruppo donatori di sangue – spiega il vicario Walter Benocci – un’idea che ci è subito piaciuta e che abbiamo accettato e seguito con entusiasmo”.

Le contrade sempre più vicine ai propri giovani: “Un’iniziativa simile è già stata portata avanti dal Valdimontone e dal Nicchio, è giusto che anche le contrade, nel proprio piccolo, tutelino i propri ragazzi – prosegue il Vicario – E’ quasi inutile fare del proibizionismo quando ci sono comunque altri luoghi dove i giovani possono consumare gli alcolici. E’ dunque più importante informare: spiegare i danni che l’alcool può provocare se ci si mette alla guida, spiegare che è inutile cercare di ingannare l’alcool test. Non è un argomento facile – prosegue Benocci – è un tema che riguarda tutta l’Italia, il consumo di alcolici è sempre più diffuso. A Siena è compito anche delle contrade, ritenute delle seconde famiglie, informare i propri ragazzi e non rimpiangere un giorno di non aver fatto nulla per evitare delle tragedie”.

Nel corso dell’incontro il tossicologo Fabio Centini illustrerà i reali rischi dell’assunzione dell’alcool e delle cause ed effetti che provoca sulla mente.

Interverrà anche il comandante della Polizia municipale Bonucci mentre il comandante della Polizia stradale Agnese Pane, con alcuni suoi collaboratori mostrerà il funzionamento dell’etilometro e proietterà alcune immagini e filmati che si rifanno al pericolo dell’assunzione delle bevande alcoliche quando una persona si mette alla guida.

Un’iniziativa rivolta soprattutto ai giovani senesi e dunque la contrada ha deciso di comunicare l’evento anche su facebook, la piazza virtuale più frequentata dai ragazzi: “Per fare prevenzione bisogna come prima cosa fare informazione – spiega il Vicario – dunque speriamo vivamente che all’incontro siano presenti numerosi ragazzi. Invece dei soliti manifesti, per promuovere l’iniziativa, abbiamo pensato di invitare i contradaioli tramite facebook, Una nuova forma di comunicazione per le contrade ma che sicuramente è molto seguita e dunque può aiutare le società a coinvolgere i propri giovani. Sarà interessante per i contradaioli ascoltare i reali effetti dell’alcool da esperti del settore e non solo per il solito sentito dire. E’ una iniziativa alla quale crediamo molto – prosegue Benocci – perchè le contrade devono essere attente ai propri contradaioli di tutte le età”.

Elena Casi

SIENANEWS
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il giudice da ragione alle donne dell'Oca

Messaggio  jabru il Sab Mar 10, 2012 6:42 pm

S
IENA. Il giudice Stefano Caramellino ha riconosciuto il diritto di voto alle trenta donne della Contrada dell'Oca, che erano state sospese per aver reclamato il diritto di elettorato attivo e passivo. Il 5 dicembre scorso l'assemblea dell'Oca aveva deciso di interrompere la tradizione che vietava il diritto di voto alla componente femminile della Contrada. Il giudice ha dunque dichiarato cessata la materia del contendere, ma ha al contempo condannato la Contrada a pagare le spese processuali: 21mila euro. Caramellino ha riconosciuto che "la fondatezza della pretesa sostanziale fatta valere in giudizio dalle 30 è manifesta, poiché la Costituzione vieta ogni distinzione di sesso" e ciascuna contrada "rientra a pieno titolo nella nozione di formazione sociale ove si svolge la personalità umana".


Ora si attendono le azioni di reintegro tra i contradaioli della 30 donne sospese dall'Oca.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fabio Pacciani nuovo Rettore del Magistrato

Messaggio  jabru il Mar Mar 27, 2012 5:50 pm

Fabio Pacciani nuovo Rettore del Magistrato delle Contrade
27/03/12 - 13:26Fabio Pacciani, Rettore della Nobil Contrada del Bruco, è il nuovo Rettore del Magistrato delle Contrade. Pacciani è stato eletto ieri sera, durante la seduta del Magistrato, dagli Onorandi Priori delle 17 Contrade. Andrea Viviani (Lupa) è il Pro Rettore, Simone Ciotti (Tartuca), Laura Dinelli (Giraffa) e Francesco Rinaldi (Selva) quali componenti della deputazione.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Elezioni in Pantera

Messaggio  jabru il Mar Apr 03, 2012 9:56 am

Riccardo Lenzi nuovo capitano della Pantera
02/04/12 - 10:27In Stalloreggi eletto anche il nuovo Priore Stefano Morandini
Grandi novità nella contrada della Pantera: le elezioni hanno decretato la scelta del nuovo Priore che sarà Stefano Morandini. Il nuovo capitano sarà invece Riccardo Lenzi che, nell'intervista radiofonica, ha raccontato le sue emozioni per l'incarico e il progetto per l'immediato futuro, sempre tenendo in considerazione la rivalità con l'Aquila.
AntennaRadioEsse
--------------------------------------------------------------------------------
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Elezioni nella Pantera

Messaggio  jabru il Mar Apr 03, 2012 10:11 am

Riccardo Lenzi è il nuovo capitano della Contrada della Pantera. Lenzi è stato eletto in Stalloreggi con il 70% delle preferenze e prende il posto di Franco Ghelardi. Stefano Morandini invece è stato eletto priore con il 93% dei voti, e prende il posto di Alfonso Carli. La Pantera per questa stagione paliesca deve sperare nella sorte, non correndo d'obbligo in alcuna delle carriere.

OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Selva in lutto

Messaggio  jabru il Mer Apr 04, 2012 5:18 pm

Selva in lutto, è morto Fabio Rugani
04/04/12 - 13:24Ai nostri microfoni il ricordo del priore di Vallepiatta Francesco Rinaldi
"Fabio Rugani non è stato soltanto un capitano plurivittoriso, ma ha rappresentato un periodo storico. E' stato l'anima della Selva ed ha fatto sentire la nostra contrada l'ombelico del palio per alcuni anni". Così il priore della Selva Francesco Rinaldi ricorda con affetto Fabio Rugani, morto stanotte dopo una malattia che negli ultimi tempi aveva fatto aggravare le sue condizioni. Rugani, padre dell'attuale capitano della Selva Michele, è stato a più riprese protagonista della vita cittadina: Princeps delle Feriae Matricolarum e protagonista di uno "storico" scherzo, impegnato nella vita politica senese e capitano della Selva tre volte vittorioso: nel 1970 (Baino e Ira), nel 1974 (Aceto e Panezio), nel 1987 (Bonito e Vipera).
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Selva in lutto

Messaggio  jabru il Mer Apr 04, 2012 5:25 pm

Questa notte se n'è andato un pezzo di Siena: è morto Fabio Rugani. Futuro medico, noto e rispettato, aveva iniziato a scrivere la storia cittadina già da studente, facendo il Principe nell'anno 1956 e inscenando uno fra scherzi goliardici più celebri, quello “degli egiziani”. Tre volte capitano vittorioso per i colori della sua Selva ( Baino e Ira - agosto 1970, Aceto e Panezio - agosto 1974, Bonito e Vipera - luglio 1987), mancò il poker nell' agosto del 1990 a causa della famosa collisione, all'ultimo casato, dei battistrada Massimino e Galleggiante con un cavallo in contromano. Dopo essere stato consigliere comunale negli anni '60 per una lista civica, Rugani fu al centro, un trentennio dopo e come editore, di una rumorosa querelle politico-giudiziaria causata dall'aver accostato alla massoneria, sulle pagine del suo quotidiano cittadino, nomi noti della Siena del tempo.

1956 - "Lo scherzo degli Egiziani"



Dopo una cena a qualcuno venne l'idea, vista la situazione politica internazionale, di organizzare una visita in Toscana, di una delegazione della Facoltà di Agraria dell'Università del Cairo. Dopo essersi truccati nella Società della Selva, la comitiva capeggiata da Arturo Casi, nato e vissuto in Egitto, partì alla volta di S. Gimignano per incontrare il Sindaco. Lo scherzo iniziò con una preghiera improvvisata verso la Mecca e proseguì con una visita del Comune e un pranzo offerto dal Sindaco stesso. Il viaggio della comitiva egiziana arrivò alla volta di Siena, dove il Sindaco Bocci li aspettava a braccia aperte. Dopo una visita all'Istituto Agrario, la comitiva si diresse al rinfresco per loro preparato al Mangia, in Piazza del Campo. Qui il Princeps Rugani decise di chiudere lo scherzo. Si avvicinò al Sindaco dicendogli "Spero che il rinfresco ce l'offrirà lo stesso...". Per qualche secondo il Bocci rimase interdetto e non ci fece caso, poi si girò di scatto, e vide che il Princeps non aveva più il fez bensì il goliardo. Il Sindaco, dimostratosi di spirito, offrì lo stesso ai Goliardi il rinfresco.
OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Un progetto per tutelare il Palio

Messaggio  jabru il Mar Apr 10, 2012 4:30 pm

Un disegno di legge per tutelare e valorizzare il Palio
10/04/12 - 13:52Ai nostri microfoni il deputato del Pd Ermete Realacci, primo firmatario della proposta che vuole salvaguardare le feste storiche italiane
Una proposta di legge per tutelare e valorizzare le feste storiche italiane, censendole con un criterio di qualità, pubblicizzandole, mettendole in rete e facendone dei volani per il turismo. E' in soldoni il contenuto del testo che hanno sottoscritto oltre cento parlamentari e che adesso è all'esame della Commissione Cultura della Camera. Tra le manifestazioni, inutile dirlo, il posto d'onore spetta al Palio di Siena. “Questo disegno di legge – ha spiegato ai microfoni di Antenna Radio Esse il deputato del Pd Ermete Realacci che ne è il primo firmatario – riguarda nello specifico la salvaguardia del giochi storici italiani, ma più in generale è un'idea di come l'Italia deve stare al mondo, di come può essere competitiva, di come può produrre economia a partire dalla propria identità, salvaguardando la propria anima”. Realacci è anche intervenuto in merito alle polemiche, che puntualmente tornano ogni anno, sulla Festa senese. "Conosco bene l'argomento - ha detto - e penso che chiunque proponga l'abolizione del Palio, non conosca nè Siena, nè l'Italia".
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio diretta RAI, IMU e Commissioni

Messaggio  jabru il Dom Apr 15, 2012 5:06 pm

Siena, 15 aprile 2012 — Vedremo ancora il Palio di luglio e di agosto in televisione. E non ci saranno interruzioni pubblicitarie nel momento della mossa. Un risultato importante per il Consorzio che tutela la Festa se le trattative con la Rai andranno avanti in questa direzione. Manca ancora la firma, particolare non secondario anche se nelle assemblee che si susseguono nelle Contrade per parlare dell’argomento, ormai sembra un fatto assodato. Prima di fine maggio, stando ai tempi dell’emittente televisiva, il risultato difficilmente sarà raggiunto. Tuttavia sembrano essere state accantonate altre ipotesi — vedi la tivvù a pagamento — che avrebbero comportato un’invasione pubblicitaria ritenuta tale da snaturare il senso della Festa.

Il 19 aprile si riuniranno i priori delle 17 Contrade per approvare il bilancio del Consorzio. Non c’è l’argomento diretta all’ordine del giorno. Tuttavia si coglierà l’occasione per dare il mandato al presidente Sandro Nerli a proseguire sulla strada intrapresa. Almeno questa è l’intenzione, fermo restando che i termini dell’accordo, come già ventilato, comporterebbero una gestione a 360 gradi da parte della struttura del Consorzio, a differenza di com’era stato in passato. Insomma, una diretta di qualità ma da tempi di crisi economica e di risorse rarefatte.


Un’altra partita importante si gioca nella riunione del 23 aprile del Magistrato delle Contrade. L’obiettivo del rettore Fabio Pacciani è infatti quello di formare commissioni operative, che si occupino di problemi pratici. Per esempio del nodo dell’imu da cui anche le Contrade ad ora non sembrano potersi esimere. Un’altra dovrebbe mantenere i rapporti con le istituzioni finanziarie della città. Una cosa è sicura: il nuovo prefetto Renato Saccone saluterà i priori all’inizio della riunione.
Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I cittini fanno spettacolo

Messaggio  jabru il Mar Apr 17, 2012 7:48 pm

Torna Ondeon, i cittini che fanno spettacolo
17/04/12 - 14:50L'appuntamento è per sabato 21 e domenica 22 aprile
Sabato 21 e domenica 22 aprile, puntuale, dopo un anno di riposo, torna Ondeon, tornano i cittini che fanno spettacolo. E’ un appuntamento da sempre molto atteso dai piccini, ma anche dai più grandi. Un’occasione per divertirsi, stare insieme e parlare di palio, di Siena, di contrade e di tradizioni.
I ricordi e i racconti di chi Ondeon l’ha fatto ormai qualche anno fa, saranno il filo conduttore di questa edizione. Grazie ad un’idea dei presentatori e al lavoro di Tommaso Dironato, ogni recita sarà introdotta da un breve filmato in cui ex attori di ogni contrada si lasceranno andare ad un ritorno al passato, un viaggio ricco di dolce nostalgia, ma anche di aneddoti e storie divertenti, testimonianze di quanto Ondeon sia per i piccoli protagonisti un’imperdibile occasione tanto ludica quanto formativa.
Il manifesto, i libretti ed i biglietti sono stati realizzati da Guido Bellini. In realtà anche quest’anno il manifesto, è il frutto di un concorso a cui hanno partecipato i bambini di tutte le contrade. Il disegno vincitore è quello di due piccoli del Valdimontone: Giulia Cavani e Tommaso Spalletti, premiati per l’originalità del loro elaborato, in cui colori vivaci, bambini sorridenti e palloncini delle contrade trasmettono tutto l’entusiasmo e l’allegria che Ondeon vuole diffondere.
In questa edizione, come sempre del resto, i temi trattati saranno i più diversi.
Si parlerà di storia, raccontando il lungo assedio dei fiorentini che nel 1555 portò alla caduta della repubblica, ma anche l’ormai celebratissimo periodo dell’unificazione dell’Italia attraverso la vicenda di due giovani innamorati senesi.
Si parlerà di attualità, o meglio, di argomenti che troviamo spesso sui giornali: i nostri bambini si troveranno addirittura a sognare un maya e a parlare con lui della fine del mondo! Ci sarà chi proverà a scrivere una lettera per combattere contro la possibile abolizione del Palio, chi porterà in scena il famoso Omino d’oro, o chi proverà ad organizzare un viaggio.
Si parlerà di Cenerentola e di Peter Pan, vedremo animali alle prese con una rivoluzione e formiche indaffarate.
E si parlerà, ovviamente, di Siena, di vita di contrada e di palio. Ci saranno bambini che giocano a barberi o che cercano di fare un colpo di stato, contradaioli in palco che aspettano la prova, malati costretti a casa nei giorni del palio, ci sarà persino chi ha bisogno di “liberarsi” prima di andare in Piazza!
Non mancheranno le occasioni per invitarci a riflettere, per insegnarci l’importanza dell’amore per la contrada, della solidarietà, del rispetto reciproco e del senso di appartenenza alla città intera prima ancora che ad uno solo dei suoi rioni.
Insomma, ancora una volta Ondeon porterà in scena le emozioni dei bambini, il loro entusiasmo, la loro particolarissima visione del mondo. Sicuramente ognuno degli addetti ai piccoli che in queste settimane si è impegnato affinché la propria recita fosse perfetta, potrebbe esserne testimone, raccontando aneddoti e battute che solo i bambini sanno creare. Ma altrettanto sicuramente potrebbe raccontare dell’orgoglio dei piccoli attori, del tempo e dell’impegno spesi ad imparare la parte.
Ondeon, arrivato alla sua XX edizione, riesce ancora a divertire e ad emozionare sia i grandi che assistono incantati che i piccini intenti a recitare. La sua forza sta probabilmente nella volontà di creare un evento corale, a cui tutte le consorelle sono chiamate a portare il proprio contributo e in cui tutte sono allo stesso modo protagoniste. L’Onda ne è la contrada organizzatrice, ma il suo successo è motivo di vanto e di gratificazione per tutti coloro che vi hanno partecipato: per gli addetti ai piccoli di tutte le contrade, per chi ha scritto i testi delle recite e ovviamente per gli attori, che con il loro impegno contribuiranno a scrivere un’altra commovente pagina della storia di Ondeon.

AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cavalli salvati dal macello

Messaggio  jabru il Mer Apr 18, 2012 4:53 pm

San Giovanni d'Asso, 17 aprile 2012 - "Non riescono a capire che il cavallo è un amico e non una bicicletta usa e getta. Lo considerano carne oppure mezzo". Amarezza ragionata quella di Susanna Rinaldi mentre guarda i suoi ‘cuccioli’ di diversi quintali salvati dal macello e da morte certa grazie anche alle adozioni da parte di Anpana e Horse Angel. Ora vivono, coccolati e accuditi, in una vallata verde alle porte di San Giovanni d’Asso. "Un appezzamento che ci è stato dato in comodato gratuito dal figlio di una persona che amava molto questi animali e che ora non c’è più", racconta mentre un’amica inglese distribuisce carote agli ospiti. La conoscono tutti in paese, questa Giovanna d’Arco dei cavalli, 42 anni, sposata e madre di due bambini. Che è presidente nazionale dell’associazione «Anima equina», nata nell’ottobre 2011 e riconosciuta onlus dall’Agenzia delle entrate nel febbraio scorso.

"Senza scopo di lucro: chi prende un cavallo o lo cede deve solo pagare la quota annuale di 25 euro. Denaro che serve per mantenere gli animali", spiega confermando "che a San Giovanni rispettano le mie scelte. Ho provato anche a coinvolgere il Comune, il sogno sarebbe ricollocare gli esemplari salvati in associazioni che fanno ippoterapia. E, magari, di realizzare una struttura per il loro recupero fisico. Per adesso mi accontento di ampliare di un altro ettaro lo spazio".
"Ognuno di loro ha una storia", prosegue Susanna, milanese ma cittadina del mondo perché il lavoro del padre la portava lontano. "Montai per la prima volta in Uruguay, in una fattoria di gaucho. Avevo 5 anni", dice guidandoci verso il fondo della vallata. Penelope, la cavalla bianca, è il ‘capo’. Si trova qui da circa 2 anni. Controlla ogni estraneo che entra nel recinto. Golden è il lusitano con cui Susanna, quando aveva un club ippico a Buonconvento, nel 2000 è arrivata a Roma dal Papa. "Procuratore è il più debole - racconta – era stato affidato ad una famiglia 4 mesi fa ma ho capito che era spaventato, troppo magro. Se mi rendo conto che un animale non sta bene pretendo che venga riportato all’associazione: così è stato per lui".

La procedura di adozione è rigida. C’è un modulo dove inserire l’attività svolta, la disponibilità di spazio e un capanno obbligatorio per l’animale con le immagini relative. Si fa un controllo pre-affido. "Le persone pagano solo il trasporto. Ogni mese vogliamo però vedere la foto con la data e, quando lo riteniamo necessario, mandiamo un volontario a verificare. Peccato che molti non abbiano ancora capito il nostro scopo. Arrivano spesso mail in cui si domanda se abbiamo un cavallo sano, bello, già addestrato per la sella da dare gratis! L’idea è in realtà di trovare una famiglia restituendo dignità ad animali che hanno il potere di ‘guarirci’. In fondo chiedono solo carezze, qualche carota". Come Cheyenne, destinata al macello per via di una malattia all’occhio. Sfruttata in un maneggio, poi non rendeva più. Come Elisa King che aspetta un puledrino. "Lei resterà, diventerà la nostra mascotte", confessa Susanna. Che nella vita si occupa di una grande tenuta di proprietà di americani, mentre il marito, che lavora in una fabbrica a Torrenieri, è il suo artiere. "Una passione che ci accomuna – confessa -, viene qui 2-3 volte al giorno, li controlla e porta il cibo. Troviamo spesso anche caprioli e lepri".

Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La Selva celebra Mario Picchi

Messaggio  jabru il Ven Apr 20, 2012 6:23 pm

La Selva celebra Mario Picchi – intervista al priore Francesco Rinaldi
Una tre giorni dedicata all’artista senese e selvaiolo Mario Picchi organizzato dalla contrada di Vallepiatta, con lo scopo di aggregare tutta la comunità, senese, prenderà il via questa sera, venerdì 20 aprile, nei locali museali della contrada di Vallepiatta.

La mostra è dedicata al ricordo di questo artista senese scomparso nel settembre 2011. In molti a Siena lo ricorderanno per essere l’artefice delle porte del Tabernacolo Eucaristico del Battistero di San Giovanni o per il fonte battesimale e le formelle in bronzo della Chiesa di Maria Santissima Immacolata dei Padri Cappuccini di Poggio al Vento o le vetrate per la Basilica di San Domenico. “Mario Picchi - spiega il priore della Selva, Francesco Rinaldi – anche se da tempo si era trasferito a Roma, aveva mantenuto molto saldi i rapporti con la sua Siena e la sua contrada, tanto che proprio alla Selva regalò un bellissimo quadro dal titolo “La Madonna della Selva” a dimo- strazione del suo forte legame per la contrada. E’ stato suo nipote, l’architetto senese Marco Picchi, profondamente legato a suo zio, a proporci l’idea di allestire nella Selva una mostra con le opere più significative di Picchi. Abbiamo accolto con molto piacere ed orgoglio l’iniziativa”.


La Madonna della Selva
Un evento aperto a tutta la cittadinanza?

“Certamente, vorremmo che Picchi venisse apprezzato da più persone. Non deve essere solo un ricordo contradaiolo ma un momento di valorizzazione di un artista – sì contradaiolo – ma in primis senese”.

Un momento di riflessione con il convegno del 21 aprile dal titolo ” Contrada: sociali- tà, arte e cultura”. Quali temi verranno affrontati?

“Affronteremo il tema dei musei di contrada, cercheremo di sviluppare un argomento davvero importante, quello della condivisione di questi patrimoni contradaioli. Dobbiamo lanciare e dare forza al concetto che i musei di contrada devono passare dal concetto di pura conservazione del patrimonio a quello di fruizione e valorizzazione di questo patrimonio”.

Lei tiene moltissimo a ribadire quanto sia sempre più importante il concetto di senesità.

“Si, credo sia essenziale tornare a far valere la senesità in tutti gli aspetti possibili. Ecco perché teniamo anche molto a questa iniziativa. Con la mostra cercheremo di valorizzare il contributo che Picchi ha dato a Siena. Si potranno ad esempio ammirare i Numeri Unici da lui scritti per la Goliardia senese del dopguerra e per tante contrade”.

L’inaugurazione si terrà venerdì 20 aprile, alle 18, con il ricordo della figura del maestro a cura dell’architetto Marco Picchi. Al termine sarà possibile effettuare la visita guidata della mostra che rimarrà aperta fino al 22 aprile.



Elena Casi da SienaNews

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Consorzio Tutela Palio

Messaggio  jabru il Sab Apr 21, 2012 8:14 pm

Siena, 20 aprile 2012 — Lieve “rosso” per il bilancio del Consorzio tutela del Palio. “In negativo per partite straordinarie non ripetibili”, sottolinea il presidente Sandro Nerli. Bisogna considerare la due giorni di prove di notte con relative spese di riprese televisive, per esempio, unitamente ad un decremento del fatturato nell’area immagine in quanto c’è stato un rallentamento per quanto riguarda i documentari. Anche nel 2012 non si rilevano ‘corse’ a filmare il Palio e le Contrade.


Nerli non nega poi la crescita esponenziale delle spese legali sostenute. “Non possiamo farne a meno perché altrimenti viene meno la tutela che è nostra finalità peculiare — spiega —; il fenomeno non è dovuto tanto al numero più elevato di casi e quindi di ‘disattenzioni’ nell’uso dell’immagine della Festa quanto alla maggiore attenzione che poniamo”. Naturale chiedersi se la crisi economica si è fatta sentire anche sui prodotti di vario genere, in primis di artigianato, che utilizzano i simboli delle Contrade. “Situazione stabile, nel senso che c’è un turn over naturale ma cresce la qualità. Si innalza il livello dei manufatti”. Nerli non accenna all’intesa in corso di definizione con Deruta per il settore ceramico. E’ in fase di decollo e potrebbe rappresentare un fiore all’occhiello.


Il bilancio 2011 è stato approvato giovedì sera dai priori ai quali il presidente ha confermato «che il Palio si trasmette». Dunque, una diretta ci sarà e, per di più, in salsa tutta senese. Ma la firma sull’intesa con la Rai non c’è ancora, arriverà semmai a maggio.
Per la cronaca, il priore della Tartuca Simone Ciotti, entrato nella deputazione del Magistrato delle Contrade, ha lasciato il posto di consigliere del Consorzio a Senio Corsi, onorando della Chiocciola.

Laura Valdesi La Nazione
..

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Capitani vitytoriosi a cena con le Autorità

Messaggio  jabru il Dom Apr 22, 2012 8:14 pm

Siena, 21 aprile 2012 — “Una serata fra amici. Abbiamo confermato la fiducia al Comune per il lavoro che sta svolgendo per la Festa. Si è instaurata massima collaborazione". Parola di Maurizio Vanni, capitano della Giraffa, vittorioso ad agosto con Brio e Fedora. Insieme al collega Marco Bartali, condottiero dell’Oca che ha trionfato a luglio con Tittia e Mississippi, ha organizzato venerdì sera nella Sala delle Lupe la tradizionale cena con i colleghi. Sia quelli da poco insediati, sia gli altri che invece sono usciti di scena. “Ho auspicato che si prosegua in sintonia”, aggiunge Bartali. Il sindaco Franco Ceccuzzi ha rilanciato confermando “che c’è la voglia di lavorare bene”.


Intorno ad un tavola elegante si è scherzato e brindato, in maniera informale. E al termine dell’evento è stata consegnata dai due capitani vittoriosi una stampa personalizzata di Alvalenti che ritrae Siena e poi il bestiario delle Contrade con un tocco di colore diverso a seconda, appunto, della consorella. Per il sindaco e il comandante della polizia municipale è stato usato il bianco e nero della Balzana.
Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Nella Pantera Banchetto Comitato Amici del Palio

Messaggio  jabru il Dom Apr 22, 2012 8:23 pm




NELLA PANTERA IL BANCHETTO ANNUALE DEL COMITATO AMICI DEL PALIO
News 22-04-2012
Sabato 21 aprile, nei locali della Società Due Porte nella Contrada della Pantera, si è svolto il tradizionale banchetto annuale del Comitato Amici del Palio.

Con il Presidente del Comitato Francesco Boschi, accompagnato dai rappresentanti di tutte le Contrade, erano presenti l'Assessore comunale Silvia Lazzeroni, il Rettore del Magistrato Fabio Pacciani, il Presidente del Consorzio per la Tutela del Palio Sandro Nerli.
A fare gli onori di casa, insieme ai suoi collaboratori e ai numerosi panterini presenti, il Priore della Contrada della Pantera Stefano Morandini, al quale è toccato il compito di introdurre le relazioni degli ospiti. Lo ha fatto sottolineando quanto l'operato del Comitato Amici del Palio sia stato importante, sin dalla sua istituzione, per salvaguardare e promuovere il più autentico spirito della tradizione, portando avanti nel tempo tutta una serie di iniziative volte a valorizzare non solo il Palio, ma tutto quanto le contrade rappresentano nella memoria storica, nella cultura e nella coesione sociale della città. Un messaggio importante soprattutto per le giovani generazioni, affinchè comprendano bene che il Palio, come semplice sfida nei tre giri di corsa, non esaurisce il senso della nostra tradizione secolare.

Anche gli interventi di Pacciani, Nerli e Lazzeroni sono ritornati su questi punti, sottolineando il ruolo collaborativo ed efficace svolto dal Comitato nei confronti delle istituzioni che si trovano a rappresentare, per garantire il funzionamento, le relazioni reciproche, la comunicazione e la tutela delle Contrade e della loro festa.
Culmine della serata, l'intervento del Presidente del Comitato Boschi che ha sintetizzato l'ampia relazione finale, redatta a consuntivo delle attività svolte nel corso del 2011.

Ha ricordato iniziative importanti, attuate in costante collaborazione con il Magistrato e il Consorzio e l'Amministrazione Comunale, a partire dalla Mostra delle opere del Maestro Cambellotti, in occasione dei 150 anni dell'Unità di Italia, al rinnovamento del sito web del Comitato, all'istituzione del premio speciale per il miglior tamburino di Piazza, nonché alla collaborazione offerta per il Masgalano e per l'ampliamento dell'immensa videoteca disponibile su Siena, Palio e tradizioni.
Di certo il lavoro più complesso e impegnativo è stato quello legato al progetto “Territorio e identità di Contrada”, i cui risultati sono stati anticipati in una presentazione al Magistrato delle Contrade.
Un lavoro corale, opera di una squadra di appassionati che hanno raccolto oltre un milione di dati, utili a capire il nostro territorio, la città, i terzi, i suoi singoli rioni attraverso un'ampia documentazione sugli abitanti, la loro eventuale appartenenza contradaiola e le attività svolte. Un archivio che potrà diventare uno strumento indispensabile per le Contrade stesse – e non solo - per conoscere meglio loro risorse e criticità e sviluppare consapevolmente la propria gestione e il processo di educazione alla conoscenza e al rispetto del territorio, fondamentale per mantenere viva la tradizione.
Alla fine il presidente ha annunciato la candidatura al Mangia 2012, di Franco Sodi, il nostro storico Maestro di Campo, la cui accorta regia presiede da anni il perfetto funziomento del complesso meccanismo della passeggiata storica.

Laura Cappelli
da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

E' tornato a riunirsi il Magistrato

Messaggio  jabru il Gio Apr 26, 2012 10:48 am

PalioNews – E’ tornato a riunirsi il Magistrato: i nomi del Mangia e le commissioni di lavoro
Si è svolta lunedì sera, 23 aprile, la riunione del Magistrato delle contrade, aperta dal saluto del nuovo Prefetto Renato Saccone che ha colto questa occasione per presentarsi al Magistrato.


Laura Vigni - consigliera comunale di Sinistra per Siena
Numerosi gli ordini del giorno tra cui l’assegnazione del Mangia. Il nome è quello di Rodolfo Bracci, che ha diretto per lunghi anni il reparto di pediatria dell’ospedale senese. Il suo nome è stato avanzato dalla Civetta mentre la contrada del Nicchio ha pensato a Laura Vigni – per la medaglia di civica riconoscenza - per il suo impegno e dedizione negli anni di direzione dell’archivio storico comunale e che adesso ripone anche in consiglio comunale.






Siena
L’altra medaglia sarà invece Ivano Scalabrelli, priore della Consorteria delle compagnie laicali che si occupa di tutte le cerimonie religiose.

Create anche le commissioni di lavoro : Rapporti con le istituzioni finanziarie, diretta da Simone Ciotti, Cultura e tradizioni coordinata da Laura Dinelli, Problemi comuni delle 17 contrade coordinata da Andrea Viviviani ed infine Rapporti con il Comune diretta da Francesco Rinaldi.

Il Magistrato tornerà a riunirsi verso la fine di maggio, ancora molti i temi da affrontare, tra questi anche la possibilità di rivedere la “vestizione” dei soprallassi che potrebbe - per motivi di sicurezza - avvenire nel Casato e non più nelle Contrade per poi sfilare nel centro storico.

Elena Casi SienaNews




avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

DOMENICA GIRA IL MONTONE!!!!!!!

Messaggio  jabru il Ven Apr 27, 2012 6:24 pm

Domenica gira il Montone!
27/04/12 - 15:09 Si ricomincia! Bandiere e tamburi (finalmente) tornano a invadere la città. La Festa Titolare del Montone, come da tradizione, apre le danze dei "giri" delle Contrade. In realtà in Via dei Servi le celebrazioni hanno preso il via martedì e dureranno fino al 6 maggio
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Svolta "rosa" nell'Oca

Messaggio  jabru il Mer Mag 02, 2012 5:25 pm

Siena, 2 maggio 2012 - La prima volta delle donne dell’Oca in assemblea, dopo 500 anni. Accanto agli uomini, con diritto di voto. Un evento storico. Le voci, vivaci e cordiali dei contradaioli, si sentono in cima alla strada. E’ domenica 29, festa di Caterina, la santa di Fontebranda. Ore 21,15. Già diversi i gruppetti in attesa di iniziare l’assemblea che sancisce la fine delle ostilità, dopo quattro anni di battaglie, legali e non. Di amicizie infrante e di famiglie spaccate.

Doveva essere una festa, non è così. Le donne arrivano a gruppetti e si fermano sulla destra della strada, gli uomini si ammassano a sinistra, scendendo. Mancano tanti, troppi volti che narrano la storia di Fontebranda. Di entrambi i sessi. Chi era contrario, l’ha ribadito snobbando l’assemblea che cambia la tradizione dopo 5 secoli. Alle 21,30 iniziano ad entrare. C’è imbarazzo, la titubanza dei neofiti. Qualche casa nei vicoli chiude le scuri delle finestre: non intende vedere ciò che non condivide. Restano dentro 45 minuti. Lunghi come gli anni che hanno portato a cambiare rotta. Non vola una mosca quando il cancelliere legge il verbale dell’assemblea che ha annullato le sanzioni alle 30 ricorse al giudice per ottenere il diritto di elettorato attivo e passivo. Uomini e donne anche qui divisi, solo in qualche caso mischiati. Il documento con cui sono state riammesse ferisce. Si leggono i nomi delle 30 ‘ribelli’ (non erano tutte presenti, una ha scritto di rinunciare al protettorato), si condanna il loro protagonismo mediatico. Avranno uno spazio fisico, il rione, ma non dignità di ocaiole.

Non l’avevano certo immaginata così la ‘prima volta’. Gli occhi sono velati, di tristezza, di rabbia. Nessuno parla. Nessuno interviene. Tocca al vicario Antonio Degortes dare loro il benvenuto, incitarle a partecipare al «giro» il 13, festa titolare. Invita a ritrovare l’unità della Contrada perchè non c’è più, adesso, la scusa della questione feminile. Un passo difficile, quello compiuto che, dice duro, molti ocaioli non avrebbero voluto. Mai e poi mai. Però i tempi sono cambiati. E’ l’ora della tolleranza, dote che contraddistingueva Santa Caterina, ricorda Degortes, e che servirà come l’aria nelle settimane e nei mesi a venire. A tutti. L’assemblea che scrive la storia è finita. Qualche donna va a bere alla società Trieste, la «casa» comune. Altre non nascondono la tristezza. Forse per le giovanissime che entrano adesso sarà facile adattarsi. Loro non hanno memoria. Non hanno sofferto.

LAURA VALDESI da La Nazione


avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I nuovi cittadini fra i suoni e i colori delle Contrade

Messaggio  jabru il Gio Mag 03, 2012 4:31 pm

I nuovi cittadini tra suoni e i colori delle Contrade di Siena
Alla Corte dei Miracoli le tradizioni senesi legate al Palio presentate ai nuovi cittadini

Un viaggio nel mondo delle contrade e delle tradizioni legate al Palio di Siena, questo il tema del prossimo incontro di ‘Per una cittadinanza reale’ in programma per venerdì 4 maggio alle ore 10.00 presso la Corte dei Miracoli.

La corsa, il rullare dei tamburi, il suono delle chiarine, i canti dei contradaioli in festa, il turbinio di colori nella piazza gremita....verranno proposti agli studenti nell'intento di far conoscere loro e forse respirare, per qualche attimo, l'aria magica che pervade Siena in quei giorni.

Dall’esperienza di più di dieci anni di attività e in linea con il percorso A scuola di cittadinanza, il progetto Per una cittadinanza reale viene riproposto con l’obiettivo di promuovere un rapporto concreto tra persone di diverse culture. Un percorso formativo di storia, educazione civica, arte, cultura, servizi sociali per i nuovi cittadini a cura del settore CSENF e dell’Ass. S.C.U.O.L.A., con il contributo del Comune di Siena.

Fino a giugno, in 14 incontri, saranno affrontati, in prospettiva comparativa, la geografia, la storia e l’ordinamento giuridico dell’Italia, la vita nel nostro Paese (il lavoro, la casa, la formazione, i diritti ed i doveri,...) la prevenzione e la salute ed aspetti più prettamente culturali attraverso la scoperta del paesaggio artistico che ci circonda. Una sezione del progetto sarà dedicata ad incontri con associazioni di volontariato senesi, perché il nuovo cittadino possa contribuire con il suo impegno diretto alla vita della comunità in cui risiede.

Si promuove così la conoscenza per esperienza, cioè attraverso il contatto diretto con la comunità, con le sue espressioni artistico culturali, i meccanismi della macchina amministrativa e i servizi che essa offre, in un’ottica di valorizzazione delle differenze e della ricchezza culturale reciproca.

Inoltre quest’anno parte del percorso sarà dedicato ad attività di informazione, ed esercitazioni di preparazione all’esame di competenza in lingua italiana previsto dal decreto del 4 giugno 2010, finalizzato al rinnovo del permesso di soggiorno di lungo periodo.

Per informazioni: csenf@lacortedeimiracoli.org, www.lacortedeimiracoli.org
SienaFree


Ultima modifica di jabru il Gio Mag 03, 2012 4:39 pm, modificato 1 volta
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Giunta Comunale all'insegna del Palio

Messaggio  jabru il Gio Mag 03, 2012 4:35 pm

Una giunta comunale all’insegna del Palio
Commissione veterinaria farmaci e immagini televisive sono stati al centro della giunta di oggi

Commissione veterinaria, utilizzo e indagini screening sull’impiego dei farmaci, gestione delle immagini televisive. E’ stata una giunta comunale all’insegna del Palio quella che si è svolta oggi, mercoledì 2 maggio.

Commissione veterinaria Sarà il colonnello Marco Reitano, affiancato da Marco Pepe, il veterinario municipale per il Palii del 2012. Lo ha deciso la giunta comunale di questa mattina, che ha nominato anche Guido Castellano, Stefano Calbucci e Stefano Cinotti come membri della Commissione Tecnica di supporto al lavoro della Commissione ex art.37 del Regolamento del Palio.

Uso dei farmaci nei cavalli del Palio Per quanto riguarda l’uso e le indagini di screening legate all’impiego di farmaci, invece, la giunta ha approvato la convenzione con il Dipartimento di Clinica Veterinaria dell’Università degli Studi di Pisa, confermato come referente scientifico, mentre la novità è rappresentata dalla collaborazione con il laboratorio dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle regioni Lazio e Toscana, con sede a Roma. La convenzione con la clinica pisana prevede l’affidamento dell’incarico di un supporto scientifico per la definizione degli esami di screening, con il metodo ELISA, dei campioni di sangue prelevati durante la prevista e per le procedure di conservazione dei campioni di sangue dei cavalli del Palio, raccolti il giorno della tratta. L’istituto zooprofilattico comunicherà a Luigi Intorre, del Dipartimento di Clinica veterinaria dell’Università di Pisa, i risultati degli esami entro 24 ore dalla ricezione dei campioni, il quale a sua volta li comunicherà al Comune.

Regolamentazione riprese televisive Sempre per quanto riguarda il Palio, ma questa volta sul fronte della regolamentazione delle riprese televisive, la giunta ha deliberato l’accordo tra il Comune, il Magistrato delle Contrade e il Consorzio per la tutela del Palio che affida a quest’ultimo, per il periodo che va dal 2012 al 2015, l’incarico esclusivo della gestione delle immagini del Palio sia dal punto di vista tecnico che da quello organizzativo e finanziario.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Le "Voci del Palio" all'Orto de' Pecci

Messaggio  jabru il Sab Mag 05, 2012 5:58 pm

''Le voci del Palio'', all'Orto de' Pecci tornano le serate cultural-gastronomiche a tema
Sabato 05 Maggio 2012 12:40 . Sarà Luca Luchini, venerdì 11 maggio a partire dalle ore 20, a tracciare la prima storia di questo nuovo ciclo di serate a tema "Le voci del Palio" dedicate a grandi personaggi senesi e contradaioli.

Luca Luchini racconterà, infatti, Mario Celli (contradaiolo della Lupa ), popolare pubblicista senese che dedicò tutta la sua vita alla valorizzazione delle tradizioni contradaiole e cittadine. Giornalista (e fra i fondatori del "Gruppo Stampa Autonomo - Siena"), Celli legò il suo nome alla la sua più importante realizzazione: il settimanale "Il Campo di Siena" (che, peraltro, fu il primo promotore di quello che oggi è il più importante premio cittadino: il "Mangia").
La passione di Mario Celli per Siena investiva ogni campo in cui ci fosse da valorizzare la nostra città. Assunse la presidenza della banda cittadina (l'Unione bandistica senese "Banda Città del Palio") facendola conoscere anche all'estero. Fu lui che portò gli strumentisti senesi a riscuotere un notevole successo di pubblico alla Fiestas de la Merced a Barcellona, nel 1967.

La serata, al solito, sarà accompagnata dalla cena
menù: antipasti della casa, pennette ai carciofi, gnocchi noci e gorgonzola, cimalino ripieno ai carciofi con patate al forno, dolce, acqua, vino e caffè
23€ a persona
prenotazioni entro e non oltre la mattina di giovedì 10 maggio allo 0577222201, 3289683976 e info@ortodepecci.it

La rassegna proseguirà il 22 giugno con Francesco Burroni che presenterà "La rana gracida. La storia del partigiano Renato Masi "Gino"", e con Flavio Mocenni che ripercorrerà la storica figura di Don Vittorio Bonci, mitico Correttore della Selva.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Le Contrade corrono il palio della solidarietà

Messaggio  jabru il Mar Mag 08, 2012 9:53 am

Le contrade corrono il palio della solidarietà
07/05/12 - 10:00 Iniziativa di Ac Siena, Magistrato delle contrade e Atl
Viene presentata questa mattina, allo stadio Artemio Franchi, una iniziativa di solidarietà che vede protagoniste le contrade. L'Ac Siena, insieme a Atl (Associazione toscana contro le leucemie) e al Magistrato delle contrade, intraprende un percorso di solidarietà a favore dei malati di leucemie e tumori infantili. Il progetto è nato durante le serate di festa che hanno visto i calciatori bianconeri ospiti dei rioni di Siena.
AntennaRadioEsse
--------------------------------------------------------------------------------
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Nicchio, festa dell'Abbadia Nuova

Messaggio  jabru il Mar Mag 15, 2012 4:27 pm

Il Nicchio si prepara a celebrare la Festa dell'Abbadia Nuova
15/05/12 - 13:18 La Nobile Contrada del Nicchio dà inizio nel proprio rione, a partire da venerdì 18 maggio e fino a domenica 20, alla Festa all’Abbadia Nuova, appuntamento ormai giunto alla sua quarta edizione, in cui trovano spazio varie attività. La festa ha origini antiche: ne troviamo traccia nel “Diario Senese” di Gerolamo Gigli che nel 1723 la descriveva come “Giorno consacrato alle palme dei S.S. Giacomo e Filippo Apostoli. Festa alle Monache di S. Chiara dove il Pubblico manda lib. 12 di cera e l’Arte de’ Vasai va con offerta simile. Quivi era già un Monastero, che diceasi la Badia Nuova. Festa alla chiesa della Contrada del Nicchio”.
Promuovendo la festa, il Nicchio intende non tanto farne una rievocazione storica, quanto piuttosto rinnovare, in chiave moderna, la celebrazione dell’Arte dei Vasai che fiorì nel suo rione. Un’arte, quella del vasaio, feconda di spunti, capace di sottolineare, in chiave simbolica, un aspetto trascurato della vita di contrada: l’operosità creativa, eredità di un tempo in cui la città albergava nelle sue strade centinaia di botteghe di artigiani e di artisti.

La Festa si articola in diversi eventi di carattere rituale, culturale e popolare, tra loro collegati con l’intento di perseguire più di una finalità ed ha luogo, grazie alla disponibilità del Comando del 186° Reggimento ‘Folgore’, prevalentemente nei bellissimi spazi della caserma Santa Chiara, dove sorgeva l’Abbadia Nuova da cui il Nicchio trasse le sue origini. Si comincia venerdì 18 maggio alle ore 18.00, nell’Oratorio di San Gaetano, con il conferimento della medaglia “Antica Arte dei Vasai” ai Maestri Paolo e Paola Staccioli, artisti fiorentini che si sono imposti presto, per eleganza e originalità, nel panorama artistico non più solamente locale, ma nazionale. Con questo atto, il Nicchio si pone l’obiettivo di stimolare l’interesse della città verso un’arte che a Siena ebbe grandi momenti e nel contempo dare prova, oltre la cerchia delle mura e lontano dai giorni del Palio tanto celebrati dai media, della civiltà delle nostre contrade.

Al conferimento del premio farà seguito l'inaugurazione di una serie di mostre, che rimarranno aperte al pubblico anche nei giorni successivi.
Esse sono:

- la mostra personale dei maestri premiati: "Il Guerriero e la Farfalla"

- la mostra "Ceramica Fiorita", una mostra collettiva di opere di 65 artisti contemporanei.

- una mostra (omaggio a Montelupo) di ceramiche storiche del Museo di Montelupo Fiorentino.

- una mostra delle opere degli allievi dell'Istituto d'Arte e Liceo Artistico "Duccio di Boninsegna" di Siena, che fornirà un'occasione per valorizzare i nostri giovani e farli partecipi di altre importanti realtà.

La mattina di sabato Giovanni Maffucci terrà un seminario sul tema “La ceramica primitiva”, cui farà seguito la presentazione dell’Architetto Giovanni Tomasone sul tema “Idee per un futuro del complesso di Santa Chiara”.

Durante le giornate di sabato e domenica, avrà luogo:

- mostra mercato di ceramiche e prodotti artigianali, tra questi, anche alcune opere dei detenuti del vicino carcere, insieme ad altre realizzate dalla Contrada e dagli ospiti del “Centro Mimosa” e de “La Lunga Gioventù”.

- mostra mercato di piante e fiori

- visite guidate alle mostre e i monumenti dell’Abbadia Nuova

Tornianti e maestri animeranno l’evento, dando a tutti la possibilità di realizzare personali ceramiche estemporanee.

Inoltre dalle ore 18.00 alle ore 24.00, nelle giornate di venerdì e sabato, apertura della Val di Pania con stand gastronomici (pizza, braceria, primi piatti) e Rendez Vous Musicale dei gruppi delle contrade di Siena.
Alle 10:30 di domenica 20 maggio, nella caserma di Santa Chiara, la Contrada riprenderà la tradizione delle offerte all’immagine della Beata Vergine e dei S.S. Giacomo e Filippo che fu degli antichi vasai.
A conclusione della festa, alle ore 18.00 presso la Chiesa di Santo Spirito, concerto dell’Unione Corale Senese “Ettore Bastianini” diretto da Francesca Lazzeroni con la partecipazione del Tenore Altero Mensi. Al pianoforte Elina Yanchenko.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Premio Mangia

Messaggio  jabru il Mer Mag 16, 2012 5:35 pm

Siena, 15 maggio 2012 — Un nome per il Premio Mangia, il professor Rodolfo Bracci, nume della pediatria senese, presentato dalla Contrada della Civetta, e tre per le medaglie di civica riconoscenza. Scadevano ieri i termini per la presentazione delle candidature per ottenere il riconoscimento che ogni anno viene assegnato nella cerimonia di Ferragosto a quanti hanno portato in alto il nome di Siena.

Fra le novità c’è il volto di Cristina Ferri, giovane e bella artista senese che a buon diritto si può considerare un’eccellenza. Ha studiato pianoforte nella Scuola di Musica di Siena. Si è diplomata presso l’Accademia di canto lirico di Busseto nel 1995 e successivamente in canto al Conservatorio Cherubini di Firenze. Ha studiato con Magda Olivero, Carlo Bergonzi, Rajna Kabaiwanska, Renata Scotto, Maya Sunara. Ha interpretato la Turandot, Le Nozze di Figaro, I pagliacci e il Trovatore, solo per citare alcune opere. Nel settembre 2011 è Mimì nella Bohème di Puccini presso il teatro dei Rinnovati di Siena e nel novembre è nuovamente Violetta nella Traviata di G.Verdi in Palermo. A presentare il nome di Cristina Ferri è stato il Gruppo stampa autonomo di Siena.


Già depositata la candidatura di Franco Sodi da parte del Comitato Amici del Palio, così come quella di Laura Vigni (presentata dal Nicchio) che ha curato a lungo, con amore e impegno, la direzione dell’Archivio storico comunale. L’altro nome proposto per la medaglia, questa volta dalla Lupa, è Ivano Scalabrelli, priore della Consorteria delle compagnie laicali che si occupa di tutte le cerimonie religiose.
La.Valde. da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: A Siena si racconta

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum