Verso il Palio

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Reitano: poche esclusioni per motivi sanitari

Messaggio  jabru il Dom Giu 24, 2012 5:49 pm

"Saranno pochissime le esclusioni per motivi sanitari"
24/06/12 - 12:16Il colonnello Marco Reitano, portavoce della commissione veterinaria comunale, fa il bilancio dei due giorni di previsite
Cavalli in ottime condizioni, un gruppo significativo utile per il palio di luglio, validi "rincalzi" pronti in vista della carriera di agosto e tanti giovani che stanno crescendo per gli anni prossimi. E' più che positivo il bilancio che fa il Colonnello Marco Reitano al termine dei due giorni di previsite, che si sono concluse stamani alla clinica del Ceppo. "La peculiarità di quest'anno - ha detto Reitano - è il calo del numero dei cavalli arrivati alla previsita, ma c'è comunque un buon lotto. Le condizioni generali sono molto buone, posso dire con certezza che il numero dei cavalli risultati non idonei per motivi sanitari è molto basso rispetto al solito". Tutti i cavalli, come sempre a luglio, sono stati sottoposti a controlli radiografici, perchè "è sempre molto utile - ha aggiunto Reitano - disporre di qualche dato in più. Ogni anno l'archivio si rinnova e si aggiorna, dotandolo delle immagini radiografiche dei nuovi entrati e di un aggiornamento per quanto riguarda i 'vecchi', anche perchè nei 'vecchi' le patologie evolvono ed il confronto con gli esami precedenti ci conforta notevolmente in un giudizio favorevole".

L'elenco definitivo dei cavalli ammessi alle prove mattutine di addestramento e direttamente alla Tratta sarà ufficializzato nel pomeriggio di martedì prossimo, 26 giugno
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Terminata la due giorni di previsite al Ceppo

Messaggio  jabru il Dom Giu 24, 2012 5:54 pm

E’ terminata la due giorni di previsite al Ceppo

Sono terminate questa mattina alle ore 12,40 i due giorni di previste; che, da ieri hanno interessato gli 82 cavalli presentati per il prossimo Palio del 2 luglio.



Gli animali sottoposti a specifici e dettagliati controlli veterinari nell’apposita Clinica ‘Il Ceppo’ in Loc. Monteresi a Monteriggioni <<sono – come ha specificato il veterinario comunale Marco Reitano – tutti in buone condizioni. Unica caratteristica il numero più esiguo dei soggetti presentati. Una diminuzione, questa, che abbiamo registrato anche in occasione di altre partecipazioni equestri. Tra i tanti esami effettuati radiologie a tappeto, in modo da verificare le condizioni fisiche dei nuovi cavali, ma, soprattutto, per verificare piccoli traumi del passato le cui conseguenze possono progredire con l’età>>.



Clima tranquillo, quindi, alla Clinica veterinaria dove il dr. Reitano, coadiuvato da Marco Pepe, Guido Castellano, Stefano Calbucci e Stefano Cinotti, nella veste di consulente, ha assicurato la stessa continuità nelle operazioni che precedono la Carriera. Tutto uguale allo scorso anno, prima che il Commissario Prefettizio Enrico Laudanna prendesse il posto del Sindaco Franco Ceccuzzi.



L’elenco definitivo dei cavalli ammessi alle prove mattutine di addestramento e direttamente alla Tratta sarà ufficializzato nel pomeriggio di martedì prossimo, 26 giugno.

SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Cavalli: Istriceddu

Messaggio  jabru il Lun Giu 25, 2012 5:13 pm

Siena, 25 giugno 2012 - “Gli apprendisti basta, hanno un contratto troppo corto”. L’economia non c’entra, neppure la crisi che taglia le gambe ai giovani. Semmai, infatti, in questo caso a lamentarsi sono i più “maturi”. Quelli che la gavetta l’hanno già fatta, si sono formati e hanno capito come si affrontano San Martino e Casato. Come ci si comporta al canape. Istriceddu è il classico esempio di cavallo che tutela la Festa con la sua esperienza ma che, nell’ambito di strategie paliesche, peraltro del tutto legittime, rischia la rottamazione precoce. E l’interruzione del contratto. Con la Festa, naturalmente. Perché quanto a coccole ed affetti “quelli non gli mancheranno mai”, ribadisce Serena Butteri. Che lancia la battuta sui cavalli “apprendisti” al termine di una visita, all’alba, da cui il vincitore di due Palii è uscito benissimo.


Non è come nel 2011, qualche spiraglio in più di rientrare nel lotto esiste per il campione. Ma Butteri preferisce non illudersi. “Ha fatto le prestazioni di un cavallo normale in provincia – racconta mentre Massimo Milani “invade” l’area van con altri 9 cavalli -, è stato battuto”. Non riesce a spiegarsi la contraddizione: “Si vogliono soggetti sani e che sanno dove mettere i piedi, cavalli da Palio. E’ lo scopo dell’Albo. Il Comune lo chiede al proprietario ma quando si trova uno che risponde a tali requisiti si liquida dicendo che è forte. Non capisco perché ci sono cavalli con esperienza, tipo Lampante, che non possono tranquillamente fare il Palio. Lui, lei, Ivanov”. L’animale, in forma splendida, non muove un passo. Forse si rende conto che l’argomento lo riguarda.


Eppure un filo di speranza per Istriceddu c’è. “A parole, adesso. Io non mi fido più. Si sente dire che siano propensi a prendere un lotto alto, ma bisogna tu lo chieda alle dirigenze”, chiosa Butteri.
“A molti piace Omodeos, il fratello, dicono che è anche meglio di lui. Siccome è andato bene a Monticiano cominceranno a chiacchierare che è superiore e il Palio non lo fa?”, s’interroga Serena conoscendo già la risposta.
Laura Valdesi da La Nazione


avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Reitano: i big all'alba

Messaggio  jabru il Lun Giu 25, 2012 5:16 pm

Siena, 25 giugno 2012 - La sorpresa? Alcuni cavalli che hanno corso il Palio dovranno guadagnarsi il posto al sole impegnandosi all’alba, il 28 mattina. Si vedranno nell’unico giorno di prove, dopo che martedì sarà diramata la lista degli ammessi direttamente alla Tratta. Parola del colonnello Marco Reitano, veterinario comunale, autorizzato dal commissario, attraverso l’ufficio Palio, a tirare una riga sulle visite dopo aver visto ieri mattina gli ultimi 32 nomi. Solo la novità Potere assoluto non aveva le misure giuste.

“Tutto abbastanza sovrapponibile agli anni scorsi. La peculiarità del 2012 è, semmai, un numero ridotto di cavalli legato anche alla crisi generale e dell’ippica. Però voglio vedere il bicchiere mezzo pieno: nonostante le difficoltà economiche l’organizzazione del Palio sta reggendo bene. Il numero è calato ma abbiamo visitato un’ottantina di cavalli dove c’è un buon gruppo per il Palio di luglio, un gruppo di rincalzi pronto per l’Assunta e un terzo che crescono per il futuro”.
Le condizioni di chi ha già corso in Piazza?
“Quelle generali sono molto buone. Il numero dei non idonei per motivi sanitari, fino ad ora, è molto basso rispetto al solito. Tutti i cavalli che già hanno corso il Palio sono in ottime condizioni. A qualcuno di essi chiederemo la prosecuzione della fase di addestramento per dargli modo di farsi vedere a tutti e dirimere qualsiasi tipo di dubbio visto che magari erano stati oggetto di piccoli infortuni o insignificanti cadute lo scorso anno durante il Palio”.

Raggi x a tappeto.
“Utile disporre di qualche dato in più. L’archivio si rinnova e si aggiorna. Per quanto riguarda i vecchi poichè le patologie si evolvono, il confronto con gli esami precedenti ci conforta notevolmente in un giudizio favorevole”.
In riferimento ai cavalli che hanno avuto piccole cadute il serio impegno sarà solo per scrupolo?
“Sì, stanno bene. Già alcuni giorni dopo il Palio si erano ripresi perfettamente. A distanza di mesi appaiono in perfette condizioni, si sono visti in provincia, a Mociano. Però la Piazza è diversa. Alcuni di loro li rivedrete prima della Tratta”.
Saranno molti i cavalli a cui chiederete il serio impegno?
“Sì,diversi. Non tanto per esigenze cliniche quanto per il fatto che, quando un cavallo entra per la prima volta in Piazza, gli chiediamo un addestramento normale ma non può andare alla tratta se in una prova precedente non si è impegnato”
C’è il commissario, lei si trova a spiegare il Palio.
“Siena si spiega da sola, non aspetta certo il commissario che, peraltro, non ho ancora avuto il piacere di conoscere. Anelli intermedi e filtri hanno già spiegato al commissario il tutto. Dovrà vivere il primo Palio per capire cosa è questo evento sociale”.
Qualcuno dice che le visite sono state ancora più accurate?
“Il protocollo dell’accertamento è identico, con flexing a tutti tranne quelli di 4 anni che si fermano alle prove di notte. L’unica novità è che, essendoci in commissione un noto veterinario, docente di clinica medica, particolarmente competente anche per aspetti respiratori del cavallo, Cinotti, è evidente che l’attenzione, per motivi di passione e di competenza, unitamente al livello qualitativo dell’esame sono migliorati. Ciò dipende dagli attori del momento”.

Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Drappellone, si svela stasera all'Entrone

Messaggio  jabru il Lun Giu 25, 2012 5:18 pm

Siena, 25 giugno 2012 _ Si presenta oggi, lunedì 25 giugno, alle ore 19 nel Cortile del Podestà, il Drappellone di Claudio Carli dedicato a San Francesco. Oltre all'autore, al commissario Prefettizio Enrico Laudanna, ci sarà anche Ezio Genovesi, che presenta l'opera del maestro.

L'artista ha ideato una soluzione originale per i simboli delle Contrade. E' molto soddisfatto della sua realizzazione.

La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Fantini

Messaggio  jabru il Lun Giu 25, 2012 5:22 pm

Un pizzico di rammarico nella voce, non riesce a cancellarlo: “Sono pronto e allenato, ho fatto un buona provincia ma conta poco perché a volte vedi a cavallo persone che nel circuito nemmeno hanno corso.. è vero che ci sono tanti giovani. Io però sono fra quelli trascurati perché, appunto, non più giovane. Forse se invece di Chiti ero Chitu continuavo a montare da quando ho corso il primo Palio”. Un flash di Voragine sul mossiere che annuncia un atteggiamento abbastanza autoritario con i dieci “assassini”: “Lui dovrà fare il mossiere e i fantini svolgere il loro compito senza inventarsi niente”. Dello stesso avviso Silvano Mulas.


Ivanov intanto ha fatto la sua passerella. Il suo nome non sembra in discussione fra le dirigenze. A differenza di quello di Lampante. Che pure piace molto ai fantini. Si dice che Scompiglio vorrebbe ripetere con lei l’impresa che con Brento gli è valsa il successo nel 2007. Andrà a cercarla, questo il tam tam. “Macchè, gli ho soltanto chiesto di farmela montare una volta. Tutto qui”, commenta il fantino.

“Lampante? La monterei volentieri – confessa invece Tittia -, sono andato a montarla da Massimo (Donatini, ndr) e mi sembra che vada bene”. “Ha ancora tutto da dimostrare in Piazza, non penso che sia così superiore a tanti altri. Perlomeno ancora non si è vista. Se eliminassero Istriceddu non è detto che dovrebbe essere messa fuori anche lei. Se la monterei? Perché no? Nessuna paura al Casato, ci starei solo attento. E basta”.
La.Valde. da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Cavalli, ipotesi di Coghe

Messaggio  jabru il Lun Giu 25, 2012 5:24 pm

“Qualcuno dice che Magic tiglio è un cavallo sponsorizzato? Penso che pubblicità se la sia fatta da solo senza bisogno dell’aiuto di nessuno, né mio, né dei proprietari”, mette le mani avanti Massimino. Non ci sente da questo orecchio. Così aggiunge subito: “A chi dice queste cattiverie, vorrei rispondere: diamo agli stessi proprietari Mirko Monello e poi voglio vedere se diventa come Magic. Il primo è un cavallo prudente, lui è un cavallo che va. La differenza è sostanziale”.
Con chi si fa il lotto?
“Con i cavalli che decidono i capitani e che vorranno prendere”.
Possibile che Mississippi rischi di essere considerato manifestamente superiore?
“Spero di non avere io, in questo momento, il problema della manifesta superiorità di Mirko Monello (ride, ndr)”
E neanche di Magic... Potrebbe essere da corsa insieme a Mississippi, Lampante e Istriceddu?
“Penso che può batterli come può essere battuto”.
Nel lotto ci può stare.
“Sì e lo monterà Silvano Mulas alla Tratta (che ci ha già vinto due volte a Monticiano, ndr), se non si rimangia la parola”.
La.Valde. da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Massimo impegno per il Palio

Messaggio  jabru il Lun Giu 25, 2012 5:27 pm

"Massimo impegno perchè i senesi vivano il palio come sempre"
25/06/12 - 13:43Il Prefetto Saccone ed il Commissario Laudanna hanno partecipato alla riunione del Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica
Il Prefetto Saccone ed il commissario Laudanna si apprestano a vivere da "esordienti" il loro primo palio e l'impegno comune è quello di fare in modo che i senesi vivano la loro festa come sempre. Lo hanno ribadito stamani, al termine della riunione del Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, che si è svolta in vista dei giorni della carriera. Giorni particolari sotto tutti i punti di vista, momenti concitatissimi, ma che l'ormai rodato meccanismo della macchina del palio è in grado di gestire senza patemi. "Le misure sono ormai collaudate - ha detto il Prefetto Renato Saccone, avremo, come sempre, un largo impiego di forze dell'ordine che lavoreranno in contatto con tutti gli altri operatori e saranno coordinati da funzionari e dirigenti che conoscono a menadito la città, le sue strade, il palio e le sue problematiche. Unica novità sarà la concentrazione del coordinamento operativo in un unico luogo". "Le impressioni - ha detto il commissario Enrico Laudanna sono quelle che chiunque registra di fronte ad un evento tanto straordinario, grande emozione e grande partecipazione. Da parte mia l'impegno perchè tutto sia come sempre".
AntennaRadioEsse
--------------------------------------------------------------------------------
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Presentazione del Palio

Messaggio  jabru il Lun Giu 25, 2012 5:43 pm

Stasera la presentazione del palio di Claudio Carli
25/06/12 - 11:35Appuntamento alle 19 nel Cortile del Podesta
Nuova tappa di avvicinamento alla carriera del 2 luglio. Stasera, alle 19 nel Cortile del Podestà, si svolgerà la presentazione del drappellone realizzato da Claudio Carli, dedicato a S. Francesco d'Assisi, in ricordo dell'ottavo centenario della sua prima venuta a Siena. Ad illustrare l'opera il Prof. Ezio Genovesi, docente di Storia delle Arti e direttore della "Rhode Island School of Design", un programma universitario con sede negli USA e a Roma.

Durante la cerimonia il Prof. Giovanni Pala, vicepreside del Liceo artistico/Istituto d'arte "Duccio di Buoninsegna" di Siena, presenterà il Masgalano, offerto dalle Società di Contrada e realizzato dagli studenti della sezione cultura della sua scuola.

AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Totomonte

Messaggio  jabru il Lun Giu 25, 2012 5:47 pm

Situazione delle monte a 1 settimana dalla carriera
Lunedì 25 Giugno 2012 09:04 di Gabriele Voltolini
Siamo appena entrati nella settimana “calda”. Terminate nella mattinata di ieri le previsite, questo pomeriggio ci sarà la presentazione del drappellone e comincerà il conto alla rovescia verso la carriera di luglio.

Il valzer delle monte è entrato definitivamente nel vivo, i rumors si rincorrono di ora in ora e finalmente tra qualche giorno avremo la definitiva chiusura del cerchio. Rispetto agli anni scorsi, quando la situazione si presentava piuttosto lineare già qualche giorno prima dell’assegnazione, quest’anno potrebbero esserci delle variabili in grado di far saltare qualche certezza. Vediamo, ad oggi, qual è la situazione contrada per contrada relativamente alle monte.

Onda: Lo ha confermato lo stesso Trecciolino. L’Onda e il Nicchio sono le 2 contrade che hanno manifestato maggiormente l’idea di montarmi. Con un primo cavallo capitan Coppini sferrerà l’attacco deciso all’Imperatore. Le alternative di livello sono Brio e Voglia. Trecciolino 50%, Voglia 30%, Brio 20%.

Giraffa: La strada che porta a Brio è in discesa, ma la decisione dipenderà tanto dal cavallo e dalle strategie post-assegnazione di capitan Vanni, anche perché la concorrenza è molto ampia. Nelle ultime ore si sta facendo insistente il nome di Alessio Migheli, con Andrea Chessa in alternativa. Girolamo 40%, Brio 30%, Nappa II 30%.

Leocorno: Jonathan Bartoletti è sempre in pole per indossare il giubbetto di Pantaneto. Se Gingillo dovesse scendere dal Bruco l’alternativa sarebbe lui, mentre un piccolo spiraglio resta aperto anche per Gigi Bruschelli, anche se Onda e Nicchio sembrano in netto vantaggio. Scompiglio 60%, Trecciolino 20%, Gingillo 20%.

Selva: Nessuna novità di rilievo rispetto alla settimana passata. Le attenzioni di Rugani sembrano concentrate sul terzetto Mulas-Ricceri.Mureddu. Il fantino di Vallepiatta dovrebbe uscire da questi 3 nomi, con Voglia leggermente avvantaggiato. Voglia 40%, Salasso 30%, Filuferru 30%.

Aquila: Se non si verificheranno situazioni ad oggi difficilmente ipotizzabili, capitan Romei seguirà la strada intrapresa lo scorso anno, vale a dire Giovanni Atzeni detto Tittia. In caso di cavallo poco competitivo spazio a Strappo. Tittia 80%, Strappo 20%.

Nicchio: Trecciolino è il nome giusto in caso di primo cavallo, Girolamo l’alternativa più credibile, Gingillo l’outsider in caso si verifichino determinati incastri. Meno percorribile la strada che porta a Tittia. Trecciolino 40%, Girolamo 40%, Gingillo 20%.

Chiocciola: E’ sempre Andrea Mari il sogno di capitan Zalaffi. Con un primissimo cavallo non è escluso l’approdo di Brio in San Marco. Mulas e Bartoletti sono altre 2 piste percorribili, Andrea Chessa la certezza in caso di cavallo non proprio potentissimo. Brio 40%, Scompiglio 30%, Nappa II 30%.

Drago: La base da cui parte Antonio Siri è molto ampia, così ci ha detto Mario Toti e noi gli crediamo. Se dovesse arrivare un Istriceddu o un Mississippi qualsiasi, però, il capitano di Camporegio potrebbe affidarsi a Scompiglio. Amsicora 70%, Scompiglio 30%.

Tartuca: La Chiocciola è nei pensieri di Capitani, che non vuole certo far vincere l’avversaria all’esordio da capitano. Per questo motivo sembrano molto credibili le voci che vorrebbero Caria (favorito) e Pusceddu sulla strada di Castelvecchio. Tremendo 60%, Bighino 40%.

Bruco: Con 6-7 cavalli capitan Falciani dovrebbe andare al Palio con Gingillo. In caso contrario, con un soggetto poco competitivo nella stalla, non è da escludere il ricorso ad un fantino esordiente ed il nome più ricorrente è quello di Sebastiano Murtas. Gingillo 70%, Murtas 30%.

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Fantini: Gingillo

Messaggio  jabru il Lun Giu 25, 2012 5:51 pm

Giuseppe Zedde detto Gingillo
Lunedì 25 Giugno 2012 10:17 di Gabriele Voltolini
Un grande biennio 2008-2009 chiuso con 2 palii vinti prima nel Bruco e poi nella Tartuca, ma da quel momento tanta sfortuna fino alla rovinosa caduta del luglio scorso nel Bruco su Lampante che lo ha costretto ad un lungo periodo di stop forzato.

Giuseppe Zedde detto Gingillo, nato a Siena nel luglio 1982, 14 carriere corse con 2 vittorie all’attivo, è pronto a fare il suo rientro in Piazza con l’obiettivo di riprendere il cammino interrotto.

Giuseppe com’è l’umore a pochi giorni dalla tratta?
«L’umore è buono, sono molto tranquillo e pronto a tornare sul tufo».

Sei al rientro dopo l’infortunio del luglio scorso. Come stai?
«Fisicamente sto bene ed ho tanta voglia di rifarmi e di ottenere un risultato importante per cancellare quel brutto ricordo dello scorso anno».

Essendo il fantino del Bruco, partirai obbligatoriamente da li?
«Direi proprio di sì visto che sono il fantino di contrada. Se il Bruco sarà da corsa ci sono grosse possibilità che resti, altrimenti decideremo il da farsi insieme a Gianni (Falciani ndr), cercando di capire se ci sarà qualche altra porta aperta e un cavallo interessante su cui montare».

Leocorno e Nicchio sono 2 possibilità di monta per Gingillo?
«Al pari delle altre».

Ieri si sono concluse le previsite. Dei cavalli nuovi cosa mi dici?
«Che qualcuno interessante c’è, in provincia sono andati bene, ma andranno rivisti in Piazza per valutarne l’adattabilità».

Pensi che sia meglio affidarsi ai cavalli cosiddetti esperti per evitare rischi maggiori in un Palio così particolare?
«Credo che qualche cavallo nuovo vada comunque sempre inserito nel lotto. Forse, per quanto riguarda la sicurezza, con i più esperti i rischi sono minori, ma se le cose devono succedere, accadono ugualmente».

Monterai qualche cavallo alla tratta?
«Ho portato alla previsita Mississippi, Nespolo e Osvald. Vediamo come sono andate le visite e poi deciderò il da farsi».

Si chiede a tutti maggiore responsabilità per questo Palio. Cosa dovranno fare, secondo te, i fantini che saranno al canape il 2 sera?
«Le solite cose di sempre. Provare a vincere, rispettare gli ordini della contrada e non tirarsi indietro. E’ chiaro che la sicurezza è determinante, così come il rispetto della Festa, quindi ci vorrà molto cervello da parte di tutti».

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Fantini: Scompiglio

Messaggio  jabru il Mar Giu 26, 2012 5:13 pm

Verso il Palio del 2 luglio 2012, i fantini: Jonathan Bartoletti detto Scompiglio
Martedì 26 Giugno 2012 13:22 di Gabriele Voltolini . Share8 palii corsi, una vittoria all’esordio nel 2007 nel Leocorno su Brento e tante carriere da protagonista nelle quali però non è arrivato per un motivo o per un altro il risultato finale. Jonathan Bartoletti detto Scompiglio, nato a Pistoia nel 1980, vive questa vigilia di Palio in modo tranquillo con la certezza che il 2 sera sarà tra i canapi per giocarsi le sua chanches di vittoria.

Jonathan, mancano solo 3 giorni al 29. Come ti senti?
«Molto bene. Sono in condizione, mi sento in forma e sono molto contento perché sento la vicinanza di tante persone che hanno fiducia in me e che potrebbero darmi la possibilità di montare un cavallo da corsa. C’è solo da aspettare qualche giorno ormai».

Nei palii che hai corso sei quasi sempre stato protagonista. E’ arrivato però il momento di tornare alla vittoria…
«E’ chiaro che uno ci pensa, ma non è semplice vincere. Io cerco sempre di dare tutto per essere protagonista e l’importante è riconfermare le cose buone fatte in passato e uscire a testa alta sapendo di aver dato tutto poi è chiaro che siamo 10 e vince 1 solo. Credo anche che le cose belle arrivano quando meno te lo aspetti».

Leocorno, Chiocciola e Drago sono 3 contrade in cui potresti montare?
«Sì. Ho un buon rapporto con queste contrade, ma ce ne sono anche altre. E’ chiaro che nel Leco e nel Drago ci sono già stato ed ho mantenuto con entrambe degli ottimi rapporti».

Di solito preferisci montare in una contrada senza la rivale sul tufo oppure è importante trovare la situazione giusta indipendentemente da questo?
«Diciamo che preferirei montare un cavallo che mi piace perché se inizio a guardare tutte queste cose rischierei di accontentarmi e basta e io non voglio accontentarmi».

Un cavallo che ti piace potrebbe essere Lampante? Si parla molto di una sua possibile esclusione…
«Lampante è una cavalla che mi piace che ancora in Piazza non ha dimostrato niente, spesso viene accostata a quelli che hanno già vinto, ma non capisco perché dovrebbe essere scartata se ancora deve dimostrare tutto. Le qualità sono indubbie, ma è un po’ come chi arriva a Roma e non vede mai il Papa».

Dei soggetti nuovi invece che mi dici?
«Cavalli nuovi da poter inserire nel lotto ci sono, ma dovremo vederli in Piazza, perché un conto è Monticiano, un conto è Mociano, un altro è Piazza del Campo. Credo anche che non siano troppo indicative le prove di notte o la tratta perché un cavallo se vuoi in qualche modo lo nascondi. La vera prova è il 2 sera, quando la velocità è un’altra e le tensioni differenti e li davvero si vede l’attitudine di un cavallo».

Stiamo per arrivare ad un Palio in cui tutti sono richiamati ad una maggiore responsabilità…
«Tutti i sindaci che ho conosciuto hanno sempre richiamato noi fantini al senso di responsabilità. E’ ovvio, però, che quando saremo tra i canapi il 2 sera, tutti cercheremo di fare bene quindi penso che la situazione andrà valutata al momento».

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Strategie delle contrade: Tartuca

Messaggio  jabru il Mar Giu 26, 2012 5:56 pm

Verso il Palio del 2 luglio 2012, le strategie delle dieci Contrade al canape: Tartuca
Martedì 26 Giugno 2012 12:05 di Gabriele Voltolini

La penultima contrada, in ordine di trifora, che andiamo ad analizzare è la Tartuca, che parteciperà alla carriera del 2 luglio prossimo grazie all’estrazione a sorte del 27 maggio scorso.

Il rione di Castelvecchio ha vinto il suo ultimo Palio il 16 agosto 2010 con Luigi Bruschelli detto Tecciolino e Istriceddu, a un solo anno di distanza rispetto al precedente successo (2 luglio 2009 Gingillo e Già del Menhir).

Mangino nelle 2 vittorie in questione era Vinicio Capitani, che dal dicembre scorso è stato eletto capitano e in questo Palio di luglio farà il suo esordio. “L’umore della contrada è ottimo – dice Capitani – e cresce di giorno in giorno. L’estrazione, la possibilità di correre con la rivale, la festa titolare appena conclusa, ci faranno arrivare al Palio con tanto entusiasmo, sereni e pronti a vincere nonostante in molti non ci considerino troppo accreditati, ma a noi ci va bene questo profilo basso”.

Sono molti, infatti, coloro che pensano ad una Tartuca guardinga nei confronti della rivale, che non vince da tanto tempo e potrebbe far paura, ma Capitani smentisce questa lettura: “La nostra strategia non sarà quella di fermare la Chiocciola, anzi speriamo sia proprio il contrario, esattamente come è successo negli ultimi anni. Speriamo ci tocchi in sorte un buon cavallo e a quel punto sarà la nostra avversaria a doversi preoccupare di noi, se poi non lo farà tanto meglio”.


Il Drappellone del Palio del 16 agosto 2010 vinto dalla Tartuca con Luigi Bruschelli detto Trecciolino su Istriceddu
Le possibilità di monta per la Tartuca sembrano essere molteplici. Walter Pusceddu potrebbe essere il “killer” in caso di Chiocciola favorita, mentre Francesco Caria e la certezza Gigi Bruschelli rappresentano due nomi caldi: “Sono due fantini con i quali abbiamo buonissimi rapporti – conferma Capitani - ma ce ne sono anche altri. Secondo me questa tratta verrà affrontata con molta più serenità da parte di contrade e fantini perché non vedo una corsa al posto o alla monta sicura come successo qualche volta in passato. Mi sembra ci siano molte più aperture rispetto a quello che in tanti pensano, vedo possibilità più ampie per tutti e una situazione non ingessata, tutt’altro. L’assegnazione potrebbe far subire variazioni significative allo schieramento che tutti ipotizzano”.

Sull’argomento cavalli Vinicio Capitani attende di valutare la lista che verrà presentata dai veterinari il 29 mattina, esprimendo comunque una preferenza verso i migliori: “Aspettiamo il 29 – commenta Capitani - e vediamo quali soggetti ci sottoporranno all’attenzione i veterinari. Certo è che la Tartuca è stata sempre premiata in passato con cavalli buoni e per me più ce ne sono nel lotto e meglio è. Poi ovviamente dipende dal 29 e anche dalle strategie di ogni contrada, che sono sempre molto importanti. L’ideale credo sia poter puntare su 7-8 soggetti che hanno già corso e inserire gradualmente 2-3 cavalli nuovi. L’obiettivo di tutte le contrade è sempre quello di avere cavalli adeguati senza inventarsi niente perché questo da più garanzie, poi qualche volta è possibile, altre no”.

Infine Capitani parla delle impressioni che ha avuto dall’incontro con il Commissario Laudanna: “Ho avuto delle sensazioni molto positive – conclude Capitani – perché il Commissario ha parlato con molto buon senso richiamando le tradizioni e l’importanza del Palio per la nostra città e ha detto che vorrebbe che si ricordasse questo Palio come se fosse stato corso alla presenza del Sindaco. Questo è molto positivo e si capisce come non ci sia da inventarsi niente, ma solo da rispettare tutte le regole consolidate della nostra Festa”.

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Strategia di Contrada: Bruco

Messaggio  jabru il Mer Giu 27, 2012 4:22 pm

Verso il Palio del 2 luglio 2012, le strategie delle dieci Contrade al canape: Bruco
Mercoledì 27 Giugno 2012 10:02 di Gabriele Voltolini
Concludiamo oggi il nostro giro delle 10 contrade che prenderanno parte alla carriera del 2 luglio prossimo, analizzando le strategie del Bruco, che torna in Piazza grazie all’estrazione a sorte dopo aver corso entrambi i palii del 2011.

Il rione di Via del Comune ha vinto il suo ultimo palio il 16 agosto del 2008 con Elisir di Logudoro e Giuseppe Zedde detto Gingillo, attuale fantino di contrada ed al quale con ogni probabilità sarà affidato il giubbetto per la carriera del 2 sera dal capitano plurivittorioso Giovanni Falciani (3 vittorie, 2003, 2005, 2008) che quest’anno festeggia il suo decimo anno da capitano avendo assunto l’incarico nel 2002: “Ci avviciniamo al palio in modo tranquillo – dice capitan Giovanni Falciani – abbiamo il nostro fantino di contrada sul quale puntiamo molto e a questo punto aspettiamo solo il cavallo che la sorte vorrà assegnarci”.


Il Drappellone del 16 agosto del 2008 vinto dal Bruco con Elisir di Logudoro e Giuseppe Zedde detto Gingillo
Gingillo farà il suo rientro sul tufo dopo il bruttissimo infortunio del luglio scorso. Come detto, le sue possibilità di montare nel Bruco sono molteplici, ma se la sorte non sarà così benevola, di comune accordo con il capitano, il fantino senese potrebbe decidere di accasarsi altrove (molto calde le piste Nicchio e Leocorno) con il Bruco che potrebbe affidarsi ad un esordiente ed il nome di Sebastiano Murtas è da tenere in grande considerazione: “L’obiettivo comune nostro e di Gingillo è la vittoria e la valorizzazione del fantino – commenta Falciani – e se non dovesse toccarci un cavallo competitivo cercheremo per lui qualche alternativa valida perché a noi va bene così. Puntiamo molto su Giuseppe e vogliamo che il rapporto con lui duri più a lungo possibile e proprio perché crediamo tantissimo nelle sue capacità, se non dovessimo essere da corsa potremmo cercare delle soluzioni diverse”.

Anche in questo caso, quindi, le scelte saranno successive all’assegnazione, che questa volta potrebbe ribaltare molte certezze assodate. Sui cavalli, però, il capitano del Bruco non si sbilancia, rimandando qualsiasi tipo di valutazione al momento in cui verrà presentata ai capitani la lista dei veterinari. Importanti, invece, le parole di Falciani riguardanti l’incontro avvenuto durante la settimana scorsa con il Commissario Prefettizio Enrico Laudanna: “E’ stato un incontro molto positivo – conclude Giovanni Falciani – ed il Commissario è stato rassicurante. Ha chiesto a tutti impegno e collaborazione, due elementi essenziali e che devono essere sempre presenti nei giorni di palio. Ritengo che sia importantissimo lo spirito delle contrade in un momento di difficoltà come quello attuale, ma al tempo stesso dovremo vivere la Festa in modo sereno, sperando che vada tutto bene e che venga fuori un bel palio”.

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Cavalli: Ivanov

Messaggio  jabru il Gio Giu 28, 2012 4:09 pm

Siena, 28 giugno 2012 - Si è tolto quasi subito il dente, Alessandro Chiti. Il suo Ivanov era stato inserito infatti nella seconda batteria delle prove all'alba, insieme ad un gruppetto interessante di cavalli per la Piazza, da Lamagno a Magic tiglio, da Nespolo a Nurkara.

La commissione ha voluto rivedere l'esperto Ivanov dopo la previsita, chiedendo un San Martino e un Casato stile Palio. "Ho fatto quello che mi hanno detto i veterinari - commenta a caldo Chiti -, credo di aver tolto ogni dubbio. Ivanov è un cavallo che merita di stare nel lotto. Aspetto fiducioso la lista degli ammessi in tarda mattinata".

I veterinari non hanno fatto il punto dopo le prove di notte, probabilmente illustreranno il lavoro al termine della Tratta di domani. Molti avrebbero voluto chiedere all'equipe (presente al completo) se, come anticipato dal nostro giornale sull'edizione di domenica, i 5 anni che non hanno avuto esperienze in Piazza, resteranno fuori dalla Tratta. Sembra che la filosofia sia questa, dando la precedenza agli esperti per luglio in modo da avere un "serbatoio" di soggetti per agosto. Non è comunque da escludere che qualche nome che ha esordito sul tufo stamani sia inserito nella lista dei poromossi che sarà diramata probabilmente già verso mezzogiorno.

Da parte delle dirigenze c'è grande amarezza e disappunto per tale scelta in quanto il "pallino" del gioco, recriminano, viene tolto ai capitani.

Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Situazione delle monte a 24 ore dalla tratta

Messaggio  jabru il Gio Giu 28, 2012 4:18 pm

situazione delle monte alla vigilia della Tratta
Giovedì 28 Giugno 2012 14:17 di Gabriele Voltolini
Siamo alla vigilia della tratta, i 4 giorni di Palio stanno per cominciare e domani dopo l’assegnazione tutte le chiacchiere relative alle monte e tutti i rumors circolati nei giorni e nelle settimane passate diverranno certezze.

Anche noi abbiamo provato a scoprire le strategie delle 10 contrade che saranno tra i canapi il 2 sera ed oggi, a meno di 24 ore dalla tratta, proviamo a chiudere definitivamente il cerchio.

Onda: Trecciolino è pronto a indossare il giubbetto dell’Onda. Capitan Coppini, in caso di assegnazione favorevole, affiderà all’Imperatore il compito di riportare Malborghetto alla vittoria dopo 17 anni. Le 2 alternative di livello sono Andrea Mari e Silvano Mulas. Trecciolino 50%, Voglia 30%, Brio 20%.

Giraffa: C’è molta incertezza riguardo alla monta che sceglierà capitan Vanni. Brio è appetito da molte contrade e la concorrenza è altissima. Girolamo potrebbe essere la scelta finale, con alternativa Andrea Chessa. Girolamo 40%, Brio 30%, Nappa II 30%.

Leocorno: Il cerchio si sta stringendo intorno a Scompiglio. Se non ci saranno sorprese sarà proprio il fantino pistoiese ad approdare in Pantaneto. Qualche possibilità anche per Gingillo, mentre Trecciolino resta il sogno, ma dovrebbero esserci tanti incastri favorevoli. Scompiglio 60%, Gingillo 30%, Trecciolino 20%.

Selva: Una variabile non troppo decifrabile di questo palio di luglio è la Selva. Michele Rugani ha lavorato bene nell’ombra stringendo rapporti ottimi con diversi fantini. Mulas, Ricceri e Mureddu sono i3 nomi che circolano, ma attenzione alle sorprese. Voglia 50%, Salasso 30%, Filuferru 20%.

Aquila: Sorprese che non dovrebbero riguardare l’Aquila. Capitan Romei ha ormai scelto da diverso tempo. Con un buon cavallo la monta del rione del Casato sarà Giovanni Atzeni. In caso contrario, spazio a Federico Ghiani. Tittia 80%, Strappo 20%.

Nicchio: Trecciolino è il favorito in caso di primo cavallo, ma c’è da battere la concorrenza dell’Onda. Girolamo rappresenta una certezza, mentre con qualche incastro giusto potrebbe arrivare nei Pispini Gingillo. Trecciolino 40%, Girolamo 40%, Gingillo 20%.

Chiocciola: Andrea Mari è il sogno non tanto proibito di capitan Zalaffi. Bartoletti e Mulas sono alternative validissime, Andrea Chessa una monta certa in caso di situazione non troppo favorevole. Brio 30%, Scompiglio 30%, Voglia 30% Nappa II 10%.

Drago: poco da dire riguardo al drago. Toti ha confermato Antonio Siri con una base piuttosto ampia. Con un vero e proprio big nella stalla, Camporegio potrebbe puntare su Scompiglio. Amsicora 70%, Scompiglio 30%.

Tartuca: Capitani ha detto che dovrà essere la Chiocciola a preoccuparsi della Tartuca e non viceversa. La soluzione più plausibile sembra comunque quella di Francesco Caria. Trecciolino appare piuttosto difficile, mentre Bighino potrebbe essere il “killer” designato per fermare la rivale. Tremendo 60%, Bighino 20%, Trecciolino 20%.

Bruco: Nessuna novità rispetto a 3 giorni fa. Gingillo è ben saldo sul cavallo che toccherà in sorte al Bruco. Se però al fantino senese non dovesse piacere troppo la situazione post-assegnazione, potrebbe verificarsi un cambio di monta. Nel tal caso l’alternativa sembra essere Sebastiano Murtas. Gingillo 70%, Murtas 30%.

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Fantini: Silvano Mulas

Messaggio  jabru il Gio Giu 28, 2012 4:27 pm

fantini: Silvano Mulas detto Voglia
Giovedì 28 Giugno 2012 08:52 di Gabriele Voltolini .4
ShareLo scorso anno la squalifica e un palio di agosto nell’Istrice piuttosto deludente ne hanno un po’ frenato l’ascesa, ma Silvano Mulas detto Voglia, nato a Dogali (NU), 28 anni compiuti il 23 marzo scorso, 5 carriere corse e una vittoria nella Selva su Fedora Saura il 2 luglio 2010, vuole tornare ad essere protagonista già dal prossimo palio di luglio.

Silvano, lo scorso anno non è stato positivo per te e quello che molti ti chiedono è di voltare subito pagina…
«Sicuramente. Mi presento a questo palio di luglio con un solo obiettivo. Devo tornare ad essere quello del 2010 e lasciare alle spalle in fretta il 2011».

Per fare questo c’è bisogno di una contrada che ti metta nelle condizioni di fare il palio al meglio. Si parla molto di Chiocciola e Selva…
«Chiocciola e Selva sono due possibilità. Con entrambe ho un buon rapporto, ma come sempre dobbiamo vedere domani quali cavalli toccheranno in sorte alle varie contrade».

C’e un cavallo in particolare che ti piacerebbe montare?
«Sì c’è, ma adesso non lo dico».

Come valuti le prove di questa mattina?
«Diciamo che sono andate piuttosto bene. I cavalli sono venuti avanti tutti, ci sono soggetti interessanti che stanno crescendo e aspettiamo quindi di vedere domani le batterie».

Stamani hai montato Magic Tiglio, uno dei nuovi che potrebbe stare nel lotto di domani?
«Qualche cavallo nuovo interessante c’è e Magic Tiglio è uno di quelli che è cresciuto di più in questi anni. Si sta adattando bene e aspettiamo di rivederlo all’opera domani».

E’ forse meglio, secondo te, affidarsi a cavalli esperti che danno più garanzie anche relativamente alla sicurezza?
«Diciamo che i cavalli esperti sono migliori sotto questo aspetto, ma come ogni anno qualcuno uscirà dal lotto e altri dovranno sostituirli anche perché non si può correre per 10 anni sempre con i soliti».


Per questo palio si chiede maggiore responsabilità a tutti. Cosa dovranno fare i fantini in più delle altre volte?
«Il palio ormai è diventato quasi una corsa regolare, quindi credo che i fantini debbano fare sempre le stesse cose sennò non è più palio».

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Fantini giovani e vecchi

Messaggio  jabru il Ven Giu 29, 2012 12:26 pm

FANTINI GIOVANI E VECCHI, L'ETÀ NON CONTA PER VINCERE
News 28-06-2012


Oggi andiamo a studiare la carta d'identità dei fantini: di quelli vittoriosi in età molto giovane e di quelli invece che hanno vinto il Palio quando erano già ultra-quarantenni. Il fantino vittorioso più giovane in assoluto è stato Francesco Santini detto Gobbo Saragiolo che vinse per i colori della Chiocciola il 2 luglio 1823 all'età di 13 anni e 8 mesi. Il secondo fantino più giovane a conquistare la vittoria fu Tommaso Felloni detto Biggeri che vinse nella Torre il 2 luglio 1783 quando aveva 14 anni e 7 mesi. Il terzo è stato invece il diciassettenne Giuseppe Buoni detto Figlio di Buonino, vittorioso nel Bruco il 16 agosto 1842. Parlando di fantini più ''recenti'', si possono citare Giuseppe Michele Pes detto Il Pesse nel Valdimontone (2 luglio 1982 a 19 anni ed un mese), Guido Tomassucci detto Bonito da Silva nella Selva (2 luglio 1987 a 19 anni e 6 mesi) e Massimo Alessandri detto Bazzino nel Valdimontone (2 luglio 1974 a 19 anni e 7 mesi). Curiosamente, nelle prime 3 posizioni dei fantini ''anziani'' vittoriosi, si trova Luigi Menghetti detto Piaccina, vittorioso rispettivamente il 2 luglio 1826 nel Bruco a 64 anni, il 2 luglio 1818 a 56 anni nel Leocorno ed infine il 2 luglio 1814 a 52 anni di nuovo nel Bruco. Sono da citare anche Giuseppe Gentili detto Ciancone, vittorioso il 2 luglio 1969 nell'Onda a 52 anni, Andrea De Gortes detto Aceto (3 luglio 1992 nell'Aquila a 49 anni) ed infine Luigi Bruschelli detto Trecciolino (16 agosto 2010 nella Tartuca a 42 anni).


OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Verso il Palio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum