Tempo di Palio

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Tempo di Palio

Messaggio  jabru il Lun Ago 06, 2012 6:09 pm

Domani primo appuntamento con le previsite al Ceppo

I popoli e le dirigenze della Tartuca, Civetta, Drago, Onda, Selva, Valdimontone, Leocorno, Istrice, Pantera e Giraffa si preparano a vivere il Palio dell’Assunta.
Dopo un mese di riflessioni, il cambio sul verocchio con Natale Chiaudani che ha lasciato il posto a Bartolo Ambrosione, i senesi si preparano a vivere una due giorni intensa di previsite alla clinica veterinaria del Ceppo. Si inizia domani mattina - martedì 7 agosto – alle 6 con: NITRITO, PROSERPINA DE AIGHENTA, OPPIO, MIRKO MONELLO, IRON RIVER e PRETZIOSA. Alle 7.00 OBA OBA, NATIA DI GALLURA,MISSISSIPPI, NESPOLO DE BONORVA, IVANOV, SARATOG Ore 8.00: NURKARA, NICOLAS DE P.ULPU, NO MI TOCCHESE, OSVALDO,ORO DI GALLURA, OZZASTRU Ore 9.00:MAGIC TIGLIO, GIRA E RIGIRA, INCANTADO, NESSIE, OBLO’, PANTOFOLA. 10.00: GUESS, INSOMMA,POLONSKI, BOWILDE DA CLODIA, PORTO REGAL.
Si ricomincia poi dopo la pausa alle 17.00 con MORESU,MARROCULA,OSCAR BOY,PITZULU,OCCOLE’, ONDINA PRIMA. 18.00: CAVASONNO, O’ SOLE MIO BELLO, PAROLACCIA, PERREDDA, NOBILE NILO, ORIOX. Alle: 19.00 occhi puntati su LO SPECIALISTA segue MOEDI, GUSCHIONE, NERONE SAURO, ORGOLESE, PECCATRICE Chiudono la prima giornata al Ceppo alle 20: ORPEN e OMODEOS.
Mercoledì 8 agosto arrivano poi i big: si inizia subito alle 6 con ISTRICEDDU a seguire GAMMEDE, INDIANOS, PESTIFERO ,PORTO ALABE e ORIONTE. Alle 7.00: MOROSITA PRIMA, APRICOT DA CLODIA, PROFESSORE, PAZZOSO, MONTIGU, NON E’ FRANCESCA. Alle 8.00: MOCAMBO, MONTIEGO, OSAMA BIN, MIGUEL, FREESBY, PHATOS DE OZIERI. Alle 9.00: NIMENTO, NAIKE’, INTERNOS, BONGO BINGO, ITALIANA DE SEDINI e MISTERIOSU. Alle 10, LAMPANTE, MISSISIPPI, NOTTAMBULO, MONOPOLIO,ONEGLIA DE OZIERI e ISTEMMA.
Poi, l’attesa per la lista dei cavalli ammessi direttamente alla Tratta e chi invece dovrà provare la Piazza il 12 agosto mattina per le prove regolamentate.
Cresce intanto l’attesa per il 10 agosto alle 19.30 quando nel Cortile del Podestà di Palazzo Pubblico verrà svelato il Drappellone dipinto da Francesco Clemente.
I dieci popoli iniziano a sperare…il Palio entra ufficialmente nel vivo.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cavalli: Ivanov non correrà ad agosto

Messaggio  jabru il Mar Ago 07, 2012 12:30 pm

Ivanov non correrà il palio di Agosto
07/08/12 - 09:47
Il cavallo vincitore della carriera di luglio non è stato presentato alle previsite del Ceppo

Sono iniziate con una sorpresa stamani le previsite alla clinica del Ceppo, in vista della carriera dell'Assunta. Non è stato presentato infatti Ivanov, il barbero vincitore del palio di luglio per l'Onda, montato da Luigi Bruschelli. I proprietari hanno deciso di non portarlo alla previsita perchè non in perfette condizioni fisiche, come ha dichiarato ai nostri microfoni l'allenatore del cavallo Alessandro Chiti. Parole che ci sorprendono un po', dopo le dichiarazioni rilasciate sempre ad Antennaradioesse nel tardo pomeriggio di ieri, durante la trasmissione "Aria di Palio" da Chiti, che assicurava la presenza di Ivanov stamani alle 7 alla clinica.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ivanov non ci sarà

Messaggio  jabru il Mar Ago 07, 2012 12:38 pm

Palio di Siena del 16 agosto: Ivanov non ci sarà
Martedì 07 Agosto 2012 10:13 di Gabriele Voltolini


Hanno preso il via questa mattina alle 6 alla clinica di Ciampoli al Ceppo, le previsite per il palio del 16 agosto 2012. E l’inizio ha riservato subito una grossa sorpresa. Ivanov, il baio oscuro di 9 anni di proprietà di Alessandro Fontani e allenato da Sandro Chiti, vittorioso a luglio nell’Onda con Trecciolino, che doveva presentarsi questa mattina alle 7 per le visite di rito, invece non è stato presentato.

Sandro Chiti ha parlato di qualche risentimento dopo la carriera di luglio e di una forma fisica piuttosto precaria, fattori che hanno spinto il proprietario a ritirare il suo barbero dalle previsite. La notizia di giornata, dunque, è subito da prima pagina. Ivanov non ci sarà e a questo punto anche il livellamento del lotto per il prossimo palio di agosto potrebbe subire degli scossoni.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Mattinata di previsita al Ceppo

Messaggio  jabru il Mar Ago 07, 2012 12:43 pm

Prima mattinata di previsite. Manca Ivanov, cavallo vittorioso a luglio

Iniziata la prima mattinata di previsite al Ceppo in vista del Palio dell’Assunta. Subito un colpo di scena con Alessandro Chiti che arriva senza Ivanov, il barbero che ha trionfato a luglio per i colori dell’Onda: “Non era in perfetta forma e dunque abbiamo preferito lasciarlo in scuderia” ha spiegato il suo allenatore Chiti.
Da segnalare la presenza di numerosi contradaioli – a differenza di giugno – che sin dalle 6 del mattino sono arrivati alla clinica veterinaria di Raffaello Ciampoli dove l’afa è oltretutto decisamente più sopportabile ed anche questo potrebbe essere il motivo del ritorno di tanti contradaioli come non si vedevano da tempo. Tanti i bambini che hanno così l’opportunità di vedere da vicino i cavalli, a differenza di loro coetanei non senesi che i cavalli li strigliano su una consolle di gioco.
Al Ceppo puntuale con i suoi barberi è arrivato Massimo Coghe aiutato da due stampelle ma sta recuperando dal brutto infortunio di luglio – ha avuto un incidente in moto – davvero molto bene. A portare i cavalli di scuderia al tondino ed al flexing test ci ha pensato però il figlio Andrea.
Lastre non per tutti i cavalli, a differenza delle previsite di giugno.
Questa mattina lastre a: Mirko, Iron River, Pretziosa, Oba Oba, Natia di Gallura,Nespolo De Bonorva, Non mi Tocchesse, Osvaldo ed anche a Mississippi il cavallo che ha vinto il Palio del 16 agosto 2011. Un pò di preoccupazione nei contradaioli nel vedere Mississippi prendere la strada che porta al laboratorio per le lastre.
La speranza è ovviamente quella che il cavallo sia stato controllato solo per precauzione avendo corso il Palio di luglio scorso. La defezione di Ivanov ha scosso molti e la possibilità di non avere anche Mississippi creerebbe dei discreti problemi nella composizione del lotto dei dieci con i capitani che si vedrebbero costretti a comporre un lotto con numerosi cavalli esordienti.
Elena Casi da SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Intervista a Bastiano

Messaggio  jabru il Mer Ago 08, 2012 11:01 am

Siena, 7 agosto 2012 — «Che Palio vedo? Senza Ivanov. Abbiamo corso senza Urbino, a volte senza Panezio», commenta Silvano Vigni, detto Bastiano.
Più livellato?
«Tanto il numero uno c’è sempre, chi sarà più furbo lo capirà prima degli altri».
Stai parlando come Trecciolino, per quanto riguarda il fatto che c’è sempre una scalettatura.
«Ma non lo frequento, ti giuro. Diciamo solo entrambi la verità».
Il primo cavallo chi diventa, senza Ivanov. Mississippi?
«Io lo so ma non voglio dare vantaggi a nessuno. Ti dico chi lo monterà: Brio».
Nel Valdimontone?
«Non lo so, ma lo monta lui. Perché anche se monta il terzo lo fa diventare il primo».
Perché è bravo o perché c’è qualcos’altro?
«Tutti e due».
Questo Palio è già scritto, allora: lo vince Brio.
«Non ho detto così ma secondo me è uno dei fantini fortemente indiziati».
Bisogna vedere dove monta Brio per capire quale Contrada potrebbe vincere.
«Potrebbe, nel Palio c’è sempre l’imponderabile».
Villella nella Selva...
«Troppo scontato, non sarebbe un Palio da Selva»
Ci saranno sorpresone?
«Due fantini che hanno montato a luglio non montano ad agosto. Non faccio nomi, sono molto a rischio e potrebbero esserci due ritorni».
Dè, Sgaibarre, Salasso, Velluto...
«Potrebbe essere».
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Intervista a Girolamo

Messaggio  jabru il Mer Ago 08, 2012 11:03 am

Siena, 7 agosto 2012 — «Sono sereno, ho un buon numero di Contrade dove montare. Cercherò la situazione che al 13 mi garantisce di puntare a vincere». Parola di Alessio Migheli, detto Girolamo. Sempre alla moda. Braccialetti di pizzo, capelli impeccabili. Eppure, dietro quella calma apparente e quel look curato, c’è una smania di vittoria esagerata. Ghiaccio bollente.
Molti dicono che monterai nella Pantera?
«Le chiacchiere le porta via il venro. Ho delle possibilità di montare in alcune Contrade ma ad ora non sono da nessuna parte».
Sarebbe impegnativo per via della tua famiglia andare in Stalloreggi?
«Forse più impegnativo per loro che per me, la Pantera è una Contrada come le altre».
Antonio Villella è da te a Mociano. Chi monterà?
«Ozzastru»
E Alessio monta per la Tratta?
«No, no».
Però c’è Ambrosione...
«Non monto perchè non c’è neppure particolare motivo di farmi vedere. Almeno ad ora».
Pensi che questo sia un Palio precotto e confezionato.
«Non esistono così, alla fine dipende dai cavalli, dai quattro giorni, da chi cresce e chi cala. Mai stato convinto che tutto sia già fatto prima del 13. Chi per le motivazioni, chi per le possibilità economiche della Contrada, alla fine il Palio se lo gioca sempre più di una».
Si parla di Migheli e della Civetta ma anche della Giraffa.
«Non faccio nomi, neppure dei cavalli. Chi li deve sapere le sa».
Misteruiosu: lo rimonteresti?
«Ha fatto bene anche se è un cavallo impegnativo. Dipende dalle possibilità che ho dopo assegnati i cavalli. Puoddarsi che preferisca lui oppure altri».
Inseriranno più cavalli già rivisti - Lo specialista, Gammede, Marrocula — oppure dei cavalli nuovi di zecca?
«Dipende dal volere dei capitani. Probabilmente far esordire sempre troppi cavalli non è un buon metodo. Quindi, meglio che ci siano esperti, e qualche nuovo che tanti nomi esordienti».
La.Valde.
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Intervista a Tremendo

Messaggio  jabru il Mer Ago 08, 2012 11:05 am

Siena, 7 agosto 2012 — “Da dove riparto ad agosto? Speriamo di partire, innanzitutto”, ribatte pronto Francesco Caria, in arte Tremendo, mentre Prosperpina de Aighenta, 4 anni, sembra ascoltarlo dopo la visita al Ceppo.
Il barbaresco della Tartuca è venuto a salutarti... Un segnale?
“Bisogna vedere un po’ in fondo che situazioni si creano. Spero ce ne sia una a mio favore”.
Più difficile o più facile essere fra i dieci ora oppure a luglio?
“E’ sempre complicato. Occorrono gli incastri. Se passa il treno sono pronto per prenderlo”.
Alla Tratta quale cavallo monti?
“Se tutto va bene un cavallo ce l’ho, Morosita è stata venduta dal proprietario. Ad oggi ho solo Prosperpina che farà le prove di notte e poi, appunto, questa promessa”.
Vedi un Palio confezionato?
“Mah, sarà... gli ingredienti per confezionarlo a me non li ha ancora portati nessuno! Non credo lo sia, tutti devono pensare a sè, io per primo, negli ultimi due Palii sono stato sfortunato. Tutti, poi, lo ripeto, devono farsi vedere”.
Quanto rinnovano il lotto?
“Di due soggetti sicuramente (mancano Lamagno e Nestore, ndr). Per me si torna a rivalutare anche qualche cavallo che era stato temporaneamente archiviato”.
Istriceddu?
“Difficile dire se lo prenderanno”.
Lamagno è stata una fatalità?
“Certo. Può ricapitare l’imprevisto. Il cavallo è arrivato che era in ordine”.
La.Valde. da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Intervista a Costa

Messaggio  jabru il Mer Ago 08, 2012 11:07 am

Siena, 7 agosto 2012 — «Gingillo? Lo sto aspettando? Arriva. Sta bene. Io lo vedevo molto in forma anche a luglio, poi il Palio si è messo in un certo modo. Penso che se si troverà in una buona condizione potrà fare una Carriera da protagonista ad agosto». Parola di Osvaldo Costa, proprietario di Mississippi, che rassicura anche sulle condizioni di Nestore dei Aighenta, il cavallino della Chiocciola che non ha corso a luglio. «Sta bene, lo abbiamo regalato ad un ragazzo per farci le passeggiate. Giusto così», spiega.

E quando si sollecita sul tormentone dei cavalli importanti (leggi Istriceddu) dentro-fuori, ribatte: «Ha perso con il fantino migliore, non capisco perché non ci dovrebbe essere. Ma questa è una decisione che spetta ai dieci capitani. Sono loro che decidono, come proprietario per me è una cosa bruttissima: se uno ha somaro non lo prendono, se uno ha un soggetto buono non viene messo nei dieci perché è tale... Allora bisognerebbe chiedergli quale è il cavallo che vogliono. Facciamolo di gesso!. Per me è una cosa brutta, capisco i sacrifici di un proprietario. Anche aver avuto la fortuna di trovare un cavallo che va bene in Piazza e poi te lo escludono... Una volta ci può anche stare la strategia, ma che tutte le volte ci sia! E’ dei capitani o è di qualche fantino? Punto interrogativo».

A proposito di cavalli. E’ già stato preso da Costa il fratello di Nestore che si chiama Quark de Aighenta e per adesso è in Sardegna dove ha ottenuto risultati importanti. «La prossima stagione verrà a Siena», annuncia. Quanto a Mississippi Costa è convinto che farà un bel Palio. “Chi lo monterà alla Tratta? Non si sa ancora. O Virginio (Zedde, ndr) oppure Gingillo”.
La.Valde. da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Chiacchiere al Ceppo

Messaggio  jabru il Mer Ago 08, 2012 11:10 am

Siena, 7 agosto 2012 - Cavalli nuovi e altri che rientrano? Magari quelli di Dario Colagè e di Fabio Fioravanti.
“Porto No mi tocchese e Nicolas. Lui ha già fatto anche la Tratta e l’ha vinta, No mi tocchese solo la notte: sarebbe bello poterli vedere andare al Palio”, dice Colagè mentre aspetta il turno al Ceppo.

Nel tardo pomeriggio tocca invece a Fabio Fioravanti con i suoi cavalli che sono molto chiacchierati. A parte Moedi, per cui sembra scontato il ritorno fra i canapi, si fa un gran parlare anche del grigio Moresu. “Lo scorso anno era ancora un pochino acerbo, non l’abbiamo portato. Invece adesso è diverso. Ha fatto solo la notte a luglio perchè aveva corso anche a Ferrara e incappava nei venti giorni di stop prima della previsita. Gli hanno fatto le lastre, normale che sia così. Anche a Marrocula ma è ok. Quest’ultima la monterà alla Tratta Andrea Chessa, così come Moresu. Lo Specialista lo affido a Luca Minisini, Moedi ancora non lo so. Forse a Tiburzi, vediamo».

Fra i debuttanti di luglio, inutile dire, è Magic Tiglio a far parlare più di tutti. Ma Massimo Coghe, che arriva con le stampelle indispensabili dopo l’incidente di moto, getta acqua sul fuoco: “Basta sopravvalutarlo e considerarlo il cavallo mascherato”. Pretattica?
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Intervista a Salasso

Messaggio  jabru il Mer Ago 08, 2012 11:12 am

Siena, 7 agosto 2012 — Dieta ferrea. Ci pensa Loretta ad eliminare dal frigo qualsiasi dolce, mettendo dentro solo biologico e prodotti naturali che mantengono in forma il suo Alberto Ricceri. Che arriva effettivamente «tirato» al Ceppo con Nessie e Oblò. E alla Tratta, conferma Augusto Posta, monterà anche la sua Nurkara.
Allora Alberto, ci risiamo.
“Sì, ci siamo. Anche se a volte perdo la speranza di montare, ogni anno è sempre più dura. Però io amo il mio mondo, quindi...“
Quindi...
“Sono qui con Oblò e con Nessie che ha fatto le corse del Protocollo. Se è ok, porto il cavallo perché sono fiducioso che potrà fare bene“.
Non ami particolarmente le interviste pre-Palio. Ma una speranza ce l’avrai?
“Certo. So di non avere moltissime possibilità di correre il 16, però non me le lascerò sfuggire. Se il treno passa io ci salgo»
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Intervista a Siri

Messaggio  jabru il Mer Ago 08, 2012 11:14 am

Siena, 7 agosto 2012 — “Il più esperto è Guschione. Sta bene, a luglio si è riposato, speriamo che lo prendano”, auspica Antonio Siri, detto Amsicora, fantino legato al Drago. «C’è la cavalla nuova, Peccatrice - snocciola i nomi di scuderia - e Orgolese che fu scartato alla previsita. Quindi Nerone sauro che non lo portai alla Tratta. Ce li divideremo all’alba e il 13 agosto io ed Elias Mannucci“.
Ma Siri come sta?
«Benissimo. A luglio ho fatto festa anche io, sono fresco come una rosa! Sono fantino del Drago, felicissimo di avere questo rapporto. Parto da qui, spero che di essere a cavallo il 16».
Ivanov non ci sarà: cosa ti aspetti dal lotto?
«Che vengano presi 10 cavalli... dai scherzo, ci sono. Sicuramente si raschierà il fondo del barile ma dieci competitivi ci sono».
Giacomo Luchini da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Intervista ai fantini: Trecciolino

Messaggio  jabru il Mer Ago 08, 2012 11:57 am

fantini: Luigi Bruschelli detto Trecciolino
Mercoledì 08 Agosto 2012 09:46 di Gabriele Voltolini

Share

Luigi Bruschelli detto Trecciolino vince con Ivanov il Palio di luglio 2012 per la Contrada dell'Onda

A un passo dal record. Dopo il successo ottenuto a luglio nell’Onda su Ivanov, Luigi Bruschelli detto Trecciolino ha fatto 13 e adesso vede il record di Aceto ad un passo.

Manca solamente una vittoria all’Imperatore per pareggiare i conti con il “re della piazza” e chissà che il tanto atteso pareggio non arrivi prima di quanto si creda. Il fantino nato a Siena nel 1968, 41 palii corsi e, appunto, 13 vittorie ottenute, aspetta di vivere un'altra carriera da protagonista assoluto.

Luigi, cominciamo con le tue sensazioni dopo la grande carriera di luglio…
«Bellissime, soprattutto perché ero in una contrada dove non avevo mai corso, è stata una cosa nuova, ho conosciuto un popolo, persone e abitudini per me da scoprire. Sono stati 4 giorni piacevoli, ho ricevuto una bellissima accoglienza e si è creata la situazione ideale per il palio. In più è andata benissimo perché abbiamo vinto, ma già da prima le condizioni erano ottimali».

Viene da lontano il rapporto con l’Onda?
«La dirigenza si era mossa tanto e il capitano aveva intessuto nell’inverno ottimi rapporti con molti fantini ed io ero uno dei papabili per andare a montarci. Poi dopo dati i cavalli si è creata la situazione giusta e sono andato nell’Onda».

Dopo luglio, in molti hanno criticato la mossa. Qual è il tuo pensiero?
«Se la guardiamo non si può certo considerare una mossa vecchia. Era giovane, ma lo era per tutti non solo per me. Alla fine mi sembra che siano partiti tutti e l’unica contrada che davvero è stata svantaggiata è il Bruco».

Adesso, altro giro, altra corsa, tra pochi giorni c’è il palio di agosto. Rispetto a luglio, dove le candidate maggiori a montarti erano Onda e Nicchio, hai più possibilità di monta questa volta?
«Da parte mia non ci sono preclusioni per nessuna contrada. L’unica dove in questo momento non posso andare a montare è il Montone perché nonostante non abbia corso nel Nicchio ultimamente, però sono stato il loro fantino di contrada fino a poco tempo fa e la dirigenza del Montone ha preso altre strade. Per il resto non ho vincoli, nè preclusioni per nessuno, dipende dalle dirigenze».

In virtù della vittoria di luglio, quella più vicina a Trecciolino è l’Onda?
«La vittoria di luglio credo che non abbia appagato un popolo che non vinceva da 17 anni, ma penso però che possano vivere il palio nella migliore situazione possibile, con tranquillità e senza esasperazione e per questo credo sia una monta possibile».

Il lotto dei cavalli di luglio ti e piaciuto?
«E’ stato un bel lotto secondo me, omogeneo e interessante, peccato per i 2 infortuni che però possono succedere. Tra l’altro Nestore, il cavallo della Chiocciola, ce l’avevo in scuderia e mi sarebbe piaciuto molto andare a montarlo. Anche Lamagno, che per sfortuna non ha corso, mi è sembrato un buon cavallo».

E non ci sarà nemmeno Ivanov ad agosto…
«Mi dispiace per Ivanov. Lo avevo visto galoppare qualche tempo fa, mi sembrava stesse bene e aveva lavorato molto bene quest’anno. E’ un cavallo che conosco, che avrei rimontato volentieri».

Il feeling con lui l’hai trovato subito quindi?
«Sì, è un cavallo tranquillo e facile da montare. Mi dispiace che non ci sia ad agosto».

Del cambio di mossiere, invece che ne pensi?
«Ambrosione lo conosciamo, è un mossiere esperto che aveva dato la sua disponibilità dopo luglio e l’occasione si è presentata dopo le dimissioni di Chiaudani».

Ultima domanda. Con capitan Coppini avete parlato anche una sola volta della possibilità di entrare entrambi nella storia, te con la quattordicesima vittoria e lui con il cappotto?
«Sai, io sono uno che cerca sempre di tenere i piedi per terra. Si devono verificare le situazioni e a quel punto, se si verificano, cerchi di sfruttarle. Se ciò accadesse, ben venga...».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Intervista ai fantini: Gingillo

Messaggio  jabru il Mer Ago 08, 2012 11:59 am

fantini: Giuseppe Zedde detto Gingillo
Martedì 07 Agosto 2012 12:55 di Gabriele Voltolini


Giuseppe Zedde detto Gingillo

A luglio il suo palio è terminato ancora prima di cominciare per colpa di una mossa “giovane” che lo ha subito tagliato fuori dai giochi.

Ad agosto, senza la sua contrada sul tufo, il Bruco, Giuseppe Zedde detto Gingillo, nato a Siena nel 1982, 15 palii corsi con 2 vittorie, l’ultima nel luglio 2009 nella Tartuca, proverà a giocarsi le sue chances con un altro giubbetto.

Giuseppe, ripartiamo proprio da luglio, cosa è successo e qual è adesso il tuo rapporto con il Bruco?
«Il palio è andato male, quando va bene le cose filano sempre lisce e questo capita in tutte le contrade, quando invece la corsa va male girano le scatole al fantino, alla contrada e alla dirigenza. Il rapporto comunque è buono, adesso pensiamo al palio di agosto poi vediamo quello che succederà».

Per agosto, visto che il Bruco non sarà sul tufo, come sei messo?
«Aspetto serenamente, sperando di montare il cavallo migliore, nella situazione giusta e in accordo con il Bruco».

Si parla di molti contatti, tra i quali il Montone, confermi?
«Con il Montone così come con altre contrade, ho buoni rapporti con diverse».

Anche per Mississippi, come per te, si tratta del palio del riscatto...
«Di luglio il suo palio è venuto male, il cavallo non è quello, può fare bene in piazza, può vincere o perdere, ma la sua la può dire sempre».

Tra l’altro, la prima mattinata di previsite ha subito fatto una vittima illustre visto che Ivanov non ci sarà. Cosa cambia con la sua assenza?
«Senza Ivanov manca un altro punto di riferimento. E’ un cavallo che ha corso 3 palii vincendone 1, un soggetto che dà delle garanzie. Adesso dobbiamo trovarne un altro».

Magari Istriceddu...
«Questo va chiesto ai capitani. Dobbiamo innanzitutto capire come mai non è stato preso di luglio e probabilmente le motivazioni saranno le stesse anche ad agosto, ma comunque decideranno sempre i capitani».

Pensi che comunque si possa partire dalla base di luglio?
«Sì, anche perchè non ci sono tantissimi cavalli. La base è quella, magari potranno debuttare un paio di soggetti esordienti oppure saranno ripescati alcuni che hanno già corso il palio come Gammede, Lo Specialista e Marrocula per esempio».

Sul cambio di mossiere che ne pensi?
«Ambrosione è una persona con molta esperienza quindi non vedo problematiche in tal senso».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Gigi punta al cappotto

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 10:13 am

Siena, 9 agosto 2012 - Frasi contro Trecciolino sull’asfalto della clinica del Ceppo? «Perché, c’è scritto Bruschelli? Nemmeno Gigi, se non sbaglio». Ha ragione Trecciolino, l’imbrattatore lo chiama «Giggi». «Servo anche a questo, per far divertire un po’ la gente. Che volete di più».
Il sorriso, rilassato, la dice lunga sullo stato d’animo di chi ha raggiunto Picino nella storia dei Palii vinti e ha ora l’opportunità di agguantare Aceto a quota 14. Le polemiche hanno accompagnato la sua carriera. Non potevano mancare per l’Assunta. Sulla mossa di luglio, per esempio, giudicata da alcuni telecomandata. Ma lui, mentre il figlio Enrico e i fantini di scuderia portano i cavalli su e giù dal van, replica: «Sono partiti tutti, si sono visti altri abbassamenti dove andava via solo un fantino. L’unica Contrada che si può lamentare è semmai il Bruco perché la partenza era giovane. Ma io nel canape non ho battuto, qualche collega sì. Quindi ha fiancato prima di me. Oppure ho sbagliato a pigiare il telecomando!»
Trecciolino dunque in grande spolvero. Con le spalle grosse anche se qualche frecciata, sottile, non la lesina prendendo spunto, ad esempio, dall’avvicendamento sul verrocchio. «Forse Natale Chiaudani se continuava poteva acquisire l’esperienza necessaria. Anche Ambrosione è stato criticato, a suo tempo. A volte si vuole sempre trovare il male nelle persone, parlo in generale, non solo dei mossieri». La tartaruga che indossa in corsa spesso la mette anche quando esce dal suo habitat, la tenuta di Valiano, per proteggersi dagli strali cui replica nel suo modo preferito: vincendo.
Riparti dall’Onda?
«No, riparto semmai da un buon rapporto con questa Contrada, com’era a luglio, rafforzato però dalla vittoria».
Radio-Palio sostiene che tu stia accarezzando l’idea del ‘cappotto’ come nel 2005.
«Penso a fare le cose come sempre, svolgendo la professione al meglio e cercando il risultato, al pari dei miei colleghi».
Quattro Contrade aperte a luglio, ad agosto ci sono sempre Tartuca, Leocorno e Onda.
«Poi è uscita l’Istrice. Da parte mia, però, sono aperto a quasi tutte. C’è una bella rosa, poi magari le strategie dei capitani limitano le opportunità».
Si dice che sia un Palio confezionato per il Valdimontone.
«Sulla carta è una delle Contrade favorite, poi ci sono tante variabili. Ad oggi è però la più papabile».
E qui arriva il nodo cavalli: senza Ivanov Istriceddu è a rischio?
«Gli manca sempre un po’ di concorrenza. Dispiace, perchè alla fine non è imbattibile, ha corso vincendo e perdendo. Aumenta l’età, l’inattività atletica. L’ultimo successo è stato il mio (si ferma a pensare, ndr) Mi sembra che ai cavalli porti male, perchè poi non vengono più presi! Tornando a Istriceddu, sono il primo a cui dispiace, però, a quello che si sente dire, se venisse seguita la logica di luglio, per lui sarà dura. Un blocco psicologico dei capitani nei suoi confronti? Ultimamente c’è più la paura di perderci il Palio che la libidine che ti tocchi per vincerci».
Devi favori a nessuno?
«Se uno ti fa un piacere è corretto renderlo. Ma se non è una cosa fatta per piacere ma per altri motivi, allora sei pari».
E’ squalificante fare il Palio dei carabinieri per un fantino?
«Su 41 corsi ne ho vinti 13, negli altri ho fatto il carabiniere anche io».
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Intervista a Massimo Milani

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 10:16 am

Siena, 8 agosto 2012 — La scuderia di Massimo Milani monopolizza il Ceppo quando si alza il sole.
Come sono andati i tuoi cavalli, Massimo?
«Contentissimo. Sono arrivati, spero in ordine. Soddisfatto di Indianos, Gammede e Istriceddu. Poi c’è Morosita, l’ultima arrivata. L’abbiamo presa da venti giorni senza stravolgere nulla, mantenendo il buon lavoro di Francesco Caria che l’ha allenato prima. Speriamo faccia una bella batteria, poi si vedrà».
E’ fra i nomi nuovi gettonati: potrebbe giocarsi un posto in Piazza.
«Speriamo. Orionte, Porto Alabe e Pestifero faranno solo le prove di notte».
Indianos com’è rientrato dopo il Palio nella Selva?
«L’avete visto com’è rientrato. Ad agosto sarà ancora più pronto che a luglio».
Istriceddu è un tormentone.
«(Sospira, ndr) Tanto ormai c’è un blocco psicologico a livello dei capitani. E’ un cavallo che non fa attività agonistica, che non fa la competizione, non è detto che arrivi in Piazza e vinca. Ci sono cavallini tipo Magic e Morosita, Moedi, che come punta di velocità ne hanno più di Istriceddu. Che poi lui sia adatto a correre il Palio è un altro discorso. Però non è detto che vinca».
Come incide sul lotto l’assenza di Ivanov?
«Si nascondono dietro a un dito. Ivanov ha fatto cose bellissime in questi due anni, però non penso che Istriceddu vada dietro a Ivanov o Ivanov dietro a Istriceddu. Per me è una scusa».
A chi serve? Alle strategie?
«Chiaramente. Non riesco a capire se sono di fantini o di capitani. Una cosa brutta è che Istriceddu ha vinto l’ultimo Palio nella Tartuca e la Contrada è due volte che gli vota contro. Scrivilo pure. Diventa inoltre difficile per gli allenatori trovare soggetti importanti: vinto un Palio si butta via? Il cavallo costa, se gli levi anche la passione al proprietario... Andrà a finire che nel giro di due anni avremo 50 cavalli. La gente non ha più voglia di continuare a buttare via i soldi».
Cosa pensi delle polemiche nei confronti dell’équipe veterinaria?
«Penso che vada tenuta di conto perchè negli anni ha svolto un ottimo lavoro. Sbagliare è umano, per carità, poi questi signori si sono ritrovati a gestire il Palio da soli, in pratica, da due anni a questa parte. E c’è esasperazione nelle Contrade, peccato che i cavalli non parlino. La colpa è sempre loro».
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Intervista al veterinario comunale

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 10:18 am

Siena, 8 agosto 2012 — “Ci saranno molti cavalli la notte e saranno molto impegnati”, assicura il veterinario comunale Marco Reitano facendo il punto sulla due giorni di visite alla clinica del Ceppo. «Chi si è fermato a luglio ai galoppi all’alba, adesso può andare avanti», aggiunge prima di concludere la stesura delle schede.
Partiamo dal parco cavalli visitato.
«Il parco cavalli del Palio molto solido. Il rischio di arrivare a un numero troppo basso di soggetti non c’è più, anche se si considera un calo del 20-30% registrato nelle specialità ippiche legato alla crisi. C’è un bel lotto di cavalli, sia quelli che hanno corso a luglio, sia quelli che arrivano dietro con un numero buono di cavalli che possono manifestare il serio impegno, passando dalla fase di formazione a quella di impiego per il Palio».
I numeri?
«Leggermente in calo ma i capitani avranno a disposizione il solito lotto, quantitativamente. Siamo di fronte a cavalli ben lavorati, in uno stato trofico-sanitario quasi ottimale. Poi ci sono le reclute, i nuovi arrivati. Se non erro parliamo di 8-9 cavalli misurati, tutti erano nei parametri, per cui anche i proprietari hanno capito appieno le esigenze. Il Palio, nonostante la crisi, continua a disporre di un meccanismo che tutela la Festa».
Le polemiche nei confronti della commissione veterinaria dopo luglio?
«Le polemiche ci sono un po’ sempre. Pensiamo ad ogni sport, quando gli atleti perdono per pochi centesimi. Qui i giudici siamo noi: uno vince, nove perdono, qualcuno si è fatto male non in modo non grave. Noi veterinari siamo soddisfatti, le polemiche fanno parte del gioco. Non bisogna dimenticare che Contrade, Comune e veterinari fanno parte della stessa squadra».
Cosa chiederete ai capitani nella riunione prima della lettura delle schede?
«Sarà una sorta di lezioni apprese. Si fa tesoro dell’esperienza, delle polemiche inutili e tutti insieme, come squadra che fa lo stesso gioco a tutela del cavallo e del Palio, si ricomincia da capo per il futuro».
Inserire un Mociano fra le due Carriere?
«Anche i cavalli debuttanti hanno fatto il protocollo, ci sono le informazioni. Non abbiamo visto qui cavalli grassi, scondizionati, zoppi ma, per lo più, in ottime condizioni con 4-5 forse non più scartati su 70. Una percentuale irrisoria. Credo che il metodo, perfettibile come tutto, assicuri un plafond di base non indifferente».
Cavalli di luglio: Magic Tiglio aveva delle piccole sbucciature ampiamente rimarginate e poi ci sono cicatrici di Lampante. Come verranno valutate?
«Noi dobbiamo garantire che alle Contrade arrivino cavalli in buone condizioni. Questo a volte ci porta anche a un certo garantismo, nel senso che è meglio sbagliare in eccesso che non in difetto».
La.Valde. da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

D+: Avrei tanta voglia di correre

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 10:19 am

Siena, 8 agosto 2012 — Sorpresa? Solo per alcuni vedere Luca Minisini arrivare con i van della scuderia di Massimo Milani perché ormai è già qualche settimana che ha traslocato.
I motivi?
«Venuto via dalla scuderia Donatini, ero un po’ in giro in qua e là dai colleghi. Cercavo un posto stabile, fisso per tutti i giorni. Da tempo ambivo ad andare da Massimo: ci siamo trovati d’accordo».
Contatti dopo luglio?
«Qualcosina c’è, però devo attendere l’assegnazione e sperare in un po’ di fortuna nell’assegnazione».
Com’è stato Provenzano?
«I cavalli considerati buoni hanno fatto il loro Palio, più che decoroso. Magari è mancata la prestazione di qualche cavallo che più si attendeva. Però anche su loro il mio giudizio non è cambiato. Un Palio disgraziato può capitare a tutti».
Hai montato Istriceddu?
«Sì, l’ho montato più volte, mi ha fatto piacere. E’ un cavallo da mettere sempre nel lotto a differenza di come fanno i capitani alla fine. Quando negli anni che ho vinto ho avuto la possibilità di scegliere, sono sempre stato per metterli dentro perchè per la Festa è la cosa migliore».
Dè è ancora da corsa?
«Devo trovare chi ha voglia di darmi la possibilità, lo ripagherò nel migliore dei modi».
Fra le ipotesi di Fanta-palio è venuta fuori la Civetta: è così lontana?
«Nì. L’ho avuta anche più vicina».
Due fantini di luglio resteranno a piedi e ci saranno due ritorni.
«Ci spero tanto, mi è bastato già quello che è successo finora. Avrei voglia di tornare a lavoro perché era ed è quello di fantino».
I cavalli più ambiti?
«Moedi, Indianos, Istriceddu, i due Mississippi, Magic tiglio. Magari riprendono Lo Specialista, Gammede. Lampante, sì».
Misteriosu, Lampante, Ivanov, Magic e Istriceddu: possono stare nello stesso lotto?
«Possono correre tutti insieme, ognuno ha le sue caratteristiche. Alla fine non è detto che il meglio sia quello che vince».
La.Valde. da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il parere di Lenzi, capitano della Pantera

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 10:21 am

Siena, 8 agosto 2012 - Alessio Migheli non ha problemi ad andare nella Pantera: dichiarazione del fantino nella prima giornata di visite al Ceppo. Il giorno seguente il capitano di Stalloreggi ( che arriva alla clinica del Ceppo giusto in tempo per la visita di Lampante) mostra apprezzamento. E rilancia.
«Sul fronte dei fantini ci sono ottimi rapporti con molti, teoricamente possiamo montare chiunque tranne Tittia. La scelta del fantino dipenderà dal cavallo».
Alessio Migheli è dunque una possibilità?
«Certo. E’ un ragazzo emergente,il giovane su cui si accentuano le attenzioni delle Contrade. Ciò fa sì, a parte i trascorsi panterini in gioventù, che affascinano dal punto di vista di bellezza del Palio, che sia una figura su cui sicuramente concentriamo l'attenzione».
Si parla anche di Salasso?
«Può correre in Pantera con determinati cavalli. Siamo in contatto anche con lui però è una delle possibilità, nei venti minuti dopo l’assegnazione succederà di tutto».
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Parla il colonnello Reitano

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 10:27 am

Il colonnello Marco Reitano, portavoce della commissione veterinaria comunale, fa il bilancio delle previsite e rigetta le polemiche di luglio

Si sono concluse stamani alla clinica del Ceppo le previsite dei cavalli in vista della carriera di agosto. Il bilancio dei lavori fatto, come di consueto, dal colonnello Marco Reitano, portavoce della commissione veterinaria comunale è positivo: "Il parco cavalli da palio è ormai consolidato - ha detto Reitano - e non c'è più, com'era tempo fa, il rischio di arrivare ad agosto con pochi cavalli a disposizione. Anche se c'è un calo fisiologico nel numero, diri che c'è un bel lotto di cavalli, sia che già hanno corso a luglio, sia più giovani. I capitani potranno avere a disposizione un buon gruppo di soggetti tra cui scegliere e le condizioni sono sempre più soddisfacenti, quasi per tutti". Il Colonnello Reitano ha fatto poi anche una riflessione sugli strascichi di polemiche che ha lasciato il palio di luglio: "Le polemiche fanno parte del gioco - ha detto - non bisogna dimenticare che contrade, comune e veterinari fanno parte di una stessa squadra che deve fare lo stesso gioco a tutela dei cavalli e della Festa".
AnyennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Strategie di contrada: Istrice

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 10:30 am

Verso il Palio del 16 agosto 2012, le strategie delle dieci Contrade al canape: Istrice
Giovedì 09 Agosto 2012 09:22 di Gabriele Voltolini -

All'inizio dell'annata paliesca 2012 doveva scontare un palio di squalifica relativo ai fatti del dopo-corsa dell' agosto scorso. In virtù di 2 estrazioni a sorte consecutive, però, l'Istrice ha estinto il suo debito nei confronti della giustizia paliesca e prenderà parte alla carriera di agosto con rinnovate ambizioni, per provare a tornare alla vittoria che manca al rione di Camollia dal 2 luglio 2008, quando la contrada dai 4 colori trionfò con Già del Menhir e Luigi Bruschelli detto Trecciolino.

Grande l'attesa da parte dei contradaioli dell'Istrice, che hanno accolto con gioia e un po' di sorpresa la doppia estrazione: "Le 2 estrazioni a sorte di fila – commenta capitan Stefano Berrettini – ci hanno permesso di vivere delle bellissime sensazioni e di annullare la squalifica dello scorso anno. La contrada è felicissima ed incredula, pronta a vivere la gioia del palio".


Il Drappellone per il Palio di Siena del 2 luglio 2008 vinto dalla Contrada dell'Istrice con Luigi Bruschelli detto Trecciolino su Già del Menhir

Le condizioni in cui si trova la contrada di Camollia sono ottimali, senza l'avversaria sul tufo e con molte situazioni di monta aperte. Negli ultimi giorni sono salite esponenzialmente le quotazioni di Giovanni Atzeni detto Tittia, pronto a vestire il giubbetto a strisce, ma anche Gingillo pare essere nelle mire di Berrettini, che si mantiene comunque cauto: "La contentezza per l'estrazione e la tranquillità nell'affrontare questo palio ci permetteranno di scegliere il fantino in base alla situazione che si prospetterà dopo il 13. Cercheremo di trovare la soluzione migliore in base a questo".

E proprio riguardo ai cavalli, il capitano dell'Istrice è stato presente in prima persona al Ceppo durante le previsite la mattina di mercoledì quando si è presentato davanti alla commissione veterinaria Istriceddu: "L'ho visto con piacere – commenta Berrettini – è un cavallo bellissimo e con un nome che mi piace molto. Vediamo cosa succede e quali saranno le valutazioni, io intanto ho giocato d'anticipo andandolo a vedere al Ceppo. Riguardo al lotto di luglio, invece, dico che ogni palio ha una storia a sè, con i suoi pro e i suoi contro e questo discorso riguarda anche il lotto dei cavalli. Dovremo valutare con grande attenzione quelli che ci saranno e che disputeranno le prove di notte e le batterie. Solamente dopo tutti questi step potremo decidere il da farsi".

Ultimo argomento, il mossiere, con l'Istrice che non avendo corso a luglio, non è stato direttamente interessato dall'operato di Natale Chiaudani, dimessosi pochi giorni dopo la sua conferma da parte dei capitani: "Ad agosto ci sarà Ambrosione – conclude Stefano Berrettini – una persona che gode della mia stima e della mia piena fiducia. Gli faccio il mio più grande in bocca al lupo affinchè possa svolgere al meglio il suo compito".
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Terminate le previsite

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 10:32 am

Palio di Siena del 16 agosto: terminate le previsite ai cavalli
Mercoledì 08 Agosto 2012 13:32

Su 79 soggetti iscritti sono stati presentati 76

Terminate questa mattina alle ore 12 le due giornate di previsite che, da ieri, hanno interessato 76 dei 79 cavalli iscritti per il Palio del prossimo 16 agosto.

Tutti gli animali, sottoposti a specifici e dettagliati controlli veterinari nell'apposita Clinica "Il Ceppo" in Loc. Monteresi a Monteriggioni "rappresentano - come ha specificato il veterinario comunale Marco Reitano – un "parco cavalli" molto solido. Nonostante il calo numerico che si registra in tutte le manifestazioni equestri e ippiche, a causa della crisi economica che, naturalmente, incide anche in questo settore, i soggetti presentati, compresi quelli più giovani, sono in grado di dimostrare un serio impegno nella corsa senese".

Reitano, coadiuvato da Marco Pepe, Guido Castellano, Stefano Calbucci e Stefano Cinotti, nella veste di consulente, ha evidenziato soddisfazione per lo stato trofico-sanitario in cui ha trovato i cavalli, definendolo quasi ottimale. "Un segno, questo, di responsabilità da parte dei proprietari affinché i parametri richiesti dall'amministrazione comunale siano rispettati".

Adesso, il prossimo atto, sarà l'elenco definitivo dei cavalli ammessi alle prove mattutine di addestramento e direttamente alla Tratta, che sarà ufficializzato prossimamente.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Reitano:Un parco di cavalli solido

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 10:53 am

Terminate le previsite. Reitano: “Un parco cavalli solido, buon lavoro dei proprietari”

Terminate le due giornate di previsite che, da ieri, hanno interessato 76 dei 79 cavalli iscritti per il Palio del prossimo 16 agosto.
Tutti gli animali, sottoposti a specifici e dettagliati controlli veterinari nell’apposita Clinica “Il Ceppo” in Loc. Monteresi a Monteriggioni “rappresentano – come ha specificato il veterinario comunale Marco Reitano – un “parco cavalli” molto solido. Nonostante il calo numerico che si registra in tutte le manifestazioni equestri e ippiche, a causa della crisi economica che, naturalmente, incide anche in questo settore, i soggetti presentati, compresi quelli più giovani, sono in grado di dimostrare un serio impegno nella corsa senese”.
Reitano, coadiuvato da Marco Pepe, Guido Castellano, Stefano Calbucci e Stefano Cinotti, nella veste di consulente, ha evidenziato soddisfazione per lo stato trofico-sanitario in cui ha trovato i cavalli, definendolo quasi ottimale. “Un segno, questo, di responsabilità da parte dei proprietari affinché i parametri richiesti dall’amministrazione comunale siano rispettati”.
Adesso, il prossimo atto, sarà l’elenco definitivo dei cavalli ammessi alle prove mattutine di addestramento e direttamente alla Tratta, che sarà ufficializzato prossimamente.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini, Andrea Mari parla ad ARE

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 4:21 pm

Mari: "Con Civetta, Giraffa e Pantera i rapporti più importanti"
09/08/12 - 11:29
Ottima forma fisica ed entusiasmo alle stelle. Andrea Mari detto Brio si sta preparando al palio di agosto nel migliore dei modi e lo conferma la disponibilità e la spontaneità con cui ha accettato di intervenire ai nostri microfoni. "Mi ritengo fortunato perchè l'estrazione delle contrade è andata bene. Manca qualche contrada di riferimento importante per me, ma allo stesso tempo ci sono rapporti consolidati che porto avanti da tempo, come quelli con la Civetta e la Giraffa; in più c'è la Pantera che comunque, anche se è cambiata dirigenza spero di poterci fare affidamento. Per le altre contrade si valuterà la mattina della tratta, in base al cavallo che è stato dato in sorte"
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini: Andrea Mari detto Brio

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 4:24 pm

Verso il Palio del 16 agosto 2012, i fantini: Andrea Mari detto Brio
Giovedì 09 Agosto 2012 12:39 di Gabriele Voltolini

Share

Andrea Mari detto Brio

A luglio su Moedi nella Giraffa ha provato a rincorrere l'Onda fino alla fine, ma la rimonta non si è completata.

Nel prossimo palio di agosto avrà la chance importante per poter scrivere il numero 1 nella casella delle vittorie dell'annata 2012, un obiettivo che è ben presente nella sua testa.

Andrea Mari detto Brio, nato a Rosia il 13 ottobre del 1977, 18 palii corsi e 3 vittorie, l'ultima nell'agosto 2011 nella Giraffa su Fedora Saura, è sicuramente uno dei protagonisti più attesi della carriera del 16 agosto prossimo.

Andrea, ripartiamo dalla tua corsa di luglio nella Giraffa...
«Ho cercato di fare il massimo, quello che la dirigenza mi aveva richiesto. Alla fine ha vinto la contrada che è partita davanti, ma io ho cercato di fare la migliore prestazione possibile, ma è andata così».

Con Moedi come ti sei trovato?
«Molto bene. E' un cavallo affidabilissimo, preparato e addestrato. Ti da una sensazione di stabilità ed è divertente da montare. Forse va un po' più piano di altri, ma alla fine il palio ce lo fai sempre».

Forse ti è mancato un po' al terzo giro?
«Appena entrata la rincorsa siamo partiti bene ed ho spinto 2 giri alla morte senza risparmiare mai il cavallo ed è normale che alla fine possa aver accusato un po'».

Parlavi di mossa. Cosa ne pensi di tutte le polemiche venute fuori sulla mossa di luglio?
«Penso che il ruolo del mossiere sia molto difficile. In ogni palio ci sono sempre 3 contrade contente, 3 che si lamentano e le altre che lasciano correre. Penso che non sia sempre e solo colpa del mossiere. Apprezziamo, invece, il fatto che in corsa non ci sono stati incidenti. Adesso ci sarà Ambrosione che potrà dare più garanzie in quanto già lo conosciamo ed è un mossiere d'esperienza, ma non massacriamo Chiaudani che era comunque alla sua prima esperienza sul verrocchio».

Rispetto a luglio, si parte già con 3 cavalli in meno, cosa pensi al riguardo?
«Che la base di luglio mi è sembrata ottima, ma che al momento mancano almeno 3 cavalli e andranno reinseriti altri, a meno che, e speriamo proprio di no, non ci siano altre defezioni».

Tra l'altro, gli incidenti di luglio ai cavalli di Chiocciola e Tartuca, ti hanno riguardato da vicino visto che Lamagno è di tua proprietà...
«Si tratta di incidenti recuperabilissimi. Erano 2 cavalli esordienti in piazza e queste cose possono capitare. Tra l'altro i due cavalli torneranno in condizioni ottimali visto che, almeno per Lamagno, si tratta solamente di infrazioni da stress dovute ai 4 giorni di palio e alle nuove abitudini alle quali i cavalli non sono abituati e sono sottoposti in quei giorni. Lamagno tornerà al 100%».

Parliamo un po' di te adesso. Come ti appresti ad affrontare questo palio?
«Sono sereno, sto bene ed ho buone possibilità di fare un bel palio. Dovrò valutare i cavalli e l'assegnazione dopo di che vedremo quale sarà la soluzione migliore. Non è una situazione molto diversa da quella di luglio se non per il fatto che dopo luglio c'è la seconda possibilità ad agosto, adesso invece si tratta dell'ultima chiamata».

Hai tre contrade che rappresentano una certezza per te e due, Montone e Drago, che sembrano corteggiarti in modo spietato. Confermi?
«In primis metterei Civetta, Giraffa e Pantera, che sono le certezze, le contrade dove ho vinto e alle quali sono più legato. Rispetto a Drago e Montone, dico che sono valutazioni che spettano ai loro capitani, io ovviamente, essendo un fantino, monterei da tutte le parti...».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Lampante non ci sarà

Messaggio  jabru il Gio Ago 09, 2012 5:01 pm

Il "Corriere di Siena" pubblica un articolo dal titolo "Lampante non ci sarà" appena avrò maggiori notizie sarà mia premura pubblicarle. Grazie
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo di Palio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum