L'Assunta

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'Assunta

Messaggio  jabru il Ven Lug 05, 2013 9:26 am

04/07/2013 16:02DOMENICA ESTRAZIONE DELLE CONTRADE PER LA CARRIERA D'AGOSTO
Affiancheranno Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca
SIENA. Domenica prossima (7 luglio), alle ore 19, annunciato dagli squilli delle chiarine, si procederà al sorteggio delle tre Contrade che, assieme a Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca parteciperanno al Palio del 16 agosto prossimo.
Le bandiere delle Contrade estratte saranno, quindi, esposte alle finestre del primo piano del Palazzo Pubblico, di seguito a quelle che correranno di diritto. Alle trifore del secondo piano, invece, le prime sette Contrade che prenderanno parte alla Carriera di agosto 2014.

ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Progetti per l'Aquila

Messaggio  jabru il Ven Lug 05, 2013 9:32 am

Aquila vicina a Luigi Bruschelli
04/07/13 - 19:12
Aquila


Il Palio di luglio passa in archivio, quello di agosto è alle porte: domenica prossima l'estrazione delle contrade per l'Assunta, con tante pretendenti alla vittoria. Tra queste l'Aquila che, dopo lo spavento per lo scosso della Pantera vicino al successo, torna protagonista in Piazza. Il capitano Renato Romei è intervenuto in diretta nella trasmissione "Aria di Palio", commentando la Carriera di Provenzano e lasciandosi andare ad una rivelazione: Luigi Bruschelli, finora nell'orbita di Stalloreggi, è tra i candidati a vestire il giubbetto dell'Aquila. Insomma il 16 agosto, per diverse contrade, è davvero vicino.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La carriera si avvicina

Messaggio  jabru il Ven Lug 05, 2013 9:35 am

DOMENICA L'ESTRAZIONE DELLE CONTRADE, L'AQUILA SI AVVICINA A BRUSCHELLI
News 04-07-2013


Domenica 7 luglio, alle ore 19, annunciato dagli squilli delle chiarine, si procederà al sorteggio delle tre Contrade che, insieme a Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca parteciperanno al Palio del 16 agosto.
Le bandiere delle Contrade estratte saranno, quindi, esposte alle finestre del primo piano del Palazzo Pubblico, di seguito a quelle che correranno di diritto.

Alle trifore del secondo piano, invece, le prime sette Contrade che prenderanno parte alla Carriera di agosto 2014.

Il Palio di luglio passa in archivio, quello di agosto è alle porte, con tante pretendenti alla vittoria. Tra queste l'Aquila che, dopo lo spavento per lo scosso della Pantera vicino al successo, torna protagonista in Piazza. Il capitano Renato Romei è intervenuto in diretta ad Antenna Radio Esse, nella trasmissione "Aria di Palio", commentando la Carriera di Provenzano e lasciandosi andare ad una rivelazione: Luigi Bruschelli, finora nell'orbita di Stalloreggi, è tra i candidati a vestire il giubbetto dell'Aquila. Tra voci e indiscrezioni, insomma, il 16 agosto, per diverse contrade, è davvero vicino.
OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I Capitani si tengono stretto il mossiere

Messaggio  jabru il Ven Lug 05, 2013 3:06 pm

I CAPITANI TENGONO STRETTO IL MOSSIERE AMBROSIONE
La stima per il bresciano è alta. Verso la riconferma per la Carriera di agosto
05/07/2013 11:06:05

I capitani si tengono ben stretti Bartolo Ambrosione. La prestazione non esaltante del mossiere in occasione del Palio di luglio non dovrebbe essere giudicata in maniera negativa in occasione della riunione dopo l’estrazione a sorte delle contrade in cui si discuterà sulla riconferma del mossiere per il prossimo Palio.
E’ chiaro che i giudizi sull’operato del mossiere siano discordanti in merito al giudizio delle due mosse, visto che la prima mossa aveva visto partire in testa Valdimontone e Leocorno che sono poi rimaste attardate per il secondo abbassamento del canape.
Quello su cui però Ambrosione per la sua riconferma potrà puntare sarà il giudizio positivo sulla persona che la maggior parte dei capitani nutre nei confronti del mossiere bresciano. In particolar modo, l’esperienza dello scorso anno con l’esordio di Natale Chiaudani sconsiglia i capitani di pensare a trovare un altro mossiere facendo un cosiddetto salto nel buio.
E’ proprio la novità che spaventa molti capitani, a poco più di un mese dal Palio di agosto, dove Ambrosione dunque si ritroverà a dare la mossa. Il giudizio negativo espresso dal capitano della Lupa Guido Burrini sul mossiere per non aver tutelato la Lupa non ha al momento riscontrato seguito nei colleghi.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 5 luglio
a cura di A.R.
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Modalità di iscrizione per le previsite

Messaggio  jabru il Ven Lug 05, 2013 3:12 pm

Modalità di iscrizione dei cavalli alla previsita

Potranno essere iscritti alla previsita tutti i cavalli anche se non iscritti all’apposito Albo, purché rispondano ai requisiti richiesti. Nel particolare che siano soggetti mezzosangue di origine varia, meticci con percentuale di sangue inglese non superiore al 75% da comprovarsi con certificazione originale ASSI (già UNIRE), o libro genealogico estero equiparato e che rispettino i seguenti parametri minimi: stinco non inferiore a 19 cm: da 150 a 156 cm di altezza; oppure non inferiore a 19,5 cm: da cm 156 a 163.

Il modulo per la richiesta di iscrizione alla previsita, da compilare a cura del proprietario, dovrà essere indirizzato al Sindaco del Comune di Siena, a partire dal prossimo 22 luglio e pervenire improrogabilmente entro le ore 12 del 1° agosto all’Ufficio Palio.

Si ricorda che i cavalli dovranno essere iscritti alla previsita e alla Tratta con il nome d’origine. Le previsite saranno effettuate dalla Commissione il 7 e 8, con data e orario direttamente comunicatati al proprietario. Al momento degli accertamenti sanitari, i cavalli dovranno essere accompagnati dal libretto originale di identificazione, da certificazioni conformi alle disposizioni di sanità veterinaria ed essere in regola con le vaccinazioni antinfluenzali. Per gli animali, invece, provenienti dai Comuni dell’Azienda USL 7, gli interessati potranno rivolgersi al Servizio di Veterinaria (Strada del Ruffolo) o ai veterinari incaricati nei vari distretti. Tutti i soggetti saranno sottoposti a prelievo ematico per screening farmacologico e quelli che risulteranno non negativi verranno esclusi senza possibilità di appello.

Per quanto concerne, invece, le prove di addestramento, a totale rischio del proprietario, la mattina del 12 agosto, dalle 6 alle 7,30, sarà allestita la pista di Piazza del Campo. Qui i cavalli, che dovranno essere senza fasce, devono essere condotti davanti a Palazzo Comunale entro le ore 5,30 e l’accompagnatore dovrà avere il libretto segnaletico ASSI o il libro genealogico equiparato. In questa fase, la Commissione veterinaria si riserva la possibilità di dichiarare non idonei altri cavalli, oltre quelli già esclusi durante la previsita.

Divieto, per i cavalli di età uguale o superiore ai 5 anni, ammessi alla previsita, di partecipare a corse, regolari e non (ad eccezione delle attività di addestramento del circuito comunale) nei 20 giorni precedenti la previsita e nel periodo che intercorre da questa alla Tratta.

Per la Tratta del 12 agosto si ricorda che la presentazione dei cavalli deve avvenire dalle ore 6,30 alle ore 7,30. Come previsto da Regolamento l’accesso al Cortile del Podestà, oltre al proprietario, è consentito anche a una seconda persona.

Maggiori e più dettagliate informazioni, nonché la modulistica, sono reperibili sul sito www.comune.siena.it –seguendo il percorso La Città – Il Palio – Palio 16 agosto 2013 – Previsite e prove di notte.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Oggi primo appuntamento del Palio d'agosto

Messaggio  jabru il Dom Lug 07, 2013 7:21 pm

PALIO, SI TORNA A SPERARE PER AGOSTO: DA OGGI SI RICOMINCIA
Stasera alle 19 le chiarine annunceranno le tre favorite dalla sorte che affiancheranno Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca
07/07/2013 14:25:36

E' il giorno del giudizio. Il sorteggio delle contrade per il prossimo Palio del 16 agosto sarà il crocevia per tanti popoli. Dovranno essere infatti decisi dalla sorte i tre rioni che accompagneranno al canape il prossimo 16 agosto Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca, che non hanno partecipato alla carriera dell'Assunta 2012 e che hanno il diritto di partecipare a quella del 2013. Sarà l'esordio per il sindaco Bruno Valentini all'estrazione a sorte delle contrade, dato che il 2 giugno scorso, quando furono estratte le contrade per il Palio di luglio, al timone del Comune c'era ancora il commissario Enrico Laudanna. Per i dieci popoli che sperano nell'estrazione fortunata delle ore 19 di oggi, da stamani è il classico "win or go home" americano: esci a sorte o vai a casa. A Siena si dice in caso sfortunato "buon Natale", ma il concetto è lo stesso. Per i tre che invece usciranno e festeggeranno tutta la notte, sarà il ripescaggio dell'ultimo minuto, quello più bello proprio perché non lascia scampo agli altri. E in particolare una tra Drago, Giraffa, Selva e Tartuca, in virtù anche del sorteggio sfortunato dello scorso 2 giugno che le ha escluse dalla carriera che si è corso da poco, sperano nell'estrazione per marcare la presenza almeno una volta nell'annata. Altrimenti, e ad una tra queste, la matematica non è un'opinione, capiterà sicuramente, si avrà la "fortuna", che stasera si chiamerà "sfortuna" di partecipare ad entrambi i Palii del 2014.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 7 luglio
a cura di Alarico Rossi
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

estratte

Messaggio  jabru il Dom Lug 07, 2013 8:11 pm

Onda Tartuca Selva
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Estrazione

Messaggio  jabru il Dom Lug 07, 2013 8:13 pm

Palio dell’Assunta: estratte Onda, Tartuca, Selva


Estratte Onda, Tartuca, Selva. Il sorteggio delle contrade per il prossimo Palio del 16 agosto è il crocevia per tanti popoli. La sorte ha stabilito i tre rioni che accompagneranno al canape il 16 agosto Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca, che non hanno partecipato alla carriera dell’Assunta 2012.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Chi è stato estratto

Messaggio  jabru il Dom Lug 07, 2013 8:49 pm

Palio dell’Assunta: estratte Onda, Tartuca, Selva


Estratte Onda, Tartuca, Selva. Il sorteggio delle contrade per il prossimo Palio del 16 agosto è il crocevia per tanti popoli. La sorte ha stabilito i tre rioni che accompagneranno al canape il 16 agosto Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca, che non hanno partecipato alla carriera dell’Assunta 2012.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I fortunati

Messaggio  jabru il Dom Lug 07, 2013 8:50 pm

PALIO DI AGOSTO, ESTRAZIONE DELLE CONTRADE: PARTECIPERANNO ONDA, TARTUCA E SELVA
Sono stati decisi dalla sorte: i "fortunati" accompagneranno al canape Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca
07/07/2013 19:19:25

Si è svolto il sorteggio delle contrade per il prossimo Palio del 16 agosto. Sono stati decisi dalla sorte i tre rioni che accompagneranno al canape Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca, che non hanno partecipato alla carriera dell'Assunta 2012 e che hanno il diritto di partecipare a quella del 2013.

Le contrade sorteggiate Onda, Tartuca e Selva sono state estratte a sorte questa sera all'interno del palazzo comunale di Siena. A questo punto sono tre le coppie di rivali: Torre-Onda, Tartuca-Chiocciola, Torre-Oca.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Chi corre

Messaggio  jabru il Dom Lug 07, 2013 8:53 pm

Onda, Tartuca e Selva le Contrade estratte per il Palio di Siena del 16 agosto 2013
Domenica 07 Luglio 2013 19:09 di CP -
Si aggiungono a Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca

Onda, Tartuca e Selva sono le tre Contrade che sono state estratte a sorte questa sera, domenica 7 luglio 2013 alle 19, presso il Palazzo Comunale di Siena e che, assieme alle sette già partecipanti di diritto: Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca, prenderanno parte alla Carriera dell'Assunta del 16 agosto 2013.

Sono quindi 3 le coppie di rivali in Piazza del Campo: Torre-Oca, Torre-Onda, Tartuca-Chiocciola. Drago e Giraffa sono le due contrade che saltano l'annata paliesca 2013 non avendo corso a luglio e non essendo state estratte per il Palio di agosto.

Dalle trifore più basse di Palazzo Pubblico sono state esposte le bandiere delle tre contrade estratte che sono andate a completare il lotto delle dieci al canape al Palio di agosto 2013.

L'ordine di estrazione delle altre Contrade non partecipanti alla prossima Carriera, le cui bandiere sono state esposte dalle trifore del piano superiore, è stato il seguente: Drago, Giraffa, Pantera, Civetta, Istrice, Valdimontone e Leocorno. Queste saranno le sette Contrade che correranno di diritto il Palio di agosto 2014.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il punto dopo l'estrazione

Messaggio  jabru il Dom Lug 07, 2013 10:06 pm

Paliio di Siena del 16 agosto 2013, il punto dopo l'estrazione
Domenica 07 Luglio 2013 20:25
Onda, Tartuca e Selva vanno a completare il lotto delle 10 contrade che prenderanno parte alla prossima carriera del 16 agosto. In una Piazza del Campo gremita e colorata, che ha visto sfilare il corte della vittoria dell’Oca, alle 19 in punto le chiarine hanno annunciato l’inizio delle operazioni di estrazione e pochi minuti più tardi le bandiere delle 3 contrade estratte sono andate ad aggiungersi a Lupa, Torre, Bruco, Chiocciola, Aquila, Nicchio e Oca.

La dea bendata ha premiato ancora una volta il rione di Malborghetto, che grazie all’estrazione a sorte correrà il suo quarto palio consecutivo, per la gioia di capitan Coppini. La seconda contrada estratta è stata la Tartuca, che rischiava di saltare l’annata paliesca. La bandiera del rione di Castelvecchio è stata accolta dai tanti tartuchini presenti in Piazza. Capitan Vinicio Capitani, quindi, avrà l’opportunità di misurarsi sul Campo il prossimo 16 agosto, andando a far compagnia alla Chiocciola, che già correva d’obbligo. Terza e ultima estratta la Selva. Anche il rione di Vallepiatta può gioire per un’estrazione importante che permetterà alla contrada di non rimandare l’esordio del neo eletto capitan Targetti al luglio prossimo.

Il lotto, dunque, è completo e già da questa sera le dirigenze delle 10 contrade inizieranno a muoversi per cercare di prendere contatti con i fantini, cercando poi di formare l’accoppiata migliore possibile il 13 agosto prossimo, quando verranno assegnati i cavalli. Il palio di luglio è ormai un ricordo, da stasera infatti è già cominciato un altro capitolo che aspetta di essere scritto e concluso il 16 agosto sera. Come sempre, Sienafree.it seguirà tutti i passaggi del Palio di Agosto, con un percorso che inizierà la prossima settimana con le consuete interviste ai protagonisti della carriera, per concludersi il 17 agosto, con il bilancio e i voti ai fantini.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Chi corre al Palio d'agosto

Messaggio  jabru il Lun Lug 08, 2013 10:40 am

Palio, estratte Onda, Tartuca e Selva per la carriera dell'Assunta
Si correrà di nuovo il 16 agosto 2013: correvano già di diritto le contrade della Torre, il Nicchio, la Chiocciola, la Lupa, il Bruco e l'Aquila e l'Oca

Siena, 7 luglio 2013 - Sono l'Onda, la Tartuca e la Selva le tre contrade estratte oggi pomeriggio per il Palio dell'Assunta del 16 agosto 2013. Correvano già di diritto la Torre, il Nicchio, la Chiocciola, la Lupa, il Bruco e l'Aquila e l'Oca.
In piazza del Campo ci saranno, come rivali la coppia Tartuca-Chiocciola e la Torre con le due rivali Onda e Oca.
Nella riunione tra i capitani delle contrade è stato inoltre confermato all'unanimità il mossiere Bartolo Ambrosione.
Mentre in una sala del palazzo comunale si svolgeva il sorteggio, in piazza del campo, erano in attesa circa ventimila senesi, tra cui molti contradaioli dell'Oca che hanno festeggiato la vittoria della corsa del 2 luglio portando in corteo il drappellone dipinto dalla senese Claudia Nerozzi.
La nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Confermato il mossiere

Messaggio  jabru il Lun Lug 08, 2013 4:12 pm

Bartolo Ambrosione confermato all'unanimità
08/07/13 - 11:46 Conferma all'unanimità per il mossiere Bartolo Ambrosione, che sarà dunque sul verrocchio anche per il palio di agosto. Le dirigenze delle contrade non hanno avuto dubbi, nonostante le perplessità esternate da qualche capitano dopo la prima mossa invalidata durante la carriera del 2 luglio. "Credo che abbia dimostrato di essere quel gran professionista che è - ha detto il capitano dell'Onda Riccardo Coppini -, gestire quella mossa non era facile, lo sappiamo tutti".
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Primo sguardo alle monte

Messaggio  jabru il Lun Lug 08, 2013 4:15 pm

Verso il Palio del 16 agosto 2013, un primo sguardo alle possibili monte
Lunedì 08 Luglio 2013 09:39 di Gabriele Voltolini -
Andrea Mari detto Brio, ad agosto non ci sarà

Con l’estrazione a sorte di ieri pomeriggio si è definito il quadro delle 10 partecipanti ala prossima carriera dell’Assunta. Nonostante sia tempo di ferie ed in questo periodo gran parte dei senesi e delle dirigenze stesse si spostino verso la costa, non tarderà ad iniziare il consueto valzer delle monte, che ci accompagnerà come ogni anno fino al 13 agosto. Ad oltre un mese dal palio, proviamo a fare un primo quadro della situazione relativa ai fantini.

Ovviamente mancherà Andrea Mari, uno dei big assoluti della Piazza, che speriamo di rivedere prima possibile a cavallo. Il fantino più ambito rimane come al solito Luigi Bruschelli ed il tanto chiacchierato matrimonio tra l’Imperatore e l’Aquila potrebbe finalmente realizzarsi, anche se su Trecciolino spingono forte Onda, Tartuca e Nicchio, con la Selva pronta ad inserirsi.

Altro oggetto del desiderio delle dirigenze è sicuramente il vincitore di luglio Giovanni Atzeni, che potrebbe rimanere in Fontebranda, anche se Tartuca, Bruco e Nicchio, potrebbero fargli delle avances importanti. E proprio queste tre contrade sono le stesse che in caso di cavallo competitivo potrebbero decidere di optare su Giuseppe Zedde.

Diverso il discorso relativo a Jonatan Bartoletti, che non correndo il Montone, sembra nelle mire di Lupa e Chiocciola, pronte a fare ponti d’oro al fantino di Pistoia (la Torre appare una strada più complicata). E sempre Vallerozzi e San Marco, in alternativa a Scompiglio, potrebbero affidarsi ad Alessio Migheli, pista sempre calda anche per il Nicchio.

Saranno quasi sicuramente a cavallo anche Sebastiano Murtas e Silvano Mulas. Il primo non è escluso che possa ripartire dal Nicchio, ma anche Onda e Selva sembrano 2 ipotesi accreditate, mentre su Voglia è forte il pressing della Torre (su di lui anche Chiocciola e Lupa). Non essendo uscito il Drago, è più difficile rivedere a cavallo Antonio Siri, anche se la composizione del lotto, rispetto alle 9 rivali di luglio, potrebbe fornire maggiori opportunità al fantino di Camporegio. Chi invece potrebbe tornare nei 10 è Francesco Caria (Torre, Tartuca e Onda le piste calde), così come Dino Pes, già dato vicino all’Onda anche a luglio prima dell’infortunio.

Insomma, la situazione è in piena evoluzione e nelle prossime settimane proveremo a fare una quadro un po’ più approfondito di tutte le 10 contrade.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I fantini e cavalli per l'Assunta

Messaggio  jabru il Mar Lug 09, 2013 5:18 pm

"Dopo l’infortunio di Brio E’ caccia al fantino di punta"

Siena, 9 luglio 2013- "IL DATO saliente dell’Assunta? L’assenza di un fantino di punta e con grandi qualità come Brio. Inciderà sulle strategie generali". Il capitano della Chiocciola Claudio Villani, che debutta nella prossima Carriera, va dritto al cuore del problema. "Sì, poteva essere una soluzione per noi o per altre dirigenze. Ora, essendo fuori gioco, la rosa dei nomi più ricercati si restringe", spiega. Insomma, tutti a caccia dei medesimi fantini che diventano contesissimi. "Diciamo che - conferma - l’opzione su qualche nome sarebbe stata meno complicata. Ma sono fiducioso per il lavoro svolto". Però la rivale Tartuca, ha dichiarato il condottiero di Castelvecchio Vinicio Capitani, non molla. E’ infatti uscita a sorte. "Qualche impedimento lo creerà - riconosce Villani -, cercherà di fare l’impossibile affinché i nostri piani non tornino". Onda, Tartuca e Selva sono tutte porte aperte per Trecciolino."Quest’ultima credo abbia la libertà e la serenità per poter percorrere qualsiasi strada", osserva chiudendosi a riccio quando si domanda se Scompiglio, Voglia, Girolamo rappresentano tre opportunità per S.Marco,"Speriamo che siano tali", si limita a commentare. E solo quando si fa notare che il Palio viene dipinto da una chiocciolina, Cecilia Rigacci, esce con una battuta: "Le ho chiesto di portarlo direttamente nel rione invece che in Comune!". C’è un argomento che lo fa diventare serio: la gestione della rivalità: "Stiamo parlando con il popolo, occorre avere comportamenti giusti nei confronti dell’avversaria, senza travalicare la tradizione". Giochi sui cavalli? "Uno può dire quello che vuole - conclude - ma ci sono stati e sempre ci saranno. Se serve, vengono fatti d’intesa con i fantini che si hanno vicino".
Romei: "Pestifero? Valutiamo bene se calcia. Con Gigi rapporto d'amicizia"
Tartuca come nel '94 e nel 2002. Targetti: "Nel 2006 fummo estratti e vincemmo"
IL COLPO di scena di luglio era stata la scure dei veterinari su Mississippi, cavallo che aveva vinto nel 2011 insidiando Scompiglio su Lo Specialista per l’Assunta 2012. Il proprietario Osvaldo Costa non vuole fare commenti e si limita a dire "che verrà ripresentato alla previsita al Ceppo. Lo iscriverò". Stessa cosa farà Alessandro Fontani che considera Ivanov come un figlio. "Siamo stati in Comune a chiedere spiegazioni sulla bocciatura di luglio, ma poichè non risultano problemi irreparabili o seri, abbiamo deciso di segnarlo nuovamente. Sarà al Ceppo anche lui, Ha continuato senza interruzione la preparazione", assicura Sandro Chiti. Insomma, tornano in scena i big.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ambrosione ringrazia

Messaggio  jabru il Mar Lug 09, 2013 6:31 pm

Ambrosione: "Ringrazio i capitani per la riconfermata fiducia"
09/07/13 - 10:12 Tornerà protagonista sul Verrocchio per la Carriera di agosto e, in diretta radiofonica, Bartolo Ambrosione non nasconde la sua soddisfazione per aver incassato la fiducia, all'unanimità, dei capitani: "Torno con orgoglio a Siena - spiega il mossiere -, ho vissuto un Palio complicato, con tante rivalità e alcuni cavalli che creavano problemi. Sulla carta il prossimo sembrerebbe più facile ma voi mi insegnate che ogni mossa fa storia a sè. Ambrosione ha visto e rivisto più volte le due partenze di luglio e non nasconde che "la prima mossa poteva anche andare bene. Al momento pretendevo qualcosa di meglio".
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Assegnati i palchi per le prove

Messaggio  jabru il Mer Lug 10, 2013 4:52 pm

ASSEGNATI I PALCHI PER LE PROVE. ANCHE VALENTINI ALLA RIUNIONE
Sorteggiate Chiocciola, Aquila, Bruco, Onda e Selva
10/07/2013 10:51:41

Valentini ha salutato ufficialmente i priori delle contrade nella riunione che si è tenuta lunedì sera in Magistrato con i diciassette onorandi. L’ordine del giorno prevedeva la prassi del sorteggio dei palchi del Magistrato delle Contrade per il Palio di agosto, dopo l’esito dell’estrazione s sorte di domenica.
I palchi sono andati in sorte alla Chiocciola, che ha scelto il vicolo dei Pollaioli; all’Aquila, che ha optato per il palco di San Paolo; al Bruco il palco corrispondente al vicolo di San Pietro; alla Selva il vicolo dei Borsellai e all’Onda il vicolo del Bargello.
La presenza di Valentini nella riunione ha visto il sindaco impegnato in un saluto formale, molto simile nei contenuti a quello già avvenuto nei giorni precedenti il Palio di luglio quando incontrò i diciassette onorandi e i dieci capitani delle contrade che avrebbero corso il Palio.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cecilia Rigacci: il Cencio d'agosto

Messaggio  jabru il Dom Lug 14, 2013 8:08 pm

CECILIA RIGACCI: "SARÀ UN PALIO SENESE, RAFFINATO, GIOVANE. HO MESSO DENTRO TUTTA LA MIA VITA"
Viaggio nella bottega e nei segreti dell'artista. Come sarà il Cencio di agosto?
14/07/2013 15:13:28

C'è qualcosa di speciale quando si entra nelle botteghe degli artisti senesi, gli eredi di Duccio e Lorenzetti, del Martini, Aldi e Maccari. E' un arcipelago di senesità più autentica, dove si respirano storia e tradizioni.
Ed è un tuffo al cuore varcare il portone del laboratorio di Cecilia Rigacci, apprezzata artista/artigiana chiocciolina, dove tra sonetti di tutte le epoche, materiali originali del '600 e quei colori della sua arte fine e al tempo stesso aulica immersa nelle radici più vere della senesità, ti fa catapultare dentro ad una macchina del tempo, in una città che si è solo immaginata nei racconti dei "vecchi".
Il Palio che sta realizzando insieme a Cesare Olmastroni è dietro ad una porta di legno, chiusa con un lucchetto, accanto ad uno specchio e una libreria. Un cartoncino lungo e stretto, arrotolato grossolanamente con un nastrino e piccole perle verdi attira la nostra attenzione, facciamo per prenderlo, ma Cecilia riesce ad agguantarlo con un balzo. Lo chiude subito dentro ad un armadio: "Scusa, ma è il bozzetto del Palio, non posso proprio" ci dice. Siamo a pochi metri dal Drappellone, è una emozione unica, lì dietro a quella porta c'è la storia che resterà per sempre nella teca della contrada vittoriosa ed il sogno di dieci popoli.
Si possono provare brividi indescrivibili anche se quel Cencio non è nel Cortile del Podestà o sopra il Carroccio. La sua forza si sente e con essa tutta la curiosità che è legata all'evento perché questo Palio sarà una vera e propria novità.
Un grande punto interrogativo sulla sua realizzazione, un avvenimento insolito perché il Palio sarà concepito da due artisti di scuola diversa, con tratti e sensibilità di culture e preparazione ben distinti, una donna e un uomo, misticità e razionalizzazione, ma con il tratto comune di essere senesi, di conoscere nel profondo la Festa.
Viene da immaginare un Drappellone dove le due forze si alimentano l'una con l'altra, due facce della stessa medaglia, di uguale importanza, dove l'asta non interromperà il dialogo tra i due Cenci e il piatto non darà verso all'operato: "Il sogno di sempre che si realizza, ma anche più bello del sogno. Sto lavorando ancora mettendo dentro a questo Drappellone la mia vita, la mia storia" spiega Cecilia. E di arte e storia, la chiocciolina ne ha da raccontarle. Per oltre dieci anni ha operato tra archivio e museo della contrada dove ha avuto modo non solo di leggere, ordinare e recuperare i materiali del rione di San Marco, ma ha potuto ampliare le sue conoscenze grazie anche alla collaborazione con le altre 16 contrade e soprattutto respirare il profumo del passato della nostra meravigliosa città. Fortemente legata alla tradizione rinascimentale senese, al misticismo religioso che ha sempre contraddistinto Siena ed il suo popolo, la Rigacci nelle sue opere ha un tratto molto delicato, ma deciso.
Ci richiama alla scuola del Pinturicchio, un altruismo devoto pronto a colpire il cuore della gente più che l'ego artistico e per questo non disdegna nemmeno l'utilizzo di altri materiali come pietre preziose, antichi tessuti, riferimenti letterari: “Un Palio che, dentro, porta tanto della mia esperienza professionale, ma anche qualche segreto: quello che non si potrà vedere con gli occhi si potrà toccare con il cuore. E poi anche una piccola curiosità che svelerò solo il giorno della presentazione, riguarderà l'anima popolare della nostra tradizione".

Una definizione del suo Palio?
"Un Palio senese, raffinato e giovane come Siena".

Quindi saranno due Palii ben distinti non un Palio a due mani.
"E' corretto dire entrambe le cose, saranno due Palii in uno, ma anche uno a due mani. Due metà di una mela, capirete poi perché".

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 14 luglio
a cura di Andrea Bianchi Sugarelli
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cesare Olmastroni: un Cencio per Siena

Messaggio  jabru il Dom Lug 14, 2013 8:12 pm

CESARE OLMASTRONI: "UN CENCIO FATTO PER SIENA CHE HA BISOGNO DELLA MADONNA"
Il grande maestro che si è formato nella bottega dello zio ed è stato il protagonista assoluto dei numerosi lavori in città e provincia
14/07/2013 14:57:37

Nel 1991 nella Sala del Mappamondo del Palazzo Pubblico, c’era una gigantesca fotografia a grandezza naturale della Maestà che Simone Martini affrescò agli inizi del Trecento. Era incollata su un ben dipinto a trompe l'oeil da sembrare vero.
L’autore di quella grande opera fu Cesare Olmastroni, l’artista senese che nove anni prima dipinse il Drappellone della Carriera di Provenzano vinta dal Valdimontone e che il prossimo 16 agosto tornerà ad essere l’autore, insieme a Cecilia Rigacci, del Palio dell’Assunta.
Quel restauro dello stupendo affresco di Martini, diretto dall’allora funzionario della Soprintendenza Alessandro Bagnoli, racconta molte cose di Olmastroni, pittore e decoratore.
Era l’artista di cui il famoso restauratore Giuseppe Gavazzi si fidava ciecamente avendone una stima altissima. Negli ultimi 40 anni è stato il supervisore dei Drappelloni e lo studioso Aldo Cairola lo considerava un genio dell’arte.
Sono suoi gli innumerevoli lavori per il comune di Siena (di cui è stato dipendente), per il Duomo e anche per la Cattedrale di Pienza.
Quasi tutti i restauri, anche della provincia, portano il suo nome: “Io una vera e propria bottega non l’ho mai avuta, è stato il comune il mio laboratorio artistico” ripete spesso. Cesare Olmastroni, 70 anni, radici che affondano a Fonterutoli, ma senese dell’Istrice a tutti gli effetti, si è formato alla scuola dello zio, bottegaio e scultore, prediletto da Vico Consorti di cui era aiutante. Ha veramente dato molto alla città di Siena, al comune, la sua abnegazione unita alla bravura e ad uno stile eccelso, lo inseriscono d’obbligo tra i grandi della città. Nel 1996 è stato anche insignito della medaglia d’oro, il suo nome figura nell’Albo dei premi del Mangia. E’ un uomo affabile il maestro Cesare, umile, un “operaio del pennello” e da mai colori forti, caldi, quelli dell’impatto degli occhi in natura che poi è la tinta della perfezione: “Sono così innamorato dei colori che li ho perfino bevuti. Un giorno - rivela Olmastroni - bevvi una lattina di birra, poi l’appoggiai da una parte e alla fine di un lavoro ci misi i colori che avanzavano. Il giorno dopo ne bevvi un’altra di birra, dopo un sorso la poggiai e quando andai a riprenderla sbagliai con quella piena di colori che finirono in corpo”.

Maestro, 31 anni fa regalò il Palio con Giuseppe Garibaldi che dominava. Quello di agosto come sarà?
“Sarà un Palio fatto per Siena, per la città di oggi che ha bisogno della Madonna. Per questo nel mio Drappellone ci sarà una imponente figura, ma non voglio svelare niente”.

Con i colori che ama?
“Certamente, i colori della natura che non smetto mai di osservare”.

Si è ispirato a qualcosa o a qualcuno?
“Non mi sono ispirato a nessuno, ma ho fatto due cose che non ha fatto alcun artista. Diciamo che la Madonna sarà differente”.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 14 luglio
a cura di Osvaldo Brugi
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Daccelo!

Messaggio  jabru il Dom Lug 14, 2013 8:14 pm

IL DRAPPELLONE LO SPECCHIO DI UNA IDENTITÀ
L’oggetto "riconoscibile" del desiderio di ogni contradaiolo. La Vergine sullo stendardo e poi quel grido unico... Daccelo
14/07/2013 16:10:16

Tra i paradossi del Palio di Siena - tali vengono ritenuti da chi sia estraneo all' universo senese c'è anche la sproporzione del valore venale del premio rispetto ai considerevoli costi economici, umani e de motivi che il conseguimento del trofeo comporta per i contradaioli. Vincere, infatti, significa 'soltanto' entrare in possesso di un drappo di seta.
Evoluzione dell'antico 'pallium', pregiato taglio di stoffa che dal Seicento in poi è divenuto sempre più opera pittorica. Ma per quanto di firma e impreziosito d'arte possa risultare il dipinto, è comunque difficile far capire che tutta quella 'guerra' sia finalizzata, appunto, alla conquista di un drappo.
Del resto, proprio alcuni giorni fa, sulle pagine di questo stesso giornale, argomentando come il Palio abbia tutti i requisiti per essere iscritto nella "lista dei beni immateriali" dell' Unesco, sottolineavamo la dimensione completamente 'gratuita' e 'dis-utile' (e da questo punto di vista davvero' immateriale') della Festa senese.
Fondata sulla condivisione di una memoria collettiva, su un gioco (riecco il paradosso) che dividendo una città in fazioni la unisce attorno a un unico sentimento.

L'oggetto del desiderio Ebbene, tutto questo cerca ogni volta una sua raffigurazione (un'icona, una sintesi) sul drappellone di seta che i senesi - giusto per sdrammatizzare e per dirne con uno spiritoso opposto l'inestimabile valore - chiamano 'il Cencio'.
E' lui l'oggetto del desiderio. Non solo simbolo di vincita, ma ancora di rivincita: sulla storia, sui destini, sulla nostalgia, sulla vita e sulla morte. Compendio di religione civica e soprannaturale. Intreccio - così si dice, magari semplificando un po' troppo fino a rischiare la banalità - di sacro e di profano. Perciò, dietro al drappellone appena conquistato, si forma una sfilata (anch'essa corteo laico e, al contempo, processione liturgica) che esce dal conchiuso spazio del Campo(dove il tempo era come sospeso) per entrare nell'oggi, nei luoghi della quotidianità. In modo da suturare passato e presente, i viventi e i trapassati, il ricordo e la contemporaneità. Ecco, è l'insieme di tali significati che i senesi vogliono in qualche modo rappresentato sul drappellone.
E' questo tipo di 'riconoscibilità' che si chiede venga illustrata dal pittore di turno. Impresa non facile, che deve saper coniugare l'originalità con il déjà vu, la leggibilità di certi segni con l'intangibilità di un intimo sentire, la descrizione puntuale con l'allegoria e la cifra artistica. Si vuole che il Cencio sia specchio di identità, di un volto fatto da molti volti; dunque riflesso e - di più - esaltazione di una siffatta effigie.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 14 luglio
a cura di Luigi Oliveto

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Si comincia a parlare di monte

Messaggio  jabru il Lun Lug 15, 2013 4:22 pm

Palio di Siena del 16 agosto: un primo sguardo alle possibili monte
Lunedì 15 Luglio 2013 09:33 di Gabriele Voltolini

Quasi un mese esatto ci separa dal Palio di agosto e nonostante il periodo di vacanza, in città iniziano a circolare le prime voci sulle possibili monte dell’Assunta. Proviamo a dipingere un primo quadro della situazione, contrada per contrada.

LUPA: L’infortunio di Brio ha complicato le cose a capitan Burrini, che probabilmente avrebbe nuovamente affidato il giubbetto al fantino senese. In caso di cavallo competitivo il nome caldo è quello di Scompiglio, mentre l’alternativa potrebbe essere Girolamo.

TORRE: Non semplice anche la situazione di Salicotto, che si trova nuovamente a fare i conti con l’Oca e l’Onda. Come a luglio, un nome su cui capitan Capelli potrebbe puntare è Silvano Mulas, mentre non sono da escludere le piste che portano a Caria e Chessa. Più difficile Bartoletti.

BRUCO: Esordio assoluto per capitan Turchi che potrebbe puntare senza mezzi termini sul vincitore di luglio Giovanni Atzeni. Gingillo è un altro nome caldo, così come quello di Luigi Bruschelli in caso di situazione favorevole.

CHIOCCIOLA: Altro capitano esordiente, fresco di elezione, che proverà a portare una monta di livello in San Marco. Il primo nome sulla lista di Villani è quello di Jonatan Bartoletti. Mulas e Migheli rappresentano due possibili alternative.

AQUILA: E’ il tormentone dell’estate senese. Trecciolino ad agosto andrà a montare nell’Aquila. In caso di cavallo importante il matrimonio potrebbe realizzarsi veramente, ma le alternative a capitan Romei non mancano, Tittia e Scompiglio su tutti.

NICCHIO: Sebastiano Murtas ha ben figurato a luglio e capitan Corbelli potrebbe dargli un’altra chance, ma con una situazione importante, questa volta si proverà ad arrivare seriamente a Trecciolino. Tittia e Girolamo sono 2 nomi da non sottovalutare.

OCA: La contrada di Fontebranda, dopo la vittoria di luglio, si trova nella migliore situazione possibile. Facile pensare che si possa ripartire da Tittia, ma anche per riavvicinarsi definitivamente a Gigi Bruschelli, non è escluso che si pensi di affidare il giubbetto a Grandine per esempio.

ONDA: A luglio Luca Minisini non ha entusiasmato, per usare un eufemismo, ma ha l’attenuante del cavallo. Non è da escludere che capitan Coppini possa riproporlo, ma è più facile pensare a Dino Pes, già seguito a luglio prima dell’infortunio, Caria o Murtas.

TARTUCA: Varie strade aperte per il rione di Castelvecchio. Capitani ha la possibilità di scegliere tra una rosa ampia di nomi, a partire da Trecciolino (più difficile), passando per Tittia e Gingillo, fino ad arrivare a Grandine.

SELVA: L’estrazione a sorte permette a capitan Targetti di esordire. Si è parlato di Trecciolino, ma è molto difficile. Più concrete le piste che portano a Scompiglio, Voglia o Salasso. La sorpresa potrebbe essere Gingillo.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini: Tittia

Messaggio  jabru il Mar Lug 16, 2013 12:19 pm

Verso il Palio del 16 agosto 2013, i fantini: Giovanni Atzeni detto Tittia
Martedì 16 Luglio 2013 10:23 di Gabriele Voltolini

Comincia oggi il nostro percorso di avvicinamento al Palio di Siena del 16 agosto. Ad un mese esatto dalla carriera dell’Assunta, inizieremo a dare voce a tutti i protagonisti, dai fantini ai capitani delle 10 contrade che saranno in Piazza il 16 sera.

La prima intervista spetta di diritto al grande protagonista del Palio di Luglio. “Sono pronto per dare il meglio di me stesso ed arrivare al terzo successo”. Così parlava a Sienafree.it Giovanni Atzeni detto Tittia lo scorso 26 giugno. Ed a distanza di pochi giorni dalle sue dichiarazioni, è arrivata la grandissima vittoria nell’Oca, la terza personale sempre con il giubbetto di Fontebranda, che lo ha consacrato definitivamente tra i migliori fantini del momento. Il ragazzo nato a Nagold in Germania e cresciuto in Sardegna, adesso non vuole fermarsi ed è pronto a tornare in Piazza per essere protagonista anche ad agosto.

Giovanni, come mai tutta quella fiducia nelle tue dichiarazioni a pochi giorni dalla carriera di luglio?
«Perché ho lavorato duro un anno intero solo per prepararmi nel migliore dei modi per il palio. Ci sono annate che provi e riprovi a fare il meglio possibile, cercando di migliorare sempre. In inverno ho coltivato ottimi rapporti con le persone, le contrade e i colleghi, cercando di mettere tutte le cose apposto ed i risultati sono arrivati».

Hai fatto una corsa quasi perfetta. Qual è stato il momento in cui hai avuto la convinzione di poter vincere?
«Al termine del primo giro alla mossa quando ho chiuso la Torre».

Ed uno in cui hai avuto paura di perderlo?
«Quando è arrivata la busta e mi è toccato un posto alto, con tutti i cavalli partenti sotto di me».

Con questa vittoria sei entrato nella storia dell’Oca, come Aceto e Trecciolino. Non male direi…
«Senza dubbio. Si dice che tutti i fantini importanti sono partiti dall’Oca, speriamo di mantenere questo detto. E poi non sarebbe male se potessi raggiungere i risultati fatti dai due che hai nominato».

L’inizio è promettente visto che a 28 anni Trecciolino vinse il suo primo palio e te sei già a quota 3…
«Sai che non ci avevo mai pensato a questa cosa. Interessante».

Per il momento l’Oca è quella che è riuscita a tirare fuori il meglio da te, visto che le tue 3 vittorie sono arrivate tutte con il giubbetto di Fontebranda…
«Sono bravi a trasmettere serenità. Tutti credono in te, dal bambino fino alla persona di 90 anni. Riescono a trasmetterti forti motivazioni, senza troppe pressioni. Quando indossi quel giubbetto sei uno di loro».

Luglio è un capitolo chiuso, adesso tutte le attenzioni sono rivolte alla carriera dell’Assunta. Giovanni riparte dall’Oca?
«Ho tante situazioni aperte e l’Oca è una di queste, ma anche loro cercheranno di portare avanti le proprie strategie. Inoltre, non so quanta voglia avranno di rivedermi (ride)».

Tante strade aperte, tipo Tartuca, Bruco e Nicchio per esempio…
«A questo giro devo dire che ho veramente diverse situazioni aperte. Negli anni passati e nell’inverno scorso, ho cercato di mantenere buoni rapporti con tutte. Diciamo che non posso montare nella Torre e nella Chiocciola, visto che lo scorso anno ho indossato il giubbetto della Tartuca. Per il resto tutto è possibile».

Ovviamente sarà decisiva l’assegnazione…
«Sì, i cavalli saranno un passaggio fondamentale».

A proposito, che ne pensi del lotto di luglio. Hai visto qualcosa di interessante da cui ripartire?
«Alcuni soggetti hanno fatto dei buoni spunti, tipo Pestifero, che forse ha impressionato maggiormente. Anche i cavalli più esperti che avevano già corso il palio non sono andati male perché credo che alla fine l’esperienza conti. Per agosto, penso che si possa comunque fare un lotto piuttosto equilibrato»
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Confermato il mossiere

Messaggio  jabru il Mar Lug 16, 2013 8:48 pm

Confermato il mossiere per il Palio del 16 agosto

Deliberate, dalla Giunta Comunale, in vista del prossimo Palio del 16 agosto la nomina del Mossiere, dei Deputati della Festa, Ispettori della Pista, Giudici della vincita e Maestro di Campo.
In base alla designazione unanime dei Capitani delle Contrade è stato riconfermato, nel ruolo di mossiere, Bartolo Ambrosione. In adesione alla designazione espressa dal Magistrato delle Contrade i Deputati della Festa sono: Claudio Rossi, Pietro Bazzani, Carlo Rossi; gli Ispettori della pista Simone Carloni, Fabio Rossi, Michele Santillo. Il ruolo di giudici della vincita spetterà a Mauro Civai, Roberto Saladini e Maria Isabella Becchi. Maestro di Campo Franco Sodi.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Strategia di contrada: Lupa

Messaggio  jabru il Mer Lug 17, 2013 4:32 pm

Verso il Palio del 16 agosto 2013, le strategie delle dieci Contrade al canape raccontate dai Capitani: LUPA
Mercoledì 17 Luglio 2013 10:10 di Gabriele Voltolini
Oggi andiamo a scoprire le strategie della prima contrada che prenderà parte alla carriera dell’Assunta, la Lupa. A luglio una corsa magistrale non è bastata ad Andrea Mari a riportare il cencio in Vallerozzi dopo 24 anni di distanza dall’ultima vittoria, ma ad agosto capitan Burrini avrà una nuova chance e questa volta senza l’avversaria in Piazza.

Guido, dopo il bellissimo palio di luglio in cui è mancata solo la vittoria, la Lupa torna in Piazza, questa volta senza l’Istrice. Come cambiano le vostre strategie?
«Non cambiano perchè andremo avanti per la nostra strada. Di certo sarà una situazione diversa rispetto a quella di luglio».

L’infortunio ad Andrea Mari vi priva di un fantino che poteva rappresentare una certezza anche ad agosto. Quanto vi penalizza questo fatto?
«Andrea a luglio ha fatto una corsa magistrale che nella Lupa non ci potremo mai dimenticare. Molto probabilmente sarebbe stato con noi anche ad agosto. Purtroppo non sarà così e dovremo rivedere le nostre posizioni. Gli auguriamo che si rimetta quanto prima dal brutto infortunio».

Si parla molto di Scompiglio e Girolamo. La Lupa potrebbe ripartire da uno dei due?
«In questo momento la Lupa può montare quasi tutti i fantini. Il lavoro svolto nei mesi scorsi ci permette di tenere aperte molte soluzioni ed a seconda delle caratteristiche del cavallo che ci toccherà in sorte, cercheremo di formare la migliore accoppiata possibile, proprio come abbiamo fatto a luglio».

Con il lotto basso come a luglio, non si vedono più i popoli delle contrade esultare per un cavallo. Da capitano, ma soprattutto da senese, pensi che sia giusto privare i contradaioli di una delle emozioni più forti della Festa?
«Personalmente sono sempre stato favorevole ai cavalli migliori ed esperti e adesso ne sono ancora più convinto».

Pensi che nel lotto di luglio si siano visti dei soggetti validi da far rientrare anche ad agosto?
«Sicuramente sì, a patto che non abbiano subito dei traumi particolari. Uno su tutti Pestifero, per esempio, che ha confermato in pieno le aspettative della vigilia».

Chiudiamo con il capitolo mossiere. A luglio sono state mosse diverse critiche ad Ambrosione, soprattutto per la mossa falsa. Cosa pensi al riguardo?
«Sul mossiere mi sono già espresso subito dopo il palio di luglio. Siamo rimasti molto delusi e amareggiati dalla sua leggerezza nel far rispettare le posizioni al canape, soprattutto quella della nostra avversaria, nonostante le sue continue raccomandazioni durante le prove. Abbiamo comunque votato favorevoli alla sua riconferma per il debito di riconoscenza a livello cittadino che abbiamo nei suoi confronti, per essere nuovamente salito sul verrocchio quando il Palio aveva bisogno della sua professionalità».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'Assunta

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum