4 giorni di passione

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Palio a carte coperte

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 11:16 am

Palio a carte coperte Provaccia: vince l'Onda
Alle 10,30 la segnatura dei fantini in Comune - di Laura Valdesi

Siena, 16 agosto 2013 – Passerà alla storia – fatta eccezione magari per Aquila, Chiocciola e Onda – come il Palio “nascosto” quello che si corre stasera. Perché a provare in maniera quantomeno evidente non è stata nessuna accoppiata. Ma passerà alla storia anche come il Palio delle carezze: tante quelle fatte da Trecciolino ad Oppio, anche Amsicora, uscendo dall'entrone e poi in corsa, ne ha garantita una buona dose a Mocambo.
Impossibile valutare i valori in campo, soprattutto dalla provaccia di stamani dove di rincorsa c'era la Lupa – Scompiglio e Lo Specialista - e che è stata vinta da Tittia su Morosita (Onda). Coglie bene il via Tremendo su Osvaldo (Oca), insieme all'Aquila che sicuramente stasera vedremo fra le punte al momento del via stante la prontezza di Naikè. Si è visto Tittia con qualche spunto, in particolare un Casato dove ha provato ad accelerare la cavalla. Ci crede. E si vede. Nascosti un po' tutti gli altri.
Poca gente sui palchi – la notte è stata lunga nelle Contrade dove si è svolta la cena della prova generale -, tanti applausi e saluti dei cittini del Nicchio a Trecciolino. Adesso è il momento della segnatura: appuntamento alle 10,30 in Comune.
La.Valde. da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il Palio diventa "a bollore"

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 11:20 am

Il Palio diventa a "bollore" Il caso Scompiglio-Lo Specialista
Le finali di atletica leggera fanno slittare la diretta del Palio su Rai5
Nella storia della Festa feeling fra Aceto e Panezio, Cianchino e Benito, più di recente Trecciolino e Berio

Siena, 14 agosto 2013 — La terza prova, Torre di rincorsa ferma come il marmo (Girolamo su Polonski), ha cominciato a far capire di che pasta sarà composto questo Palio: qualcuno resterà al canape. E altri riserveranno una bella sorpresa. Per la cronaca, ha vinto l’Aquila dopo tre giri a tutta manetta (o quasi) di Gingillo su Naikè. Un chiaro test per la Contrada e per acquistare ulteriore credibilità in merito alle chance di vittoria. Ha impressionato ma c’è anche chi dice che, in realtà, in questo lotto c’è chi galoppa molto di più della cavallina dei Quattro Cantoni. Forse. Comunque Gingillo ha preso traiettorie importanti e dimostrato la determinazione che indossare un giubbetto pesante come quello dell’Aquila necessariamente comporta.
Il Nicchio, accoppiata impreziosita dalla monta di Trecciolino, si è limitato a provare giusto qualche spunto. Semmai c’è stata un po’ di confusione fra i canapi, il mossiere se l’è cavata egregiamente con i tempi dell’«entra-esci», l’imprevisto dell’Oca (un ferro perso da Osvaldo) si è risolto con la prova saltata da parte di Fontebranda. Ci sarebbe voluto troppo tempo per ferrarlo nuovamente in maniera rapida, così con buona pace di tutti si è deciso di riportarlo nell’Entrone. E da qui in Contrada. Il veterinario comunale Marco Reitano ha liquidato l’accaduto come «una sciocchezza». Osvaldo stamattina sarà regolarmente al canape.

Fin qui la cronaca di una notte che non ha portato cambi di monte. Ormai al Palio si dovrebbe andare con l’attuale ‘formazione’. Dove spicca la quinta volta di Scompiglio su Lo Specialista. Sembra quasi che fantino e cavallo facciano ad inseguirsi: il barbero finisce sempre nelle Contrade con cui il pistoiese ha contatti e possibilità di monta. Un’attrazione fatale che alla terza carriera ha fruttato la vittoria nel Valdimontone.
Non è certo l’unico fantino che ha legato il suo nome ad un cavallo. Non mancano i precedenti famosi. Guardando nel passato recente, spicca ovviamente l’accoppiata Trecciolino-Berio che ha dato quattro belle soddisfazioni al fantino, compreso il ‘cappotto’, anche se in due contrade diverse, nel 2005. A inizio ’900 Ganascia aveva vinto due Palii con Folco (1933, il cappotto della Tartuca), montandolo però anche la Carriera seguente nel Drago. Che dire poi di Vittorino e Gaudenzia prima e poi Uberta De Mores: due Carriere vinte con ciascun cavallo.
Storica la sintonia fra Aceto e il ‘ragionier’ Panezio. In tre occasioni questa mitica accoppiata ha vinto il Palio (1974, 1975, 1976). Il re della Piazza tornò a montarlo nel 1981 e nel 1982. Anche Cianchino ha legato il suo nome al cavallino Benito con cui trionfò nell’Onda e nella Pantera: 1985 e 1987. Succede però anche ai cavalli: basta pensare a Fedora saura che si era trovata così bene nel Drago. Che ci è andata tre volte.
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Morosita e Tittia primi al verrocchino

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 11:29 am

MOROSITA PRIMA E TITTIA PER L'ONDA PROTAGONISTI NELLA PROVACCIA: QUESTA SERA PALIO
Alle 15 ci sarà la benedizione del cavallo e del fantino. Alle 16.50 sarà la volta del corteo storico che farà il proprio ingresso in piazza
16/08/2013 09:45:13

Anche la Provaccia ha i suoi vincitori, sono Morosita Prima e Tittia per la contrada dell’Onda. Partenza forte per l'Oca, Aquila e Onda. Oca, al primo San Martino, fa un andatura di testa a seguire la Selva mantiene il primo posto fino all’ultimo casato poi Tittia con Morosita Prima ha guadagnato terreno vincendo la Provaccia. Questa sera finalmente sarà Palio.

Ordine di ingresso tra i canapi: Oca, Selva, Nicchio, Aquila, Torre, Bruco, Tartuca, Chiocciola, Onda e Lupa di rincorsa.

Giornata ricca di appuntamenti Alle 10.30 nel palazzo si svolgerà la segnatura dei fantini alla presenza del sindaco. La scelta del fantino e la presentazione del giubbetto che indosserà non potrà più essere cambiata. Alle 15 ci sarà invece la benedizione del cavallo e del fantino. Alle 16.50 sarà la volta del corteo storico che farà il proprio ingresso in piazza e alle 19 l’arrivo del Drappellone issato sul palco dei giudici, segnerà l’inizio del Palio.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il programma della giornata

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 11:32 am

Questa sera alle 19.00 si correrà il Palio, questo il programma della giornata:

ore 10.30 - Nel Palazzo Comunale si procede alla 'segnatura dei fantini'. Capitani e fantini si riuniscono, alla presenza del Sindaco, per l'iscrizione del fantino e la presentazione del giubbetto che indosserà in corsa che da questo momento non potranno essere più sostituiti per alcun motivo.

ore 15.00 - Benedizione del cavallo e del fantino. Dopo la vestizione della comparsa, nelle Contrade partecipanti alla corsa, ha luogo il rito della benedizione del cavallo e del fantino nel rispettivo oratorio. Il sacerdote, conclude il mistico rito, con l’augurio che è quasi un ordine: "Vai e torna vincitore!".

Dopodichè le comparse delle Contrade e i figuranti del Comune attraversano il centro storico soffermandosi in Piazza Salimbeni, al 'casino dei Nobili', davanti a Palazzo Chigi Saracini e in Piazza del Duomo ad eseguire la sbandierata.

ore 15.50 - Partenza del corteo dal cortile del Palazzo del Governo in Piazza del Duomo, per raggiungere Piazza del Campo.

ore 16.50 - Il Corteo Storico entra nella Piazza, secondo l’ordine della prima prova.

ore 19.00 - Il Drappellone viene issato sul Palco dei Giudici mentre si effettua la sbandierata finale dei diciassette alfieri.

SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La sfida delle Contrade

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 5:42 pm

Palio di Siena, grande attesa C'è la sfida fra le contrade Tanti cavalli esordienti
Una corsa da sempre di grande fascino. Dalle 19 circa cavalli nei canapi, poi ogni momento sarà buono per la partenza della gara di Laura Valdesi

Siena, 16 agosto 2013 - I giochi sono fatti. Nessun cambio di monta, nessun fantino debuttante al Palio che si corre oggi. Uno dei primi ad uscire dal Comune è stato il capitano della Tartuca Vinicio Capitani che teneva un braccio sopra la spalla del fantino Sebastiano Murtas, detto Grandine, a cui ha affidato Porto Alabe: «Certo che me lo tengo stretto», è stata l’unica battuta prima di uscire in fretta. Così per gli altri dirigenti, ormai tutti concentrati sull’obiettivo. Intanto si è svolta anche la Provaccia, che ha visto la vittoria dell'Onda.
Ore 15.27 - Su Siena Tv il tecnico del Siena Mario Beretta, pronto a dirigersi in piazza del Campo, parla del Palio. "Il Palio è un aspetto fantastico di Siena, un appuntamento particolare in un'atmosfera meravigliosa. Mi appresto a prepararmi quasi da senese". Il tecnico è stato invitato dal sindaco in piazza del Campo. Il Siena domani va a Livorno per la Coppa Italia. "La squadra - dice il tecnico - sta bene a parte qualche acciacco di poco conto, normale dopo un mese circa di preparazione. Siamo un po' tirati come numero ma faremo di necessità virtù per fare una buona partita a Livorno. Un test importante che ci fa piacere affrontare perchè è subito una prova importante dal punto di vista della tensione emotiva".
Ore 14.59 - Passa il corteo della contrada della Lupa in Banchi di Sopra. I contradaioli accompagnano i figuranti in piazza del Campo.
Ore 14.55 - Grande folla di turisti in giro per Siena. Tantissima gente che, complice il periodo di vacanza, vedrà il Palio, che attrae moltissimo anche il pubblico internazionale.
Ore 14.52 - Le comparse del corteo storico stanno radunandosi a Palazzo del Governo per poi iniziare la sfilata storica, un altro tradizionale momento del Palio di Siena.
Ore 14.36 - E' iniziata la benedizione dei fantini e dei cavalli nelle varie contrade. Un momento molto sentito dai contradaioli prima della corsa
TUTTI I FANTINI, I CAVALLI, LE CONTRADE - Vediamo allora chi si contenderà il Drappellone doppio dipinto da Cesare Olmastroni e da Cecilia Rigacci. Trecciolino su Oppio nel Nicchio dà la caccia al record di Aceto di 14 successi mentre Tittia nell’Onda su Morosita, l’accoppiata che è entrata più nell’occhio degli addetti ai lavori, prova a realizzare il ‘cappotto’ di vittorie stagionale che lo porterebbe a quattro. E gli garantirebbe di candidarsi alla successione di Trecciolino. Dovrà guardarsi le spalle da Scompiglio che, nella Lupa su Lo Specialista, prova a togliere la ‘cuffia’ di nonna alla contrada. Non gli dispiacerebbe raggiungere a quota tre vittorie Tittia e l’infortunato Brio. Lo stesso vale per Gingillo, che corre su Naikè nell’Aquila, assetata di quel successo che manca dal 1992.

Si gioca tutto Amsicora nel Bruco su Mocambo dopo il Palio discusso di un anno fa e lì’assenza per Provenzano. Occasione ghiotta per il fantino, sia perchè la contrada non ha rivali ed è potente, sia perchè il cavallo è preciso ed affidabile. Una vittoria l’ha già alle spalle Voglia che deve ora riaffermarsi: Phalena è promettente, ma una debuttante. Dovrà metterci il cuore per far esultare la Chiocciola. Stesso sentimento per Girolamo chiamato nella Torre sull’esordiente Polonski ad una grande prestazione, meglio se questa si coronerà con l’arrivo primo al bandierino.

Fra i fantini che hanno una grande necessità di graffiare c’è anche Dè che monta Nicolas nella Selva dopo che Salasso è stato sceso: viene accreditato come un possibile cavallo-rivelazione. Più basse le quotazioni di Osvaldo (Oca) affidato a Tremendo da capitan Claudio Cocchia che farà di tutto affinché la sua avversaria non vinca. Ora è il momento dell’attesa. Quella più lunga. Quella (forse) più bella.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Le accoppiate definitive

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 5:50 pm

PALIO, DECISE LE ACCOPPIATE DEFINITIVE: CONFERMATE LE MONTE DI QUESTI GIORNI
Poche ore e il Palio comincerà. Confermati i protagonisti per questo 2013
16/08/2013 14:11:46

Confermate tutte le monte. Si è svolta la segnatura dei fantini che correranno il Palio di Siena in questo agosto 2013:

Lo Specialista – Lupa con Jonatan Bartoletti detto Scompiglio

Polonski – Torre con Alessio Migheli detto Girolamo

Mocambo – Bruco con Antonio Siri detto Amsicora

Phalena – Chiocciola con Silvano Mulas detto Voglia

Naikè – Aquila con Giuseppe Zedde detto Gingillo

Oppio – Nicchio con Luigi Bruschelli detto Trecciolino

Osvaldo – Oca con Francesco Caria detto Tremendo

Morosita Prima – Onda con Giovanni Atzeni detto Tittia

Porto Alabe – Tartuca con Sebastanio Murtas detto Grandine

Nicolas de Petra Ulpu – Selva con Luca Minisini detto Dè
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Le accoppiate

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 5:53 pm

'SALVE' NELL'ENTRONE, ONDA E LUPA FAVORITE. CRESCE LA SELVA, NICCHIO HA LAVORATO IN GRANDE
Torre è l’outsider di lusso, Bruco di forza. Chiocciola in calo, Tartuca si rifà, Aquila e Oca con interrogativi
16/08/2013 11:33:09

Mancano una manciata di ore allo scoppio del mortaretto che sancirà la vittoria del Palio dell'agosto2013, e ancora cambiano i valori delle accoppiate al canape. Visto il lotto molto omogeneo, sembrano salire le incognite che solo le strategie dei capitani possono risolvere. E ieri sera, all’interno del Cortile del Podestà ci sono stati esempi eloquenti. Le dirigenze della Selva hanno parlottato con Chiocciola e Onda e poi gli abbracci tra Minisini e Tittia: “Sono state decise delle salve tra fantini, niente ‘partiti’. Magari nella notte qualche incontro o qualche nuova strategia potrà delinearsi” ha detto il capitano dell’Onda Riccardo Coppini spiegando il rendez-vous di pochi minuti prima. Guardiamo quindi la situazione con il borsino delle accoppiate.

Onda Tittia non ha messo in mostra più di tanto Morosita in queste prove. Il barbero però ha dimostrato di essere cresciuto in modo netto ed ha raggiunto una buona maturità per la Piazza. Veloce e precisa, se sará condotta a dovere e le strategie punteranno al trionfo, sarà senz'altro la contrada vincitrice. Potenti.

Lupa Lo Specialista e Bartoletti hanno studiato da grandi. L'accoppiata è ormai rodata ed affiatata, entrambi non hanno più segreti, sono al loro quinto Palio insieme e attendono soltanto di correre nuovamente. Partenza potente, è un barbero affidabile pure in corsa anche se non ha un galoppo superiore ad altri. Ma in questo caso, l'esperienza e la vittoria già ottenuta compresa la voglia della contrada di tornare al trionfo dopo 24 anni, possono fare la differenza. Concretezza.

Nicchio Oppio e Bruschelli sono una delle accoppiate favorite se non altro per la monta del Re di Piazza su un debuttante che è cresciuto moltissimo. Gran parte di questa Carriera ruota intorno a loro e alla contrada del Nicchio che stasera fra i canapi sarà una potenza (tra l'altro Trecciolino è alla ricerca della quattordicesima vittoria, record per eguagliare Aceto), ieri mattina hanno anche provato a passo svelto un giro e mezzo, molto positivo. L'unico interrogativo è il debutto del cavallo, ma Trecciolino ha già capito come tenerlo. Oppio è svelto in partenza, gran carattere. Giganti.

Selva Nicolas de Pedra Ulpu e Minisini sono cresciuti moltissimo tanto da essere presi maggiormente in considerazione rispetto alla prima prova quando il cavallo è stato montato da Ricceri, già vittorioso nel 2006. Dè, che in Vallepiatta ha debuttato nel 1998, grazie anche alla stalla di capitan Targetti, sembrano riusciti a migliorare sensibilmente il barbero che ha dato segnali di grande vitalità alla mossa e incorsa. Ieri l'ennesima dimostrazione. Ardimentosi.

Torre Polonski e Migheli non sono rimasti nascosti, anzi. Girolamo ha voluto provare in diverse occasioni il suo barbero che ha dato buone risposte soprattutto alla mossa. Anche in corsa la crescita in queste prove è stata consistente. Il barbero sta bene, è reattivo e ha tanta voglia di galoppare. Migheli è fantino capace a capire ogni situazione, dovrà però guardarsi le spalle dalle nemiche Oca e Onda. Ma adesso è il momento di conferme. Grintosi.

Bruco Mocambo e Siri costituiscono una interessante accoppiata. Il cavallo ha dimostrato una grande forza, e può contare su una monta grintosa con cui si è molto affiatato. Entrambi hanno voglia di affermarsi sul tufo, potrebbe essere il loro momento. Outsider di lusso.

Aquila Naikè e Gingillo sembravano inizialmente tra le accoppiata favorite, ma la regressione si è vista soprattutto dopo la terza prova in cui il lavoro del cavallo non ha convinto moltissimo. Ieri sera sono andati un po’ meglio, lo scatto in partenza è l'arma da sfruttare e Gingillo che sa come fare ha l'obbligo di riuscirci perché mettere la testa avanti e girare primi a San Martino vorrebbe dire avere grandi chance di vittoria. Preponderanti.

Tartuca Porto Alabe e Murtas hanno palesato diverse difficoltà. Il fantino solo ieri sera è riuscito a tirare fuori il meglio da questo barbero alla seconda presenza in Piazza, con una buona uscita dai canapi ed un galoppo veloce e fluido. Un riscatto rispetto alla terza prova quando è rimasto girato al momento che i canapi si sono abbassati. C'è poi la nemica Chiocciola da tenere d'occhio. Sorpresa?.

Chiocciola Phalena e Mulas, bel feeling, ma rispetto alla prima prova il borsino è in discesa perché si sono manifestate alcune difficoltà di reazione all'uscita dei canapi. Sono comunque una accoppiata che gode di molti favori da parte degli addetti ai lavori anche se c'è da tenere conto che il barbero è una femmina, è all'esordio e sente lo stress in partenza. In ogni modo la potenza del cavallo non si discute, il tempo di galoppo anche ieri sera è stato da marcia trionfale. In più Voglia ha l’obbligo di tornare a vincere. Portenti.

Oca Osvaldo e Caria non si sono visti molto in queste prove, inoltre non hanno corso una prova per un ferro strappato. Il cavallo è all'esordio in Piazza ed ha mostrato alcuni limiti fra i canapi. E' vero però che ha uno scatto potente in partenza, qualità e galoppo sicuro così come è vero che dopo la vittoria di luglio e la presenza della nemica Torre con una accoppiata sicuramente superiore, le strategie di Fontebranda potrebbero essere solo quelle di non far vincere l'avversaria: e sarebbe, questa, una ulteriore "vittoria". Strategici.

A cura di Giorgio Agonigi
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ultimo borsino delle accoppiate

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 6:05 pm

Palio di Siena del 16 agosto, il borsino definitivo delle accoppiate: Onda, Lupa e Nicchio le favorite
Venerdì 16 Agosto 2013 13:37 di Gabriele Voltolini

Ci siamo. Il Palio di agosto 2013 sta per raggiungere il suo culmine. Tra poche ore negli oratori di contrada si svolgeranno le benedizioni del cavallo, poco prima delle 17 partirà la passeggiata storica ed infine alle 19 i cavalli usciranno dall’entrone. L’attesa tra i contradaioli sta crescendo di minuto in minuto. In questi giorni abbiamo parlato delle 10 accoppiate che saranno ai canapi questa sera, valutandone pregi e difetti, adesso è arrivato il momento di individuare le nostre favorite, le possibili sorprese e le incognite della carriera che si correrà tra poche ore.

LE FAVORITE:

ONDA: Probabilmente non ha la fame di vittoria di altre contrade, avendo vinto lo scorso anno, ma l’accoppiata è potente, affidabile e credibile. Tittia potrebbe inoltre definitivamente affermarsi e candidarsi per l’eredità di Trecciolino. Certe occasioni non vanno sprecate quando ti si presentano e capitan Coppini lo sa.

LUPA: Delle 10 è l’accoppiata con il miglior feeling cavallo-fantino. Scompiglio è al suo quinto palio con Lo Specialista. Ne conosce limiti, pregi e difetti. Il fantino pistoiese sa che sarà determinante partire davanti e le possibilità per farlo ci sono vista anche la calma del cavallo tra i canapi. Mancando anche la rivale, la Lupa è sicuramente una delle favorite di questo palio.

NICCHIO: Oppio non è il primo cavallo del lotto, ma Luigi Bruschelli è garanzia di credibilità e strategia. Di certo, a livello politico, il Nicchio rappresenta una realtà importante di questa carriera e se dovesse anche avere la fortuna di un ordine al canape favorevole, potrebbe sistemare gli ultimi tasselli per giocarsi il palio da protagonista.

LE POSSIBILI SORPRESE:

AQUILA: Nelle prove Gingillo è quello che si è impegnato più di tutti per cercare di testare Naikè e di trovare il giusto feeling con il cavallo. A livello di potenza, forse, non è tra le prime accoppiate, ma lo spunto in partenza è ottimo e partire davanti può valere mezzo palio. Giuseppe Zedde, inoltre, è chiamato al riscatto e questa volta ha davvero l’occasione giusta per dimostrare quanto vale.

CHIOCCIOLA: Phalena ha impressionato, sia nelle batterie che in un paio di prove. L’unica incognita è dovuta alla giovane età e all’inesperienza della sorella di Istriceddu, che anche ieri sera tra i canapi ha mostrato un po’ di nervosismo. La presenza della rivale, inoltre, non facilita il compito di Silvano Mulas, che è atteso da un palio difficile nel quale dovrà dimostrare di avere coraggio e sangue freddo.

BRUCO: Mocambo e Amsicora sono cresciuti nei 4 giorni. L’accoppiata di Via del Comune è rimasta piuttosto nascosta, dimostrando però che le qualità per fare il palio ci sono tutte, a partire dalla mossa dove il cavallo sa farsi trovare pronto (vedi luglio). Mocambo è piuttosto esperto, il fantino vuole dimostrare quanto vale e il Bruco potrebbe essere la vera sorpresa di questo palio.

SELVA: Nicolas ha mostrato delle ottime qualità, inoltre Luca Minisini è sembrato trovarcisi molto bene, con un feeling che è cresciuto esponenzialmente di giorno in giorno. Sicuramente le accoppiate favorite sono altre, ma per quanto visto in questi giorni, la Selva potrebbe recitare un ruolo di primo piano in questa carriera.

LE INCOGNITE:

TORRE: E’ una delle accoppiate che è cresciuta di più in questi giorni. In un paio di circostanze Girolamo è riuscito anche a mostrare le ottime doti di Polonski in partenza. Il palio della Torre, però, non si annuncia semplicissimo perché l’Oca cercherà sicuramente di evitare “la ringollata”. Alessio Migheli avrà molti occhi addosso e innanzitutto dovrà cercare di districarsi dalla marcatura di Fontebranda.

OCA: Vedi sopra. L’obiettivo dell’Oca è quello di non far vincere la Torre e Francesco Caria per prima cosa dovrà pensare a svolgere il compito affidatogli da capitan Cocchia. Se poi le situazioni saranno favorevoli, allora potrebbe anche cambiare la strategia, ma in prima battuta Tremendo penserà ad ostacolare l’avversaria.

TARTUCA. Stesso discorso fatto per l’Oca. Anche la Tartuca cercherà innanzitutto di evitare la purga e sfruttare comunque le occasioni che le si potranno presentare. L’accoppiata è cresciuta di prova in prova e stasera il giovanissimo Grandine è atteso da un altro palio piuttosto complicato, ma le qualità per fare bene ha mostrato più volte di averle.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Accoppiate: chi sale e chi scende

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 6:10 pm

CHI SALE E CHI SCENDE NEL BORSINO DEL PALIO
News 16-08-2013


E’ iniziata la giornata "infinita". La Messa del fantino dinanzi alla Cappella sotto la Torre del Mangia, la "Provaccia" e poi la segnatura dei dieci assassini, come una volta venivano definiti gli sfrontati campioni che avrebbero condotto i dieci barberi alla mossa.

Nelle Contrade ci si prepara alla vestizione della Comparsa. C’è tempo per un banchetto degli avanzi e si arriva al momento emozionante della benedizione del cavallo all’interno degli oratori. La sbandierata dinanzi alla sede e poi in corteo lungo le strade della città…il saluto al Monte dei Paschi, quello al Palazzo Arcivescovile e poi piano piano dalla Prefettura si snoda una passeggiata magica fino alla bocca del Casato. E’ un giorno che non finisce mai...e invece sarà la Carriera a mettere fine ai sogni di nove popoli e far impazzire di gioia la Contrada che riuscirà a mettere le mani sullo strano doppio drappellone.

La borsa dei valori del Campo intanto impazza. Tutti fanno previsioni…tutti hanno colto progressi, parità o regressi sui "titoli" dei dieci contendenti.

Ferma al bello stabile l’Aquila. Gingillo ha trovato subito l’assetto sulla svelta Naikè. Rimane un dubbio sulla tenuta della cavallina…ma se ha birra per almeno due giri pieni ecco che Capitan Romei può coltivare sogni di gloria.

Stabile anche la coppia di fatto che guida sul Campo la Lupa: Lo Specialista e Scompiglio non hanno niente da svelarci, debbono solo azzeccare una mossa fra le primissime punte e poi…

Bello stabile anche per la sinuosa Morosita e per Tittia: l’Onda è, già dalla tratta, la favorita numero uno di questa carriera. Resta solo da scoprire le carte intorno alla magica conchiglia.

In leggero rialzo il titolo del Bruco. Mocambo, che, non dimentichiamocelo, era primo pulito a luglio al primo San Martino, è veloce e preciso e il Siri-Amsicora sembra aver toccato le corde giuste per togliersi una bella soddisfazione.

A me pare in crescita sicura la Torre. Si diceva che Polonski avesse problemi alla mossa e invece Girolamo lo ha fatto schizzare a palla di fucile in almeno tre prove. Il cavallo ha un buon motore e in Salicotto possono sperare...eccome!

Discorso più delicato per la Chiocciola. Phalena, una femmina di appena cinque anni, dopo la batteria e le prime due prove ha accennato a qualche ritrosia nei confronti del canape. Se il Mulas riesce a limare la titubanza, la splendida cavalla ha dimostrato di saper e poter galoppare alla grande sul Campo. Il titolo, per ora, resta sospeso…

E’ invece in "toro" la Tartuca. Dopo qualche svarione, il Murtas ha trovato le giuste contromosse per far brillare alla mossa e in corsa Porto Alabe. Insomma ci può essere il rischio di una "grandinata" per tutti gli altri.

E veniamo all’altra punta certa dello schieramento, il Nicchio. Dove va il Bruschelli, cresce subito la forza del cavallo. E’ l’effetto che "l’imperatore", dall’alto dei 13 successi conseguiti sul Campo, fa su tutti gli addetti ai lavori. Alla mossa si è visto poco…ma il lavoro sul Campo ha dato buoni frutti. Oppio va, gira bene e cambia passo alla svelta se sollecitato. Stasera deve azzeccare anche una buona mossa, perché è lì che si vince almeno mezzo palio.

Anche la Selva fa registrare un punticino in più. Il Minisini sembra crederci in Nicolas che è di sicuro un bel barbero per la Piazza. E allora, occhio, perché in Vallepiatta le mezze misure non piacciono. Si tira sempre a vincere…

Stabile l’Oca. Palio come sempre un po’ mascherato per la gente di Fontebranda. Osvaldo è un esordiente di sei anni e il Caria deve solo fare il…Tremendo. Non credo di sbagliare se dico che a Capitan Cocchia andrebbe alla grande un nulla di fatto fra la sua Oca e la Torre. In fondo lui ha sempre da trovare il posto nel museo per il Palio vinto a luglio.

Si chiude qui il borsino. Ora la parola passa solo al Campo. E’ chiaro a tutti che la busta che sarà consegnata dalla guardia comunale ad Ambrosione avrà un valore altissimo. Chi sarà sorteggiato fra i primi cinque posti al canape avrà un vantaggio di non poco conto sugli altri. Chi sarà alto, diciamo dall’ottavo al nono, dovrà buttarsi subito pericolosamente all’interno rischiando grosso e chi sarà di rincorsa dovrà solo raccomandarsi alla sua buona stella, se ce l’ha, visto che il mossiere tende a dare sempre e comunque mosse molto giovani che di fatto escludono dal gioco grosso la rincorsa...appunto.

Roberto Morrocchi da OKDIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La mossa

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 8:15 pm

Oca, Bruco, Onda, Lupa,Tartuca, Torre, Nicchio, Aquila, Chiocciola e Selva di rincorsa
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

E' Onda

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 8:30 pm

L’Onda con Morosita Prima e Tittia vince il Palio del 16 agosto 2013


L’Onda con Morosita Prima e Tittia vince il Palio del 16 agosto 2013
Questo l’ordine di ingresso tra i canapi: Oca – Bruco – Onda, Lupa, Tartuca, Torre, Nicchio, Aquila, Chiocciola e Selva di rincorsa
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il Palio dell'Onda

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 8:37 pm

PALIO DI SIENA DEL 16 AGOSTO 2013: TRIONFA L'ONDA CON TITTIA
Venerdì 16 Agosto 2013 19:24 foto di Alessia Bruchi Bookmark and Share
L'ordine di ingresso ai canapi è stato il seguente: Oca, Bruco, Onda, Lupa, Tartuca, Torre, Nicchio, Aquila, Chiocciola e Selva di rincorsa

presentazione drappellone palio agosto 2013 - photo alessiabruchi 2013 (1)La contrada dell'Onda ha vinto il Palio di Siena del 16 agosto 2013 corso in onore della Madonna dell'Assunta, conquistando il Drappellone realizzato da Cesare Olmastroni e Cecilia Rigacci.

L'ordine di ingresso ai canapi è stato il seguente: Oca, Bruco, Onda, Lupa, Tartuca, Torre, Nicchio, Aquila, Chiocciola e Selva di rincorsa.

Dopo che il mossiere Bartolo Ambrosione ha fatto uscire una volta i cavalli dai canapi, e l'attesa dell'ingresso della rincorsa per qualche minuto, partenza con un ottimo scatto di Lupa, Oca e Tartuca. La Lupa passa prima a San Martino e conduce per un giro. Al secondo San Martino testa a testa tra Onda e Lupa, Onda che passa davanti e con un ultimo giro tutto al comando va a vincere il Palio di agosto con Morosita Prima e Tittia che bissa così il successo nel Palio di Luglio.


L'ordine di ingresso tra i canapi del Palio di Siena del 16 agosto 2013
(nell'ordine: cavallo, contrada, tra parentesi il numero di assegnazione, orecchio, di coscia e di trifora, sesso, età, manto, palii disputati, fantino)

Oca OSVALDO OCA (a2 - o10 - c21 - t7) C 6 BAIO (esordiente)
Francesco Caria detto Tremendo
Bruco MOCAMBO BRUCO (a8 - o5 - c14 - t3) C 8 BAIO (2 palii)
Antonio Siri detto Amsicora
Onda MOROSITA PRIMA ONDA (a5 - o2 - c7 - t8) F 8 BAIO OSCURO (2 palii)
Giovanni Atzeni detto Tittia
Lupa LO SPECIALISTA LUPA (a4 - o1 - c3 - t1) C 7 BAIO (5 palii, vinti 1)
Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
Tartuca PORTO ALABE TARTUCA (a6 - o4 - c9 - t9) C 5 SAURO (1 palio)
Sebastanio Murtas detto Grandine
Torre POLONSKI TORRE (a10 - o6 - c15 - t2) C 5 SAURO (esordiente)
Alessio Migheli detto Girolamo
Nicchio OPPIO NICCHIO (a7 - o8 - c18 - t6) C 6 GRIGIO (esordiente)
Luigi Bruschelli detto Trecciolino
Aquila NAIKE’ AQUILA (a1 - o7 - c17 - t5) F 7 BAIO (1 palio)
Giuseppe Zedde detto Gingillo
Chiocciola PHALENA CHIOCCIOLA (a9 - o3 - c8 - t4) F 5 BAIO OSCURO (esordiente)
Silvano Mulas detto Voglia
RINCORSA Selva NICOLAS DE PETRA ULPU SELVA (a3 - o9 - c19 - t10) C 7 BAIO (1 palio)
Luca Minisini detto Dè

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vince l'Onda

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 8:42 pm

Palio di Siena, vince l'Onda Gioia e lacrime in piazza del Campo
Siena, anche tanti turisti nel classico appuntamento dell'Assunta La tradizionale sfida del 16 agosto vissuta dalla città con grande partecipazione

Siena, 16 agosto 2013 - La contrada dell'Onda vince il Palio di Siena, quello dell'Assunta, nel tradizionale appuntamento del 16 agosto. Una giornata molto intensa, vissuta come sempre dalla città con incredibile partecipazione. Tanti i turisti che hanno assistito alla sfida. Emozioni già dall'ingresso dei cavalli ai canapi, poi la partenza della gara. Una giornata caldissima anche dal punto di vista climatico, con l'attesa scandita dalla Messa del fantino e dalla benedizione dei cavalli al mattino
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Phalena sottoposta a radiografia

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 9:42 pm

Phalena, cavallo della Chiocciola è stato sottoposto ad accertamenti medici

Phalena, il cavallo di 5 anni, andato in sorte alla Contrada della Chiocciola, ha subito, durante la corsa del Palio, un trauma a livello della fila-digitale all’arto anteriore destro, da verificare, radiologicamente.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Esulta il popolo di Malborghetto

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 9:44 pm

Esulta il popolo di Malborghetto con il suo quarantesimo Palio

L’Onda è volata sul tufo. E’ finita la spasmodica attesa che ha caratterizzato questi quattro giorni. Giovanni Atzeni, detto Tittia, su Morosita Prima (una femmina baio oscuro di 8 anni), ha portato la vittoria al popolo di Malborghetto. Per lui è la quarto Palio vinto,  per l’Onda il quarantesimo.
Oca, Bruco, Onda, Lupa, Tartuca, Torre, Nicchio, Aquila e Chiocciola si sono allineate fra i canapi,  con la Selva di rincorsa, mentre il sole, infuocato,  lambiva ancora gli antichi palazzi di Piazza del Campo. Un meraviglioso catino umano che ha atteso per ore guardando sfilare la storia di Siena e con questa l’antica passione per una corsa che è stata definita “dell’anima”.
A nulla è servito il guizzo della Lupa inseguita dall’Oca, Tartuca e Nicchio.
Alla prima curva del Casato l’Onda era già in terza posizione, quando vi girerà la seconda volta è in testa. Vi resterà fino alla fine inseguita, invano, dal Nicchio e dalla Torre. Tittia ha fatto “cappotto”, vista la vittoria riportata lo scorso luglio con il giubbetto dell’Oca.
Tre giri, in bilico tra sogno e realtà, mentre il cuore pulsava impazzito e il cervello cercava di anticipare l’esito. Sbaragliate le previsioni. Ancora una volta. Nessuna novità: è  il Palio di Siena. Qui è il fato a giocare la mossa vincente. Al di là degli accordi tra fantini, al di là delle strategie, minuziosamente pianificate dalle dirigenze contradaiole, al di là della bravura, sia del fantino sia del cavallo. La sorte è la magica incognita e regna sovrana su tutto ciò che è materia.
La corsa è finita. Il cavallo vittorioso viene abbracciato e baciato, come l’uomo che lo ha condotto al galoppo. Tutta la Contrada si è stretta, in un abbraccio di bandiere, ai due vincitori per poi recarsi in Duomo a ringraziare la Madonna assunta in cielo, patrona e regina di Siena, alla quale viene dedicato il Palio di mezz’agosto. Con loro il drappellone, dipinto da Cesare Olmastroni e Cecilia Rigacci, l’ambito premio per il quale sono state versate lacrime di gioia in un gioco senza tempo disputato, due volte all’anno, in questa città capace, come nessun’altra,  di tenere le sue tradizioni strettamente intrecciate al presente per poterle, così, lasciare al futuro.
Il Palio adesso è finito.  Rimangono i festeggiamenti dell’Onda. Nel rione bianco celeste sarà festa per giorni e giorni. Tutti a ricordare, tutti a rivivere, nel replay della memoria, quel momento di gloria proprietà di un solo popolo, ma vissuto da tutta la città.
SienaNews


Ultima modifica di jabru il Sab Ago 17, 2013 8:36 am, modificato 1 volta
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

E' Onda

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 9:47 pm

E' Onda!
16/08/13 - 19:36
Tittia si conferma il fantino da battere, portando al trionfo Morosita Prima

L'Onda, con Giovanni Atzeni detto Tittia su Morosita Prima, ha vinto la Carriera dell'Assunta. Mossa rapidissima, appena 15 minuti, con un allineamento quasi perfetto fin da subito. Parte in testa la Lupa, ma già dopo il primo Casato si intuisce che da dietro Oca, Onda e Nicchio possono sopravanzare Scompiglio e Lo Specialista. Ed al secondo San Martino Tittia impancia all'esterno la Lupa e davanti alla Cappella guadagna il comando. Da allora, una cavalcata trionfale per Morosita Prima, che sotto la sapiente guida di Giovanni Atzeni resiste agli attachi, seppur non particolarmente veementi, dello scosso del Nicchio, dell'Oca e della Torre. La contrada di Malborghetto torna a vincere dopo poco più di un anno, avendo colto il successo a luglio 2012. E' il palio della definitiva consacrazione per Giovanni Atzeni detto Tittia, alla sua seconda affermazione consecutiva e al quarto sigillo in carriera. Seconda vittoria, invece, per il Capitano Riccardo Coppini, che porta il 40° Cencio in Via Duprè.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Trionfa Tittia su Morosita Peima

Messaggio  jabru il Ven Ago 16, 2013 9:49 pm

IL PALIO DELL'ASSUNTA SI TINGE DEI COLORI DELL'ONDA: TRIONFANO MOROSITA PRIMA E TITTIA
Prova di forza della contrada di via Duprè. Giovanni Atzeni fa "cappotto" dopo la vittoria di luglio nell'Oca
16/08/2013 19:37:44
morosita primaonda 1onda2123
E' dell'Onda il Palio dell'Assunta 2013. Giovanni Atzeni, detto Tittia, e Morosita Prima portano il Drappellone in via Duprè al termine di una Carriera lottata e come sempre ricca di emozioni. Quello di Tittia e Morosita Prima è un autentico capolavoro, che consente alla contrada del capitano Riccardo Coppini di vincere il suo 40esimo Palio e a Giovanni Atzeni di realizzare l'ambito "cappotto", dopo il trionfo a luglio nell'Oca, per la quarta vittoria personale; prima vittoria su tre palii corsi per la femmina baia di otto anni di Carolina Tacconi, allenata da Massimo Milani.
La sorte "scrive" una mossa con Oca, Bruco, Onda, Lupa, Tartuca, Torre, Nicchio, Chiocciola e Aquila, con la Selva di rincorsa. Dopo tre richiami alla Selva, mentre all'interno dei canapi si registra una certa tranquillità, quando la contrada di Vallepiatta fianca è la Lupa a scattare per prima, seguita da Oca, Tartuca e Nicchio. Al primo San Martino, però, l'Onda getta già le basi di una poderosa rimonta che la porta a presentarsi al meglio all'all'atezza della Fonte.
Il capolavoro di Tittia e Morosita Prima va in scena al secondo San Martino, quando sfruttano un'indecisione della Lupa per prendere il comando davanti alla Cappella del Palazzo comunale, mentre la caduta di Trecciolino da Oppio toglie dalla contesa uno dei binomi più attesi. Risale bene la Torre, ma niente e nessuno possono privare l'Onda del trionfo.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Bruschelli e Siri in ospedale

Messaggio  jabru il Sab Ago 17, 2013 8:35 am

Bruschelli e Siri all’ospedale

Il fantino del Nicchio Luigi Bruschelli, caduto al secondo giro a San Martino, è stato trasportato al pronto soccorso delle Scotte con codice 2. All’ospedale anche il fantino del Bruco Antonio Siri detto Amsicora con codice 1.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Aggiornamento su Phalena

Messaggio  jabru il Sab Ago 17, 2013 8:38 am

Aggiornamento su Phalena: la prognosi è favorevole, salvo complicazioni, senza rischi per la vita del cavallo

Il cavallo Phalena, toccato in sorte alla Contrada della Chiocciola, durante il Palio corso questo pomeriggio, manifestava, al secondo giro di Piazza, evidente sintomatologia algica a carico dell’arto anteriore destro. Immediatamente soccorso e sottoposto ad immobilizzazione della parte, veniva trasferito presso la Clinica “Il Ceppo” per i dovuti accertamenti diagnostici e le cure del caso. Gli esami radiografici hanno permesso di rilevare una frattura della seconda falange anteriore destra, che è stata trattata con un gambaletto gessato. La prognosi è favorevole, salvo complicazioni, senza rischi per la vita del cavallo.
SiebaBews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Dimessi i due fantini

Messaggio  jabru il Sab Ago 17, 2013 8:39 am

Dimessi dalle Scotte i fantini Trecciolino e Amsicora

Già dimessi dal policlinico delle Scotte i fantini Bruschelli e Siri che erano caduti durante il Palio dell’Assunta. Solo contusioni per entrambi.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4 giorni di passione

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum