Siamo in inverno

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Tempo di elezioni

Messaggio  jabru il Lun Dic 16, 2013 8:01 pm

Lorenzini capitano dell'Aquila, Ceccuzzi priore della Torre
16/12/13 - 11:41 Fine settimana di elezioni nelle contrade. L'Aquila ha scelto la strada della continuità, elegendo con il 75% dei voti Marco Antonio Lorenzini, mangino nel mandato di Renato Romei, che resterà in carica per i prossimi due anni. Alle urne anche il popolo della Torre che doveva scegliere il priore, carica che sarà ricoperta da Sergio Ceccuzzi. Nel prossimo fine settimana saranno chiamati alle urne il Drago che deve eleggere il nuovo capitano (Fabio Miraldi è il nome della commissione) e la Pantera (Marco Antichi capitano e Stefano Morandini priore)
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Paliotti e corse in provincia

Messaggio  jabru il Ven Gen 03, 2014 8:08 pm

Rebus corse in provincia, fra date certe e appuntamenti annullati
Fucecchio e Legnano già avanti con i lavori
di Laura Valdesi

Siena, 3 gennaio 2013 - Burocrazia e crisi economica non frenano (troppo) le corse in provincia. Siena ne è il «cuore». Ma non arrivano ancora da palazzo pubblico le attese novità su Monticiano e gli altri appuntamenti di addestramento legati al Protocollo. Eppure c’è chi ha già fissato (o quasi) le date per vedere i mezzosangue in azione. E’ il caso di Fucecchio, pista diventata ormai di casa per i fantini, i proprietari e le dirigenze senesi che attendono di segnarsi nelle agendine il calendario. «Di sicuro faremo un paio di sessioni di corse a primavera (fine marzo, inizio aprile, ndr) — spiega il presidente dell’associazione palio delle contrade Massimo Billi — ma contiamo di effettuare un terzo appuntamento per il Gran Premio ‘ospitando’ anche Ferrara e Legnano. Il palio si correrà la penultima domenica di maggio, il 18, ma è assai probabile che nel 2015 non sarà così poiché si avverte la necessità di spostare in avanti la data. Certo è invece che contiamo, già dall’edizione in preparazione, di inasprire notevolmente le sanzioni nei confronti delle contrade, qualora il cavallo risulti non negativo, introducendo magari la squalifica per l’anno seguente».


A Legnano — circuito dove ‘resistono’ i purosangue ma che viene comunque considerato palestra interessante per le strategie dei fantini — invece è già tutto delineato. Dopo l’annullamento delle corse, la scorsa stagione, si torna il pista il 23 marzo e il 4 maggio al centro ippico Etrea, mentre il 13 aprile i cavalli sono impegnati all’Usignolo. Spostata anche la data del palio: non sarà l’ultima domenica del mese perchè si vota per le europee ma quella seguente, il primo giugno.



LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO NEL GIORNALE IN EDICOLA La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Riconfermato il priore della Pantera

Messaggio  jabru il Gio Gen 09, 2014 8:46 pm

Morandini, “Avanti tutta con il pieno appoggio dei contradaioli” Il riconfermato priore della Pantera parla del futuro in Stalloreggi. “Ci sono tanti progetti da realizzare e l’entusiasmo non manca” ALARICO ROSSI 09/Gennaio/2014 -


Ottimista per natura, Stefano Morandini ha vinto la sua seconda partita delle elezioni da priore della Pantera. Un grande consenso quello ricevuto dal confermato priore di Stalloreggi, un ottantasei per cento che parla da solo, soprattutto se sommato allo stesso simile consenso che ha ricevuto in media tutto il seggio. Per questo il commento di Stefano Morandini riguardo alle elezioni è di quelli che più positivi non si può.

Quale è il giudizio su questa elezione? "Il commento è positivo: sui 271 votanti che per noi è quasi un record ho ottenuto l'86 e tutto il seggio ha superato l'80 percento. E' un risultato che ho preso come positivo, dopo un mandato non è male. Questo alto consenso spero abbia dato un modo nuovo di vivere la contrada, di trovare nella contrada vedute univoche, senza divisioni e senza attriti. A me questo ha fatto piacere, a parte il personale, soprattutto per tutto il seggio. Speriamo di iniziare una fase in cui tutti si rimettono a remare dalla stessa parte, soprattutto vedo la gente entusiasta di ripartire. Ci sono tre provicari nuovi su quattro e tutti hanno entusiasmo, il risultato delle elezioni l'ho preso come un segnale positivo. Spero sia un inizio".
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Elezioni in Pantaneto

Messaggio  jabru il Lun Gen 13, 2014 7:55 pm

SIENA Leocorno al voto per priore e capitano Sarà uno degli ultimi fine settimana di elezioni per le contrade.

Il Leocorno ha cambiato dirigenti. La tornata elettorale di questo fine settimana ha portato nomi nuovi a capo della contrada. Il nuovo priore di Pantaneto è infatti Massimo Bari, che sostituisce Paolo Leoncini mentre capitano è Bruno Mazzuoli, già mangino di Marco Gualtieri, il quale ha visto il suo mandato scadere.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Nuovo capitano nel Leocorno

Messaggio  jabru il Lun Gen 13, 2014 8:13 pm

Bruno Mazzuoli nuovo capitano del Leocorno
13/01/14 - 10:12 E' Bruno Mazzuoli il nuovo capitano del Leocorno. La contrada di Pantaneto, alle urne nel week end, ha scelto il sostituto di Marco Gualtieri, individuato nell'ex mangino, 50enne, questa mattina intervenuto in diretta radiofonica. Mazzuoli ha parlato dei fantini: "ottimi rapporti ma la volontà è di allargare l'orizzzonte"; poi del mossiere Ambrosione e di una sua possibile riconferma "ma con una approfondita riflessione". Il nuovo condottiero del Leocorno ha avuto modo di fare un riferimento alla contrada avversaria: "con la Civetta la rivalità è sentita, io e il capitano Francesco Ricci, avversari, siamo due persone che hanno sempre vissuto il loro rione". Mazzuoli chiede che si possa assolutamente trovare una soluzione per Monticiano, "la pista simile a Piazza del Campo che permette di provare bene i cavalli".
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I capitani

Messaggio  jabru il Mer Gen 15, 2014 8:43 pm

SIENA: Con sei anni di esperienza, cinque palii (più uno non corso) e un vittoria sul Campo, Maurizio Vanni, condottiero della Giraffa riveste da quest'anno il ruolo di decano dei capitani. Con le ultime elezioni si è concretizzato un vero e proprio rinnovo generazionale: pensate solo che il resto del gruppo è stato eletto dal 2011 in poi di cui sette sono all'esordio assoluto (*). Nonostante la poca esperienza in Piazza, almeno la metà di questi nasce con solide basi contradaiole e su questi confidiamo per un intelligente e costruttivo apporto alla gestione del nostro Palio che di anno in anno ci sembra sempre più approssimativo. Contrade Capitani 1 elezione mandato scade Aquila* Marco Lorenzini dic 2013 1 2015 Bruco Luca Turchi dic 2012 1 2014 Chiocciola Claudio Villani feb 2013 1 2014 Civetta Francesco Ricci (dal2012) 2 2015 Drago* Fabio Miraldi dic 2013 1 2015 Giraffa Maurizio Vanni (dal2009) 2 2014 Istrice* Carlo Brocci ott 2013 1 2017 Leocorno* Bruno Mazzuoli gen 2014 1 2015 Lupa Luca Burrini (dal2012) 2 2015 Nicchio* Stefano Cambiaggi dic 2013 1 2016 Oca Claudio Cocchia (dal2012) 3 2014 Onda* Aldemaro Machetti nov 2013 1 2014 Pantera* Marco Antichi dic 2013 1 2015 Selva Gian Luca Targetti dic 2012 1 2014 Tartuca Vinicio Capitani dic 2011 1 2014 Torre Paolo Capelli dic 2011 1 2014 VMontone Francesco Palazzi nov 2012 1 2014
da PALIO
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio e spending review

Messaggio  jabru il Ven Gen 17, 2014 7:50 pm

Dalle potature alle locazioni: tutte le spese per il Palio da razionalizzare
La spending review che si può applicare tutelando al massimo la Festa
di Tommaso Strambi

Siena, 17 gennaio 2014 - QUANDO, un anno fa, deflagrò il caso Monte dei Paschi, i media nazionali fecero un gran parlare della crisi finanziaria che avrebbe investito la città e del conseguente rischio ‘annullamento’ anche per il Palio che, da un momento all’altro, avrebbe visto seccare il proprio rubinetto economico. Ad agitare le acque, ci si misero anche i dipendenti comunali quando provocarono l’allora in carica commissario straordinario, minacciando di ‘bloccare’ il Palio se non si fosse trovata una soluzione al fondo variabile che era ancora in bilico. Nel loro caso, le risorse in gioco non erano quelle necessarie all’organizzazione stretta della Festa, quanto quelle per pagare il lavoro — spesso straordinario — dei tantissimi dipendenti che si occupano, giocoforza, delle attività che ruotano intorno ai quattro giorni. Vigili urbani, spazzini, operai impegnati, certo, in Piazza, ma impegnati soprattutto, e a lungo, in tutto il resto: ad esempio nella manutenzione delle piste di addestramento, Mociano in primis, che iniziano a lavorare parecchi mesi prima. Cioè adesso. In questi giorni.

Al di là delle visioni catastrofiche e spesso superficiali che piovono dall’esterno, quindi, è chiaro che anche la complessa macchina organizzativa paliesca debba essere rivista. Lo sa bene Valentini — che non a caso pochi giorni fa ha parlato della necessità di «un sopralluogo per capire lo stato delle piste: Mociano, Monticiano e Pian delle Fornaci e rendersi conto dei costi» — e lo sa anche la giunta, chiamata a varare a breve il nuovo protocollo equino. Tempo di spending review per tutti, c’è poco da fare.


LASCIANDO da parte i costi inevitabili e sotto gli occhi di tutti (la determina di spesa per Provenzano parlava di quasi 180 mila euro: solo per trasportare, stendere e rimuovere il tufo spendiamo, per dire, oltre 39mila euro l’anno), sono le attività che avvengono fuori da Piazza quelle su cui riflettere. Per capire, pur senza mettere mai in discussione l’obiettivo di tutelare al meglio i cavalli e quindi la Festa stessa, se quello che è stato imbastito negli anni è davvero tutto necessario. Lo è? Districarsi tra i conti è complicato, giacché da nessuna parte il Comune evidenzia con chiarezza i capitoli di spesa legati alla Festa. Ma qualche conto rapido si può fare, partendo proprio dalle piste per i lavori e le corse di addestramento. Opere adeguamento e assistenza corse delle piste di Mociano e Monticiano, 29.800 euro; assistenza sanitaria durante le giornate di addestramento 5.800 euro; servizio taglio erba area interna pista Pian delle Fornaci, 4.700 euro. Totale: 40mila euro e spicci, nero su bianco, disponibili tra i contratti stipulati con affidamento diretto dal Comune. Per la sola manutenzione. A cui si aggiungono poco più di 50mila euro per la presenza veterinaria: compenso di commissione tecnica ed équipe medica per il solo protocollo (Palii esclusi): 23mila euro; consulenza scientifica per lo screening dei farmaci, quasi 15mila euro; «esame delle domande, individuazione cavalli e l’assistenza veterinaria per l’erogazione di incentivi» (?), 6mila euro. Per il solo 2013.


TUTTO NECESSARIO? Nel 2002 l’allora giunta, guidata da Maurizio Cenni, volle realizzare una pista che ricreasse al meglio possibile le caratteristiche fisiche e tecniche della Piazza. Nacque il ‘Tamburo’ di Mociano. Il terreno — di proprietà privata — su cui è costruito è stato al centro di un lungo contenzioso legale (compreso l’annullamento di un comodato d’uso gratuito inizialmente stabilito) che si è risolto nel 2010 con la stipula di un contratto di affitto, a decorrere dall’anno precedente: fino al 2015, data dalla prima scadenza, il Comune di Siena paga alle proprietarie un canone di 30mila euro l’anno, restando responsabile (come detto) della manutenzione del terreno, dell’impianto e della viabilità circostante, dalle strade di accesso all’area di parcheggio.

La manutenzione, vera nota dolente. Quasi al termine della propria esperienza a Palazzo Pubblico, alla fine del 2010, Cenni dichiarò in consiglio comunale che il progetto era costato, in otto anni, oltre trecentomila euro, tra forniture, manutenzione, istallazione di impianti necessari, progetti e quant’altro, compresi 5.356 euro per la «fornitura di piante di alloro», nel 2004. Forse per ‘sforbiciare’ si potrebbe partire da qui.

Tommaso Strambi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Montone al voto, si insedia il Seggio della Tartuca

Messaggio  jabru il Ven Gen 17, 2014 8:00 pm

Montone al voto, Indrizzi priore Venerdì si insedia il Seggio direttivo della Tartuca17/Gennaio/2014 - 13:29

Venerdì sera nella Sala delle Adunanze della Tartuca si svolgerà l'assemblea generale conla cerimonia di insediamento del nuovo Seggio direttivo. Terzo mandato per il Priore Simone Ciotti e amplissimo consenso anche per tutta la Deputazione, che si rinnova nella continuità. Paolo Bennati (Vicario Procuratore nel precedente biennio) prende il posto del vicario generale Marco Butini. Confermato l'apprezzatissimo Maurizio Stanghellini come vicario ispettore, vicario procuratore è stato eletto Antonio Carapelli. Michele Nuti, già vicepresidente della Società Castelesenio prende il posto di Gianni Monti come vicario coordinatore. Subentra all'inappuntabile Costantino Silvestro nel ruolo di Cancelliere Franca Anselmi.
Da venerdì fino a domenica, invece, la contrada del Valdimontone è chiamata ad eleggere il Seggio, Consiglio direttivo della Società Castelmontorio, del Consiglio direttivo del Gruppo Donatori di sangue B.Borghi, per il biennio 2014-2015. Gianfranco Indrizzi sarà confermato priore.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Novità dal fine settimana

Messaggio  jabru il Lun Gen 20, 2014 8:17 pm

Valdimontone, Indrizzi eletto priore: "Dovrò essere buon padre di famiglia"
Commenti
Fissate intanto le corse a Monteroni (30 marzo e primo maggio)


di Laura Valdesi

Siena, 19 gennaio 2014 — Novità importanti nel fine settimana paliesco. A partire dal successo di Silvano Mulas a Buti per Pievania (occasione che il fantino non poteva mancare per rilanciarsi dopo le critiche post 2013, l’ha fatto centrando la finale e poi il palio), quindi la fissazione delle prime due date di corse in provincia: a Monteroni cavalli in pista il 30 marzo e il primo maggio. Poi forse anche a metà giugno, in notturna.


Nelle Contrade, invece, di scena il Valdimontone che ha eletto il priore Gianfranco Indrizzi con il 75% dei consensi. Vicario generale sarà Maurizio Pasqui, pro vicari sono Lorella Bernini, Alberto Carniani e Marco Pasqui. Il 24 gennaio l’insediamento. Confermatissimo — 98% dei consensi — il presidente di Società Simone Bari.
Terzo mandato per Indrizzi: cosa serve in questa fase ai Servi?
«Stiamo consolidando il rapporto fra Contrada e Società puntando in maniera forte sul sociale per le ben note difficoltà che le famiglie affrontano a causa della crisi, anche a Siena. L’unica attesa, semmai, è quella per capire se il decreto ribattezzato ‘salva-Contrade’, che ne riconosce l’assoluta specificità’ e quindi le tutela sotto il profilo fiscale, sarà confermato alla luce della legge di stabilità. Certo è che un priore oggi deve agire come il buon padre di famiglia».
Contrade protagoniste anche del progetto Siena Capitale 2019.
«Continueremo a dare il nostro contributo».
In prospettiva sono da affrontare anche i nodi dell’accesso alla ztl, la tutela delle aree verdi, per esempio.
«Stiamo lavorando per predisporre un elenco di questioni, per così dire, intra-moenia da portare all’attenzione dell’amministrazione e sulle quali interloquire. Di questo però si occupa in primis il rettore del Magistrato».
Se il capitano bussasse al priore per chiedere risorse per sistemare le piste di addestramento dei cavalli?
«La questione Palio e organizzazione compete al Comune. La Contrada, a maggior ragione in carenza di risorse, occorre che investa sulla conservazione del patrimonio. Ciò premesso, qualora la questione venga posta sul tavolo, deve essere affrontata nei giusti consessi, adottando una linea sinergica fra priori e capitani».
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cena dei Barbareschi

Messaggio  jabru il Lun Gen 20, 2014 8:20 pm

Il 25 gennaio la tradizionale Cena dei barbareschi
Lunedì 20 Gennaio 2014 16:55

Sabato 25 gennaio 2014, alle 20:30, presso il ristorante Guido, si terrà la tradizionale cena dei barbareschi con il fantino plurivittorioso Giovanni Atzeni.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Nominato il consiglio del CTP

Messaggio  jabru il Mar Gen 21, 2014 8:30 pm

CTPS: NOMINATI PRESIDENTE E VICEPRESIDENTE
Presiede il cda Nicoletta Fabio (Istrice)CTPS: nominati presidente e vicepresidente

SIENA. Nel corso della riunione del 20 Gennaio 2014, il Consiglio di Amministrazione del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena ha provveduto al rinnovo delle cariche del presidente e del vicepresidente. Il nuovo Consiglio di Amministrazione risulta così composto: presidente Nicoletta Fabio (Contrada Sovrana dell’Istrice); vicepresidente Senio Corsi (Contrada della Chiocciola); amministratore delegato Area marchio Anna Carli; amministratore delegato Area immagine e comunicazione Francesco Boschi; consiglieri Paolo Leoncini, Laura Bonelli (Contrada del Drago), Gian Franco Indrizzi (Contrada di Valdimontone.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Si suicidia Mistero

Messaggio  jabru il Mar Gen 21, 2014 8:40 pm

Tragedia, fantino si uccide in scuderia Andrea Chelli, detto Mistero, ha scritto un biglietto alla moglie poi si è tolto la vita RICCARDO PAGLIANTINI 21/Gennaio/2014 - 13:07

Un biglietto per la moglie e il figlio di nove anni, poche righe per chiedere scusa del gesto prima di salutare per sempre questa vita. Siena sotto choc per la tragica scomparsa di Mistero, al secolo Andrea Chelli, ritrovato senza vita dalla compagna nel tardo pomeriggio di lunedì nella scuderia dove lavorava in strada del Ferratore. La donna lo aveva sentito poche ore prima ma non vedendolo rientrare a casa e non riuscendo a mettersi in contatto con lui telefonicamente ha deciso di raggiungere poco prima delle 18 la strada del Ferratore a pochi chilometri di distanza da Pian del Lago. Una volta arrivata ha trovato all’interno di un piccolo solaio della struttura il corpo di Andrea ormai privo di vita. Accanto a lui un biglietto con i suoi ultimi pensieri.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 21 gennaio 2014
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cena dei barbareschi

Messaggio  jabru il Lun Gen 27, 2014 8:01 pm

Tittia vero protagonista alla cena dei barbareschi
Per il secondo anno consecutivo la donazione del fantino andrà alla Legatumori di Siena GAIA TANCREDI 27/Gennaio/2014 - 11:12

Un solo protagonista in una serata dalle mille sfaccettature. Giovanni Atzeni detto Tittia, grazie al cappotto conquistato sul camponel 2013, è stato l'unico fantino celebrato durante la Cena di barbareschi che si è svolta sabato sera al ristorante da Guido, preceduta da un aperitivo nella sala della Lupe di palazzo pubblico. Organizzata da Mirko Gentilini e da Filippo Favilli, rispettivamente barbareschi vittoriosi dell'Onda e dell'Oca, la cena è stata l'occasione per ripercorrere i momenti più significativi e rappresentativi di tutta l'annata paliesca, una maniera anche per assegnare il giusto merito a quel lavoro costante e appassionato che tutti i barbareschi riservano alla contrada, al cavallo, alla stalla, quel lavoro che compare poco sotto i riflettori, ma senza il quale sarebbe impossibile immaginare il flusso costante della nostra festa.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 27 gennaio 2014
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Siamo in inverno

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum