Corse e paliotti

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Si corre a Legnano e Ferrara

Messaggio  jabru il Ven Mag 30, 2014 7:26 pm

Giuseppe Zedde non prova a Legnano ma resta favorito insieme a Mulas


Piove a Ferrara: niente prove. Periclea in pole per la vittoria ma attenti agli outsider. Pusceddu corre ad Abbiategrasso
di Laura Valdesi

Siena, 29 maggio 2014 — Piove a Ferrara (oggi niente prove, pista coperta), si è galoppato invece a Legnano, ieri mattina, per testare i cavalli. Clima diverso, non solo sotto il profilo meteo, fra i due palii. Il primo è con i mezzosangue e fra i favoriti c’è Periclea, montata da Francesco Caria ma corre anche Gigi Bruschelli in Santo Spirito, che ha già ‘invaso’ le prime pagine dei quotidiani locali. Il borsino della carriera lombarda dà invece fra i papabili per la vittoria Silvano Mulas, che si è accasato in Legnarello, contrada a secco di vittorie da 23 anni, e Giuseppe Zedde, con il giubbetto di Sant’Erasmo. A rompere le uova nel paniere potrebbe pensarci Dino Pes (S. Domenico) cui certo non dispiacerebbe fare il bis.


Dirigenze senesi in assetto di guerra, sabato e domenica. Alcuni componenti degli staff vengono inviati a Legnano, altri vanno a Ferrara. Ultimo atto prima di entrare nel vivo del Palio che conta, quello di Siena.


Giocare fuori casa, tutto sommato, qualche intreccio senese può svelarlo. Succede così che in terra lombarda ci siano rumors di un’asse Atzeni-Siri-Zedde per conseguire il successo, cui fa da contrappeso l’altro composto dal trio Mulas-Mari-Dino Pes. Sarà vero? Certo se ne parla. E tanto basta ad innescare favole e ipotesi.
prove a Legnano, si diceva. Erano libere per cui non si sono visti Mari e Giuseppe Zedde, mentre la contrada di San Magno di cavalli ne ha addirittura provati quattro, con un fantino sempre diverso. Vale a dire Andrea Farris e Donato Calvaccio, che corrono rispettivamente il palio di domenica e quello degli scudieri, stasera.

A proposito di quest’ultimo, s’inizia alle 21,30. In pista Simone Mereu (Legnarello), Jacopo Pacini (Flora), Alessandro Colombati (S.Ambrogio), Elias Mannucci (S.Domenico), Federico Arri (S.Martino), Carlo Sanna (S.Erasmo), Giuseppe Angioi (S.Bernardino) e Calvaccio (S.Magno).

Intanto Valter Pusceddu corre il palio di Abbiategrasso l'8 giugno: viene dato come favorito.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ferrara e Legnano

Messaggio  jabru il Sab Mag 31, 2014 8:56 pm

Murtas, caduta spettacolare a Ferrara. Paliotto degli scudieri: vince Sanna


Il canape si è attorcigliato alla zampa del cavallo e il fantino è andato giù. A Legnano nerbate Angioi-Calvaccio
di Laura Valdesi

Siena, 30 maggio 2014 — Caduta spettacolare ma senza conseguenze ieri per Sebastiano Murtas (San Paolo). Non è stata una stagione particolarmente fortunata per il fantino che ieri, durante la seconda prova a Ferrara (si torna al canape oggi alle 18) è risultato protagonista di un ‘volo’ dovuto (sembra) al fatto che una zampa del cavallo è rimasta impigliata nel canape (le immagini parlano chiaro). Qualcuno, arrabbiato con il mossiere Gennaro Milone, ha detto che è andato giù troppo lentamente rispetto, almeno, alla rapidità con cui fiancano i fantini super-allenati di Piazza.


Per il resto, tutto è filato liscio e sebbene crescano le quotazioni di Topalli su Tavel (S.Benedetto) la posta è troppo alta per lasciarsela sfuggire. Oggi si capirà meglio quali sono le ultime strategie.


A Legnano, invece, ieri sera a trionfare nel paliotto degli scudieri è stato Carlo Sanna (San.Erasmo), davanti a Calvaccio (S.Magno). Ha preso da subito 3-4 lunghezze senza mai essere seriamente insidiato. In finale anche Mannucci e Arri.
Due le batterie che hanno decretato il paliotto in notturna. Nella prima a dare spettacolo fra i canapi sono stati Giuseppe Angioi (S.Bernardino) e Donato Calvaccio (S.Magno), contrade rivali. Trenta minuti al canape, agli ordini di Renato Bircolotti, che è costretto ad annullare cinque volte. Nel primo abbassamento non valido spavento per Elias Mannucci (San Domenico) che vola letteralmente in aria, facendo una capriola. Nessuna conseguenza. Si riparte. Calvaccio in testa, non lascia spazio a nessuno. Secondo è Mannucci.

Ci vogliono solo pochi minuti per partire nella seconda batteria che vede trionfare Carlo Sanna (S.Erasmo), subito al comando. In finale anche Arri (S.Martino), inutilmente attaccato da Simone Mereu (Legnarello).
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Legnano - la provaccia

Messaggio  jabru il Sab Mag 31, 2014 9:03 pm


PALIO DI LEGNANO: CARLO SANNA VINCE "LA PROVACCIA" PER LA CONTRADA SANT'ERASMO

News 31-05-2014




Ieri sera allo Stadio Giovanni Mari di Legnano si è svolto il tradizionale “Memorial Luigi Favari”, una corsa a pelo riservata ai fantini emergenti che tradizionalmente si corre il venerdì precedente al palio. Per la prima batteria sono state estratte San Magno (Donato Calvaccio), San Domenico (Elias Mannucci), San Bernardino (Giuseppe Angioi) e La Flora (Jacopo Pacini). E' stata una mossa difficile per il mossiere Bircolotti a causa della “tensione” tra le rivali San Magno e San Bernardino che si sono reciprocamente frustate. Dopo una mossa molto lunga, è andata in testa San Magno, seguita da San Domenico, San Bernardino e La Flora. Lo svolgimento della batteria è stato lineare con San Magno e San Domenico che hanno avuto accesso alla finale mentre sono state eliminate San Bernardino e La Flora. La seconda batteria vedeva impegnate Legnarello (Simone Mereu), San Martino (Federico Arri), Sant'Erasmo (Carlo Sanna) e Sant'Ambrogio (Alessandro Colombati). E' scattata in testa Sant'Erasmo, seguita da San Martino,Legnarello e Sant'Ambrogio; le posizioni si sono mantenute invariate fino alla fine della batteria ed hanno avuto quindi accesso alla finale Sant'Erasmo e San Martino. La finale non ha avuto storia con Sant'Erasmo che ha mantenuto la testa fin dall'inizio; vani i tentativi di recupero di San Magno e di San Domenico.





Francesco Zanibelli OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ferrara e Legnano

Messaggio  jabru il Lun Giu 02, 2014 7:52 pm

Murtas vince a Ferrara, Giuseppe Zedde a Legnano


Entrambi dedicano la vittoria a chi ha creduto in loro. "Messaggi" per le dirigenze senesi
Siena, 1 giugno 2014 - «Dedico questa vittoria a chi mi vuole bene e a chi ha creduto in me, fin dall’inizio. Ovviamente anche alla Contrada». Non era ancora nato Sebastiano Murtas quando il rione San Paolo conquistava l’ultimo successo in piazza Ariostea, nel palio di Ferrara. Era il 1987. «Della corsa c’è poco da dire, sono partito bene, andando via come una fionda. Quando mi giravo vedevo colori diversi, l’ultima volta dietro c’era Chiti (che correva per San Giorgio su Occolè, ndr)», rilegge così il primo successo in questa manifestazione.

Pronostico rispettato a Legnano: Giuseppe Zedde era il grande favorito della vigilia e infatti ha vinto con un cavallo condotto senza sbavature, quanto eccezionale. Lo stesso che ha centrato l’ultimo palio di Asti e ora ha regalato, dopo 12 anni, il successo a Sant’Erasmo. «Al rione dedico questo bel momento professionale — racconta Giuseppe Zedde —, perché da tempo mi ha dato fiducia. E’ una cosa importante sentire che qualcuno crede in te e in un progetto (frase che sembra rivolta anche ad orecchie senesi, ndr). Un pensiero va anche fratello del capitano, scomparso qualche tempo fa».
La nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ferrara

Messaggio  jabru il Lun Giu 02, 2014 8:00 pm


PALIO DI FERRARA: VINCE SEBASTIANO MURTAS SU NOVANTA PER IL RIONE SAN PAOLO

News 01-06-2014




Il mossiere Gennaro Milone ha chiamato nell'ordine: San Giacomo (Alessio Migheli su Qui Pro Quo), San Luca (Andrea Chessa su Narcisco, San Giovanni (Francesco Caria su Periclea), San Benedetto (Adrian Topalli su Tavel Pontadour), San Paolo (Sebastiano Murtas su Novanta),San Giorgio (Alessandro Chiti su Occolè), Santo Spirito (Luigi Bruschelli su Orafo) e di rincorsa S. Maria in Vado (Valter Pusceddu su Nuntereggheppiù). La mossa è stata breve ed è partita in testa San Paolo, a seguire San Giacomo e San Luca che si sono ostacolate a vicenda. San Paolo ha mantenuto la testa per l'intera corsa andando a vincere nei confronti di San Giorgio e di San Benedetto, rispettivamente in seconda e in terza posizione. Bella vittoria per Sebastiano Murtas che ha vinto con autorità riuscendo a gestire gli attacchi degli inseguitori.




Francesco Zanibelli da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Legnano

Messaggio  jabru il Lun Giu 02, 2014 8:01 pm


PALIO DI LEGNANO: TRIONFA GIUSEPPE ZEDDE PER LA CONTRADA SANT'ERASMO

News 01-06-2014




Nella prima batteria Renato Bircolotti ha chiamato nell'ordine: San Magno (Andrea Farris su Peach), Sant'Ambrogio (Andrea Mari su L'inglese),San Bernardino (Giovanni Atzeni su Mon Amour) e Legnarello(Silvano Mulas su Amami). Dopo due mosse false, è partita in testaSan Magno, seguita da San Bernardino, Legnarelloe da Sant'Ambrogio. San Magno ha vinto la batteria precedendo Legnarello che ha superato San Bernardino, in quarta ed ultima posizione Sant'Ambrogio. Hanno così avuto accesso alla finale San Magno e Legnarello. Nellaseconda batteria sono entrate: San Martino (Andrea Coghe su Mago Blu), La Flora (Antonio Siri su Sandokan), San Domenico (Dino Pes su Dudù) e Sant'Erasmo (Giuseppe Zedde). Sulla carta era una batteria “esplosiva” con due coppie di rivali: San Domenico- Sant'Erasmo e La Flora-San Martino. Dopo due mosse false, è partita in testaSant'Erasmo, seguita da La Flora, San Domenico eSan Martino. Sant'Erasmo ha controllato agilmente vincendo la batteria, al secondo posto La Flora , al terzo San Martino ed infine al quarto San Domenico; in finaleSant'Erasmo e La Flora. La finale non ha avuto storia con Sant'Erasmo che ha preso la testa, seguita da San Magno, La Flora e da Legnarello. San Magnoha provato ad insidiare Sant'Erasmo, che però ha dimostrato di avere il cavallo più forte. Per Giuseppe Zedde si tratta del secondo successo a Legnano dopo quello ottenuto nel2007 per i colori di San Bernardino.

Francesco Zanibelli da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ferrara - dopo palio

Messaggio  jabru il Mar Giu 03, 2014 7:44 pm

Si prendono per il giubbetto: Migheli e Chessa rischiano 3 anni di squalifica
STEFANO LOLLI

Siena, 2 giugno 2014 - Dal tramonto all’alba: la festa di San Paolo non ha fine. Dallo scoppio del mortaretto in piazza Ariostea, per i bianconeri è iniziata una notte di brindisi e abbracci. Continuati ieri, con un aperitivo seguito da uno spuntino serale. Protagonista il fantino Sebastiano Murtas, che con il suo ‘Novanta’ ha messo tutti in fila in pista. E poi, nella sede dei bianconeri, ha autografato oltre 100 foulard. Un risultato immenso per l’Aquila sulla Ruota: «Una giornata straordinaria che compensa di tanti sacrifici — sorride il presidente Pier Francesco Perazzolo —, il nostro fantino ‘Grandine’ è stato straordinario. E’ caduto nelle prove, è andato a scusarsi con il mossiere dicendo che la colpa era stata tutta sua. Domenica è stato perfetto». Esultano anche San Giovanni, San Giorgio (che ha vinto la prima corsa delle putte della propria storia) e San Benedetto. Esulta anche il presidente dell’Ente Palio Alessandro Fortini: «Un’edizione ineccepibile, in piazza c’erano circa 10mila persone e nell’organizzazione tutti si sono prodigati in modo eccezionale», dice spendendo una parola in particolare per Romano Marzola e Mirko Natali (che sostituiva Walter Brina, dopo 25 anni).


MA IL DAY after è anche quello della ‘stangata’ in arrivo per i fantini di San Giacomo e San Luca, Alessio Migheli e Andrea Chessa; già tra i canapi i due non si sono scambiati tenerezze, in corsa il gesto clamoroso. Migheli ha afferrato Chessa per la giubba, il fantino di San Luca ha reagito agguantando le redini del cavallo di San Giacomo. «Sono andati avanti così per quasi due giri...», afferma uno sbigottito Fortini. Che ha dato mandato al Maestrato dei Savi e alla commissione disciplinare dell’Ente Palio di valutare filmati e fotografie, ed applicare il massimo rigore: ricordando i precedenti, i due fantini rischiano squalifiche di tre anni in piazza Ariostea. Il fatto avrebbe potuto creare problemi di sicurezza in pista, ed innescare incidenti fra tifoserie notoriamente rivali; tra l’altro, subito dopo la fine della corsa, qualche contradaiolo di San Giacomo è sceso nell’anello per unirsi a San Paolo nei festeggiamenti. Non per una repentina conversione ai colori bianconeri, ma in segno di gioia perché San Luca non aveva avuto chances di vittoria.


SANZIONI in arrivo anche per ‘Ticketland’, la società che ha gestito la vendita online dei biglietti. Decine di persone, tra cui molti turisti provenienti da fuori città, avevano pagato ma non hanno trovato il posto in tribuna; il fatto, che pure denota un certo risveglio d’attenzione per il Palio, «non deve più ripetersi e trarremo le dovute conseguenze — chiude Fortini —; tutti saranno non solo rimborsati, ma avranno in omaggio anche il biglietto per l’edizione 2015».
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Mordano (Bo)

Messaggio  jabru il Mar Giu 03, 2014 7:53 pm


MASSIMO COLUMBU TRIONFA AL PALIO DEI BORGHI DI MORDANO

News 03-06-2014




A Mordano (Bo) si è svolto il tradizionale palio dei Borghi che è stato vinto con una bella corsa di testa da Massimo Columbu su Doctor Speed per i colori del Borgo Montebottone. Lo scorso anno Veleno II aveva vinto per gli stessi colori.

OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Abbiategrasso

Messaggio  jabru il Dom Giu 08, 2014 8:01 pm


OGGI AD ABBIATEGRASSO SI CORRE IL PALIO DI SAN PIETRO

News 08-06-2014




Questo pomeriggio alle ore 18 ad Abbiategrasso (Mi) si correrà il palio di San Pietro. Ricordiamo che si corre con cavalli mezzosangue. Ecco l'elenco dei fantini abbinati alle sei contrade:




Gallo: Alessandro Chiti

Legnano: Salvatore Lo Manto

Nuova Primavera Cervia: Jacopo Pacini

Piattina: Simone Mereu

San Rocco: Enrico Bruschelli

Sforza: Giacomo Lo Manto




Lo scorso anno a vincere fu Alessandro Chiti per i colori della contrada Gallo.





Francesco Zanibelli da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Castiglion Fiorentino

Messaggio  jabru il Mer Giu 11, 2014 7:50 pm


PALIO DI CASTIGLION FIORENTINO: PRIME INDISCREZIONI SU CAVALLI E FANTINI

News 11-06-2014




Domenica prossima a Castiglion Fiorentino (Ar) si correrà il palio dei Rioni, giunto ormai alla sua trentaseiesima edizione. Ricordiamo che in questo palio ci sono 3 rioni e ognuno di essi ha due cavalli e due fantini a disposizione. Porta Romana, rione vincitore dello scorso anno con Andrea Chessa su Narcisco, dovrebbe confermare l'ultima accoppiata vincente mentre per quanto riguarda il secondo fantino dovrebbero esserci Andrea Farris o Giuseppe Angioi. I due fantini del Cassero dovrebbero invece essere Silvano Mulas e Valter Pusceddu mentre per quanto riguarda i cavalli le ultime indiscrezioni parlano diNadir de Mores e di Orpen, due cavalli molto affidabili . Porta Fiorentina, infine, dovrebbe avere l'accoppiata vincente del 2011 formata da Gianluca Mureddu e da Melissa Bella. Per la seconda accoppiata si parla di Adrian Topalli su Istrix, un'accoppiata che, se verrà confermata, potrebbe rappresentare una vera e propria “mina vagante” di questo palio.

Fonte: www.collegiodeicapitani.it

Francesco Zanibelli do OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Castiglion Fiorentino

Messaggio  jabru il Dom Giu 15, 2014 7:55 pm

Palio di Castiglion Fiorentino, favorito Mulas. Ma c'è il rischio maltempo
di MASSIMO PUCCI

Siena, 14 giugno 2014 - Un cielo plumbeo all’orizzonte ha fatto da cornice alla provaccia del Palio dei Rioni che si è tenuta intorno alle 18.30 ieri pomeriggio sul tondo di piazzale Garibaldi. Duro lavoro degli operai del Comune che con tutti i mezzi a disposizione hanno messo a punto la pista rendendola agibile ai cavalli dei terzieri.
La presidente della Pro loco ha eseguito l’estrazione dell’ordine dei fantini, fra i canapi si sono presentati per Porta Fiorentina Quella Rosa montata da Alessandro Chiti e Gianluca Mureddu su Melissa Bella, seconda in ordine di estrazione Porta Romana che ha schierato Andrea Farris su Nun te regghe più e Andrea Chessa su Narcisco, vincitore dell’ultimo Palio in giallo rosso. Ultimo estratto il Cassero con l’accoppiata Silvano Mulas su Orpen e Valter Pusceddu su Miulan, anche se il cavallo prescelto per domani potrebbe essere Nadir de Mores.


Più che ad una provaccia del Palio il numeroso pubblico presente ha assistito ad una sgambata fra amici, l’antipasto della corsa che si dovrebbe correre questo tardo pomeriggio, meteo permettendo, è sembrata più un
allenamento per le strategie della mossa. Nessuno ha forzato l’andatura, anche se nella batteria a sei avanti a tutti è scattato il fantino di Porta Fiorentina Mureddu.
A sorpresa il mossiere della trentaseiesima edizione del Palio è Angelo De Pau, un debuttante scelto dal precedente assessore Rossano Gallorini. De Pau è conosciuto come ex fantino, nel suo palmares ci sono tre
vittorie al Palio di Fucecchio, mentre da mossiere ha avuto qualche esperienza a Monteroni.


Ieri a complicargli la vita ci si è messo il meccanismo che innesca il colpo di mortaio. Per annullare due mosse false invece del classico colpo d’avvertimento si è sentito un altro suono, simile a quello che avverte le
sostituzioni nella partite di calcio.
Il rione che non vince da più tempo è il Cassero (ultimo palio nel 2010 con Pusceddu), i biancoazzurri hanno conquistato 10 vittorie, in testa nel palmares c’è Porta Fiorentina con 13, mentre Porta Romana ha al suo attivo 12 successi. Secondo le indiscrezioni di “radio palio” il rione favorito è proprio il fanalino di coda Cassero che può vantare due fantini e altrettanti cavalli di livello.
La più grande incognita che incombe su questa domenica è quella del meteo, le previsioni e l’allerta lanciata dalla Protezione civile della Regione Toscana indicano precipitazioni fino a lunedì, con picchi di circa 100
millimetri. Sulla base delle condizioni meteorologiche e preso atto delle condizioni della pista, la decisione finale se far correre il Palio o meno sarà presa questa mattina dalla Commissione del Palio alle 12. In caso positivo il corteo storico in piazza del Comune inizierà alle 16, mentre alle 19 entreranno i cavalli a piazzale Garibaldi, altrimenti in caso di impraticabilità della pista, la manifestazione sarà rinviata a domenica 22 giugno.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Rimandato il palio di Castigion Fiorentino

Messaggio  jabru il Dom Giu 15, 2014 8:02 pm


RIMANDATO A DOMENICA PROSSIMA IL PALIO DI CASTIGLION FIORENTINO

News 15-06-2014




In seguito alle condizioni meteorologiche avverse, il palio dei rioni di Castiglion Fiorentino è stato rimandato a domenica 22 giugno. Ricordiamo le probabili accoppiate dei tre rioni con i cavalli di riserva:




Cassero: Nadir de Mores-Valter Pusceddu e Orpen-Silvano Mulas, cavallo di riserva Miulan.

Porta Romana: Narcisco-Andrea Chessa e Nuntereggheppiù-Andrea Farris, cavallo di riserva Qui Pro Quo.

Porta Fiorentina: Melissa Bella-Gianluca Mureddu e Quella Rosa-Alessandro Chiti, cavallo di riserva Istrix.




Vi aggiorneremo su eventuali variazioni.




Francesco Zanibelli da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Castiglion Fiorentino: finalmente si corre il palio

Messaggio  jabru il Dom Giu 22, 2014 8:12 pm


FINALMENTE SI CORRE IL PALIO DI CASTIGLION FIORENTINO

News 21-06-2014




Domenica 22 giugno si corre il palio dei Rioni di Castiglion Fiorentino dopo che la settimana scorsa era stato rimandato a causa del maltempo. Ricordiamo le accoppiate che correranno il palio.

Cassero: Nadir de Mores-Valter Pusceddu e Orpen-Silvano Mulas, cavallo di riserva Miulan.

Porta Romana: Narcisco-Andrea Chessa e Nuntereggheppiù-Andrea Farris, cavallo di riserva Qui Pro Quo.

Porta Fiorentina: Melissa Bella-Gianluca Mureddu e Quella Rosa-Alessandro Chiti, cavallo di riserva Istrix.

Favorita sembra essere l'accoppiata vincitrice dello scorso anno per Porta Romana formata da Andrea Chessa e da Narcisco ma attenzione al Cassero con Nadir de Mores che è sempre un cavallo in grado di dire tranquillamente la sua.




Francesco Zanibelli da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Castiglion Fiorentino: finalmente si corre il palio

Messaggio  jabru il Lun Giu 23, 2014 7:17 pm

Palio dei Rioni: 12 mosse, una caduta ma vince Pusceddu con Nadir


Frustate di Mureddu. Il vincitore si toglie lo zucchino all'arrivo dopo fasi al canape estenuanti.
di MASSIMO PUCCI

CASTIGLION FIORENTINO, 23 giugno 2014 - UN TRIONFO biancazzurro, un trionfo firmato Valter Pusceddu, è lui il re del Palio dei Rioni, questa è la quinta vittoria al termine di una domenica lunghissima. Ci sono volute 12 mosse per vedere la partenza giusta e davanti a tutti si è piazzato Pusceddu, il primo fantino del Cassero su Nadir de Mores. E' stato protagonista di una caduta durante la quarta mossa, il suo cavallo è inciampato sul canapo e lo ha disarcionato, fortunatamente non ci sono state conseguenze per nessuno dei due.


Il magistrato del Palio Dino Cirelli ha ordinato di riportare i cavalli ai box e di farli sottoporre agli accertamenti veterinari. Le visite hanno dato esito positivo e tutti i cavalli titolari sono tornati in pista. C’è voluta un’abbondante ricarica di mortaretti, ad ogni mossa falsa ne viene esploso uno per avvertire dell’annullamento, alla fine, alla dodicesima volta Pusceddu è scattato davanti al suo principale rivale Alessandro Chiti su Quella Rosa del terziere di Porta Fiorentina.


IL CASSERO è stato favorito dal sorteggio che li ha visti partire allo steccato, in seconda posizione Chiti, in terza Porta Romana con Farris con Qui pro quo e quindi Mulas su Orpen, Mureddu su Melissa Bella per gli arancio verdi e Chessa su Narcisco per il rione giallo rosso.


SI È SUBITO visto che la rivalità più accesa fra i canapi era fra il Rione Cassero e Porta Fiorentina, tutte le undici mosse nulle sono andate come una partita a scacchi. Quattro giri senza problemi per Valter Pusceddu su Nadir de Mores, al terzo addirittura anche il compagno di rione Mulas si è piazzato in seconda posizione, coprendo le spalle al numero uno di piazza Garibaldi. Pusceddu supera tutti con le sue cinque vittorie castiglionesi e sorpassa anche Bucefalo, per il rione del presidente Danilo Serafini è l’undicesimo Palio, nell’albo d’oro a 12 c’è Porta Romana e a 13 Porta Fiorentina, ma questa vittoria per i bianco azzurri ha il sapore del riscatto. Il Cassero infatti non vinceva dal 2010 e la cabala vuole che anche in quell’occasione, come quest’anno, il palio sia stato corso con una settimana di ritardo a causa del maltempo.

La mossa giusta è arrivata alle 21, durante il tramonto, ma per il Rione Cassero quella di ieri è stata una nuova alba.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini invitati a non correre più a Ferrara

Messaggio  jabru il Sab Giu 28, 2014 10:32 am

Palio, 'cartellino giallo' ai fantini e invito a non gareggiare più a Ferrara


Provvedimento leggero per le trattenute durante la corsa dei cavalli fra Chessa e Migheli

di STEFANO LOLLI

Ferrara, 26 giugno 2014 - MANO leggera dei giudici del Palio per le trattenute tra i fantini di San Luca e San Giacomo durante la disputa della corsa dei cavalli in piazza Ariostea. Andrea Chessa detto ‘Nappa’ (Borgo San Luca) e Alessio Migheli detto ‘Girolamo’ (Borgo San Giacomo) hanno ricevuto una semplice ammonizione, corredata dall’invito a non gareggiare comunque più a Ferrara.

Cartellino giallo anche per le due contrade — storicamente rivali — che rischiavano un coinvolgimento per una sorta di ‘responsabilità oggettiva’ come nel calcio, ma che di fatto hanno dimostrato in piazza Ariostea un comportamento responsabile, evitando qualsiasi tipo di reazione a seguito delle intemperanze dei propri campioni. Un provvedimento salomonico, quasi un buffetto per un gesto in ogni caso clamoroso, notato da tutti gli spettatori in piazza e documentato da telecamere e fotografi; all’inizio del secondo giro, dopo le prime schermaglie fra i canapi in attesa della partenza, Migheli (vincitore del Palio 2013) e Chessa (beffato l’anno precedente, quando correva per i colori di San Benedetto) si sono letteralmente avvinghiati l’uno all’altro. Il gialloblu aggrappato alla giubba del fantino di San Luca, il rossoverde altrettanto rapido a ghermire le redini del fantino di San Giacomo.


UNA SORTA di... wrestling equestre, che avrebbe potuto avere conseguenze pericolose per i due fantini — come era del resto avvenuto in passato, in situazioni analoghe —, ma che i giudici della commissione disciplinare del Palio hanno ritenuto privo di violenza. Migheli e Chessa hanno badato soprattutto a frenare la reciproca corsa, tenendosi per oltre un giro sempre più al bordo della pista, senza ostacolare gli altri concorrenti ad iniziare da Sebastiano Murtas di San Paolo, dominatore della gara dal primo all’ultimo metro. Al termine della gara tutti si immaginavano una pesante squalifica per i due fantini, com’era successo in passato per altri protagonisti di simili episodi: due, tre anni di stop dalle corse a Ferrara. Ed invece anche a seguito delle ‘prove televisive’ i giudici dell’Ente Palio hanno scelto la linea morbida. Limitandosi a chiedere a Migheli e Chessa — ma soprattutto alle contrade di San Giacomo e San Luca — di non tornare più a Ferrara, se non da spettatori. Un invito garbato, non certo un divieto. Probabilmente nella valutazione ha influito proprio l’assenza di polemiche tra i rispettivi contradaioli, ed il fatto che quando i due fantini hanno iniziato ad abbracciarsi con tanto trasporto, erano ormai entrambi tagliati fuori dalla vittoria.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

A Bientina ci sarà Ondina Prima

Messaggio  jabru il Sab Lug 05, 2014 7:47 pm

Palio, Ondina a Bientina: è fuori dalla ‘tratta’ a Siena


La grigia di Dino Pes ha fatto le visite: correrà nel Villaggio

Siena, 4 luglio 2014 - Poche sorprese, nessun problema rilevato dai veterinari e un clima disteso. E’ filato tutto liscio ieri a Bientina dove erano in programma le pre-visite dei cavalli che il 20 luglio le nove contrade intendono far partecipare al Palio. Le pre-visite di Bientina forse hanno fatto più rumore a Siena, visto che il Villaggio ha portato Ondina Prima, cavalla vista in piazza del Campo il 2 luglio e vincitrice due anni fa a Bientina. Una presenza non da poco in ottica senese, visto che l’eventuale presenza di Ondina il 20 luglio al canape in piazza Vittorio Emanuele la escluderebbe di fatto dal lotto per il Palio del 16 agosto in piazza del Campo.

Il regolamento senese infatti prevede che i cavalli non possono effettuare attività agonistica nei venti giorni precedenti alle visite veterinarie, che quest’anno a Siena sono state fissate per il 7 e 8 agosto. Calendario alla mano, Ondina, se corre a Bientina, è fuori dalla ‘tratta’ a Siena. Il se è d’obbligo, visto che il Villaggio ha portato anche Palio impero come alternativa. Per il resto, Puntone ha presentato il mezzosangue di sua proprietà e cioè Incantado e Quartz de Mores, maschio di cinque anni che Adrian Topalli, il fantino di origine albanese ingaggiato dal Puntone, ha già montato a Fucecchio durante le corse di primavera; Nadir de Mores, il cavallo che trionfò lo scorso anno a Bientina con la Viarella, è stato portato dalla Forra come era nelle previsioni. La contrada del ‘dragone’ ha fatto passare la visita veterinaria anche a Opinione di Gallura come eventuale alternativa.

Si chiama invece Orgolese il cavallo scelto dal Centro Storico, che monterà Elias Mannucci. Santa Colomba ha portato una vecchia conoscenza per i bientinesi come Miulan; la Viarella, come era nelle previsioni, ha invece Melissa Bella, cavalla che nelle sue precedenti partecipazioni aveva sempre corso per Santa Colomba. Sono due invece i cavalli del Quattro Strade e cioè Orpen e Nunteregghechiù; Guerrazzi ha presentato Rovaio Sauro e Plutarco, con quest’ultimo che è la prima scelta. Il Cilecchio, come era nelle previsioni, ha portato il plurivittorioso Isopac. Questo il quadro quindi con lo stesso Cilecchio, Guerrazzi, Villaggio e Forra che sulla carta partono favoriti.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Casole

Messaggio  jabru il Lun Lug 14, 2014 7:57 pm

Simone Mereu, portacolori della contrada Cavallano, ha regalato uno straordinario bis al palio di Casole D'Elsa, corso in serata, con mossiere Gennaro Milone.

Il fantino, che a maggio ha disputato il Memorial Luigi Favari per Legnarello, ha vinto davanti a Federico Arri. Più staccati Zedde, Farnetani, Angioi e Brodu.

Il Palio di Casole (quest'anno il drappellone è dedicato ai 200 anni dell'Arma dei carabinieri), vede gareggiare le sei contrade del paese valdelsano (Rivellino, Pievalle, Il Merlo, Cavallano, Monteguidi e Casole Campagna) in una corsa su un apposita pista in terra battuta che ha la peculiare caratteristica di svilupparsi in salita e che, quindi, rende la gara particolarmente impegnativa sia per i cavalli che per i fantini.

Soddisfatto della sua prova, Gennaro Milone così commenta la mossa: "Come sempre - spiega il mossiere legnanese ormai di casa in terra senese - si è creata una certa tensione tra i canapi, ma nei 25 minuti di tentativi nel trovare la posizione più giusta, non ci sono stati momenti difficili. Credo di aver dato tranquillità a tutti i fantini, favorendo una partenza corretta".
OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Casole

Messaggio  jabru il Lun Lug 14, 2014 8:01 pm

Palio di Casole, vince Simone Mereu su Narcisco

14 lug, 2014


Si è corso ieri il 140° Palio di Casole con il fantino Simone Mereu e il cavallo Narcisco che, come da previsione, hanno sbaragliato la concorrenza. Grande festa per la contrada Cavallano, dopo una mossa molto lunga e una corsa seguita come al solito da un buon numero di senesi giunti in val d’Elsa per questo appuntamento che, da tradizione, si colloca tra le due Carriere di Piazza del Campo.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Bientina

Messaggio  jabru il Lun Lug 21, 2014 8:11 pm


Siri vince il palio di Bientina, cadono Pusceddu e Pes


21/luglio/2014 - 09:44



Siri vince il palio di Bientina, cadono Pusceddu e Pes
Antonio Siri

E’ Antonio Siri su Plutarco de Bonorva a vincere il 22° palio di San Valentino a Bientina, per la gioia della contrada di Guerrazzi. In finale, dopo le due batterie di qualificazione, erano arrivati anche Valter Pusceddu e Nadir de Mores per Forra, Adrian Topalli su Quartz de Mores per Puntone e Dino Pes con Ondina Prima per Villaggio.
La mossa è stata abbastanza veloce, Forra ha preso la testa e l’ha mantenuta per quasi tutto il percorso, ma Pusceddu è caduto e Siri, che si trovava in seconda posizione, è riuscito a rimanere a cavallo e nel finale, molto emozionante, ha avuto la meglio su Nadir de Mores. Anche Dino Pes, il favorito della vigilia, è caduto mentre era al terzo posto e Ondina Prima è quindi arrivata da sola alle spalle dei primi due. Quarto posto per Adrian Topalli.
Per Antonio Siri è il secondo successo personale, a 6 anni dalla prima affermazione del 2008 per il Centro Storico con Fantastic Light.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Bientina - le batterie

Messaggio  jabru il Lun Lug 21, 2014 8:23 pm

Le batterie di qualificazione del pomeriggio fanno visto nella prima la partecipazione di Andrea Chessa e Orpen (Quattro Strade), Antonio Siri (Guerrazzi), Massimo Columbu con Mulan (Santa Colomba) e Dino Pes (Villaggio), che hanno condotto praticamente per tutto il percorso e hanno chiuso davanti a Siri e Plutarco. Columbu, ostacolando Chessa, ha creato tensioni con il popolo delle Quattro Strade.
Nella seconda batteria c’erano: Elias Mannucci con Orgolese (Centro Storico), Simone Mereu e Isopac (Cilecchio), Valter Pusceddu, Adrian Topalli e Gianluca Mureddu su Melissa Bella (Viarella). Dopo molte false partenze e ben 3 cadute in corsa, si è imposto Valter Pusceddu e dietro Adrian Topalli.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini a Grosseto

Messaggio  jabru il Mer Ago 27, 2014 8:05 pm


SIENA E GROSSETO INSIEME AL CASALONE PER UN INSOLITO "GEMELLAGGIO"

News 26-08-2014






Fantini senesi del passato e del presente ancora insieme non in Piazza del Campo, ma al Casalone di Grosseto. Un gemellaggio all’insegna del galoppo, per un evento eccezionale che si terrà per le ultime corse estive notturne. Protagonisti della serata i fantini più famosi del Palio che si sfideranno in una corsa non ippica, ma montando comunque a pelo.
”Siena e Grosseto per la prima volta insieme – afferma Valfredo Valiani – in nome della passione dei cavalli. L’ippica è in crisi e anche la sua identità ne sta risentendo, adesso è necessario unire le città appassionate al mondo dei cavalli”. Alla serata parteciperanno anche il sindaco di Siena Bruno Valentini, l’assessore allo sport Leonardo Tafani, il Rettore del magistrato delle contrade Fabio Pacciani e i diciassette capitani. Fra gli ospiti ci saranno anche Giorgio Guglielmi, Bartolo Ambrosione, e il più atteso, Andrea Degortes detto Aceto, che potrebbe anche montare di nuovo a cavallo e sfidare i fantini di oggi. Ma oltre a loro, ci saranno anche molti cavalli che abbiamo visto in Piazza.

Simona Sassetti da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini a Grosseto

Messaggio  jabru il Mer Ago 27, 2014 8:07 pm


GEMELLAGGIO IPPICO TRA SIENA E GROSSETO? NON SE NE PARLA PROPRIO

News 27-08-2014




Non ci sarà alcun gemellaggio ippico tra Siena e Grosseto. L'iniziativa dell'Ippodromo del Casalone prevista per venerdì sera che vedrà una corsa con i fantini del Palio a Grosseto non vedrà l'adesione a la partecipazione da parte del comune di Siena e del Magistrato delle Contrade. Non saranno presenti dunque il sindaco Bruno Valentini e l'assessore Leonardo Tafani, così come ha smentito categoricamente la presenza il Rettore del Magistrato Fabio Pacciani. La corsa sarà caratterizzata dalla presenza del canape e della rincorsa con protagonisti cavalli mezzosangue. Dovrebbero esserci i mossieri Bartolo Ambrosione, Giorgio Guglielmi di Vulci ed Enzo Giorgi, mentre saranno assenti i priori delle Contrade e la maggior parte dei capitani ad esclusione di un paio che presenzieranno a titolo personale. Il Rettore del Magistrato ha scritto una lettera per la dettagliata precisazione:

"In qualità di Rettore del Magistrato delle Contrade, avendo letto il mio nome fra i presenti all’evento organizzato all’ippodromo Casalone di Grosseto, preciso che ciò non risponde a verità.
Ho comunicato, motivandola, la mia assenza - o quella di un mio sostituto - all'evento in questione sia agli organizzatori che al Sindaco di Siena, rappresentando il parere di tutti i Priori delle Contrade.
La scelta non ha nessuna attinenza con la qualità dell’evento, ma riguarda il fatto che la presenza delle Contrade fuori dal contesto cittadino richiede motivazioni che in questo evento non esistono e processi di condivisione che l’evento stesso non ha stimolato"

Fabio Pacciani, Rettore del Magistrato delle Contrade

Fonte: www.radiosiena.com

da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Castl del Piano

Messaggio  jabru il Gio Ago 28, 2014 7:49 pm


PALIO DI CASTEL DEL PIANO: PRIME INDISCREZIONI SULLE MONTE

News 27-08-2014




Ci stiamo piano piano avvicinando a uno dei classici appuntamenti di settembre delle corse a pelo. Il palio di Castel del Piano rappresenta sempre un appuntamento irrinunciabile per appassionati e addetti ai lavori. Stando alle ultime indiscrezioni Monumento, contrada vincitrice dello scorso anno, dovrebbe confermare la monta di Giuseppe Zedde mentre l'avversaria Borgo sembra molto vicina ad Antonio Siri. Per quanto riguarda Poggio, sembra possibile l'arrivo di Giovanni Atzeni e infine Storte pare orientata su Jonatan Bartoletti. Bisognerà comunque aspettare l'assegnazione dei cavalli del 6 settembre per avere un quadro più certo. Ricordiamo che il palio si correrà lunedì 8 settembre.

Francesco Zanibelli da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti

Messaggio  jabru il Ven Ago 29, 2014 8:00 pm


LE PROBABILI MONTE DEL PALIO DI ASTI

News 28-08-2014




Ad Asti sono già definite da tempo le monte per il palio che si correrà domenica 21 settembre. Sarà presente anche Luigi Bruschelli che difenderà i colori di Tanaro mentre il figlio Enrico correrà per Castell'Alfero. Queste le monte dei 21 rioni e borghi: Baldichieri (Antonio Villella), Castell'Alfero (Enrico Bruschelli), Canelli (Alessandro Colombati), Cattedrale (Silvano Mulas), Don Bosco (Gianluca Fais), Moncalvo (Andrea Chessa), Montechiaro (Martin Ballesteros), Nizza Monferrato (Giovanni Atzeni), Santa Caterina (Andrea Mari), San Damiano (Francesco Caria), San Lazzaro (Giuseppe Zedde), Santa Maria Nuova (Andrea Coghe), San Martino San Rocco (Maurizio Farnetani), San Marzanotto (Alessandro Chiti), San Pietro (Andrea Farris), San Paolo (Valter Pusceddu), San Secondo (Dino Pes), San Silvestro (Giuseppe Piccinnu), Tanaro (Luigi Bruschelli), Torretta (Alessio Migheli), Viatosto (Gianluca Mureddu).Vi aggiorneremo in caso in variazioni.




Francesco Zanibelli da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti

Messaggio  jabru il Dom Ago 31, 2014 8:25 pm

Atzeni in grande spolvero ad Asti, Dino Pes fa il vuoto


Ultima prova dei cavalli prima del palio. Bene Murtas che porta al successo un cavallo di Bruschelli

Siena, 30 agosto 2014 — Che sfida fra San Secondo, che punta tutto su Dino Pes, e la ‘nemica’ Tanaro che ha ingaggiato Gigi Bruschelli. Il ‘gigante’ del Palio da una parte e il fantino che negli ultimi anni, in giro per l’Italia, ha vinto e si è messo in evidenza. Con una scuderia dove alloggia, tra l’altro, anche l’ultimo vincitore dell’Assunta Occolè. Non era Bruschelli a montare il purosangue nella prima corsa, vinta con grande facilità in notturna ad Asti, al «Censin Bosia». C’era Sebastiano Murtas che ha dominato, lasciandosi alle spalle Giovanni Atzeni (correrà per Nizza), così pronto in partenza da rischiare di andare giù quando c’è stato un ritardo nello sgancio. L’essere allenatissimo ha aiutato il sardo-tedesco a schizzare comunque via. Terzo è giunto Valter Pusceddu (San Paolo), uno dei favoriti.

Dunque, uno dei cavalli di Bruschelli per Asti è andato molto bene. Ha impressionato. ma c’è stata immediata la risposta di Dino Pes che ha stravinto la seconda corsa. Subito in testa, ha creato una voragine fra lui e gli inseguitori. Anche se Ballesteros l’aveva insidiato, secondo è giunto il giovane Gheduzzi, un amico (si dice) di Federico Arri.

Questa la grande sfida fra le avversarie che si profila a tinte forti. Ma è emerso molto altro dalle corse in notturna. Ad esempio la ritrovata grinta di Silvano Mulas (Cattedrale), che ha centrato la terza corsa a conclusione di un testa a testa avvincente con Antonio Villella (Baldichieri). Alla fine ha agguantato il terzo posto Murtas, duellando a lungo con Sandro Chiti.

Che Atzeni c’era e voleva contare si era visto subito. Casomai non fosse stato chiaro il concetto l’ha rimarcato andando a vincere di una testa davanti a Pes, nella quarta corsa. Al via il fantino di San Secondo è rimasto un po’ schiacciato, Atzeni ha preso così il comando. Ma grazie ad una rimonta da manuale con il cavallo vittorioso ad Asti con Bucefalo, L’Inglese, Pes è arrivato ad un soffio. Terzo Chiavassa. Se la penultima corsa, seppure battagliata, fila via rapida segnando il successo di Ballesteros (secondo Saccu, terzo Calvaccio), per far partire l’ultima il mossiere Gennaro Milone vede i sorci verdi. Quasi un’ora di tira e molla e di abbassamenti annullati, a raffica. Un cavallo accompagnato al canape e persino un ribaltamento spettacolare del fantino. A creare grossi problemi i puri di Giacomo Lo Manto e Di Piazza. Quando, 5 minuti dopo mezzanotte, è buona Atzeni vince e si lascia dietro un grintoso Antonio Siri? Neanche per sogno, è solo un'illusione ottica. Al fotofinish è proprio quest'ultimo a portare via il successo al sardo-tedesco. Prossima tappa? Il palio di Asti, il 21 settembre. L'ultima partita (anche in chiave senese, tanti sono rimasti scontenti dopo le due Carriere in Piazza) da giocare prima dell'inverno vero.
di Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corse e paliotti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum