Dove nasce la verbena

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Festa per i 200 anni di alleanza fra Tartuca e Leocorno

Messaggio  jabru il Mer Mag 20, 2015 7:18 pm

Nel lontano 6 giugno 1815 si stringeva l'alleanza fra Tartuca e Leocorno e, a distanza di duecento anni, le due contrade hanno deciso di celebrare l'anniversario preparando un evento molto particolare per riscrivere la storica intesa. "Sono passati moltissimi anni, eppure il rapporto che lega le due contrade è rimasto solido - ricorda il priore del Leocorno Massimo Bari - per questo è già da un anno che volevamo festeggiare in un'unica data il bicentenario". Il programma è in via di definizione ma intanto sono state create due commissioni per organizzare l'evento. "Il nostro auspicio è che venga rispettata la data - afferma Bari - e che quindi si riesca a celebrare precisamente il prossimo 6 giugno". Le celebrazioni e i festeggiamenti partiranno dal pomeriggio nella contrada del Leocorno e si concluderanno con una grande cena nella Tartuca preceduta da una cerimonia per rinnovare questo storico rapporto rimasto intatto in tutti questi anni. Alleanza che è molto sentita da parte dei contradaioli e non solo, perché anche i due priori sono uniti da un profondo legame di amicizia. "Andando a rivedere gli atti ci siamo resi conto che la data si stava avvicinando - conclude Bari - così abbiamo deciso di lasciare un segno a questa iniziativa, che sarà sicuramente sentita sia da parte del Leocorno, che dalla nostra alleata. La mia speranza è che anche in questa occasione si possa dimostrare la compattezza e la nostra grande coesione". E’ questa una delle migliori dimosterazioni di come le contrade possano mantenere intatte le tradizioni, renderle attuali e arricchierle di nuovi significati alla luce della nuova era del Palio e dei rioni.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fontanina dell'Aquila lesionata. Il priore Cardini: "Basta macchine"

Messaggio  jabru il Ven Mag 22, 2015 7:32 pm

Siena, 22 maggio 2015 - UN COLPO così forte da spostare la base della fontanina opera di Bruno Buracchini, in pietra serena. «La goccia che ha fatto traboccare il vaso di una situazione non più tollerabile», denuncia il priore dell’Aquila Fiamma Cardini. Un danneggiamento, probabile opera di mezzi in manovra, che conferma le difficoltà sempre maggiori che le Contrade incontrano nel preservare il territorio. «E nel tutelare i loro beni», aggiunge Cardini. Che ha fatto transennare la struttura e presenterà denuncia contro ignoti.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LA CONTRADA DELL'ONDA PIANGE LA SCOMPARSA DI ROBERTINO NERI

Messaggio  jabru il Ven Mag 22, 2015 7:35 pm

La Siena contradaiola, e non solo, piange la scomparsa di Roberto Neri. Fu Capitano dell'Onda dal 1984 al 1990 e vinse il Palio del 16 agosto 1985 con Salvatore Ladu detto Cianchino su Benito III. Già nella Carriera del 16 agosto 1972 Neri era stato mangino vittorioso; in quell'occasione fu Antonio Zedde detto Valente su Orbello a vincere per i colori di Malborghetto. Roberto Neri è stato anche un goliardo, protagonista nell'Operetta del 1948 nonché padre di Stefano Neri, Princeps del 1992.

Francesco Zanibelli da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Andrea Causarano, il medico sociale (selvaiolo) della Juventus riceverà il premio Mangia

Messaggio  jabru il Mar Mag 26, 2015 7:14 pm

, 25 maggio 2015 – Il Concistoro del Mangia, che si è riunito stasera, ha accolto le proposte presentate dalle Contrade per attribuire il Premio Mangia ad Andrea Causarano, la medaglia di civica riconoscenza ad Alessandro Leoncini ed una seconda medaglia, dietro indicazione dell’Accademia dei Fisiocritici al professor Luigi Bernabei. Quarantatrè anni di servizio ininterrotto, 25 mila interventi chirurgici eseguiti. C’è anche questo nel curriculum eccellente del docente, 99 anni a dicembre, luminare dell’audiologia e dell’otorinolaringoiatria senese e italiana per il quale l’Accademia dei Fioscritici, di cui è decano in quanto socio dal 1945.

Dopo due anni di stop – l’ultimo Premio Mangia venne assegnato nel 2012 a Rodolfo Bracci – il 15 agosto si svolgerà dunque la cerimonia per attribuire il riconoscimento. A riceverlo sarà il selvaiolo Andrea Causarano, medico sociale della Robur per anni, dalla scorsa estate alla Juventus con cui ha vinto il campionato e la Coppa Italia. E con cui ora punta alla Champions. Ma Causarano è anche un contradaiolo ’vero’: dieci volte tamburino di Piazza, un Masgalano vinto, è stato anche aiuto mangino e abita tuttora nella Selva.


L’altra medaglia di civica riconoscenza va al panterino Alessandro Leoncini. «L’amore per la ricerca ha segnato a tal punto la sua vita – prosegue – da farne una persona di riferimento anche per gli studiosi più importanti, pubblicando libri e partecipando a convegni. Quanto alla Pantera ha ricoperto molti incarichi, a partire da quello di economo», spiega il priore di Stalloreggi Stefano Morandini.
La.Valde. da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

SALE L'ATTESA PER L'ESTRAZIONE DELLE CONTRADE

Messaggio  jabru il Mar Mag 26, 2015 7:18 pm

Domenica prossima si terrà l'estrazione delle 4 Contrade che si aggiungeranno a Torre, Nicchio, Civetta, Valdimontone, Leocorno e Oca, già partecipanti di diritto a questa Carriera. Ricordiamo dunque come si svolge il sorteggio. Il Sindaco mette in un'urna i nomi con le 17 Contrade e ne estrae quante sono quelle da estrarre (in questo caso 4 in quanto l'Istrice sconta la squalifica). I capitani estratti, uno per uno e a turno, estraggono le Contrade che parteciperanno al Palio. Fatto questo, il Sindaco estrae le 7 Contrade non partecipanti il cui ordine servirà a stabilire l'ingresso per il Corteo Storico. Ecco ora da quale anno le Contrade che devono essere estratte attendono l'estrazione per il Palio di Luglio partendo da quelle che attendono da più anni:

2004: Giraffa, Selva

2007: Aquila (non corse comunque perché dovette scontare la squalifica)

2012: Bruco, Chiocciola, Drago, Tartuca

2014: Lupa, Onda, Pantera

Fonte: www.ilpalio.org

Francesco Zanibelli da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Nessuna censura ma molto controllo per raccontare il palio

Messaggio  jabru il Mer Mag 27, 2015 8:01 pm

Come si può raccontare il Palio senza snaturarlo o ridurlo a mera corsa di cavalli? Quali sono le giuste immagini e soprattutto si può limitare la libertà di espressione? Sono domande che ritornano d’attualità ogni qualvolta viene riealizzato un film dedicato al Palio. Cristiana Mastacchi ne ha parlato stamani nel corso della trasmissione I mattinieri, insieme a Paolo Leoncini, ad del consorzio per la tutela del Palio e al professor Duccio Balestracci che ha fornito un giudizio antropologico sulla questione. L’argomento prende spunto dal film documentario realizzato dalla regista americana Cosima Spender e presentato a New York al Tribeca film festival. Un film che in un lancio Ansa si dice descriva “un ambiente ‘macchiato’ da corruzione e corse apparentemente ‘aggiustate’, che minacciano di far sparire la passione per la competizione sportiva in sé”. Descrizione inappropriata secondo Leoncini. “Non è così, il prodotto è bello, rispettoso della Festa, il lancio di agenzia è sbagliato, ha raccontato il film nella maniera più sconclusionata possibile”. “La cosa più difficile da capire per chi non è senese – ha detto Balestracci – è che nei giorni del palio noi abbiamo un rapporto con il vissuto ed un’emotività un po’ diversa da quella degli altri. Per esempio il contradaiolo che è un po’ alticcio, canta e fa confusione in contrada, cosa del tutto normale, tolto da questo contesto psicologico ed emotivo nel quale tutti noi siamo immersi nei giorni del palio, diventa agli occhi di chi non sa quello che c’è dietro un volgare “briaco”, per dirla alla senese. Per cui, secondo me, nessuna censura ma molto controllo, deve essere la richiesta a chi vuole raccontare questa nostra ‘cosa’ particolare che è il Palio”.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Nominata la commissione Masgalano per il 2015

Messaggio  jabru il Gio Mag 28, 2015 7:23 pm

SIENA. Deliberati, ieri, dalla Giunta comunale i membri della Commissione Masgalano. A farne parte saranno: Gabriele Boschi (Nobile Contrada dell’Aquila), supplente Filippo Frignani; Francesco Carletti (Nobile Contrada del Bruco), supplente Stefano Pieri; Paolo Petreni (Contrada della Chiocciola), supplente Nicola Fineschi; Antonio Dami (Contrada Priora della Civetta), supplente Andrea Bonacci; Giovanni Sportoletti (Contrada del Drago), supplente Federico Melai; Federico Neri (Imperiale Contrada della Giraffa), supplente Simone Cantelli; Emiliano Muzzi (Contrada Sovrana dell’Istrice), supplente Armando Angiolini; Paolo Bartolini (Contrada del Leocorno), supplente Leonardo Bracali; Alessandro Gronchi (Contrada della Lupa), supplente Guido Bruni; Andrea Finetti (Nobile Contrada del Nicchio), supplente Giacomo Oretti; Nicola Coppi (Nobile Contrada dell’Oca), supplente Alessandro Bianciardi; Guido Bellini (Contrada Capitana dell’Onda), supplente Andrea Cancelli; Marco Ceccherini (Contrada della Pantera), supplente Andrea Gonnelli; Luca Zanelli (Contrada della Selva), supplente Gabriele Bartali; Riccardo Butini (Contrada della Tartuca), supplente Lorenzo Lorenzini; Marco Capannoli (Contrada della Torre), supplente Mauro Bonelli; Luca Braccini (Contrada di Valdimontone), supplente Lucio Viligiardi.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cittadini fanno una colletta e restaurano il tabernacolo della Vergine di Provenzano

Messaggio  jabru il Ven Mag 29, 2015 6:35 pm

CINQUE euro. Altri ne hanno date 10, qualcuno 20. C’è chi è arrivato a 100. Erano stanchi di vedere i lineamenti della Vergine assaliti da polvere e tempo. E i colori ‘sfregiati’ al punto da diventare grigi. Così, grazie al cuore dei senesi e alla sensibilità dei parrocchiani di Provenzano, il tabernacolo all’angolo di via Sallustio Bandini da ieri è tornato un gioiello. E porta con sé una bella storia, che resterà nei secoli. «Sì, perché sul retro della Vergine – svela don Enrico Grassini, deus ex machina dell’iniziativa con l’ausilio di tanti volenterosi –, nella parte incava, è stata inserita la pergamena contenente i nomi di quanti hanno fatto una donazione per restituire questo spicchio di arte alla città». L’incipit nell’ottobre scorso. Tanti lamentavano il degrado di quell’opera all’ingresso di via dei Miracoli, così si chiamava Sallustio Bandini, strada che introduceva i pellegrini alla chiesa di Provenzano. «Perché non dimostrare che, rimboccandosi le maniche e facendo quadrato, si possono fare cose belle e importanti», spiega la genesi don Grassini, parroco della basilica. Il tabernacolo si trova in territorio giraffino, la Contrada ha fatto la sua parte. Ma anche persone che vivono nel rione, gente che invece sta in altre zone della città, si sono unite a questa catena di solidarietà da cui è uscito, questa volta davvero, un piccolo miracolo. «Ad occuparsi del restauro è stato Luca Antonelli – prosegue il sacerdote –, che di recente ha riportato a nuova vita la teca con le reliquie del beato Sansedoni. L’ha seguito Alessandro Bagnoli per la Soprintendenza. Sotto si intravede un dipinto del ’600 che non è stato possibile recuperare, probabilmente del Casolani, mentre la cornice è di Domenico Cafaggi». Senenses senarum patronae, c’è scritto in una targa. I senesi alla patrona di Siena, nell’anno 2015. E domenica, prima della messa, alle 11, il tabernacolo verrà benedetto.

Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LEOCORNO E TARTUCA CELEBRANO DUE SECOLI DI ALLEANZA

Messaggio  jabru il Dom Mag 31, 2015 6:29 pm

La Contrada del Leocorno e la Contrada della Tartuca celebrano i due secoli di allenza. Lo faranno ufficialmente Venerdì 5 Giugno, con un evento dedicato che rievocherà quanto sancito duecento anni prima. Il programma dei festeggiamenti prevede che il “Patto di reciproca Alleanza” sia ricordato e confermato con una breve cerimonia che si svolgerà negli Oratori di entrambe le Contrade.

Il valore simbolico che riveste tale momento, viene rafforzato dalla consapevolezza di dare voce e consistenza alla capacità, tutta senese, di raccontare la storia mediante la inesauribile volontà di adattamento alle metamorfosi imposte dal susseguirsi delle epoche: una vivacità in grado di trarre spunto anche da realtà apparentemente superate o trascinate solo dalla tradizione.

Per la ricorrenza del Secondo Centenario inoltre è stata data alle stampe anche una inedita pubblicazione frutto del lavoro di un gruppo di competenti contradaioli delle due Contrade. Giordano Bruno Barbarulli e Giovanni Mazzini per la Tartuca, Paolo Leoncini, Giuliano Catoni e Paolo Lombardi per il Leocorno, che con l’aiuto delle rispettive Commissioni Archivio, hanno realizzato una ricerca originale che consente ora di approfondire aspetti e vicende fino ad oggi poco indagati, per quanto sommariamente noti, sulla storia delle alleanze e delle rivalità delle due Contrade.

A conclusione del pomeriggio i contradaioli della Tartuca e del Leocorno si ritroveranno insieme a cena sotto la rinnovata cornice offerta dalle Logge del Fantastici nel Prato di Sant’Agostino, durante la quale il Professore Luciano Catoni presenterà la pubblicazione sulla storica dell’Alleanza.

Da OK Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Andrea Causarano: “Il Mangia d’oro un premio che mi gratifica”

Messaggio  jabru il Dom Mag 31, 2015 6:35 pm

Andrea Causarano, ex medico sociale del Siena, è intervenuto ai microfoni di Antenna Radio Esse durante lo speciale Diretta Sport. L’ex medico sociale della squadra senese ha parlato del Mangia D’Oro, prestigioso riconoscimento alla carriera che gli verrà consegnato nella giornata del 15 agosto. “È un onore poter ricevere un riconoscimento come questo, non so neanche se me lo merito. Ho sempre fatto il mio lavoro nel migliore dei modi, sono davvero contento”.

Causarano è dall’estate scorsa il responsabile medico della Juventus: “Per me che vengo da una realtà come Siena vincere campionato e Coppa Italia è stata un’emozione indescrivibile. Fra pochi giorni -ha dichiarato- ci apprestiamo ad affrontare la finale di Champions League. I giocatori ci arrivano al top, quindi sono fiducioso”.

Ventuno anni al servizio della Robur prima della non iscrizione della scorsa estate. Ma Causarano è rimasto un grande tifoso dei colori bianconeri: “Ho seguito tutto il campionato e sono anche sceso qualche volta per assistere alle partite della squadra di Morgia. Contro il Gavorrano c’ero anch’io ed ero pronto alla festa, anche se poi il Siena non è purtroppo riuscito a vincere. Auguro ai bianconeri di trionfare nella Poule Scudetto e laurearsi campione d’Italia fra i dilettanti”.

DA Antenna Radio Esse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Torna a risplendere il tabernacolo di via Bandini

Messaggio  jabru il Mar Giu 02, 2015 8:03 pm

E' tornato a risplendere il tabernacolo di via Bandini, all'angolo di via del Moro a Siena. Grazie all'intervento di tanti senesi che nei mesi hanno aderito ad una sottoscrizione volontaria, è stato possibile portare all'antico splendore l'opera sacra con l'effige della Madonna di Provenzano (detto della "Madonna de' Balestreri", dall'antica famiglia che abitava il Palazzo). Questa mattina, domenica 31 maggio, il parroco di Provenzano don Enrico Grassini che è stato il coordinatore dell'iniziativa, ha benedetto il tabernacolo alla presenza di tutta la dirigenza della contrada della Giraffa (territorio in cui si trova l'immagine sacra) e numerosi senesi.

Nell'estate del 2014 l'ex antiquario ed appassionato d'arte Marco Bernardi sollecitò più volte don Enrico Grassini il quale prese a cuore l'idea. Attivandosi ha ricevuto risposte positive non solo dalla contrada della Giraffa, ma soprattutto tantissimi cittadini che con i loro contributi sono riusciti a dare il via ai lavori, eseguiti dal restauratore Luca Antonelli, seguito da Alessandro Bagnoli per la Soprintendenza. E a perenne ricordo di questa iniziativa, sul retro della Vergine è stata inserita una pergamena con tutti i nomi dei donatori.

Il tabernacolo ha anche un segreto, una voce popolare che si tramanda da decenni e decenni proprio su questa immagine sacra e su chi sia stato realmente a collocarla proprio in quel punto. Il tabernacolo infatti, più che la Madonna di Provenzano, rappresenterebbe la Madonna del Conforto di Arezzo (che nell'immagine deriva da quella di Provenzano, ma in realtà diversa). La Madonna del Conforto è legata indissolubilmente al Viva Maria ed al miracolo del 15 febbraio 1796, quando un’annerita immagine della Madonna del Conforto sbianca dinanzi agli occhi di alcuni artigiani. Il primo di una serie di episodi analoghi verificatisi in molte altre parti del Granducato e nei territori limitrofi, dove sono viste statue o immagini della Madonna muovere gli occhi o piangere. La devozione mariana, già forte in Toscana e nell’Umbria Occidentale, è rafforzata da questi miracoli e costituisce il motore della futura sollevazione del movimento del Viva Maria, la rivolta antigiacobina che coinvolse anche Siena nelle insorgenze antinapoleoniche del 1799. E secondo il detto popolare, sarebbero stati proprio i Viva Maria a realizzare il tabernacolo con l'immagine della Madonna del Conforto inserita sopra ad un precedente dipinto del '600. Le "stringhe" che si trovano davanti ne sarebbero una testimonianza, ma ci sarebbero anche altri simboli non solo religiosi, ma politici antigiacobini a testimoniare questa voce secondo alcuni appassionati di storia locale.

Il tabernacolo, come è possibile vedere anche nelle foto, era in uno stato elevato di degrado, coperto soprattutto dallo smog di auto e motorini che ogni giorno sfrecciano a centinaia da via Bandini, già via dei Miracoli: "Questa iniziativa bellissima, spero che si ripeta ancora anche in altre zone della città. I cittadini hanno a cuore la loro Siena, i loro monumenti, le loro opere sacre che sono testimonianza del passato, ma soprattutto radici su cui costruire il futuro" ha detto don Enrico Grassini durante la benedizione.
C orriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Alcol in contrada: esposto dopo giovane in coma etilico

Messaggio  jabru il Mer Giu 03, 2015 7:39 pm

Torna con prepotenza il problema dell’alcol in contrada. Per la verità l’argomento è sempre rimasto di attualità, impegnando a fondo le dirigenze e i presidenti di società che hanno adottato accurate misure di prevenzione. Ma due settimane fa capita la classica goccia che fa traboccare il vaso e ora ci troviamo di fronte ad un “giro di vite”, oltre che alle solite preoccupazioni. Durante una festa di contrada un giovane è finito in coma etilico. Una brutta situazione che ha preoccupato i genitori. Il padre ha presentato un esposto sul problema. Non una denuncia, ma una segnalazione per sollecitare rimedi e attenzione ad un fenomeno che può giungere anche a tristi conseguenze. Pochi giorni più tardi il priore della contrada interessata dal fatto è stato contattato dal questore di Siena per un colloquio relativo all’argomento. Ora, appare chiaro che l’asticella dell’attenzione sul fenomeno si è alzata e il tam tam fra presidenti di società porta ad una particolare attenzione verso la somministrazine di alcolici nelle contrade. E’ vietato vendere alcol ai minori, per cui spesso si chiede di esibire un documento che accerti l’età e, in genere, dopo la mezzanotte, si evita di distribuire alcolici a chicchessia. Proprio per evitare il proliferare di conseguenze poco simpatiche. Ma è inutile nascondere l’evidenza: la tendenza ad alzare il gomito fra i più giovani, soprattutto quando sono in gruppo, sta diventando un fenomeno difficile da arginare e spesso capita purtroppo che anche laddove il proibizionismo è più forte, i ragazzi si presentino in contrada già “bottiglia-muniti”. Acquistano gli alcolici in altri esercizi commerciali e arrivano alla festa con la “boccia” al seguito. In questo caso che fare? Intensificare i controlli, certo, ma così facendo si rischia di svilire momenti spensierati di sana socializzazione in contrada, penalizzando anche chi sa “saggiamente divertirsi”.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Onda: cena con delitto per sostenere progetti di formazione per DSA

Messaggio  jabru il Ven Giu 05, 2015 7:08 pm



SIENA. L’evento “Una morte stellare” è organizzato con la collaborazione della Compagnia teatrale “Il Grappolo”. I fondi raccolti saranno devoluti all’Associazione SerenaMentec he si occupa di formazione e di doposcuola specializzato per ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento

Una cena di beneficenza per raccogliere fondi che serviranno a finanziare progetti e attività didattiche promossi nelle scuole di Siena dall’Associazione SerenaMente che si occupa di formazione e di doposcuola specializzato per ragazzi con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento).

Un modo per sostenere concretamente i piani didattici personalizzati, le attività di laboratorio, il doposcuola specializzato per studenti dislessici o con altre difficoltà nell’apprendimento che spesso non hanno bisogno di una semplice assistenza nel fare i compiti, ma di risposte adeguate che favoriscano la loro autonomia.

L’iniziativa è promossa dalla Contrada dell’Onda. Venerdì 12 giugno alle 20.30 la Sociatà Duprè, infatti, ospiterà la cena con delitto “Una morte stellare” organizzata grazie alla collaborazione con la Compagnia teatrale “Il Grappolo”. Una cena molto speciale e piena di imprevisti, ambientata in un condominio dove tutto può accadere. Il colpo di scena arriva subito: il proprietario, un noto scienziato in odore di nobel, è morto il giorno prima, probabilmente assassinato. Ogni tavolo sarà identificato con un appartamento del condominio e i commensali dovranno costruirsi rapporti parentali che giustifichino la loro presenza nell’appartamento occupato e, conseguentemente, nel condominio. L’Ispettore Bob The Fox responsabile dell’indagine avrà bisogno dell’aiuto di tutti i partecipanti per portare a termine la sua caccia al colpevole. Ogni appartamento quindi dovrà agire come una vera e propria “squadra investigativa”. I condomini di quale appartamento vinceranno la sfida?



ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il lavoro che non c’è si trova in Contrada

Messaggio  jabru il Ven Giu 05, 2015 7:12 pm

Siena, 5 giugno 2015 - «SE CERCHI un’occupazione o hai un’attività e vuoi reclutare personale tra i nostri protettori segui le indicazioni descritte per accedere al database». Firmato commissione solidarietà del Nicchio. Tutto vero. Mondo del lavoro e professionalità s’incontrano grazie alla Contrada. Che una persona faccia la segretaria o la dietista. Che insegni lingue, matematica oppure svolga attività manuali poco importa. Possono inserire il curriculum vitae nella bacheca on line del sito dei Pispini nella speranza che qualche nicchiaiolo trovi proprio qui la persona di cui ha necessità in quel momento. Un modo per darsi una mano visto il momento di difficoltà economica generale.

«SIA CHIARO, non si tratta di un ufficio di collocamento, tantomeno si sostituisce ad esso. Rappresenta piuttosto una strada per far incontrare le varie professionalità, in primis dei giovani ma anche chi magari ha perso il lavoro, con l’offerta nell’ambito della stessa Contrada visto che solo i protettori possono registrarsi ed accedere al servizio», spiega Ombretta Sanelli, presidente della commissione solidarietà. Ha inviato un migliaio di lettere ai protettori e presto ne manderà una seconda tranche, alttrettanto consistente, per informarli della novità. «La Contrada assolve così al ruolo di tassello sociale imprescindibile che prova a dare risposte concrete in un momento di disagio crescente. Già nell’ottobre scorso avevamo organizzato, unitamente a commissione dei novizi e onlus, un momento per insegnare ai giovani, anche delle altre consorelle, come si compila un curriculum. Ebbe un ottimo riscontro». «Un’iniziativa – si inserisce il priore dei Pispini Marco Fattorini – che nasce all’insegna dello spirito di mutuo soccorso, valore fondante della comunità di Contrada e delle relazioni umane che da sempre la animano. Intendiamo promuovere le competenze professionali e le attività dei nostri protettori tramite il sito web creando un canale che metta in contatto tutti i contradaioli alle prese con il mondo del lavoro, valorizzando il patrimonio di risorse umane esistente e rinsaldando al contempo in rapporti interpesonali che ci caratterizzano». «Ci siamo confrontati su questo anche con l’Oca che è già partita con l’iniziativa sfruttando le nuove tecnologie», aggiunge Sanelli. In Fontebranda c’è già chi ha usufruito della ‘vetrina’: manutentori e dietisti, educatrici e architetti, per esempio.

Bastano pochi clic per ritagliarsi un pizzico di visibilità. Si accede ad un’area riservata, ovviamente ai nicchiaioli, dove vengono inseriti dati personali, professione, link ad una pagina professionale, caricando il curriculum vitae. Poi non resta che attendere la telefonata.
di Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Trenta sonetti in vernacolo

Messaggio  jabru il Lun Giu 08, 2015 9:16 pm

Sulle pagine del Corriere di Siena del 9 giugno troverete i trenta sonetti scritti da altrettanti cantori della città, in vernacolo, che sono scaturiti dal secondo Concorso del sonetto contradaiolo voluto da Paolo Costa e Chiara Spargella sul profilo di Facebook "Siamo di Siena siamo fatto 'osì". Trenta composizioni cariche di emozioni che sottoponiamo alla giuria popolare dei lettori del Corriere di Siena. Scegliete il vostro sonetto preferito e inviate tramite email corrsiena@gruppocorriere.it il vostro voto. Il vincitore riceverà una bella sorpresa.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ultimo appuntamento con i lavori di addestramento a Mociano

Messaggio  jabru il Lun Giu 08, 2015 9:28 pm

Saranno 34 i cavalli, divisi in cinque batterie, che domani, martedì 9 giugno, a partire dalle 17.00, effettueranno gli ultimi lavori di addestramento dei cavalli da Palio a Mociano.

Prima batteria – ore 17.00
Cavallo Fantino Proprietario
1 RANIA DU NORD Giuseppe Zedde Giuseppe Zedde
2 ORGOLESE Andrea Chessa Massimiliano Brilli
3 QUARZO BLU Federico Guglielmi Mark Harris Getty
4 PICCOLO SOGNO Jacopo Pacini Tommaso Furielli
5 ROMANZO PER ANNA Francesco Caria Umberto Bartalucci
6 PREZIOSA PENELOPE Elias Mannucci Sandra Rossi
7 QUORE DE SEDINI Jonatan Bartoletti Salvatore Panebianco

Seconda batteria – ore 17.20
Cavallo Fantino Proprietario
1 REO CONFESSO Alessio Migheli Mattia Marchetti
2 REXY Jonatan Bartoletti Nicola Sandroni
3 REMO SECONDO Carlo Sanna Giuseppe Zedde
4 QUANTOVALI Federico Guglielmi Mark Harris Getty
5 QUASAS Andrea Coghe Fabio Romanelli
6 PARLEDI Silvano Mulas Valentina Valle
7 ITALIANA DE SEDINI Massimo Columbu Romina Miseria

Terza batteria – ore 17.40
Cavallo Fantino Proprietario
1 SUNTO Giosuè Carboni Mario Fracassi
2 REMOREX Massimo Columbu Massimo Columbu
3 ROCCO NICE Alessio Migheli Mattia Marchetti
4 PHATOS DE OZIERI Jonatan Bartoletti Giorgio Campanini
5 BRIGANTES Francesco Caria Pietro Angeletti
6 QUINDIGIU Carlo Sanna Giuseppe Zedde
7 QULPA DI GALLURA Alessio Giannetti Filippo Toti

Quarta batteria – ore 18.20
Cavallo Fantino Proprietario
1 SOLERO Michele Uccheddu Mario Savelli
2 RADESKI Alessio Giannetti Maria Elena Frosinini
3 ORA DI GALLURA Jacopo Pacini Federico Bisogni
4 PERICLEA Francesco Caria Jacopo Ferri
5 QUEEN KING Andrea Chessa Alberto Monaci
6 PITZULU Giuseppe Zedde Giuseppe Zedde
7 QUEEN WINNER Giosuè Carboni Salvatore Lai

Quinta batteria – ore 18.40
Cavallo Fantino Proprietario
1 RANDAGIA Alessandro Chiti Mario Marrone
2 O’ SOLE MIO BELLO Mirko Verdigi Egisto Giuseppe Galeazzi
3 QUI’ LOGAN Silvano Mulas Mattia Marchetti
4 REYNARD KING Michele Uccheddu Mario Savelli
5 QUINOA PRIMA Sebastiano Murtas Stefano Serreli
6 QUESTURINO Alessandro Congiu Salvatore Muroni
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Comune e Contrada del Nicchio insieme per il restauro della colonna e della Lupa del Ponte di Romana

Messaggio  jabru il Ven Giu 12, 2015 8:37 pm

Un rapporto sinergico e proficuo tra il Comune e la Contrada del Nicchio per il restauro della Lupa e della Colonna del Ponte di Romana. Dopo la conferenza dei servizi tenutasi a maggio anche alla presenza di rappresentanti della Soprintendenza alle Belle Arti e al Paesaggio di Siena, Arezzo e Grosseto, la Giunta, ieri, ha approvato lo schema di convenzione con la Contrada per il restauro e la manutenzione dei due elementi architettonici.

<<Un esempio – come afferma il vicesindaco Fulvio Mancuso – del meccanismo virtuoso che può generarsi sul fronte della rigenerazione e della gestione dei beni comuni urbani tra l’istituzione comunale e la società civile, a partire dal mondo dell’associazionismo e delle Contrade. Un nuovo modello gestionale del patrimonio collettivo che può riguardare, come in questo caso, anche l’ambito architettonico ai fini della sua piena valorizzazione, con un’evidente ricaduta positiva su tutta la città>>. <<Il progetto sui beni comuni per il quale abbiamo ricevuto il riconoscimento allo Smau Firenze 2014 – aggiunge Mancuso – è certamente tra i più qualificanti nell’ambito delle azioni complessive di Siena smart city>>.

Come l’antica lupa in marmo bianco, anche la colonna presenta un evidente grado di consunzione dovuto ad agenti atmosferici e infestazioni biologiche, oltre a diffuse esfoliazioni, fasi di distacco e la mancanza di vari parti di modellato. Uno stato generale compromesso che, per ragioni di sicurezza, ha comportato anche la transennatura del manufatto. L’intervento prevede l’esame dello stato di conservazione della Lupa e il suo restauro, compresa la valutazione della più adeguata modalità di conservazione dell’opera fino all’ipotesi di sostituzione con una copia, come già avvenuto in passato in piazza Postierla e in piazza Tolomei.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Siena e il Drago in lutto per la scomparsa di Andrea Muzzi

Messaggio  jabru il Sab Giu 13, 2015 7:23 pm

Siena, il mondo del palio, la Contrada del Drago in particolare, sono in lutto per la scomparsa, avvenuta stamani, di Andrea Muzzi, ex Rettore del Magistrato delle Contrade (dal 1984 al 1989), ex Priore del Drago (dal 1980 al 1992), due volte vittorioso (nel 1986 e nel 1989). Ai microfoni di Antenna Radio Esse il ricordo affidato all’ex capitano del Drago Mario Toti, che tanti momenti ha vissuto gomito a gomito con Andrea Muzzi.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7384
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dove nasce la verbena

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum