Palio dell'Assunta

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Strategie dei capitani: Carlo Brocci, ISTRICE

Messaggio  jabru il Sab Ago 08, 2015 7:49 pm

E' un rientro importante quello dell'Istrice, che dopo aver scontato i due palii di squalifica torna sul tufo per la prossima carriera del 16 agosto. Con l'esordiente capitan Carlo Brocci abbiamo parlato delle strategie del rione di Camollia, ultima delle contrade che prendono parte di diritto al Palio dell'Assunta.

Carlo, tornate in piazza dopo due anni, con quali aspettative?
"Non vediamo l'ora di riprenderci il posto che ci spetta di diritto. Quello che è successo a noi due anni fa adesso si sta rivolgendo contro ad altri. Nei primi incontri da capitano dissi che l'articolo 101 del regolamento del palio andava rivisto perché quanto accaduto a noi poteva capitare a tutti. In quel momento, però, ognuno pensò per sè, ma a distanza di qualche anno ci sono persone che si sono ricredute e che adesso mi danno ragione. Credo che dovremo aprire un dibattito su questo argomento e riparlarne con l'Amministrazione comunale provando ad aggiustare il 101 perché non si possono penalizzare le contrade quando non hanno colpa e diventano solo un paravento con il quale coprirsi. Detto questo, attendiamo il palio con grandi aspettative".

A livello personale si tratta del tuo esordio da capitano. Come vivi l'attesa?
"Sono curioso di capire le sensazioni. Tutti mi parlano dell'assegnazione, della mossa o dei minuti nell'Entrone che precedono la corsa come momenti molto emozionanti ed io non vedo l'ora di viverli. Come contrada, invece, avendo vinto nel 2008 non abbiamo l'acqua alla gola. Ci sono altre contrade con molte più pressioni come per esempio la Chiocciola, il Nicchio o la Lupa, che non vince da 26 anni. Noi per fortuna non abbiamo i riflettori puntati addosso. E' chiaro che se si presenterà l'occasione proveremo a sfruttarla, ma se riusciremo a non far vincere la nostra avversaria avremo già fatto tanto. Man mano che ci avviciniamo al palio sono sempre di più le pacche di incoraggiamento sulle spalle, questo mi da fiducia, basta che dopo non si trasformino in schiaffi".

E' un palio con 9 rivali. Che carriera ti aspetti?
"Un palio difficile, anche per il mossiere. Fermo restando l'ottimo lavoro di Ambrosione che non ha bisogno di consigli, penso che si possano trovare dei piccoli aggiustamenti per agosto come il non far uscire troppo frettolosamente le contrade dai canapi o tenere la rincorsa un po' più vicina al verrocchino. Il resto lo farà il buon senso delle dirigenze che oltre ai diritti dovranno avere ancora maggiori doveri nei confronti della Festa. E' chiaro che poi ognuno penserà al meglio per la propria contrada. Importante sarà anche scegliere cavalli frazionati, magari con 2-3 soggetti che possano girare davanti al primo San Martino".

Hai introdotto l'argomento cavalli. La domanda che tutti si pongono è: lotto alto o lotto basso?
"Per me il palio è bello come quello dello scorso luglio, quando 5/6 popoli possono sperare nella vittoria. Nel palio di agosto spesso non ci sono le stesse condizioni di luglio perché bisogna vedere come i cavalli escono dal palio precedente, vanno considerate le scelte dei proprietari e così via. A lume di naso credo che il livello si abbasserà e che alcuni cavalli buoni non ci saranno. In ogni caso, qualunque sia il lotto, ci sarà comunque una scalettatura. Forse sarà più difficile la lettura per noi capitani, ma più facile invece per i fantini".

Venendo proprio ai fantini, si parla tanto del possibile matrimonio con Giovanni Atzeni. Siete in vantaggio per montarlo o siete tra la rosa delle pretendenti?
"Siamo tra le contrade dove può montare. Giovanni ci conosce, sa che non gli mettiamo pressioni e che se viene nell'Istrice trova una famiglia pronta ad accoglierlo ed a permettergli di fare un palio come si deve, senza alcuna forzatura. Credo invece che alcune contrade potrebbero fare delle forzature importanti, puntando sulla loro storia e su un riscatto dopo il palio di luglio".

Alternative di certo non mancano e mi riferisco in primis a Trecciolino o a qualche giovane di belle speranze come Elias Mannucci...
"Ce ne danno tanti di fantini, speriamo che il 13 non tocchi a me montare. A parte gli scherzi, da parte di molti fantini sento la fiducia in me e nella contrada, forse sono agevolato perché essendo proprietario di cavalli già mi conoscevano. Riguardo a Gigi ribadisco che è patrimonio dell'Istrice ed è tenuto in alta considerazione da me e dalla contrada e per noi quello che decide lui va bene. Per quanto riguarda i giovani, invece, ci sono tantissimi ragazzi in gamba che si danno molto da fare e che hanno fatto bella figura in provincia e nei vari palii in giro per l'Italia. C'è un'ampia possibilità di scelta. Riguardo ad Elias è un bene che accumuli esperienza dopo quella di luglio, quindi più corre e meglio è".

Ultima domanda. Che differenze hai trovato a vivere il palio da proprietario-contradaiolo prima e da capitano adesso?
"Prima potevo solamente immaginare tutte le strategie, ma ne ero fuori, adesso invece è molto simpatico quando incontro i fantini con i quali precedentemente parlavo in libertà di molti argomenti, magari anche in modo scherzoso, mentre adesso ci ritroviamo a parlare di cose più particolari. E' una bella e piacevole sensazione oltre all'onore di ricoprire questo ruolo. In più c'è l'impegno molto pressante da dover conciliare con il lavoro, con i vari incontri con le dirigenze, i fantini e così via, una cosa che però faccio più che volentieri. Meno divertente è invece la politica “interna”. Se la gente avesse “sorvegliato” chi ha gestito Siena fino ad aggi come sorveglia noi, credo che nostra città avrebbe avuto meno problemi"
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

cConcluse le previsite

Messaggio  jabru il Dom Ago 09, 2015 8:04 pm

Il primo atto del Palio di Siena del 16 agosto 2015 si è concluso ieri sera intorno alle 20, mentre un forte temporale stava creando non pochi problemi nella nostra città. Alla clinica veterinaria di Raffaello Ciampoli al Ceppo si sono chiusi i battenti sulla due giorni di previsite, che ha visto sfilare sulle colline di Monteresi quasi 100 cavalli.

L'assenza di rilievo, arrivata nella giornata di venerdì, è quella di Quit Gold, barbero di proprietà di Duccio Fatucchi ed allenato da Antonio Siri, che dopo esser rientrato in non perfette condizioni dalla carriera di luglio, è stato precauzionalmente tenuto a riposo e non sarà quindi nella rosa a disposizione dei capitani. Per il resto non si segnalano novità di rilievo, con la presenza davanti agli occhi interessati di contradaioli e dirigenze, non moltissime per la verità, di tutti gli altri big a partire da Occolè, passando per Oppio e Mississippi, fino ad arrivare alla protagonista assoluta di luglio Morosita Prima.

A differenza di quanto avvenuto un mese fa quando tutti i soggetti vennero sottoposti a lastre, questa volta non è stato così, con la commissione veterinaria del Comune che ha voluto approfondire solamente alcune situazioni. Adesso l'attesa è per la lista degli ammessi alle prove di notte e di quelli che andranno direttamente alla tratta, che dovrebbe essere diramata nella giornata di domani.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio: il drappellone come paradigma di vita

Messaggio  jabru il Lun Ago 10, 2015 8:44 pm

Presentato il cencio di Elisabetta Rogai



SIENA. Presentato questa sera (10 agosto) il drappellone del Palio del 16 agosto.

Se l’arte è strettamente connessa alle capacità di chi la esprime Elisabetta Rogai ne è, sicuramente, una grande protagonista e testimone. Il drappellone che ha realizzato non solo traduce pittoricamente la dedica: “terra di Siena, terra del mondo”, ma riesce a coniugare, perfettamente, gli elementi inscindibili della grande festa senese: gioco e ritualità; sacralità e umanità.

Il suo lavoro è una vera e propria opera culturale. Meraviglioso il volto della Madonna che riempie la parte alta del drappo di seta. Con lo sguardo rivolto in basso, l’attenzione è su un enorme disco dove, come in una foto a 360 gradi, prendono forma i palazzi che circondano Piazza del Campo. E’ Siena, ma il codice di lettura spazia oltre, rimanda al nostro mondo. Al centro un cielo azzurro-cobalto illuminato, in oro, dalla luna e dalle stelle. Forte il rimando al soffitto della Cappella esterna che sembra appoggiarsi alla facciata del Palazzo Pubblico.

Attorno, sempre con il prezioso metallo, la scritta: “Amate la giustizia voi che governate la terra”. La riproposizione del messaggio che si legge nell’affresco “Le allegorie del buono e cattivo governo” di Ambrogio Lorenzetti e nella Maestà di Simone Martini all’interno del Museo Civico senese, che richiama, anche, l’enciclica sull’ambiente di Papa Francesco, affinché l’umanità cambi il modello di sviluppo per proteggere la casa comune. La terra. In sintesi: integrare la giustizia nelle discussioni sull’ambiente, perché senza giustizia è impossibile ascoltare tanto il grido della terra quanto il grido dei poveri.

Il messaggio corre in parallelo con quello lanciato da Expo 2015: nutrire tutti rispettando il nostro habitat per una corretta sostenibilità delle risorse. Sul capo della Vergine un’aureola di spighe di grano.

Già questa parte dell’opera di Elisabetta Rogai potrebbe essere esaustiva, ma l’artista con la sua téchne dimostra veramente un saper fare; non si esaurisce in un sapere. Con l’abilità e la teoria Rogai riesce a produrre cose contingenti, che possono esserci e non esserci. Ed ecco, infatti, a metà dipinto un bambino che gioca con i barberi. Il divertimento che ha accompagnato l’infanzia di tutti i senesi. Un elemento che poteva essere anche omesso, ma che la sensibilità dell’artista ha ritenuto utile. Una connotazione che rimanda all’estetica per uno spazio di discussione aperto a chi vuole comprendere il significato del Palio.

Così come l’uso del vino in una tavolozza cromatica sapientemente usata e calibrata. Insieme ai colori olio ecco, di nuovo, un ritorno alla terra di Siena. Sono presenti tutti i vini senesi. Un bene prezioso che rende uniche le creazioni di Elisabetta Rogai, perché con il passar del tempo il vino invecchia, così il colore cambia, trasformando le sue produzioni in qualcosa di eternamente vivo.

L’artista, attraverso il suo lavoro, ha lanciato Siena e il suo Palio dentro l’Expo. Ha fatto conoscere al mondo le marche identificative del territorio senese. Le eccellenze che si traducono in qualità della vita, paesaggi rurali e agricoli, prodotti di vocazione, elementi e colori come una corsa di cavalli unica al mondo. La sua gente. La sua devozione al sacro.

Nella parte in basso un frammento di galoppo. Tre cavalli che cercano di guadagnare il traguardo. Pennellate di forza che rendono, appieno, l’essenza dei tre giri sul tufo di Siena.

Nel suo insieme il drappellone dipinto da Elisabetta Rogai appare come un paradigma di vita.

N.B. L’immagine del drappellone è scaricabile dal sito

http://www.comune.siena.it/La-Citta/Palio/Palio-16-Agosto-2015/Presentazione-del-Palio
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Presentazione del Drappellone del 16 agosto 2015 del sindaco di Siena, Bruno Valentini

Messaggio  jabru il Lun Ago 10, 2015 9:53 pm






Onorandi priori, capitani, autorità, contradaioli carissimi,
l’amore per la nostra città e per la nostra campagna. L’amore per il nostro territorio, unico al mondo, come indirettamente testimoniato dai riconoscimenti Unesco. E’ questo che ci ha guidato quando abbiamo deciso di dedicare la parte allegorica del Drappellone dell’Assunta alla nostra TERRA.

“Terra di Siena, Terra del Mondo” questa è la formula che abbiamo deciso di adottare. Una formula che parla di noi, di Siena e della sua provincia.
Parla di quelle immagini che fanno parte della nostra cultura e della nostra identità politica e civile: parla dell’“Allegoria del Buon Governo” e parla dei tanti affreschi presenti in questo Palazzo, il Palazzo Pubblico, ma anche di quelle immagini esemplari della pittura gotica senese custodite nella nostra Pinacoteca. In molti di questi dipinti è possibile ammirare quel tipico paesaggio di cui andiamo fieri da centinaia di anni.

Ma dedicare la parte allegorica del Drappellone alla “Terra di Siena” significa, soprattutto, dare centralità ad uno dei tratti più caratteristici e universalmente riconosciuti dell’identità senese: quello della produzione agroalimentare e del secolare legame tra la città e le sue campagne. Un legame ancora oggi indissolubile.

Un legame contemporaneamente etico ed estetico quello tra Siena e il territorio che la circonda, che ha trovato, come ho già sottolineato, espressione nella più alta produzione artistica senese. A cominciare proprio dagli “Effetti del Buongoverno in campagna” di Ambrogio Lorenzetti. Un vero e proprio manifesto dal quale emerge forte quella peculiare dimensione di sostenibilità, nella produzione agricola come nei rapporti politici e sociali, che Siena vuole mostrare all’Italia e al mondo nell’anno di Expo 2015. Siena ribadisce, quindi, sullo scenario internazionale la sua immagine di città che, sapientemente, si è sempre posta la sfida di trovare le forme più appropriate nelle relazioni con la ruralità circostante. Non solo per finalità di sussistenza e produzione agro-alimentare, ma anche e soprattutto come modello di equilibrio e stile di vita.

Ad una città ben governata corrisponde una campagna ordinata e laboriosa. Nell’affresco del Lorenzetti città e campagna sono intercomunicanti e si integrano vicendevolmente: l’una dipende dall’altra. Per questo motivo Siena può rappresentare un modello di crescita e di sviluppo per il mondo intero. Sviluppo e sostenibilità ambientale; tutela del paesaggio e buon vivere. Sono questi i principi su cui si è basato il modello senese, da secoli, ed è quello che vogliamo presentare al mondo.

Elisabetta Rogai è stata una straordinaria interprete di tutto questo. Il suo Drappellone è una splendida narrazione artistica del nostro territorio e della nostra Festa.
La composizione segue una linea narrativa che, dall’impetuosa corsa dei cavalli, attraverso il gioco spensierato di un bambino che lascia scorrere su una pista i barberi, si sublima nella rappresentazione della Vergine dall’aureola di dorate spighe che dispiega il proprio manto in un materno abbraccio alla città.

La “terra” di Siena è la protagonista indiscussa di quest’opera che trasforma la materia pulsante in colore. Proprio i colori utilizzati, infatti, provengono dai prodotti della nostra terra, primo tra tutti il vino.

La Città è simboleggiata dalla rappresentazione della Piazza del Campo, sul perimetro della quale la scritta “Amate la giustizia voi che governate la terra”. Lo stesso monito che echeggia in questo Palazzo, sull’affresco del Lorenzetti al di sopra dell’allegoria della Giustizia, in lingua latina: “DILIGITE IUSTITIAM QUI IUDICATIS TERRAM”. Monito che si sostanzia nelle splendide visioni di una città fiorente e di una campagna antropizzata. Monito riattualizzato dall’artista, che ci parla di sostenibilità delle risorse e di un rapporto virtuoso tra produzione e consumo.

Sulla seta del Drappellone si è quindi realizzato un connubio denso di significati, tra la creatività della pittrice e i frutti della terra senese. Sullo sfondo ci sono gli stessi temi in agenda anche per il grande evento di portata globale di cui l’Italia è protagonista.
Dalla terra di Siena al mondo, quindi: Terra di Siena Terra del Mondo.

Cari concittadini, da ora, da questo momento rituale - la presentazione del Drappellone- iniziano i giorni della nostra Festa. Una festa, il Palio, caratterizzata da ingredienti particolari: storia, identità, amore, gioia, rabbia, profumi, colori e tanta passione. Una passione sana fatta di amore per Siena, di amore per le contrade e di amore per i cavalli. Sì, per chi non lo avesse capito, il Palio è tutto questo: compreso l’amore e il rispetto per un animale che per noi senesi è sacro. Il cavallo. Lo dico da Sindaco, ma soprattutto da senese: l’invito che faccio a chi ci guarda da fuori è quello di osservare e comprendere prima di giudicare.

Permettetemi di concludere ringraziando tutti coloro che si adoperano – notte e giorno- per rendere possibile questi giorni di Palio.

Buona Festa a tutti.

Grazie"

Bruno Valentini
Sindaco di Siena
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I FANTINI CHE POTREBBERO ESSERE A CAVALLO

Messaggio  jabru il Lun Ago 10, 2015 9:56 pm

In questi giorni non si fa che parlare di possibili lotti e sui cavalli che potrebbero rientrare nella scelta dei capitani ma proviamo ad analizzare chi potrebbero essere i 10 assassini a cavallo la sera del 16 agosto. Ci sono fantini ovviamente che hanno il posto praticamente sicuro come Andrea Mari, Giovanni Atzeni, Luigi Bruschelli, Jonatan Bartoletti e il rientrante Giuseppe Zedde. Anche Carlo Sanna e Alberto Ricceri hanno più che ottime possibilità di essere di nuovo a cavallo in questa carriera dell'Assunta. Per i tre posti rimanenti ci sarà una grande “lotta” tra chi era a cavallo il 2 luglio scorso come Valter Pusceddu, Elias Mannucci e Francesco Caria e chi a luglio non ha montato come Enrico Bruschelli, Sebastiano Murtas, Alessio Migheli, Antonio Siri, Andrea Chessa, Silvano Mulas e Giosuè Carboni; di sicuro, come è noto, non potrà essere a cavallo Massimo Columbu. Da non trascurare poi l'eventuale esordio di qualche giovane di belle speranze; il nome più ricorrente è quello di Andrea Coghe. E' chiaro che molto dipenderà dagli incastri contrada-cavallo che si verranno a creare il 13 agosto, il dato certo è che ci sono molti fantini per pochissimi posti disponibili.





Francesco Zanibelli da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

SONO 59 I CAVALLI AMMESSI ALLE PROVE DI ADDESTRAMENTO MATTUTINE

Messaggio  jabru il Lun Ago 10, 2015 9:59 pm

Di seguito l’elenco dei 59 cavalli ammessi alle prove mattutine che si terranno dalle ore 6 alle 7.30 del 12 agosto (tutti i cavalli dovranno essere in piazza del Mercato alle ore 5.30), e degli 8 ammessi direttamente alla Tratta che si terrà il giorno successivo.

CAVALLO PROPRIETARIO


1 BRIGANTES Pietro Angeletti
2 FULMINE FEMMINA Elvira Valenti
3 ITALIANA DE SEDINI Romina Miseria
4 MALI BOOM BOOM Egisto Giuseppe Galeazzi
5 O’ SOLE MIO BELLO Egisto Giuseppe Galeazzi
6 ONEGLIA DE OZIERI Luca Francesconi
7 ORA DI GALLURA Federico Bisogni
8 ORGOLESE Massimiliano Brilli
9 PARLEDI Valentina Valle
10 PASTEUR Olindo Pinciaroli
11 PESTIFERO Massimo Leonini
12 PHATOS DE OZIERI Giorgio Campanini
13 PICCOLO SOGNO Tommaso Furielli
14 PITZULU Giuseppe Zedde
15 POLONSKI Mark Harris Getty
16 PREZIOSA PENELOPE Sandra Rossi
17 QUADRIVIA Remo Carli
18 QUARTER Serena Butteri
19 QUARZO BLU Mark Harris Getty
20 QUARZUS Francesco Manca
21 QUASIMODO DI GALLURA Luigi Bruschelli
22 QUE MASCA Maurizio Pacchi
23 QUEEN WINNER Salvatore Lai
24 QUERIDA DE MARCHESANA Giovanni Atzeni
25 QUESTURINO Salvatore Muroni
26 QUI’ LOGAN Mattia Marchetti
27 QUINDIGIU Giuseppe Zedde
28 QUINOA PRIMA Stefano Serreli
29 QULPA DI GALLURA Filippo Toti
30 QUMERSINDO Giuseppe Angioi
31 QUORE DE SEDINI Salvatore Panebianco
32 QUORTER BAY Davide Giannini
33 RADESKI Maria Elena Frosinini
34 RAKTOU Mattia Marchetti
35 RANDAGIA Mario Marrone
36 RE BULL Antonio Ladu
37 REMO SECONDO Giuseppe Zedde
38 REMOREX Massimo Columbu
39 RENALZOS Marcello Roti
40 REO CONFESSO Mattia Marchetti
41 RESOLZA Roberto Gabelli
42 REXY Nicola Sandroni
43 REYNARD KING Mario Savelli
44 ROCCO NICE Mattia Marchetti
45 ROCCO RO Giambattista Satta
46 RODRIGO BAIO Massimo Maria Alessi
47 ROSA BELLA Elena Crocchianti
48 ROTEGAGIU Roberto Meniconi
49 ROVAIO SAURO Massimo Martelli
50 SAPIENZA Giacomo Martini
51 SARBANA Simone Giraldi
52 SAW Giuseppe Zedde
53 SMERALDO NULESE Mark Harris Getty
54 SOLA Monica Mureddu
55 SOLEANDROS Fabio Fioravanti
56 SOLERO Mario Savelli
57 SORIGHITTU Francesco Caria
58 SU RE Carlo Sanna
59 SUNTO Mario Fracassi



CAVALLI AMMESSI DIRETTAMENTE ALLA TRATTA DEL 13 AGOSTO

1 MISSISSIPPI Osvaldo Costa
2 MOCAMBO Mark Harris Getty
3 MOROSITA PRIMA Niccolò Rugani
4 OCCOLE’ Alberto Manenti
5 OPPIO Caterina Brandini
6 PORTO ALABE Fabrizio Brogi
7 QUERINO Stefano Bramerini
8 ROBA E MACOS Osvaldo Costa
OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Annullate le prove mattutine di domani

Messaggio  jabru il Mar Ago 11, 2015 8:10 pm

SIENA. La pioggia torrenziale caduta ieri ha reso non del tutto affidabile l’anello di tufo di Piazza del Campo, per questo la decisione del sindaco Bruno Valentini di non correre le prove mattutine in programma per domani alle ore 6.

Come ha evidenziato il primo cittadino: “Nonostante i tempestivi interventi delle squadre tecniche comunali, dall’accurato esame del terreno emerge un rischio potenziale per lo svolgimento delle numerose batterie con 59 cavalli, ed inoltre potrebbe compromettere l’agibilità della pista per la mattina del 13, perché la copiosa precipitazione di acqua ha rallentato il processo di stabilizzazione del tufo e la sua omogeneità lungo tutto il tracciato. L’annullamento delle prove è finalizzato ad assicurare un’ottimale tenuta della pista per la Tratta”.

Nell’ottica, quindi, di garantire la massima sicurezza di cavalli e fantini, il sindaco ha deciso di annullare il tradizionale appuntamento, non regolamentato, che si doveva tenere domattina.

Questo pomeriggio i veterinari comunali procederanno, in base alle osservazioni maturate nel lavoro di addestramento di questi mesi, alla selezione dei soggetti che, insieme agli otto ammessi direttamente, parteciperanno alla Tratta.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I segni parlano di Tartuca e Onda. Ma anche la Torre e Valdimontone 'sperano'

Messaggio  jabru il Mar Ago 11, 2015 8:13 pm

I segni dicono Tartuca. Perchè il Palio, a causa del maltempo, è stato presentato al Teatro dei Rinnovati. Come era accaduto nel 2002. Perchè il colpo d'occhio è un'armonia fra blu e giallo che fa venire in mente i colori di Castelvecchio. Ecco le tinte che calamitano l'attenzione di chi cerca, nei segni lasciati dall'artista, la traccia che indica la contrada vittoriosa. E allora il giallo e blu oltre che nella Tartuca si trova nel Nicchio e nella Chiocciola, seppure in proporzioni differenti. Ma ci sono i contradaioli di San Marco che subito vanno con il pensiero al 1999 quando il Drappellone in cui tali colori predominavano finì appunto nel loro museo.

Colpisce comunque l'oro utilizzato per omaggiare gli artisti del '300 che hanno fatto grande Siena. Come se fosse una componente fondamentale della Contrada destinata a calare dal palco il Drappellone di Elisabetta Rogai, che ha ricevuto grandi consensi nonostante il disagio per la presentazione e le tensioni (anche forti) perchè molti sono rimasti fuori, stante la capienza del teatro (circa 600 persone) che non poteva accogliere tutti per motivi di sicurezza.

Torniamo ai segni. Ce ne sono per il Valdimontone. Il barbero dei Servi sembra essere quello, tracciando una linea immaginaria, più basso e vicino dunque ai cavalli, come se partisse per primo. Non solo. Il colore a tratti rosato evoca sensazioni piacevoli.Anche il tanto giallo non suona certo male. Così come per i torraioli (ancora): la luna dentro piazza del Campo è accesa sopra la Torre del Mangia come a indicare che la notte del 16 agosto illuminerà Salicotto. Ma potrebbe anche essere via Dupré: Onda.

Il celeste è del resto il suo colore. E ce n'è in abbondanza in questo Drappellone. C'è chi vede poi nell'ovale che la Madonna bacia il sole della Torre peraltro già presente, in modo ben più marcato, nel Palio di luglio. E ancora. Tre sono i cipressi, tre sono i cavalli. Tre il numero di Salicotto.

Ma i barberi, nella parte bassa, riportano alla mente il Drappellone vinto nel 1972 dall'Istrice di Dino Decca. Qualcuno risale con la mente al 1977 quando vinse l'Oca un Drappellone che aveva in basso la testa del cavallo e in alto sfumature di giallo e celeste. Insomma, chi più ne ha più ne metta.

La.Valde. da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

28 i cavalli ammessi alla Tratta

Messaggio  jabru il Mar Ago 11, 2015 8:19 pm

Sono 28 i cavalli ammessi alla Tratta del Palio di Siena del 16 agosto 2015 che si terrà giovedì 13 agosto. I cavalli sono stati selezionati nel pomeriggio di oggi dai veterinari comunali in base alle osservazioni maturate nel lavoro di addestramento di questi mesi, a causa dell'annullamento delle prove mattutine programmate per domani.

20 i soggetti promossi che si vanno così ad aggiungere agli 8 cavalli che erano stati ammessi direttamente. La presentazione dei cavalli si svolgerà dalle 6,30 alle 7,30.

I CAVALLI AMMESSI ALLA TRATTA
(numero, nome cavallo, proprietario)

1 ITALIANA DE SEDINI Romina Miseria
2 MISSISSIPPI Osvaldo Costa
3 MOCAMBO Mark Harris Getty
4 MOROSITA PRIMA Niccolò Rugani
5 OCCOLE’ Alberto Manenti
6 ONEGLIA DE OZIERI Luca Francesconi
7 OPPIO Caterina Brandini
8 ORA DI GALLURA Federico Bisogni
9 PESTIFERO Massimo Leonini
10 PHATOS DE OZIERI Giorgio Campanini
11 PICCOLO SOGNO Tommaso Furielli
12 PITZULU Giuseppe Zedde
13 POLONSKI Mark Harris Getty
14 PORTO ALABE Fabrizio Brogi
15 PREZIOSA PENELOPE Sandra Rossi
16 QUADRIVIA Remo Carli
17 QUARTER Serena Butteri
18 QUARZUS Francesco Manca
19 QUASIMODO DI GALLURA Luigi Bruschelli
20 QUERIDA DE MARCHESANA Giovanni Atzeni
21 QUERINO Stefano Bramerini
22 QUESTURINO Salvatore Muroni
23 QULPA DI GALLURA Filippo Toti
24 RAKTOU Mattia Marchetti
25 RENALZOS Marcello Roti
26 ROBA E MACOS Osvaldo Costa
27 ROCCO RO Giambattista Satta
28 ROVAIO SAURO Massimo Martell
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Targetti: “Servono batterie vere e un mossiere più autoritario”

Messaggio  jabru il Mar Ago 11, 2015 8:24 pm

Le prove di notte sono state annullate per evitare rischi e per garantire la maggiore sicurezza in vista del Palio. “Una scelta giusta – afferma ai nostri microfoni Gianluca Targetti, capitano della Selva -. Tutta l’organizzazione che ruota intorno al Palio, a partire dalle condizioni del tufo, è qualcosa di collaudato da sempre. Se l’amministrazione ha ritenuto di doverle annullare ha avuto le sue ragioni. Certo, vedere i cavalli, soprattutto quelli che non hanno mai corso era importante e a questo punto sarà necessario avere batterie serie, dove possiamo veramente vedere qualcosa, perché mai come in questo Palio sono fondamentali. Ci vuole collaborazione da parte di tutti, perché sennò saremo obbligati a scegliere cavalli già visti. Invece se ci sarà serio impegno potremmo anche scegliere cavalli esordienti, che dovranno però dimostrare le qualità che hanno nei fatti e non solo nelle parole e nelle sponsorizzazioni”. Non manca un commento sul mossiere Bartolo Ambrosione: “Dovrà essere più autoritario”. Per quanto riguarda invece la contrada della Selva e una sua possibile monta, Targetti non si sbilancia: “Sarà una monta che arriva dai rapporti che sono stati costruiti nel tempo”.

Simona Sassetti da AntennaRadioZSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Lega: “Permesso agli animalisti: precedente pericolosissimo e visibilità ottenuta”

Messaggio  jabru il Mer Ago 12, 2015 7:52 pm

SIENA. “Perché dobbiamo abbassare il capo così?!?”: è stato questo il commento del Segretario della Lega, Francesco Giusti, che attacca Questore, Prefetto e Sindaco di Siena, facenti parte del Comitato dell’ordine pubblico e della sicurezza, per la concessione del parcheggio dell’Acquacalda per la manifestazione contro il Palio di Siena.

“La soluzione dell’Acquacalda non è una presa per i fondelli nei confronti dei manifestanti, bensì un precedente pericolosissimo ed una vittoria proprio per gli organizzatori: si permette loro di manifestare nel territorio comunale di Siena ed in qualche modo è stata di fatto data ragione a queste persone, anche se relegate in periferia. Perché non hanno proposto a questi “simpatici” animalisti una zona fuori comune, il più lontano possibile dalla Città? Il fatto che gli organizzatori della manifestazione ringrazino Questore & co. dimostra che hanno raggiunto il loro obiettivo: manifestare nel nostro Comune ed ottenere così la ribalta dei media. Meno male che, come ha detto il Primo cittadino qualche giorno fa, si dovevano ignorare… Le vergogne a Siena non hanno mai fine. Siamo alla frutta”, ha dichiarato Giusti.

Ha aggiunto Maurizio Montigiani, storico leghista senese: “Il Sindaco Bruno Valentini verrà ricordato, oltre per gli avvisi di garanzia ricevuti durante il suo mandato, anche per essere stato il primo, nella storia di Siena, ad aver concesso una zona della nostra Città per una manifestazione contro Siena, i senesi ed il Palio. Permettere a chiunque venga con questi propositi l’ingresso a Siena vuol dire concedere loro la visibilità che stanno cercando. Mi auguro che questo sia l’ultimo attentato alla dignità di Siena perpetrato dall’ex Sindaco di Monteriggioni”.

William Vittori, della Lega Nord di Siena, non è da meno: “Siamo al limite del ridicolo. Le istituzioni senesi sono indifendibili”. Più articolato un altro leghista senese, InfineGiovanni Niccolini: “Concedere il luogo all’interno del territorio comunale anche se in periferia denota prima di tutto mancanza di rispetto verso la festa ed i senesi ed in secondo luogo dà una legittimazione a questa gente che non ha altro da fare se non becerare al vento. Con un atto del genere Sindaco, Prefetto e Questore rischiano di far esplodere una polveriera”.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio: gli animalisti potranno manifestare. All’Acquacalda

Messaggio  jabru il Mer Ago 12, 2015 7:55 pm

SIENA. Si è riunito oggi (12 agosto) il tavolo di sicurezza per il Palio. Tra l’altro è stato deciso di permettere agli animalisti di manifestare il giorno del Palio contro la carriera. Potranno farlo all’Acquacalda dalle 14 alle 20. La ha affermato il questore Maurizio Piccolotti: “Non sarà in Piazza del Campo, come avevano richiesto i manifestanti, ma negli impianti sportivi dell’Acqua Calda”. “Attenderemo di sapere come accolgono i senesi la notizia della manifestazione – ha affermato il prefetto Renato Saccone – poi decideremo come e con quante forze di polizia intervenire. Tutti avranno diritto di manifestare secondo le regole”.

“Nei confronti del partito animalista europeo – ha spiegato il prefetto Renato Saccone – non applicheremo regole diverse che per tutti gli altri. L’intera cinta urbana ma anche l’area prossima alla città nei giorni del palio è impiegata centimetro per centimetro nelle attività legate all’accoglienza, al palio,alle contrade. Ciò che è libero è in funzione di piani di sicurezza che noi dobbiamo assolutamente garantire: flussi e percorsi che non riguardano solo turisti e contradaioli, ma ambulanze, forze dell’ordine per il controllo del territorio. Tutto questo – ha aggiunto Saccone – occupa la città. Quindi questa decisione è per loro come per tante altre organizzazioni. La regola è garantire il diritto a manifestare ma compatibilmente con le esigenze della città e i diritti degli altri”.
L’accesso al centro storico per la manifestazione è stato negato, “sarà garantito il diritto a manifestare ma nel rispetto delle leggi e in modalità tali che non possano in alcun modo essere turbative per l’ordine e la sicurezza pubblica – ha spiegato il questore Piccolotti -. Come per tutte le manifestazioni sarà predisposto un servizio specificatamente calibrato secondo il numero dei manifestanti. Essendo una manifestazione richiesta ci aspettiamo un comportamento consono e in linea con il rispetto
delle leggi”.

La decisione sarà notificata ai vertici del partito animalista intenzionato a far arrivare a Siena circa 200 aderenti.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il tufo è troppo morbido per la pioggia; si lavora senza sosta per consentire il Palio

Messaggio  jabru il Mer Ago 12, 2015 7:59 pm

Siena, 12 agosto 2015 - Si lavora contro il tempo affinché il tufo di piazza del Campo sia perfetto per le prove e per il Palio del 16 agosto. Ma a Siena le difficoltà sono tante, dopo la pioggia dei giorni scorsi che ha in qualche modo rovinato il terreno dove correranno i cavalli. Con la pioggia e l'umidità di questi giorni, il tufo si è troppo ammorbidito. Squadre di operai del Comune lavorano senza sosta per compattarlo e renderlo adatto alla carriera. Il temporale di lunedì ha insomma complicato le cose, tanto che non si sono svolte le prove di notte. Le prossime ore diranno di più sulle condizioni del tufo.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tratta: le ipotesi sul lotto

Messaggio  jabru il Mer Ago 12, 2015 8:10 pm

Mattinata interlocutoria in Piazza del Campo, dove questa mattina non si sono svolte le consuete prove di notte, rinviate nella giornata di ieri dal Comune per i problemi creati al tufo dall’acquazzone di lunedì.

Nel pomeriggio di ieri la commissione veterinaria ha messo in atto la “cura dimagrante” alla lista dei cavalli, tagliandone ben 39 dai 59 ammessi alle prove regolamentate. In definitiva saranno 28 i soggetti che domani mattina effettueranno la tratta, 8 ammessi direttamente dopo le previsite ai quali si aggiungono i 20 scelti dai veterinari. Tra questi soggetti ci sono tutti i cosiddetti big che stuzzicano la fantasia dei contradaioli, convinti di poter vedere un lotto alto come quello di luglio.

E’ presto ancora per capire se questa possibilità è più o meno realistica, anche perché se domattina dovesse venire a mancare una delle punte, è lecito attendersi un effetto domino degli altri big, che molto probabilmente vedrebbero il Palio solamente dalle proprie scuderia. Come di consueto, proviamo ad immaginare due ipotesi di lotto, uno verso l’alto con la presenza di tutti i big ed un altro livellato in basso.

In un ipotetico lotto alto sarebbero sicuramente presenti Occolè, Morosita Prima e Oppio ai quali potrebbero facilmente fare compagnia i vari Mississippi, Mocambo, Porto Alabe ed i rientranti Polonski e Pestifero. Con la possibile conferma di Roba e Macos, l’ultimo posto potrebbero giocarselo alcuni esordienti e tra questi facciamo i nomi di Preziosa Penelope, Phatos de Ozieri e Querida de Marchesana.

In caso di lotto livellato verso il basso invece, sarebbero certamente out le 3 punte e probabilmente anche Mississippi. Potrebbero invece trovare quasi sicuramente spazio Mocambo, Porto Alabe, Polonski e Querino, oltre a Roba e Macos e forse Pestifero. A questi andrebbero aggiunti 4 esordienti. I nomi? Difficile fare previsioni, ma i vari Preziosa Penelope, Phatos de Ozieri, Querida
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Le percentuali delle monte alla vigilia dell'assegnazione.

Messaggio  jabru il Mer Ago 12, 2015 8:16 pm

Siamo alla vigilia dell’assegnazione. In queste settimane vi abbiamo raccontato tutti i rumors e le indiscrezioni riguardo alle monte delle 10 contrade che saranno ai canapi il 16 sera. In attesa del consueto valzer, che inizierà domani intorno all’ora di pranzo, proviamo a chiudere il cerchio stilando le nostre percentuali.

Onda ONDA Tittia e Bartoletti sono due opzioni valide, ma di difficile realizzazione vista l’ampia concorrenza. Possibile, invece, che si possa ripartire da Salasso, con Carlo Sanna che rappresenta una soluzione da non sottovalutare.
Salasso 50%, Brigante 40%, Scompiglio/Tittia 10%.

Nicchio NICCHIO La volontà è quella di far indossare nuovamente il giubbetto a Giovanni Atzeni, anche se la concorrenza è maggiore rispetto a luglio. La prima alternativa è rappresentata da Trecciolino, mentre Sebastiano Murtas potrebbe essere l’outsider.
Tittia 50%, Trecciolino 30%, Grandine 20%.

Tartuca TARTUCA In caso di primo cavallo la scelta dovrebbe ricadere su Brio o Gingillo, con il secondo leggermente più avvantaggiato. Se invece l’assegnazione non dovesse essere favorevole, spazio ancora a Carlo Sanna o a Valter Pusceddu.
Gingillo 40%, Bighino 30%, Brigante 20%, Brio 10%.

Torre TORRE: La possibilità di ripartire da Andrea Mari c’è, ma solamente con un cavallo di primissima fascia. Le alternative si chiamano Luigi Bruschelli e Valter Pusceddu.
Bighino 50%, Trecciolino 30%, Brio 20%.

Oca OCA Fontebranda proverà a far indossare nuovamente il giubbetto a Tittia, ma le possibilità non sembrano così alte. L’alternativa di livello potrebbe essere Giuseppe Zedde, mentre è da tenere in considerazione l’ipotesi Amsicora, così come quella relativa a Salasso.
Tittia 40%, Amsicora 30%, Salasso 20%, Gingillo 10%.

Lupa LUPA Andrea Mari è la primissima scelta di capitan Burrini ed il matrimonio potrebbe nuovamente realizzarsi. Prima alternativa è Scompiglio, mentre una monta sorprendente sarebbe quella di Brigante, difficile ma non impossibile.
Brio 50%, Scompiglio 30%, Brigante 20%.

Istrice ISTRICE In caso di primo cavallo il nome buono è quello di Giovanni Atzeni, seguito da molto tempo da capitan Brocci. Trecciolino è una valida alternativa, mentre un nome in rampa di lancio potrebbe essere quello di Antonio Siri. Più difficile Elias Mannucci.
Tittia 50%, Amsicora 30%, Trecciolino 20%.

Valdimontone VALDIMONTONE La certezza dei Servi si chiama Jonatan Bartoletti, mentre la prima alternativa dovrebbe essere Carlo Sanna. In caso di primissimo cavallo, però, capitan Palazzi potrebbe tentare il colpo Brio. Il nome a sorpresa è invece quello di Bellocchio.
Scompiglio 50%, Brigante 30%, Brio 10%, Bellocchio 10%.

Chiocciola CHIOCCIOLA La strada per arrivare a Giovanni Atzeni è impervia, per questo capitan Villani potrebbe decidere di puntare tutto su Scompiglio, con Alessio Migheli che rappresenta la prima alternativa.
Scompiglio 45%, Girolamo 35%, Tittia 20%.

Selva SELVA Gli ultimi due fantini montati sono stati Tittia e Trecciolino, adesso sembra arrivato il momento di Gingillo, nome più gettonato delle ultime ore. L’Imperatore rimane comunque un’opzione valida, così come è possibile l’esordio di Andrea Coghe.
Gingillo 45%, Trecciolino 35%, Coghe 20%

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

DRAPPELLONE DI ROGAI E MYTHOS DI RIGACCI, QUALI ANALOGIE

Messaggio  jabru il Mer Ago 12, 2015 8:20 pm

Maria Rosa Lapi ci segnala che il Campo che la Madonna abbraccia e sembra sfiorare con un bacio, nel medaglione posto al centro del drappellone dipinto per il Palio di Agosto dall'artista fiorentina Elisabetta Rogai, sembra trovare ispirazione da un'opera realizzata dalla "nostra" Cecilia Rigacci e donata all'Arma dei carabinieri in occasione del bicentenario della sua Fondazione.

Può darsi che si possa parlare o di ispirazione o di casualità. Credo che parlando di ispirazione si debba, semmai, richiamarci ad una bellissima foto in bianco e nero frutto, se non vado errato, della riconosciuta bravura e fantasia di Mariolino Appiani uno dei più grandi fotografi senesi del nostro novecento. Capendo il giusto di arte fotografica non so come e con quali mezzi il nostro autore abbia cercato l'inconsueta inquadratura e realizzato l'immagine circolare della Piazza, vista dal centro della stessa. Ma tutto finisce qui. Come credo che finiscano qui le analogie fra le due, per certi versi, mirabili opere.

Il Mythos di Cecilia Rigacci gioca tutto sul sfumature del bianco, del ghiaccio e del celeste, mentre la Rovai colora i muri dei palazzi e delle torri, scolpendo alla base degli stessi il motto "Amate la giustizia Voi che governate la terra".

Un grazie comunque a Maria Rosa Lapi, una Senese attenta a tutto ciò che si muove nella nostra città. E' stato il suo anche il modo per riproporre qui il Mythos di Cecilia.

R.M. da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ambrosione: “L’autorità è una caratteristica da acquistare passo dopo passo”

Messaggio  jabru il Mer Ago 12, 2015 8:22 pm

Bartolo Ambrosione sta arrivando a Siena con tutta la famiglia, anche con la piccola Maria nata poche settimane fa. Ai nostri microfoni ha risposto alle parole di Gianluca Targetti che ha affermato che in questo Palio servirà un mossiere con più autorità. “L’autorità è una caratteristica da acquistare passo dopo passo – risponde-, il rapporto con gli addetti ai lavori va creato nei giorni prima del Palio. Ho sempre pensato che bisogna arrivare alla Carriera il più sereno possibile e con una forte autoconvinzione”.

Simona Sassetti da AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

MANGIA D'ORO, IL 15 AGOSTO LA CONSEGNA A CAUSARANO

Messaggio  jabru il Mer Ago 12, 2015 8:25 pm

Il premio “Mangia 2015” al medico sociale della Juventus Andrea Causarano. Il riconoscimento con cui Siena onora i suoi cittadini più meritevoli sarà consegnato al teatro dei Rozzi il 15 agosto, giorno dedicato all’Assunzione in cielo di Maria, Patrona e Regina di Siena e del suo antico Stato. A Causarano, già medico sociale anche dell’Ac Siena e della Mens Sana Basket oltre che di numerosi campioni di atletica leggera, andrà il premio “Mangia 2015” «per la sua prestigiosa carriera professionale, competenza e fama nel campo della medicina sportiva». Il sindaco Bruno Valentini, come deciso dalla commissione del Concistoro, consegnerà anche le medaglie di civica riconoscenza al socio dell’Accademia dei Fisiocritici, Luigi Bernabei «per l’impegno profuso in ambito otorinolaringoiatrico, in particolare per gli studi di Audiologia sperimentale»; e ad Alessandro Leoncini «per essersi occupato con passione della storia secolare di Siena, diventando un riferimento per studiosi e interessati alla materia».
SienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

23 i cavalli presentati alla Tratta: Morosita Prima e Occolè assenti eccellenti

Messaggio  jabru il Gio Ago 13, 2015 10:05 am

Sono cinque i cavalli che questa mattina non sono stati presentati alla segnatura per la Tratta del Palio di Siena del 16 agosto 2015. E sono assenti eccellenti. Morosita Prima, cavallo vincente del Palio di luglio per la Torre, e Occolè su tutti. Non presentati anche Pathos de Ozieri, Questurino e Rocco Ro. Attorno alle 9 avranno inizio le batterie che vedranno quindi la partecipazione di 23 cavalli sui 28 ammessi.

I CAVALLI PRESENTATI ALLA TRATTA
(numero, cavallo, sesso, età, manto, proprietario)

1 QUADRIVIA F 6 BAIO Remo Carli
2 PESTIFERO C 7 SAURO Massimo Leonini
3 ROBA E MACOS C 5 BAIO Osvaldo Costa
4 QUARTER C 6 SAURO Serena Butteri
5 PORTO ALABE C 7 SAURO Fabrizio Brogi
6 ORA DI GALLURA F 8 BAIO Federico Bisogni
7 PREZIOSA PENELOPE F 7 BAIO Sandra Rossi
8 QUARZUS C 6 BAIO Francesco Manca
9 PICCOLO SOGNO C 7 SAURO Tommaso Furielli
10 QUERIDA DE MARCHESANA F 6 GRIGIO Giovanni Atzeni
11 MISSISSIPPI C 10 BAIO Osvaldo Costa
12 ONEGLIA DE OZIERI F 8 SAURO Luca Francesconi
13 QUASIMODO DI GALLURA C 6 SAURO Luigi Bruschelli
14 POLONSKI C 7 SAURO Mark Harris Getty
15 MOCAMBO C 10 BAIO Mark Harris Getty
16 PITZULU C 7 BAIO OSCURO Giuseppe Zedde
17 RAKTOU C 5 SAURO Mattia Marchetti
18 QUERINO C 6 BAIO OSCURO Stefano Bramerini
19 OPPIO C 8 GRIGIO Caterina Brandini
20 ITALIANA DE SEDINI F 12 SAURO Romina Miseria
21 RENALZOS C 5 BAIO Marcello Roti
22 QULPA DI GALLURA C 6 BAIO Filippo Toti
23 ROVAIO SAURO C 5 SAURO Massimo Martelli
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Prima Batteria

Messaggio  jabru il Gio Ago 13, 2015 10:28 am

PRIMA BATTERIA
1 QUADRIVIA Jacopo Pacini
2 PESTIFERO Giosuè Carboni
10 QUERIDA DE MARCHESANA Andrea Coghe
18 QUERINO Alessio Migheli
21 RENAZOS Silvano Mulas
14 POLONSKI Enrico Bruschelli
4 QUARTER Luca Paddeu
R 19 OPPIO Alberto Ricceri
Mossa veloce per la prima batteria. Parte davanti Pestifero prima che Giosuè Carboni lo riprenda. A San Martino è davanti Quadrivia che galoppa forte spinto da Pacini, dietro si fa vedere Querida e, nel secondo giro, Renazos. Quadrivia rallenta nell'ultimo giro, ma vince senza problemi.
OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Seconda natteria

Messaggio  jabru il Gio Ago 13, 2015 10:33 am

SECONDA BATTERIA
23 ROVAIO SAURO Antonio Siri
6 ORA DI GALLURA Jacopo Pacini
11 MISSISSIPPI Giosuè Carboni
7 PREZIOSA PENELOPE Francesco Caria
17 RAKTOU Elias Mannucci
20 ITALIANA DE SEDINI Silvano Mulas
12 ONEGLIA DE OZIERI Giuseppe Virdis
R 15 MOCAMBO Giuseppe De Riu
Fiancano tutti bene, ma è Preziosa Penelope a prendere la testa, con dietro Ora di Gallura e Raktou. Rimane primo Francesco Caria che mette in mostra Prezziosa, mentre dietro prova a spingere Virdus con Oneglia (che prende un secondo Casato strettissimo, così come Pacini nel terzo giro). Vince Preziosa de Penelope, mantenendo per tre giri la testa.
OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Terza Batteria

Messaggio  jabru il Gio Ago 13, 2015 10:46 am

TERZA BATTERIA
9 PICCOLO SOGNO Alberto Ricceri
16 PITZULU Jacopo Pacini
3 ROBA E MACOS Giosuè Carboni
8 QUARZUS Andrea Chessa
13 QUASIMODO DI GALLURA Alessio Giannetti
22 QULPA DI GALLURA Federico Arri
R 5 PORTO ALABE Luca Paddeu
Prima mossa falsa, con Chessa che forza e cade, senza conseguenze, al canale. Una volta ritrovato l'allineamento, parte davanti Qulpa di Gallura con Federico Arri, seguito da Pitzulu e Quarzus. I tre cavalli si fanno vedere per i tre giri, con anche Quadimodo di Gallura che risale da dietro. Vince la batteria Qulpa, con Giannetti che mantiene senza problemi la testa per i tre giri. Tra poco la batteria di recupero.
oksiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Verso la Tratta con i dubbi sulla presenza di tutti i “big”

Messaggio  jabru il Gio Ago 13, 2015 11:07 am

Ci saranno tutti i 28 cavalli ammessi alla tratta dall’equipe veterinaria? Non tutti ci scommetterebbero, visto che nell’ambiente dei cavalli si ipotizza qualche defezione che potrebbe cambiare le strategie del Palio. “Otto dei cavalli che hanno corso la scorsa carriera potrebbero far parte del lotto – ha detto Tonino Cossu ad Antenna Radio Esse – ma si ipotizza che qualcuno di questi non sarà presentato ed allora è possibile che si opti per un lotto in basso. L’aver saltato le prove di notte non è un dramma tanto i cavalli sono stati visti e rivisti nel circuito delle corse. Io domani guarderò con attenzione Pestifero e Preziosa Penelope, due soggetti interessanti”.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vincono le strategie, Morosita e Occolè restano a casa

Messaggio  jabru il Gio Ago 13, 2015 11:12 am

Sono state confermate le indiscrezioni che circolavano nell’ambiente paliesco nelle ultime ore. Stamattina non si sono presentati alla Tratta due dei cavalli più attesi e sognati Morosita Prima, che ha vinto il palio di luglio con Andrea Mari, e Occolè, che sempre con Brio vinse la carriera di agosto dell’anno scorso. Assenti all’entrone anche Phatos de Ozieri Questurino e Rocco Ro. Assenze che, con tutta probabilità porteranno all’esclusione degli altri big, Oppio per primo. Sono 23 dunque i soggetti tra cui i capitani potranno scegliere e si profila un lotto livellato in basso.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio a sorpresa: conclusa la segnatura dei cavalli con cinque assenti

Messaggio  jabru il Gio Ago 13, 2015 11:20 am

Siena,13 agosto 2015 - Si è conclusa la segnatura dei cavalli. Cinque gli assenti rispetto alla lista: clamorosa l'assenza di Occolè e di Morosita che fanno subito scendere il lotto. Mancano anche Pathos e Rocco Ro della scuderia Bartoletti e Questurino. Adesso i capitani si riuniranno per decidere le batterie della Tratta. Il Palio dell'Assunta dunque resta ricco di sorprese e con l'incognita maltempo: domani sarà bello ma il 15 e soprattutto il 16 si prevede pioggia.
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palio dell'Assunta

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum