Da Piazza del Campo

Pagina 5 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CONFINI TRA CONTRADE: BOTTA E RISPOSTA CHIOCCIOLA-TARTUCA

Messaggio  jabru il Mar Gen 03, 2017 8:29 pm

Vi avevamo dato conto della citazione in giudizio da parte della Contrada della Chiocciola nei confronti della Contrada della Tartuca per questioni relative ai confini tra le due Contrade.

Pochi giorni fa è uscita la risposta di Paolo Bennati, Priore della Tartuca che ha sottolineato che "Trent'anni fa l'allora Priore Vito Messina e il Priore della Chiocciola Giorgio Menicori parteciparono personalmente alle operazioni di apposizione delle "mattonelle" a conferma di una situazione territoriale riconosciuta e condivisa (....).

Avrei poi attentamente valutato se una questione di puro interesse storico, attraente solo per per pochi eletti studiosi, sia effettivamente attuale (....).

Mi sarei posto la domanda se ha senso creare un motivo di conflittualità per seguire le indicazioni di studiosi e nel farmi la domanda mi sarei dato una risposta.

Mi sarei poi interrogato sull'opportunità di fare tanto clamore, in un momento in cui così spesso da più parti si ritiene utile spegnere i riflettori sulle Contrade e sulla Festa (....)".

Bennati ha poi concluso: "Ridefinire i confini appellandosi a giudici che non fanno parte della tradizione e delle regole non scritte della nostra Festa, significa non tutelarla ma seguire una deriva che va contro la sua stessa essenza".

Alla viglia di Natale, sulle pagine del Corriere di Siena e della Nazione di Siena, è arrivata la replica di Mauro Sani, Priore della Chiocciola. Questo il riassunto dell'intervento: "Il Priore della Tartuca avrebbe dovuto far valere le proprie ragioni seguendo la strada indicata in sede di Magistrato per la risoluzione delle controversie territoriali tra Contrade.

Ma la Contrada della Tartuca, dopo non aver per anni risposto alle nostre lettere, non solo ha rifiutato la procedura di arbitrato ma ha dichiarato la propria indisponibilità anche solo a sedersi insieme ad un tavolo (....).

Una tale presa di posizione ha posto la Contrada della Chiocciola di fronte a questa alternativa: abbassare la testa nonostante le nostre buone ragioni oppure intraprendere l'unica strada rimasta aperta, cioè adire l'autorità giudiziaria ordinaria (...).

Il vero pericolo per la nostra Festa deriva dall'aver la Contrada della Tartuca impedito di seguire le norme di "autoregolamentazione" che permettevano di restare all'interno delle procedure fissate dal Magistrato delle Contrade"- così ha concluso il Priore della Chiocciola.
aOKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

69 contradaioli indagati per rissa. Il commento del sindaco

Messaggio  jabru il Mer Gen 18, 2017 9:10 pm

Hanno ricevuto la comunicazione di conclusione delle indagini

SIENA. Sessantanove contradaioli sono stati raggiunti dall’avviso di conclusione indagini per il reato di rissa e rissa aggravata in concorso. Si tratta di appartenenti alle Contrade di Valdimontone, Nicchio, Torre e Onda per i fronteggiamenti e gli scontri avvenuti in Piazza del Campo al termine del Palio del 17 agosto 2015. Decine di contradaioli sono stati ascoltati nelle scorse settimane dagli inquirenti che hanno visionato i filmati degli scontri.

La Procura di Siena ha aperto d’ufficio il fascicolo a seguito di 4 referti del Pronto Soccorso, riferiti a contradaioli che avevano fatto ricorso alle cure. Sono stati i 21 giorni di prognosi a far scattare automaticamente le indagini d’ufficio. Secondo quanto si apprende da fonti vicine alle indagini, tre sono le posizioni archiviate. Tra le decine di persone ascoltate anche i 4 capitani di Contrada e 7 persone non riconducibili alle Contrade, tra cui alcuni turisti. La Procura ha anche acquisito tutti gli atti di giustizia paliesca tra cui il verbale redatto dagli ispettori di pista e le memorie difensive presentate al Comune di Siena dalle 4 Contrade.

La Procura di Siena ha inoltre avvisato dell’invio degli avvisi di conclusione indagini anche il Magistrato delle Contrade.



Il commento del sindaco Bruno Valentini

“Il Palio è una festa con una storia secolare e una forte capacità di autoregolamentazione. Come ho detto in più occasioni, quando sappiamo adeguare le regole alle diverse esigenze che il cambiamento dei tempi ci impone non abbiamo niente da temere.

Lo abbiamo dimostrato con la tutela dei cavalli e in tante altre occasioni. E’ evidente che certi comportamenti risultino incomprensibili fuori dal nostro mondo, oggi molto più di ieri, specialmente se veicolati dalla rete con video che assommano più di un milione di visualizzazioni. E’ una realtà nuova, ma con la quale dobbiamo necessariamente imparare a fare i conti.

Detto questo, i fronteggiamenti a mani nude nel Palio vanno inquadrati in tale contesto. Auspico che i magistrati tengano conto della nostra storia pur nel quadro del rispetto delle leggi dello Stato e mi attiverò chiedendo anche la collaborazione al Magistrato delle Contrade per rappresentare al meglio le nostre tradizioni e la nostra volontà di preservare l’integrità del Palio.

La nostra capacità di autoregolamentare la Festa si è sempre saputa misurare con il cambiamento dei tempi, dobbiamo essere capaci di farlo anche questa volta. E’ importante che i contradaioli coinvolti sappiano che non saranno lasciati soli”.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Rissa in Piazza del Campo, 69 contradaioli indagati

Messaggio  jabru il Mer Gen 18, 2017 9:12 pm

Siena, 18 gennaio 2017 - Avviso di conclusione indagini per 69 contradaioli di Siena per gli scontri avvenuti dopo il Palio del 17 agosto 2015. I reati ipotizzati dalla Procura di Siena sono rissa e rissa aggravata in concorso.

La notifica dell'avviso ex articolo 415 bis del codice di procedura penale è in corso, secondo quanto si apprende da fonti giudiziarie, nei confronti di contradaioli di Valdimontone, Nicchio, Torre e Onda che si sarebbero fronteggiati e poi anche scontrati in piazza del Campo.

Le indagini sono state condotte dalla procura insieme alla polizia di Siena, che hanno visionato tra l'altro i filmati degli scontri. Nel corso dell'inchiesta, coordinata dal pm Aldo Natalini, ascoltati decine di contradaioli.

"E' evidente che certi comportamenti risultino incomprensibili fuori dal mondo del Palio di Siena oggi molto più di ieri, specialmente se veicolati dalla rete con video che assommano più di un milione di visualizzazioni. È una realtà nuova, ma con la quale dobbiamo necessariamente imparare a fare i conti. Detto questo, i fronteggiamenti a mani nude nel Palio vanno inquadrati in tale contesto. Auspico che i magistrati tengano conto della nostra storia pur nel quadro del rispetto delle leggi dello Stato e mi attiverò chiedendo anche la collaborazione al Magistrato delle Contrade per rappresentare al meglio le nostre tradizioni e la nostra volontà di preservare l'integrità del Palio". È quanto afferma il sindaco di Siena Bruno Valentini.

"Il Palio è una festa con una storia secolare e una forte capacità di autoregolamentazione - afferma Valentini -. Come ho detto in più occasioni, quando sappiamo adeguare le regole alle diverse esigenze che il cambiamento dei tempi ci impone non abbiamo niente da temere. Lo abbiamo dimostrato con la tutela dei cavalli e in tante altre occasioni. È evidente che certi comportamenti risultino incomprensibili fuori dal nostro mondo, oggi molto più di ieri".

La "nostra capacità di autoregolamentare la Festa - conclude - si è sempre saputa misurare con il cambiamento dei tempi, dobbiamo essere capaci di farlo anche questa volta. È importante che i contradaioli coinvolti sappiano che non saranno lasciati soli".

La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Piazza del Campo

Messaggio  jabru il Mer Gen 18, 2017 9:14 pm


SIENAPalio, indagati contradaioli per rissa

I cazzotti dopo la Carriera dell'Assunta del 2015 avranno un seguito nelle aule di giustizia. Sono stati indagati decine di contradaioli. La notizia è confermata da fonti vicine alla Procura della Repubblica di Siena che ha lavorato alle immagini dall'agosto di due anni fa. L'indagine della Procura è andata avanti fino a pochi giorni indietro, 69 le persone che hanno ricevuto l'avviso di garanzia per rissa aggravata tra Valdimontone e Nicchio e tra Torre e Onda.

Secondo fonti vicine all'inchiesta, contattati dal Corriere di Siena, i contradaioli indagati si sono già mossi per la loro difesa. Quelli del Valdimontone che sono ben 26 (il numero più elevato) saranno seguiti tra gli altri dagli avvocati Pisillo-Vecoli-Giannetti mentre quelli del Nicchio (in totale Cool anche dallo studio dell'avvocato De Mossi. Quattordici i contradaioli della Torre sotto indagine seguiti pure dallo studio dell'avvocato Bielli mentre i contradaioli dell'Onda indagati sono 21. Molti i difensori d'ufficio.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

“Amore mio, il Palio è finito”

Messaggio  jabru il Mer Gen 18, 2017 9:17 pm

“Oh nonna…”

“Oh nini!”

“Ma che roba è il Palio?”

Eccoci. Lo sapevo che sarebbe successo, eppure gl’avevo detto di ‘un andacci in soffitta a frugà nella mi’ roba. Invece, eccolo che arriva col mi’ vecchio fazzoletto in mano, tutto logoro piccinino, sembra abbia attraversato i secoli e invece – se fo’ du’ conti – non è che sia passato poi tanto tempo.

“Allora, nonna? Me lo vo’ di’ che era il Palio o no?”

“Ma te proprio a cent’anni ‘un ci vuoi arrivare eh! Ovvia, mettiti a sede’ e stai boncitto che è una storia lunga e la tu’ nonna è vecchia, mi ci vole un attimino pe’ organizzammi”.

‘Unn’è che mi spiri tanto di ricordammi certe cose, anche perché inizio a esse’ vecchia e i ricordi mi s’annebbiano, diventano tremuli e se ci penso troppo c’è rischio mi pigli un coccolone. Ormai a Siena ‘un se ne parla più, s’è messo tutto sotto al tappetto e festa finita, come tante altre cose che so’ successe e di cui ora riesco a ricorda’ solo la rabbia. So’ successe, a voglia se so’ successe, e quando so’ successe sembrava dovesse veni’ giù il mondo, c’erano pettoni da tutte le parti, berci a destra e a sinistra e poi… E poi niente, ognuno a casa sua!

“Amore mio, il Palio era una cosa ganza che si faceva a Siena. Ma prima di sape’ che era il Palio, bisogna tu sappia quello che eran le contrade, perché il Palio senza contrade un’ sarebbe mai esistito, anche se in parecchi se lo dimenticarono, al tempo. Sembrava che tutti si fossero scordati dov’era l’uscio di casa, forse perché in casa c’avevano fatto entra’ tutti e ‘un c’era più spazio pe’ nessuno. ‘Nsomma, io so’ convinta che oggi, quelli vecchi come me, se lo so’ ricordati dov’era casa loro e ora si mangian le mani!”

“Oh nonna, io ‘un c’ho capito niente!”

“Hai ragione. Pe’ fattela breve, a Siena ‘un facevi in tempo a veni’ al mondo che già t’avevano deciso la contrada, t’avevano regalato la bandiera o il tamburo, attaccato la coccarda alla culla e poi, se qualcuno se lo ricordava, ti sceglievano il nome! Robe da pazzi, penserai, ma nasce’ a Siena era il più bel regalo che il buon Dio poteva fare, a que’ tempi. Passato tutto il trambusto, te ti ritrovavi col tu’ babbo, la tu’ mamma e una famiglia parecchio più grande dove nessuno era imparentato con quell’altro, ma ci si voleva bene e si leticava a morte proprio come in casa. S’era tanti, qualcuno ce lo trovavi e qualcuno arrivava con le piene”.

“Ma tutta questa gente… Sicura che vi volevate bene pe’ davvero?”

“Amore mio, nella vita siamo sicuri solo di mori’! Però ti posso di’ una cosa: la contrada arrivava al su’ massimo splendore nel momento del bisogno. Perché se la vita ti faceva vede’ la su’ faccia più brutta, stai tranquillo che qualcuno a datti una mano ce lo trovavi e ‘unn’era uno solo, erano tanti! Queste erano le contrade di Siena”.

“Ma quindi, nonna, il Palio… che era?”

“Il Palio? Il Palio ‘un era nulla, o forse era tutto. Si correva co’ i cavalli in Piazza del Campo e venivano da tutto il mondo pe’ vedello. Però, amore mio, quello che era davvero il Palio si sapeva solo noi, perché nessun cronista, nessun fotografo, nessun rincoglionito passato di qui per caso ha mai saputo racconta’ il Palio, così come nessun forestiero è mai riuscito a capirlo davvero”.

“E poi? Poi che è successo?”

“E’ successo quello che succede a tutte le cose belle. Chi passava da Siena si innamorava talmente tanto di questo posto che ne voleva prende un pezzettino da mettersi in tasca. Così un giorno, piglia di qui, piglia di là, non è rimasto più nulla… Neanche il Palio”.

Così, il mi’ nipote mi guarda come se avessi parlato in greco antico pe’ tutto il tempo e facendomi un sorrisone, piglia e va’ via.

Lì, sulla seggiola, c’ha lasciato il mi’ vecchio fazzoletto stinto dal tempo, ma che ancora mostra i colori che mi facevano battere il cuore come l’amore più grande.

Il Palio è finito, ce l’hanno portato via insieme ai ricordi di una città che esisteva da sola… Ma io, se chiudo gli occhi, riesco ancora a sentire quel canto che faceva vibrare l’anima.

“… Per forza e per amore!”

Arianna Falchi da SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cazzotti in Piazza, parla Nicoletta Fabio: "I priori sono uniti, il fronte è comune"

Messaggio  jabru il Lun Gen 23, 2017 9:07 pm


SIENA Cazzotti in Piazza, parla Nicoletta Fabio: "I priori sono uniti, il fronte è comune"
20/Gennaio/2017 - 22:23Cazzotti in Piazza, parla Nicoletta Fabio: "I priori sono uniti, il fronte è comune"
Il Magistrato delle contrade interviene sulla questione della vicenda giudiziaria che riguarda 69 contradaioli di quattro rioni coinvolti per i fatti del dopo Palio dell’agosto 2015. Lo fa attraverso il suo rettore, Nicoletta Fabio, e lo fa con parole misurate ed attente. D’altronde la situazione è delicata, molto delicata. E soprattutto siamo ancora all’inizio di un percorso e questo incontro del rettore Fabio con i giornalisti locali segue una prima riunione del Magistrato sul tema che è avvenuta giovedì pomeriggio. “Nel Magistrato ci sono diciassette persone intercambiabili - ha detto Nicoletta Fabio -. Nella riunione di giovedì è stata evidente la completa e piena condivisione da parte delle consorelle dell’entità del problema e di quella che è la situazione attuale. E’ emersa unità, compattezza e coesione da parte tutti i diciassette priori”.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La commedia delle donne di Contrada è solidale

Messaggio  jabru il Ven Feb 03, 2017 8:39 pm

Il ricavato confluirà nel progetto a favore dei terremotati

SIENA. Torna l’ormai tradizionale Commedia delle donne di Contrada. Quest’anno il ricavato della Commedia sarà devoluto al progetto individuato dal Magistrato delle Contrade in aiuto delle popolazioni terremotate e assistervi vorrà dire non solo passare un sera di divertimento, ma anche collaborare ad una iniziativa fortemente voluta da tutte le Consorelle.

“A spasso nel tempo”, scritta da Letizia Gettatelli con la regia di Marco Bonucci e Nicoletta Ligabue, andrà in scena al Teatro dei Rozzi venerdì 3 marzo (ore 21,15); sabato 4 marzo (ore 21,15); domenica 5 marzo (ore 17,30)

I biglietti saranno in vendita venerdì 3 febbraio, venerdì 10 febbraio, sabato 11 febbraio e venerdì 17 febbraio in società, lunedì 6 febbraio, mercoledì 8 febbraio, lunedì 13 febbraio e mercoledì 15 febbraio in Camporegio (durante le prove), dalle ore 21,30. Il costo è di euro 15.



I posti sono limitati e quindi invitiamo ad acquistarli il prima possibile.

Per Ordine del Priore
Il Cancelliere

Cesare Manganelli
ilcittadinoonline

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cena delle Contrade per i terremotati. "Le richieste hanno fatto boom"

Messaggio  jabru il Ven Feb 03, 2017 8:41 pm

Siena, 3 febbraio 2017 - LA SOLIDARIETA’ ha fatto boom. «Alcune Contrade, in effetti, hanno chiesto un numero superiore di tessere per la cena dell’11 febbraio in favore dei terremotati. La quota inizialmente ipotizzata era di 200 a Consorella ma c’è già chi è salito a 250. E, naturalmente, non verrà posto un limite alla generosità», conferma Gianluca Prosperi, responsabile del coordinamento dei presidenti delle 17 Società. La sensazione, ad una settimana dall’evento con cui si contribuirà alla costruzione di un centro ricreativo per bimbi ed anziani ad Arquata del Tronto, è che si arriverà a cifre importanti. «Le previsioni più ottimistiche erano che saremmo stati 3500 ma non mi sorprenderei se l’11 ci fossero fra 4mila e 5mila persone nelle 17 Società. Sarebbe un risultato veramente straordinario», conferma Prosperi.

«LA TESSERA è fine a se stessa. Nel senso che se non ce la facciamo a stamparne di nuove, l’abbiamo deciso proprio in queste ore, verranno consegnate quelle tradizionalmente usate per gli appuntamenti che si svolgono durante l’anno. Non è troppo importante la forma quanto la sostanza. Più saremo e più fondi raccoglieremo per il progetto di Arquata», chiarisce il coordinatore dei presidenti sottolineando quanto Siena sia sensibile quando si parla di mutuo soccorso. Alla cena dell’11, che inizierà in tutte e 17 intorno alle 20,30 e durerà almeno un paio di ore, possono partecipare i contradaioli e chiunque ritenga di voler sostenere i terremotati. Quanti non potranno essere presenti? C’è il contributo volontario.

Intanto sono iniziate le grandi manovre per acquistare i prodotti, in larghissima parte provenienti dalle zone colpite dal sisma in modo da rendere ancora più forte la solidarietà. «Questo fine settimana ci approvvigioneremo di norcineria nel Nicchio dal signor Mario – spiega Prosperi –, mentre sono state ordinate le altre specialità necessarie per i menù sempre nelle aree messe in ginocchio dal terremoto. Un super-lavoro per i presidenti, da quasi tre mesi. Li ringrazio tutti, così come i contradaioli e il segretario del nostro coordinamento Marco Lotti per l’impegno. Ora facciamo tutti l’ultimo sforzo».


di LAURA VALDESI da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il dépliant informativo ''Siena, il Palio nel cuore'' è stato stampato anche in francese, spagnolo e tedesco

Messaggio  jabru il Mar Feb 07, 2017 8:12 pm

Il dépliant informativo Siena, il Palio nel cuore, realizzato lo scorso giugno, dall’Amministrazione comunale insieme al Consorzio per la Tutela del Palio è stato stampato anche in tedesco, francese e spagnolo. Le nuove lingue vanno così ad aggiungersi all’italiano e inglese per coprire, al massimo, le richieste di informazione provenienti dai numerosi turisti in visita, ogni anno, alla città.

"Un’operazione doverosa – come ha spiegato l’assessore al turismo Sonia Pallai – per illustrare la grande Festa senese a target diversi di visitatori. Negli ultimi anni si è infatti registrato un costante incremento di turisti francesi, così come quelli di lingua spagnola e tedesca per i quali era indispensabile dotarsi di materiale informativo, in grado di raccontare in maniera chiara ed avvincente la grande festa senese e il contesto dal quale trae le sue origini".

Il testo, redatto dall’ufficio Stampa del Comune, è corredato da immagini concesse dal Consorzio per la tutela del Palio. Frammenti di vita senese e contradaiola capaci di spiegare anche al turista privo di conoscenze paliesche la realtà che si trova a vivere durante le Carriere del 2 luglio e del 16 agosto.

Il dépliant, realizzato con i proventi dell’imposta di soggiorno, oltre a essere distribuito tramite l’ufficio di informazioni turistiche in Piazza Duomo, sarà a disposizione di tutti gli operatori del settore, dalle guide alle strutture ricettive, e pubblicato sul portale Enjoy Siena dove sono già disponibili, in italiano, la versione per ciechi e ipovedenti.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

VIVERE E STUDIARE A SIENA: FASCINO E SEGRETI DEL PALIO

Messaggio  jabru il Mar Feb 07, 2017 8:15 pm

Vivere a Siena significa anche cercare di vivere il Palio nel miglior modo possibile: è inutile porsi domande quando le risposte, da secoli, non ci sono. Da quando mettono il tufo in piazza si respira un'affascinante atmosfera di mistero e di eccitazione. La città prende vita. Lo studente che durante tutto l'anno vive Siena si trova di colpo in un'altra realtà: l'atmosfera muta, le facce sono diverse, i contradaioli indossano il fazzoletto che li identifica nella loro contrada, intere generazioni non parlano altro che di cavalli e fantini, e la città si ferma. Il turista, in pochi giorni, non riesce a percepire la nuova identità che la città assume. Lo studente non può farne a meno.

La ragione si perde durante i tre giri di piazza e lascia spazio a grida o a lacrime dopo lo sparo del mortaretto, che indica la fine della corsa. Piano piano la piazza si svuota, e allo spettatore, che deve per forza rispettare i ritmi frenetici e incomprensibili di questo avvenimento, non resta che tacere (mai parlare a sproposito o lasciarsi andare a commenti sarcastici) e osservare i festeggiamenti della contrada che ha vinto il Palio.

Cenni storici e curiosità
Il palio di Siena è una rappresentazione storica iniziata nel 1633, ha dei ritmi diversi da quelli dei nostri giorni, ed è opportuno conoscerli per apprezzare al meglio questo evento. Ecco un approfondimento sui ritmi del palio, i momenti da non perdere.

Conoscere i segreti del Palio di Siena è molto importante, sia per stupire i vostri compagni di "avventura", che per capirne ogni sfumatura. Ecco alcune curiosità sulla manifestazione più famosa di Siena:

Il Palio non è una manifestazione turistica: “…È la vita del popolo senese nel tempo e nei diversi suoi aspetti e sentimenti.”
A vincere è il cavallo: Chi vince è sempre e comunque il cavallo, che può arrivare al traguardo anche “scosso”, ovvero senza fantino.
Il Mossiere non assiste al Palio: lascia subito Piazza del Campo e non assiste mai allo svolgimento della Carriera fino alla fine.
La Nonna: è la Contrada su cui grava la “Cuffia”, insomma quella che non vince il palio da più tempo.
La cena della Vittoria: si svolge tra Settembre ed i primi giorni di Ottobre, vi partecipano i contradaioli ed ovviamente, il cavallo vincitore.
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La gara di sci tra contrade è alla 23^ edizione

Messaggio  jabru il Lun Feb 13, 2017 8:54 pm


SIENA. Scadranno giovedì 23 febbraio le iscrizioni per partecipare alla gara di sci ‘Per slalom e per amore’ che si terrà all’Abetone domenica 5 marzo. I caposquadra entro quella data dovranno raccogliere le adesioni che dovranno essere correlate dell’apposito certificato medico. Anche quest’anno sarà la pista Zeno 3 a ospitare la manifestazione sportiva organizzata come di consueto dallo Sci Club Siena e riservata alle Società di Contrada. Nell’ambito della 23^ edizione, prenderà corpo anche la gara denominata ‘Barberi in pista’ che vedrà anche i più piccoli gareggiare sulle nevi del comprensorio pistoiese. Contemporaneamente si svolgerà anche la gara sociale riservata ai soci dello Sci Club Siena. La consegna dei pettorali e di tutto il materiale utile avverrà giovedì 2 marzo dalle ore 18 alle 19 presso il negozio Sport Center di Franceschini che anche in questa circostanza è tra gli sponsor dell’evento. Lo slalom del 5 marzo partirà alle ore 10, con la ricognizione della pista prevista per le ore 9. Al termine verrà effettuata la premiazione per la gara sociale, mentre sarà la Società San Marco, detentrice del titolo 2016, a ospitare domenica 12 marzo alle ore 18 le premiazioni per le Contrade. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.sciclubsiena.com. L’albo d’oro della manifestazione vede la Pania in testa con 6 affermazioni, segue Castelmontorio con 5, Alba 3, Leone 3, Trieste 2, San Marco 1, Elefante 1.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Contrade, un quintale di solidarietà

Messaggio  jabru il Lun Feb 13, 2017 8:58 pm

Siena, 10 febbraio 2017 - Oltre mille chili di prelibatezze acquistate direttamente dalle zone messe in ginocchio dal sisma. Gli ultimi prodotti che ancora mancavano all’appello sono arrivati ieri mattina, le olive all’ascolana. Ogni Contrada è andata a prendere la quantità prenotata per mettere a tavola decine e decine di contradaioli. Si parla complessivamente di cinquemila persone – sarebbe già un record – ma qualcuno fa i conti e spera in una quota addirittura più alta. Tutto è (quasi) pronto per la cena di beneficenza in contemporanea che andrà in scena domani sera, a partire dalle 20,30, nelle 17 società di Contrada. «Uniti per ridare colore al loro futuro», il titolo dell’iniziativa che, partita in sordina, è invece diventata un evento a cui adesso tutti vogliono contribuire. «Se fosse stata nella bella stagione, potendo apparecchiare all’esterno come quando c’è il Palio – sottolinea il coordinatore dei presidenti di Società Gianluca Prosperi – avremmo veramente raggiunto adesioni da capogiro. Ma saremo lo stesso tantissimi».

In cucina già oggi si cominceranno a scaldare i motori, anche se l’abitudine a cucinare per i grandi numeri in Contrada è tradizione, come dimostra anche la presenza dei cuochi volontari senesi dove il terremoto ha colpito duro. "Gli staff sono nutriti, serviranno almeno una quindicina di persone fra pentole e fornelli – prova a stilare un bilancio in cifre Prosperi –, cui vanno aggiunti quanti hanno dato la disponibilità a servire". Numeri extra large anche quelli che riguardano le provviste di prodotti tipici delle zone terremotate.

"Sono arrivati ben 300 chili di prosciutto di Norcia, altrettanti di ciauscolo che invece di essere affettato si spalma. Comprati per la cena 250 chilogrammi di guanciale e ben 240 di olive all’ascolana. Chi è abituato in cucina sa che si tratta di dosi per mettere a tavola fino a 5mila persone". Visto che 10 euro verranno destinati in beneficenza, fare un gruzzolo da 50mila euro è veloce. E se le 200 tessere a Contrada da 5 euro per le donazioni volontarie, per chi non può partecipare alla cena, faranno il fumo come si prevede, potrebbero arrivare altri 17mila euro da donare ai terremotati.

Quando il cuore di Siena si apre i risultati sono straordinari. Sarà bello, domani sera, provare la sensazione di essere tutti uniti, come se la città fosse un’unica grande tavola apparecchiata, per una buona causa.

La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il Palio in lutto. E' morto Romano Rossi, storico capitano della Giraffa

Messaggio  jabru il Dom Feb 19, 2017 7:11 pm



19/Febbraio/2017 - 16:12Il Palio in lutto. E' morto Romano Rossi, storico capitano della Giraffa
Un altro grande del Palio che se ne va. Lutto per la contrada della Giraffa. Si è spento lo storico capitano Romano Rossi, tre volte vittorioso tra il 1983 e il 1990. Il primo successo proprio nel 1983, ad agosto vittoria con Antonello Casula detto Moretto su Panezio. La seconda gioia arriva tre anni dopo, quando nell'agosto del 1986 Mario Cottone detto Truciolo si impone con Fenosu. Non c'è due senza tre e il proverbio trova la conferma nel 1990: è Silvano Vigni detto Bastiano a conquistare il drappellone con Galleggiante.

Romano Rossi, classe 1940, era malato da tempo. Lascia nel dolore la moglie Loriana, il figlio Raffaele, il fratello, gli amati nipoti oltre a tutti gli altri parenti. La salma è nella contrada dove martedì, 21 febbraio 2017, alle ore 9.45 si svolgeranno le esequie prima dell'ultimo saluto alla Piazza.

Alla famiglia le condoglianze più sentite della redazione del Corriere.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

“Per Slalom per Amore”, le società di contrada in festa sulle nevi dell’Abetone.

Messaggio  jabru il Mar Mar 07, 2017 12:54 pm

Domenica mattina è andata in scena sulla Pista Zeno 3 dell’Abetone, la 23^ edizione della gara di sci ‘Per Slalom per Amore’, organizzata dallo Sci Club Siena e riservata alle Società di Contrada, oltre che ai Soci del Club e Toskana Race. Le condizioni atmosferiche avverse di sabato, con dei forti nubifragi sulla Montagna Pistoiese, avevano messo in serio dubbio lo svolgimento della gara, poi nel pomeriggio la pioggia si è trasformata in neve abbondante in quota (circa 30 cm sulle piste del Monte Gomito e in Val di Luce), dove è nevicato tutta la notte. In molti, temendo l’annullamento della competizione, non sono partiti da Siena (sui 122 iscritti, solo in 76 si sono presentati al cancelletto di partenza). Tutto invece si è svolto regolarmente, con il sole che si è affacciato sullo Stadium da gara poco prima dell’inizio dello Slaom programmato per le ore 10, un tracciato abbastanza facile nel primo tratto, mentre nella parte finale alcune porte sono risultate assai insidiose e impegnative anche per gli sciatori più provetti. Ottima l’organizzazione e sostanziale l’apporto di tutti i Consiglieri dello Sci Club Siena, che ha visto come sempre in prima fila Andrea Santini, Maris Fabbrini, attuale presidente dello Sci Club Siena, e il suo vice Franco Maggiorelli. Manco a dirlo, il podio con i migliori tempi assoluti se lo sono aggiudicato i ‘magnifici 3’ Fisi: 1° Franco Maggiorelli (San Marco) con il tempo di 58,55, al 2° posto Federico Pera (Due Porte) con 59,63, 3° Alessandro Pera (Due Porte) 1’00,72. Nella classifica assoluta maschile invece il miglior tempo lo ha fatto registrare Roberto Gambelli della Duprè con 1’04,66, 2° Matteo Lupi Grassi (Trieste) con 1’05,13, 3° Guglielmo Orlandi (Trieste) con 1’06,18. Nella classifica assoluta femminile invece, 1° posto per Alessandra Andreini (Rostro) 1’07,71, 2^ Ginevra Migone (Cecco Angiolieri) 1’10,79, 3^ Ludovica Migone (Cecco Angiolieri) 1’12,51.

AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

canape con il 'cigno', potrebbe essere utile per la Piazza?

Messaggio  jabru il Lun Mar 13, 2017 7:49 pm

Neppure una caduta al canape. Eppure è stato l’incubo dei fantini (e dei mossieri) per anni. Anche la scorsa stagione. Sia alle corse a Monteroni che in quelle organizzate dal Comune per i cavalli dell’Albo. E anche per il Palio. Si è sempre data la colpa ai fantini perché fiancavano troppo presto e ai cavalli che sono super-pronti a partire.

Chissà allora che non si sia trovata la soluzione giusta per evitare l’effetto elastico alle zampe dei mezzosangue che ha creato più di un problema. Il canape usato ieri in via sperimentale nella pista della Val d’Arbia ha consentito massima sicurezza a cavalli e fantini. Neppure un intoppo in dodici batterie. La novità è semplice: si sgancia da entrambe le parti grazie ad un meccanismo che l’ideatore ha battezzato ‘cigno’.

«Ci stavo pensando da diverso tempo», confessa Walter Bianciardi. Senese e ondaiolo – per oltre 20 anni nella stalla di Malborghetto e anche di recente è tornato a fare il barbaresco –, fa il perito meccanico. L’idea che l’ha ispirato è quella di liberare il canape da entrambe le parti. «Visto che si parla tanto di sicurezza massima per cavalli e fantini, non aspettiamo che siano sempre gli altri a dirci come risolvere le cose», spiega ringraziando poi il presidente dell’associazione sportiva che organizza le corse e Mauro Trapassi «per aver acconsentito alla sperimentazione. Da quanto ho visto sono molto soddisfatto».

Promosso a pieni voti anche dal mossiere Gennaro Milone: «Ottimo – dice – sarebbe opportuno sperimentarlo anche in altri appuntamenti». E c’è già chi pensa che potrebbe avere un futuro in Piazza del Campo il canape con il ‘cigno’.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L’Italia è un paese per vecchi. Ma il Palio va in controtendenza

Messaggio  jabru il Lun Mar 13, 2017 7:57 pm

Le cifre dichiarate dall’Istat sull’anagrafe degli italiani si riflettono impietosamente sul mondo senese e contradaiolo. Due elementi vanno in davvero originale controtendenza l’uno con l’altro, nel segno di una «storica» contraddizione tutta senese. In Italia si nasce molto meno e siamo sempre più vecchi: tutto questo si riflette in modo più o meno uguale anche da noi. In controtendenza la vita rionale, visto che il boom di protettori, ma soprattutto di presenze, segna una continua ascesa negli ultimi trent’anni.

La contrada piace, i giovani sono davvero tanti e non sono pochi gli «anta» che la vivono nei fatidici quattro giorni. Altro elemento quello femminile con una vera e propria esplosione numerica in rosa. Meno figli anche da noi, ma sempre più coinvolti in Contrada. Ma c’è invece un altro aspetto che invece ricalca i dati forniti dall’Istat per il 2016, ovvero la continua perdita del senso di appartenenza e non solo perché ci si sposta di più per lavoro e in tre generazioni magari si hanno altrettanti luoghi abitativi, perdendo il senso delle radici. L’appartenenza si perde anche a Siena e in gradi diversi. La Contrada di «boni abitatori» non esiste più: vivere in città non è solo costoso, implica sempre scelte radicali, difficili, con burocrazie quotidiane sempre più ostiche da dipanare. E allora ecco, fino a qualche anno fa, le seconde e terze generazioni che vivevano del ricordo dei padri cresciuti nel rione. Il binomio rione-Palio ha oggi un altro sapore, visto che il territorio è una sorta di punto solo di attracco. E questo ormai ce lo siamo giocato. L’appartenenza che l’Italia sta perdendo ci riguarda da molto vicino. Il rischio è quello di dissanguare la felice intuizione che ha permesso di fare delle Contrade un modello originale e mal imitabile. Il Palio fu un sogno dei senesi che nel tempo si è realizzato. Attraverso la mutazione e gli adeguamenti, sempre territoriali, si è arrivati all’affermazione delle stesse Contrade come elementi aggreganti, sanciti poi dal necessario ordinamento giuridico del 1729. E se la ricchezza principale di una Contrada è il suo popolo, cosa vorrà dire fra dieci-venti anni perdere il senso di primitiva appartenenza?

QUI SI GIOCA la partita fra il mantenimento di passioni, ma anche di equilibri interni ed esterni, oppure la trasformazione in un nuovo senso di Palio, dove tutto è molto segnato dal ritmo dello spettacolo, oppure della Contrada centro di eventi soprattutto gastronomici. Il che non ci fa pensare bene sugli indirizzi e i ritmi veri della festa. L’isola è conquistata e una profonda riflessione è obbligatoria. Eppure proprio la non appartenenza ai modelli imperanti nel resto d’Italia ci ha resi unici. E oggi l’omologazione è dietro l’angolo.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Consegna della borsa di studio Borghini nel Capodanno di Siena

Messaggio  jabru il Mar Mar 21, 2017 5:30 pm

Il Magistrato delle Contrade informa che, nell’ambito delle celebrazioni dell’antico Capodanno senese, venerdì 24 marzo alle ore 12.00 nella sede di via di Città 36 si terrà la cerimonia di conferimento della Borsa di studio “Biblioteca delle Contrade – Fondo Gabriele Borghini”, iniziativa realizzata dal Magistrato in collaborazione con la Biblioteca Comunale degli Intronati e con il contributo della Banca Monte dei Paschi di Siena.

Gabriele Borghini, già Soprintendente ai Beni Storici, Artistici e EScreenshot 70 e1490037287463 256x300 Consegna della borsa di studio Borghini nel Capodanno di Sienatnoantropologici delle Province di Siena e Grosseto, ha infatti legato alle Contrade di Siena, tramite lascito testamentario, la propria biblioteca costituita da circa 20.000 volumi, confluita a suo tempo in un Fondo depositato presso la Biblioteca Comunale degli Intronati, alla cui inventariazione e catalogazione provvederanno i tre vincitori, selezionati dalla Commissione giudicatrice in base ai requisiti obbligatori e ai titoli preferenziali previsti dal Bando pubblicato sul sito del Magistrato.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Gli Amici del Palio festeggiano i 70 anni

Messaggio  jabru il Mer Mar 22, 2017 7:46 pm

SIENA. Venerdì 31 marzo, nei locali della Società Rinoceronte della Contrada della Selva, si svolgerà il banchetto annuale del Comitato Amici del Palio.

Oltre ai Contradaioli della Selva ed alle autorità, saranno presenti i componenti in carica, gli ex membri del Comitato Amici del Palio e gli amici che durante l’anno collaborano nei vari progetti che il Comitato propone per la tutela delle tradizioni di Siena e delle sue Contrade.

Quest’anno ricorre il 70° anniversario della fondazione del Comitato Amici del Palio.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Un nuovo video mostra la bellezza del Palio

Messaggio  jabru il Gio Apr 13, 2017 7:57 pm

Con il video “Siena il Palio nel cuore” l’amministrazione comunale aggiunge un’altra tessera al mosaico di informazioni sulla Festa senese. Dopo l’omonimo depliant informativo, già stampato in più lingue: italiano, francese, inglese, tedesco e spagnolo, e distribuito ai punti informativi della città, così come alle strutture ricettive e operatori turistici che ne fanno richiesta, giovedì 13 aprile alle ore 17,30 nella Sala delle Lupe di palazzo pubblico il sindaco Bruno Valentini e l’assessora alle politiche per il turismo, Sonia Pallai, presenteranno il primo filmato sul Palio prodotto dallo stesso assessorato e realizzato da Moviement HD s.r.l.
“Il Palio è vita per ogni senese - dichiara il sindaco Valentini - ma per gli altri è un grande ed emozionante spettacolo che attira interesse e curiosità. Noi abbiamo il dovere di offrire a chi si avvicina al mondo del Palio e delle contrade il modo giusto per comprendere l’essenza e l’autenticità della nostra Festa, senza attingere alle tante fonti che rischiano di banalizzare e involgarire ciò che siamo in realtà. Un filmato autoprodotto dalla nostra comunità attraverso il ruolo fondamentale del Comune è la migliore risposta a ogni deriva commerciale”.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

arriva il video informativo ufficiale del Comune

Messaggio  jabru il Gio Apr 13, 2017 7:59 pm

OGGI ALLE 17.30 CI SARÀ NELLA SALA DELLE LUPE LA PRESENTAZIONE DEL PRIMO VIDEO PRODOTTO DALL’ASSESSORATO AL TURISMO SUL PALIO

Con il video “Siena il Palio nel cuore” l’Amministrazione comunale aggiunge un’altra tessera al mosaico di informazioni sulla Festa senese ideato e creato in questi ultimi due anni.

Dopo l’omonimo dépliant informativo, già stampato in più lingue: italiano, francese, inglese, tedesco e spagnolo, e distribuito ai punti informativi della città, così come alle strutture ricettive e operatori turistici che ne fanno richiesta, oggi alle 17,30, nella Sala delle Lupe di Palazzo Pubblico il sindaco Bruno Valentini e l’assessora alle Politiche per il Turismo, Sonia Pallai, presenteranno il primo filmato sul Palio prodotto dallo stesso Assessorato e realizzato da Moviement HD s.r.l.

«Il Palio è vita per ogni senese – dichiara il sindaco Valentini – ma per gli altri è un grande ed emozionante spettacolo che attira interesse e curiosità. Noi abbiamo il dovere di offrire a chi si avvicina al mondo del Palio e delle Contrade il modo giusto per comprendere l’essenza e l’autenticità della nostra Festa, senza attingere alle tante fonti che rischiano di banalizzare e involgarire ciò che siamo in realtà. Un filmato autoprodotto dalla nostra comunità attraverso il ruolo fondamentale del Comune è la migliore risposta a ogni deriva commerciale».

Una manciata di secondi, poco più del tempo della corsa, durante i quali l’accuratezza del girato e un sapiente montaggio riescono a trasmettere le emozioni e i sentimenti che danno vita al Palio e, in parallelo, il carattere identitario della città di Siena.

«Il video, come il dépliant che lo ha preceduto – commenta l’assessora Pallai – è stato realizzato, in collaborazione con il Consorzio per la Tutela del Palio, con i proventi dell’imposta di soggiorno: è quindi destinato, in maniera prevalente, al mercato del turismo per comunicare nel modo più corretto la nostra Festa e valorizzare la destinazione di Siena>>. <<Entrambi i prodotti – prosegue – sono visionabili e scaricabili dal portale turistico Enjoy Siena, in modo da rendere ancora più completa la nostra offerta informativa e stimolare la curiosità delle persone per incentivarle a visitare il nostro territorio e vivere in diretta momenti esperienziali di grande intensità e portata culturale».

L’appuntamento è aperto alla cittadinanza a ingresso libero. Il video sarà online dopo la presentazione ufficiale.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

•MANGIA 2017: PERCHÉ NON PREMIARE "RICORDI DI PALIO"?

Messaggio  jabru il Ven Apr 28, 2017 8:05 pm


MANGIA 2017: PERCHÉ NON PREMIARE "RICORDI DI PALIO"?
News inserita il 28-04-2017


Entro la metà di maggio, arriveranno sul tavolo del Gabinetto del Sindaco di Siena le proposte di candidatura per il premio Mangia. Nato nel 1952 da un’idea di Mario Celli e Arrigo Pecchioli per conferire ai senesi più meritevoli un segno tangibile della riconoscenza cittadina, il premio è stato attribuito lo scorso anno a Luciano Giubbilei, garden designer di fama internazionale, ed ha visto consegnate le medaglie di civica riconoscenza a Riccardo Benucci, Fazio Fabbrini ed Enrico Giannelli: le candidature per l’edizione 2017, una volta presentate al Concistoro dalla Commissione (la quale è composta da Sindaco, Magnifico Rettore dell’Università, Onorando Rettore del Magistrato delle Contrade, Presidente del Gruppo Autonomo Stampa Senese), saranno votate a scrutinio segreto entro il 30 giugno e, come di consueto, la consegna dei premi avverrà a Ferragosto.

E’ una scelta, quella del premio Mangia, che dà sempre adito al dibattito cittadino, talvolta positivo, in altre occasioni molto polemico, come è naturale che avvenga in un simile contesto. Ci sono stati Mangia ineccepibili in passato (scorrendo l’albo d’oro, limitandosi agli anni Cinquanta e Sessanta, si notano nomi come Silvio Gigli, Dario Neri, Ettore Bastianini), ce ne sono stati altri assai meno condivisibili e condivisi, ne esiste probabilmente anche qualcuno che, a posteriori, ha finito per sconfessare quel “contribuito ad accrescere, in maniera significativa e anche al di fuori dei confini della città, la fama ed il prestigio di Siena” che sta scritto al punto cinque dello Statuto del premio stesso. Fin qui la storia, quanto al presente si attendono le candidature 2017 per accendere nuovamente il dibattito e, comunque sia, quando sarà il momento, applaudire i festeggiati nella mattinata del 15 agosto.

Negli ultimi anni, in città, si è costituito e sviluppato un team di lavoro denominato “Ricordi di Palio”. Ad unirlo è la passione e l’appartenenza alla propria Contrada, che diviene poi passione ed appartenenza a tutte le 17 Contrade, al Palio, a Siena stessa. “Ricordi di Palio”, sotto la spinta inesauribile di Michele Fiorini, nasce occupandosi di raccogliere, conservare e diffondere, immagini antiche e vecchi filmati di Siena, delle Contrade e del Palio, condividendoli sul proprio sito internet, sui social networks, talvolta in godibilissime occasioni conviviali all’interno dei Rioni stessi. E’ un servizio, quello di “Ricordi di Palio”, che ha inizialmente messo in sicurezza un patrimonio di inestimabile valore per la memoria e le tradizioni cittadine e che, col passare del tempo, ha permesso di analizzare più attentamente le dinamiche paliesche dell’ultimo mezzo secolo attraverso una serie di minuziose videointerviste ai protagonisti del passato, siano essi ex fantini, ex dirigenti, semplici (per modo di dire) contradaioli o personaggi in qualche modo legati alla Festa: un’operazione eccellente, tra l’altro in continuo aggiornamento, che se coordinata in via ufficiale ed istituzionale probabilmente non avrebbe mai trovato il modo di svilupparsi (forse neppure di avviarsi) e che, invece, ha ottenuto grande successo proprio grazie al “motore popolare” che l’ha avviata e che la sta portando avanti.

E’ arrivato il momento di dirlo, senza troppi giri di parole. Sarebbe bello se il 15 maggio, sul tavolo del primo cittadino e poi al Concistoro del Monte del Mangia, arrivasse la proposta per almeno una medaglia di civica riconoscenza, nei confronti di “Ricordi di Palio”.

Matteo Tasso da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Premio Mangia, in pole la signora del ‘Codice rosa’

Messaggio  jabru il Mar Mag 16, 2017 7:53 pm

LA SIGNORA del «Codice Rosa»: ecco il nome che piace al sindaco. E che Bruno Valentini è intenzionato a portare all’attenzione del Concistorio del Mangia che si svolge il 22 maggio. Prima quello ristretto, a seguire il plenum. Sia chiaro, non c’è l’ufficialità. Perché dopo le candidature formulate e quindi depositate ‘di rincorsa’, le maglie comunicative di palazzo pubblico si sono strette. E il sindaco tace per rispetto del Concistoro, cui compete l’ultima parola.


EPPURE i bene informati sostengono che a spuntarla, su una rosa di nomi ‘sollecitati’, fra cui quello del tennista Paolo Lorenzi, sarebbe stato proprio il medico pioniere che ha inventato un «codice» per contraddistinguere i maltrattamenti ed un percorso di accesso al pronto soccorso riservato a tutte le vittime di violenza. Vittoria Doretti, appunto. Senese dell’Istrice, un anno fa ha ricevuto a Milano un premio alla tenacia, alla capacità e al coraggio nell’ambito del Congresso mondiale delle donne dell’America Latina . Il suo «Codice rosa», infatti, nato nel 2009 all’Asl di Grosseto dove era dirigente, è oggi presente in tutti i pronto soccorso della Toscana. Un modello agile e veloce d’intervento esportato addirittura nella Repubblica Dominicana e ad Haiti. E proprio qualche settimana fa la nostra Università ha istituito un master «Codice Rosa» per formare professionisti capaci di operare in questo progetto di presa in carico delle vittime di violenza. Insomma, il lavoro svolto da Vittoria Doretti , figlia dello storico preside della ‘Cecco’ e da giovane medico sulle ambulanze della Pubblica Assistenza, ha avuto ricadute positive sulla comunità, non solo locale ma anche internazionale. Sembra dunque rispondere più di ogni altro ai requisiti richiesti dallo Statuto del Mangia. Se son rose, ora fioriranno.

NESSUN DUBBIO, invece, per quanto riguarda i nomi delle due medaglie di civica riconoscenza. Depositata ieri mattina dall’Onda la proposta per l’artista Carlo Semplici, che restituisce sulla seta la bellezza dei paesaggi della Val d’Orcia, dei tetti di Siena e la profondità di sentimenti di chi ha la fortuna di esser ritratto dal suo pennello. Confermata anche la voce che dava possibile una medaglia di civica riconoscenza a Susanna Fratiglioni, per molti anni dirigente dell’Ufficio Palio del Comune. Ad avanzare la sua candidatura sono state le associazioni di volontariato, Misericordia e Pubblica assistenza. I suoi meriti sarebbero legati alla tutela della Festa attraverso l’applicazione e l’evoluzione del Protocollo per i cavalli da Piazza che rappresenta il fiore al’occhiello del Palio anche fuori Siena. Non bisogna dimenticare, poi, quanto importante fu il suo contributo affinché si svolgessero regolarmente le Carriere quando il Comune era stato commissariato. Susanna Fratiglioni è andata in pensione e dal 2016 ha lasciato il timone a Senio Corsi.

SAREBBE stato possibile assegnare anche un’altra medaglia ma la cerimonia del Mangia, il 15 agosto prossimo, dovrebbe essere soltanto con due, oltre che il massimo riconoscimento attribuito a chi più ha illustrato Siena fuori dalle mura e nel mondo.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Aumentano i contributi comunali per i cavalli da Palio

Messaggio  jabru il Mar Mag 16, 2017 7:56 pm

IL SINDACO VALENTINI: “ABBIAMO VOLUTO DESTINARE I RISPARMI CONSEGUITI NEL 2016 NELL’ORGANIZZAZIONE DELLE CARRIERE E DELLA FESTA E PREMIARE TANTO IMPEGNO”

Trova attuazione la decisione assunta al momento del bilancio previsionale di aumentare i contributi per i cavalli da Palio. Per i Palii 2017, è stato ritoccato il compenso, a titolo di rimborso spese e noleggio, ai proprietari dei cavalli partecipanti alla Tratta e al Palio. Di solito sono circa 35 i soggetti che partecipano alla Tratta, e quale rimborso spese ai proprietari dei cavalli partecipanti alla Tratta verranno corrisposti € 400,00. Ci sarà anche un compenso a titolo di noleggio ai proprietari dei dieci cavalli partecipanti al Palio per un importo netto di € 1.200,00. Viene confermata la corresponsione al proprietario del cavallo vincitore di un premio pari a mille euro. Ciò comporterà una maggiore spesa annua di circa 26mila euro, che è stata ricavata da vari risparmi conseguiti sui capitoli relativi alla gestione del Palio.

«E’ un piccolo ma significativo segno – ha commentato il sindaco Bruno Valentini – dell’attenzione che il Comune pone verso i proprietari dei cavalli da Palio. Non è certo il profitto la leva dell’impegno dei proprietari, bensì la passione per il cavallo e l’amore verso il Palio, però abbiamo voluto destinare i risparmi conseguiti nel 2016 nell’organizzazione delle carriere e della festa a premiare tanto impegno. Siamo comunque molto soddisfatti dell’elevato numero dei soggetti iscritti al percorso equino 2017 nonché dello stato fisico e del grado di allenamento mostrato dai cavalli nelle previsite e nelle prime corse di addestramento».
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ctps: ''Il Palio di Siena e Google''

Messaggio  jabru il Gio Mag 18, 2017 11:40 am

"ll Grand Tour d'ltalia ideato da Google vuole celebrare I'esperienza compiuta due secoli fa da quei fortunati che giungendo dall'estero si avventurarono nelle città d'arte italiane per conoscerne i tesori e ricavarne ispirazione per il proprio futuro". Così l'inizio di una nota del Consorio per la Tutela del Palio di SIena.

"Anche questo Grand Tour moderno è un viaggio tra alcuni dei tesori culturali del nostro Paese: grazie a tecnologie innovative il Tour permette a chiunque, in ogni parte del mondo, di vivere tradizioni senza tempo e guardare da vicino capolavori della nostra cultura. Ma I'obiettivo è non solo quello di celebrare il passato perchè accanto alle installazioni digitali nel percorso tra le quattro città scelte (Venezia, Siena, Roma e Palermo) Google curerà anche seminari e workshop formativi per diffondere le competenze digitali. ll Consorzio per la tutela del Palio di Siena è part'ner di Google Cultural Institute per il comune interesse a parlare del Palio ed a diffondere nel mondo la conoscenza della vita delle Contrade; attraverso una piattaforma destinata nel tempo ad arricchirsi è già oggi possibile navigare tra immagini, alcune delle quali riprese con modernissime tecnologie, ad esempio "vedendo" la corsa come se si fosse all'interno della Piazza del Campo. Grazie all'attenzione di Google per il patrimonio culturale di ogni parte del mondo ed all'importanza del progetto sviluppato in questi ultimi anni, la presenza del palio di Siena e dunque della città nel Grand Tour d'ltalia rappresenta forse la più grande occasione moderna di divulgazione di parte della nostra storia e della nostra più preziosa tradizione. A breve anche per Siena, come in questi giorni sta accadendo per Venezia, la presentazione del Grand Tour proporrà oltre agli aspetti spettacolari una eccezionale opportunità di contatto con Google per singoli, istituzioni ed aziende locali".
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

IL COMITATO AMICI DEL PALIO FESTEGGIA 70 ANNI E RICORDA IL MAESTRO FORMICHI

Messaggio  jabru il Gio Giu 01, 2017 5:02 pm

Nell’ambito dei festeggiamenti per il 70° della sua fondazione, il Comitato Amici del Palio, con l’aiuto ed il sostegno dell’Arciconfraternita della Misericordia, ha fatto ripulire la tomba del Maestro Pietro Formichi, opera dello scultore Fulvio Corsini, e la targa realizzata dallo stesso Comitato nel 1978, celebrante l’autore della Marcia del Palio.
Il Comitato Amici del Palio, da sempre a difesa della tradizione senese e promotore di manifestazioni che si ispirano ad essa, ha curato la memoria del Maestro e della sua Opera, fin dalla fondazione nel 1947.
Già nel 1951 il Comitato si rivolse al Comune ed al Magistrato delle Contrade, per denunciare l'uso improprio di cui era oggetto la Marcia del Palio: nei montaggi dei cinegiornali, nelle pubblicità o per la
promozione di sagre e manifestazioni folcloristiche lungo tutta l’Italia. Per tutte queste motivazioni, mercoledì 7 giugno, il Comitato Amici del Palio ricorderà l’anniversario della nascita del Maestro,
recandosi con alcuni suoi rappresentanti presso il Cimitero Monumentale della Misericordia per depositare un mazzo di fiori sul monumento appena restaurato.
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7471
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da Piazza del Campo

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum