Se ne parla a Siena

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Se ne parla a Siena

Messaggio  jabru il Mar Giu 13, 2017 10:29 am

Esiste presso il Tribunale di Siena un procedimento giudiziario per presunti maltrattamenti ai cavalli. Ricordando che, al di là degli esiti giudiziari per le singole persone che riguardano solo la magistratura, il legittimo interesse della comunità senese è difendere l'immagine del Palio e tenerla al riparo da strumentalizzazioni e prevedibili generalizzazioni, davvero non capiamo perché il Comune di Siena, attraverso un'apposita delibera di giunta, abbia conferito l'incarico ad un legale per partecipare al processo come parte offesa.
Da un lato tale decisione appare quantomeno affrettata, dall'altro rischia di far trovare il Comune di Siena, paradossalmente, in compagnia di soggetti esterni ostili al Palio e molto aggressivi, quasi sempre disinformati sui significati della Festa, e interessati principalmente ad ottenere risalto mediatico e finalità collaterali.
Speriamo che il Comune di Siena ci ripensi e, al di là degli esiti giudiziari per i singoli, trovi il modo di difendere il Palio senza ambiguità e rappresentando la generalità dei senesi.
Vorremmo che, almeno nella tutela della nostra Festa, il Sindaco dimostrasse finalmente di aver capito quale è il ruolo del Comune di Siena evitando di lasciare facili occasioni di ribalta a chi non vuole bene a Siena e al Palio, come è purtroppo già accaduto in occasione della manifestazione animalista dello scorso anno.

Andrea Corsi - L'Alternativa da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PALIO IN TRIBUNALE, FANTINI INDAGATI. LA LAV: "IL COMUNE SOSPENDA LA FESTA"

Messaggio  jabru il Mar Giu 13, 2017 10:31 am


«Sfidiamo il Comune e l’Ente Palio di Siena a sospendere la manifestazione, a cominciare da quella del 2 luglio prossimo, considerando che sono imputati tre fantini storici del palio di Siena e un veterinario». Così la Lav in una nota alla vigilia dell’udienza preliminare che si svolgerà domani presso il Tribunale di Siena nell’ambito del procedimento che vede indagati tre fantini del Palio di Siena ed un veterinario originario di Viterbo con l’accusa in concorso di maltrattamento di animali, falsità materiali, doping e esercizio abusivo della professione. Guanto di sfida che appare improbabile sarà raccolto.

La LAV si ritiene «tra le parti offese» e aggiunge che «non si può restare indifferenti verso accuse tanto gravi che, se confermate, gettano ombre inquietanti sulla trasparenza della manifestazione». «Se il processo dovesse confermare che il regolamento del Palio è stato aggirato, l’Ente Palio dovrà prendere provvedimenti» specifica la Lav che poi conclude esprimendo contrarietà «a qualsiasi manifestazione che utilizzi cavalli, che siano di purosangue inglese o mezzosangue, al di là di eventuali reati commessi, violazioni ai regolamenti, questioni di sicurezza e rischio di incidenti, e ci batteremo strenuamente affinché queste manifestazioni vengano abolite su tutto il territorio nazionale».

L’accusa. Tra le ipotesi di reato contestate dalla Procura di Siena vi è la falsificazione del documento identificativo del cavallo Robinson, il maltrattamento di animali, ovvero dei cavalli Mocambo (positivo a fenilbutazone, ossifenilbutazone, flunixin, desametasone), S’Othierusu (positivo a ossifezone; flunixin), Fulmine Femmina (positivo a ossifenilbutazone, flunixin), ovvero sarebbe stato somministrato loro un cocktail di farmaci prevalentemente antinfiammatori somministrati in dosi inferiori a quella terapeutica consigliata, al fine di eludere i controlli antidoping, ma la cui combinazione era in grado di determinare un aumento delle performance sportive. Tra le ipotesi di reato vi è dunque l’abusiva somministrazione di farmaci non consentiti e in difetto di abilitazione alla somministrazione; la violazione dei sigilli apposti al cavallo Captain Forest sotto sequestro probatorio: violando i relativi obblighi, avendo cagionato la morte del cavallo e comunque avendolo sottoposto a trattamenti farmacologici non consentiti. Tra le altre accuse: manipolazione e falsificazione della morte di Captain Forest; importazione e messa in commercio di sostanze dopanti, attraverso canali diversi dalle farmacie e in difetto di autorizzazione, di farmaci non in vendita in Italia e nella lista delle sostanze proibite dalla World Anti Dopng Agency. La falsificazione dell’identità del puro sangue Captain Forest sarebbe avvenuta attraverso l’inoculazione di un secondo microchip ai fini dell’ammissione all’albo dei cavalli del Palio, in quanto trattandosi di un puro sangue è escluso per regolamento dal Palio di Siena.

Sempre per aggirare il Regolamento del Palio, ci sarebbe anche l’accusa di falsificazione delle schede tecniche del cavallo Romantico Baio, per l’ammissione alla pre-visita e alle prove mattutine di addestramento, contrariamente al vero trattandosi invece del puro sangue Captain Forest escluso per regolamento del Palio
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

BLOCK NOTES: PROCESSO AL PALIO, UNA PATATA BOLLENTE

Messaggio  jabru il Mar Giu 13, 2017 10:32 am

Tre fantini del Palio e un veterinario, indagati. I capi d'accusa si riassumono in maltrattamenti di animali, falsità materiali, doping ed esercizio abusivo della professione.

Presso il Tribunale della nostra città, ieri, si sono mossi i primi passi di un procedimento di cui nessuno,al momento, può nemmeno lontanamente immaginare l'esito.

La LAV, che si sente parte offesa, chiede sic e simpliciter di annullare il Palio, per poi, presumo, di annullare anche quello di agosto e farla finita una volta per tutte con questa Festa, a loro dire, anacronistica e inutilmente violenta.

Roba da matti. Roba che non meriterebbe nemmeno un commento. I paragoni sono inutili, ma sarebbe come se dopo aver dimostrato che un calciatore è risultato dopato ad uno dei tanti controlli previsti, si dovesse annullare il Campionato. O magari le Olimpiadi, visto che di atleti “gonfiati” sono ricche le cronache.

Non so come risponderà – se risponderà – il Sindaco, colui cioè che ha in mano la macchina organizzativa e amministrativa della Festa, ma spero che lo faccia con assoluta fermezza.

Pare che stia vagliando l'ipotesi di costituirsi “parte civile”, suscitando in città diverse perplessità.

C'è, però, da seguire con attenzione ed interesse lo snodarsi del procedimento per capire fino a che punto si muove un certo sottobosco paliesco, per capirne i risvolti e, una volta acclarate le responsabilità delle persone coinvolte, assumere i provvedimenti necessari affinchè possibili “infiltrazioni” vengano prontamente debellate. Insomma meglio vaccinarsi che rischiare una qualche influenza perniciosa.

Personalmente resto dell'avviso che da tempo, a Siena si stia facendo tutto e di più per tutelare la salute del cavallo da Palio. Ma se dovessero emergere responsabilità altrui dovremmo noi per primi farne tesoro per tutelare, oltre a cavalli ed uomini, la nostra storia e i nostri valori.

Se la LAV tenterà di costituirsi, lei per prima, parte civile, toccherà proprio a Valentini valutare se convenga lasciare il campo aperto agli animalisti o tentare la stessa via. In fondo a rimetterci, per certi comportamenti che, se provati, puzzano di frode, sarebbero proprio il Palio e la nostra passione.

Insomma una patata bollente che nessuno vorrebbe raccogliere.

Tutto qui. Di LAV e delle sue speciose, strumentali e ricorrenti richieste ne ho piene le tasche.

Mi scuso, anzi, per aver commentato una loro improvvida entrata a gamba tesa.

Ma fare finta di niente a volte non conviene. Difficile lavarsene le mani. Gli offesi siamo proprio noi. Offesi anche dalle accuse della LAV e dalla loro pretesa di lasciarci senza Palio, come in tempo di guerra...

Roberto Morrocchi da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio e sicurezza: palcaioli a lezione

Messaggio  jabru il Gio Giu 22, 2017 7:31 pm

Concluso il corso di formazione che ha rappresentato la prima esperienza realizzata in Italia

SIENA. Nuovi accorgimenti per la sicurezza in piazza del Campo. Quella di contradaioli, spettatori, barberi. Ma anche quella degli addetti ai lavori, ovvero di quelle persone che concorrono all’allestimento della Festa di Siena ed alla sua riuscita. Nelle scorse settimane, infatti, si è svolto, per la prima volta, un corso di formazione per palcaioli, coloro che effettuano il montaggio e lo smontaggio dei palchi installati a mo’ di tribune intorno all’anello di tufo in Piazza del Campo. Una iniziativa "a suo modo storica - secondo la definizione del Coordinatore Ispettorato del Lavoro di Siena, Danilo De Filippo - nata in seno ad un protocollo siglato con l’Amministrazione Comunale di Siena per un percorso pluriennale di miglioramento delle condizioni di sicurezza nella Piazza, che si è rivelata preziosa quanto inedita. In passato nessun percorso di formazione sulla normativa era stato mai organizzato e i palcaioli avevano sempre dovuto provvedere per proprio conto e non sempre in modo efficace. Una “prima” assoluta, perché nessuna realtà, sede di manifestazioni storiche di piazza, aveva mai ospitato corsi del genere".

Palcaioli storici, e ‘nuove leve’ hanno preso parte a corsi di formazione della durata differenziata, 28 e 32 ore di lezione, culminate con una prova pratica svoltasi utilizzando un vero palco di piazza, all’interno del deposito del Magistrato delle Contrade. Per gli oltre 40 partecipanti un’esperienza utile e stimolante, allestita tecnicamente dall’agenzia formativa Cescot di Siena con la collaborazione del Comune di Siena, dell’Ente Scuola Edile, Genio Civile, Azienda Usl 7 di Siena. "La partecipazione commenta il Direttore dell’agenzia Cescot, Carmine Diurno - è stata tutt’altro che formale, i corsisti hanno dovuto impegnarsi e lo hanno fatto realmente con il risultato di rendere un servizio ai contradaioli, a chi transiterà dal Campo durante il montaggio e smontaggio dei palchi e di chi vi salirà nel giorno del Palio".

Il corso di formazione, infatti, è uno degli ultimi tasselli di un percorso di adeguamento alle norme del DLgs 81/08 iniziato nel 2103, e sviluppato nel corso degli anni attraverso il continuo confronto con gli addetti ai lavori per il montaggio dei palchi in Piazza.

Come ha evidenziato il sindaco Bruno Valentini: "Anche per il montaggio palchi Siena sta adottando metodologie in linea con l'evoluzione normativa, con l’obiettivo di far convivere il rispetto delle elementari regole di sicurezza per i palcaioli e per le persone che si muovono nelle vicinanze con il mantenimento delle caratteristiche uniche dell'allestimento di un essenziale elemento scenografico della nostra Festa".

Dopo la positiva presa d’atto da parte della Commissione tecnica provinciale di vigilanza sul pubblico spettacolo, l’iniziativa ha raccolto anche gli apprezzamenti dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro: il Direttore Centrale per la Vigilanza, dott. Danilo Papa sarà infatti a Siena in occasione della prossima Carriera del 2 luglio.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio e sicurezza. intervento di Uniti per Siena

Messaggio  jabru il Gio Giu 22, 2017 7:36 pm

"Gli attentati di matrice islamista hanno diffuso paura e cambiamento nello stile di vita delle popolazioni occidentali". Così l'inizio di un intervento dell'associazione Uniti per Siena.

"Se da un lato può essere recepita positivamente la proposta di distribuire dei volantini informativi ai turisti su come comportarsi in Piazza (proposta formulata da Marco Falorni in più di un’occasione e sempre bocciata dalle varie Amministrazioni comunali), il “nostro” Sindaco è riuscito a partorire, assieme al Comitato per l’ordine pubblico, delle misure di facciata, visto che il limite di 15mila presenze tra palchi e conchiglia sembra un dato surreale per poter garantire un’adeguata sicurezza in caso di panico e pone delle questioni irrisolte. Se ci domandiamo, infatti, chi controllerà il raggiungimento del numero limite prefissato capiamo che si tratta di una mera misura di facciata fatta nell’esclusivo interesse dell’Amministrazione comunale.

Leggiamo che a Modena, il primo luglio, parteciperanno 220mila fan (record mondiale) al concerto di Vasco Rossi. Per l’occasione non è stato previsto alcun “numero chiuso”, ma sono stati intensificati i controlli con perquisizioni e l’utilizzo di strumentazione elettronica per scongiurare l’ingresso con oggetti vietati, alla presenza di circa 1.200 addetti alla sicurezza.

Paragonando quello che è stato fatto a Modena con la soluzione raffazzonata di Siena, ci domandiamo se il Sindaco Valentini non si sia fatto spiegare dall’ex Presidente degli Stati Uniti il significato della famosa frase “non dobbiamo cedere alla paura”. A Siena pare che si sia fatto il contrario: abbiamo purtroppo ceduto alla psicosi del terrore non solo limitando la nostra libertà, ma anche trovando una soluzione “casereccia” che scontenta tutti, dai turisti a, soprattutto, i contradaioli, che di solito sono soliti entrare in Piazza all’ultimo tuffo (perché, visto che ci saranno i controlli, non far entrare, documento alla mano, prima i residenti di Siena e provincia e poi, se avanzano posti, i turisti?), e che è figlia di una strategia e di una mentalità perdente che accetta la limitazione delle libertà occidentali. Ma non si diceva che il terrorismo non avrebbe dovuto cambiare le nostre abitudini? Infine: che sicurezza sarebbe se, forse per mera visibilità personale, il Sindaco enuncia alla stampa tutte le misure di sicurezza che saranno messe in atto?"
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

“Si ai controlli, non all’umiliazione del Palio”

Messaggio  jabru il Gio Giu 22, 2017 7:38 pm

Lorenzo Rosso (FdI) dopo il nuovo piano sicurezza: "Questore, Prefetto e Sindaco: un passo indietro. Pronta interrogazione parlamentare al Ministro dell'Interno"
Si ai controlli, ma non all’umiliazione del Palio. E’ questo il concetto espresso da Lorenzo Rosso dopo le ultime novità in materia di sicurezza in vista della Carriere del prossimo 2 luglio: “Il palio è festa di popolo non può essere imbrigliato – ha detto l’esponente di Fratelli d’Italia – Piazza del Campo, che contienete 30, 40mila persone non può essere semivuota per colpa del terrosimo. Diciamo si ai controlli, ma avvisiamo le persone di arrivare prima ma non siamo a favore del numero chiuso”. La presa di posozione di Rosso appare chiara: “Chiediamo a Prefetto, Questore e Sindaco di tornare sui propri passi, stiamo pensando anche ad una interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno Minniti. Vogliamo bene a Siena, al palio e alle contrade e non possiamo vedere umiliata la nostra festa dai terroristi. E’ una festa di Popolo”.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

•PALIO A NUMERO CHIUSO, IN PIAZZA NON PIÙ DI 15MILA PERSONE

Messaggio  jabru il Gio Giu 22, 2017 7:40 pm

Terrorismo e gli eventi di Piazza San Carlo a Torino minano il Palio di Siena che, decisione senza precedenti, sarà a numero chiuso. 15mila il numero massimo di spettatori ammessi in Piazza secondo quanto dichiarato dal sindaco Bruno Valentini. Le misure ipotizzate sono al vaglio del comitato di sicurezza per il Palio, ma dovrebbero portare a un ingresso limitato a non più di 12mila persone nella conchiglia di piazza del Campo, più altre tremila sui palchi. Dopo quanto accaduto a Torino per la finale di Champions League, inoltre, si ipotizza di vietare l’ingresso al Palio anche per i minori di 12 anni.

«Siena non è un’isola». «Nemmeno la sicura città di Siena è un’isola; intorno a noi il mondo cambia in peggio e dobbiamo adeguarci» ha detto il primo cittadino. «Senza stravolgere la nostra festa intendiamo allinearci alle indicazioni del Capo della Polizia relative all’organizzazione di eventi pubblici riducendo il numero delle persone che saranno ospitate in piazza del Campo nel giorno del Palio nonché migliorando ulteriormente standard già altissimi di sicurezza. A contare le persone che accedono alla piazza saranno alcuni addetti del Comune incaricati solo a questo scopo». Al vaglio del Comune di Siena c’è anche un’ordinanza che potrebbe vietare il consumo di alcol nella conchiglia di piazza del Campo nel giorno del Palio mentre già da tempo è vietato l’accesso con bottiglie di vetro o lattine.
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

•STATISTICHE E CURIOSITÀ SULL'ESTRAZIONE DELLE CONTRADE

Messaggio  jabru il Gio Lug 06, 2017 6:50 pm

Non si sono ancora spenti daechi e polemiche della recente carriera di Provenzano, che domenica 9 luglio Piazza del Campo tornerà a gremirsi di contradaioli
Negli ultimi 100 anni per 8 volte l’estrazione dell'Assunta si è svolta il 9 luglio. La più fortunata in questa data è senz’altro il Nicchio con 3 sorteggi positivi (1930, 1989, 1995). Lo seguono con 2 Aquila (1989, 1995), Giraffa e Taruca, estratte a braccetto nel 1972 e nel 2000, Lupa (1930, 1961), Leocorno (1978 e 2000, Palio vinto con Venus VIII e De). 1 estrazione per Pantera (1978, Palio vinto con Urbino e Cianchino) e Drago (1930). Ancora a secco il 9 luglio la Civetta. Discorso a parte va fatto per il Bruco, mai uscito a sorte in questa data, anche se la contrada di Via del Comune è stata effettiva protagonista del solo sorteggio del 1995, mentre nelle altre 7 occasioni in cui l’estrazione è caduta il nono giorno di luglio, correva sempre di diritto.

Guardiamo infine l’esito delle estrazioni di agosto quando, negli ultimi 100 anni, il Palio di luglio è stato vinto dalla Giraffa. Nel 1936 sono state estratte Giraffa, Lupa e Montone, nel 1970 Nicchio, Lupa e Bruco, nel 1990 Montone, Selva ed Istrice, nel 1997 Montone, Chiocciola e Tartuca ed infine nel 2004 Nicchio, Leocorno, Aquila e Bruco.

Davide Donnini da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Nuovi battesimi per il Bruco

Messaggio  jabru il Ven Lug 07, 2017 5:06 pm

Elenco Battesimi Nobil Contrada del Bruco anno 2017

ALIBERTI IRENE

ANGIOLINI GIULIA



ARENA MARIA

BELLUGI EDOARDO

BENVENUTI TOMMASO

BERNINI ANNA

BERTOTTI BIANCA

BERTOTTI RUGGERO

BESSI FRANCO

BONAMASSA ANDREA

BOTTA ALICE

BROCCI ALICE

BUTINI FIAMMA

CAGGIANO VITTORIO

CAPPANNELLI BRANDO

CAPPANNELLI SOFIA

CAPPERUCCI MATTIA

CARBONE AGNESE

CARBONE CATERINA

CHIERCHIA EMMA

CIANFEROTTI CHIARA

CINI CATERINA

CINUGHI DE PAZZI CARLO

CINUGHI DE PAZZI EMMA

CINUGHI DE PAZZI MATILDE

DI FONZIO LAVINIA RITA

DOMINICI EDOARDO

DONZELLINI YURI

FABOZZI SARA

FANTAPPIE’ BENEDETTA

FANTONI LUCAS

FINEO BEATRICE

FRANCHIN ALICE

FRANCHIN PROVIDENCE

FROSINI OSCAR

GARBIN DANIEL

GIUGGIOLI ERNESTO

GUADALUPI SARA

GUADALUPI SOFIA

HENDRY MCVIE DAVID

LOTTI RACHELE

MADDAU GIORGIA

MIRCIO SAMUELE

MONACHELLO DOMENICO LUCA

MORELLI LUCA QUIRINO

MUSTONE KIMBERLY MIRIAM

MUTI CHRISTIAN

NERI SABRINA

NOCENTINI GABRIEL

OGGIANO GIORGIO

PAGNI ADELE

PALLECCHI MARIKA

PALMIERI GIORGIO

PANTI AURORA

PARADISI AUGUSTO

PARRINI ELISA

PETRIOLI MARGHERITA

PORRETTO CHIARA

RAVAGNANI STEFANO

RICCI FRANCESCO

RICCI VERONICA

ROSSETTI ASCANIO

SATIRO ANGELO

SATIRO PAOLO

SBORCHIA GINEVRA

SECCIANI FEDERICO

SPINELLO ERNESTO

VANNI DANIELA

VIRGA LAURA

VISIONE MARIA LUISA

VIVI AZZURRA

VIVI TOMMASO
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fontanina sfregiata nel Bruco

Messaggio  jabru il Gio Lug 13, 2017 10:43 am

Il Sindaco Bruno Valentini esprime solidarietà alla Nobil Contrada del Bruco per la grave offesa subita con l'atto vandalico contro la statua di Barbicone nella fontanina in via dei Rossi e rivolge un appello a tutta la cittadinanza per raccogliere ogni informazione possibile per individuare i responsabili dell'ignobile gesto.


"Ciò che è accaduto rappresenta una grave offesa contro la Nobil Contrada del Bruco e contro tutta la città. La statua di Barbicone è un'opera d'arte di grande valore, patrimonio della Contrada e di Siena, realizzata in bronzo dal grande scultore Angelo Canevari, deceduto da pochi anni. La mia solidarietà più totale va quindi alla Nobil Contrada del Bruco ed esprimo grande indignazione per questo gesto inqualificabile compiuto da ignoti. Deve essere fatto tutto il possibile per scovare i responsabili dell'accaduto. Rivolgo anche un appello alla città affinché ognuno faccia la sua parte, se ha visto qualcosa o viene a conoscenza di elementi utili per individuare i colpevoli di questo ignobile atto vandalico, informando le Forze dell'Ordine".


"Quella di Francesco d'Agnolo, detto Barbicone, è una figura storica importante, poiché fu colui che capeggiò la Compagnia del Bruco nella rivolta storica del 1371, per ottenere non solo miglioramenti economici ma anche un preciso ruolo nell'Amministrazione della Città, ruolo che soprattutto al popolo competeva. Spaccare la sua statua è un'offesa inaccettabile contro la Nobil Contrada del Bruco e contro tutta la città ed ho espresso personalmente la solidarietà al Rettore della Contrada a nome della nostra comunità".
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il rettore del Bruco: "Fatta la denuncia ai carabinieri per i vandalismi"

Messaggio  jabru il Gio Lug 13, 2017 10:45 am

Gianni Morelli si rivolge ai senesi: "La spada era lunga almeno 40 centimetri. Se qualcuno ha visto movimenti strani ce lo dica"
di LAURA VALDESI

Fontanina sfregiata nel Bruco
Siena, 13 luglio 2017 - INCREDULITA’. Sconforto. Poi tanta rabbia. «Noi riuscivo a crederci quando me l’hanno detto. Telefonate, messaggi... E ora la denuncia ai carabinieri», dice il rettore del Bruco Gianni Morelli. Perché i vandali – mai termine fu più giusto – hanno sfregiato la fontanina del Bruco ai Ferri di San Francesco. La spada in bronzo impugnata da Barbicone è stata spezzata. E portata via. O gettata chissà dove. Per spregio, forse. Per insano divertimento. Perché chi ha compiuto il gesto non ha compreso il valore di ciò che violava. «Siamo tutti convinti che non è stato un senese perché conosce il significato profondo della fontanina. E’ stata arrecata un’offesa al Bruco ma anche a tutta la città», sostiene il rettore Morelli.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vandali in azione, sfasciata la fontanina del Bruco

Messaggio  jabru il Gio Lug 13, 2017 10:48 am

Ogni aggettivo non è più sufficiente a definire la stupidità, la maleducazione e la cattiveria che alberga in persone senza cultura e che definire stupide è un complimento. Durante le prime ore del 12 luglio 2017, quando ancora tutti dormivano, ignoti hanno divelto la fontanina del Bruco. E' stato staccato il gladio alla statua di Francesco d'Agnolo detto Barbicone che emerge dall'acqua e che sabato scorso è stato come sempre il tradizionale centro del battesimo contradaiolo.
I dirigenti del Bruco hanno già avvertito le autorità competenti e le forze dell'ordine, la speranza è che le telecamere dislocate in alcune parti della zona possano aver ripreso gli autori dell'atto vandalico.
Il rettore del Bruco Gianni Morelli lo ha definito "un atto vigliacco, faccio appello ai senesi affinchè se qualcuno ha visto qualcosa lo riferisca subito alle autorità".
Il Sindaco Bruno Valentini esprime solidarietà alla Nobil Contrada del Bruco per la grave offesa subita con l'atto vandalico contro la statua di Barbicone nella fontanina in via dei Rossi e rivolge un appello a tutta la cittadinanza per raccogliere ogni informazione possibile per individuare i responsabili dell'ignobile gesto.
"Ciò che è accaduto rappresenta una grave offesa contro la Nobil Contrada del Bruco e contro tutta la città. La statua di Barbicone è un'opera d'arte di grande valore, patrimonio della Contrada e di Siena, realizzata in bronzo dal grande scultore Angelo Canevari, deceduto da pochi anni. La mia solidarietà più totale va quindi alla Nobil Contrada del Bruco ed esprimo grande indignazione per questo gesto inqualificabile compiuto da ignoti. Deve essere fatto tutto il possibile per scovare i responsabili dell'accaduto. Rivolgo anche un appello alla città affinché ognuno faccia la sua parte, se ha visto qualcosa o viene a conoscenza di elementi utili per individuare i colpevoli di questo ignobile atto vandalico, informando le Forze dell'Ordine".
"Quella di Francesco d'Agnolo, detto Barbicone, è una figura storica importante, poiché fu colui che capeggiò la Compagnia del Bruco nella rivolta storica del 1371, per ottenere non solo miglioramenti economici ma anche un preciso ruolo nell'Amministrazione della Città, ruolo che soprattutto al popolo competeva. Spaccare la sua statua è un'offesa inaccettabile contro la Nobil Contrada del Bruco e contro tutta la città ed ho espresso personalmente la solidarietà al Rettore della Contrada a nome della nostra comunità".
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

VANDALI IN AZIONE A SIENA, SERIAMENTE DANNEGGIATA LA FONTANINA DEL BRUCO

Messaggio  jabru il Gio Lug 13, 2017 10:50 am

Sdegno dei contradioli di via del Comune e dei senesi tutti




Ancora vandali in azione a Siena, ancora uno sfregio subìto da una contrada. Questa volta "i soliti ignoti" si sono accaniti contro la fonte di San Francesco, divenuta negli anni settanta la fontanina del Bruco (dove vengono battezzati i contradaioli). La statua di Barbicone, che fuoriesce dall'acqua della fonte, è stata seriamente danneggiata. La spada impugnata dal mitico Francesco d'Agnolo (vero nome di Barbicone) è stata brutalmente spezzata. Sdegno dei contradioli di via del Comune e dei senesi tutti, tra chi chiede una pena esemplare per i colpevoli e chi invoca un utilizzo ancora più massiccio delle telecamere di sorveglianza.

Usa toni forti Francesco Giusti, Uniti per Siena: "I vandali che hanno danneggiato la fontanina del Bruco hanno offeso ed oltraggiato non solo la Contrada, ma la storia di Siena.
È l'ora di dire BASTA e riprenderci la nostra Città, con tutti i mezzi!
Dinanzi ad un gesto del genere viene da sperare solo che se, grazie alla videosorveglianza, i colpevoli verranno presi, che questi infami siano consegnati alla pubblica piazza".

Anche il Sindaco Bruno Valentini esprime solidarietà alla Nobil Contrada del Bruco per la grave offesa subita con l'atto vandalico contro la statua di Barbicone nella fontanina in via dei Rossi e rivolge un appello a tutta la cittadinanza per raccogliere ogni informazione possibile per individuare i responsabili dell'ignobile gesto: "Ciò che è accaduto rappresenta una grave offesa contro la Nobil Contrada del Bruco e contro tutta la città. La statua di Barbicone è un'opera d'arte di grande valore, patrimonio della Contrada e di Siena, realizzata in bronzo dal grande scultore Angelo Canevari, deceduto da pochi anni. La mia solidarietà più totale va quindi alla Nobil Contrada del Bruco ed esprimo grande indignazione per questo gesto inqualificabile compiuto da ignoti. Deve essere fatto tutto il possibile per scovare i responsabili dell'accaduto. Rivolgo anche un appello alla città affinché ognuno faccia la sua parte, se ha visto qualcosa o viene a conoscenza di elementi utili per individuare i colpevoli di questo ignobile atto vandalico, informando le Forze dell'Ordine. Quella di Francesco d'Agnolo, detto Barbicone, è una figura storica importante, poiché fu colui che capeggiò la Compagnia del Bruco nella rivolta storica del 1371, per ottenere non solo miglioramenti economici ma anche un preciso ruolo nell'Amministrazione della Città, ruolo che soprattutto al popolo competeva. Spaccare la sua statua è un'offesa inaccettabile contro la Nobil Contrada del Bruco e contro tutta la città ed ho espresso personalmente la solidarietà al Rettore della Contrada a nome della nostra comunità".
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Danneggiata la bacheca dell’Aquila

Messaggio  jabru il Lun Lug 24, 2017 7:23 pm

Il priore dell'Aquila sporge denuncia per la bacheca danneggiata
Nella notte tra sabato e domenica è stato rotto il vetro della bacheca dell'Aquila, da pochi giorni riposizionata in via di Città di fronte a via delle Campane. A riportarlo è il quotidiano La Nazione.
La bacheca era stata danneggiata qualche mese fa e la contrada aveva provveduto a farla riparare e poi riposizionare.
Il priore Fiamma Cardini ha spiegato di aver presentato denuncia alla polizia.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Associazione cavallai: si dimette presidente e parte del consiglio

Messaggio  jabru il Mar Lug 25, 2017 6:53 pm

Convocata assemblea straordinaria dell'associazione cavallai per le dimissioni di Luca Anselmi
E' stata convocata per il 2 agosto l'assemblea straordinaria dell'associazione cavalli da Palio per le dimissioni irrevocabili del presidente Luca Anselmi.
Anselmi era stato confermato alla guida dell'associazione lo scorso 22 giugno, quando si svolsero le elezioni.
Potrebbero dimettersi anche alcuni membri del comitato direttivo.
L'assemblea si terrà il prossimo 2 agosto presso la sede del Siena Club Fedelissimi con prima convocazione alle ore 21 e la seconda convocazione alle ore 21,30. Nell'occasione si dovrebbe procedere alla nuova elezione del presidente e degli eventuali membri dimissionari.
Il presidente Luca Anselmi ha ufficializzato le sue dimissioni con una lettera ai componenti l'associazione.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Valentini: ''I 5 Stelle si chiariscano le idee sul Palio''

Messaggio  jabru il Gio Lug 27, 2017 6:51 pm

"Il Movimento 5 Stelle si chiarisca le idee sul Palio. Prima partoriscono l'incredibile proposta di un Palio a piazza vuota per la Carriera del 2 luglio scorso, rispondendo in maniera isterica all'emergenza sicurezza che noi invece abbiamo affrontato responsabilmente, tutelando la tradizione della nostra Festa. Adesso l'On. Paolo Bernini propone di vietare il Palio con un'interrogazione parlamentare. I grillini si chiariscano le idee e vedano di portare più rispetto per la nostra città e per i senesi. Inutile sparare le bombe e poi affannarsi a smentire. Se hanno a cuore Siena la smettano di attaccare il Palio". È questo il commento del Sindaco di Siena Bruno Valentini di fronte all'ennesima uscita anti-Palio del Movimento 5 Stelle.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Capelli: ” Come i fantini hanno più soluzioni, anche i capitani devono averne”

Messaggio  jabru il Lun Lug 31, 2017 9:07 pm

A poco più di due settimane dal Palio dell’Assunta, le contrade e i loro Capitani iniziano a mettere in atto le strategie necessarie per arrivare al meglio alla Carriera.

Questa mattina è stato ospite ai nostri microfoni Paolo Capelli, Capitano della Contrada della Torre, che riguardo al lotto di cavalli da aspettarsi ad agosto ha dichiarato: “La volontà è sempre quella di voler fare un lotto uniforme, non si scelgono i cavalli buoni o non buoni per qualche motivo particolare, sebbene qualche volta possano subentrare le strategie. A luglio non c’erano le possibilità di fare un lotto equilibrato in alto, speriamo che ci sia la possibilità di farlo ad Agosto.” Per quanto riguarda invece la possibile monta della torre ha dichiarato: “Credo che Jonatan Bartoletti stia attraversando un ottimo momento e sia libero di fare le scelte più opportune e migliori per lui. Non c’è niente di nuovo per quello che mi riguarda, io ne ho sempre parlato bene ed ho stima di lui. Abbiamo l’ambizione di farlo montarlo ma sappiamo benissimo di non essere soli, tutti i 17 capitani farebbero lo stesso. Comunque teniamo presente anche le altre situazioni importanti che abbiamo, come quella con Andrea Mari, che ci ha regalato una grande gioia nel 2015. Come i fantini hanno, giustamente, più di una soluzione anche i capitani ce le hanno.”
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Di che Contrada sei?: un documentario racconta la Festa

Messaggio  jabru il Lun Ago 07, 2017 7:33 pm

La produzione filmica sarà presentata mercoledì 9 agosto alle ore 21.15 presso gli Orti del Costone


SIENA. “Di che Contrada sei?” chiede un contradaiolo a un altro senese, magari trovato in un angolo del mondo ed è un singolare modo di annusarsi. È da questo rituale che prende vita il documentario “Di che Contrada sei?- L’avventura del Palio di Siena”, una nuova produzione della Moviement HD e RAI Com che sarà presentata in anteprima mercoledì 9 agosto, alle ore 21.15, presso gli Orti del Costone a Siena in una serata a ingresso libero.


“Di che Contrada sei?” è un documentario autorizzato dal Consorzio per la Tutela del Palio di Siena, interamente realizzato in alta definizione da Moviement HD con la regia di Barbara Castelli e Riccardo Domenichini, con la sceneggiatura di Massimo Biliorsi e che si avvale della voce dell’attore e doppiatore Luca Biagini. I veri protagonisti sono tutti i senesi, oltre a un numero ristretto di addetti ai lavori, quei contradaioli che animano tutto l’anno questo originale modo di vivere. La serata è realizzata grazie alla disponibilità del Ricreatorio Pio II al Costone che ospita l’evento nella sua splendida cornice e al contributo di Simply, MCM service e Pasticceria Pierini.

“Il progetto nasce – commenta Barbara Castelli – dall’esigenza dell’emittente televisiva YASTV di Abu Dhabi media, negli Emirati Arabi, che ha acquistato i diritti della diretta del Palio sul suo territorio, per meglio informare il pubblico su cosa siano il Palio e le Contrade. Da qui abbiamo unito questa esigenza a quella della nostra Casa di produzione di dar vita a un prodotto artistico che possa incantare anche il pubblico senese, già abituato alle suggestioni trasmesse dalla nostra Festa. Per noi è stata una nuova sfida cercare di emozionare quei senesi che affollano oggi le strade dietro al cavallo mentre si portano sul Campo per celebrare la loro unicità”.



“Un lavoro durato circa due anni per raccontare l’anima di Siena e della sua Festa – dichiara Riccardo Domenichini – Il documentario è stato realizzato raccogliendo le testimonianze dei principali protagonisti della Festa, arricchite da un’accurata ricerca tra le immagini conservate nel nostro archivio, che può vantare un’enorme quantità di documenti filmici di ogni tempo. Un percorso scenico – conclude il regista – che non riguarda soltanto i momenti essenziali del Palio, ma anche il suo scandire che segue il ritmo delle stagioni e della storia della civiltà senese”.

Il DVD, nella versione sia italiana che inglese e che si avvale anche di un originale disegno di Emilio Giannelli, sarà in vendita nelle librerie cittadine a partire dai giorni del Palio di Agosto.

ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Mossiere: the most decisive and delicated role

Messaggio  jabru il Lun Ago 14, 2017 8:59 pm

Siena, 14 agosto 2017 - Many are the figures that contribute to the Palio success, among them there are: the jokeys, the horses, the contradas. However, one of the most important roles during the race is played by the ‘’Mossiere’’; this figure is responsible of the regularity of the Mossa. In fact, he is in charge of the control of the entrance order of the horses in the Canapi, and he manages the processes of the Mossa (wich is the start of the race) and it is placed on the Verrocchio which is collocated beside the Vicolo della Costarella dei Barbieri.

During this first step, the Mossiere receives from an agent of the Polizia Municipale, the envelope containing the order of the horses which is chosen randomly and kept secret until the last minute. At this point, the Mossiere calls the contradas according to the established order. Nine out of ten stay between the two Canapi, while one, named the Rincorsa, stays out and behind them. However, attention should be paid on the fact that the Mossiere does not decide the beginning of the race, but just its regularity. Indeed, it is the Rincorsa that determines it, by getting into the Canapi. Obviously, the rincorsa is also the figure that makes more strategies.

The perfect line-up of the horses is unusual so, the role of the Mossiere is essential because he evaluates if a Mossa is regular or not. He is the only judge who cannot be contradicted and connected to this fact, there is a curiosity; he never sees any race because immediately after the beginning of the competition, he goes away escorted by a policeman, who take him to an unknown place. The choice of this figure is made each year during the winter by the municipality through the indications of the captains of the contradas according to the trust they feel regarding him. Usually, the Mossiere comes from the equestrian world; he can be a coach, a jokey or a competition judge.

For instance this year, both in July and in August, the role of the Mossiere has been played by Fabio Magni an athlete in the discipline of equestrian dressage who participated to four editions of the Olympic Games. He recently declared that this August horses and jokeys reassure him about his work, given that both of them are strong and calm. Based on this, it is clear that the Mossiere has such an important role for the Palio; he is just like Atlante who carried on his shoulders the weight of the Earth.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fiamme sulla Torre del Mangia, incendio domato

Messaggio  jabru il Gio Ago 17, 2017 10:55 am

Le fiamme in cima alla Torre del Mangia di Siena sono state domate. E' stato il sindaco Bruno Valentini a darne notizia scrivendo direttamente su facebook: "Sono in cima alla Torre del Mangia - ha scritto il primo cittadino - L'incendio è spento. Sembra che sia stata una o più "pignattelle" (poste sui merli del Palazzo Pubblico e sulla Torre la notte del Palio), rovesciate dal vento ad appiccare le fiamme al tavolato di legno".
"Grazie al pronto intervento di due vigili urbani in borghese - scrive ancora il sindaco - e di un volontario della Croce Rossa è stato prima limitato il fuoco e poi spento con l'intervento professionale dei vigili del fuoco. Non ci sono parole per esprimere l'apprezzamento e la riconoscenza a tutti loro. Anche i funzionari comunali sono intervenuti prontamente, raccogliendo tutti gli estintori disponibili nel Palazzo. Non sembrano esserci danni alla struttura. Domani faremo un bilancio e cercheremo di capire cosa e perché è successo".
Guarda le foto dell'incendio
corriere di siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L'Oca ha vinto il Masgalano

Messaggio  jabru il Sab Ago 19, 2017 5:42 pm

La Commissione per l’assegnazione del Masgalano, presieduta da Gabriele Bartalucci, riunitasi ieri, 18 agosto, ha conferito l’ambito riconoscimento alla Contrada dell’Oca. La Contrada del Drago era arrivata a pari merito con la Contrada dell’Oca ma, come previsto dall’art. 14 del Regolamento del Masgalano: “(…) nell’eventualità che al termine dello scrutinio, due o più Contrade vengono a trovarsi a parità di punti, l’assegnazione sarà fatta alla Contrada la cui somma dei punteggi riportati nei tre anni precedenti risulti essere la più alta (…).


Il bellissimo Masgalano, realizzato dal maestro d’arte orafa Paolo Penko, è stato offerto da Lions Club Siena in occasione del 60° anniversario del club senese e dei 100 anni del Lions International.

Questi i nomi dei rappresentanti nella Commissione: Filippo Frignani e Gabriele Boschi (Aquila), Francesco Carletti (Bruco), Paolo Petreni (Chiocciola), Matteo Ticci (Civetta), Giovanni Sportoletti (Drago), Simone Cantelli (Giraffa), Emiliano Muzzi (Istrice), Leonardo Bracali e Francesco Romei (Leocorno), Giacomo Vichi (Lupa), Andrea Finetti e Giacomo Oretti (Nicchio), Michele Landi e Alessandro Bianciardi (Oca), Donatello Giallombardo (Onda), Marco Ceccherini (Pantera), Luca Zanelli (Selva), Cesare Guideri (Tartuca), Aldo Gessani (Torre), Luca Braccini (Valdimontone).



I misuratori di bandiere e tamburi, per la Carriera dello scorso luglio: Giacomo Oretti (Nicchio) e Gabriele Boschi (Aquila); per quella di agosto sono stati Francesco Romei (Leocorno) e Alessandro Bianciardi (Oca).

Contrada punteggio luglio punteggio agosto totale



DRAGO 337 342 679

OCA 340 339 679

TARTUCA 338 340 678

BRUCO 338,5 339 677,5

ISTRICE 335 337,5 672,5

CHIOCCIOLA 336 332,5 668,5

LEOCORNO 327,5 334 661,5

NICCHIO 322 337 659

GIRAFFA 313 340 653

TORRE 308 345 653

AQUILA 338 310,5 648,5

ONDA 320 321,5 641,5

VALDIMONTONE 334 306 640

CIVETTA 319 320 639

LUPA 340 290,5 630,5

PANTERA 318,5 306 624,5
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Festa dei Tabernacoli 2017, gli orari del percorso della Commissione

Messaggio  jabru il Sab Ago 19, 2017 5:47 pm

Si è svolta la riunione preliminare della Commissione giudicatrice per la Festa dei Tabernacoli dell'8 settembre 2017.

La commissione è così composta:
Magistrato delle Contrade – Avv. Fiamma Cardini
Comitato Amici del Palio – Alessandro Bianiardi
Amministrazione Comunale – Dott. Mario Ronchi
Amministrazione Provinciale – Dott.ssa Fabiola Parenti
Curia Arcivescovile – Don Flavio Frignani
Liceo Artistico Duccio di Boninsegna Siena – Prof.ssa Marta Batazzi
Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio - Prof. Alessandro Bagnoli

Nella riunione è stata sorteggiato il percorso che effettuerà la Commissione con gli orari così stabiliti:
Selva 19,00
Giraffa 19,15
Bruco 19,30
Lupa 19,45
Istrice 20,00
Drago 20,15
Oca 20,30
Chiocciola 20,45
Tartuca 21,00
Pantera 21,15
Aquila 21,30
Onda 21,45
Torre 22,00
Valdimontone 22,15
Nicchio 22,30
Leocorno 22,45
Civetta 23,00

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se ne parla a Siena

Messaggio  jabru il Sab Ago 19, 2017 5:51 pm

La Commissione per l’assegnazione del Masgalano, presieduta da Gabriele Bartalucci, riunitasi ieri, 18 agosto, ha conferito l'ambito riconoscimento alla Nobile Contrada dell’Oca. La Contrada del Drago era arrivata a pari merito con l’Oca ma, come previsto dall’art. 14 del Regolamento del Masgalano: “(…) nell’eventualità che al termine dello scrutinio, due o più Contrade vengono a trovarsi a parità di punti, l’assegnazione sarà fatta alla Contrada la cui somma dei punteggi riportati nei tre anni precedenti risulti essere la più alta (…).



Il bellissimo Masgalano, realizzato dal maestro d’arte orafa Paolo Penko, è stato offerto da Lions Club Siena in occasione del 60° anniversario del club senese e dei 100 anni del Lions International.

Questi i nomi dei rappresentanti nella Commissione: Filippo Frignani e Gabriele Boschi (Aquila), Francesco Carletti (Bruco), Paolo Petreni (Chiocciola), Matteo Ticci (Civetta), Giovanni Sportoletti (Drago), Simone Cantelli (Giraffa), Emiliano Muzzi (Istrice), Leonardo Bracali e Francesco Romei (Leocorno), Giacomo Vichi (Lupa), Andrea Finetti e Giacomo Oretti (Nicchio), Michele Landi e Alessandro Bianciardi (Oca), Donatello Giallombardo (Onda), Marco Ceccherini (Pantera), Luca Zanelli (Selva), Cesare Guideri (Tartuca), Aldo Gessani (Torre), Luca Braccini (Valdimontone).

I misuratori di bandiere e tamburi, per la Carriera dello scorso luglio: Giacomo Oretti (Nicchio) e Gabriele Boschi (Aquila); per quella di agosto sono stati Francesco Romei (Leocorno) e Alessandro Bianciardi (Oca).

LA CLASSIFICA


La Commissione per l’assegnazione del Masgalano, presieduta da Gabriele Bartalucci, riunitasi ieri, 18 agosto, ha conferito l'ambito riconoscimento alla Nobile Contrada dell’Oca. La Contrada del Drago era arrivata a pari merito con l’Oca ma, come previsto dall’art. 14 del Regolamento del Masgalano: “(…) nell’eventualità che al termine dello scrutinio, due o più Contrade vengono a trovarsi a parità di punti, l’assegnazione sarà fatta alla Contrada la cui somma dei punteggi riportati nei tre anni precedenti risulti essere la più alta (…).



Il bellissimo Masgalano, realizzato dal maestro d’arte orafa Paolo Penko, è stato offerto da Lions Club Siena in occasione del 60° anniversario del club senese e dei 100 anni del Lions International.

Questi i nomi dei rappresentanti nella Commissione: Filippo Frignani e Gabriele Boschi (Aquila), Francesco Carletti (Bruco), Paolo Petreni (Chiocciola), Matteo Ticci (Civetta), Giovanni Sportoletti (Drago), Simone Cantelli (Giraffa), Emiliano Muzzi (Istrice), Leonardo Bracali e Francesco Romei (Leocorno), Giacomo Vichi (Lupa), Andrea Finetti e Giacomo Oretti (Nicchio), Michele Landi e Alessandro Bianciardi (Oca), Donatello Giallombardo (Onda), Marco Ceccherini (Pantera), Luca Zanelli (Selva), Cesare Guideri (Tartuca), Aldo Gessani (Torre), Luca Braccini (Valdimontone).

I misuratori di bandiere e tamburi, per la Carriera dello scorso luglio: Giacomo Oretti (Nicchio) e Gabriele Boschi (Aquila); per quella di agosto sono stati Francesco Romei (Leocorno) e Alessandro Bianciardi (Oca).
Oksien a


avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il regolamento del Masgalano in caso di parità

Messaggio  jabru il Sab Ago 19, 2017 5:56 pm

Le contrade dell'Oca e del Drago sono arrivate a pari merito (679 punti) nella classifica per l'attribuzione del Masgalano realizzato da Paolo Penko ed offerto dal Lions Club Siena. Per decidere a chi sarà consegnato il prezioso bacile è necessario applicare l'articolo 14 del Regolamento approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n° 126 del 26 aprile 1994 e modificato con deliberazioni del Consiglio Comunale n° 220 del 28 settembre 1999 e n° 147 del 6 maggio 2004:
ART. 14

1. Nell'eventualità che, al termine dello scrutinio, due o più Contrade vengano a trovarsi a parità di punti, l'assegnazione sarà fatta alla Contrada la cui somma dei punteggi, riportati nei tre anni precedenti, risulti essere la più alta. In caso di ulteriore parità si procederà al sorteggio. In tali casi, all'altra o alle altre, l'Amministrazione Comunale consegnerà un attestato.
Ecco i punteggi riportati dalle due contrade nei tre anni precedenti
2014
Oca 650
Drago 655
2015
Oca 662,5
Drago 591
2016
Oca 649
Drago 588,5
Totale
Oca 1961,5
Drago 1834,5
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fronteggiamenti Palio agosto 2015: prima udienza per 68 contradaioli il 4 dicembre

Messaggio  jabru il Lun Ago 21, 2017 7:07 pm

Si terrà lunedì 4 dicembre la prima udienza del processo di 68 contradaioli relativamente ai fronteggiamenti avvenuti dopo il Palio di Agosto del 2015 in Piazza del Campo.

L'accusa è di rissa per i contradaioli di Onda e Torre, mentre per quelli del Nicchio e del Valdimontone l'accusa è di rissa aggravata in quanto tre contradaioli del Nicchio avevano riportato lesioni giudicate guaribili in 21 giorni.

I citati a giudizio sono 8 contradaioli del Nicchio, 21 dell'Onda, 13 della Torre e 26 del Valdimontone.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se ne parla a Siena

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum