Se ne parla a Siena

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

INVERNO DI ELEZIONI PER DIECI POPOLI

Messaggio  jabru il Ven Ott 13, 2017 6:20 pm

Dopo la stagione paliesca appena conclusa diverse Contrade saranno chiamate al voto nel prossimo inverno. Saranno ben 10 i rioni che dovranno votare per eleggere le massime cariche dirigenziali: in alcuni casi è in scadenza o solo il Priore o solo il Capitano mentre in altri sono in scadenza di mandato entrambi. Riassumiamo la situazione andando in ordine alfabetico.

Aquila: è in scadenza il Capitano Marco Antonio Lorenzini.

Civetta: sono in scadenza il Capitano Francesco Ricci e il Priore Paolo Betti.

Drago: in scadenza il Capitano Fabio Miraldi e il Priore Laura Bonelli.

Giraffa: in scadenza il Capitano Emanuele Tondi e il Priore Bernardo Lombardini.

Leocorno: in scadenza il Capitano Bruno Mazzuoli e il Priore Paolo Bartolini.

Onda: in scadenza il Capitano Alessandro Toscano e il Priore Massimo Castagnini.

Pantera: in scadenza il Capitano Marco Antichi e il Priore Pasquale Colella Albino.

Tartuca: in scadenza il Priore Paolo Bennati.

Torre: in scadenza il Capitano Paolo Capelli e il Priore Pier Luigi Millozzi.

Valdimontone: in scadenza il Priore Simone Bari.

Francesco Zanibelli da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La Contrada della Torre ha vinto il Minimasgalano 2017

Messaggio  jabru il Dom Ott 15, 2017 7:40 pm

E' stata la contrada della Torre ad aggiudicarsi la 42° esima edizione del "Minimasgalano", la manifestazione dedicata ai giovani alfieri e tamburini delle 17 Contrade organizzata dalla Contrada della Torre. Il tamburino Niccolò Bucciarelli e gli alfieri Tommaso Alberti e Tommaso Provvedi, si sono aggiudicati l'opera realizzata da Maria Vittoria Ciampoli. Per la contrada della Torre si tratta della quarta vittoria nella storia del Minimasgalano.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio 2 luglio: le proposte di sanzione dell’assessore Balani

Messaggio  jabru il Mar Ott 17, 2017 7:22 pm

Proposta l'esclusione per un Palio al fantino Bastiano Sini, per aver ripetutamente strattonato il collega Alessio Giannetti


SIENA. Mauro Balani, assessore delegato alla Giustizia paliesca, ha elaborato tre proposte di sanzione relative allo scorso Palio del 2 luglio, sulla base di quanto disposto dal Regolamento del Palio e dalla relazione dei Deputati della Festa della quale fanno parte integrante i rapporti scritti dagli ispettori della pista e dal mossiere.


Ai sensi dell’articolo 64, 1° comma, del Regolamento del Palio un’ammonizione al fantino della Contrada della Selva Andrea Coghe, detto Tempesta, per essere partito, in occasione della Carriera, dal quarto posto anziché dal quinto assegnatogli. Un’ammonizione, sempre per cambio di postazione: quinta anziché quarta, al fantino della Contrada del Leocorno Dino Pes, detto Velluto.

Balani, infine, come previsto dall’art. 99, ha proposto l’esclusione per un Palio dal montare cavalli di Contrade, sia per le prove sia per la Carriera, al fantino Bastiano Sini, per aver “strattonato ripetutamente, durante il primo giro della seconda batteria della Tratta, il collega Alessio Giannetti in prossimità della curva del Casato”. Un comportamento, questo, contrario a quanto disposto nel 4° comma dell’art. 43 e dal 1° comma dell’art. 67.



I fantini avranno dieci giorni di tempo per presentare alla Giunta comunale le loro memorie difensive.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Giustizia paliesca, Velluto e Tempesta annunciano ricorso

Messaggio  jabru il Gio Ott 19, 2017 8:03 pm

Ammoniti entrambi dal giudice paliesco per cambio di posto. Un Palio di squalifica a Sini

Siena, 18 ottobre 2017 - DUE AMMONIZIONI, una a Velluto, fantino del Leocorno, l’altra a Tempesta, che a luglio debuttava nella Selva. E un Palio di squalifica a Bastiano Sini per quella sua ‘artigliata’ ad Alessio Giannetti che aveva fatto sussultare la Piazza nella seconda batteria della tratta del 29 giugno. Ecco le punizioni decise dall’assessore delegato Mauro Balani per Provenzano. Contro cui già Velluto e Tempesta annunciano ricorso.

«DOPO un contatto avvenuto in corsa alla curva di San Martino tra i cavalli contrassegnati dal n.3 (Sunto) e dal n.20 (Remorex), il fantino di quest’ultimo , Bastiano Sini – recita la relazione dei Deputati della Festa – nel tratto precedente la curva del Casato si è sporto dal proprio cavallo e ha afferrato il fantino di Sunto, Alessio Giannetti, strattonandolo ripetutamente con il rischio di provocarne la caduta». Di qui la squalifica. Se venisse confermata Sini il prossimo luglio non potrà fare la Tratta, né correre il Palio, limitandosi alle prove di notte.
Laaura Valdesi eda La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PROPOSTE DI SANZIONE PER IL PALIO DI LUGLIO: DUE AMMONIZIONI E UNA SQUALIFICA

Messaggio  jabru il Gio Ott 19, 2017 8:06 pm

Mauro Balani, assessore del comune di Siena delegato alla Giustizia paliesca, ha elaborato tre proposte di sanzione relative allo scorso Palio del 2 luglio, sulla base di quanto disposto dal Regolamento del Palio e dalla relazione dei Deputati della Festa della quale fanno parte integrante i rapporti scritti dagli ispettori della pista e dal mossiere.
Ai sensi dell’articolo 64, 1° comma, del Regolamento del Palio un’ammonizione al fantino della Contrada della Selva Andrea Coghe, detto Tempesta, per essere partito, in occasione della Carriera, dal quarto posto anziché dal quinto assegnatogli. Un’ammonizione, sempre per cambio di postazione: quinta anziché quarta, al fantino della Contrada del Leocorno Dino Pes, detto Velluto.
Balani, infine, come previsto dall’art. 99, ha proposto l’esclusione per un Palio dal montare cavalli di Contrade, sia per le prove sia per la Carriera, al fantino Bastiano Sini, per aver <<strattonato ripetutamente, durante il primo giro della seconda batteria della Tratta, il collega Alessio Giannetti in prossimità della curva del Casato>>. Un comportamento, questo, contrario a quanto disposto nel 4° comma dell’art. 43 e dal 1° comma dell’art. 67.
I fantini avranno dieci giorni di tempo per presentare alla Giunta comunale le loro memorie difensive.

OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

camion pieno di cavalli PALIO Eletto il nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione Proprietari Allevatori di cavalli

Messaggio  jabru il Gio Ott 26, 2017 8:42 pm

Nella giornata di ieri è stato eletto il nuovo Consiglio direttivo dell'Associazione proprietari allevatori di cavalli di Siena. Il nuovo Presidente è Massimiliano Ermini mentre i consiglieri sono Massimo Donatinui, Marcello Roti, Maria Elena Frosinini, Maurizio Grazzini, Elisabetta Ferrini e Maria Pace Carapelli.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

CRONACHE SETTECENTESCHE

Messaggio  jabru il Lun Nov 06, 2017 8:45 pm

La ricorsa dell’agosto 1723, organizzata dalla Lupa, vincitrice a luglio, non venne disputata a causa dei disordini accaduti durante il palio alla lunga del 15 agosto dello stesso anno. I cavalli erano appena partiti dalla chiesa del Santuccio, quando un contadino si fece largo tra la folla per fermare e riprendere il cavallo di cui era proprietario. Egli fu però immediatamente catturato dai birri e da questi malmenato. Tutto ciò provocò la violenta reazione della folla che si pose a difesa dello sventurato. La situazione ben presto degenerò ed un soldato per paura sparò sui presenti i quali reagirono assediando il Corpo di Guardia e cercando di incendiarlo. La calma tornò solo quando il comandante ordinò di puntare i cannoni verso gli insorti, ma per timore di ulteriori tumulti, il Palio alla tonda del giorno successivo fu annullato ed i 40 talleri di premio furono convertiti in doti matrimoniali a disposizione di 10 fanciulle delle contrade che avrebbero dovuto correre la carriera. Al di là di questo episodio, altre volte i Palii alla lunga diedero origine a contestazioni e controversie a causa della scorrettezza dei vari proprietari. Il 15 agosto 1798, tale Angelo Poggesi fece segnare tre cavalli alla corsa. Uno di essi fu ritenuto da altri proprietari essere di razza Berbera, ed il regolamento vietava la partecipazione a questo tipo di cavalli. I giudici della mossa assieme ad un perito effettuarono un’ispezione sul soggetto in questione e, ritenendolo berbero, lo esclusero dal Palio. Ma gli altri proprietari, dubitando ulteriormente sull’onestà del Poggesi, fecero notare ai giudici come un altro cavallo da lui presentato e descritto come morello balzano da tre, fosse in realtà un altro esemplare che era stato adeguatamente pitturato per farlo corrispondere alla descrizione fornita all’atto dell’iscrizione. Anche in questo caso il Poggesi fu smascherato e la mattina della corsa furono mandati dei soldati per impedire l’uscita dalla stalla del cavallo “truccato”.

Tornando alle carriere alla tonda, assai convulsa risultò quella dl 16 agosto 1784. Due cavalli tardarono a presentarsi alla mossa, restando nella spianata. Gli altri fantini nel frattempo forzarono la mossa; Begnamino del Bruco e Gigi Bestia della Civetta caddero, mentre Grillo dell’Aquila, ritenendo che la partenza fosse buona, scattò al galoppo e fu fermato solo dopo che aveva compiuto un giro. Il capitano aquilino protestò vivacemente contro la decisione di fermare la corsa, ma fu riportato alla calma dietro minaccia di arresto. “Cosa potevano le languide voci di due o tre ragionevoli persone contro le baionette di 50 mal comandati e banditi soldati?”, si chiedeva sconsolato un cronista dell’epoca. Al secondo tentativo la mossa fu data buona ed a tagliare per primo il traguardo fu il cavallo scosso della Torre, dal quale era precedentemente caduto Ciocio, seguito in seconda posizione dalla Giraffa. Dopo un po’ di incertezza i giudici assegnarono la vittoria alla Torre, provocando la reazione di giraffini. La Giraffa voleva ricorrere addirittura in giudizio in quanto riteneva che il cavallo della Torre all’ultimo San Martino stava per fermarsi e fu rimesso in pista a suon di nerbate da Ciocio che era precedentemente caduto e, secondo la tesi della contrada di Provenzano, il fantino a terra non poteva più toccare il cavallo. Ma le autorità consigliarono alla Giraffa di non proseguire la propria azione. Chi invece agì di fronte al giudice fu l’Aquila, chiedendo che non fosse pagato il premio in denaro alla Torre, ma anche in questa occasione l’istanza fu respinta e la Torre fu ritenuta la vincitrice legittima di quella carriera.

Davide Donnini da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

IL PALIO IN GO KART , SFIDA FRA CAPITANI E FANTINI SUL CIRCUITO DI CASETTA

Messaggio  jabru il Dom Nov 12, 2017 10:10 pm

Vince la sfida fra Capitani, fantini ed addetti ai lavori " Matteo Consalvi" addetto al gruppo piccoli della Contrada dell'Onda.

Sul circuito di Casetta si sono sfidati sui Go kart i fantini i capitani ed addetti a lavori delle 17 Contrade. Due giorni di eventi a favore della LILT. La Gara che si è svolta sotto una fitta pioggia è stata vinta da Matteo Consalvi addetto al Gruppo piccoli della Contrada dell'Onda.
oksiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tartuca in lutto per la scomparsa di Gianni Ginanneschi

Messaggio  jabru il Lun Nov 13, 2017 9:18 pm

La Contrada della Tartuca con sincero ed incolmabile dolore comunica al mondo contradaiolo e alla città tutta la scomparsa del suo Rettore del Collegio dei Maggiorenti
N. H. Notaio Dr. Gianni Ginanneschi
Già Priore per otto anni e Capitano per un decennio, vittorioso nel 1967 e nel 1972, ha segnato profondamente la storia della Tartuca nella seconda metà del secolo trascorso, grazie alla sua illuminata determinazione e al suo amore per la Contrada.
Come Rettore del Collegio dei Maggiorenti ha vigilato sul buon andamento dell’istituzione per oltre trenta anni, con straordinarie capacità, magnanimità d’animo e profondo spirito di attaccamento. Tutti i tartuchini, ricordandolo con affetto, piangono la sua scomparsa e si stringono alla famiglia nel suo profondo dolore.
Le esequie si svolgeranno domani pomeriggio, martedì 14 novembre, alle ore 15 presso la Basilica dell’Osservanza.
Antenn RadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La Giunta Comunale delibera la costituzione del Comune di Siena come parte civile nel procedimento penale per i cavalli ''truccati''

Messaggio  jabru il Mer Nov 15, 2017 11:24 pm

La Giunta comunale ha deliberato la costituzione del Comune di Siena come parte civile nel procedimento penale n. 3245/2015 R.G.N.R. per conseguire il risarcimento di tutti i danni subiti e subendi, patrimoniali e non patrimoniali patiti dal Comune di Siena, in relazione ai delitti di cui agli artt. 476, 479, 482, 483 e 490 c.p. (anche commessi mediante induzione in errore ex art. 48 c.p.), così come descritti nei capi di imputazione A, B, C, H, I, L, M, N, O della richiesta di rinvio a giudizio e contro gli imputati a cui tali reati sono attribuiti e contestati.

Con la medesima deliberazione, il Comune di Siena conferisce all’Avvocato Fabio Pisillo del Foro di Siena, ai sensi dell’art. 10 del regolamento dell’Avvocatura comunale, l’incarico per l’assistenza tecnica, la rappresentanza, la difesa legale dell’Ente quale parte civile in tale procedimento penale.

Il 20 luglio scorso il Gup del Tribunale di Siena, Roberta Malavasi, aveva rinviato a giudizio i fantini Luigi ed Enrico Bruschelli, Sebastiano Murtas ed il veterinario viterbese Mauro Benedetti.

I quattro sono accusati a vario titolo ed in concorso per falso in atto pubblico ai danni della commissione veterinaria del palio di Siena, falso ideologico, violazione di sigilli, frode processuale, maltrattamento di animali, commercio ed impiego di farmaci non consentiti. Nessuno dei cavalli oggetto dell'inchiesta ha mai corso il palio.

Il magistrato aveva respinto tutte le eccezione presentate dagli avvocati della difesa. L'indagine era iniziata nel luglio di due anni dopo una segnalazione anonima sulla cui base il sostituto procuratore Aldo Natalini decise il sequestro di tre animali della scuderia di Bruschelli, perche si ipotizzava la sostituzione di un microchip identificativo per poterli far passare come cavalli mezzosangue anglo-arabi mezzosangue e poterli così iscrivere all'Albo del Comune di Siena. Un iter che permette all'animale di poter avere la possibilità di essere scelto per correre il palio.

Lo scorso maggio dopo la morte di uno dei tre cavalli, c'è stato un nuovo controllo da parte della magistratura all'ippodromo senese di Pian delle fornaci e nell'abitazione del veterinario, controllo durante il quale furono trovati e sequestrati medicinali. La prima udienza del processo si terrà il 23 novembre prossimo.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Onda, il capitano Toscano confermato per acclamazione

Messaggio  jabru il Sab Nov 18, 2017 8:41 pm

SOLO un lungo applauso. Niente voto per confermare il capitano vittorioso dell’Onda Alessandro Toscano. Che dunque guiderà, così ha deciso l’assemblea di Malborghetto mercoledì sera, per acclamazione, lo staff Palio per un altro biennio. «Un momento da brividi», ammette annunciando che sono state fatte piccole modifiche al gruppo che lo affiancherà. «Jacopo Castagnini, dopo tanti anni come mangino, ci lascia. Ha svolto un ruolo determinante, per questo lo ringraziamo di cuore. Resterà sempre vicino a noi», annuncia Toscano.

Chi sono i nuovi mangini?

«Carlo Baglioni ovviamente resta. Entrano Luca Vigni e Giancarlo Monari, due debuttanti nel ruolo. Siamo una squadra di persone che si stimano e credono l’uno nell’altro».

Cosa ha detto Toscano all’assemblea?

«Che riparto estremamente determinato. Ho tantissima voglia di fare bene. Entusiasmo. Ovviamente dobbiamo continuare a lavorare e migliorare, se possibile».
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Prorogato fino al 2020 l'accordo tra Comune, Consorzio per la Tutela del Palio di Siena e Magistrato delle Contrade

Messaggio  jabru il Sab Nov 18, 2017 8:45 pm

Durante la seduta della Giunta comunale, tenutasi lo scorso 10 novembre, è stato prorogato per tre anni, coprendo così l’arco temporale 2018, 2019 e 2020, l’accordo per la regolamentazione delle riprese televisive in occasione dei Palii stipulato per la prima volta nel 1992 tra il Comune, Consorzio per la Tutela del Palio di Siena e Magistrato delle Contrade
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Se ne parla a Siena

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum