si corre fuori Siena

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

si corre fuori Siena

Messaggio  jabru il Sab Ott 07, 2017 8:49 pm

L'anticipo del palio di Asti alla prima settimana di settembre potrebbe influire sul Palio di Siena
Asti anticiperà il suo palio al primo fine settimana di settembre e correrà con i mezzosangue. La notizia, anticipata dal sindaco Rasero proprio ai microfoni di RadioSienaTv qualche settimana fa, trova la conferma in quanto riportato dal sito specializzato Il Canapo.
Mercoledì sera si è svolta una riunione tra i Rettori ed il sindaco Maurizio Rasero il quale ha poi confermato che il palio di Asti 2018, con ogni probabilità, verrà disputato domenica 2 settembre e vedrà correre sulla pista di Piazza Alfieri i cavalli "mezzosangue".
Un cambiamento sicuramente non di poco conto, fortemente voluto dal sindaco. La data "anticipata" permetterebbe infatti di non slegare il palio dal "settembre astigiano" ma, allo stesso tempo, assicurerebbe la possibilità di disporre di giornate più lunghe, in un periodo dove ancora le scuole sono chiuse e con il vantaggio di poter ambire ad un maggiore visibilità televisiva grazie alla sosta del campionato di calcio. Inoltre, sempre secondo Rasero, la nuova data garantirebbe, viste le migliori temperature, anche una maggior presenza di turisti in città.
Altro punto sul quale pare non ci siano più dubbi è quello legato alla tipologia di cavalli che correranno il palio del prossimo anno. Nel 2018 il Palio verrà corso ancora con i "mezzosangue", così da evitare le incertezze che hanno fortemente caratterizzato il percorso di avvicinamento al palio 2017. Rasero, però, ha ribadito la volontà di continuare il dialogo con i Ministeri della salute e dell'agricoltura, nella speranza di poter tornare, in futuro, a correre con i purosangue.
La decisione astigiana rischi di andare a influire fortemente sul parco cavalli a disposizione per il Palio di agosto. Ad Asti occorrono ben 42 cavalli che vengono ingaggiati dai rioni, pagando cifre che, di anno in anno, vanno aumentando. Per i proprietari è un'entrata sicura che ripaga le spese di un anno di mantenimento, oltre a dare la soddisfazione certa di vedere il proprio cavallo correre.
Logicamente però i dirigenti astigiani pretenderanno che il cavallo pagato in ampio anticipo arrivi con sicurezza al palio, chiedendo un'esclusiva che non può coniugarsi con i rischi dell'impiego in Piazza del Campo appena 15 giorni prima.
Inoltre i mezzosangue, che in tanti ritenevano poco adatti a Piazza Alfieri, hanno invece dimostrato di potersi tranquillamente adattare, tanto che Preziosa Penelope ha dato del filo da torcere a tutti gli altri partecipanti, arrivando a pochi metri dal vincitore.
Il rischio è che tra l'insicurezza di vedere il proprio cavallo in Piazza del Campo e la sicurezza, peraltro pagata, di vederlo invece in Piazza Alfieri, molti proprietari optino per la seconda opzione.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio d’Asti, i rettori e capitani: “”Nessuna polemica contro Siena”

Messaggio  jabru il Dom Ott 15, 2017 7:43 pm

"Non è vero che non vogliamo cavalli e fantini senesi"
Dopo le varie notizie che ad Asti i rettori e i capitani sarebbero stati in rivolta contro "l'invasione" di Siena al palio ecco la nota stampa del collegio dei Rettori del palio di Asti:
"Il Collegio dei Rettori con il Capitano del Palio dopo aver letto l'articolo apparso sul quotidiano La Stampa, in data 12 ottobre sull'edizione di Asti ed il giorno successivo sull'edizione nazionale, intende comunicare che nessun rettore e il Palio di Asti e' in "rivolta" o in "polemica" ne' intende fare la guerra e "alzare le mura" contro l'utilizzo dei cavalli mezzosangue delle scuderie senesi.
L'incontro a cui si fa riferimento è stato organizzato e gestito in forma assolutamente privata e non c'è stato l'intervento di alcun rettore.
Erano presenti, perché invitati dall’organizzatore, solamente il Presidente del Collegio stesso e il Capitano che tuttavia hanno semplicemente ascoltato gli interventi senza prendere posizione ne a favore né contro . Spiace però vedere come a volte vengono strumentalizzati ruoli importanti per amplificare polemiche che non ci sono.
I rettori astigiani con i loro comitati precisano quindi che continueranno a fare ed organizzare il palio puntando sempre a portare al canapo le migliori accoppiate e che continueranno ad organizzare corse di addestramento durante l'anno per testare cavalli e fantini, (astigiani e non) per salvaguardare la manifestazione la sua storia e le sue tradizioni".
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7432
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum