Da Piazza del Campo

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Andare in basso

De Mossi: “Ipotesi teli sul tufo allo studio”

Messaggio  jabru il Lun Ott 01, 2018 6:58 pm

Il sindaco dopo l’estrazione: “Bollettini meteo ogni 3 ore”
Intervistato a margine dell’estrazione del Palio straordinario, il sindaco Luigi De Mossi ha parlato della situazione del tufo, monitoraggio meteo, realizzazione Drappellone e apertura scuole nei giorni della Festa.

Le mosse per salvaguardare il tufo dalla possibile pioggia: “Ipotesi teli sul tufo allo studio, anche se Piazza non è comunque un campo di calcio e potrebbe essere anche una soluzione non ottimale per garantirne la tenuta. In ogni caso valuteremo il da farsi”.

Supervisione delle previsioni meteo: “Monitoreremo attentamente la situazione, i bollettini meteo arriveranno ogni 3 ore”. Scuole aperte: “Non voglio interferire in competenze non mie, assicuro che la macchina del Palio sarà perfettamente funzionante”. Il Drappellone di Gian Marco Montesano: “Sarà realizzato in tempo, sto sollecitando l’autore a completarlo nei tempi previsti”.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Porta coltello al Palio: dirigente d’azienda nei guai

Messaggio  jabru il Ven Ott 05, 2018 7:07 pm

Siena, 5 ottobre 2018 - La rete dei controlli per il Palio funziona. Eccome. Basta chiedere ad un dirigente d’azienda della provincia di Modena, che adora la nostra festa. Viene sempre a Siena, qui ha diversi amici. Sin da piccolo gli hanno insegnato ad amare e rispettare le Contrade, le loro tradizioni. Sa come muoversi, insomma. E’ infatti finito nei guai per un coltellino svizzero che aveva dentro il borsetto, il 16 agosto scorso. L’hanno scoperto durante l’ingresso in Piazza del Campo e denunciato per porto abusivo d’arma. Ma è riuscito a dimostrare che non voleva certo utilizzarlo contro gli spettatori. Figuriamoci.

Lo impiegava per pulire la sua pipa e smorzare la punta dei sigari, come molti fanno. Solo che è stato imprudente a portarlo entrando in Piazza. Una vicenda che deve servire da monito per molti, visto che lo Straordinario si avvicina e i controlli saranno replicati. Meglio lasciare a casa ogni cosa che possa essere considerata, appunto, un’arma. Anche perché l’imprenditore fino a che il gip Malavasi non ha accolto in pratica la richiesta di archiviazione del pm Sara Faina, non ha potuto stipulare contratti con la pubblica amministrazione, cosa invece importante per la sua attività.

Era arrivato a Siena in moto, con la moglie, il 16 agosto scorso. Posteggiata la due ruote al ‘Campo’, si era avviato da Salicotto in Piazza mentre la donna era andata a salutare degli amici. A svelare la presenza del coltellino i metal detector utilizzati dalle forze dell’ordine. Lo teneva dentro un borsetto. Di quelli multiuso. Non immaginava minimamente che potesse finire nei guai per questo. I militari lo avevano sequestrato e il dirigente d’azienda non solo non aveva potuto vedere la Carriera ma era stato denunciato per porto abusivo di arma. Si è affidato poi all’avvocato Nicola Giuliani che ha presentato una memoria evidenziando che quel coltellino serviva unicamente per ripulire la pipa. Innocuo, dunque. E anche ben visibile e non occultato in qualche tasca. Davanti al gip la vicenda si è poi chiarita e l’impresario scagionato con l’archiviazione della vicenda. Una giornata splendida poteva trasformarsi in fardello pesante. Occhio dunque, quando si entra in Piazza, a cosa si ha nella borsa. Vale per chi arriva da fuori ma anche per i senesi.

di LAURA VALDESI da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Precisazioni del Comune in merito alla possibilità per le persone con disabilità di poter assistere alla Carriera del 20 ottobre

Messaggio  jabru il Ven Ott 05, 2018 7:11 pm

"In merito al post su Facebook che è stato postato ieri, giovedì 4 ottobre, diventato immediatamente virale con tanto di strumentalizzazioni politiche su un tema delicato come il mondo della disabilità, tema caro a questa Amministrazione comunale e per il quale si batte quotidianamente, il Comune ci tiene a precisare che la risposta inviata via mail alla persona con disabilità motoria che ha richiesto la possibilità di assistere al Palio da una delle finestre di Palazzo Berlinghieri contiene un refuso che può essere effettivamente erroneamente interpretato. L'Amministrazione mette a disposizione la possibilità di assistere alle prove ed alla Carriera a numerosi senesi portatori di disabilità." Così un intervento dell'Amministrazione comunale.

"Gli unici posti accessibili a chi ha invalidità motorie ed è costretto ad usare una sedia a rotelle sono due finestre di Palazzo Berlinghieri che hanno un davanzale meno alto rispetto alle altre finestre e quindi la persona seduta può vedere la Piazza, cosa che non sarebbe possibile da altri affacci.


Questi due posti sono stati già assegnati e dunque purtroppo non è stato possibile accontentare la richiesta del richiedente che da Roma aveva chiesto tre posti a Palazzo Berlinghieri. L'Amministrazione sta studiando altre soluzioni per il futuro anche se non è di semplice risoluzione proprio per la conformazione degli edifici comunali che si affacciano sulla Piazza.

Al momento per le prove dei Palii l'Amministrazione rilascia oltre cento accessi a persone disabilità, fra il palco del Casato di proprietà del Comune e le finestre di Palazzo Pubblico e Palazzo Berlinghieri. Il giorno della Carriera vengono riservati circa 30 posti in quanto per il Palio il palco del Casato viene occupato in gran parte da rappresentanti della Siae, da rappresentati del Comitato Amici del Palio, dalla commissione Masgalano, dagli insellatori di tutti i cavalli da parata e dal servizio Economale che sovraintende al Corteo Storico, dal veterinario del Magistrato delle Contrade, da referenti della Usl veterinaria e da i proprietari dei dieci cavalli che partecipano alla Carriera.

Come detto, questa Amministrazione è molto vicina alle tematiche della disabilità e in questi anni cercherà sempre soluzioni migliori e non solo per i giorni del Palio.

A partire da questa Carriera straordinaria, il Comune mette a disposizione circa 6 posti destinati a persone con disabilità motoria, per assistere alla presentazione del Drappellone. Questi vanno prenotati inviando una mail a palio@comune.siena.it e verranno assegnati fino ad esaurimento."
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

la stagione turistica si allunga. Tirelli: “Vicini al sold out”

Messaggio  jabru il Ven Ott 12, 2018 7:57 pm

L’assessore al turismo: “Siamo a fine ottobre, un risultato molto importante”
Palio Straordinario, la stagione turistica si allunga: c’è quasi il tutto esaurito tra alberghi e ristoranti, come conferma l’assessore al turismo Alberto Tirelli. “C’è grande entusiasmo tra ristoratori e attività ricettive, la stagione si allunga, fatto importante – ha detto a Siena Tv – C’è quasi il tutto esaurito per i giorni del Palio, è un risultato importante visto che siamo in prossimità della fine di ottobre”.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

All’Istituto Agrario si impara la cultura del cavallo da Palio

Messaggio  jabru il Ven Ott 12, 2018 8:00 pm

Accordo tra la scuola e l’associazione proprietari, allenatori e allevatori: lezioni con l’obiettivo di creare cultura e prospettive di lavoro, con l’ausilio di specialisti e addetti ai lavori
Mercoledì mattina, presso l’Istituto Agrario Bettino Ricasoli di Siena, è stato raggiunto un importante accordo fra l’Associazione Proprietari, Allenatore e Allevatori Cavalli da Palio e la scuola superiore diretta dal Preside Tiziano Neri. Per l’associazione erano presenti il Presidente, Massimiliano Ermini, ed il Prof. Paolo Neri mentre per l’Istituto Agrario facevano gli onori di casa il Prof. Tiziano Neri e la Prof.sa Valentina Batoni.

Già lo scorso anno scolastico le parti si erano incontrati con la promessa di portare avanti il progetto e finalmente sono in grado di poter ufficializzare questo “matrimonio”. Si cercherà di affrontare il tema cavallo da tanti punti di vista con un duplice obiettivo: creare cultura e prospettive di lavoro futuro. “Il cavallo è al centro dei nostri ragionamenti – fa sapere l’associazione – e cerchiamo sempre di dimostrarlo oltre che con le parole anche con i fatti. Parleremo di Storia del cavallo in relazione al Palio e alla nostra città, di morfologia del cavallo, di attitudine del cavallo e del cavallo adatto per il Palio e di tanto altro ancora e tutto questo con la collaborazione di Soci e Amici preziosi che hanno messo a disposizione le loro competenze professionali e di vita con i cavalli. Saranno compagni di questa avventura Il Prof. Raffaello Ciampoli con la sua clinica, Il Dott. Paolo Rizzi, Il Dott. Gianni Pratelli e Il Prof. Paolo Neri ed altri che strada facendo potrebbero aggregarsi”.

“Crediamo che tutto ciò sia in linea con i programmi e gli obiettivi che l’Associazione Proprietari, Allenatori ed Allevatori si è posta fin dall’insediamento di questo consiglio. L’istituto Agrario, che ringraziamo, ha interpretato al meglio e con entusiasmo lo spirito con cui abbiamo approcciato all’argomento e siamo ben lieti di intraprendere questo percorso insieme. Un percorso unico nel suo genere e pioniere nelle scuole della nostra provincia”.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Rissa fra contradaioli: il processo

Messaggio  jabru il Sab Ott 13, 2018 6:45 pm

Cazzotti dopopalio di agosto 2015: l’udienza era fissata per il 16 ottobre, proprio a ridosso della carriera straordinaria. Ma per istanza dell’avvocato Luigi De Mossi, nonché sindaco di Siena, per legittimo impedimento, la seduta è stata rinviata al 6 novembre. Dunque niente discussione in aula relativa ai fronteggiamenti dei contradaioli di Nicchio e Montone e Onda e Torre riferibili a tre anni fa, che effettivamente avrebbe potuto turbare lo spirito della festa. La concomitanza della giustizia ordinaria per avvenimenti legati al Palio di Siena avrebbe potuto alterare l’atmosfera e non avrebbe permesso ai difensori di svolgere con la necessaria concentrazione il loro lavoro.
Attualmente, dei 68 imputati iniziali, ben 37 hanno già saldato il conto con la giustizia attraverso la formula dell’abbreviato e del patteggiamento. Restano tuttavia 31 posizioni per le quali è stato deciso il rinvio a giudizio con dibattimento in aula. Fra questi gli 8 cotradaioli del Nicchio difesi tutti dal sindaco-avvocato De Mossi, convinto più che mai dopo la sua elezione che in questa difesa non esista conflitto di interesse e che anzi, grazie alla sua attività professionale, potrà meglio tutelare la festa. In aula anche sette contradaioli dell’Onda difesi dall’avvocato Alessandro Betti e diciotto del Valdimontone assistiti dall’avvocato Fabio Pisillo e altri legali. Per tutti l’accusa è di rissa aggravata.

Sonia Maggida Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Tutti i piccoli del Minimasgalano

Messaggio  jabru il Sab Ott 13, 2018 6:48 pm

Tutti pronto per il Minimasgalano organizzato dalla contrada della Torre.

Ecco chi vestirà le monture della propria contrada.

Aquila: tamburino Duccio Bernardi, alfieri Simone Becatti e Leonardo Ricci.
Bruco: tamburino Alessandro Radice, alfieri Gabriele Di Paola e Carlo Mignani.
Chiocciola: tamburino Francesco Muzzi, alfieri Tommaso Dominati e Alessandro Marini.
Civetta: tamburino Duccio Turano, alfieri Tommaso Picchi e Benito Da Frassini.
Drago: tamburino Matteo Parigiani, alfieri Matteo Lonzi e Raimondo Vercellino.
Giraffa: tamburino Jacopo Manganelli, alfieri Nicola Rossi e Filippo Fantuzzi.
Istrice: tamburino Leonardo Bassan, alfieri Filippo Figus e Giulio Tilli.
Leocorno: tamburino Niccolò Sammicheli, alfieri Lorenzo Alfonsi e Micael Vecchiato.
Lupa: tamburino Niccolò Pacchi, alfieri Niccolò Olla e Lorenzo Olla.
Nicchio: tamburino Francesco Pasqui, alfieri Dario Grazzini e Gabriele Lorenzetti.
Oca: tamburino Giovanni Confaloni, alfieri Tommaso Stelo e Christian Boldrini.
Onda: tamburino Guglielmo Bonelli, alfieri Filippo Scelfo e Roberto Giubbi.
Pantera: tamburino Duccio Parentini, alfieri Valentino Brogi e Mattia Pacchierotti.
Selva: tamburino Emanuele Monnecchi, alfieri Niccolò Orsini e Samuele Caporali.
Tartuca: tamburino Duccio Ciofi, alfieri Manuele Brogelli e Yuri Di prisco.
Torre: tamburino Dario Papini, alfieri Tommaso Provvedi e Tommaso Alberti.
Valdimontone. tamburino Francesco Moran, alfieri Matteo Sartini e Gabriele Ciacci.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Manifestazione Giovani Alfieri e Tamburini

Messaggio  jabru il Sab Ott 13, 2018 6:52 pm

E' in programma questo pomeriggio, sabato 13 ottobre dalle 16.45, la LXIII edizione della Manifestazione giovani alfieri e tamburini. Alla comparsa vincitrice andrà in premio il Minimasgalano realizzato da Guido Bellini e Aldo Giannetti, membri del Comitato. Di seguito, l'elenco delle comparse, la commissione giudicante per questa edizione, e il riepilogo delle comparse più valenti delle precedenti edizioni.

COMPARSE 2018
Aquila: Tamburino Duccio Bernardi /Alfieri Simone Becatti-Leonardo Ricci
PUBBLICITÀ


Bruco: Tamburino Alessandro Radice/ Alfieri Gabriele Di Paola-Carlo Mignani
Chiocciola: Tamburino Francesco Muzzi/ Alfieri Tommaso Dominati-Alessandro Marini
Civetta: Tamburino Duccio Turano / Alfieri Tommaso Picchi-Alessandro Da Frassini
Drago: Tamburino Matteo Parigiani / Alfieri Matteo Lonzi- Raimondo Vercellino
Giraffa: Tamburino Jacopo Manganelli / Alfieri Nicola Rossi- Filippo Fantuzzi
Istrice: Tamburino Leonardo Bassan / Alfieri Filippo Fiugs- Giulio Tilli
Leocorno: Tamburino Niccolò Sammicheli / Alfieri Lorenzo Alfonsi- Micael Vecchiato
Lupa: Tamburino Niccolò Pacchi / Alfieri Niccolò Olla- Lorenzo OllaNicchio:
Oca: Tamburino Giovanni Confaloni / Alfieri Tommaso Stelo- Christian Boldrini
Onda: Tamburino Guglielmo Bonelli / Alfieri Filippo Scelfo - Roberto Giubbi
Pantera: Tamburino Duccio Parentini / Alfieri Valentino Brogi - Mattia Pacchierotti
Selva : Tamburino Emanuele Monnecchi / Alfieri Niccolò Orsini - Samuele CaporaliTartuca:
Torre: Tamburino Dario Papini / Alfieri Tommaso Provvedi - Tommaso Alberti
Valdimontone : Tamburino Francesco Moran / Alfieri Matteo Sartini - Gabriele Ciacci

COMMISSIONE GIUDICANTE 2018
Alfieri
Finetti Andrea Nicchio
Muzzi Emiliano istrice
Sampieri Umberto Civetta

Tamburini
Pieri Michele Bruco
Landi Michele Oca
Petreni Paolo Chiocciola

Membro nominato dalla Contrada della Torre
Stefano Bendinelli

ALBO D'ORO
1973 CONTRADA DELLA TORRE
1977 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
1978 NOBILE CONTRADA DELL'AQUILA
1979 CONTRADA DELLA CHIOCCIOLA
1980 NOBILE CONTRADA DELL'AQUILA
1981 NOBILE CONTRADA DELL'OCA
1982 CONTRADA DELLA TORRE
1983 NOBILE CONTRADA DELL'OCA
1984 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
1985 CONTRADA CAPITANA DELL'ONDA
1986 NOBILE CONTRADA DELL'AQUILA
1987 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
1988 CONTRADA DEL DRAGO
1989 NOBILE CONTRADA DELL'AQUILA
1990 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
1991 CONTRADA DELLA LUPA
1992 NOBILE CONTRADA DELL'AQUILA
1993 CONTRADA DEL LEOCORNO
1994 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
1995 CONTRADA DELLA TARTUCA
1996 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
1997 CONTRADA DELLA LUPA
1998 CONTRADA DELLA TARTUCA
1999 CONTRADA DELLA TARTUCA
2000 CONTRADA CAPITANA DELL'ONDA
2001 NOBILE CONTRADA DELL'AQUILA
2002 IMPERIALE CONTRADA DELLA GIRAFFA
2003 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
2004 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
2005 CONTRADA DELLA TORRE
2006 CONTRADA DI VALDIMONTONE
2007 NOBILE CONTRADA DEL NICCHIO
2008 CONTRADA DELLA LUPA
2009 CONTRADA DELLA SELVA
2010 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
2011 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
2012 CONTRADA SOVRANA DELL'ISTRICE
2013 CONTRADA DELLA CHIOCCIOLA
2014 NOBILE CONTRADA DELL'AQUILA
2015 CONTRADA DEL DRAGO
2016 - NOBILE CONTRADA DEL NICCHIO
2017 - CONTRADA DELLA TORRE
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Minimasgalano, in Piazza del Campo la 63esima edizione

Messaggio  jabru il Sab Ott 13, 2018 6:55 pm

Torna l’ evento tanto atteso per i giovani alfieri e tamburini che avranno l’occasione di mostrare l’abilità nei giochi di bandiera ed il proprio rullo di tamburo. Domani, sabato 13 ottobre, con inizio alle ore 16.45, in piazza del Campo a Siena avrà luogo la 63esima edizione della Manifestazione Giovani Alfieri e Tamburini. Su iniziativa della Contrada della Torre si rinnoverà il tradizionale appuntamento, seguito ogni anno con crescente passione da piccoli e grandi contradaioli. In virtù dell’ordine del corteo storico della scorsa carriera di agosto, le 17 piccole comparse entreranno nella piazza da via Salicotto, per sfoggiare la loro fresca abilità nell’uso della bandiera e del tamburo. Più tardi, a suggerire l’ultimo tra i tanti applausi che si succederanno durante il pomeriggio sarà la Commissione giudicante, formata da sei membri varia appartenenza nominati dal Comitato amici del Palio oltre ad un membro nominato dalla Contrada della Torre. Un anno fa, nel 2016, il tributo finale spettò alla piccola comparsa della Contrada della Torre.

Proprio il Comitato Amici del Palio firmerà quest’anno anche il premio della Manifestazione Giovani Alfieri e Tamburini, a suggellare il raggiungimento (avvenuto nel 2017) dei 70 anni dalla fondazione dell’organismo, che ogni anno concorre a tramandare i valori dell’appartenenza contradaiola tra le nuove generazioni, in particolare con le iniziative svolte all’interno delle scuole. Un “darsi da fare” che chiama in causa direttamente gli appartenenti, e che l’occasione della Manifestazione non ha fatto che ribadire: il premio per la piccola comparsa più valente è stato infatti realizzato da Guido Bellini e Aldo Giannetti, membri del Comitato, che nell’esecuzione si sono avvalsi anche dell’apporto del Santa Chiara Lab per i tagli, e di Leonardo Giorgi per la realizzazione dei barberi. “L’idea dell’opera è arrivata da una giostra di carta vista in una delle tante scuole che abbiamo visitato lo scorso inverno – racconta Bellini – nella quale i barberi sostituivano i cavallini, e che nella sua semplicità e genuinità ci è sembrata impersonare al meglio lo spirito di questo gioco, antico ma mai anacronistico, connubio fra la certezza del bel passato ed i desideri incerti del misterioso futuro”.

Domani, alle ore 16.45 l’opera del Comitato amici del Palio, condotta da alcuni piccoli torraioli, farà così ingresso nel Campo, seguito dalle 17 piccole comparse.
SienaNewS
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Pierluigi Piccini, il sindaco dell’ultimo Palio straordinario: “Provai un senso di vuoto”

Messaggio  jabru Ieri alle 11:43 am

Tanta soddisfazione per il lavoro svolto ma anche un “enorme senso di vuoto”: questo è quello che ha provato Pierluigi Piccini per il Palio Straordinario del 9 settembre 2000, l’ultima carriera che ha vissuto come sindaco di Siena. Per lui ora rimangono i tanti ricordi su quella corsa dedicata al nuovo millennio e sulle altre venti che ha potuto gestire durante i suoi tre mandati da primo cittadino.

Pierluigi Piccini, come fu organizzato e quale fu il percorso che portò al Palio Straordinario del 9 settembre 2000 ?

«Fu un tragitto molto semplice, noi iniziammo a lavorare a febbraio coinvolgendo tutti i soggetti interessati. Ci fu un’ adesione unitaria e quindi poi il Palio fu fatto entro Settembre, queste a mio parere sono le procedure normali, quelle corrette perché il Palio si corre d’estate. Bisogna che le contrade lo sappiano prima dei due palii ordinari, dal mio punto di vista. Questo per tutta l’organizzazione che c’è dietro, per le contrade, per i cavalli, per le famiglie che devono spendere. Questo mi sembra che sia diventato un misto tra un Palio a sorpresa ed un Palio straordinario»

Il Palio del 9 settembre 2000 fu l’ultimo con i purosangue, fu con la sua giunta comunale che venne introdotto l’attuale lotto con i cavalli mezzosangue…

«Fu l’ultimo Palio con i purosangue e poi noi facemmo un’ordinanza nei primi mesi del 2001 ed la carriera del 2 luglio 2001 vide solamente cavalli mezzosangue»

Quindi come sindaco di Siena ha dato il via ad un percorso che ha cambiato un’era del Palio e ne ha aperta un’altra…

«Nella nostra giunta lavorammo per fare delle correzioni che però erano veramente richieste dal Palio. Credo che non è che se c’è un episodio che va fuori norma debba essere per forza preso in considerazione. Quando le cose si ripetono nel tempo allora è giusto intervenire. Come nel caso dei materassi dove c’era un effettivo problema da risolvere e bene o male lo abbiamo risolto. Non bisogna infatti intervenire sulla eccezionalità di un fatto patologico quanto questo si ripete. Durante i miei mandati facemmo anche lavori sulla misurazione e sulla composizione del tufo»

Facciamo un paragone tra ieri ed oggi, analizzando le modifiche che la sua giunta ha fatto al Regolamento e quelle che vorrebbe fare il De Mossi…

«In consiglio comunale ho suggerito di dare una procedura corretta al Palio straordinario con tempi, chi devono essere i soggetti preposti a fare la richiesta, non tutti posso chiedere secondo me, ed infine dare risposte certe in un periodo certo perché oggi il Regolamento lascia molti punti aperti. Noi abbiamo avuto un periodo, dove gli straordinari si sprecavano e ne abbiamo fatti in continuazione e quindi il Regolamento non è stato mai affrontato, poi, dopo il 1986, fu organizzato solamente il mio Straordinario. Oggi c’è un rischio di ripetizione perché credo che il clima sia cambiato nei confronti del Palio, credo che stia diventando una corsa con meno ritualità ed allora questa deve essere reintrodotta attraverso la norma. Se non ci sono i processi rituali questa diventa una sagra».

Che cosa ricorda di quel 9 settembre del 2000, il suo ultimo Palio da sindaco?

«Posso dire che provai tanta tristezza. Si può dire quello che si vuole ma insomma sono momenti emozionanti. Non voglio fare retorica però avendo gestito 21 palii, alcuni anche drammatici, quando te ne vai c’è soddisfazione per il lavoro svolto però senti il vuoto. Nel mio simbolo da sindaco ci sono due cose: l’ aquila e il serpente. La prima simboleggia lo spirito e il secondo il terreno, la materia. Nel Palio questi si incontrano in un momento, che si dilata facendo vivere attimi unici ed eterni. Quando ciò viene meno senti il vuoto. Questo mi successe perché per me era l’ultimo…».

Chi fece e quali furono le peculiarità del drappellone?

«Il drappellone fu fatto da Loris Cecchini e lì fu un tentativo importante perché, praticamente, era una fotografia. Volevamo introdurre il problema della riproducibilità dell’opera d’arte. Noi facemmo delle fotografie che erano identiche al Palio, ma non identiche perché erano state fotografate perché proprio era il Palio, e quindi abbiamo tolto quella famosa aurea che circonda tutte le opere. Quel Drappellone era una foto riportata su tela e appunto qui si apre il problema sulla riproducibilità dell’opera d’arte. Volevamo togliere l’aurea intorno al Palio per farla diventare effettivamente popolare superando quel distacco tra artista e popolo, fra committenza e popolo».

Marco Crimi da SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Una Piazza del Campo stracolma di gente per la terza prova

Messaggio  jabru Ieri alle 11:49 am

Nonostante l’orario una piazza piena e ricca di passione ed entusiasmo, ad aiutare il bel tempo
Colpo d’occhio speciale in piazza del Campo oggi pomeriggio per la terza prova del Palio straordinario, vinta dalla Lupa.

Nonostante l’orario anticipato rispetto a luglio e agosto che non permetteva a molti per questioni lavorative di partecipare, la piazza è risultata strapiena e ricca di atmosfera ed entusiasmo.

A favorire il tutto il buonissimo clima e meteo di stamani.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

l’omaggio di Mps alla città nella giornata della Carriera

Messaggio  jabru Ieri alle 8:11 pm

Banca Monte dei Paschi di Siena rende omaggio alla città in occasione del Palio straordinario del 20 ottobre e torna ad aprire al pubblico il museo e l’archivio storico di Rocca Salimbeni. Un’opportunità rara ma sempre attesa da senesi, turisti e appassionati d’arte che posso visitare così, gratuitamente, il palazzo accompagnati da guide messe a disposizione dalla Banca. La sede storica e la collezione d’arte saranno aperte dalle ore 8.30 alle ore 11 di sabato prossimo con ingresso da Piazza Salimbeni.

I locali visitabili saranno quelli che solitamente costituiscono il percorso “classico” per offrire al pubblico la possibilità di ammirare le emergenze architettoniche e artistiche che connotano i palazzi senesi di Banca Mps. Il percorso espositivo del museo si snoda, infatti, attraverso i diversi corpi di fabbrica che componevano l’antico castellare Salimbeni: il fondaco, luogo di compravendita delle merci, l’ampio cortile della Dogana, fulcro del palazzo, la famosa scala progettata dall’architetto fiorentino Pierluigi Spadolini, la sala di studio e consultazione e infine la pinacoteca, annessa al Museo San Donato, riallestita in anni recenti seguendo i più moderni standard museali, così da garantire una maggiore sicurezza e conservazione del patrimonio. Qui i visitatori potranno ammirare la collezione che Banca Mps ha acquisito nel corso dei secoli: opere di pittura, scultura, grafica ed arte decorativa, rigorosamente realizzate da artisti senesi o legati alla città, quali Pietro Lorenzetti, Stefano di Giovanni detto il Sassetta, Sano di Pietro, Rutilio Manetti o Bernardino Mei, spesso commissionate dalla Banca stessa, che con il loro splendore restituiscono un significativo spaccato della storia e della cultura di Siena.

Oltre ai preziosi capolavori artistici, sarà possibile visitare anche l’archivio storico, dove sono custoditi numerosi documenti antichi e libri mastri e contabili risalenti ai primi anni di attività della Banca.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Presidente onorario dei siti italiani Unesco: “Palio sia dichiarato patrimonio mondiale”

Messaggio  jabru Ieri alle 8:24 pm

Lo chiede Claudio Ricci
Il Palio deve essere dichiarato patrimonio mondiale Unesco. Lo chiede Claudio Ricci, presidente onorario dei siti italiani Unesco: “Palio di Siena Straordinario per i 100 Anni dalla Fine della Grande Guerra. Un Magnifico Dono ai Valori e allo Spirito di Sacrificio Italiano. Claudio Ricci: il Palio sia Dichiarato Patrimonio Mondiale UNESCO. È un Rito Fabbrica della Nobiltà d’Animo”
“Domani a Siena il Palio, straordinario, per i cento anni dalla fine della Grande Guerra. Una decisione nobile, che eleva il già magnifico spirito senese, nel ricordo del senso di sacrificio dell’Italia tutta.
Credo che sia l’occasione per rilanciare, in modo pubblico (affidando tale proposizione al Ministero per i Beni Culturali e alla Commissione Nazionale Italiana UNESCO), la candidatura del Palio di Siena a “Patrimonio Mondiale” (lista dei beni immateriali). La proposta, di qualche anno fa, fu allora “diluita” per una “sterile polemica” sulla tutela dei Cavalli che, invece, a Siena sono (malgrado una corsa al limite del possibile) “curati, custoditi e benedetti al pari dei loro fantini”.
“L’antropologico legame fra Siena e il Palio, la sacralità dei gesti e dei segni, la socialità diffusa di un rito, identità per il luogo, il cui senso di appartenenza alla terra senese viene sigillato, sin dal battesimo dei bambini, nelle Contrade. La fonte di vita che si armonizza con i profumi e colori del Palio. Valori pienamente affini a quanto chiede l’UNESCO per la dichiarazione a Patrimonio dell’Umanità”
“Le immagini dell’Italia sono spesso rappresentare da quelle del Palio attraverso la grandiosità del corteo, custodia del Carroccio e del Cencio (opera d’arte che incorona la vittoria), quel silenzio cosmico, durante la chiamata ai canapi per la partenza, che “esplode” nella corsa e, dopo, si conclude con le lacrime di gioia, oltre lo spazio e il tempo, per una festa che fabbrica per noi un ricordo indelebile. Il tempo tra due Pali non esiste. Esiste, anche nelle sconfitte, solo e soltanto la speranza non per la gloria fisica ma per l’onore di essere un unico “cuore senese” e italiano.
Non sono nato e non vivo a Siena ma è una di quelle poche città, del mondo, ove “si arriva sempre per la prima volta e da cui non si parte mai” anche quando il viaggio di ritorno comincia. Dopo le immagini del Palio rimane in noi il senso di aver “ricolmato di vita la vita. Onore a Siena, Onore al Palio, Onore ai Santi Patroni d’Italia: Santa Caterina da Siena e San Francesco d’Assisi”.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Assessore e dipendenti Comune regalano due posti in palco a piccolo paziente Scotte

Messaggio  jabru Oggi alle 12:21 pm

Altruismo di tre dipendenti comunali e dell’assessore Appolloni
Palio straordinario: grande sensibilità di alcuni dipendenti del Comune di Siena. Grazie all’assessorato alla Salute devoluti due posti in palco ad un bambino in cura all’ospedale.

Grande sensibilità e altruismo di alcuni dipendenti del Comune di Siena che hanno messo a disposizione dell’assessorato alla Salute i loro posti in palco per il Palio straordinario, per devolverli ad un bambino con problematiche di salute importanti, curato al policlinico Santa Maria alle Scotte. I dipendenti comunali Andrea Gesuele, Gabriele Zazzeroni e Francesco Russo, grazie alla collaborazione dell’assessore alla salute Francesca Appolloni e insieme a Katia Landi, presidente dell’ATL, Associazione Toscana contro le Leucemie e i Tumori del Bambino, hanno incontrato il direttore generale dell’Aou Senese, Valtere Giovannini, insieme alla mamma e al bambino per la consegna dei biglietti.

«Un sincero ringraziamento per un grande gesto di amore verso il nostro ospedale e di attenzione verso i piccoli pazienti – ha detto Valtere Giovannini, direttore generale Aou Senese -. Ringrazio anche l’assessore Francesca Appolloni, che è stata un punto di riferimento importante per la lodevole iniziativa insieme a Katia Landi dell’ATL, e abbraccio il nostro “ospite speciale” per il Palio straordinario».
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8174
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Da Piazza del Campo

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum