Palio 2 luglio 2018

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Andare in basso

TRIONFA IL DRAGO

Messaggio  jabru il Mar Lug 03, 2018 6:48 pm

La Contrada del Drago ha vinto il Palio di Siena del 2 luglio 2018 corso in onore della Madonna di Provenzano andando così a conquistare il Drappellone realizzato dall'artista senese Emilio Giannelli.

La corsa è stata preceduta dalla tradizionale carica del drappello dei Carabinieri a cavallo (nel corso della quale è caduto uno dei Carabinieri nelle formazione che ha riportato la frattura di una scapola) e dal Corteo storico.

La cronaca

Con il seguente ordine di chiamata tra i canapi: Oca, Tartuca, Lupa, Nicchio, Istrice, Giraffa, Leocorno, Drago, Valdimontone e Chiocciola di rincorsa; il mossiere Fabio Magni fa uscire per una volta i cavalli dai canapi per tranquillizzarli dando così anche il tempo ai fantini di parlare con la rincorsa e fare accordi tra loro (i cosiddetti partiti). Si prospetta un Palio complicato con tre coppie di rivali in Piazza: Chiocciola-Tartuca, Istrice-Lupa e Nicchio-Valdimontone.

Al secondo allineamento, con la Tartuca che, invece di stare al secondo posto, si mette immobile sulla parte alta non dando la possibilità di entrare alla rivale di rincorsa ricevendo due richiami ufficiali da parte del mossiere (e qualche scaramuccia tra Nicchio e Montone mentre solo "scambi di opinione" tra Lupa e Istrice), e con un allineamento tra i canapi tutt'altro che preciso, dopo una decina di minuti Magni fa uscire nuovamente i cavalli dai canapi.

Terzo allineamento, sempre con la Tartuca con Nappa II su Rombo De Sedini che blocca l'ingresso nonostante i continui richiami (tre diventano quelli ufficiali) del mossiere ed il Valdimontone che sta sulla parte alta dell'allineamento.

Alle 20 di nuovo tutti fuori con il mossiere che chiama i Barbareschi, allo scopo di verificare le condizioni dei cavalli, sopratutto per effettuare l'asciugatura in modo di asportare il sudore dopo che è passata ormai una mezzora dall'uscita delle Contrade dall'entrone.

Alle 20.05 siamo al quarto allineamento, questa volta la Tartuca non blocca inizialmente l'entrata della Chiocciola, ma complice la confusione tra i canapi, con il Montone va un po' da tutte le parti, Nappa II ritorna in alto beccandosi un altro richiamo, Finalmente alle 20.15 entra la Chiocciola ma la mossa non è valida forse per una piccola forzatura ai canapi, forse perchè il Montone era rigirato, o per la troppa confusione. Probabilmente per tutto questo messo insieme.

I cavalli fanno un giro della Piazza e si allineano così per la quinta volta. Dopo aver ancora bloccato l'ingresso tra i canapi, la Tartuca esce addirittura e avvicina la Chiocciola. Poi rientra e dopo i soliti problemi di allineamento di Valdimontone e Tartuca, Fabio Magni fa uscire nuovamente i cavalli dai canapi.

Ormai siamo alle 20.33 e si procede al sesto allineamento. Questa volta entra subito la Chiocciola, ma il mossiere annulla nuovamente, prendendosi qualche complimento non troppo benevolo, probabilmente per qualche forzature ai canapi.

Settimo allineamento, sono le 20.37, entra la Chiocciola, stavolta mossa valida con ottimo spunto al via di Drago, Giraffa, Leocorno e Oca. Primo a San Martino sempre il Drago mentre cadono Chiocciola, Montone e Nicchio. Al primo bandierino davanti il Drago, seguito da Giraffa, Oca e Leocono. Con una grande corsa è sempre il Drago con Brio che continua in testa davanti alla Giraffa e all'Oca al secondo San Martino. Poi l'Oca passa seconda al Casato con Tittia che tenta di raggiungere Brio. Ma è il Drago che va a vincere il palio con Andrea Mari detto Brio su Rocco Nice.


L'ordine di ingresso tra i canapi
del PALIO DI SIENA DEL 2 LUGLIO 2018
(contrada, nome cavallo, manto, sesso, età, proprietario;
nome fantino, soprannome)

Oca OCA - PORTO ALABE - sauro C 10 - Fabrizio Brogi
Giovanni Atzeni detto Tittia
Tartuca TARTUCA - ROMBO DE SEDINI - sauro C 8 - Augusto Posta
Andrea Chessa detto Nappa II
Lupa LUPA - SORIGHITTU - baio C 7 - Simone Pistolesi
Giosuè Carboni detto Carburo
Nicchio NICCHIO - TABACCO - sauro C 6 - Antonio Siri
Luigi Bruschelli detto Trecciolino
Istrice ISTRICE - TRATTU DE ZAMAGLIA - sauro C 6 - Fabio Romanelli
Alberto Ricceri detto Salasso
Giraffa GIRAFFA - SOLO TUE DUE - sauro C 7 - Chiara Falciani
Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
Leocorno LEOCORNO - ROCCO RO - baio C 8 - Mario Vannini
Carlo Sanna detto Brigante
Drago DRAGO - ROCCO NICE - baio C 8 - Ilaria Vallone
Andrea Mari detto Brio
Valdimontone VALDIMONTONE - REMISTIRIO - sauro C 8 - Elias Mannucci
Giuseppe Zedde detto Gingillo
RINCORSA Chiocciola CHIOCCIOLA - RENALZOS - baio C 8 - Marcello Roti
Elias Mannucci detto Turbine
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

i voti ai fantini

Messaggio  jabru il Mar Lug 03, 2018 6:58 pm

Si è corso ieri sera il Palio di Siena del 2 luglio 2018 in onore della Madonna di Provenzano che ha visto il trionfo della Contrada del Drago con Andrea Mari detto Brio su Rocco Nice.

Questi i nostri voti ai dieci fantini che hanno corso il palio di ieri sera:

DRAGO ANDREA MARI DETTO BRIO: 10 e LODE
Un palio d'attacco alla Mari. Nelle prove è rimasto volutamente coperto perchè conosceva benissimo la forza ed il motore di Rocco Nice, cavallo esordiente ma molto desiderato. Alla mossa è stato bravissimo e lucido nel leggere la situazione, con la Tartuca che aspettava la Chiocciola di rincorsa. Ha chiamato una volta la mossa, come il Bruschelli dei bei tempi, ma il mossiere ha invalidato. Quando invece la partenza è maturata, aiutato dalle grandi qualità del cavallo, ha coperto tutti dall'esterno girando primo a San Martino. E li è finito il palio, giostrato alla perfezione una volta in testa.
PERFETTO


OCA GIOVANNI ATZENI DETTO TITTIA: 8
Un ottimo palio quello del Tittia. La prima posizione gli permette di uscire tra i primi dai canapi. Entra quarto a San Martino e supera subito dall'interno il Leocorno. Davanti c'è la Giraffa, ma quando Scompiglio sbaglia, al secondo Casato, sfrutta l'errrore per portarsi in seconda posizione. Il Drago è lontano, ma ci prova lo stesso fino alla fine, non riuscendo nell'impresa della rimonta.
LEONE


GIRAFFA JONATAN BARTOLETTI DETTO SCOMPIGLIO: 7,5
Quando c'è da partire si fa trovare sempre pronto. Scappa davanti nelle mosse false, ma quando il mossiere la dà buona la mossa non riesce ad arginare il grandissimo spunto del Drago. Si mette dietro al Mari cercando di fare il massimo, ma sbaglia il secondo Casato, facendosi sopravanzare dall'Oca. Solu Tue Due, proprio come lo scorso anno, cala al terzo giro non lasciando scampo al Bartoletti, che chiude al quarto posto dietro allo scosso del Montone.
PARTENTE


VALDIMONTENE GIUSEPPE ZEDDE DETTO GINGILLO: 7
Il palio del Montone si mette subito male dopo la busta, con il Nicchio molto basso e la contrada dei Servi al nono posto. Per lui inizia una carriera sulla difensiva che lo vede per molti fasi della mossa andare ad insidiare da vicino la rivale. Remistirio sembra fare qualche bizza, ma la sua marcatura stretta al Bruschelli dura quasi un'ora. Parte in seconda ruota, ma lo spunto dalla mossa a San Martino, in una traiettoria molto bassa, è di tutto rispetto. Trova la Chiocciola in traiettoria e batte leggermente il ginocchio sul colonnino, riuscendo però ad appoggiarsi sul Nicchio facendolo cadere.
STOPPER


CHIOCCIOLA ELIAS MANNUCCI DETTO TURBINE: 6,5
Marcato stretto dal Chessa durante le prove, non si fa intimidire mantenendo la calma. La sorte lo relega di rincorsa, con la rivale che inizia il proprio ruolo di guastafeste. Rimane paziente senza perdersi d'animo ed entra quando la Tartuca è messa male. Riesce così a far partire davanti le contrade favorite ed a smarcarsi dalla pressione di Nappa. A San Martino cade dopo un contatto involontario con il Montone, ma non poteva fare obiettivamente di più.
LUCIDO


LEOCORNO CARLO SANNA DETTO BRIGANTE: 6
Esce molto bene dai canapi, mettendosi dietro al Drago, ma non riuscendo a coprire dall'esterno la Giraffa. Entra largo a San Martino e l'Oca lo infila dall'interno. Da quel momento in poi il suo palio è piuttosto regolare, senza infamia e senza lode, con Rocco Ro che non perde e non guadagna posizioni, chiudendo piuttosto attardato nelle retrovie.
SUFFICIENTE


NICCHIO LUIGI BRUSCHELLI DETTO TRECCIOLINO: 5,5
La posizione bassa al canape potrebbe favorirlo, ma Tabacco non sembra avere un grande spunto, anche nelle mosse false. Subisce la pressione del Montone e non sembra prendere benissimo la mossa, che lo vede partire al quinto posto nonostante la posizione favorevole. Entra quinto a San Martino, ma viene “bocciato” da Gingillo. Nello scontro con il Montone cade davanti alla Cappella, con il palio del Nicchio che finisce li.
LUCI E OMBRE


LUPA ISTRICE GIOSUE' CARBONI DETTO CARBURO – ALBERTO RICCERI DETTO SALASSO: 5 ad entrambi
Sapevamo che Lupa e Istrice avrebbero puntato ad un calcistico 0-0, non avendo a disposizione cavalli competitivi per la vittoria. Alla mossa si trovano accanto, complice il cambio di posto della Tartuca. La mossa vede la Lupa e l'Istrice subito defilate che cercano di ostacolarsi fino a San Martino. Il resto della corsa è solo un'anonima lotta nelle retrovie, senza possibilità di figurare nelle foto.
AZZERATI


TARTUCA ANDREA CHESSA DETTO NAPPA II: 4
Tanto fumo e poco arrosto per il rientrante Chessa. La forte pressione nei confronti della rivale messa in atto nelle prove e nelle prime fasi di mossa non trova però un seguito quando si inizia a fare sul serio. Turbine rimane lucido ed entra nel momento in cui Nappa si trova basso, sorprendendolo nettamente. Probabilmente, anche se la Chiocciola avesse girato, non avrebbe vinto il palio, ma certamente non per merito suo.
APPANNATO
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Il bilancio dell’impegno delle Forze dell’Ordine

Messaggio  jabru il Mar Lug 03, 2018 7:00 pm

Sette giornate d’impegno per le Forze dell’Ordine, locali e nazionali, per garantire la sicurezza in occasione delle prove e del Palio di Provenzano.
E’ il momento di tracciare un bilancio, delle attività svolte dalla Polizia di Stato a partire dai servizi predisposti nelle notti del 27 e 28, per le prove, fino alla notte appena trascorsa.

La macchina della sicurezza è risultata particolarmente efficace sul piano della prevenzione e del controllo del territorio, ma anche l’azione di contrasto al crimine ha avuto ottimi risultati.
PUBBLICITÀ


Sono state 966 le persone identificate, da tutti gli equipaggi della polizia, compresi quelli dei Reparti Prevenzione Crimine Toscana e Umbria coordinati da Dirigente e Vice dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, insieme alle Volanti e alle pattuglie appiedate.

polizia-palio-torredelmangia-elicotteroDi questi 105 sono di nazionalità straniera, extracomunitari. 44 i posti di blocco e controllo effettuati, per 2103 i veicoli controllati 1327 dei quali con il Sistema di rilevamento automatico Mercurio, e conseguentemente sono stati elevati 103 verbali per contravvenzioni al codice della strada.

L’azione di contrasto ha portato ad un arresto e 9 denunce in stato di libertà, per reati inerenti gli stupefacenti, reati contro il patrimonio e guida in stato di ebbrezza.

Ieri, è stato arrestato, in esecuzione di un ordine di carcerazione per l’espiazione della pena di due anni e nove mesi di reclusione, un italiano di origine siciliana di 48 anni, ricercato per truffa ed appropriazione indebita.
Sempre grazie al sistema Alert attivato presso la Sala Operativa della Questura è arrivata la segnalazione che si trovava in vacanza per alcuni giorni, nella nostra provincia.
I poliziotti del Commissariato di pubblica Sicurezza di Chiusi Chianciano Terme, non appena hanno ricevuto la segnalazione dai colleghi di Siena, si sono attivati e hanno rintracciato l’uomo che dopo l’arresto è stato condotto al carcere di Orvieto per l’espiazione della pena.

polizia-martellettoSempre ieri, un ventenne italiano, pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, è stato individuato in un parcheggio del centro, nei pressi di via Nazario Sauro, con un atteggiamento sospetto. Dal controllo effettuato da una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine Toscana, è stato trovato in possesso di un martelletto frangi vetro delle Ferrovie, col quale si stava preparando, verosimilmente, a compiere atti predatori nei confronti delle auto in parcheggio. Sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di circa 6 grammi di hashish, suddivisi in dosi, e di altri 7 grammi di marijuana.

I poliziotti, a quel punto, hanno effettuato una perquisizione domiciliare, presso la sua abitazione di Castelnuovo Berardenga, dove hanno trovato una pianta di canapa dalla quale il giovane aveva ricavato le infiorescenze di marijuana.
Il giovane è stato denunciato per ricettazione e per spaccio di stupefacenti.

polizia-palio-controlliNei giorni scorsi un italiano di sessant’anni senza fissa dimora è stato rintracciato, tramite il sistema informatico di trasmissione dei dati degli alloggiati Alert, collegato alla Sala Operativa, presso una struttura ricettiva del centro storico di Siena. A suo carico, poiché si era reso irreperibile, pendeva un rintraccio per essere sottoposto alla misura alternativa alla detenzione della libertà controllata, a seguito di una condanna del Tribunale di Siena. Rintracciato dai poliziotti delle Volanti, è stato, quindi, sottoposto ai relativi obblighi, tra i quali quello di firmare ogni giorno presso la Questura di Siena.

Un altro italiano di 44anni pregiudicato, controllato da un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine alla guida di un’autovettura in strada Massetana, in compagnia di altri soggetti con precedenti di polizia, ha manifestato una certa insofferenza nei confronti degli operatori, che hanno quindi deciso di sottoporlo ad una perquisizione.
Dal controllo è emerso che si trovava alla guida della propria auto con patente sospesa.
E’ stato quindi contravvenzionato e l’auto sequestrata.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Il borsino delle accoppiate

Messaggio  jabru il Mar Lug 03, 2018 7:03 pm

Se c'è un evento difficile da interpretare questo è il Palio. Diventa problematico fare pronostici e stilare finanche un borsino delle probabilità quando sul Campo si presentano tre coppie di acerrime rivali e ci sono poi diverse Contrade – vedi per esempio Nicchio e Chiocciola a digiuno da 20 anni – e quindi smaniose di uscire a riveder le stelle.
Io ci provo comunque dando la palma del pronostico all'Oca che ha il cavallo più esperto e reduce dal successo dello scorso agosto e un grande fantino, Giovanni Atzeni detto Tittia, che proprio nell'Oca ha colto tre delle cinque perle che nobilitano il suo blasone. Bello stabile per la Contrada di Fontebranda, almeno fino a stasera.
In grande spolvero anche la Giraffa. Scompiglio è determinato come sempre e nella cavallina, già seconda proprio dietro il Porto Alabe dell'Oca, lui ci crede. Nessuno esce dai canapi come il Bartoletti e nessun cavallo è pronto al cader dei canapi come il barbero che è andato a montare.
Sole sulla Contrada di Via delle Vergini.
Sugli scudi anche la Chiocciola. Renalzos è un barbero potente e di gran fondo. Può interpretare la carriera in diverse maniere. Elias Mannucci detto Turbine dovrà guardarsi però dal Chessa e da Rombo de Sedini che nella Tartuca sono impegnati in un Palio di “rottura”. Comunque le quotazioni di San Marco sono su di un livello stabilizzato in alto.
In rialzo anche le quotazioni del Leocorno. Rocco Ro ha tutto per emergere sul Campo e il fantino fresco vincitore nell'Onda ad agosto 2017 ha i numeri per diventare un asso.
La Borsa sospende il titolo del Drago. Su Rocco Nice sono pronti a giurare tutti gli espertoni del Palio, ma in tutte le prove svolte in Piazza nessuno è riuscito a cogliere un Rocco Nice impegnato anche al minimo del motore dal Mari. O Brio sa tutto del barbero e allora aspetta solo di vincere o si troverà dinanzi a qualche possibile sorpresa. Ecco il perchè della quotazione al palo.
Trecciolino su Tabacco si è impegnato con tutto se stesso. E il cavallo è chiaramente progredito.
Non so se al punto di cogliere il bersaglio grosso, ma il Nicchio c'è!
E c'è però anche il Valdimontone – a proposito signor Magni quando lo chiama fra i canapi dica Valdimontone, perchè “Montone” è una storpiatura del nome della Contrada dei Servi - che ha un Remistirio in palla e un Gingillo adeguatamente motivato. Possibili scintille nello scontro fra le due avversarie.
Restano per me un attimo più basse le quotazioni della coppia Istrice Lupa. Trattu non mi pare un fulmine di guerra, anche se da Salasso c'è da aspettarsi qualsiasi sorpresa, mentre il Sorighittu della Lupa ha ancora qualche problemino da sciogliere fra i canapi. Ma dal duello rusticano fra queste storiche avversarie possono nascere sviluppi in positivo e/o negativo per tutte le pretendenti al cencio di Giannelli.
La Tartuca sembra avere un solo obbiettivo: far “saltare” la rivale Chiocciola. Fra qualche ora sapremo se il proposito si avvererà.
Questo il quadro del Palio dedicato alla Madonna di Provenzano. Complesso, intrigante e problematico. Io mi fermo qui...al Campo l'ardua sentenza.

Roberto Morrocchi da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Vince il Drago

Messaggio  jabru il Mar Lug 03, 2018 7:07 pm

La contrada del Drago con il cavallo Rocco Nice montato da Andrea Mari detto Brio si è aggiudicata il Palio di Provenzano corso in piazza del Campo a Siena. Il cencio, dipinto da Emilio Giannelli va così alla contrada del vignettista senese che è proprio del Drago. Brio, partito in testa con il cavallo Rocco Nice, non ha avuto grandi avversari, nonostante la corsa del cavallo dell'Oca Porto Alabe, montato da Giovanni Atzeni, detto Tittia che ha provato fino alla fine a rimontare. Mentre dietro, fin dalla prima curva di San Martino, dove cadono i cavalli di Nicchio, Chiocciola e Valdimontone, il Drago corre verso la vittoria sancita dallo scoppio dei tre mortaretti. Una mossa durata oltre un'ora, con numerosi richiami da parte del mossiere ai fantini della Tartuca e del Valdimontone, e due false partenze. Mari così raggiunge quota sei vittorie, l'ultima risaliva a luglio 2015, mentre il Drago va così a 38 vittorie, l'ultima era stata nell'agosto 2014.
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

È DRAGO: BRIO VINCE LA CARRIERA DI PROVENZANO

Messaggio  jabru il Mar Lug 03, 2018 7:09 pm

Il Palio di luglio va nel Drago, con Andrea Mari che conquista il sesto successo in Piazza; vittoria all'esordio per Rocco Nice



Un Palio da Signori, un Palio come Andrea Mari non aveva (quasi) mai vinto, uscendo primo dai canapi e rimanendo in testa per tutti i tre giri. Oca, Tartuca, Lupa, Nicchio, Istrice, Giraffa, Leocorno, Drago, Valdimontone e Chiocciola di rincorsa; questo l’ordine tra i canapi per una mossa che si protrae per circa un’ora, con tantissimo movimento tra i canapi e un allineamento difficile da trovare. Il mossiere fa uscire tre volte i cavalli, invalida due mosse e richiama a gran voce le contrade alla ricerca dell’allineamento giusto.

Dopo oltre un'ora dall'uscita dei cavalli dall'entrone, appena la Tartuca si abbassa e lascia spazio alla Chiocciola, Turbine entra di rincorsa, con Andrea Mari perfetto a prendere il tempo della mossa e da ottavo al canape si ritrova subito davanti a tutti. Spinge Brio, fino a girare primo a San Martino, davanti a Giraffa e Oca che supera il Leocorno in uscita dalla curva. Dietro contatto tra Valdimontone e Nicchio, con i due fantini (così come quello della Chiocciola subito dietro) che vanno a terra. Il Palio è praticamente definito, nonostante manchi ancora tanto alla fine dei tre giri. Brio spinge Rocco Nice, dietro la Giraffa con Scompiglio su Solo Tue Due resta attaccata così come l’Oca seguite dal Leocorno e dallo scosso del Valdimontone. Il secondo giro scorre così, Brio gira bene a San Martino e si arriva al secondo Casato. Ancora Drago primo, dietro la Giraffa lascia spazio all’Oca che guadagna la seconda posizione. Tittia nerba forte Porto Alabe, provando una gran rimonta nei confronti del Drago. Drago che però non si scompone, con Brio che controlla, gestisce il vantaggio, fa galoppare forte Rocco Nice e arriva primo al bandierino.

Fa festa il Drago, che torna a vincere a distanza di 4 anni. Fa festa Andrea Mari, di nuovo vittorioso a 3 anni dall’ultimo successo e che porta a casa il sesto Palio in carriera, superando Tittia e Scompiglio fermi a quota 5. Fa festa Capitan Miraldi e tutto il popolo di Camporegio.
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ROCCO VERY NICE, VITTORIA SENZA DISCUSSIONI PER IL DRAGO

Messaggio  jabru il Mar Lug 03, 2018 7:12 pm

Emilio Giannelli ha riportato in Camporegio il suo “cencio”.



In Piazza del Campo è esplosa la gioia del popolo della Contrada del Drago alla sua 38esima vittoria. Una moltitudine di bandiere sventolanti e urla di gioia hanno riempito di colori e suoni questa caldo pomeriggio di estate senese. Ancora una pagina di storia del Palio che ha visto imprimere sul tufo i nomi del fantino Andrea Mari, detto Brio, che ha conquistato il suo sesto Palio, e del cavallo Rocco Nice, esordiente, protagonisti assoluti della corsa.

Il Palio sempre uguale a se stesso nel saper magistralmente mantenere immutati i rituali e l’essenza della tradizione, riesce, ogni volta, a raccogliere i cambiamenti necessari per riproporre quella marca connotativa che lo contraddistingue da ogni altra festa di popolo.

E così è stato ancora una volta, con l’incedere solenne dei figuranti del corteo storico e l’ingresso, sulla terra gialla della pista, del Carroccio con il Drappellone, la tela di seta dipinta, per questo 2 luglio, dal famoso vignettista Emilio Giannelli che, da contradaiolo, è riuscito a traslare sulla stoffa le emozioni che i senesi vivono durante quella manciata di secondi che vede 10 cavalli lanciati al galoppo per conquistare un sogno. Una gioia senza limiti per Giannelli che, da dragaiolo, ha visto portare la sua opera proprio nel rione natio: Camporegio.

Le Contrade si sono sfidate fin dall’ingresso fra i canapi. Oca, Tartuca, Lupa, Nicchio, Istrice, Giraffa, Leocorno, Drago, Valdimontone, e Chiocciola di ricorsa. Questo l’allineamento tra i canapi per la partenza. Fremiti di battaglia. Come da memoria. Senza esclusione di colpi. Come in amore. Una lunga ora di attesa prima di vederle partire.

A scattare in testa il Drago, inseguito dalla Giraffa e Leocorno. Alla prima curva del Casato l’Oca si posiziona al terzo posto. Una sequenza che si manterrà inalterata fino al secondo giro al Casato che, subito dopo la curva, vede la contrada di Fontebranda posizionarsi al secondo posto. Inutili tutti gli sforzi del fantino e del cavallo.

A tagliare il bandierino sarà il Drago dopo tre giri condotti in testa.

Lo scoppio del mortaretto ha sancito la vittoria del popolo di Camporegio che ha invaso, colorando di rosa antico, verde e giallo la Chiesa della Madonna di Provenzano, per ringraziare la Vergine alla quale la corsa di luglio è dedicata.

E mentre la notte cala sulla città, solo una bandiera sventola alla trifora di Palazzo Pubblico, è quella del Drago che per tutta la notte, e per molti giorni ancora, festeggerà la vittoria di ciò che rende Siena unica al mondo: il Palio.
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La altre mosse

Messaggio  jabru il Mar Lug 03, 2018 7:21 pm

Di seguito le altre due mosse per il Palio corso ieri, 2 luglio.

Nella seconda busta questo l’allineamento tra i canapi: Lupa, Oca, Giraffa, Leocorno, Drago, Istrice, Nicchio, Chiocciola, Valdimontone e Tartuca di rincorsa.

La terza possibilità prevedeva: Drago, Oca, Giraffa, Tartuca, Valdimontone, Istrice, Lupa, Leocorno, Chiocciola e Nicchio di rincorsa.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Carabiniere caduto da cavallo: il referto

Messaggio  jabru il Mar Lug 03, 2018 7:26 pm

L’Appuntato Scelto dei Carabinieri Romolo Massimo, caduto da cavallo ieri nel corso della carica del drappello dell’Arma, ha riportato la frattura scomposta del corpo della scapola destra, fratture bifocali sull’arco anteriore e sulla linea ascellare media della terza, quarta, quinta, sesta costa.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

il sesto Palio di Brio

Messaggio  jabru il Mar Lug 03, 2018 7:31 pm

Andrea Mari detto Brio, 41 anni da compiere a ottobre, festeggia il suo sesto Palio. E per lui, nato a Sovicille, è una gioia particolare.

L'ultima volta aveva vinto il Palio di Provenzano nel 2015 con Morosita Prima, per la Torre. Quasi una doppietta visto che era reduce dalla vittoria nel Palio dell'Assunta del 2014 con Occolè per la Civetta. In precedenza aveva conquistato altre due volte il Palio dell'Assunta, nel 2011 per la Giraffa e nel 2009 per la Civetta. La sua prima vittoria al Palio risale invece alla Carriera di Provenzano del 2006, ricordato come un Palio bellissimo per la sua incertezza. Quello di quest'anno è stato il suo 28° Palio.
LaNazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Mannucci ha riportato due fratture al volto e due alle costole

Messaggio  jabru il Mer Lug 04, 2018 7:55 pm

Dopo lo spavento iniziale si sono stabilizzate le condizioni di Elias Mannucci detto Turbine che è caduto nel corso del Palio del 2 luglio scorso, rimanendo privo di sensi sul tufo e che si è ripreso solo nel corso della notte tra il 2 e il 3 luglio in ospedale. Il fantino della Chiocciola ha riportato due fratture al viso, una allo zigomo e una alla mandibola, e due fratture alle costole. Non è stata resa nota la data delle dimissioni.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Andrea Chessa: “Ho fatto il mio interesse, nessuno è rimasto danneggiato”

Messaggio  jabru il Mer Lug 04, 2018 7:59 pm

Dalla sera del Palio è nell’occhio del ciclone per quanto avvenuto alla mossa. Il fantino della Tartuca, Andrea Chessa, racconta ad Antenna Radio Esse di aver deciso in piena autonomia la strategia per fermare la rivale: “Nessuno è rimasto danneggiato, io ero dentro i canapi e la rivale di rincorsa. E’ normale che dovessi cercare di non farla partire bene. Spesso sono andato alto, verso il verrocchino, in altri momenti ero al canape. Infatti nelle due mosse false mi trovavo allineato. Non so cosa succederà, intanto sono rientrato nel Palio e quando c’è l’avversaria presente metti in preventivo anche di essere sanzionato”.
antennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Domani sarà operato Mannucci: sabato le dimissioni

Messaggio  jabru il Gio Lug 05, 2018 4:38 pm

Turbine ha subito una brutta caduta durante la Carriera del 2 luglio, riportando la frattura di mandibola e costole
Arrivano notizie confortanti circa le condizioni di salute di Elias Mannucci detto Turbine. Il fantino 27enne della Chiocciola, protagonista di una brutta caduta al primo San Martino durante la carriera del 2 luglio che gli ha procurato la frattura della mandibola e di due costole, dovrebbe essere operato domani e dimesso dall’ospedale sabato, pronto a tornare, appena in condizione, a cavallo.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Caduta de lcarabiniere a cavallo

Messaggio  jabru il Gio Lug 05, 2018 4:47 pm

E' in condizioni stabili, ma non gravi, l'appuntato scelto Romolo Massimo che nel pomeriggio di lunedì è stato travolto dal cavallo che stava montando all'apertura del Palio di Siena, come da tradizione. L'ultimo referto dei medici del policlinico universitario delle Scotte dove il militare è ricoverato, fa sapere di una frattura scomposta del corpo della scapola destra, fratture bifocali sull'arco anteriore e sulla linea ascellare media della terza, quarta, quinta e sesta costa
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

modalità d’iscrizione dei cavalli alla previsita

Messaggio  jabru il Sab Lug 07, 2018 7:52 pm

Dal 23 luglio possono aderire anche quelli non iscritti nell'apposito Albo

SIENA. A partire dal prossimo 23 luglio potranno essere iscritti alla previsita tutti i cavalli, anche se non iscritti all’apposito Albo, purché rispondano ai requisiti richiesti. In particolare che siano soggetti mezzosangue di origine varia, meticci con percentuale di sangue inglese non superiore al 75% da comprovarsi con documento identificativo genealogico (cosiddetto passaporto) originale rilasciato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – Dipartimento delle Politiche Ippiche – Area Sella ex ASSI ex UNIRE o libro genealogico estero equiparato e che rispettino i seguenti parametri minimi. Da 150 a 156 cm di altezza al garrese stinco non inferiore a 19 cm, oppure non inferiore a 19,5 cm per un’altezza al garrese da cm 156,1 a 163.

Il modulo per la richiesta di iscrizione alla previsita, da compilare a cura del proprietario, dovrà essere indirizzato al Sindaco del Comune di Siena e pervenire improrogabilmente entro le ore 12 del prossimo 1° agosto all’Ufficio Palio.

Si ricorda che i cavalli dovranno essere iscritti alla previsita e alla Tratta con il nome d’origine.

Divieto, per i cavalli di età uguale o superiore ai 5 anni, ammessi alla previsita, di partecipare a corse, regolari e non, nei 15 giorni precedenti la Tratta, come previsto dall’art. 20 del Protocollo equino.

Le previsite, saranno effettuate dalla Commissione i prossimi 6 e 7 agosto, con eventuale prosecuzione, se necessario, all’8, con data e orario direttamente comunicati al proprietario. Al momento degli accertamenti sanitari i cavalli dovranno essere accompagnati dal documento identificativo genealogico (cosiddetto passaporto), essere stati sottoposti ai controlli previsti dal decreto 2 febbraio 2016 “Piano nazionale per la sorveglianza e il controllo dell’Anemia Infettiva degli Equidi”, ovvero essere stati controllati per l’Anemia Infettiva secondo la periodicità/validità indicata nel succitato Decreto, con esiti trascritti sui documenti/passaporto di accompagnamento (nella fattispecie, visto che la regione Toscana è stata classificata come regione a basso rischio per l’Anemia Infettiva, i prelievi effettuati in Regione Toscana su equidi residenti in Toscana hanno validità tre anni) ed essere in regola con le vaccinazioni.

I cavalli presentati alla previsita dovranno essere non DPA (non Destinati alla Produzione di Alimenti per consumo umano). Tale dichiarazione, per essere valida, dovrà essere registrata sul documento identificativo genealogico (cosiddetto passaporto) originale con timbro e firma del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – Dipartimento delle Politiche Ippiche – Area Sella ex ASSI ex UNIRE e controfirmata dal proprietario.

Tutti i soggetti saranno sottoposti a prelievo ematico per screening farmacologico e quelli che risulteranno non negativi verranno esclusi senza possibilità di appello.

Per quanto concerne, invece, le prove regolamentate, a totale rischio del proprietario, la mattina dell’11 agosto, dalle 6 alle 8, sarà allestita la pista, lasciando la disponibilità per il giorno 12 agosto 2018, in caso di impraticabilità o altro evento che ne impedisca le prove il giorno 11 agosto.

I cavalli, che dovranno essere senza fasce (consentiti, invece, i paracolpi) devono arrivare in Piazza del Mercato entro le ore 5,30 per poi essere condotti all’interno del Cortile del Podestà da idonei accompagnatori che dovranno avere il documento identificativo genealogico (cosiddetto passaporto) originale rilasciato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – Dipartimento delle Politiche Ippiche – Area Sella ex ASSI ex UNIRE o libro genealogico estero equiparato. In questa fase la Commissione veterinaria si riserva la possibilità di dichiarare non idonei altri cavalli, oltre quelli già esclusi durante la previsita.

I proprietari dei cavalli dovranno iscrivere il fantino che monterà per le prove regolamentate; non sarà ammesso alcun cambio di monta durante le stesse. I proprietari dei cavalli che contravvengono a questa disposizione saranno oggetto di sanzione amministrativa pari a 500 euro, come contenuto nell’apposita ordinanza.

Per la Tratta del 13 agosto si ricorda che la presentazione dei cavalli deve avvenire dalle ore 6,30 alle ore 7,30.

Come previsto dall’art. 10 comma 6 del “Protocollo per l’addestramento dei cavalli da Palio per l’anno 2018”, nel caso in cui un cavallo ammesso alla Tratta, non venga presentato alla Tratta stessa, sarà escluso dalla partecipazione alla Carriera successiva. Qualora entro i quattro Palii successivi a quello in cui lo stesso cavallo è incorso nella infrazione di cui sopra, incorra in analoga violazione, allo stesso verrà applicata la sanzione di esclusione dalla partecipazione a ogni fase delle due Carriere successive.

L’esonero del cavallo dal partecipare alla Tratta per impedimento sopravvenuto allo stesso, è disposto dall’Amministrazione comunale in seguito al giudizio del veterinario comunale, previa visita da effettuarsi in Piazza del Mercato nell’orario previsto per la presentazione dei cavalli.

Qualora il cavallo sia nell’impossibilità per ragioni sanitarie, da attestare con idonea documentazione, di raggiungere Piazza del Mercato l’Amministrazione comunale si riserva di far accertare dal veterinario comunale l’indisponibilità di trasporto dello stesso.

Come previsto dal Regolamento, l’accesso al Cortile del Podestà, oltre al proprietario, è consentito, anche, a una seconda persona.

Maggiori e più dettagliate informazioni, nonché la modulistica, sono reperibili sul sito www.comune.siena.it – La Città – Il Palio – Palio 16 agosto 2018 – Previsite e prove regolamentate.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Scompiglio: «Nella Chiocciola solo a tirare il rigore. Non per accontentare un popolo»

Messaggio  jabru il Sab Lug 07, 2018 7:59 pm

«LA DELUSIONE c’è sempre quando non arrivi a nerbo alzato. D’altronde, però, non si può pretendere di vincere sempre». Scompiglio-pensiero dopo una Carriera in cui ha provato con grinta a raggiungere quota sei successi.

Invece ce l’ha fatta Brio. Tittia dice che aveva il cavallo più forte.

«Sì, era quello più potente. L?avevamo visto un po’ tutti. E Andrea l’ha interpretato bene».

Immaginavi che potesse essere più veloce di Preziosa Penelope?

«La sensazione era che il cavallo fosse in grado di dare la zampata anche se restava l’incognita dell’esordio e di vedere come reagiva ai quattro giorni. Credo che tutti l’avremmo montato volentieri. Ha dimostrato di avere l’esperienza giusta».

La domanda che tutti nei giorni del Palio volevano fare a Scompiglio è perché ha virato dalla Chiocciola alla Giraffa.

«Non è andata come dicono. Ma proprio per niente. La situazione migliore era quella in via delle Vergini. Guarda, in San Marco ho già montato due volte e quando ci andrò la terza sarà per tirare un calcio di rigore. E non per accontentare un popolo. Non indosso un giubbetto tanto per fare».



di LAURA VALDESI da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Palio 2 luglio 2018

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum