Palio dellAssunta

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Si definiscono le monte

Messaggio  jabru il Lun Ago 13, 2018 3:48 pm


IL QUADRO DELLE MONTE È CHIUSO:

LEOCORNO - Carlo Sanna detto Brigante
PANTERA - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
CIVETTA - Giosuè Carboni detto Carburo
DRAGO - Andrea Mari detto Brio
TARTUCA - Giovanni Atzeni detto Tittia
NICCHIO -  Luigi Bruschelli detto Trecciolino
GIRAFFA - Francesco Caria detto Tremendo nella Giraffa
VALDIMONTONE - Antonio Siri detto Amsicora
LUPA - Giuseppe Zedde detto Gingillo
BRUCO - Sebastiano Murtas detto Grandine

14.56 - DEFINITA: Francesco Caria detto Tremendo nella Giraffa

14.54 - DEFINITE: Sebastiano Murtas detto Grandine nel Bruco, Carlo Sanna detto Brigante nel Leocorno, Andrea Mari detto Brio nel Drago, Giovanni Atzeni detto Tittia nella Tartuca, Luigi Bruschelli detto Trecciolino nel Nicchio, Giuseppe Zedde detto Gingillo nella Lupa
14.42 - Le monte sembrano tutte vicine alla definizione. La Giraffa su Elias Mannucci detto Turbine

14.39 - Sebastiano Murtas detto Grandine verso il Bruco  

14.35 - DEFINITA: Antonio Siri detto Amsicora nel Montone  

14.26 - DEFINITA: Giosuè Carboni detto Carburo nella Civetta  

14.24 - Praticamente certe anche Sanna nel Leocorno, Mari nel Drago, Atzeni nella Tartuca, Bruschelli nel Nicchio

14.17 - Probabile anche Gingillo nella Lupa.

14.13 - DEFINITA: Jonatan Bartoletti detto Scompiglio nella Pantera.

14.10 - Sempre più forte l’ipotesi di Jonatan Bertoletti nella Pantera.

13.47 - Per Gigi Bruschelli detto Trecciolino possibile la Civetta, ma anche il Nicchio. Il Montone tra Antonio Siri detto Amsicora (possibile anche la Giraffa) e Giosuè Carboni detto Carburo.  

13.45 - Le prime ipotesi di monta nelle altre contrade: Jonatan Bartoletti detto Scompiglio per la Pantera, Giuseppe Zedde detto Gingillo per la Lupa, Carlo Sanna detto Brigante tra Leocorno e Tartuca.

13.44 - Per Giovanni Atzeni detto Tittia si aprono le porte del Nicchio, ma sono calde anche le piste che portano a Tartuca e Leocorno.

13.43 - Primi movimenti dopo l'assegnazione: possibile Andrea Mari detto Brio nel Drago e Alberto Ricceri detto Salasso nel Bruco.
SIENAfree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Il corteo dei ceri e dei censi partirà dalla Prefettura

Messaggio  jabru il Mar Ago 14, 2018 6:54 pm

Sindaco, tecnici e deputati della Festa decidono per la terza prova


SIENA. Il corteo d’offerta dei Ceri e dei Censi in Duomo, in programma per questo pomeriggio, partirà, per le previste previsioni meteo, alle ore 16,45 dal Cortile del Palazzo della Prefettura.

Alle 16 il sindaco s’incontra con i tecnici ed i deputati della Festa per verificare lo stato del tufo e decidere se disputare la terza prova del Palio.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PALIO "Non è la Madonna" e l'arcivescovo non benedice il drappellone

Messaggio  jabru il Mar Ago 14, 2018 6:58 pm

L'arcivescovo Antonio Buoncristiani non ha voluto dare la tradizionale benedizione al drappellone. Lo ha detto durante la celebrazione dell'offerta del cero in Duomo. "Il drappellone dipinto da Charles Szymkowicz - ha detto l'arcivescovo - è un'opera d'arte moderna ma non rispetta i caratteri della cultura mariana e per questo benefico la città, ma non il drappellone".
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

annullata anche la terza prova

Messaggio  jabru il Mar Ago 14, 2018 7:02 pm

Dopo l'annullamento della seconda prova di questa mattina, è stata annullata anche la terza prova del Palio di Siena del 16 agosto 2018 che si sarebbe dovuta correre questa sera, martedì 14 agosto, alle ore 19.15. La decisione è stata presa dal sindaco Luigi De Mossi a seguito della riunione con i Deputati della Festa ed i competenti Servizi comunali, dopo aver valutato le condizioni del tufo della pista resa impraticabile e pericolosa dalla pioggia, nonostante il miglioramento del tempo in corso. Dalle trifore di Palazzo pubblico è stata quindi esposta la bandiera verde. Appuntamento, tempo permettendo, alle 9 di domani mattina per la quarta prova. Le previsioni meteo lasciano comunque ben sperare per le due giornate di mercoledì e giovedì.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Bandiera verde alle trifore di Palazzo Comunale, annullata la seconda prova

Messaggio  jabru il Mar Ago 14, 2018 7:05 pm

Come annunciato dalle previsioni meteo è arrivata puntuale la pioggia che fin dalle sette di stamani è caduta abbondante su Siena, rendendo impraticabile la pista di tufo. La giornata di oggi sarà purtroppo interamente caratterizzata dal maltempo, tanto che la Sala Operativa della Protezione Civile regionale ha emesso un’allerta di codice giallo valida fino alle 18 di oggi. Se la perturbazione continuerà ad insistere anche nelle prossime ore è a rischio anche l’effettuazione della terza prova di stasera.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Terza prova annullata: le condizioni del tufo non sono ottimali

Messaggio  jabru il Mar Ago 14, 2018 7:06 pm

Un’altra bandiera verde alle trifore di Palazzo Pubblico. Dopo la seconda prova anche la terza prova è stata annullata. La decisione è stata presa dopo un sopralluogo del sindaco Luigi De Mossi, dei tecnici del comune e dei deputati della festa in piazza del campo per verificare la condizione del tufo. Come spiega il primo cittadino con un post su facebook la pista è ancora impraticabile e pericolosa a causa della pioggia.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

De Mossi: “Pista pericolosa. Domani speriamo di svolgere senza problemi la quarta prova”

Messaggio  jabru il Mar Ago 14, 2018 7:08 pm

Il commento del sindaco dopo l’annullamento della terza prova: “Tufo impraticabile. Monitoreremo la situazione meteo”
Dopo l’annullamento della terza prova per l’impraticabilità del tufo in Piazza (LEGGI QUI: https://www.radiosienatv.it/annullata-anche-la-terza-prova/), il sindaco De Mossi ha commentato la situazione sia odierna che in vista di domani: “Ho effettuato un sopralluogo – ha commentato il primo cittadino . al quale erano presenti anche i Deputati della Festa, per verificare le condizioni del tufo. Abbiamo ritenuto opportuno annullare la terza prova in programma alle 19.15, per l’impraticabilità e la pericolosità della pista a causa della pioggia caduta sulla nostra città per tutta la mattinata.Monitoreremo la situazione meteo con la speranza di poter svolgere senza problemi la quarta prova di domani mattina”.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

L’Arcivescovo di Siena si rifiuta di benedire il Drappellone

Messaggio  jabru il Mar Ago 14, 2018 7:10 pm

Il clamoroso episodio durante la cerimonia di offerta dei Ceri e dei Censi in Duomo: “Non rappresenta la figura mariana tradizionale”
Episodio che ha dell’incredibile quello avvenuto durante la cerimonia dell’offerta dei Ceri e dei Censi in Duomo: l’arcivescovo di Siena Antonio Buoncristiani si è rifiutato di benedire il drappellone del Palio del 16 agosto 2018 dipinto da Charles Szymkowicz poichè la Madonna “non rappresenta la figura mariana tradizionale”. L’Arcivescovo nel suo discorso ha comunque sottolineato di voler dare “la sua benedizione alla città”.

Un caso che farà molto discutere e rinfocola le polemiche e i malumori nati dopo la presentazione del cencio realizzato dal pittore espressionista belga.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

“Madonna non nella tradizione”: il Vescovo non benedice il drappellone

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 11:34 am

Il drappellone del Palio di Siena non piace all’arcivescovo Antonio Buoncristiani. L’immagine della Madonna Assunta, raffigurata dal pittore Charles Szymkowicz, non ha per niente convinto il rappresentante della Chiesa a Siena. Per questo, nel corso della tradizionale cerimonia dell’offerta dei Ceri e dei Censi in Cattedrale, Buoncristiani si è rifiutato di benedire il dipinto. “La Madonna – ha spiegato – non rappresenta la “ figura mariana tradizionale””. Il Vescovo ha però sottolineato di volere benedire la città.

Una presa di posizione che fa già discutere la città che, già al momento della presentazione di questo cencio, si era divisa nel giudizio estetico dell’opera realizzata dal pittore belga. Si, qualche commento era “scivolato” anche sul volto della Madonna ma certo non era stata messa in considerazione l’interpretazione religiosa di quella figura così particolare.

Non è la prima volta che l’autorità religiosa della città critica i drappelloni del palio di Siena. Critiche da parte delle autorità religiose dell’epoca, si registrarono nell’agosto del 1984 per l’opera di Bruno Caruso per la presenza nel dipinto di un ragazzo nudo a cavallo, per quella del francese Gerard Fromanger che nell’agosto del 1989 aveva umanizzato la Madonna raffigurata come una donna che spinge il carrozzino del figlio.

Lo stesso Buoncritistiani aveva criticato l’opera del pittore libanese Ali Hassoun nel luglio del 2010 per alcuni simboli legati alla religione musulmana. Immancabili sono scoppiate polemiche, in particolare sul web perché è la prima volta di una mancata benedizione.

ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

la Civetta si aggiudica la quarta prova

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 11:37 am

Osservato un minuto di silenzio per le vittime di Genova

SIENA. Dopo un giorno intero di stop per l maltempo, i cvalli tornano in piazza (con un’ora di ritardo rispetto al protocollo). La novità è il cambio di monta nella Lupa che mette in groppa a Porto Alabe Gingillo, alias Giuseppe Zedde.

Dopo un accenno di tornello, i fantini scendono da cavalo e la piazza osserva un minuto di silenzio per onorare le vittime del crollo di Genova. Poi di nuovo a cavallo.

L’ordine di ingressos ai canapi èTartuca, Bruco, Nicchio, Drago, Civetta, Giraffa, Montone, Pantera, Leocorno con la Lupa di rincorsa. Cavalli brillanti ma calmi, soolo Porto Alabe pare non voler entrare al verrocchino; il mossiere abbassa il canape per la pressione di qualche barbero. Si ricomincia con la Lupa esitante, ma poi il cavallo entra veloce e sono Giraffa, Tartuca, Bruco e Civetta i più veloci nello scattto. L’andatura è per tutti più sostenuta con un tempo di galoppo interessante. La Giraffa rimane in testa per quasi tre giri, finché non arriva la Civetta che davanti al palazzo pubblico supera la Giraffa e va a vincere la prova.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Quarta prova alla Civetta , minuto di silenzio per le vittime di Genova

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 11:41 am

La Civetta vince la quarta prova. Dopo aver saltato il secondo e terzo appuntamento sul tufo fantini e cavalli hanno potuto testare finalmente le proprie condizioni. Prova slittata alle 10 per la pioggia caduta nella giornata di martedì 14 agosto. Prima dell'ingresso tra i canapi un minuto di raccoglimento per le vittime del crollo del ponte di Genova, decisione presa nella riunione che si è tenuta a palazzo pubblico tra il sindaco e i dieci capitani poco prima dell'uscita dei cavalli dall'Entrone. Minuto di silenzio seguito da un forte e lungo applauso da tutta la Piazza. Questo l'ordine di ingresso: Tartuca, Bruco, Nicchio, Drago, Civetta, Giraffa, Valdimontone, Pantera, Leocorno e Lupa di rincorsa. Grande pressione sul canape da parte dei nove cavalli e mossiere che decide di abbassare dando così la possibilità di fare un test sulle condizioni del tufo. Tra i canapi allineamento rispettato con la sola Giraffa che scende al primo posto. Pronti via, Giraffa e Bruco sono le prime ad uscire dal canape seguite dalla Tartuca. Buon tempo di galoppo al primo San Martino e al Casato con Giraffa e Tartuca in testa. Buoni spunti della Pantera e della Civetta che conquista il primo posto al terzo Casato.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

la quarta prova alla Civetta

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 11:45 am

L'ordine tra i canapi ha seguito quello inverso di assegnazione: Tartuca, Bruco, Nicchio, Drago, Civetta, Giraffa, Valdimontone, Pantera, Leocorno e Lupa di ricorsa  

Si è corsa questa mattina, mercoledì 15 agosto, con uscita dei cavalli dal Cortile del Podestà alle ore 10, la quarta prova del Palio di Siena del 16 agosto 2018 che si corre in onore della Madonna dell'Assunta ed il cui Drappellone che sarà consegnato alla Contrada vincitrice è stato realizzato dall'artista belga Charles Szymkowicz.

L'ordine di ingresso tra i canapi ha seuito quello inverso di assegnazione: Tartuca, Bruco, Nicchio, Drago, Civetta, Giraffa, Valdimontone, Pantera, Leocorno e Lupa di ricorsa. Per quanto riguarda le monte per la Lupa ha corso, come inizialmente previsto, Giuseppe Zedde detto Gingillo dopo che, nella prima prova, aveva montato Federico Guglielmi.

Prima della mossa i fantini sono scesi da cavallo ed è stato effettuato un minuto di raccoglimento per onorare la memoria delle vittime del crollo del ponte Morandi a Genova.

Dopo che il mossiere Fabio Magni ha abbassato il canape su una minima forzatura, soprattutto per fare effettuare ai cavalli un giro di sgambatura, al secondo allineamento mossa rapida con qualche problema di ingresso del cavallo della Lupa di rincorsa, con ottimo spunto al via di Giraffa, Tartuca, Pantera, e Bruco. Posizioni invariate fino al primo bandierino. Continua davanti la Giraffa nel secondo giro con Tremendo che inizia a richiamare Queen Winne e con la Civetta che allunga e passa in testa davanti all'ultimo passaggio davanti al Comune andando a vincere la quarta prova con Giosuè Carboni detto Carburo su Tabacco davanti a Giraffa, Bruco, Tartuca e Leocorno.

Questa sera alle 19.15, si correrà la prova generale, che sarà preceduta dalla tradizionale carica del drappello dei Carabinieri a cavallo, con l'ordine tra i canapi che seguirà quello di orecchio all'atto del sorteggio: Lupa, Tartuca, Bruco, Giraffa, Leocorno, Nicchio, Valdimontone, Pantera, Drago e Civetta di rincorsa.


L'ordine di ingresso tra i canapi della quarta prova
(contrada, nome cavallo, manto, sesso, età, proprietario;
nome fantino, soprannome)

Tartuca TARTUCA - RODRIGO BAIO - baio C 8 - Massimo Maria Alessi
Giovanni Atzeni detto Tittia
Bruco BRUCO - SOLO TUE DUE - sauro C 7 - Chiara Falciani
Sebastiano Murtas detto Grandine
Nicchio NICCHIO - TALE E QUALE - baio C 6 - Osvaldo Costa
Luigi Bruschelli detto Trecciolino
Drago DRAGO - PATHOS DE OZIERI - baio C 10 - Giorgio Campanini
Andrea Mari detto Brio
Civetta CIVETTA - TABACCO - sauro C 6 - Antonio Siri
Giosuè Carboni detto Carburo
Giraffa GIRAFFA - QUEEN WINNER - baio F 9 - Sandra Rossi
Francesco Caria detto Tremendo
Valdimontone VALDIMONTONE - SCHIETTA - baio F 7 - Anna Maoddi
Antonio Siri detto Amsicora
Pantera PANTERA - REXY - baio oscuro C 8 - Nicola Sandroni
Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
Leocorno LEOCORNO - OSAMA BIN - baio C 11 - Mark Harris Getty
Carlo Sanna detto Brigante
RINCORSA Lupa LUPA - PORTO ALABE - sauro C 10 - Fabrizio Brogi
Giuseppe Zedde detto Gingillo
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

DRAPPELLONE, L'ASTIOSO DINIEGO DELL'ARCIVESCOVO

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 11:50 am

Antonio Buoncristiani rifiuta la benedizione al "cencio"



Ci mancava la sparata dell'Arcivescovo Antonio Buoncristiani per accendere la miccia sotto la nostra Festa e segnatamente per dare fuoco al drappellone.
Buoncristiani durante la Messa in Duomo che concludeva la tradizionale processione dei ceri e dei censi, al momento della Benedizione ha tenuto a dire che avrebbe benedetto la Città ma non il Palio perché, secondo il suo parere, il dipinto di Charles Szymkowicz non sarebbe conforme ad una immagine religiosa.
Apriti cielo e spalancati terra. Questa è una provocazione bella e buona che si sostanzia in un pubblico e doloroso affronto alla nostra Festa e ad una plurisecolare tradizione. E' il suo un “non atto” storico, perché mai era accaduto, anche di fronte ad opere palesemente controverse che la massima autorità spirituale della città si rifiutasse di benedire il cencio, che rappresenta comunque il connubio fra il civismo e il religioso, di fatto mettendo in castigo la città ed escludendo così facendo la sacralità della nostra Festa.
Già in passato gli illuminati predecessori di Buoncristiani si erano a volte sommessamente lamentati presso l'autorità costituita – leggi Sindaco e Giunta – per come era stata disinvoltamente rappresentata la Madonna di Provenzano e soprattutto l'Assunta in Cielo. Ma tutto si era limitato ad una raccomandazione da verificare nel futuro prossimo. E basta.
Buoncristiani invece è entrato a gamba tesa e ha scelto questa inaccettabile mossa.
Si può disquisire su come è stato realizzato il drappellone. Ci può piacere o no il volto dell'Assunta, ma – premesso che nessuno, nemmeno l'Arcivescovo è in grado di illuminarci compiutamente sulle fattezze della Madre di Gesù – in nessun caso avrebbe dovuto far mancare al simbolo della nostra Festa la sua benedizione.
Mi pare che pochissimi gli abbiano dato ragione. La gente di Siena, i Contradaioli e non, nella stragrande maggioranza non hanno capito il suo astioso diniego.
Mi sia concesso di chiudere questo a pezzo con due facili riflessioni. La prima, la Chiesa sta vivendo un momento particolarmente difficile, vedi la questione della pedofilia e della ricchezza di tanti suoi prelati, in aperto contrasto con il dettato e gli sforzi sovraumani messi in campo da Papa Francesco. La seconda, anche a Siena dopo il “falò” della vanità proprio Buoncristiani avrebbe fatto meglio a cogliere il senso di un drappellone e dello stile, bello o brutto, di un pittore prima di lanciarsi in questa assurda provocazione.
Chiudo con con un post di uno dei miei quattro lettori. “L'Assunta era una donna ed era di stracci vestita, poi la Chiesa di Roma l'ha ricoperta di manti di seta ed oro...”
Bastava così poco ed un pizzico in più di serena umiltà per concedere, al cencio del pittore Belga, una benedizione sacrosanta.

Roberto Morrocchi d a OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Il sindaco De Mosis commenta la decisione dell’Arcivescovo: “Ha sbagliato a non benedire il Drappellone”

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 11:57 am


“Credo che l’Arcivescovo voglia bene alla città ma credo anche che abbia sbagliato nel non benedire il Palio”
Sarebbe facile per me evitare le responsabilità e dire che la scelta dell’artista che ha dipinto il Drappellone è stata fatta dalla precedente amministrazione. Me ne potrei avvantaggiare politicamente. Invece penso che, una volta finita la campagna elettorale, il Sindaco rappresenti una comunità intera, anche la propria opposizione e che soprattutto rappresenti la continuità istituzionale con chi lo ha preceduto, anche se bene dissenta su molte iniziative e scelte pregresse. La valutazione del Palio è una valutazione che attinge a molti elementi: estetici, culturali, religiosi. E neppure posso pensare che la differente sensibilità religiosa del Maestro che ha dipinto il Palio possa avere influenzato in qualche modo il giudizio di alcuno.

Si deve dire che al Sindaco in quanto cittadino, il Palio è piaciuto, ed è legittimo che l’Arcivescovo Buoncristiani possa non essere soddisfatto dell’opera su un piano personale.

Tuttavia, quando si assume un ruolo sia religioso che politico, la visione deve abbracciare altre prospettive: quelle di una intera comunità che si riconosce nel Comune e anche nel sentire religioso.

Credo che l’Arcivescovo voglia bene alla città ma credo anche che abbia sbagliato nel non benedire il Drappellone del Maetro Szmkowicz. Soprattutto non ha tenuto un dialogo su questo aspetto con il Comune preavvertendo il Sindaco della sua scelta.

Spero e confido che non vi sia problema alcuno per l’omaggio che la Contrada vittoriosa farà in Duomo la sera del Palio.

Auspico per il futuro un dialogo costante e continuativo nel rispetto dell’autonomia di entrambe le autorità: religiosa e civile.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Minuto di silenzio per Genova prima della quarta prova

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 11:59 am

La Piazza ha osservato un minuto di raccoglimento
Dopo la tragedia di ieri a Genova, il Comune ha deciso di far osservare un minuto di raccoglimento in onore delle vittime.

I fantini sono scesi da cavallo ed è calato il silenzio. Al termine del minuto, la Piazza si è esibita in un lungo applauso.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La civetta vince la quarta prova

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 12:00 pm

Buona uscita dai canapi di Giraffa, Tartuca e Pantera
Si è conclusa la quarta prova, seconda effettiva aperta da un minuto di silenzio rivolto alle vittime di Genova.Si è registrata una falsa partenza dovuta alla forzatura del canape da parte del cavallo del Valdimontone. Alla partenza molte contrade hanno provato l’uscita dai canapi, su tutte Giraffa, tartuca e Pantera.
Proprio la Giraffa con Francesco Caria e Queen Winner ha preso la testa mantenendola fino al terzo San Martino, quando è stata sorpassata dalla Civetta che ha poi vinto la prova.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

De Mossi: “Credo che il vescovo abbia sbagliato a non benedire il Palio”

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 8:50 pm

"Credo che comunque voglia bene alla città"

SIENA.Dal sindaco di Siena Luigi De Mossi riceviamo e pubblichiamo.

“Sarebbe facile per me evitare le responsabilità e dire che la scelta dell’artista che ha dipinto il Drappellone è stata fatta dalla precedente amministrazione. Me ne potrei avvantaggiare politicamente. Invece penso che, una volta finita la campagna elettorale, il Sindaco rappresenti una comunità intera, anche la propria opposizione e che soprattutto rappresenti la continuità istituzionale con chi lo ha preceduto, anche se bene dissenta su molte iniziative e scelte pregresse. La valutazione del Palio è una valutazione che attinge a molti elementi: estetici, culturali, religiosi. E neppure posso pensare che la differente sensibilità religiosa del Maestro che ha dipinto il Palio possa avere influenzato in qualche modo il giudizio di alcuno.

Si deve dire che al sindaco in quanto cittadino, il Palio è piaciuto, ed è legittimo che l’Arcivescovo Buoncristiani possa non essere soddisfatto dell’opera su un piano personale.

Tuttavia, quando si assume un ruolo sia religioso che politico, la visione deve abbracciare altre prospettive: quelle di una intera comunità che si riconosce nel Comune e anche nel sentire religioso.

Credo che l’Arcivescovo voglia bene alla città ma credo anche che abbia sbagliato nel non benedire il Drappellone del Maetro Szmkowicz. Soprattutto non ha tenuto un dialogo su questo aspetto con il Comune preavvertendo il Sindaco della sua scelta.

Spero e confido che non vi sia problema alcuno per l’omaggio che la Contrada vittoriosa farà in Duomo la sera del Palio.

Auspico per il futuro un dialogo costante e continuativo nel rispetto dell’autonomia di entrambe le autorità: religiosa e civile”.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Piccini: “Iconografia: la chiave per una scelta serena del drappellone”

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 8:55 pm

L'ex sindaco dice la sua sulle scelta del vescovo Buoncristiani

“’È un’opera d’arte moderna ma non rispetta i caratteri della cultura mariana e per questo benedico la città, ma non il drappellone’. Con queste parole l’arcivescovo di Siena Antonio Buoncristiani ha giustificato un gesto mai visto, nella cattedrale, davanti al palio dipinto da Charles Szymkowicz. Quanto accaduto è decisamente grave, ma più che penalizzare il pittore punisce il Palio e la città nel suo insieme. L’arcivescovo avrebbe potuto sottolineare una critica di carattere estetico, giusta per certi aspetti, ma non arrivare a tanto. Il problema tuttavia esiste, e magari un approccio diverso sarebbe servito. Fra committente e artista bisognerebbe mettere una figura di esperto che aiuti i due soggetti a trovare le giuste composizioni. Settis ne parla in “Artisti e committenti fra il quattrocento e il cinquecento”, e questa sarebbe una lettura da suggerire alla nuova Amministrazione comunale. Del resto è la funzione che ha svolto Cesare Olmastroni per tanto tempo: una figura non ufficiale, ma capace di suggerire e portatore di conoscenza. L’arcivescovo ha voluto mandare un segnale a una città che gli è rimasta in tutti questi anni fredda, ma anche da questo incidente di percorso si può costruire qualcosa di buono. Si chiama iconografia, ovvero il ramo della storia dell’arte che si occupa della descrizione, classificazione e interpretazione di quanto raffigurato nelle opere d’arte”.
ilcittadinoonline
 
   
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

la Civetta si aggiudica la quarta prova

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 8:57 pm

Osservato un minuto di silenzio per le vittime di Genova

SIENA. Dopo un giorno intero di stop per l maltempo, i cvalli tornano in piazza (con un’ora di ritardo rispetto al protocollo). La novità è il cambio di monta nella Lupa che mette in groppa a Porto Alabe Gingillo, alias Giuseppe Zedde.

Dopo un accenno di tornello, i fantini scendono da cavalo e la piazza osserva un minuto di silenzio per onorare le vittime del crollo di Genova. Poi di nuovo a cavallo.

L’ordine di ingressos ai canapi èTartuca, Bruco, Nicchio, Drago, Civetta, Giraffa, Montone, Pantera, Leocorno con la Lupa di rincorsa. Cavalli brillanti ma calmi, soolo Porto Alabe pare non voler entrare al verrocchino; il mossiere abbassa il canape per la pressione di qualche barbero. Si ricomincia con la Lupa esitante, ma poi il cavallo entra veloce e sono Giraffa, Tartuca, Bruco e Civetta i più veloci nello scattto. L’andatura è per tutti più sostenuta con un tempo di galoppo interessante. La Giraffa rimane in testa per quasi tre giri, finché non arriva la Civetta che davanti al palazzo pubblico supera la Giraffa e va a vincere la prova
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

al Nicchio la prova generale

Messaggio  jabru il Mer Ago 15, 2018 9:02 pm

L'ordine tra i canapi ha seguito quello di orecchio: Lupa, Tartuca, Bruco, Giraffa, Leocorno, Nicchio, Valdimontone, Pantera, Drago e Civetta di rincorsa

NICCHIOSi è corsa questa sera, mercoledì 15 agosto, con uscita dei cavalli dal Cortile del Podestà attorno alle 19.25, la prova generale del Palio di Siena del 16 agosto 2018 che si corre in onore della Madonna dell'Assunta ed il cui Drappellone che sarà consegnato alla Contrada vincitrice è stato realizzato dall'artista belga Charles Szymkowicz.

Come di consueto la prova è stata preceduta dalla carica del drappello dei Carabinieri a cavallo.

L'ordine di ingresso tra i canapi ha seguito quello di orecchio all'atto del sorteggio: Lupa, Tartuca, Bruco, Giraffa, Leocorno, Nicchio, Valdimontone, Pantera, Drago e Civetta di rincorsa. Per quanto riguarda le monte nessun cambiamento rispetto alla quarta prova.

Agli ordini del mossiere Fabio Magni, allineamento dei cavalli con mossa immediata, e ottimo spunto al via di Lupa, Tartuca, Bruco e Valdimontone. Lupa che passa prima a San Martino davanti alla Pantera e al Valdimontone. Proseguono in testa con un buon tempo di galoppo la Lupa e la Pantera. Al secondo bandierino Scompiglio richiama Rexy e continua così solitaria la Lupa con un'andatura ridotta nel corso del secondo giro. Al secondo bandierino passa infine davanti il Nicchio che con Luigi Bruschelli detto Trecciolino su Tale E Quale va a vincere la prova generale del Palio di Siena del 16 agosto 2018 davanti a Leocorno, Lupa e Montone.

Domani mattina, alle 9, dopo la tradizionale Messa del Fantino che si terrà nella Cappella adiacente al Palazzo Comunale alle 7.45, si correrà la provaccia con l'ordine ai canapi invertito rispetto a quello di questa sera: Civetta, Drago, Pantera, Valdimontone, Nicchio, Leocorno, Giraffa, Bruco, Tartuca e Lupa di rincorsa.
LINK AL VIDEO DELLA PROVA GENERALE


L'ordine di ingresso tra i canapi della prova generale
(contrada, nome cavallo, manto, sesso, età, proprietario;
nome fantino, soprannome)

Lupa LUPA - PORTO ALABE - sauro C 10 - Fabrizio Brogi
Giuseppe Zedde detto Gingillo
Tartuca TARTUCA - RODRIGO BAIO - baio C 8 - Massimo Maria Alessi
Giovanni Atzeni detto Tittia
Bruco BRUCO - SOLO TUE DUE - sauro C 7 - Chiara Falciani
Sebastiano Murtas detto Grandine
Giraffa GIRAFFA - QUEEN WINNER - baio F 9 - Sandra Rossi
Francesco Caria detto Tremendo
Leocorno LEOCORNO - OSAMA BIN - baio C 11 - Mark Harris Getty
Carlo Sanna detto Brigante
Nicchio NICCHIO - TALE E QUALE - baio C 6 - Osvaldo Costa
Luigi Bruschelli detto Trecciolino
Valdimontone VALDIMONTONE - SCHIETTA - baio F 7 - Anna Maoddi
Antonio Siri detto Amsicora
Pantera PANTERA - REXY - baio oscuro C 8 - Nicola Sandroni
Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
Drago DRAGO - PATHOS DE OZIERI - baio C 10 - Giorgio Campanini
Andrea Mari detto Brio
RINCORSA Civetta CIVETTA - TABACCO - sauro C 6 - Antonio Siri
Giosuè Carboni detto Carburo
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Magistrato delle Contrade: “Priori disorientati della scelta del vescovo”

Messaggio  jabru il Gio Ago 16, 2018 11:37 am

"La devozione verso la Vergine non può certamente essere scalfita da una iconografia non in linea"

SIENA. Con riferimento alla decisione di non benedire il drappellone di Charles Szmkowicz, il Magistrato delle Contrade comprende il riferimento dell’Arcivescovo Buoncristiani all’iconografia mariana, aspetto questo direttamente richiamato dall’art. 93 del Regolamento del Palio, che afferma che secondo la tradizione il Drappellone reca, per la corsa del 16 Agosto, l’immagine di Maria Vergine Assunta in cielo.

Tuttavia anche in passato alcuni artisti hanno interpretato secondo il loro stile tale dettato, talvolta proponendo iconografie diverse della Vergine, senza alcuna volontà di stravolgere il patrimonio di fede contenuto nella simbologia del Drappellone. La devozione verso la Vergine che comunque questa raffigurazione richiama nei contradaioli non può certamente essere scalfita da una iconografia non in linea con la rappresentazione tramandata da secoli.

Per questo i Priori non possono fare a meno di manifestare il proprio disorientamento di fronte a tale decisione che ha colto tutti di sorpresa.

La presenza nella nostra Festa di molteplici fattori – passionali, profani, di tradizione popolare, ma anche e soprattutto religiosi, data la presenza delle immagini di Maria Santissima di Provenzano per luglio e, appunto, di Maria Vergine Assunta in cielo per agosto – rende comunque il Palio patrimonio di tutta la comunità senese, quella comunità che l’Arcivescovo Buoncristiani ha benedetto ieri e della quale la Festa e le Contrade sono parti fondamentali ed integranti.

Il Rettore Pier Luigi Millozzi da ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

la Giraffa vince la provaccia

Messaggio  jabru il Gio Ago 16, 2018 11:40 am

E' il grande giorno, quello della Carriera dell'Assunta, dopo la lunga notte della cena della prova generale nelle Contrade, particolarmente sentita soprattutto in quelle che sognano di vincere come Drago, Tartuca e Pantera, ma anche la Lupa.

Si è svolta la messa del fantino - l'arcivescovo Buoncristiani, che l'ha celebrata, non ha voluto rilasciare dichiarazioni dopo la mancata benedizione del Drappellone di Szymkowicz -, cavalli sul tufo per la provaccia.

Il mossiere Fabio Magni chiama Civetta, Drago, Pantera, Valdimontone, Nicchio, Leocorno, Giraffa, Bruco e Tartuca. A dare la rincorsa è la Lupa. L'uomo del verrocchio abbassa velocemente il canape quando c'è una prima forzatura, è costretto a farlo una seconda volta sempre per lo stesso motivo. Cavalli molto pronti ma anche ben allineati però il mossiere deve per la terza volta ad abbassare il canape per via della pressione fatta dai cavalli.

Porto Alabe, montato da Gingillo nella Lupa, nonostante la sua esperienza fa qualche piccola resistenza ad entrare facendo partire i cavalli. Alla fine è buona: bello spunto di Leocorno e Giraffa, anche la Civetta esce bene dai canapi. Fa poi scorrere il cavallo il Nicchio - Trecciolinio su Tale e quale, uno degli esordienti - ma è la Giraffa, con Tremendo su Queen Winner, anche lei debuttante, a vincere la provaccia.

Alle 10,30 la segnatura dei fantini in Comune.

Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

il grande giorno di Siena. Provaccia alla Giraffa.

Messaggio  jabru il Gio Ago 16, 2018 11:44 am

Civetta, Drago, Pantera, Valdimontone, Nicchio, Liocorno, Giraffa, Bruco, Tartuca, Lupa di rincorsa. Questo l'ordine di ingresso al canape della procaccia, l'ultima prova prima del Palio che sarà corso stasera alle 19. Dopo tre mosse false, la prima e la terza per una pressione di più cavalli al canape mentre la seconda per uno scatto della Giraffa, Civetta, Liocorno Giraffa, sono le prime ad uscire quando la Lupa entra. Galoppo leggero di tutte le dieci contrade con il Nicchio che prende la testa seguito dalla Giraffa e dal Drago. Giraffa che conquista la testa all'ultimo casato.

Palio, sono ore emozionanti. E' tutto pronto per vivere una giornata memorabile col Palio dell'Assunta. L'attesa è finita e dieci contrade sognano (scopri qui tutti i protagonisti).

Siena è vestita a festa e migliaia di turisti si sono riversati in città. La sera della vigilia è stata avvincente con la prova generale andata al Nicchio con Trecciolino. In mattinata Piazza del Campo ha osservato un minuto di silenzio nel corso della quarta prova.

Il sindaco di Siena Luigi De Mossi ha intanto criticato l'arcivescovo Buoncristiani per la decisione di non benedire il drappellone
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

la provaccia alla Giraffa

Messaggio  jabru il Gio Ago 16, 2018 11:49 am

Si è corsa questa mattina, giovedì 16 agosto, con uscita dei cavalli dal Cortile del Podestà alle ore 9, la provaccia del Palio di Siena del 16 agosto 2018 che si corre in onore della Madonna dell'Assunta ed il cui Drappellone che sarà consegnato alla Contrada vincitrice è stato realizzato dall'artista belga Charles Szymkowicz.

L'ordine di ingresso dei cavalli tra i canapi ha seguito quello invertito rispetto al numero di orecchio (o di coscia) all'atto del sorteggio: Civetta, Drago, Pantera, Valdimontone, Nicchio, Leocorno, Giraffa, Bruco, Tartuca e Lupa di rincorsa. Nessuna variazione per quanto riguarda le monte in attesa della conferma ufficiale nel corso della segnatura dei fantini che si terrà in Comune a metà mattinata.

Prima della prova, nella cappella adiacente Palazzo pubblico, l'arcivescovo di Siena, Antonio Buoncristiani, ha celebrato la tradizionale "Messa del fantino".

Dopo tre mosse invalidate a causa di pressioni di alcuni cavalli al canape che il mossiere Fabio Magni ha prontamente abbassato, al quarto allineamento entra subito la Lupa. Mossa valida e ottimo spunto al via di Civetta, Leocorno, Drago. Al primo San Martino i cavalli vengono tutti richiamati e si va lentamente al secondo San Martino dove passa davanti il Nicchio. Anche l'ultimo giro continua con un tempo di galoppo lentissimo e all'ultimo Casato va davanti la Giraffa che si aggiudica la prova con Francesco Caria detto Tremendo su Queen Winner.

Questa sera alle 19, dopo il Corteo storico che entrerà in Piazza alle 16.50 preceduto dalla tradizionale carica del drappello dei Carabinieri a cavallo, si correrà il Palio di Siena del 16 agosto 2018.


L'ordine di ingresso tra i canapi della provaccia
(contrada, nome cavallo, manto, sesso, età, proprietario;
nome fantino, soprannome)

Civetta CIVETTA - TABACCO - sauro C 6 - Antonio Siri
Giosuè Carboni detto Carburo
Drago DRAGO - PATHOS DE OZIERI - baio C 10 - Giorgio Campanini
Andrea Mari detto Brio
Pantera PANTERA - REXY - baio oscuro C 8 - Nicola Sandroni
Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
Valdimontone VALDIMONTONE - SCHIETTA - baio F 7 - Anna Maoddi
Antonio Siri detto Amsicora
Nicchio NICCHIO - TALE E QUALE - baio C 6 - Osvaldo Costa
Luigi Bruschelli detto Trecciolino
Leocorno LEOCORNO - OSAMA BIN - baio C 11 - Mark Harris Getty
Carlo Sanna detto Brigante
Giraffa GIRAFFA - QUEEN WINNER - baio F 9 - Sandra Rossi
Francesco Caria detto Tremendo
Bruco BRUCO - SOLO TUE DUE - sauro C 7 - Chiara Falciani
Sebastiano Murtas detto Grandine
Tartuca TARTUCA - RODRIGO BAIO - baio C 8 - Massimo Maria Alessi
Giovanni Atzeni detto Tittia
RINCORSA Lupa LUPA - PORTO ALABE - sauro C 10 - Fabrizio Brogi
Giuseppe Zedde detto Gingillo

SIENaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

SESTA PROVA, ULTIMA CHIAMATA

Messaggio  jabru il Gio Ago 16, 2018 11:51 am

Molta tensione e cavalli molto agitati al canape. Dopo tre mosse non valide, la contrada della Giraffa con Queen Winner e Tremendo, vince la sesta Prova. Ritmo lento e senza spunti di rilievo.
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8232
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Palio dellAssunta

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum