PALIO STRAORDINARIO

Pagina 5 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Andare in basso

novità per il Palco delle Comparse e Drappellone a San Domenico

Messaggio  jabru il Mer Ott 10, 2018 7:02 pm

Il Palco delle comparse per il Palio Straordinario sarà disponibile soltanto dal 18 ottobre, per la precisione dalla terza prova. Il montaggio della struttura davanti a Palazzo Pubblico, infatti, necessita di molto tempo e gli operai del comune non lo hanno a sufficienza a partire da subito dopo l’assegnazione dei cavalli del 17 ottobre. Il via ai lavori di assemblaggio del palco delle comparse avverrà pertanto dopo la seconda prova, a partire dalle 10.30. Tornando invece ai tempi straordinari del Palio di ottobre, c’è da segnalare un’altra novità. Il tradizionale trasferimento del Drappellone dal Palazzo comunale alla chiesa, in questo caso la Basilica di San Domenico, avverrà il 19 ottobre, anticipato però alle 11.30 (e non nel pomeriggio come invece accade a luglio e ad agosto)
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Minimasgalano, presentata l'opera per la 43ª Manifestazione giovani alfieri e tamburini

Messaggio  jabru il Mer Ott 10, 2018 7:05 pm

Si è svolta alle 18.30 di martedì 9 ottobre, presso la Sala delle Vittorie della Contrada della Torre la presentazione del Minimasgalano, l'opera che andrà in premio alla Comparsa vincitrice della XLIII Manifestazione giovani alfieri e tamburini in programma sabato 13 ottobre, dalle ore 16.30 in Piazza del Campo e organizzata come ogni anno dalla Contrada della Torre realizzata e offerta quest'anno dal Comitato Amici del Palio per i 70 anni dalla sua fondazione.
SienaaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Previsite con sorpresa alla clinica veterinaria: Phatos non c’è

Messaggio  jabru il Mer Ott 10, 2018 7:11 pm

Subito una sorpresa nella giornata di previsite al Ceppo, in vista dello Straordinario: Phatos non c’è ed è un’esclusione importante, che potrebbe cambiare le strategie dei capitani. Jonatan Bartoletti ha spiegato che ritiene “ottimale far correre un Palio l’anno ai barberi della scuderia”. Assente anche Questurino mentre, di primo mattino, è arrivato puntualmente Porto Alabe. In questo caso resta da capire se arriverà alla Carriera del 20 ottobre o sarà scartato per manifesta superiorità rispetto agli altri cavalli. Sentiamo Bartoletti
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Nuovo “porta Palio” per la basilica di San Domenico

Messaggio  jabru il Gio Ott 11, 2018 6:59 pm

E' stato realizzato dalla famiglia Brocchi

SIENA. Domani, venerdì 12 ottobre, verrà posizionato il “porta palio” nella Basilica di San Domenico dove verrà poi portato il Drappellone del Maestro Montesano.

Il nuovo “porta palio” è un’opera d’arte realizzata da Laura e Alessandro Brocchi che nel loro laboratorio realizzano preziosi oggetti per tutta la città che superano l’aspetto artigianale ed entrano nel campo dell’arte.

L’opera arricchirà la Basilica per il tempo di questo Palio Straordinario e verrà poi collocata all’interno di Palazzo Pubblico.

Ancora una volta Siena dimostra con le proprie eccellenze, di essere all’avanguardia restando però sempre legata alle proprie tradizioni.

ilc ittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

alla previsite tre forfait

Messaggio  jabru il Gio Ott 11, 2018 7:05 pm

Previsita con tanti imprevisti. Soprattutto sulla presenza dei cavalli. Non sono stati presentati Pathos de Ozieri e Solu Tue Due, quindi adesso rischia anche Porto Alabe.

Fra i fantini c’è chi sperimenterà subito mosse ipotizzate per il 2019, chi invece resterà fedele al canovaccio dei Palii 2018. Chi, magari perché qualcosa non è tornato quest’anno, medita la sorpresa se la sorte ci metterà lo zampino. Ce n’è per tutti i gusti in questa Carriera con il fiatone che s’interseca con il ritorno a scuola dei ragazzi, la ripresa dell’attività giudiziaria e di quella sportiva. Insomma, con la vita di tutti i giorni che invece d’estate, quando è tempo di Palio, diventa come una bolla sospesa.


Venerdì 12 il Comune diffonderà l’elenco di chi ha superato la visita. Diciamo la verità: solo allora le dirigenze cominceranno a fare i conti veri sui cavalli, a formare un lotto per poi disfarlo e ritoccarlo ancora, nel filo diretto con i fantini. Una rosa di esperti? Di sicuro si punterà sui nomi che rispondono a tale identikit. E centrale risulterà per la vittoria chi sarà più bravo a gestire nei quattro giorni il cavallo.

Determinante come non mai il maniscalco visto che il tufo risulterà probabilmente più morbido. Dovrà capire quale è la ferratura più adeguata. Importante comunque il valore del gruppo che si occuperà del barbero, per esempio, se dovesse piovere. Mettere la copertina oppure evitare perché suda? Inquadrare correttamente la condizione atletica e generale del mezzosangue quando arriverà in Contrada richiederà occhio clinico. E sensibilità. Conoscenza. Non è detto infatti che chi ha corso il Palio sia più affidabile (e preparato) di altri che magari si sono allungati con l’allenamento fino ad Asti, senza poi smettere mai perché quella domenica già si parlava dell’ipotesi Straordinario. Un Palio, dunque, che si gioca sui dettagli. Oltre che sulla bravura del fantino e il lavoro di squadra della dirigenza. Come sempre
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Scuole, ecco come gli studenti possono assistere alle prove dello Straordinario

Messaggio  jabru il Gio Ott 11, 2018 7:10 pm

Il Comune ha individuato la soluzione per far assistere alle prove mattutine dello Straordinario gli studenti delle scuole che lo desiderano. Sono tanti, stando alle telefonate giunte a Palazzo Pubblico per chiedere informazioni. Proprio ieri mattina l’assessore all’istruzione Clio Biondi Santi ha inviato in tutti gli istituti cittadini una lettera con l’idea messa a punto nelle ultime ore.

Impossibile trovare spazio per loro sui palchi. Così è stato scelto di riservare uno spazio nel Campo che verrà controllato dai volontari i quali formeranno una sorta di cordone sanitario a tutela dei giovani. Questo è oltretutto un Palio fortemente voluto dalle nuove generazioni. Chiaro comunque che Palazzo Pubblico non si assume alcuna responsabilità.

Dovranno essere infatti accompagnati dagli insegnanti e servirà l’autorizzazione scritta dei genitori. Andare alla prova sarà considerata una sorta di ‘uscita didattica’, di qui le identiche procedure. Chi vuole vivere il 18 e il 19 ottobre lo Straordinario assistendo ai galoppi dei cavalli dalla Conchiglia dovrà dunque inviare l’adesione ai Servizi per l’infanzia entro le 12 di martedì 16 ottobre. Via libera poi del Comune alle tensostrutture nelle Contrade per ripararsi dalla pioggia.

di LAURA VALDESI da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Scompiglio: "Potrebbe arrivare un giubbetto a sorpresa"

Messaggio  jabru il Gio Ott 11, 2018 7:12 pm

10 ottobre 2018 – «Pathos non c’è. Abbiamo preso la decisione insieme al proprietario. Si diceva che andava bene correre un Palio all’anno, l’ha fatto. Basta». Scompiglio dunque alla fine ha scelto di lasciare nel box il barbero con cui ad agosto Brio nel Drago sperava di fare cappotto. Un’assenza importante, che cambia le tessere del lotto. Scompiglio certo lo sa ma non fa una grinza. E’ Palio.
Possibile che anche Porto Alabe possa essere escluso per un lotto livellato?
«Aspettiamo cosa decidono i veterinari. Sono due mesi che i cavalli non si vedevano. E il lotto verrà di conseguenza».
Qualcuno dice che resta nel box perché non c’è un numero consistente di Contrade dove puoi andare a montarlo.
«Se pensi questo non lo porti mai. Anche ad agosto e a luglio avevo 4 o 5 situazioni dove poterlo montare e non c’è andato. La nostra filosofia è fare un palio all’anno: ora sta a casa».
Un giubbetto a sorpresa potrebbe arrivare?
«Penso di sì».
Civetta? Torre?
«Ho diverse Contrade. Come faranno anche altri sceglierò il cavallo più adatto».
Più complicato scegliere in una situazione come quella attuale.
«Non è semplice, da due mesi non vedi i cavalli. Qualcuno è stato anche al prato, a qualcuno magari ha fatto bene ad altri meno bene. D’altra parte il palio straordinario è tale per tutte queste cose. Ci vuole la percentuale di fortuna che possa andare bene».
Quanto sarà importante la stalla?
«I somari volare non li ho mai visti. I cavalli da corsa restano tali. Se scende il livello quelli che sono stati mediocri fino ad ora diventeranno da corsa e via dicendo. Già quando la stalla resta quello che è risulta già un bel lavoro».



La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

alla previsite tre forfait

Messaggio  jabru il Gio Ott 11, 2018 7:16 pm

Siena, 10 ottobre 2018 - Previsita  con tanti imprevisti. Soprattutto sulla presenza dei cavalli. Non sono stati presentati Pathos de Ozieri e Solu Tue Due, quindi adesso rischia anche Porto Alabe.

Fra i fantini c’è chi sperimenterà subito mosse ipotizzate per il 2019, chi invece resterà fedele al canovaccio dei Palii 2018. Chi, magari perché qualcosa non è tornato quest’anno, medita la sorpresa se la sorte ci metterà lo zampino. Ce n’è per tutti i gusti in questa Carriera con il fiatone che s’interseca con il ritorno a scuola dei ragazzi, la ripresa dell’attività giudiziaria e di quella sportiva. Insomma, con la vita di tutti i giorni che invece d’estate, quando è tempo di Palio, diventa come una bolla sospesa.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ecco le prime tendenze meteo

Messaggio  jabru il Gio Ott 11, 2018 7:18 pm

Arrivano le prime tendenze meteo. Per i giorni del Palio. Le forniscono gli esperti di 3b meteo. Vediamo le previsioni relative al centro Italia.

Tendenza per giovedì, 18 ottobre 2018
Centro - Sul tirreno: Nubi sparse con ampie schiarite sui litorali, Coperto con pioggia debole sulla capitale e sulle pianure toscane, Coperto con pioggia moderata sulla dorsale toscana, Nubi sparse con ampie schiarite sulla dorsale laziale. Sull'adriatico: Nubi sparse con ampie schiarite sui litorali e sulla dorsale, Coperto con pioggia debole sulle subappenniniche e sul Gran Sasso.

Tendenza per venerdì, 19 ottobre 2018
Centro - Sul tirreno: Nubi sparse con ampie schiarite. Sull'adriatico: Coperto con pioggia debole sulle subappenniniche, Nubi sparse con ampie schiarite altrove.

Tendenza per sabato, 20 ottobre 2018
Centro - Sul tirreno: Nubi sparse con ampie schiarite sui litorali, Sereno sulle pianure toscane, Nubi sparse con ampie schiarite altrove. Sull'adriatico: Nubi sparse con ampie schiarite sui litorali e sulle subappenniniche, Sereno sulla dorsale, Nubi sparse con ampie schiarite sul Gran Sasso.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

novità per il Palco delle Comparse e Drappellone a San Domenico

Messaggio  jabru il Gio Ott 11, 2018 7:21 pm

Il Palco delle comparse per il Palio Straordinario sarà disponibile soltanto dal 18 ottobre, per la precisione dalla terza prova. Il montaggio della struttura davanti a Palazzo Pubblico, infatti, necessita di molto tempo e gli operai del comune non lo hanno a sufficienza a partire da subito dopo l’assegnazione dei cavalli del 17 ottobre. Il via ai lavori di assemblaggio del palco delle comparse avverrà pertanto dopo la seconda prova, a partire dalle 10.30. Tornando invece ai tempi straordinari del Palio di ottobre, c’è da segnalare un’altra novità. Il tradizionale trasferimento del Drappellone dal Palazzo comunale alla chiesa, in questo caso la Basilica di San Domenico, avverrà il 19 ottobre, anticipato però alle 11.30 (e non nel pomeriggio come invece accade a luglio e ad agosto).

Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

il bilancio delle previsite

Messaggio  jabru il Gio Ott 11, 2018 7:31 pm

L’unica giornata di previsite in programma in vista del palio straordinario del prossimo 20 ottobre si è conclusa poca fa con alcune assenze eccellenti. I cavalli hanno iniziato ad arrivare alla clinica del Ceppo alle 7.30 di questa mattina con Porto Alabe che ha aperto le danze. La prima sorpresa, o meglio dire la prima conferma, è arrivata verso le 9 quando dai van di Scompiglio non è sceso Phatos de Ozieri, uno dei big più attesi. La sua assenza non è certo passata inosservata tra gli addetti ai lavori, molto più di quella di Questurino, anche lui non presentato alle visite. Alle due assenze della mattina si è aggiunta nel pomeriggio quella di Solu Tue Due, il barbero della scuderia di Tremendo che era considerato come uno dei primi outsider nel possibile lotto dei 10. Dei 48 cavalli iscritti si sono presentati al Ceppo in 45, ma con defezioni importanti che potrebbero scompaginare i giochi. A questo punto Porto Alabe e Osama Bin rischiano l’esclusione? Presto per dirlo, prima ci sarà da aspettare la lista degli ammessi alle prove regolamentate e alla tratta, prevista per le prossime ore. E già da quel momento potremo iniziare a fare alcune valutazioni.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La magia del Palio stasera al Santa Maria della Scala

Messaggio  jabru il Gio Ott 11, 2018 7:34 pm

In attesa del Palio Straordinario, nell’ambito del Santa Maria della Scala LIVE, stasera alle ore 19, nella sala Sant’Ansano si potrà assistere alla proiezione del docu-film The Last Victory .
Il Documentario non vuole spiegare il Palio in modo didattico, ma cerca di farlo comprendere all’esterno attraverso le spontanee testimonianze dei senesi e far capire quanto la Carriera sia solamente “il gioco serio” che le contrade da secoli si concedono,  ma solamente all’interno di un’attività annuale continuativa,  vero e proprio esempio di modello sociale per il mondo.

La troupe segue nelle settimane che precedono il Palio di Siena del 2 luglio 2003 le attività, le attese e le speranze di alcuni membri attivi di una contrada che attendeva la vittoria da moltissimi anni.

Le storie ed i racconti dei protagonisti si intrecciano a mano a mano che ci si avvicina al fatidico giorno della Carriera .
Un ex-consigliere di Contrada quasi centenario, l’attuale barbaresco, una giovane contradaiola, un commerciante trapiantato in città da pochi anni ed un’anziana signora spiegano la corsa, i meccanismi della Festa, la rivalità con l’ avversaria, la vita della e nella contrada anche al di là dei quattro giorni di Palio tentando di descrivere le forti emozioni che senesi ed appassionati vivono due volte l’anno.

La gioia di aver avuto in sorte uno dei migliori cavalli sulla piazza, i preparativi, le scelte tecniche e strategiche della dirigenza e le tensioni lasceranno il posto infine all’ennesima emozione rappresentata da quel minuto e quindici secondi della Corsa.

SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

i cavalli ammessi alle prove regolamentate del 16 ottobre

Messaggio  jabru il Ven Ott 12, 2018 7:46 pm

Di seguito l’elenco dei cavalli ammessi alle prove regolamentate del prossimo 16 ottobre, che si svolgeranno dalle ore 10 alle 12, con arrivo in piazza del Mercato entro le ore 9,15.

CAVALLO  PROPRIETARIO

BOMBARDINO  Mark Harris Getty

LADY SPINA  Stefano Trochei

LAURETTA MIA  Camilla Marzi

QUARZUS  Maurizio Pacchi

QUEBECK SAURO  Nicola Sandroni

RADESKI  Filippo Belluco

RAOL  Antonio Francesco Mula

REMOREX  Massimo Columbu

RIO MANIGOS  Maurizio Carboni

S’OTHIERESU  Mark Harris Getty

SENNORESA  Alessio Giannetti

SMERALDO NULESE  Mark Harris Getty

SOLERO  Mario Savelli

SUNTO  Mario Fracassi

TAKATURSA  Luca Paddeu

TECHERO  Massimiliano Montomoli

TERRIBILE DA CLODIA  Mark Harris Getty

TONINA  Elisabetta Ferrini

TORNADA  Bachisio Carta

TORNASOL  Mark Harris Getty

TOUT BEAU  Tommaso Furielli

UGO RICOTTA  Paolo Boschi

UNA PER TUTTI  Massimo Milani

UNAMORE  Stefano Vanni

UNGARO DE BONORVA  Harry Arthur Louis Westerman

UNIDOS  Carmen Tiezzi Magi

URSELLA  Giuseppe Corrias

VIOLENTA DA CLODIA – Theodore William Thomas Westerman

I cavalli, ammessi direttamente alla Tratta del 17 ottobre, che dovranno essere presentati dalle ore 7.30 alle 8.30, sono:

CAVALLO  PROPRIETARIO

1. OSAMA BIN  Mark Harris Getty

2. PORTO ALABE  Fabrizio Brogi

3. QUERIDA DE MARCHESANA  Luca D’Ambrosio

4. ROMBO DE SEDINI  Augusto Posta

5. SCHIETTA  Anna Maoddi

6. SORIGHITTU  Simone Pistolesi
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

il commento sui cavalli ammessi alle prove regolamentate e alla tratta

Messaggio  jabru il Ven Ott 12, 2018 7:51 pm

Sono 34 i cavalli che hanno superato le previsite di mercoledì 10 ottobre. La truppa, quindi, si assottiglia ancora e passa da 45 a 34.

Gli ammessi alle prove regolamentate del 16 mattina sono 28, mentre i soggetti che andranno direttamente alla tratta del 17 sono 6, tutti con almeno una carriera alle spalle e uno solo, Porto Alabe, vittorioso. Oltre al barbero che ha trionfato ad agosto nella Lupa con Gingillo troviamo Osama Bin, Querida de Marchesana, Sorighittu, Rombo de Sedini e Schietta.

La compagine è destinata ad assottigliarsi ancora dopo le batterie del 16 mattina e ad una prima previsione potremmo indicare in circa 25 il numero dei soggetti che andranno alla tratta. Tra i cavalli che disputeranno le batterie del 16 ci sono anche Smeraldo Nulese, che in Piazza ha già debuttato, ed il chiacchierato Rio Manigos, soggetto della scuderia di Giosué Carboni che è considerato tra i cavalli più interessanti.

Adesso non ci resta che attendere il prossimo passaggio, ovvero le prove regolamentate del 16, che serviranno per una ulteriore scrematura e potrebbero anche dare maggiori indicazioni sulla composizione del lotto.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

De Mossi: “I cavalli sono più in forma che a luglio ed agosto”

Messaggio  jabru il Ven Ott 12, 2018 7:56 pm

“Lo Straordinario è una chiara richiesta dei giovani, non carichiamolo di valori politici”
Il sindaco Luigi De Mossi commenta così l’esito delle previsite: “I veterinari mi hanno detto che i cavalli sono addirittura – in alcuni casi – sorprendentemente più in forma che a luglio ed agosto. Ho dato delle indicazioni ben precise ai veterinari ovvero di non valutare solo le condizioni di salute ma anche le condizioni di forma. Domani in tarda mattinata sapremo quali soggetti parteciperanno alle prove regolamentate del 16 ottobre”

“Siamo pronti a vivere al meglio la nostra Festa, in questo caso ancor più straordinaria. C’è chi ha voluto caricare di valori politici questo Palio sbagliando perchè il Palio non è una festa politica. Da un punto di vista sociale per me questo Palio Straordinario è una chiara richiesta da parte dei giovani e di una città di mettersi alle spalle – senza dimenticarlo – un periodo brutto per andare verso un futuro migliore”
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ecco come cambiano le corse e gli scuolabus

Messaggio  jabru il Sab Ott 13, 2018 6:42 pm

Siena, 13 ottobre 2018 - Con il Palio straordinario anche Tiemme/Siena Mobilità introdurrà delle variazioni ai servizi di trasporto pubblico della rete urbana di Siena. Le variazioni saranno in vigore da mercoledì 17 a sabato 20 ottobre, interessando le linee urbane e i servizi scuolabus.

Le linee urbane interessate da variazioni di percorso o di capolinea saranno le linee s21, s22, s26, s27, s29, 50N (linea notturna), le linee “Pollicino” s51, s52, s54 e la 590 (infermieri).


Servizi scuolabus

I servizi scuolabus degli istituti scolastici del Comune di Siena, di ogni ordine e grado, saranno regolari nei giorni dal 17 al 20 ottobre 2018. L’unica variazione riguarda il termine delle lezioni pomeridiane che, anziché alle 16.30, sarà anticipata alle 14.30. Di conseguenza sarà anticipato alle 14.30 il servizio delle linee delle scuole Duprè (linea marrone, arancione, gialla, rossa, verde, rosa e blu), Saffi (linea A, B, C, D, E), Simone Martini (A, B e C), scuola Tozzi (linea A), scuola Peruzzi (linee A, 585 e 586), scuola Pascoli (linea 597, valida il giovedì), scuola Arbia (linea rossa), scuola Colleverde (553, solo giovedì) e scuola materna Arbia. Gli istituti secondari di primo grado (Scuole medie) mantengono invariato l’orario di ingresso e uscita. Nel periodo dal 17 al 20 ottobre, non effettuano il giorno di rientro pomeridiano mantenendo l’orario di uscita normale (quando non è previsto il rientro).

Per tutti i dettagli sulle singole modifiche di ciascuna linea è possibile consultare il sito internet www.tiemmespa.itnella sezione news.

La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ASPETTANDO IL 20 OTTOBRE CON IL SOLITO DILEMMA: BOMBOLONI SÌ O NO?

Messaggio  jabru il Sab Ott 13, 2018 7:01 pm

Ad otto giorni dal 20 ottobre, Piazza del Campo si sta nuovamente vestendo a festa per la disputa del Palio straordinario: ieri è iniziato il montaggio dei primi palchi, domenica mattina verrà steso il tufo e, nel pomeriggio, con la presentazione del drappellone e del masgalano, si entrerà veramente nel vivo della festa. Intanto, le chiacchiere tra i contradaioli circa la composizione del lotto dei dieci soggetti che verrà scelto dai capitani il 17 mattina, si fanno sempre più fitte. Poche ore fa è stata diramata la lista dei 28 cavalli ammessi alle prove di addestramento del 16 (dalle ore 10 alle 12), e dei 6 barberi promossi direttamente alla tratta (Osama Bin, Porto Alabe, Querida de Marchesana, Rombo de Sedini, Schietta, Sorighittu). Le assenze in fase di previsita dei tanto attesi Phatos de Ozieri, Solu Tue Due e Questurino, cavallo quest'ultimo che pur non avendo mai corso il Palio è ritenuto dagli addetti ai lavori tra i più forti, possono fortemente condizionare le scelte dei massimi dirigenti e, per questi motivi, la presenza al canape la sera del 20, del recente vincitore Porto Alabe, ma anche di Osama Bin, è a forte rischio. Quasi sicuramente si andrà privilegiando l’esperienza in Piazza, e sotto questo aspetto, i nomi, anche in assenza dei big, non mancano: Rombo de Sedini, Sorighittu e Schietta hanno debuttato in questo 2018, per vari motivi non hanno figurato, ma sono apparsi decisamente affidabili; accanto a loro potrebbero rientrare cavalli che hanno già corso una o più carriere e che sono poi stati messi momentaneamente da parte, come Smeraldo Nulese, S’Othieresu (a patto che entrambi superino lo step della prove di addestramento, alle quali sono stati obbligati dalla commissione veterinaria) o Querida de Marchesana. Più difficile che venga data, almeno per ora, un’altra chance a Tornasol, anche se, nei suoi impegni post luglio 2017, non ha più manifestato quelle intemperanze che portarono alla sua esclusione da quella carriera. Per ciò che riguarda gli esordienti che, verosimilmente, saranno nel numero di 2/3, i nomi più caldi potrebbero essere quelli del vociferato Rio Manigos, dei rodati Sunto e Solero, senza dimenticarsi però dei vari Remorex, Tonina, Quebeck Sauro, recentemente passato a scuderia Bartoletti, tutti soggetti che possono vantare un notevole bagaglio di esperienza di provincia e di tratta, e pronti ad inserirsi tra i magnifici dieci.

Davide Donnini da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Rame e acciaio per il Masgalano di Caffarelli

Messaggio  jabru il Dom Ott 14, 2018 7:28 pm

Un'opera fortemente legata alla città e alle sue tradizioni

SIENA. Un’opera di acciaio e rame che, nelle forme, ricorda l’abbraccio alla Piazza del Campo dove sfileranno l’eleganza e la bravura degli alfieri, del tamburino e di tutti i figuranti delle 17 contrade. Un’opera fortemente legata alla città e alle sue tradizioni, così come la sua autrice, Sara Cafarelli, artista a tutto tondo che ha realizzato il Masgalano per il Palio Straordinario del 20 ottobre.

L ambito riconoscimento è stato offerto dal Coordinamento addetti al Gruppi Piccoli e al Gruppo Giovani delle Contrade e, non a caso, nell opera ecco, uno accanto all altro, i barberi con i colori dei 17 rioni. E’ l’omaggio della Cafarelli al gioco più amato dai bambini senesi che, da generazioni, simulano la Carriera facendo rotolare le palline colorate come se fossero i cavalli che si sfidano per il Palio.

In questo modo l’artista ha saputo reinterpretare il premio alla miglior comparsa che, nella tradizione, riceveva un grande piatto o bacile d argento. Una reinterpretazione nei materiali e nelle forme in cui però si può trovare la storia del Masgalano: i cerchi concentrici con uno specchio al centro rispettano la consuetudine pur innovandola dando vita ad un’opera d’arte unica.

Di sicuro effetto i materiali utilizzati. L’acciaio, un metallo giovane, come giovani sono i bambini e i ragazzi dei gruppi contradaioli; e il rame, il metallo che l’umanità usa da più tempo. Un connubio perfetto che ben rappresenta la grande Festa senese.

La linfa vitale dei piccoli senesi che ha permesso e permetterà a Siena di continuare in eterno a divertirsi con quel gioco unico al mondo, capace di far vivere in parallelo storia e modernità. Passato e presente.

ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Ecco il drappellone del Palio straordinario 2018

Messaggio  jabru il Dom Ott 14, 2018 7:30 pm

Un cencio allusivo e laicamente religioso, come dice il pittore Montesano

SIENA. Non ha smentito le aspettative il drappellone dipinto da Gian Marco Montesano per il Palio straordinario dedicato alla fine della Prima Guerra Mondiale.

L’eclettico artista torinese, conosciuto e apprezzato a livello internazionale per quel suo modo di vivere e interpretare una pittura figurativa che prende corpo da frammenti-icona di storia, sintesi concettuale, analisi e percezioni di un sentire che, in maniera personalissima, riesce a far trasmigrare sulla tela.

Sul drappo di seta solo due soggetti dominano lo spazio, un soldato e una giovane donna, per la presa e la trasmissione di una realtà così tragica come quella rappresentata da un conflitto che macchiò di sangue l Italia come le altre nazioni che vi furono coinvolte.

Nessun rimando palese ai campi di battaglia. Montesano non ne ha avuto bisogno.

Il simulacro della guerra è tutto lì. In quel militare che porge dei fiori ad una bellissima ragazza mentre la saluta baciandole la mano. E’ il fante del Piave, veterano del dovere. Un dovere che qui si esprime nella gentilezza dell omaggio reso alla Bellezza, alla Pace ritrovata e all Amore: una forma di preghiera rivolta alla figura di una femminilità assoluta nel Celeste universale. “Ho cercato – spiega l’artista – un drappellone allusivo e laicamente religioso. La presenza femminile, sia pure con valenza assolutamente diversa, allude alla figura sacra che domina la storia iconografica dei dipinti per il Palio”.

L’impatto visivo è immediato.

Una narrazione unica. Affatto semplice, come al contrario potrebbe, invece, sembrare. La cifra stilistica dell artista è, ancora una volta, perfettamente riconoscibile. “I limiti del mio modo di intendere la pittura mi vietano qualsiasi brutalità dei segni e dei colori, così a discapito, forse, di una visibilità forzata e per me volgare, ho tentato la leggerezza del linguaggio nel quale mi esprimo”.

Con sguardo semiotico si colgono significanti oggettivi, ma anche interpretabili e personalizzabili da parte di chi guarda l opera, capace di aprire squarci che fanno riaffiorare memorie e pagine di storia. Riflessioni e introspezioni. Ai senesi non sfuggirà, certo, l’indice della mano sinistra della figura femminile che indica l’emblema dell’antica Repubblica di Siena: uno scudo blu con la parola Libertas scritta in oro.

La forza linguistica del drappellone di Montesano è in quel dialogo senza parole, ma carico di simboli, che intercorre tra i due personaggi proiettati in uno sfondo monocromatico celeste, quasi a volerli decontestualizzare per ancorarli ad una materialità al di là dell apparenza. E  un azzurro tenue, rassicurante e luminoso. La Grande Guerra è terminata. E quello è il cielo degli assoluti, religiosi o laici, oltre il tempo, oltre la cronaca degli accadimenti.

Immagini paradigma di un umanità sopravvissuta a quel punto di non ritorno generato dall’entrata in guerra, perché la vittoria, anche se a difesa di giusti ideali, si conquista solo se a vincere è la morte.

Gli stemmi delle dieci Contrade, che si contenderanno la vittoria sul tufo di piazza del Campo, sono stati dipinti in maniera circolare sulla parte alta del drappellone, con al centro la Balzana, lo stemma di Siena, quasi a voler evidenziare l indissolubile rapporto tra la città e le sue Contrade. L’artista ha posizionato l’araldica contradaiola non secondo l’ordine di esposizione delle bandiere alle trifore del Palazzo Comunale bensì secondo i terzi della città (Camollia, Città e San Martino), di cui ha riportato l’iconografia.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ecco chi consegnerà la busta al mossiere

Messaggio  jabru il Dom Ott 14, 2018 7:40 pm

Il comandante della Polizia municipale Rinaldi ha scelto Paolo Campanini

Siena, 14 ottobre 2018 - «Non è la prima volta che consegno la busta al mossiere al posto del collega Giuseppe Poma. C’è un precedente, quello del 2 luglio 2016», conferma Paolo Campanini. Che prenderà appunto il posto di Poma, un veterano dell'incarico, che è partito per le vacanze dopo aver 'diretto' il traffico dei van alla clinica del Ceppo.

Campanini  è stato scelto dal comandante della Polizia municipale Cesare Rinaldi per consegnare l’ordine dei cavalli alla mossa per il Palio straordinario. «L’emozione fu tantissima nel 2016  ma anche adesso sento forte la responsabilità. Come contradaiolo – scherza poi – un po’ di pensieri ci sono!». Campanini è infatti della Torre. Al suo debutto nel ruolo vinse com'è noto la Lupa.

La.Valde. da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Concerto della Fanfara dei Bersaglieri prima del Drappellone

Messaggio  jabru il Dom Ott 14, 2018 7:42 pm

Siena, 14 ottobre 2018 - Un grande spettacolo. Un omaggio alla città stante la dedica del Palio Straordinario, la fine della Prima Guerra mondiale. Questo il significato del concerto offerto oggi, dalle 16 alle 16.45 in Piazza del Campo dalla Fanfara provinciale di Siena dell’associazione nazionale Bersaglieri. Un concerto che precede la presentazione del Drappellone di Gian Marco Montesano.

I Bersaglieri hanno preso parte anche alla Prima Guerra Mondiale del ’15-’18 nella quale combatterono tutti i settori, dal Piave al Carso, alle Alpi fin sopra i 2000 metri di quota.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Presentazione del Drappellone per il Palio di Siena Straordinario del sindaco Luigi De Mossi

Messaggio  jabru il Dom Ott 14, 2018 7:46 pm

"Autorità, onorandi priori e capitani, contradaioli, cittadini

con lo squillo delle chiarine e la presentazione del Drappellone del Maestro Montesano ci ritroviamo qui, tutti insieme, per la terza volta nello stesso anno.
Anche nel rituale collaudato del Palio, ci sono momenti come questi, diversi dall'ordinario, che provocano sensazioni insolite, sensazioni straordinarie.
Siamo arrivati al termine di una lunga estate ma i tamburi non hanno smesso di suonare e 10 popoli non hanno smesso di sperare.
Questo è un evento particolare, un Palio dedicato alla fine della Prima Guerra Mondiale, un evento che ha il compito di raccontare il passato per auspicare un futuro migliore.

Quando ricordiamo i nostri combattenti come facciamo oggi guardando il Drappellone del Maestro Montesano ed il soldato che ritorna dalla guerra; quando ricordiamo i nostri caduti di ogni tempo, i mutilati, i veterani; quando ci rechiamo ai cippi o ai monumenti posti in memoria dell’eroismo spesso non conosciuto della nostra gente, non facciamo omaggio a valori che attengono al concetto di guerra, ma a valori che esaltano la profonda umanità del sacrificio, dell’eroismo, della dedizione che sono perenni e comuni.

C'è chi ha voluto caricare di valori politici questo Palio sbagliando perché il Palio non è una festa politica. Da un punto di vista sociale, per me, questo Palio Straordinario è una chiara richiesta da parte dei giovani e di una città di mettersi alle spalle - senza dimenticarlo - un periodo nero per andare verso un futuro migliore.
La Prima Guerra Mondiale è stata la prima e più grande carneficina della modernità, una divoratrice proprio di giovani. Scriveva dal fronte un ventottenne Giuseppe Ungaretti nel 1916

Mi tengo a quest'albero mutilato
abbandonato in questa dolina
che ha il languore
di un circo
prima o dopo lo
spettacolo
e guardo
il paesaggio quieto
delle nuvole sulla luna

Ragazzi al fronte e donne, madri, fidanzate e mogli ad aspettare il loro ritorno.
Immagine ben raffigurata nel Drappellone di Montesano con il soldato che al suo rientro porge i fiori alla sua amata, alla pace, forse ad una Madonna composta, moderna ed altera alla quale bacia la mano. Un bacio puro, intenso. Un bacio per la fine di una guerra disastrosa. Montesano ci narra la fine di un periodo brutale con un seducente ritratto femminile.

La fine di una guerra va ricordata e celebrata, e noi lo facciamo con la nostra Festa più bella. Va ricordata e tramandata perché ci si ricordi che la guerra segna il fallimento della pace ed è quindi sempre una sconfitta per l’umanità.

Ricordiamo la fine della drammatica guerra anche con lo splendido Masgalano realizzato da Sara Cafarelli ed offerto dal gruppo piccoli e giovani delle diciassette consorelle, che lo hanno commissionato all’unanimità e che andrà ad impreziosire il museo della Contrada più elegante nel corteo storico. Un Masagalano con i 17 barberi delle Contrade, insieme ed unite in segno di pace. La pace è uno dei pilastri su cui si è voluta edificare la nostra Nazione. Ma deve essere soprattutto il senso di ogni nostro comportamento quotidiano, il fine delle nostre azioni.

E il Palio, la nostra Festa tanto unica e amata, può essere il miglior insegnamento di pace. Nel Palio non ci sono nemici, bensì rivali per 4 giorni. Ma la rivalità svanisce in fretta e ci ritroviamo uniti in eventi come quello di questa sera e poi ancora uniti a cantare, con i brividi sulla pelle, il canto della verbena. Viva quindi la Nostra Siena e buon Palio a tutti noi."
Sie naFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

presentato il Drappellone realizzato da Gian Marco Montesano

Messaggio  jabru il Dom Ott 14, 2018 7:51 pm

Non ha smentito le aspettative il drappellone dipinto da Gian Marco Montesano per il Palio straordinario dedicato alla fine della Prima Guerra Mondiale.
L’eclettico artista torinese, conosciuto e apprezzato a livello internazionale per quel suo modo di vivere e interpretare una pittura figurativa che prende corpo da frammenti-icona di storia, sintesi concettuale, analisi e percezioni di un sentire che, in maniera personalissima, riesce a far trasmigrare sulla tela.

Sul drappo di seta solo due soggetti dominano lo spazio, un soldato e una giovane donna, per la presa e la trasmissione di una realtà così tragica come quella rappresentata da un conflitto che macchiò di sangue l’Italia come le altre nazioni che vi furono coinvolte.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

IL B RUCO VINCE IL MINIMASGALANO

Messaggio  jabru il Dom Ott 14, 2018 7:58 pm




La contrada di Barbicone si è aggiudicata la 43ª edizione della manifestazione per Giovani alfieri e tamburini





Il Minimasgalano 2018 si è svolto in un clima decisamente caldo, quasi estivo, che fa ben sperare in vista del Palio straordinario. I Giovani alfieri e tamburini si sono esibiti in Piazza del Campo applauditi da un foltissimo pubblico. La Nobil Contrada del Bruco si è aggiudicata il premio, quest'anno offerto dal Comitato amici del Palio.
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

E' dedicato alla Grande Guerra il drappellone del Palio Straordinario

Messaggio  jabru il Lun Ott 15, 2018 8:58 pm

Un soldato che porge dei fiori ad una bellissima ragazza mentre la saluta baciandole la mano. E' un omaggio al fante del Piave, veterano del dovere, il soggetto del drappellone, dipinto dall'artista torinese Gian Marco Montesano, per il Palio di Siena straordinario dedicato alla fine della Prima Guerra Mondiale, che si correrà sabato prossimo, 20 ottobre, in piazza del Campo.

Il sindaco Luigi De Mossi, domenica 14 ottobre, ha presentato ufficialmente il drappellone nel Cortile del Podestà del Palazzo Pubblico alle autorità cittadine, ai priori e ai capitani delle Contrade e numerosi contradaioli. Il precedente Palio straordinario si era corso in occasione del Grande Giubileo del 2000 indetto da Papa Giovanni Paolo II.

L'eclettico artista Marco Montesano è conosciuto e apprezzato a livello internazionale per quel suo modo di vivere e interpretare una pittura figurativa che prende corpo da frammenti-icona di storia, sintesi concettuale, analisi e percezioni di un sentire che, in maniera personalissima, riesce a far trasmigrare sulla tela.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: PALIO STRAORDINARIO

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum