PALIO STRAORDINARIO

Pagina 3 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Andare in basso

iniziate le prove per il tufo

Messaggio  jabru il Gio Set 20, 2018 7:56 pm

Come annunciato dal sindaco di Siena, Luigi De Mossi, sono iniziate oggi, giovedì 20 settembre in piazza del Mercato, le prove del tufo con la nuova mescola più adatta al mese di ottobre in vista del Palio straordinario che si terrà il giorno 20 e con la stesura in Piazza del Campo prevista per venerdì 14 ottobre.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

il Comune incontra l’associazione palcaioli

Messaggio  jabru il Gio Set 20, 2018 8:03 pm

Sul tavolo il tema sicurezza, montaggio palchi e prezzi
Si è svolta nel pomeriggio la riunione tra l’associazione Palcaioli e il Comune in vista del Palio straordinario del 20 ottobre. Si é parlato di vari temi, tra cui il problema sicurezza e il montaggio dei palchi, oltre ovviamente dei prezzi dei palchi. Nei prossimi giorni saranno decisi con certezza tutti i dettagli legati allo Straordinario.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

In Piazza del Mercato si testa la tenuta del tufo

Messaggio  jabru il Gio Set 20, 2018 8:05 pm

Tufo osservato speciale in vista dello Straordinario a causa dei pericoli meteo
In vista del Palio straordinario del 20 ottobre i tecnici comunali hanno iniziato a provare la tenuta del tufo, “osservato speciale” visti i rischi dati dal meteo.

La posa é avvenuta in piazza del Mercato per valutare tutte le condizioni di adattamento, con una nuova mescola più adatta al mese di ottobre.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Anche l’Oca aderisce allo Straordinario: all’appello mancano Lupa e Valdimontone

Messaggio  jabru il Gio Set 20, 2018 8:07 pm

Si esprimeranno domani sera in assemblea
Anche l’Oca ha aderito al Palio straordinario, dicendo sì nell’assemblea andata in scena ieri. L’ok era giunto anche dai popoli di Drago e Torre martedì sera.

All’appello mancano ora Valdimontone e Lupa che si esprimeranno domani sera.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

E’ Palio straordinario nelle rime di Freitag

Messaggio  jabru il Ven Set 21, 2018 7:24 pm

Sarà Palio, c’è l’editto

pe’ i caduti nel conflitto

e ben più di un monumento

ha creato un gran fermento

il rispargere la terra

nel ricordo della guerra

e c’è pure chi fa il gufo

che ripioverà nel tufo

e nell’uovo cerca il pelo,

non gli garba neanche il telo.

Molto meglio chi, farsesco,

scherza perché farà fresco

i materassi, co’ l telo quasi uguale,

van dal lato che è invernale,

mentre sotto la montura

o la maglia d’ armatura

ci andrà messa quella in lana,

questi sì che è cosa strana

non perché distrae le menti

da altri fatti assai più urgenti,

dalle cose fuori posto,

quello vale anche d’agosto

nè s’è visto in altri mesi

nella banca chi l’ha presi

quella ancora non è diaccia

e sarà stagion di caccia.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

il Drago svela il numero unico che si chiama 'Favoloso'

Messaggio  jabru il Ven Set 21, 2018 7:27 pm

E intanto Brio sogna lo Straordinario: "Mi vedo cavaliere medievale pronto alla giostra"

di LAURA VALDESI

Siena, 21 settembre 2018 - «Una contrada elegante», dice il sindaco Luigi De Mossi consegnando le monete al priore del Drago Claudio Rossi. L’atmosfera è leggera e raffinata, nei giardini che sembrano «un bosco incantato», affacciati su uno scorcio di Siena che riempie il cuore. Ed elegante è, nella sua semplicità, anche il numero unico che celebra la vittoria di Brio e Rocco Nice. «Favoloso», il nome dato al librone del successo che assomiglia a un tomo medievale con le pagine che sembrano scritte sulla pergamena. Un omaggio ai gioielli della Contrada, in primis Emilio Giannelli che ha realizzato il Palio-vignetta e al quale vengono dedicate le prime pagine del numero unico a tiratura limitata dove diventa ‘mastro Milio’. «Insolito e diverso, come la vittoria del Drago», esordisce Giovanni Molteni che ha coordinato la commissione da cui è uscito un capolavoro di contenuti e di grazia. «Con il valore dell’esperienza che si fonde con il tocco dei giovani», aggiunge illustrando senza fronzoli lo stile fantasy che contraddistingue il Drago inciso sulla copertina – made in Pizzichini –, logo della festa.

Contenuti, si diceva. Il priore Rossi descrive lo staff Palio «come la punta dell’iceberg sotto cui c’è una base massiccia e stabile». E coglie l’occasione, davanti alle Consorelle, per auspicare «che vengano messi da parte interessi personali sforzandoci di essere prima di tutto senesi e poi contradaioli». «Celebriamo il Drago ma anche l’orgoglio e l’appartenenza alla città. Il Palio è vita? Sono parzialmente d’accordo, in realtà lo sono le Contrade, una cosa speciale», gli fa eco il capitano Fabio Miraldi. Ma lo Straordinario si corre fra un mese. E il priore Rossi lo evoca augurandosi «lo sforzo di tutti affinché vada per il meglio».

Chi già sogna è Brio. Abbracci e strette di mano per il fantino avevano ieri un sapore diverso. La stagione non è finita. «Fra un mese a quest’ora – dice mentre nei giardini incantati cala la sera – si saprà chi ha vinto. E’ il primo Straordinario della mia carriera. Non lo immagino, è un Palio a bruciapelo. In Contrada ci resto anche dieci giorni... tanto dopo non ho da fare niente perché è inverno! L’emozione dell’estrazione, dieci bandiere che escono una dietro l’altra...». Confessa che questo Palio gli «piace da morire. Sento i brividi a pensarci. Immagino di essere un cavaliere medievale o dell’antica Roma che, fuori dalle mura, si prepara alla giostra che ci sarà». Dal sogno alla realtà: i doni al proprietario di Rocco Nice, Massimo Marchetti (libro e coperta per il barbero), a Maestro di campo e comandante della polizia municipale. Poi i capannelli fra le dirigenze. E’ Palio davvero.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Le pennellate di Montesano sul Palio straordinario

Messaggio  jabru il Ven Set 21, 2018 7:40 pm

Ha accettato la scommessa di dipingere il Palio in meno di un mese, ma è preoccupato per i tempi stretti. Gianmarco Montesano, pittore di fama internazionale, conosce la Festa senese per averla vista in tv, quando è stato contattato ha detto sì d’impulso. “Non c’era tempo di starci a pensare – ha detto ai microfoni di Are -, certo ora sto risolvendo le tante problematiche che si stanno presentando. L’idea c’è, l’ho presentata in un bozzetto al Comune, ora va messa in pratica, poi ci sarà da dipingere l’araldica e anche questo è un passaggio complesso. Il tema a cui è dedicato il Palio lo conosco bene avendo rappresentato più volte i drammi del Novecento. Spero di non deludere le aspettative e aspetto di vivere dal vero il Palio che vivendo all’estero ho solo visto in tv qualche volta”.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Michelotti: “Il 27 settembre riunione tecnica tra Sindaco, Prefetto e Questore”

Messaggio  jabru il Ven Set 21, 2018 7:42 pm

“Pronte alcune accortezze, ma sarà oggetto del confronto tra Sindaco, Prefetto e Questore”
“Io credo che il format proposto nelle ultime carriere sia quello vincente e a tal proposito il Sindaco De Mossi si confronterà con Prefetto e Questore”, ha spiegato l’Assessore Francesco Michelotti questa mattina ai microfoni di Radio Siena Tv.

“Ci vorranno delle accortezze legate a una serie di fattori che stiamo cercando di mettere a sistema. Il 20 ottobre non è il 16 agosto o il 2 luglio, quindi in termini di metereologia e presenza di persone è chiaro che qualcosa andrà rivisto. Sono allo studio tutta una serie di elementi che stiamo attenzionando e che discuteremo insieme al prefetto e al questore nei prossimi giorni, per cercare di dare a questa data straordinaria un giusto equilibrio”.



Andrea Mari da RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ci saranno tutte all’estrazione

Messaggio  jabru il Sab Set 22, 2018 7:17 pm

Assenso anche dai popoli di Lupa e Valdimontone

SIENA. Tutte le Contrade di Siena parteciperanno al Palio straordinario che si correrà il 20 ottobre.

Avevano già dato la loro adesione, dopo le assemblee, Chiocciola, Onda, Drago e Torre. Mercoledì sera aveva detto “si” anche l’Oca. Ieri sera hanno dato il loro assenso anche i popoli di Lupa e Valdimontone.

Si procederà, dunque, alla regolare estrazione delle contrade che si contenderanno questo Palio, che si terrà il 30 settembre, alle ore 17,30.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

con il sì di Lupa e Valdimontone tutte le 17 Contrade hanno dato l'adesione

Messaggio  jabru il Sab Set 22, 2018 7:20 pm

Dopo l'adesione di Chiocciola, Onda, Drago, Torre e, mercoledì sera, della Contrada dell'Oca, dalle due assemblee tenute questa sera, venerdì 21 settembre, sono arrivate anche le adesioni di Lupa e Valdimontone a disputare il Palio Straordinario del prossimo 20 ottobre, dedicato al Centenario della Prima guerra mondiale.

Tutti i 17 popoli quindi parteciperanno all'estrazione che avverrà domenica 30 settembre, alle ore 17.30, nel corso della quale saranno estratte le dieci Contrade partecipanti alla Carriera.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Mociano aperta per gli allenamenti individuali

Messaggio  jabru il Lun Set 24, 2018 7:25 pm

Definiti gli orari di prove e Carriera

SIENA. In occasione del Palio Straordinario del prossimo 20 ottobre, la pista di Mociano sarà a disposizione per gli allenamenti individuali dei cavalli da mercoledì 26 settembre a venerdì 12 ottobre con il seguente orario: lunedì e mercoledì dalle ore 9,30 alle ore 11,30, il venerdì dalle 16 alle 18.

Potranno partecipare solo i cavalli di età uguale o superiore ai 5 anni che hanno adempiuto a quanto previsto dall’art. 21 del Protocollo per l’addestramento dei cavalli da Palio per l’anno 2018, e che abbiano già maturato esperienza in Piazza del Campo in occasione delle prove regolamentate.

GLI ORARI DELLE PROVE E DELLA CARRIERA

Per il Palio Straordinario, che si correrà il prossimo 20 ottobre, le prove mattutine, a partire dal 17, si svolgeranno alle ore 10, quelle pomeridiane alle 17,15, mentre la Carriera alle 17
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

modalità di iscrizione alla previsita

Messaggio  jabru il Lun Set 24, 2018 7:27 pm

Le previsite saranno effettuate dalla Commissione i prossimi 10 e 11 ottobre, con data e orario direttamente comunicati al proprietario

PALIO STRAORDINARIO 20 OTTOBRE 2018: MODALITA’ DI ISCRIZIONE

DEI CAVALLI ALLA PREVISITA, PROVE REGOLAMENTATE, E PER LA PRESENTAZIONE ALLA TRATTA



A partire dal prossimo 27 settembre potranno essere iscritti alla previsita solo i cavalli di età uguale o superiore ai 5 anni che hanno adempiuto a quanto previsto dall’art. 21 del “Protocollo per l’addestramento dei cavalli da Palio per l’anno 2018”, approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 63 del 21.2.2018 e che abbiano già maturato esperienza in Piazza del Campo in occasione delle prove regolamentate.

Il modulo per la richiesta di iscrizione dei cavalli alla previsita, da compilare a cura del proprietario, dovrà essere indirizzato al Sindaco del Comune di Siena e pervenire improrogabilmente entro le ore 12 del prossimo 5 ottobre 2018 all’Ufficio Palio.

Si ricorda che i cavalli dovranno essere sempre iscritti alla previsita e alla Tratta con il nome “d’origine”.

Divieto, per i cavalli di età uguale o superiore ai 5 anni, ammessi alla previsita, di partecipare a corse, regolari e non, nei 15 giorni precedenti la Tratta, come previsto dall’art. 20 del Protocollo equino.

Le previsite saranno effettuate dalla Commissione i prossimi 10 e 11 ottobre, con data e orario direttamente comunicati al proprietario. Al momento degli accertamenti sanitari i cavalli dovranno essere accompagnati dal documento identificativo genealogico (cosiddetto passaporto), essere stati sottoposti ai controlli previsti dal decreto 2 febbraio 2016 “Piano nazionale per la sorveglianza ed il controllo dell’Anemia Infettiva degli Equidi”, ovvero essere stati controllati per l’Anemia Infettiva secondo la periodicità/validità indicata nel succitato Decreto, con esiti trascritti sui documenti/passaporto di accompagnamento (nella fattispecie, visto che la Regione Toscana è stata classificata come regione a basso rischio per l’Anemia Infettiva, i prelievi effettuati in Regione su equidi residenti in Toscana hanno validità tre anni), ed essere in regola con le vaccinazioni.

I cavalli presentati alla previsita dovranno essere non DPA (non destinati alla produzione di alimenti per consumo umano). Tale dichiarazione, per essere valida, dovrà essere registrata sul documento identificativo genealogico (cosiddetto passaporto) originale, con timbro e firma del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – Dipartimento delle Politiche Ippiche – Area Sella ex ASSI ex UNIRE, e controfirmata dal proprietario.

Tutti i soggetti saranno sottoposti a prelievo ematico per screening farmacologico e quelli che risulteranno non negativi verranno esclusi senza possibilità di appello.

Per quanto concerne, invece, le prove regolamentate, a totale rischio del proprietario, la mattina del 16 ottobre, dalle 10 alle 12, sarà allestita la pista.

I cavalli, che dovranno essere senza fasce (consentiti, invece, i paracolpi), devono arrivare in Piazza del Mercato entro le ore 9,15 per poi essere condotti all’interno della Cortile del Podestà da idonei accompagnatori che dovranno avere il documento identificativo genealogico originale rilasciato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali – Dipartimento delle Politiche Ippiche – Area Sella ex ASSI ex UNIRE o libro genealogico estero equiparato. In questa fase la Commissione veterinaria si riserva la possibilità di dichiarare non idonei altri cavalli, oltre quelli già esclusi durante la previsita.

I proprietari dei cavalli dovranno iscrivere il fantino che monterà per le prove regolamentate; non sarà ammesso alcun cambio di monta durante le stesse. I proprietari dei cavalli che contravvengono a questa disposizione saranno oggetto di sanzione amministrativa pari a 500 euro, come contenuto nell’apposita ordinanza.

Per la Tratta del 17 ottobre si ricorda che la presentazione dei cavalli deve avvenire dalle ore 7,30 alle ore 8,30.

Come previsto dall’art. 10 comma 6 del “Protocollo per l’addestramento dei cavalli da Palio per l’anno 2018”, nel caso in cui un cavallo ammesso alla Tratta non venga presentato alla Tratta stessa sarà escluso dalla partecipazione alla Carriera successiva. Qualora entro i quattro Palii successivi a quello in cui lo stesso cavallo è incorso nella infrazione di cui sopra, incorra in analoga violazione, allo stesso verrà applicata la sanzione di esclusione dalla partecipazione a ogni fase delle due Carriere successive.

L’esonero del cavallo dal partecipare alla Tratta per impedimento sopravvenuto allo stesso è disposto dall’Amministrazione comunale in seguito al giudizio del veterinario comunale, previa visita da effettuarsi in Piazza del Mercato nell’orario previsto per la presentazione dei cavalli.

Qualora il cavallo sia nell’impossibilità, per ragioni sanitarie da attestare con idonea documentazione, di raggiungere Piazza del Mercato l’Amministrazione comunale si riserva di far accertare dal veterinario comunale l’indisponibilità di trasporto dello stesso.

Come previsto dal Regolamento, l’accesso al Cortile del Podestà, oltre al proprietario, è consentito, anche, a una seconda persona.

Maggiori e più dettagliate informazioni, nonché la modulistica, sono reperibili sul sito www.comune.siena.it – La Città – Il Palio – Palio Straordinario 2018 – Previsite e prove regolamentate.

ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

considerazioni-di-un-consigliere

Messaggio  jabru il Lun Set 24, 2018 7:30 pm

La posizione di Tommaso Bartalini della lista Voltiamo Pagina
Tommaso Bartalini
SIENA. A qualche giorno dal voto espresso in Consiglio Comunale straordinario dello scorso 14 settembre, ritengo doveroso dare la mia chiave di lettura in merito all’effettuazione del Palio straordinario previsto per l’ottobre prossimo. Premettendo che il mio voto in Consiglio è stato favorevole, così come quello di tutti i Consiglieri del mio gruppo (Voltiamo Pagina), il punto fermo dell’intera vicenda restano le Contrade e non la politica, che pure ricopre un ruolo importante nell’organizzazione dello stesso (così come prescritto dall’art. 7 del Regolamento del Palio).
Come ho avuto modo di dire durante tutta la campagna elettorale e come ho ribadito in Consiglio Comunale, durante il dibattito, il Palio è un argomento peculiare. Per questo non mi sento di puntare il dito contro i Consiglieri Comunali astenuti o che hanno manifestato voto contrario; tuttavia reputo che le varie interpretazioni espresse sul voto delle assemblee di Contrada siano suggestive, ma in definitiva fantasiose e non corrispondenti alla realtà dei fatti.
Nel mio intervento in Consiglio Comunale ho cercato di sottolineare la mia visione sul Palio e sul mondo delle Contrade in generale, solo chi non conosce a fondo la nostra città potrebbe darne una diversa lettura. Sostenere che Siena è il Palio e viceversa non vuol dire né sminuire la città né tantomeno pensare che ci sia solo quello, ma significa che il Palio né rappresenta la memoria storica e l’essenza più profonda. Infatti la nostra storia, anche recente, ci precede. Per anni abbiamo vissuto in una sorta di “Shangri-La”. La nostra città era un modello per tutto il mondo, ma mentre il mondo cercava di copiare il “modello Siena” noi ci siamo persi per strada. Ora è il momento di riprendere il cammino, partendo da cosa Siena già rappresenta e immaginando cosa può rappresentare.
Ma questo nulla c’entra con il Palio. La decisione presa dalle assemblee di Contrada in merito all’effettuazione del Palio straordinario è legata in buona parte, se non unicamente, alle tempistiche. La prospettiva di poter correre un Palio straordinario a ottobre ha infiammato i senesi (di tutte le generazioni, non solo la mia) in un momento in cui, paliescamente parlando, eravamo già proiettati al prossimo anno. Nutro forti dubbi che lo stesso risultato sarebbe stato ottenuto se avessimo votato mesi fa, cioè prima delle due carriere di quest’anno. Che le tempistiche siano state l’elemento dirimente rappresenta un paradosso dal momento in cui le stesse tempistiche sono la motivazione che ha maggiormente esposto l’Amministrazione Comunale a critiche. Ma questo è il Palio, come ho detto in Consiglio Comunale, è un momento in cui tutto è il contrario di tutto.
Chi cerca di inquadrare ciò che è successo nelle ultime settimane a Siena all’interno di teorie a metà strada tra filosofia e sociologia è, a mio avviso, completamente fuori strada. Così come il Consigliere Piccini che parla di un Palio straordinario “emblema di una deriva populista”. La realtà dei fatti è più semplice. Molte volte si commette l’errore di cercare a spiegazioni semplici, processi e motivazioni complesse. Chissà quali altre motivazioni sociologiche i maître à penser dell’universo senese trovavano e trovano per giustificare la scelta delle Contrade per quanto riguarda i Palii straordinari, alcuni realizzati e altri no. Cosa c’è dietro la decisione delle Contrade nel respingere il Palio straordinario proposto nel 2009? E nel 1972, per il Palio straordinario dedicato al quinto centenario del Monte dei Paschi, quale spiegazione troverebbero? Il declino dei valori è sempre molto gettonato come argomento.
I Consiglieri Comunali che hanno espresso voto favorevole, seppur avendo ben chiaro quali siano i propri compiti istituzionali, non hanno potuto non tener conto di tutto questo.
Seppur soddisfatto per la realizzazione del Palio straordinario, personalmente auspico la costituzione di una Commissione ad hoc per la modifica del Regolamento del Palio, tanto necessaria quanto complessa, ciò porterebbe ad una maggiore chiarezza su alcuni aspetti dibattuti negli ultimi giorni, come per esempio un limite di tempo entro il quale far pervenire la richiesta di un Palio straordinario.
Tommaso Bartalini – Consigliere Comunale della Lista “Voltiamo Pagina”
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Alla previsita solo cavalli di 5 anni che hanno già fatto le prove di notte

Messaggio  jabru il Lun Set 24, 2018 7:37 pm

A partire dal prossimo 27 settembre potranno essere iscritti alla previsita solo i cavalli di età uguale o superiore ai 5 anni che hanno adempiuto a quanto previsto dall'art. 21 del “Protocollo per l’addestramento dei cavalli da Palio per l’anno 2018”, approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 63 del 21.2.2018 e che abbiano già maturato esperienza in Piazza del Campo in occasione delle prove regolamentate.

Il modulo per la richiesta di iscrizione dei cavalli alla previsita, da compilare a cura del proprietario, dovrà essere indirizzato al Sindaco del Comune di Siena e pervenire improrogabilmente entro le ore 12 del prossimo 5 ottobre 2018 all’Ufficio Palio.

Si ricorda che i cavalli dovranno essere sempre iscritti alla previsita e alla Tratta con il nome “d’origine”.

Divieto, per i cavalli di età uguale o superiore ai 5 anni, ammessi alla previsita, di partecipare a corse, regolari e non, nei 15 giorni precedenti la Tratta, come previsto dall’art. 20 del Protocollo equino.

Le previsite saranno effettuate dalla Commissione i prossimi 10 e 11 ottobre, con data e orario direttamente comunicati al proprietario.

Per quanto concerne, invece, le prove regolamentate, a totale rischio del proprietario, la mattina del 16 ottobre, dalle 10 alle 12, sarà allestita la pista.

I cavalli, che dovranno essere senza fasce (consentiti, invece, i paracolpi), devono arrivare in Piazza del Mercato entro le ore 9,15.

Per la Tratta del 17 ottobre la presentazione dei cavalli deve avvenire dalle ore 7,30 alle ore 8,30.

Come previsto dall’art. 10 comma 6 del “Protocollo per l’addestramento dei cavalli da Palio per l’anno 2018”, nel caso in cui un cavallo ammesso alla Tratta non venga presentato alla Tratta stessa sarà escluso dalla partecipazione alla Carriera successiva.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ALCUNE STATISTICHE SULLA CARRIERA STRAORDINARIA

Messaggio  jabru il Lun Set 24, 2018 7:45 pm

Oggi vogliamo proporre ai nostri lettori alcune curiosità relative alle carriere straordinarie tra il 1900 ed il 2000, in attesa di occuparci più approfonditamente, nella prossima settimana, dell’estrazione delle contrade con il classico articolo di presentazione.

Quello del 20 ottobre sarà il secondo straordinario del XXI secolo, che segue a 18 anni di distanza quello corso il 9 settembre 2000 per celebrare il Giubileo ed il nuovo millennio. Nel ‘900 furono disputati ben 19 straordinari, comprendendo in tale cifra pure le due carriere a sorpresa del 1909 e del 1919, ed il Palio con gli scossi del 1907. L’Oca ed il Montone sono le contrada che ne hanno vinti di più, ben 3, Fontebranda nel 1909, 1919, 1969, la contrada di Via dei Servi nel 1902, 1950, 1986; per ciò che riguarda i fantini invece sono quattro coloro che possono vantare 2 successi e cioè Picino (1902, 1904), Testina (1913, 1919), Aceto (1969, 1972) ed Il Pesse (1986, 2000), quest’ultimo giunto a nerbo alzato negli ultimi due corsi in ordine di tempo.

Sono invece solo due i cavalli plurivincitori di straordinari, con 2 successi ciascuno: Uberta (1960, 1961) e Topolone (1967, 1969).

Tra i capitani, 2 vittorie a testa per Emanuello Pannocchieschi d’Elci dell’Oca, nel 1909 e nel 1919 (ed in questa occasione ricopriva anche l’incarico di Sindaco), e per Roberto Marini della Selva, nel 1980 e nel 2000. Sabatino Mori della Civetta ha anch’egli vinto 2 volte lo straordinario, ma ricoprendo cariche diverse: capitano nel 1947, e tenente di Giorgio Bardini nel 1960.

Venendo ai posti al canape, notiamo come alcune contrade abbiano con frequenza occupato lo stesso posto per la mossa di uno straordinario: la Pantera, per esempio, per ben 5 volte è stata prima, l’Aquila 5 volte settima, l’Oca 5 volte di rincorsa. Il posto più vittorioso è il quarto, con 5 successi (1902, 1950, 1960, 1972, 1980); anche dalla rincorsa si è vinto spesso, 3 volte, (1909, 1954, 1969). Meno fortunati risultano il sesto ed il settimo posto, dai quali nessuno è mai riuscito a vincere.

Sarà questa la seconda volta che il drappellone verrà portato nella Basilica di San Domenico, la precedente fu nel 1980, nel Palio dedicato al VI centenario dalla morte di Santa Caterina. La chiesa non è stata scelta casualmente, infatti qui vi è conservato il monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale realizzato da Fulvio Corsini nel 1920 su commissione dell’Associazione Nazionale Madri, Vedove e Familiari dei caduti e dispersi per essere originariamente posto nella chiesa di San Martino. Nel 1927 fu poi collocato dove lo vediamo adesso, cioè nella terza cappella del transetto a destra dell’altar maggiore, anche se l’idea era di collocarlo nella sottostante Cripta. Il monumento si compone di un tabernacolo con un bassorilievo bronzeo raffigurante l’allegoria della morte del soldato, sovrastato da una base rettangolare dove sono riportati i nomi dei caduti. Nell’architrave del tabernacolo troviamo la scritta latina ET NON TANGERE ILIOS TORMENTUM MORTIS ILLI AUREM SUNT IN PACEM. Sotto il bassorilievo c’è la dedica: AI GLORIOSI E DILETTI LORO CADUTI/RECUPERANDO ALLA PATRIA CONFINI E GRANDEZZA/CON L’AMOR PARTECIPE DELL’ECCELSO OLOCAUSTO/LE MADRI E LE VEDOVE DI GUERRA/XXI OTTOBRE MCMXXIII

Davide Donnini da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

De Mossi: “Montesano? Scelgo i pittori per la qualità, non per lDe Mossi: “Montesano? Scelgo i pittori per la qualità, non per la fede politica”a fede politica”

Messaggio  jabru il Lun Set 24, 2018 7:50 pm

Il sindaco spegne le polemiche sulle presunte posizioni politiche dell’autore del Drappellone dello Straordinario
Intervistato a margine della cena della vittoria del Drago, il sindaco Luigi De Mossi ha così commentato le polemiche sull’autore del Drappellone del Palio straordinario del 20 ottobre, Gian Marco Montesano, cui sono state attribuite vicinanze politiche molto nette: “In particolare sui social – ha affermato – ci sono state forti polemiche su ipotetiche appartenenze politiche a lui attribuite, che non mi pare siano siano però esatte. Basta ricordare la sua amicizia con Toni Negri, che non penso sia uomo di destra. Non condivido certe affermazioni, in ogni caso si sa, il Palio è divisivo. Non scelgo comunque i pittori per la fede politica, è irrilevante, ma per la qualità”.

RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

scelta la chiesa: sarà San Domenico

Messaggio  jabru il Mer Set 26, 2018 7:19 pm

«UN SEGNALE di speranza». Sintetizza così Padre Alfredo, parroco di San Domenico, l’annuncio tanto atteso. La basilica che custodisce le reliquie di Santa Caterina, patrona d’Italia e d’Europa, è stata scelta per accogliere il Drappellone dello Straordinario dedicato ai 100 anni della Prima Guerra mondiale. «Che succede adesso? La messa delle 18 di sabato 20 ottobre sarà spostata nella cripta – spiega a caldo – lasciando libera la basilica per la Contrada vittoriosa».

Una bella sensazione...

«Non lo nego. Ed un significato profondo. Com’è ormai noto qui c’è un monumento ai caduti del primo conflitto di cui molti non sapevano finora l’esistenza. La notizia che San Domenico era, anche per questo, candidata ad accogliere il Palio dello Straordinario, ha creato curiosità. C’è stato un bel via vai di persone in chiesa. Positiva dunque questa riscoperta ma voglio sottolineare al contempo l’importanza degli scritti di Santa Caterina per la pace che, unendosi alla celebrazione della fine della guerra, rappresentano un bel segnale di cui c’è grande bisogno. Il Te Deum in S.Domenico, al di là del senso contradaiolo, finisce per diventare insomma segno di speranza per i popoli».

C’è bisogno di pace a Siena?

«Ovunque, a partire dalle famiglie ai luoghi di lavoro, è oggi quantomai indispensabile. Qui come nel mondo. Santa Caterina scrivendo al papa, ai politici, ai padri di famiglia raccomandava l’importanza della pace».

Come correttore del Drago sarebbe bellissimo se nella ‘sua’ basilica intonasse il Te Deum il popolo di Camporegio.

«Una vittoria nella vittoria. Vediamo se usciamo a sorte e se saremo ancora baciati dalla fortuna».



di LAURA VALDESI da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

•DOMENICA L'ESTRAZIONE DELLE CONTRADE PER IL PALIO STRAORDINARIO

Messaggio  jabru il Mer Set 26, 2018 7:23 pm

Domenica 30 settembre, Siena tornerà a respirare aria di Palio con il primo atto ufficiale della carriera straordinaria del 20 ottobre, vale a dire l’estrazione della contrade. A differenza di ciò che succede negli ordinari, il sorteggio per i Palii straordinari segue una particolare procedura descritta nell’art. 27 del regolamento, che riportiamo fedelmente, con esclusione degli ultimi due commi relativi alla contrade squalificate in via definitiva, assenti in questa occasione: “quando sia stato deliberato un Palio straordinario il Sindaco convoca i Capitani delle Contrade che non siano ritenute rinunciatarie in base all'art. 2 non meno di dieci giorni prima della data fissata per il Palio stesso dandone anche avviso al pubblico per procedere al sorteggio delle dieci che debbono prendere parte alla corsa, come è prescritto nell'ultimo comma dell'art. 4. Dato l'annuncio al pubblico dell'inizio della seduta con gli squilli dei Trombetti di Palazzo, il presidente colloca nell'urna soltanto i nomi delle Contrade ad esclusione di quelle che hanno rinunciato con le modalità stabilite per i Palii ordinari. Quindi ne estrae la prima, il Capitano di questa la seconda e così di seguito, fino al completamento delle dieci occorrenti per la corsa. L'ordine di estrazione determina quello di partecipazione delle rispettive comparse al Corteo Storico e pertanto il sorteggio deve continuare fino ad esaurimento delle Contrade. Anche in questo sorteggio il Presidente sostituisce i Capitani delle Contrade assenti, come stabilisce l'ultimo comma dell'art. 21.”

Come facciamo abitualmente per i Palii ordinari, vogliamo proporvi statistiche e curiosità sull’estrazione e, a tal proposito, abbiamo preso come campione il periodo che va dal 1902, anno del primo straordinario del XX secolo, al 2000. In questi 98 anni sono stati corsi 20 straordinari, comprendendo in tale numero anche i due Palii a sorpresa del 1909 e del 1919 nonché il Palio con gli scossi del 1907. Le contrade più fortunate, con ben 15 estrazioni sono Lupa e Torre, seguite a ruota dall’Aquila con 14. Drago, Giraffa, Oca, Pantera sono a 13, il Leocorno a 12, Civetta, Istrice, Onda, Selva Tartuca ad 11, Bruco e Montone a 10. Sotto la doppia cifra troviamo Chiocciola con 9 e Nicchio con solo 6 estrazioni. Va notato come Aquila Drago Leocorno ed Istrice abbiano partecipato a 19 estrazioni in quanto, le prime tre rinunciarono a partecipare al Palio del 28 settembre 1902, l’Istrice, invece, non aderì a quello del 1972, e perciò nemmeno furono imbossolate. Continuando con le curiosità, notiamo come la Lupa sia in serie positiva di 10 estrazioni consecutive e dal 1950 è stata estratta in tutti gli straordinari effettuati, anche se in realtà ne ha corsi 9, in quanto non partecipò a quello del 1986 per un infortunio al cavallo; la Chiocciola ha saltato gli ultimi due straordinari effettuati, mentre il Nicchio ha partecipato ad un solo straordinario degli ultimi 6. Nel lasso di tempo esaminato, le più vittoriose risultano essere, con 3 successi, Montone (1902, 1959, 1986) ed Oca (1909, 1919, 1969). Seguono a 2 vittorie Civetta (1947, 1960), Giraffa (1913, 1967), Leocorno (1904, 1954), e Selva (1980, 2000) che ha vinto gli ultimi due straordinari ai quali ha partecipato. Con un successo chiudono Drago (1945), Istrice (1972), Lupa (1907), Nicchio (1961), Onda (1928) e Torre (1910). Per tutte le altre consorelle rimaste, tranne che per la Chiocciola che ha conquistato il suo unico straordinario nel 1712, l’ultima vittoria risale al XIX secolo. Dalle statistiche vediamo altresì che Bruco e Giraffa sono abbonate alla sesta trifora, occupata da queste due contrade negli ultimi 3 straordinari da loro disputati, mentre i contradaioli di Aquila e Civetta devono avere i cuori forti, in quanto negli ultime due straordinari corsi, le loro bandiere sono sempre uscite rispettivamente per nona e per decima. Sempre per ciò che riguarda le trifore, le più fortunate sono la quarta, la quinta e la nona, dalle quali per quattro volte si sono affacciate le bandiere delle vincitrici; la meno fortunata è invece la terza che, nei 20 Palii straordinari tra il 1902 ed il 2000, non ha mai “ospitato” contrade vittoriose.

Infine notiamo come la presenza contemporanea delle “quattro verdi” è cosa assai rara per gli straordinari: Bruco, Drago, Oca e Selva sono infatti state sorteggiate assieme solo in un’occasione, vale a dire nel settembre 1980.

Davide Donnini da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Palio, a Mociano si galoppa. Ma che polverone

Messaggio  jabru il Gio Set 27, 2018 7:40 pm

La tramontana che spazza la collina di Mociano. Temperature rigide – 8 gradi la minima –, nonostante il sole. E un polverone che porta via la terra dalla pista, riaperta dal Comune per consentire ai cavalli di riprendere confidenza con le traiettorie del Campo. Ecco il Palio Straordinario al gelo. Con sciarpa al collo e giubbotto pesante, come evocato sui social e nelle chiacchierate in Contrada. «E con i cavalli che sentono il cambiamento di stagione ed iniziano ad allungare il pelo», racconta Gingillo che ieri mattina ha inaugurato i galoppi a Mociano, montando Rombo mentre su Ursella c’era il suo ragazzo di scuderia, Puddu. A spingersi fino alla pista ci sono alcuni appassionati e, tra gli altri, gli ‘occhi’ dell’Oca.

«Dai secondo me è utile per riallenare i cavalli», ammette il fantino vittorioso ad agosto con Porto Alabe. Quando si entra però nell’argomento lotto del 20 ottobre, scherza con Augusto Posta dicendo «che i fantini non contano niente». «Ma come, hanno tutto sotto controllo», ribatte il proprietario di Rombo de Sedini.
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Una contrada correrà d'obbligo il Palio

Messaggio  jabru il Ven Set 28, 2018 6:42 pm

Dopo l’estrazione di domenica, la successiva grande scadenza “Straordinaria” cadrà fra circa 10 giorni, quando inizieranno ad avere un po’ di credibilità le previsioni meteo. Al netto della scaramanzia, degli ottimisti per natura o dei pessimisti a prescindere, la contrada di Giove Pluvio sarà quella che correrà d’obbligo il prossimo Palio, anche se la bandiera non sarà esposta alle trifore. Sarà lei a determinare i tempi della Carriera, ovvero il rispetto dei ritmi comunicati dal Comune. L’amministrazione decidendo di correre il 20 ottobre entrerà sicuramente nella storia. Sul lato negativo sorvoliamo, essendo lapalissiane le nefaste conseguenze. Se tutto invece andrà come da programma avrà organizzato lo Straordinario più tardivo del plurisecolare calendario senese, scalzando dal gradino più alto del podio quello del 4 ottobre 1745 vinto dalla Pantera, arrivando ad un solo giorno da quello del 21 ottobre 1849, corso per recuperare il 2 luglio 1848, non disputato per la 1° Guerra di Indipendenza, come sostiene lo storico Orlando Papei, anche se un poco “Straordinario” lo fu sicuramente. La data scelta dal Comune coincideva infatti con la visita a Siena del Granduca Leopoldo II e l’apertura della linea ferroviaria Siena-Empoli. Al tempo non si andava troppo per il sottile ed il Palio era più una sagra da fare a comando, che un “unicum di tradizione” come negli ultimi 70 - 100 anni.
Come riporta Paolo Tertulliano Lombardi in “Memoria di Palio a cavallo di tre secoli”, fu la Civica Magistratura a decidere la data del Palio e pare che tutto andò anche bene, come ci ricorda la ricostruzione pubblicata: “Così terminò questa festa sebbene in una stagione poco favorevole e contrariata alquanto dalla minaccia di pioggia pure riuscì piuttosto brillante e per la varietà di contrasto della corsa e per la presenza della real famiglia, e per la quantità del popolo accorso” (fonte ilpalio.org). Per la cronaca vinse l’Oca con il mitico Gobbo Saragiolo, il fantino più titolato del Palio (insieme a Bastiancino) con 15 successi, uno più di Aceto e due più di Trecciolino. Ma questa è storia passata e forse è meglio tornare a quella da scrivere.
Strategie
Fino a domenica tutto sarà immobile, per poi prendere una velocità vorticosa fin dai minuti successivi all’estrazione, quando i capitani faranno la telefonata di rito al big di riferimento, promettendo e chiedendo fedeltà alla parola già data in queste settimane. Molto dipenderà anche dagli incroci delle rivalità e dal peso specifico (leggi economico) delle dieci estratte. Fino a quando i trombetti di Palazzo non suoneranno al piano superiore parlare di accoppiate è dunque solo un vuoto esercizio dialettico. L’unica certezza la ha il Bruco con Andrea Mari fantino ufficiale. Il resto è tutto da scrivere. In ogni caso le due Carriere ordinarie qualche rivoluzione potrebbero averla portata e nuovi equilibri potrebbero nascere fin da domenica sera. Gingillo sa che il prossimo anno difficilmente sarà fra i canapi per la nota proposta di sanzione. Vedremo cosa deciderà la Giunta sui ricorsi, ma dopo il pasticciaccio del presunto incontro romano, la strada verso l’accoglienza delle discolpe appare più in salita. Ecco che potrebbe giocare da battitore libero, provando a far saltare il banco con uno “Straordinario” cappotto. Anche per Trecciolino l’orologio verso i 50 anni (27 dicembre) scorre, così come il giorno in cui appenderà il nerbo al chiodo. Se guardiamo la storia, Ciancone nel luglio del ’69 vinse a 51 anni e 9 mesi, mentre Aceto nel ’92 a 49 anni e 2 mesi. In poche parole il tempo stringe e lui lo sa bene. La Carriera di agosto ha dimostrato che ha ancora una condizione psicofisica straordinaria. Da uomo molto intelligente sa bene che il 20 ottobre sarà una delle sue ultime possibilità di raggiungere Aceto e di vincere il suo primo “Straordinario”. Attenzione dunque al vecchio, ma non rassegnato, Imperatore. Bene lo sanno Scompiglio e Tittia, che nel 2018 sono rimasti a secco, così come lo sa bene Andrea Mari, con la mente libera per il successo di luglio. L’ultimo faro fra i fantini “Straordinari” sarà Carlo Sanna, in ombra ad agosto, consapevole che se vuole restare fra i big dovrà vincere. Per gli altri quattro posti al canape sono in lotta quasi dieci “assassini”, che lotteranno senza esclusione di colpi.
Cavalli
Fino al termine dell’iscrizione alla previsita (5 ottobre) non sapremo ufficialmente l’elenco dei potenziali barberi “Straordinari”. Stando però alle dichiarazioni di intenti dei proprietari e gli esiti delle previsite delle ultime due Carriere, l’unico big sul tufo alla fine potrebbe essere Porto Alabe, pronto a correre il suo tredicesimo Palio consecutivo, record impensabile nell’era moderna. Su di lui però potrebbe cadere la scure dei capitani, specialmente se saranno numerose le rivalità e le contrade assetate di vittoria. Il vincitore potrebbe dunque uscire fra gli outsider, quelli poco considerati durante l’estate, ma che in questo autunno “Straordinario” potrebbero avere una condizione fisica top ed entrare nella storia del Palio direttamente dalla porta principale.

Lello Ginanneschi da Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Il Comune stanzia 400 mila euro per il Palio, i palcaioli fanno gli sconti

Messaggio  jabru il Ven Set 28, 2018 6:48 pm

L’amministrazione comunale rimpingua il portafogli per sostenere le spese per il prossimo Palio straordinario. Ieri l’assessore al bilancio Fazzi ha spiegato, nel corso del consiglio comunale, che sono stati stanziati circa 400 mila euro per l’organizzazione della festa, di cui 267mila euro prelevati dal Fondo di garanzia, 50mila euro di residui attivi e i 75mila euro per gli straordinari dei dipendenti con una variazione di bilancio approvata ieri. Intanto l’associazione dei palcaioli ha deciso di praticare uno sconto sul costo dei posti sia per le prove che per il palio del 20 ottobre.
Sentiamo Ricci, presidente palcaioli.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

le scuole restano aperte. Possibili uscite anticipate

Messaggio  jabru il Sab Set 29, 2018 7:54 pm

«MAMMA per il Palio resto a casa vero?» «Le prove sono alle 10 e alle 17,15: come si fa a partecipare?» Alzi la mano chi, genitore di un ragazzo che frequenta medie o superiori, non si è sentito rivolgere queste domande. Sperando di ottenere il via libera, nel caso, ad andare in Contrada invece che a lezione. Sarà una bella ‘guerra’ con papà e mamme perché, in realtà, dopo l’incontro di giovedì fra gli istituti scolastici della città, preceduto da quello fra Comune e provveditore, emerge che non verranno chiusi. Neppure sabato 20 ottobre, giorno in cui si corre lo Straordinario.

«LE SCUOLE rimangono aperte – conferma la dirigente dell’Istituto comprensivo ‘Jacopo della Quercia’ Lucia Regola – però siamo in attesa di indicazioni sulla viabilità, i trasporti ed anche il servizio mensa. Quando le avremo aggiusteremo semmai l’orario in base alle comunicazioni». Sono i plessi che si trovano nel centro storico, e dunque a maggiore contatto con le Contrade, quelli che potrebbero registrare disagi. E’ il caso del liceo ‘Piccolomini’, al Prato di Sant’Agostino, proprio davanti alla società della Tartuca. Come pure della media ‘San Bernardino’, qualche metro più avanti, in via Mattioli. «Rimane aperta anche il giorno del Palio, il 20 ottobre, – spiega il reggente dell’istituto comprensivo Luca Guerranti –, fino alle 16,30 per il tempo pieno. E la Carriera si corre alle 17. Aspettiamo l’estrazione a sorte delle Contrade per capire le soluzioni e soprattutto comunicarle ai genitori. Cerchiamo soprattutto di comprendere se sarà possibile gestire il flusso dei pulmini in questa fascia oraria o se, magari, è necessario chiedere ai genitori di venire a prendere i figli prima oppure se li facciamo andare via in anticipo».

A scalpitare sono soprattutto gli studenti delle superiori. Chi ha le idee abbastanza chiare è Alfredo Stefanelli, preside di ‘Bandini’ e ‘Galilei’. «Nel caso dell’istituto commerciale e per geometri il sabato non ci sono problemi perché resta chiuso. Ma non escludo, vista l’alta densità di senesi e contradaioli, di prendere in esame un’eventuale uscita anticipata il venerdì in occasione della prova generale, altrimenti ci sarebbero attività fino alle 17. Diverso il discorso al ‘Galilei’ dove sono previste lezioni anche il 20. Possibile che la prossima settimana la scuola scelga, anche in questo caso, la chiusura un paio di ore prima ma, ripeto, nessuna decisione è stata ad ora assunta. Per quanto riguarda invece la questione dei trasporti, attendiamo comunicazioni, anche se la nostra posizione è meno penalizzata di quella di altri istituti».



di LAURA VALDESI da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Estratte le dieci Contrade

Messaggio  jabru il Dom Set 30, 2018 6:55 pm

Torre, Lupa, Chiocciola, Oca, Drago, Tartuca, Selva, Civetta, Nicchio e Giraffa sono le dieci Contrade estratte a sorte questa sera, domenica 30 settembre a partire dalle 17.30, all'interno del Palazzo comunale in Piazza del Campo a Siena e che prenderanno parte al Palio di Siena Straordinario del 20 ottobre 2018 che si corre in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale. Sono quindi due le coppie di rivali in campo Torre e Oca, Chiocciola e Tartuca.

Dalle trifore del primo piano di Palazzo pubblico che si affacciano su una Piazza del Campo mai vista così gremita, sono state esposte nell'ordine le bandiere delle Contrade estratte, mentre le altre sette che non disputeranno il Palio sono state esposte al secondo piano nell'ordine di estrazione che sarà quello che le Contrade avranno nel Corteo Storico.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

corrono Torre, Lupa, Chiocciola, Oca, Drago, Tartuca, Selva, Civetta, Nicchio e Giraffa

Messaggio  jabru il Lun Ott 01, 2018 6:38 pm

Quattro rivali in campo e grande entusiasmo in piazza (Foto e video)

SIENA. Torre, Lupa, Chiocciola, Oca, Drago, Tartuca, Selva, Civetta, Nicchio e Giraffa sono le dieci contrade che correranno il Palio straordinario del 20 ottobre, dedicato alla fine della Prima Guerra Mondiale.

Quattro le “nemiche” in campo: Torre e Oca e Chiocciola e Tartuca. La Selva è l’ultima contrada ad aver vinto un Palio sstraordinario. E’ curioso notare che sono state estratte cinque delle sette contrade che in prima istanza (11 settembre) avevano deciso in assemblea di dire “no” al Palio straordinario: Oca, Torre, Drago, Chiocciola e Lupa.

Diverso dal solito il metodo di estrazione, trattandosi di una Carriera straordinaria. E’ stato, infatti, il sindaco Luigi De Mossi, alle ore 17,30 di questo pomeriggio (30 settembre), a estrarre la prima Contrada: la Torre, il cui capitano ha estratto la Lupa, e così di seguito fino alla decima. Le bandiere delle 10 Contrade sono state esposte alle trifore del primo piano di Palazzo Comunale.

Aquila, Bruco, Istrice, Onda, Leocorno, Valdimontone e Pantera sono state estratte dal primo cittadino.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

estratte le contrade, 20 mila persone in piazza

Messaggio  jabru il Lun Ott 01, 2018 6:40 pm

Siena, 30 settembre 2018 - Sono Torre, Lupa, Chiocciola, Oca, Drago, Tartuca, Selva, Civetta, Nicchio, Giraffa le dieci contrade estratte a sorte questo pomeriggio, in Comune, per il Palio straordinario per ricordare la fine della prima Guerra mondiale, in programma il 20 ottobre.

Un evento, quello di stasera, cui hanno assistito in piazza del Campo circa 20mila persone ma c'è chi giura che si sia sfiorata quota 40mila. Nella prossima corsa non mancano rivalita' storiche come quelle tra Oca e Torre e Tartuca e Chiocciola. Con l'estrazione sono iniziate le strategie dei capitani che hanno solo 16 giorni di tempo per creare la strategia vincente in vista della tratta del 17 ottobre.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8305
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: PALIO STRAORDINARIO

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum