Palio di Provenzano

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Il commento di Dario Colagè

Messaggio  jabru il Mar Giu 29, 2010 3:56 pm

Il commento di Dario Colagè: "Mi piacciono Fedora e Leo Lui"

Dario Colagè detto Il Bufera: "Io sono per i cavalli più forti.Non lo avrei escluso Già del Menhir. Rispetto la decisione dei capitani. Giostreddu è un buon cavallo, che in provincia si è fatto valere. Sono per Fedora e Leo Lui". Aquila, Bruco, Giraffa, Leocorno, Nicchio, Selva, Torre, Onda, Istrice, Drago. Dieci popoli in attesa dell'assegnazione dei barberi. Un solo esordiente: è Giostreddu. Gli altri, Fedora, Elimia, Insomma, Lampante, Elfo, Istriceddu, Gammede, Giove Deus, Leo Lui hanno corso almeno un Palio.

>>29/06/2010 13.55.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Segue il valzer delle monte

Messaggio  jabru il Mar Giu 29, 2010 4:19 pm

Via al valzer delle monte: pochi i punti fermi. Aggiornamenti su PalioNews

Nicchio e Selva le contrade favorite dopo l’assegnazione dei cavalli avvenuta verso le 13,30. Nella contrada dei Pispini è andato Istriceddu, che ha vinto lo scorso anno nella Civetta, e Fedora Saura (ha vinto nell’Oca) è andata in sorte alla Selva.
Ecco il riepilogo dell’assegnazione: Drago - Insomma, baio, femmina, di 7 anni; Bruco - Elimia, baio, femmina, di 10 anni; Giraffa - Lampante, baio, femmina, di 6 anni; Istrice- Elfo di Montalbo, baio, castrone, di 10 anni; Torre - Leo Lui, sauro, castrone, di 6 anni; Onda - Giove Deus, sauro, castrone, di 8 anni; Aquila - Gammede, sauro, castrone, di 8 anni; Leocorno - Giostreddu, baio oscuro, castrone, di 8 anni; Nicchio - Istriceddu, baio oscuro, castrone, di 7 anni; Selva - Fedora Saura, grigio, femmina, di 9 anni. Ora comincia il valzer delle monte. Un punto fermo: Luigi Bruschelli detto Trecciolino resterà nel Nicchio. Anche il Drago è stabile con Alessio Migheli detto Girolamo. Poi tante ipotesi: il Bruco potrebbe affidare Elimia a Virginio Zedde detto Lo Zedde; la Giraffa è su Gianluca Fais detto Vittorio; l’Istrice dovrebbe scegliere Francesco Caria; l’Onda ha scelto Bartoletti; l’Aquila pensa ad Antonio Siri e Antonio Villella; il Leocorno dovrebbe andare con Giuseppe Zedde detto Gingillo; la Selva è su Silvano Mulas detto Voglia. La Torre è tra Antonio Villella e Paride De Mauro. Tra i dieci cavalli prescelti dai capitani solo un esordiente: è Giostreddu. Gli altri, Fedora, Elimia, Insomma, Lampante, Elfo, Istriceddu, Gammede, Giove Deus, Leo Lui hanno corso almeno un Palio. A vincerlo sono stati solo Fedora Saura e Istriceddu.

>>29/06/2010 15.10.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

valzer delle monte

Messaggio  jabru il Mar Giu 29, 2010 4:52 pm

Il valzer delle monte: nell'Onda Bartoletti, Villella verso la Torre

Ecco altri aggiornamenti per il valzer delle monte: Gianluca Fais detto Vittorio nella Giraffa, Silvano Mulas detto Voglia nella Selva, Francesco Caria nell'Istrice, nell'Onda Jonata Bartoletti detto Scompiglio. La Torre verso Antonio Villella detto Sgaibarre. Andrea DeGortes detto Aceto insiste: "Istriceddu è il migliore cavallo".

>>29/06/2010 15.23.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Il Nicchio è il favorito

Messaggio  jabru il Mar Giu 29, 2010 8:22 pm

SIENA. Sarà il Nicchio la contrada vincitrice del drappellone dipinto da Ali Hassoun? E’ una ipotesi possibile, molto possibile, se si tiene conto che alla tratta di ieri (28 giugno) le è stato assegnato un cavallo tra i migliori, Istriceddu, baio oscuro di sette anni, vincitore del palio di agosto del 2009 nella Civetta.
Un animale gradito al fantino Luigi Bruschelli detto Trecciolino, che ancora non ha rivali che lo possano contrastare e che soprattutto si è creato tra i suoi colleghi concrete alleanze che in piazza del Campo contano molto. E non è certo da sottovalutare anche la somma di denaro che il Nicchio, a digiuno di vittorie dal 16 agosto del 1998, metterà sul piatto per stipulare gli accordi con le altre contrade. I cosiddetti partiti.
Per vincere un palio a Siena, fino da oggi non si è badato a spese, soprattutto nelle contrade che hanno un maggiore seguito di persone. E il Nicchio lo è davvero per cui i contradaioli, nonostante la crisi economica che anche a Siena si fa sentire, si tasseranno e in caso di vittoria daranno il loro contributo, in certi casi anche molto consistente.
Un gioco dispendioso che a Siena comincia a piacere poco, soprattutto se si pensa che molto di quel denaro va nelle tasche dei fantini e meno alle contrade con cui si fanno gli accordi.
Un tema di cui tra i contradaioli da quando l’economia falcidia gli stipendi e diminuisce le occasioni di lavoro, si dibatte ed emerge in più occasioni.
Dunque è il Nicchio la contrada favorita. Ma si sa che il palio di Siena non è facilmente prevedibile e questo è il suo fascino.
Ci sono molte variabili. L’assegnazione dei cavalli, il loro adattamento al difficile percorso della piazza, le monte dei fantini, eventuali e non augurabili infortuni, l’ordine di entrata ai canapi il giorno del palio. Tutto contribuisce a rendere incerta la corsa. E per renderla ancora più incerta i capitani delle dieci contrade partecipanti hanno scartato il cavallo più forte, Già del Menhir, vincitore di due delle tre corse a cui ha partecipato.
Non è la prima volta che accade nella lunga storia del palio di Siena.
Il Nicchio dovrà guardarsi dalla Selva - che ha avuto in sorte, Fedora Saura, potente grigia di 9 anni - e anche dalla Giraffa, a cui è stato assegnato Lampante, baio di 6 anni. Le altre assegnazioni Torre Leo Lui, Leocorno Giostreddu, Bruco Elimia, Aquila Gammede, Onda Giove Deus, Istrice Delfo de Montalo, Drago Insomma.
Tra queste qualche sorpresa potrebbe venire fuori. Bisognerà vedere le monte (tenendo conto che molte potrebbero essere condizionate dalle strategie indicate da Trecciolino) e le accoppiate fantini-cavalli che si formeranno.


A. Mattioli da Il Cittadino Online
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Le monte

Messaggio  jabru il Mar Giu 29, 2010 8:26 pm

Non ci è voluto molto tempo per decidere le monte. Da una parte c'è stata la sorte che ha deciso per mandare determinati cavalli in Contrade gradite dai fantini. Il Palio è fatto e costruito dalla sorte: nella Giraffa viene mandata Lampante, cavalla che scappa dai canapi come un gatto e che viene per tutto l'anno montata da Gianluca Fais. Detto fatto: Vittorio, che aveva visto le prove di notte con la dirigenza giraffina, si sfrega le mani e parte verso Provenzano. Ed è solo l'inizio: i cavalli scivolano via fino al botto finale, il testa o croce tra Selva e Nicchio per Fedora o Istriceddu. Il cavallo vittorioso nell'agosto scorso prende la via dei Pispini e Bruschelli fa lo stesso che Fais aveva fatto con la Giraffa: si blocca nel Nicchio. L'Onda ufficializza immediatamente Jonathan Bartoletti detto Scompiglio sullo scattante Giove Deus, nel Drago la monta di Girolamo su Insomma è lapalissiana. Il Leocorno, unica Contrada con il cavallo esordiente, Giostreddu, opta per Gingillo, mentre Virginio Zedde finisce in via del Comune su Elimia. Nell'Istrice si sceglie la linea giovane con Francesco Caria detto Tremendo su Elfo di Montalbo, il più esperto di tutti. Nella Selva su Fedora si sceglie il riscatto di Mulas, mentre nell'Aquila si scommette su Federico Ghiani. L'ultima a scegliere è la Torre, ma col botto: Antonio Siri. Secondo esordiente in due Palii di Fatucchi Capitano, lo scorso anno Siri fantino dell'Onda mai impiegato e quest'anno in Salicotto.



>>29/06/2010 17.56.00(SIENANEWS)

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Prima prova - vince il Nicchio

Messaggio  jabru il Mar Giu 29, 2010 9:05 pm

Il Nicchio vince la prima prova con Istriceddu e Trecciolino

Dopo una mossa laboriosa partono in testa la Giraffa e la Torre. Prova il Nicchio che passa primo a San Martino con Istriceddu e Trecciolino. La Selva passa in testa. Fedora Saura condotto da Voglia va “quasi” a vincere la prima prova. Infatti è il Nicchio che con un rush finale passa primo al bandierino.

>>29/06/2010 19.57.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Prima prova il Nicchio parte in testa

Messaggio  jabru il Mer Giu 30, 2010 10:17 am

SIENA. La gioia dei contradaioli che hanno avuto in sorte il cavallo “bòno” non diminuisce, anche se sale l’ansia della prova vera. Va bene la storia del cavallo vincente, le corse in provincia o chissà dove. Qui stasera si pigliano le misure della valentia del barbero. Le voci delle monte sono disparate, salvo quelle cosiddette fisse: il fantino in casa è sempre una certezza, anche se commisurata alla forza del barbero.
Comunque, ora siamo qui e si guarda. Monte confermate, nell’Aquila sembrava montasse Sgaibarre, invece c’è l’esordiente Federico Viani. Tanta gente, la piazza è piena, cittini nel palco delle comparse sventolano i fazzoletti, le citte della Torre cantano e saltano. Il Drappellone viene issato alla colonna con la lupa, le mie personali perplessità rimangono. Cori a rispetto e braccia alzate.
Ore 19,45, ragazza con bandiera bianca, mortaletto, tamburo e i cavalli escono sul tufo. Tondino, entrano fra i canapi Giraffa con Lampante e Vittorio, Torre con Leo Lui e il Siri, Leocorno con Giostreddu e Gingillo, Nicchio con Istriceddu e Trecciolino, Bruco con Elimia e lo Zedde, Selva con Fedora Saura e Voglia, Aquila con Gammede e il già ciutato Federico Viani, Onda su Giove Deus e Scompiglio, Istrice con Elfo di Montalvo e Tremendo, e il Drago di rincorsa con Insomma e Girolamo. Poco da dire, un po’ di maretta con la Selva un po’ irrequieta,
qualche problemino di adattamento e il mossiere dà la via. Schizzano Giraffa, Torre, e Nicchio, al primo S.Martino Nicchio, Selva, resiste il gruppetto di testa, al secondo San Martino Selva, Nicchio rallenta, Istrice, Aquila, poi al terzo S.Martino ancora Selva, il Nicchio rimonta e vince la prova. Una bella sgambata che dà qualche indicazione in più, ma niente che già non si sa. Siamo solo all’inizio, il resto seguirà. A domattina.
il Cittadino online di Lisca
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Favorite Nicchio e Selva

Messaggio  jabru il Mer Giu 30, 2010 10:21 am

Siena, 29 giugno - Palio, estratti i cavalli Favoriti a Nicchio e Selva. Le due contrade si sono aggiudicate gli unici due cavalli già vincitori che correranno insieme agli altri nel Palio del 2 luglio. Ancora escluso Già del Menhir, di proprietà del presidente di Monte dei Paschi. L'estrazione a sorte ha assegnato alle contrade di Nicchio e Selva i cavalli favoriti per il Palio del prossimo 2 luglio, gli unici due gia' vittoriosi dei dieci prescelti.

La suspense ha voluto che fossero gli ultimi due a essere estratti. Istriceddu, che ha corso gli ultimi tre palii e ha vinto per la Civetta l'ultimo corso, il 16 agosto 2009, è finito in sorte al Nicchio, contrada che ha già l'accordo con il fantino Gigi Bruschelli detto 'Trecciolino', il re della Piazza con 11 palii vinti. L'altro cavallo già vincente, Fedora Saura, prima nel luglio 2007 con l'Oca e con cinque palii alle spalle, è stato assegnato invece alla Selva. Hanno esultato anche i contradaioli dell'Istrice per l'assegnazione di Elfo di Montalbo, che non ha mai vinto ma con cinque palii corsi è anch'esso il più esperto del lotto.



Gli altri abbinamenti hanno visto l'unico esordiente Giostreddu assegnato al Leocorno, Elimia al Bruco, Insomma al Drago, Lampante alla Giraffa, Gammede all'Aquila, Giove Deus all'Onda e Leo Lui alla Torre. Nelle prossime ore le contrade andranno alla ricerca dei fantini con cui stringere un accordo, in attesa della prima prova che si correrà questa sera in Piazza del Campo alle 19,45.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

L'Onda vince la seconda prova

Messaggio  jabru il Mer Giu 30, 2010 10:23 am

L’Onda vince la seconda prova con Scompiglio

Jonatan Bartoletti con Giove Deus porta la contrada di Malborghetto alla vittoria.
La contrada dell’ Istrice effettua una buona performance con elfo di Montalbo montato da Tremendo. Il cavallo della Selva, Fedora Saura, è sembrato più tranquillo, mantiene un allineamento migliore.
Questo l’ordine al canape:

DRAGO - Insomma - Alessio Migheli detto Girolamo

ISTRICE - Elfo di Montalbo - Francesco Caria detto Tremendo

ONDA - Giove Deus - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio

AQUILA - Gammede - Federico Ghiani

SELVA - Fedora Saura - Silvano Mulas detto Voglia

BRUCO - Elimia - Virginio Zedde detto Lo Zedde

NICCHIO - Istriceddu - Luigi Bruschelli detto Trecciolino

LEOCORNO - Giostreddu - Giuseppe Zedde detto Gingillo

TORRE - Leo Lui - Antonio Siri

GIRAFFA - Lampante - Gianluca Fais detto Vittorio


Questa sera in diretta su SienaNewsTv la Terza Prova


>>30/06/2010 9.13.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Palio in poltrona, l'Onda vince la seconda prova

Messaggio  jabru il Mer Giu 30, 2010 11:45 am

SIENA. L’aria che tira verso le contrade Selva e Nicchio è calda e piacevole. Istriceddu schizza come una scheggia e Trecciolino pare leggero in groppa. Uguale musica per le orecchie dei selvaioli che soffrono dello stesso bene di quelli dei Pispini di avere un barbero da Palio e il timore che più forte è il cavallo e più grossa la purga. Ci penseranno le maghe a esorcizzare i brutti pensieri, anche le altre contrade hanno più o meno le stesse preoccupazioni. Intanto le prime schermaglie, se così si possono chiamare le non proprio piacevolezze fra contradaioli della Civetta e Leocorno a S. Martino, banco di prova non solo per i cavalli. Cose che succedono quando gli animi si accendono, il che nel Palio ci sta sempre.
Chi ha un buon cavallo, e sono in diversi, l’altalena speranza-timore porta alla doccia scozzese degli animi: tutti sperano nella sorte che avversi a proprio vantaggio il destino già scritto e sconosciuto fino all’ultimo bandierino. Tempo bello, caldo da sudare subito, e poca gente in piazza, gioventù assonnata, pochi canti e cori.
Bartolo Ambrosione mossiere promette polso fermo e rapidità. Seconda prova che vede le contrade entrare fra i canapi in ordine inverso a quello di ieri sera: Drago, Istrice, Onda, Aquila, Selva, Bruco, Nicchio, Leocorno, Torre e Giraffa di rincorsa. Nessun cambio di monta, quattro chiacchiere tra fantini verso la mossa, e fra i canapi un po’ di movimento, qualche cambio di posto, il cavallo della Selva tende a stare di traverso, mossa rapida e l’Istrice parte a razzo, poi Aquila, Nicchio, Onda, Drago, Onda prima al promo S. Martino, Aquila, Istrice, Drago, l’Onda va via alla grande facendo il vuoto dietro, doppia chi va piano e vince solitaria. Ora sì che cantano e saltano, tutti gli altri sono avvertiti. A stasera.

Lisca Il Cittadino Online
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Mario Corbelli capitano del Nicchio

Messaggio  jabru il Mer Giu 30, 2010 11:50 am

Mario Corbelli (Nicchio): "Fiducioso ma ci sono anche altre contrade"

E' fiducioso il capitano del Nicchio, Mario Corbelli, che può contare su Istriceddu, vittorioso ad agosto dello scorso anno, e Luigi Bruschelli detto Trecciolino: "Un Palio facile senza la rivale? Siamo favoriti ma dobbiamo confrontarci con altre contrade. Selva, Leocorno e Giraffa hanno le possibilità per fare bene"

>>30/06/2010 9.59.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Coghe: Già del Mehir sta bene

Messaggio  jabru il Mer Giu 30, 2010 11:52 am

Coghe: "Già del Menhir sta bene, non capisco l'esclusione"

Massimo Coghe, allenatore di Già del Menhir, non capisce l'esclusione del cavallo: "Mi hanno detto che non era idoneo a correre. L'ho riportato nella stalla ma sta bene. Gli ho fatto i test e Già del Menhir è in salute. Avrei preferito che venisse scartato dai capitani e non dai veterinari".

>>30/06/2010 10.24.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

L'allievo del Coghe ce l'ha fatta

Messaggio  jabru il Mer Giu 30, 2010 4:32 pm

Siena, 30 giugno 2010 - "E’ dura debuttare, lo so che è dura. Ma io sono un testardo... Quanto mi metto in testa una cosa". Antonio Siri lo ripeteva nelle interviste, lo ribadiva nelle chiacchierate a bordo pista durante le corse. Ti guardava dritto negli occhi come a volerti convincere della sua determinazione. "Difetti? Ne ha uno come tutti Antonio — risponde sempre il fratello Enzo, agronomo, che dal 2008 si è trasferito alla scuderia Berni per dargli una mano —, in lui vedo il puro carattere sardo". Testardo, dunque, tanto da riuscire a farcela a coronare il sogno. Indossando per di più un giubbetto pesante, quello della Torre, proprio lui che fino all’anno prima era stato fantino giovane della rivale di Salicotto, l’Onda. Ma non aveva debuttato e, sebbene non l’abbia mai detto a chiare note, gli era di sicuro dispiaciuto rimanere alla finestra e lasciare il giubbetto a Silvano Mulas, sia a luglio che ad agosto. Forse, però, questo stop gli ha insegnato a maturare perché ha un carattere fumino.



Ricordate le nerbate a Monteroni? "Se mi cercano poi mi trovano", ripeteva. Quest’anno è cambiato, niente sfuriate. Grinta e impegno, mettendo a frutto quel fuoco dentro che sentiva per il Palio. Ha puntato dritto all’obiettivo. Ha vinto diversi paliotti, grazie anche a La Comica, nel 2009 nelle corse si è fatto vedere. Senza fare proclami o smargiassate. Ma è stato forse il bel palio corso a Fucecchio e subito dopo quello conquistato a Legnano, meritatamente, a segnare la svolta. A dargli quella «luce» e credibilità in più che servivano per centrare l’obiettivo della Piazza. E’ arrivato ieri nella Torre in punta di piedi, il fantino che assomiglia al guerriero del Palio, mettendo tutti sotto a lavorare "perché bisogna fare bene". Segno zodiacale Sagittario, neppure 24 anni: poche parole, molti fatti. Alla fine paga.



Senza dimenticare che ha avuto un talent scout del calibro di Massimino che l’ha accolto in casa come un figlio. Che l’ha sgridato e aiutato, vedendo in lui qualità che sta a Siri dimostrare. Per far felice la fidanzata Daniela, che l’ha raggiunto a Siena, per far saltare l’adorato nipotino a Burgos e far sfoderare un sorriso a 32 denti al suo infaticabile sostenitore Simone Berni. Il gigante buono e il fantino peperino, che ora è cresciuto. Per farsi coccolare dal carlino che si chiama Lapo e segue Siri ad ogni passo. "Per la tecnica apprezzo Dè — ci disse nel 2008 — mentre fra i fantini del passato vorrei vincere i Palii come Aceto, avere la tenacia e l’intelligenza di Massimino e lo stile di Cianchino".

Laura Valdesi La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Giochi facili per le monte

Messaggio  jabru il Mer Giu 30, 2010 4:36 pm

Siena, 30 giugno 2010 - Poco prima delle 15 è già tutto chiuso. O quasi. Manca solo la Torre a chiudere il cerchio delle dieci accoppiate al canape. La conferma definitiva arriva alle 15.30. E forse è l’unica notizia che ci lascia un po’ a riflettere. In un’ora, poco più si sono fatti i giochi in un Palio che comincia a far trasparire il ricamo perfetto della strategia: mancava il merletto, l’ha messo la sorte. Così, come avevamo preannunciato ieri nell’ipotesi delle monte, finalmente è ufficiale: quel lungo applauso liberatorio che ha accompagnato l’assegnazione di Istriceddu al Nicchio, ha sigillato il connubio con Trecciolino e il blu dei Pispini.



Di lì è un susseguirsi di notizie che sono subito conferme: Vittorio arriva, accompagnato dalla Lupa, nella Giraffa. L’ipotesi era forte nell’aria e l’arrivo di Lampante in via delle Vergini crea un’accoppiata perfetta, sulla carta. Su Elimia, nel Bruco, arriva Lo Zedde, anche in questo caso cavallo e fantino non hanno bisogno di fare conoscenza. E questo è di certo un punto a favore. Nel Drago, non c’era da scoprire niente: capitan Toti aveva dichiarato che avrebbe montato il «suo» Girolamo su tutti i cavalli, quindi su Insomma ci sarà il giovane Alessio Migheli.



Sull’unico esordiente del lotto, Giostreddu — cavallo che arriva al debutto con ottime credenziali — , toccato in sorte al Leocorno, monterà l’ambìto Gingillo. Mentre Scompiglio, l’altro corteggiatissimo fantino di questa Carriera, indosserà il giubbetto dell’Onda sull’ottimo Giove Deus. In Camollia, l’arrivo di Elfo di Montalbo ha portato capitan Berrettini a cercare la monta di un giovane ragazzo pieno di aspettative: Francesco "Tremendo" Carìa. Qualche indecisione nell’Aquila, dove fino a pochi giorni fa si parlava del debutto del ragazzo Federico Ghiani su alcuni cavalli e di un’apertura a fantini di punta su soggetti più competitivi. Poi la voce di Sgaibarre, fatta passare per non vera in modo da non scombussolare troppo le cose e, però, ieri la conferma: Antonio Villella sarà sul buon Gammede, nell’Aquila. Un’occasione ghiotta per il fantino che ha voglia di rivalsa. Ma la prima prova è stata corsa da Ghiani.



Resta la Selva, che riporta in Vallepiatta la bellissima Fedora Saura e che, a dispetto delle dichiarazioni dei giorni scorsi di capitan Barabino, per le quali c’era la certezza del giubbetto per Smarrancio su ogni cavallo, ecco che dopo pochi minuti rispetto alle altre accoppiate, arriva la conferma di ciò che avevamo annunciato ieri: sarà Silvano Mulas detto Voglia ad avere l’occasione su uno dei cavalli più desiderati. L’ultima accoppiata che si è formata, intorno alle 15.30, quella della Torre. Nonostante il cavallo in sorte — Leo Lui — sia decisamente competitivo, si è dovuto attendere un bel po’ prima di avere la conferma che capitan Fatucchi è pronto a dare un soprannome al giovane Antonio Siri. Un debutto, il suo, annunciato. Ma che ha smentito le nostre ipotesi: non ci saremmo aspettati Antonio Siri nella Torre.

Katiuscia Vaselli da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Il capitano della Torre

Messaggio  jabru il Mer Giu 30, 2010 4:41 pm

Enrico Fatucchi, capitano della Torre: "Siri è un giovane che merita"

Enrico Fatucchi, capitano della Torre, spiega la scelta di Antonio Siri: "E' un fantino che avevano seguito anche le precedenti dirigenze. E noi abbiamo seguito questa strada. Abbiamo iniziato un percorso, poi vediamo. E' un giovane che merita. Ci piace, come ci piace il cavallo, Leo Lui, perchè ha esperienza".

>>30/06/2010 11.27.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Terza prova: Selva

Messaggio  jabru il Mer Giu 30, 2010 9:10 pm

La Selva vince la terza prova. Ottima partenza dell’Istrice. Cresce la voglia di Palio

Monte stabili anche nella terza prova del Palio che si corre in onore della Madonna di Provenzano dedicato al 750° anniversario della Battaglia di Montaperti.
La Selva è di rincorsa e si attarda e alla fine il mossiere Bartolo Ambrosione abbassa il canape per evitare il prolungarsi della mossa ma il Nicchio prova ugualmente la partenza.
La mossa valida vede uno scatto perentorio dell’Istrice che prova il cavallo Elfo di Montalbo per due giri. Rinviene la Selva, con Fedora Saura e Voglia, che supera l’Istrice e va a vincere la terza prova.

Siamo a metà del corso paliesco, domani il Palio verrà portato nella chiesa in piazza Provenzano dove rimarrà fino alla sera del 2 luglio quando la contrada vittoriosa andrà a prenderlo. I cavalli sono entrati nei canapi secondo l’ordine di estrazione al momento dell’assegnazione dei cavalli: Drago, Bruco, Giraffa, Istrice, Torre, Onda, Aquila, Leocorno, Nicchio e Selva di rincorsa.

Queste le accoppiate cavallo – fantino per ogni contrada:

DRAGO - Insomma - Alessio Migheli detto Girolamo

BRUCO - Elimia - Virginio Zedde detto Lo Zedde

GIRAFFA - Lampante - Gianluca Fais detto Vittorio

ISTRICE - Elfo di Montalbo - Francesco Caria detto Tremendo

TORRE - Leo Lui - Antonio Siri

ONDA - Giove Deus - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio

AQUILA - Gammede - Federico Ghiani

LEOCORNO - Giostreddu - Giuseppe Zedde detto Gingillo

NICCHIO - Istriceddu - Luigi Bruschelli detto Trecciolino

SELVA - Fedora Saura - Silvano Mulas detto Voglia

Domani mattina alle ore 9 la Quarta Prova.

Ecco il programma dei prossimi giorni:
Giovedì 1 luglio alle ore 9 la Quarta Prova e alle 19.40 la Prova Generale preceduta dalla consueta carica dei Carabinieri a cavallo

Venerdì 2 luglio viene corsa sul tufo alle ore 9 la Provaccia, in cui i senesi cercano di leggere tanti segnali favorevoli alla propria contrada

Il 2 luglio alle ore 19.45 si correrà per la vittoria del PALIO del 2 LUGLIO 2010




>>30/06/2010 19.55.00(SIENANEWS)


Ultima modifica di jabru il Gio Lug 01, 2010 3:10 pm, modificato 1 volta
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Palio in poltrona: è della Selva la terza prova

Messaggio  jabru il Gio Lug 01, 2010 9:14 am

SIENA. I meteorologi mettevano bello fino a oggi, e da domani il tempo sarebbe cambiato un po’. Invece l’anticiclone delle Azzorre e la bolla africana terranno, dicono gli esperti, si schianterà dal caldo e il Palio sarà salvo. Dopo lo sprint di ieri sera di Trecciolino su Istriceddu che ha fatto vedere belle cose, s’è visto Scompiglio mettere sotto Giove Deus per l’Onda e fare un bello sprint per la gioia di tutti gli ondaioli.. Mah! Continua la polemica sul Drappellone di Hassoun, addirittura una lettera all’Arcivescovo perché non benedica il Cencio visto che la Madonna raffigurata, a parere degli scriventi, non sarebbe la madre di Dio. La Curia è di parer contrario e torna la calma sul fronte occidentale.
Cantano i popoli che entrano in piazza dietro il cavallo, l’atmosfera si fa più emozionante, cori dai palchi, braccia levate, fazzoletti per aria cittini in braccio e capolino fra le stecche delle transenne con le mani sulle orecchie per paura del mortaletto e le telecamere che inquadrano sempre tutte le belle ragazze che capitano a tiro. Commoventi i cittini che sventolano i fazzoletti al passaggio dei cavalli e fantini che vanno alla mossa. Entrano Drago, Bruco, Giraffa, Istrice, Torre, Onda, Aquila, Leocorno, Nicchio e Selva di rincorsa. Buon allineamento, abbastanza tranquilli, poi qualcuno perde contatto, cambia posto, e il mossiere in giacca giallina abbassa il canape per la pressione dei cavalli. Sgambata di un giro e si rientra. Schizzano Istrice, Aquila, Bruco, Onda, Selva, Leocorno, Istrice al primo Casato seguita da Selva, Aquila, Torre e Leocorno. Secondo S. Martino Istrice, Selva che allunga e passa in testa di carriera, ancora in testa al terzo S. Martino, al Casato e al bandierino vince la Selva, poi Istrice, Bruco, Leocorno Giraffa. Un bello spettacolo di potenza e S. Bastiano respira una bella aria di festa. A domani.

Il Cittadino online
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La Torre vince la quarta prova

Messaggio  jabru il Gio Lug 01, 2010 10:27 am

La Contrada di Salicotto si aggiudica la quarta prova

Le Contrade sono entrate nei canapi nell'ordine inverso a quello di estrazione al momento dell’assegnazione dei cavalli: Selva, Nicchio, Leocorno, Aquila, Onda, Torre, Istrice, Giraffa, Bruco e Drago di ricorsa
Una mossa contraddistinta da rapidità, si è risolta in poco. Vince la Torre con Antonio Siri, fantino esordiente.
Enrico Fatucchi, capitano della Torre, spiega la scelta di Antonio Siri: "E' un fantino che avevano seguito anche le precedenti dirigenze. E noi abbiamo seguito questa strada. Abbiamo iniziato un percorso, poi vediamo. E' un giovane che merita. Ci piace, come ci piace il cavallo, Leo Lui, perchè ha esperienza".

Oggi pomeriggio il Palio verrà portato nella chiesa in piazza Provenzano dove rimarrà fino alla sera del 2 luglio quando la contrada vittoriosa andrà a prenderlo.


Queste le accoppiate cavallo – fantino per ogni contrada:

SELVA - Fedora Saura - Silvano Mulas detto Voglia

NICCHIO - Istriceddu - Luigi Bruschelli detto Trecciolino

LEOCORNO - Giostreddu - Giuseppe Zedde detto Gingillo

AQUILA - Gammede - Federico Ghiani

ONDA - Giove Deus - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio

TORRE - Leo Lui - Antonio Siri

ISTRICE - Elfo di Montalbo - Francesco Caria detto Tremendo

GIRAFFA - Lampante - Gianluca Fais detto Vittorio

BRUCO - Elimia - Virginio Zedde detto Lo Zedde

DRAGO - Insomma - Alessio Migheli detto Girolamo



Ecco il programma dei prossimi giorni:
Alle 19.40 la Prova Generale preceduta dalla consueta carica dei Carabinieri a cavallo

Venerdì 2 luglio viene corsa sul tufo alle ore 9 la Provaccia, in cui i senesi cercano di leggere tanti segnali favorevoli alla propria contrada

Il 2 luglio alle ore 19.45 si correrà per la vittoria del PALIO del 2 LUGLIO 2010




>>01/07/2010 9.18.00(SIENANEWS)


avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Palio in poltrona - la quarta prova alla Torre

Messaggio  jabru il Gio Lug 01, 2010 10:30 am

SIENA. Due Drappelloni per Montaperti? S’è sentita anche questa. Una iniziativa interessante per chi non ha gradito troppo il cencio di Hassoun. La proposta è stata lanciata ieri sera nel corso dei commenti in attesa della terza prova: Franco Masoni ha raccolto questa voce e invitato a prendere contatti con Daniele Sasson, noto artista della pittura e arte senese, che è sembrato disponibile a dipingere un secondo drappellone su Montaperti, da offrire alla contrada vincitrice, che avrà quindi il drappellone di Hassoun e quello di Sasson! Mi parrebbe una proposta niente affatto malvagia, due drappelloni al prezzo di uno farebbero contenti tutti, favorevoli e contrari, no? Oggi un noto foglio nazionale ha pubblicato in prima pagina il drappellone del pittore libanese con un commento lapidario: “Il Palio di Siena - Lo sfregio: San Giorgio islamico” per dire che la cosa che qui ha turbato molti ha travalicato i confini senesi approdando ai lidi nazionali e oltre, ne hanno parlato in tutto il mondo islamico. Ce n’è per tutti i gusti.
Continua il bel tempo, il caldo e il sudore, finalmente. La gente un po’ assonnata in piazza, un tipo coi calzoni a mezz’asta, panamino in capo e due canini piccini picciò al guinzaglio, i cittini che sventolano fazzoletti di contrada, belle ragazze con occhialoni per nascondere un po’ il trucco veloce della mattina: per la festa si fanno anche questi sacrifici. E attenti oltre al Nicchio a Selva, Onda, Giraffa, e se volete continuo fino a dieci, hai visto mai? Non è più tempo di gingillarsi, bisogna cominciare a pensare a correre! Al canape stamani le contrade in ordine inverso di ieri sera: Selva, Nicchio, Leocorno, Aquila, Onda, Torre, Istrice, Giraffa, Bruco e Drago di rincorsa. Mossa rapida, schizzano Onda, Aquila, Leocorno, Giraffa, Torre, Istrice, Leocorno al primo S. Martino, seconda Giraffa, e Torre, poi Leocorno, Torre, Giraffa, Torre al secondo S. Martino, Leocorno Giraffa, Onda, Selva, la Torre allunga e vince questa quarta prova. Una per volta provano tutte. Stasera prova generale, cene in Contrada, canti, promesse, scaramanzie, partiti, e tanta allegria vinica.

Lisca da Il Cittadino Online
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Le contrade

Messaggio  jabru il Gio Lug 01, 2010 3:14 pm

Siena, 1 luglio 2010 - E’ passato anche il secondo giorno di Palio e la trama di questa Carriera si sta scrivendo in modo chiaro.

Aquila (Gammede - Federico Ghiani)
Con un cavallo che, in questo tipo di lotto, risulta essere di fascia più bassa rispetto ad altri, l’accoppiata con il giovane fantino dell’Aquila lascia stabile la situazione. Resta il fatto che Ghiani, se davvero non ci saranno sorprese e capitan Romei gli darà questa grandissima opportunità, dovrà farsi vedere impegnato a fare bene. Con i tempi che corrono, guai a farsi trovare impreparati. Perché ad agosto, gli squalificati rientreranno. Stabile.

Bruco (Elimia - Lo Zedde)
Elimia è un cavallo che si conosce e capitan Falciani ha scelto una monta che gioca più sul fattore tecnico della leggerezza. Un’accoppiata di quelle che vediamo protagoniste, che potrebbero far cambiare il Palio, in caso. Virginio Zedde non ha intenzione di farsi rimettere in un angolo. In crescita.

Drago (Insomma - Girolamo)
Per i contradaioli del Drago, che fin da subito hanno poco gradito l’immagine del Drappellone, avere in sorte Insomma non ha aumentato l’entusiasmo. Girolamo sarebbe montato su qualsiasi cavallo, è vero, e la scelta è condivisibile quando si ha un fantino di Contrada. Ma quell’impostazione di San Martino... insomma... non sarà mica colpa di una manica strappata, vero? Forza Alessio, più grinta! In calo.

Giraffa (Lampante -Vittorio)
Sulla carta è l’accoppiata perfetta, un rapporto — quella tra la Giraffa e Vittorio — che parte da lontano e che con l’arrivo di Lampante in via delle Vergini ha trovato l’incastro ad hoc. Un bel vantaggio per Gianluca Fais che conosce benissimo la cavalla che, fin da ieri sera ha mostrato di saper partire svelta dai canapi. Vittorio dovrà essere molto bravo a muovere le mani. In crescita.

Istrice (Elfo di Montalbo - Tremendo)
Elfo è, in questo lotto, uno dei primi cavalli, ricordiamoci che è l’unico che è riuscito a incalzare Già del Menhir. Tremendo ha una bella occasione per far bene ciò che deve. In crescita.

Leocorno (Giostreddu - Gingillo)
L’unico esordiente del lotto è un cavallo molto forte che trova la monta esperta di Gingillo. Niente da aggiungere, sarà il Palio a dire la sua. In crescita.

Nicchio Istriceddu - Trecciolino
Ci sono nove contrade che possono vincere questo Palio e una che non può perderlo: il Nicchio. Super.

Onda Giove Deus - Scompiglio
Su uno dei cavalli migliori uno dei fantini migliori. Eppure non c’è feeling tra i due, basti vedere l’ingresso a San Martino. Sarà una monta troppo forte quella di Bartoletti su Giove Deus? O c’è altro? In calo.

Selva (Fedora Saura - Voglia)
Una grandissima occasione anche per Silvano Mulas, montare la splendida Fedora. Che però ai canapi dà problemi, inutile negarlo e lui non ha preso ancora le misure. Considerando che finora capitan Barabino avrebbe voluto montare Smarrancio, Mulas deve mostrare di meritarsi questa grande fiducia ricevuta. In leggero calo.

Torre (Leo Lui - Antonio Siri)
Il cavallo è davvero, nonostante qualche problema di irrequietezza, uno dei migliori in assoluto e capitan Fatucchi è tornato a scegliere un esordiente, lasciandoci la convinzione di un cambio di carte in tavola dell’ultim’ora. Siri, vista la gavetta, farà di tutto per sfruttare l’opportunità. In leggera crescita.

Katiuscia Vaselli da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Polemiche sul Cencio - l'opinione dei Correttori

Messaggio  jabru il Gio Lug 01, 2010 3:16 pm

Siena, 1 luglio 2010 - "Per nulla offensivo. Anzi bello". Questo il giudizio dei correttori delle contrade sul ‘drappellone delle polemiche’. Dopo la lettera aperta di due cittadini che invitavano l’arcivescovo Buoncristiani a non far entrare il Cencio, realizzato da un musulmano e con tratti non cristiani, nella chiesa di Provenzano. Immediata la risposta del presule che si diceva non d’accordo sulla non rispettosità dell’opera, che invece secondo lui ha l’iconografia tradizionale della Madonna. Di qui ora le prese di posizione di alcuni parroci delle contrade, direttamente coinvolti nella ‘questione di fede’.



"Per me è assolutamente accettabile — dice don Gaetano Rutilo, correttore dell’Onda —. Anni fa ero parroco del Duomo e in quegli anni ne ho viste ‘delle belle’, in senso negativo: ci sono state delle opere per niente rispettose dell’immagine della Madonna ad esempio e quelle io non le avrei fatte entrare in Duomo. In questo Cencio c’è sì una corona con una scritta che speriamo non offensiva, ma per il resto le fatture sono belle. Che poi l’artista sia musulmano non importa, e se adora la Madonna è l’occasione per metterci tutti d’accordo".



Sulla stessa linea Don Enrico Furiesi, correttore del Bruco e Don Enrico Bongiassa, dell’Oca: "L’artista è musulmano ma ha venerazione per la Madonna — dice il primo — e la rappresenta molto bene, quindi la mia opinione è favorevole al Cencio. E’ molto rispettoso della tradizionale immagine della Vergine di Provenzano, i tratti corrispondono. In passato invece ci sono stati volti che per nulla si riconoscevano in questa. Mi è piaciuta molto anche l’araldica con cui sono state espresse le contrade, anche queste raffigurate in modo tradizionale e chiaro. Naturalmente invece per il guerriero si è rifatto alla sua cultura, ma non c’è nulla di male". "Questo drappellone per me è bellissimo — aggiunge Don Bongiassa —. L’opera rispecchia l’attuale apertura della Chiesa verso ebrei e musulmani: l’artista ha messo insieme l’immagine della Madonna con il segno di Davide, sulla corona. Poi è giustissimo il messaggio contenuto: quello della Madonna che ha il piede sul serpente e rappresenta la vittoria assoluta sul male".



Il Palio, infine, è piaciuto anche a don Salvatore Sacchitella, correttore del Nicchio: "Nel disegno c’è un guerriero — dicono con i tratti saraceni — ma in realtà è un San Giorgio con ai piedi il demonio, come è anche qui nel dipinto della parrocchia di San Giorgio appunto: nel Palio questo sta per un soldato, un militare, dunque la sua nazionalità non conta nulla".

Paola Tommasoni da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La prima volta di tutti i fantini

Messaggio  jabru il Gio Lug 01, 2010 3:23 pm

Per la prima volta tutti i fantini esordienti nelle rispettive Contrade

Tutti esordienti nelle rispettive Contrade. I dieci fantini che andranno alla mosa domani non hanno infatti mai corso nella Contrada per cui indosseranno il giubbetto. Un dato incredibile, una combinazione dettata dalle squalifiche e dal rinnovo di fantini degli ultimi anni. Per verificare l'unicità della cosa servono settimane di studi, ma comunque l'impressione è che questa sia davvero la prima volta con questa combinazione.

>>01/07/2010 11.05.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Prova generale

Messaggio  jabru il Gio Lug 01, 2010 9:08 pm

Palio di Siena - La Prova Generale va alla Selva

Mossa laboriosa quella della prova generale. Il mossiere Bartolo Ambrosione fa uscire le contrade due volte per cercare un allineamento migliore. La Giraffa parte molto forte, inseguita dal Nicchio. Poi è la Selva che prova il cavallo Fedora Saura che vince la prova generale. I tempi di mossa si preannunciano molto lubghi per domani.
Siamo alla vigilia del Palio. Ormai mancano poche ora alla corsa che decreterà la Contrada vittoriosa del drappellone dipinto da Alì Hassoun per il Palio del 2 luglio 2010 dedicato al 750° anniversario della battaglia di Montaperti.
Le Contrade sono entrate al canape secondo l’ordine di orecchio all'atto del sorteggio:

SELVA - Fedora Saura - Silvano Mulas detto Voglia
BRUCO - Elimia - Virginio Zedde detto Lo Zedde
DRAGO - Insomma - Alessio Migheli detto Girolamo
LEOCORNO - Giostreddu - Giuseppe Zedde detto Gingillo
GIRAFFA - Lampante - Gianluca Fais detto Vittorio
ISTRICE - Elfo di Montalbo - Francesco Caria detto Tremendo
NICCHIO - Istriceddu - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
AQUILA - Gammede - Federico Ghiani
ONDA - Giove Deus - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
Di rincorsa
TORRE - Leo Lui - Antonio Siri

Dopo l’ultima prova, la Provaccia di domani mattina, i Capitani si recheranno insieme ai fantini nel Palazzo Comunale. I dirigenti sono obbligati a comunicare all’?amministrazione comunale il nominativo del fantino che correrà il Palio. Dopo la segnatura, la Contrada non potrà più cambiare il fantino. Nel caso di impossibilità del fantino, una volta avvenuta la segnatura, non potendo una Contrada presentarsi alla mossa con il cavallo scosso, la Contrada perde il diritto di correre il Palio. Nella stanza del Sindaco, adiacente alla Sala delle Lupe, i fantini accompagnati dai Capitani, sono presentati alla rassegna dell’Autorità Comunale e dei Deputati della Festa, mostrando il giubbetto tradizionale della Contrada per la quale correranno. Deve essere fornito anche il soprannome del fantino che, affibbiato in occasione del primo Palio, non potrà in futuro essere in nessun modo modificato.


>>01/07/2010 19.50.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Strappo il soprannome di Ghiani

Messaggio  jabru il Gio Lug 01, 2010 9:11 pm

Strappo, ecco il soprannome del fantino dell’Aquila

Si chiamerà Strappo il fantino dell’Aquila, Federico Ghiani, che domani debutterà. Il soprannome lo ha reso noto il capitano della contrada Renato Romei poco prima della prova generale. Ghiani sarà uno dei due debuttanti nella carriera di Provenzano 2010. L’altro, Antonio Siri, correrà nella Torre.

>>01/07/2010 19.33.00(SIENANEWS)
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Palio in poltrona, è già nervoso

Messaggio  jabru il Ven Lug 02, 2010 9:09 am

SIENA. Siamo davvero a ridosso della scalata al cielo della vittoria. Stasera è la ri-prova generale, monte stabilissime, c’è da affinare qualche tecnica, limare qualche spigolo, e domani sera andare a rotta di collo. Stasera è tempo di trattative, di pazienza al buio o monosillabi al telefonino con la mano davanti alla bocca per non farsi intercettare le parole dette e non. C’è poco per i canti, mentre i cavalli dovranno andare ora alla mossa. Le favorite si preparano, Nicchio, Giraffa, Selva, Istrice, e alla via così. Torre e Onda in campo finora tranquille. Discorso ancora caldo l’esclusione di Già del Menhir, zoppo sì zoppo no. Bello il discorso dell’alcol test per i fantini dopo il corteo storico, a ricordo del “beverone” d’una volta per tirare su i cavalli di allora, rimpianto dai meno giovani, ma allora i cavalli non erano “perfezionati” come questi di ora, e l’aiutino s’era trasferito ai fantini. Meglio tutti sobri. Basterebbe anche la diatriba del drappellone di Hassoun, “assolto” dall’arcivescovo e correttori. Se sta bene a loro… Il cencio incriminato finirà attaccato al chiodo della fortunata vincitrice, adorato dal popolo vittorioso, anche se ci fosse scritto “Fesso chi legge”, alla barbetta di tutti gli invidiosi di quel San Giorgio lì. Anzi, c’è il rischio che chi vince si becchi anche quello di Daniele Sasson: io ci starei alla grande.
Il drappello dei Carabinieri è bello e imponente con tutti i cavalli bianchi e solo gli ultimi sfumano il grigio. Grandi applausi alla “carica”.
Vanno al canape Selva, Bruco, Drago, Leocorno, Giraffa, Istrice, Nicchio, Aquila, Onda e Torre di rincorsa. Subito mossa difficile per il nervosismo dei cavalli, cambi di posto, fisarmoniche e il mossiere butta tutti fuori. Rientrano, ma la storia si ripete e tutti fuori un’altra volta. La terza è quella buona, la Torre entra e schizzano Giraffa, Istrice e Nicchio all’esterno, al primo S.Martino Giraffa, Nicchio, Selva, Bruco, Aquila, Torre, al secondo S.Martino la Selva prende la testa, poi Giraffa, Bruco, Nicchio, la Selva allunga e è prima al terzo S: Martino, rimane in testa e vince la prova generale mentre le altre hanno richiamato il cavallo trotterellano fino al mortaletto. Buona cena a tutti, domani provaccia e bazza a chi tocca.

Lisca da Il Cittadino Online
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7900
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Palio di Provenzano

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum