Corse fuori Siena

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Palio di Casole

Messaggio  jabru il Mer Lug 06, 2011 10:26 am

Sono iniziati i festeggiamenti del 137° Palio di Casole dedicato a Sant’Isidoro. Ricco il programma che anche quest’anno animerà il centro storico del paese in attesa della corsa che si svolgerà domenica 10 luglio.

Evento atteso da tutti i casolesi sarà soprattutto quello che si svolgerà mercoledì 6 luglio in Piazza Luchetti, alle ore 22 dopo il saggio di pianoforte dei bambini di Casole, durante il quale verranno proiettate una serie di immagini e video dei Palii del 1977/1984/1985/1987 e 1989; una parte della nostra storia - spiega il Comune - attraverso le persone e gli eventi che rivedremo nelle bellissime immagini proiettate. Al termine premiazione dei concittadini casolesi che ebbero il coraggio e l’intelligenza di riprendere una delle più belle tradizioni del nostro territorio.

Giovedì 7 luglio, nell’ambito della Rassegna Jazz DiVino, si esibirà in Piazza Luchetti alle ore 21.45 Nello Daniele con special guest Marco Zuzzolo. Si prosegue poi venerdì alle ore 21.15 con la presentazione del drappellone dipinto dall’artista Marco Cipolli e l’esibizione alle 22.45 del gruppo rock “Trigliceridi”.

Sabato consueto appuntamento nel pomeriggio con le batterie di qualificazione e il sorteggio delle contrade per l’abbinamento ai sei cavalli vincitori delle batterie per poi festeggiare nelle varie contrade la sera della vigilia.

Domenica 10 luglio Mercatini di artigianato e prodotti tipici, sfilata ed esibizione degli sbandieratori e tamburini delle contrade, assegnazione del Vessillo, il tutto per allietare i visitatori in un’atmosfera di attesa e di emozione che precede la corsa del 137° Palio di Casole che si svolgerà alle ore 19.00. La serata si concluderà alle ore 22.45 con il consueto spettacolo pirotecnico.

Quest’anno inoltre per la prima volta dalle ore 18 di domenica 10 luglio diretta su Radio3Network del 137° Palio di Casole.

Una festa resa possibile dal grande lavoro di volontariato svolto dai ragazzi del Comitato Palio di Casole e da singoli cittadini che, con amore delle tradizioni e del proprio paese, confluiscono tante loro energie per la buona riuscita della manifestazione.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Palio di Casole

Messaggio  jabru il Dom Lug 10, 2011 12:48 pm

Si corre oggi, domenica 10 luglio 2011, il 137° Palio di Casole d'Elsa. Ad un mese di distanza dal Palio straordinario vinto dalla contrada Casole Campagna, le sei Contrade tornano a sfidarsi nelle corsa in onore di Sant'Isidoro.

Il programma della giornata prevede, alle 11, la sfilata degli sbandieratori e dei tamburini alla quale seguirà, alle 11.30, la Santa Messa. Dalle 16, l’esibizione degli sbandieratori delle contrade con l’assegnazione del vessillo, alle 18 la benedizione dei cavalli in piazza della Libertà fino ad arrivare alle 19 quando si disputerà la carriera che assegnerà il drappellone dipinto da Marco Cipolli. .
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Casole d'Elsa

Messaggio  jabru il Lun Lug 11, 2011 9:51 am

Si è corso oggi, domenica 10 luglio 2011, il 137° Palio di Casole d'Elsa. Ad un mese di distanza dal Palio straordinario vinto dalla contrada Casole Campagna, le sei Contrade sono ritornate a sfidarsi nelle corsa in onore di Sant'Isidoro.

La vittoria è andata alla Contrada di Rivellino con Falco Doglia montato da Adrian Topalli che si e così aggiudicata il drappellone dipinto da Marco Cipolli.
Alle 22,45 il tradizionale spettacolo pirotecnico.

Queste le accoppiate cavallo-fantino delle sei Contrade:

PIAVALLE - Manioca - Antonio Siri
CASOLE CAMPAGNA - Akcent - Walter Pusceddu
MERLO - Nino's - Elias Mannucci
CAVALLANO - Lamagno - Simone Mereu
MONTEGUIDI - Gezabele - Andrea Farris
RIVELLINO - Falco Doglia - Adrian Topalli
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Palio di Asti

Messaggio  jabru il Sab Lug 16, 2011 5:44 pm

Siena, 15 luglio 2011 - Da Girolamo a Tremendo, da Lo Zedde a Voglia. Esodo dei fantini senesi impegnati domani ad Asti: quattro batterie più la finale, in programma ci sono anche due batterie secche a cui parteciperanno diverse dirigenze.

Prima batteria Gran Premio (ore 20,30)

Giorgina (S.Mereu), Rocky Marciano (G.Lomanto), Vento (A.Migheli), Robin Hood (S.Murtas), Re di Formiconi (D.Calvaccio).

2° batteria Gran Premio (ore 21)

Pablo (S.Mereu), Ina Assitalia (S.Murtas), Service Gas (A.Migheli), Sottovesuvio (G.LO Manto), Indispensabile (R.Coppa), Aria (D.Calvaccio).

3° batteria Gran Premio (ore 21,30)

Always on my mind (R.Coppa), Fischietto (V.Zedde), Fair Play (S.Lomanto), Silver (M.farnetani), Polpetta (S.Mereu), Il Dottore (S.Mulas).

4° Batteria GRan Premio (ore 22)

Olinda (S.Piras), Il farmacista (A.Coghe), Laura (S.Lo manto), Noè (M.Giusti), Il cavaliere oscuro (S.Mulas), Lui (S.Marras).

Prima batteria secca (ore 22,30)

Elistar (F.Arri), Bresaola (Calvaccio), Queen (F.Ghiani), Umbertina (L.Chessa), Cohiba (C.Bandini), Maristella (D.Pes), Angelo (A.Migheli), Lady Gaga (S.Mereu)

Seconda batteria secca (ore 23)

Minerva (V.Zedde), Re Artu ((R.Coppa), Blue Rosy (A.Migheli), Nino (F.Caria), Rockyness (D.Pes), Infiammabile (F. Arri), Lei (S.Marras), Dukat (Beccaris).

La.Valde. da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Bientina

Messaggio  jabru il Dom Lug 17, 2011 5:00 pm

Siena, 17 luglio 2011 - Il colpo di scena c'è stato subito a Bientina: la caduta di Andrea Chessa, il fantino allievo di Bastiano, che monta Melissa bella per i colori di Santa Colomba. E' avvenuta ieri sera, nella prova della vigilia del palio. Il giovane, che è sorvegliato speciale da occhi senesi in vista della Carriera dell'Assunta, ha sbattuto con il ginocchio in curva, cadendo. Comunque è risalito a cavallo: non dovrebbero esserci problemi oggi a montare. Il ghiaccio applicato nei box e le cure notturne dovrebbero lenire il dolore, che è stato forte. Stamani, nella prova delle 8, l'ultima, si saprà se è tutto a posto.

Per quanto riguarda valori e strategie gli equilibri sono abbastanza stabili dopo aver visto le accoppiate al canape. Si candida al ruolo di outsider Antonio Siri su Nerone sauro (Quattro strade). Favoriti invece i nomi di maggiore esperienza. In primis Gianluca Mureddu su Isopac (Cilecchio), che ha vinto l'ultima edizione per Guerrazzi, ma anche Alessandro Chiti sull'esperto Giunko che ieri sera ha soltanto provato quanto basta per misurare il cavallo. Quest'ultimo proverà ad effettuare l'impresa di togliere il numero «0» accanto alle vittorie del Villaggio, finora all'asciutto. Le accoppiate, comunque, sono tutte temibili. A partire da quella che si è formata più di recente, Mirko Verdigi su Incantado nel Puntone, che monta al posto di Francesco Caria. C'è Martin Ballesteros su Miulan (Forra), Massimo Columbu sul suo Zio Sauro (Guerrazzi), Pietro Porcu su Istemma (Centro storico) e Valter Pusceddu su Akcent (Viarella). Quest'ultimo è reduce dal Palio di Provenzano dove ha «fermato» la Lupa indossando il giubbetto dell'Istrice.

Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Bientina, paliotto disastroso

Messaggio  jabru il Lun Lug 18, 2011 11:07 am

Siena, 17 luglio 2011 - Due fantini ricoverati in ospedale - Pietro Porcu per una sospetta frattura di tibia e perone, più Alessandro Chiti sottoposto ad accertamenti fino a notte tarda per un dolore alla gamba - , unitamente a tante cadute. Persino un ricorso presentato dalla contrada Quattro Strade al consiglio direttivo in quanto Martin Ballesteros (Forra) avrebbe preso per le redini Antonio Siri (Quattro Strade), fantino della rivale. Il rischio, se il regolamento è stato violato, è la squalifica. Ecco gli ingredienti del turbolento palio corso stasera a Bientina vinto da Gianluca Mureddu che ha fatto il bis su Isopac, questa volta nella contrada di Cilecchio.

Il pronostico viene subito rispettato perché la prima batteria, che si corre alle 18,30 a Bientina, decreta l'ingresso in finale di Antonio Siri, potenziale outsider. Vince con determinazione in groppa a Nerone sauro (Quattro Strade), tallonato da Gianluca Mureddu su Isopac (Cilecchio). Mossa rapida quella data da Gennaro Milone: va in testa Mureddu, poco dopo cade Verdigi, al secondo giro Siri è terzo, attaccato da Chessa su Melissa (S.Colomba). Sfortunato: in prova, sabato, era caduto, si ripete quando conta nella curva dopo la mossa. Quindi il rush finale: Siri supera Mureddu. Tutti e due vanno al palio. Servono invece sette mosse false e quasi un'ora al canape per stabilire gli altri due nomi per la sfida finale. Partenze annullate, Ballesteros cade al canape ma rimonta su Miulan (Forra). Si continua con le schermaglie. Quando Milone la dà buona Alessandro Chiti su Giunko (Villaggio) prende la testa, inseguito da Ballesteros. Sarà questo l'ordine d'arrivo mentre dietro succede di tutto: Pusceddu su Akcent (Viarella) prova ad attaccare ma giunge terzo. Cade rovinosamente Pietro Porcu da Istemma (Centro storico). Viene trasferito al centro medico allestito sul posto. Si teme per la caviglia. In tarda serata la fidanzata va a fargli visita in ospedale. Sembra in realtà che abbia riportato la rottura di tibia e perone e, forse, dovrà essere operato. Il palio è poi un assolo di Mureddu, quando il mossiere la dà buona. Chiti cade, si rialza ma viene accompagnato al pronto soccorso. Dietro, gli inseguitori Siri e Ballesteros si frustano a ripetizione. Intanto il fantino di Cilecchio prende il volo e diventa imprendibile.

Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Bientina, vince Mureddu

Messaggio  jabru il Lun Lug 18, 2011 11:10 am

Siena, 17 luglio 2011 - «Vincere è sempre molto bello. Ci voleva proprio il bis», esulta a caldo Gianluca Mureddu che a Bientina ha centrato per il secondo anno consecutivo il palio in groppa al potente Isopac, anche se questa edizione è stato per i colori di Cilecchio invece che di Guerrazzi. «Erano 14 anni che il rione attendeva il successo - prosegue - , non è stato facile in quanto in batteria mi sono toccati subito i cavalli più forti. Ma alla fine tutto è andato come volevo». Il trionfo nel palio di Castiglion Fiorentino Mureddu lo aveva dedicato ai suoi due figli, «quello di oggi lo dedico invece al proprietario del cavallo, Stefano Vanni. Una grande persona, capace e in gamba. E non perché mi fa montare il suo cavallo».

Adesso Mureddu spera proprio di indossare un giubbetto a Siena: «Con la vittoria ho messo un altro tassello: io ci sono, spero che qualcuno mi dia fiducia», conclude tornando a festeggiare il "volo" con Isopac.

Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Asti

Messaggio  jabru il Lun Lug 18, 2011 11:28 am

E’ Virginio Zedde con Fischietto a trionfare ad Asti nel Gran premio Collegio dei Rettori 2001 che si è svolto sabato sera allo stadio Censin Bosia. Numerosi i senesi che come ogni anno non sono voluti mancare a questo appuntamento che vede la partecipazione di molti fantini del Palio di Siena.

Nelle quattro batterie in programma erano infatti a cavallo oltre a Virginio Zedde anche Dino Pes, Francesco Caria, Sebastiano Murtas, Simone Mereu, Andrea Coghe, Silvano Mulas – rientrato in perfetta forma dopo il brutto infortunio – e Alessio Migheli. Almeno tre fantini che saranno quasi sicuramente al canape il 16 agosto a Siena – Caria, Mulas e Migheli – e altri tre seguiti con attenzione da alcune dirigenze.


Mulas al rientro dopo l'infortunio: subito un buon piazzamento
La finale, preceduta appunto dalle quattro batterie di selezione e poi dalle due corse secche, ha visto una partenza decisa di Murtas con Abbashan che viene affiancato dal rientrante Mulas. Tra i due anche nerbate per prendere la testa. Ne approfitta Zedde che passa all’interno e va a vincere davanti a Calvaccio e Mulas.

Da segnalare le ottime prove di Murtas su Robin Hood che vince la prima batteria, di Andrea Coghe e Silvano Mulas rispettivamente primo e secondo nella terza batteria.

Dino Pes ha vinto la prima corsa secca con una stupenda rimonta su Calvaccio dimostrando di essere tornato in forma e pronto anche a montare a Siena.

Nella seconda corsa secca, vinta da Francesco Caria, attimi di scintille tra Caria e Migheli che cercava di sorpassarlo.

“Ci siamo poi subito chiariti – spiega Alessio Migheli – E’ stata una cosa normale tra due professionisti che ambivano entrambi alla vittoria. Cose che succedono ma che finiscono subito appena si scende da cavallo”.

Elena Casi da SIENANEWS

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Montisi

Messaggio  jabru il Gio Ago 04, 2011 6:48 pm

M
ONTISI (San Giovanni d'Asso). La Giostra di Simone a Montisi entra nel vivo in vista dell’attesa competizione di domenica (7 agosto). Domani (5 agosto) alle 22 nella piazzetta del Castello della piccola frazione di San Giovanni d’Asso il Panno dipinto dall’artista Rossella Pugliese sarà svelato ai cittadini. Calabrese di nascita ma piemontese d’adozione, Pugliese è specializzata all’Accademia delle arti digitali di Firenze e dallo scorso anno vive a Montisi.
Al termine della suggestiva cerimonia di presentazione, come da tradizione, è in programma il sorteggio dell’ordine di partenza per le prove generali di sabato delle quattro Contrade (Castello, Piazza, San Martino e Torre) e la tradizionale fiaccolata del corteo storico dal castello di Montisi fino alla chiesa della Madonna delle Nevi con gli abitanti di Montisi in costume d’epoca. A seguire, la benedizione del Panno nel santuario della Madonna delle Nevi (patrona di Montisi), il tradizionale salto dei fuochi da parte degli abitanti. E per gli amanti dei prodotti tipici dalle 19,30 lo stand gastronomico allestito nel suggestivo “terrazzone” di Montisi.per degustare i prodotti della tradizione culinaria locale.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Pusceddu vince a Feltre

Messaggio  jabru il Lun Ago 08, 2011 4:56 pm

Siena, 8 agosto 2011 - Momento d'oro per Valter Pusceddu. Il fantino, rientrato in Piazza a luglio per fermare la Lupa indossando il giubbetto dell'Istrice, ha vinto il palio che si è corso ieri in tarda serata a Feltre per i colori del Duomo. A fare coppia con lui era Alessandro Chiti su Grein (Duomo), giunto terzo. Alle spalle di Pusceddu, invece, Farris su Intiveddau (Port'Oria) che è stato l'unico a cercare, all'ultimo tutto, di superare il battistrada.

Il mossiere Gennaro Milone ha, curiosamente, teso anche un canapo posteriore (cosa insolita a Feltre) chiudendo praticamente all'interno i cavalli, in quest'ordine alla mossa: Virginio Zedde su Giostreddu (Santo Stefano), Pusceddu su Fogosu (Duomo), Farris su Intiveddau (Port'Oria), Siri su Nabilia saura (Castello), Mereu su Nino's (Castello), quindi Chiti su Grein (Duomo), Ricceri su Narcisco (Port'Oria) e Bianchina su Nadir (Santo Stefano).

Mentre nuvoloni si addensavano sulla pista, Milone l'ha data buona. E' schizzato subito in testa Pusceddu, seguito da Farris, Lo Zedde su Giostreddu e Chiti che è presto risalito al terzo posto. Poi le posizioni sono rimaste invariate fino alla fine. Un successo importante, quello di ieri, per Pusceddu che potrebbe essere nuovamente impiegato in Piazza ad agosto.

La.Valde. da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Piancastagnaio

Messaggio  jabru il Gio Ago 18, 2011 10:28 am

D
i Fabrizio Pinzuti

PIANCASTAGNAIO. Non sono voluti mancare all’appuntamento con il palio di Piancastagnaio alcuni dei fantini già impegnati con il più ben noto e importante palio di Siena, tra cui anche Andrea Mari detto Brio, fresco vincitore della carriera dell’Assunta con Fedora Saura per la contrada biancorossa della Giraffa.
Questo forse il dato più evidente e significativo della provaccia svoltasi questa sera (17 agosto) alle ore 18.30 nel nuovo ovale dello stadio di piazza Lavagnini, con una partenza posta non più all’inizio del rettifilo di fronte alle nuove tribune ma arretrata in curva per rispettare la lunghezza della corsa rispetto agli anni precedenti.
La conferma della presenza di fantini del palio di Siena è importante perché ribadisce l’importanza del palio di Piancastagnaio, che rimane un paliotto ma si pone in una posizione di preminenza rispetto ad altre corse analoghe.
La prova è finita in un rigoroso ordine alfabetico: primo Borgo, con il fantino Giovanni Atzeni detto Tiddia a pelo di Electro Pucionist, seguito da Castello, con il fantino Francesco Caria detto Tremendo in groppa a Nino, che ha preceduto il cavallo di Coro, Fischietto, montato da Virginio Zedde, detto Lo Zedde: a chiudere la contrada di Voltaia con l’accoppiata Polpetta, che già l’anno scorso aveva portato la spennacchiera bianconera della contrada di Via XX Settembre, e il citato Brio, che rientra nel palio di Piancastagnaio, dopo la squalifica rimediata nella vittoriosa carriera di tre anni fa con i colori rossoverdi della contrada di Castello. La corsa ha offerto anche qualche spunto tecnico di rilievo, con Borgo, Castello e Coro che hanno comunque spinto, anche per provare il comportamento dei cavalli in una pista con un fondo di sabbia, mentre Brio ha trattenuto fin dall’abbassamento dei canapi Polpetta, limitandosi a un assaggio del nuovo percorso. Come sempre sarà la corsa, in programma domani sera 18 agosto alle ore 19.00 dopo il corteo storico, a decretare in quale museo delle contrade andrà il prezioso drappellone dipinto quest’anno dall’artista senese Sergio Pratesi in collaborazione con Laura Pesce, autrice a sua volta del Cupello, l’artistico piatto assegnato alla contrada che sfila meglio, mentre il premio “asta e bacchetta” realizzato dall’artista locale Marco Giubbilei per la migliore sbandierata è andato quest’anno alla contrada di Voltaia.

ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Piancastagnaio

Messaggio  jabru il Ven Ago 19, 2011 10:51 am

D
i Fabrizio Pinzuti

PIANCASTAGNAIO. Forse, a mente fredda e con il senno di poi, la spiegazione dell'ennesima vittoria della contrada di Coro - che bissa il successo dell'anno scorso aggiudicandosi nel contempo anche l'artistico piatto chiamato Cupello per la migliore comparsa e sfilata - può essere trovata nella scelta di un cavallo snello e agile come Fischietto, di stazza e corporatura inferiore rispetto a quelli delle altre contrade, ma sicuramente più a suo agio nel particolare fondo in sabbia silicea di fiume del nuovo ovale dello stadio Comunale. E' questo un particolare avvalorato anche dal notevole distacco inflitto alle altre contrade, giunte molto affaticate, anzi con cavalli assai spossati. Probabilmente ha giovato anche la notevole esperienza della dirigenza rossonera del rione di Via Della Faggia, sempre in giro ad osservare cavalli e fantini, sia nei palii che nelle corse regolari. Detto ciò vanno riconosciuti anche i meriti del bravo fantino Virginio Zedde, detto Lo Zedde, che prima ha lasciato sfogare lo spunto iniziale di Voltaia, con Andrea Mari, detto Brio, a pelo di Benyntor, che sembrava avviato a ripetere il successo in piazza per la Giraffa, poi con uno scatto irresistibile ha messo tra sé e gli altri un distacco sempre più grande.

Con una vittoria così netta e convincente e con i notevoli distacchi inferti agli avversari si sono subito sopite anche le iniziali polemiche sulla mossa, data da Gennaro Milone di Asti, che ha abbassato i canapi quasi a sorpresa, forse con un allineamento non del tutto conforme a quello estratto (Castello, Coro, Voltaia, Borgo), ma comunque con tutte e quattro i cavalli pronti a scattare, cosa questa non frequente né facile in una carriera come quella di Piancastagnaio dove non c'è la rincorsa e i canapi vengono abbassati quando i cavalli si trovano sulla stessa linea. Mai in corsa Borgo, con Giovanni Atzeni detto Tittia a pelo di Electro Pucionist, e Castello con il fantino Francesco Caria, detto Tremendo, sul cavallo Nino. Non c'è stata insomma corsa, a parte il primo giro condotto da Voltaia con Brio, e già all'inizio del secondo giro la superiorità di Fischietto e dello Zedde è apparsa evidente, mentre Coro si conferma la contrada più vincente da quando nel 1979 il palio di Piancastagnaio è tornato ad essere corso con regolarità.

ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Piancastagnaio

Messaggio  jabru il Sab Ago 20, 2011 5:15 pm

“Grazie a tutti coloro che hanno contributo a regalare ai pianesi e a tantissimi ospiti presenti in paese, lavorando tutto l’anno e raddoppiando il proprio sforzo in questi intensi giorni di Festa, un Palio avvincente e denso di emozione, caratterizzato dalla migliore organizzazione di sempre”.

E’ il primo commento del sindaco di Piancastagnaio, Fabrizio Agnorelli e dell’assessore al Palio, Simone Renai, l’indomani della Carriera che ieri, giovedì 18 agosto, ha visto trionfare, dopo quattro giri e mezzo di corsa mozzafiato, Virginio Zedde su Fischietto per la contrada del Coro. Gioia doppia, quella di Coro, che si è aggiudicata - oltre al drappellone dipinto da Sergio Pratesi - anche il Cupello di Rita Pesce, per essersi distinta nel corteo storico.

“La grande partecipazione che abbiamo registrato per tutta la settimana di appuntamenti che hanno preceduto la Carriera - proseguono Agnorelli e Renai - sono il frutto di uno sforzo corale che vede davvero coinvolto tutto il paese, in ogni sua espressione: l’amministrazione comunale, con tutta la sua macchina organizzativa, il Magistrato delle Contrade e i contradaioli di Castello, Borgo, Coro e Voltaia, che tengono viva la tradizione della nostra Festa per tutto l’anno”. “Anche quest’anno - aggiungono - abbiamo fatto nuovi passi in avanti a tutela della nostra manifestazione, che è migliorata da tutti i punti di vista: dall’affinamento dei tempi e delle tappe salienti che scandiscono la Festa, all’impegno per la sicurezza. Su questo fronte, il Comune ha fatto un notevole sforzo per cambiare la pista, adeguandola ai criteri dell’ultima Ordinanza che disciplina le manifestazioni popolari pubbliche o private nelle quali vengono impiegati equidi”.

“In particolare – aggiungono Agnorelli e Renai - quest’anno abbiamo sostituito il fondo della pista, fino allo scorso anno in terra, con un manto di sabbia, per rendere il campo di gara più sicuro per cavalli e fantini. Ciò ha permesso anche un ridisegno delle curve, addolcite rispetto al passato”. “L’auspicio è che si possa presto arrivare ad un riferimento normativo certo per le manifestazioni di rievocazione storica, qual è il Palio di Piancastagnaio, superando l’incertezza a cui siamo costretti dalle revisioni e integrazioni dei provvedimenti emessi dal Ministero della Salute, a cui ci atteniamo nell’organizzazione. A partire da settembre, insieme al Magistrato e alla Contrade, ci impegneremo a costruire nuovi rapporti con Ministero e Assi (ex Unire), affinchè i parametri essenziali da rispettare vengano definitivamente tracciati. Da parte del Comune ci sarà sempre il massimo impegno a garanzia di una Festa che è lo specchio della nostra identità, legame tra i più profondi della comunità, oltre che un evento perno della nostra economia turistica. Dalla ripresa del Palio in epoca moderna, nel 1979 - concludono - la nostra manifestazione è cresciuta tantissimo, raggiungendo un rilievo nazionale che auspichiamo possa rafforzarsi di anno in anno ripagando tutta la nostra comunità dell’impegno, della passione e del rispetto della tradizione che mostrano verso la propria Festa”.

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Acquapendente

Messaggio  jabru il Sab Ago 27, 2011 4:18 pm

Siena, 26 agosto 2011 – Kermesse di fantini e cavalli senesi domani, sabato 27 agosto, in notturna allo stadio di Acquapendente. A partire dalle 21 si svolgeranno tre batterie di mezzosangue con i primi due cavalli che accederanno alla finalissima, più una batteria secca di purosangue nell’intervallo.


Fra i cavalli iscritti, che saranno agli ordini del mossiere Vinciarelli, ci sono Gungadin (Verdigi), Maurizio (Verdigi), Misano de Sedini (Verdigi), Old farm (Mascolo), Maleducada (Mascolo). Chiti porterà Onorato (oppure, com’è più probabile, Freelander), quindi Migolitto e Leppidoro, Colombati sarà in groppa a Nunteregghepiù, a Iada e a Nabbabo, Bartolozzi monterà Osvaldo e Morri, toccherà invece a Sini spingere Limpidu de Zamaglia e Nimento, Columbu sarà su Italiana de Sedini, Dino Pes su Noioso, Mascolo su Malachirrare, Guerrini su Moschino.


Nomi eccellenti nella batteria secca di purosangue perché, fra gli altri, c’è Luca Minisini. Con lui Chiti, Dino Pes, Danilo Todde, Guerrini.




La.Valde. da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Sociville

Messaggio  jabru il Mar Ago 30, 2011 3:25 pm

S
OVICILLE. Ieri (28 agosto) alle ore 19,00 si è disputata la IX edizione del Palio dei ciuchi a San Rocco a Pilli, ha conquistato l’ambito premio la contrada “Castello” alla sua prima vittoria. Il drappellone realizzato da Daniele Sasson è stato consegnato al capitano della contrada.
La festa si è svolta celebrando anche il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, è intervenuta una rappresentanza del Battaglione Paracadutisti di Siena, sono stati ricordati i caduti delle Forza Armate impegnate nelle varie missioni nel mondo.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Castel del Piano

Messaggio  jabru il Ven Set 02, 2011 3:59 pm

Sono trentadue i cavalli iscritti alle batterie di selezione, che si terranno il 6 settembre, per il Palio delle contrade di Castel del Piano.

Moltissimi i cavalli che hanno già calcato il tufo di Piazza ed iscritti al protocollo equino. Sarà presente anche Giostreddu, il forte barbero di Federico Catocci. barbero molto chiacchierato su cui si sono formate diverse voci, tipiche da radio Palio. Ha corso il 2 luglio del 2010 per il Leocorno completando la sua corsa di potenza scosso. Poi, solo tante ipotesi. A luglio del 2011 ha passato le previsite ma non è stato presentato alla Tratta, nonostante alcuni capitani lo avessero segnato nei propri appunti come cavallo da scegliere. Ad agosto ha corso il Palio di Feltre arrivando quarto. Niente Tratta invece per lui a agosto a Siena.

Questi i barberi dunque che vedremo calcare il tufo in Piazza Garibaldi mercoledì 6 settembre: Isopac di Stevano Vanni – Igor De Mores di Stefano Bernardino – Nina Day di Massimo Franchi – Limpidu De Zamaglia di Alessandro Manasse -Nimento di Gia Piero Neri – Nunteregghepiù di Maurizia Vitaliani – Iada di Maurizia Vitaliani – Nuvelsa di Serena Pecchia – Olindo di Federico Andreini – Nessie di Federco Andreini – Newtons di Federico Andreini – Onorotao di Francesco Passalacqua – Bongo Bingo di Giancarlo Rossi – Internos di Simone Pizzi – Mocambo di Mark Harris Getti – Nambo King di Gianni Oddo – Giostreddu di Fabrizio Catocci – Nespolo di Bonorva di Antonio Zedde – Nababbo di Giuseppe Galeazzi – Nerone Sauro di Simone Berni – Manioca di Simone Berni – Licurgo di Simone Berni – Gezabele di Claudio Berti – Incantado di Giacomo Bigazzi – Oui di Francesco Ferrari – Lucifero Leon di Alessandro Fontani – Moom di Alberto Ricceri – Nino’s di Alberto Ricceri – Istrix di Riccio Liberato – Melissa Bella di Francesco Ticci – Malachirrare di Davide Panti e Mary Monella di Michela Gori.

El.Ca. da SIENANEWS

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Casteldipiano

Messaggio  jabru il Lun Set 05, 2011 10:15 am

Siena, 5 settembre 2011 - "Il Palio di Casteldelpiano è quello che preferisco", aveva detto dopo l'Assunta Simone Berni. I cavalli della sua scuderia - prima Vai Go, quindi Guschione nel 2007 e nel 2008 - sull'Amiata hanno già centrato tre successi. Quest'anno Berni si presenta alla scelta dei capitani (l'appuntamento è domani, alle 16 con le batterie di selezione) con Nerone sauro, Manioca e Licurgo. Ma sono 32 i mezzosangue - tutti conosciuti nel circuito della nostra provincia, alcuni iscritti all'Albo e che hanno corso addirittura in Piazza del Campo (vedi Giostreddu) - che si contenderanno uno dei quattro posti al canape per il palio dell'8 settembre.

Non ci sarà il vincitore della scorsa edizione, Ivanov (Monumento), non ci sarà il fantino che trionfò con lui nel 2010, Gingillo, perché infortunato. Tornano invece Isopac e Igor de Mores, che erano toccati rispettivamente a Storte e Borgo, torna Istrix che aveva corso nel Poggio. Ci provano Nina Day, Limpidu de Zamaglia, Nimento, Nunteregghepiù, Iada, Nulvesa, Olindo, Nessie, Newtons, Onorato, Bongo Bingo, Internos, Mocambo, Nambo king, Nespolo de Bonorva, Nababbo, Gezabele, Incantado, Oui, Lucifero Leon, Moom, Nino's, Melissa bella (montata da Mureddu), Malchirrare e Mary Monella (montata da Mascolo), questi ultimi della scuderia Ticci.

Le strategie sono tutte senesi. Molti gli addetti ai lavori - appassionati, cavallai, Contrade e fantini - che andranno in piazza Garibaldi per le batterie e poi per assistere, a partire dalle 19, all'assegnazione dei quattro cavalli ai rioni. Già ci sono le prime voci delle monte. Sembra infatti che Gianluca Mureddu sia vicino alle Storte (lo scorso anno era su Isopac nel Borgo) mentre i nomi più accreditati che potrebbero indossare il giubbetto del Borgo sono ad oggi Chessa e Siri. Tutte da decifrare le mosse del Monumento e del Poggio. C'è chi vede a cavallo Virginio Zedde e Pusceddu, ma a sorpresa potrebbero esserci Migheli e Carboni. I giochi sono ancora apertissimi.

Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Corse fuori Siena

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum