Provenzano

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Andare in basso

Vilella al Pronto Soccorso

Messaggio  jabru il Ven Lug 01, 2011 12:48 pm

Antonio Villella si trova in questo momento al pronto soccorso delle Scotte per accertamenti dopo la caduta al secondo San Martino. Per lui un leggero trauma cranico ed una probabile frattura alla spalla. Si attendono i risultati delle lastre e della tac. Nessuna conseguenza invece per Tittia che, nonostante la caduta al Casato, non ha riportato traumi ed infatti non è stato portato al pronto soccorso.
SIENANEWS
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Messi non ce l'ha fatta

Messaggio  jabru il Ven Lug 01, 2011 3:41 pm

S
IENA. Uno scarno comunicato del Comune ha dato la notizia: Messi è morto.
"Alla prova del mattino di oggi primo luglio, durante il secondo giro di piazza si è verificato un grave incidente al cavallo Messi della Contrada della Chiocciola, che per un’errata traiettoria nella curva di San Martino, ha urtato violentemente. Immediatamente soccorso e trasferito alla clinica del Ceppo, il cavallo, nonostante le immediate cure del caso, veniva a morte presumibilmente per shock cardio-circolatorio".
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Grandinata improvvisa su Siena

Messaggio  jabru il Ven Lug 01, 2011 4:07 pm

Una grandinata improvvisa si sta abbattendo su Siena. Piove davvero sul bagnato in questa giornata già colpita dalla morte del cavallino della Chiocciola Messi.
Una grandinata come non si vedeva da anni con chicchi ghiacciati dalle dimensioni davvero grandi. Fuggi fuggi generale per trovare riparo da questo temporale atipico che sembra non volersi calmare
SIENANEWS
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

I senesi piangono Messi

Messaggio  jabru il Ven Lug 01, 2011 4:11 pm

Doveva essere il Palio dell’esordio per Messi ma purtroppo la sua carriera paliesca è terminata dopo questa drammatica quarta prova del Palio di Provenzano. La città si stringe intorno alla Chiocciola che non potrà partecipare alla Carriera. I senesi non accetteranno però attacchi contro la Festa, non li accetteranno perché sono i primi che in queste ore soffrono per la morte del cavallo. Troppo facile dare solo la notizia dell’incidente ma non provare a descrivere le lacrime negli occhi dei contrada ioli e non solo dei Chiocciolini. Il rincorrersi di telefonate per avere notizie del cavallino o la prontezza con i quali si sono attivati i soccorsi per cercare in tutti modi di salvare la vita a Messi. La vita del cavallo sopra ad ogni cosa, di lui si chiedevano notizie, non del fantino. La Tartuca, rivale sì ma solo in corsa, è uscita da Piazza composta ed in silenzio in segno di rispetto verso l’avversaria. Nessuna contrada esulta per le disgrazie altrui. A Siena il Palio si vuole correre in dieci e vincerlo perché si è più forti.


Messi, nonostante ancora non avesse mai calcato il tufo di Piazza per il Palio, era considerato da molti, addetti ai lavori compresi, il cavallino esordiente da battere.

Cavallino di Giuseppe Zedde. Iscritto al protocollo nel 2011 ha effettuato sei corse tra Mociano, Monteroni e Fucecchio. Montata sempre da Bianchina aveva fatto vedere di essere una grande galoppatrice tanto che sembrava quasi certo il suo debutto nel 2011 come infatti è stato.

Accolto positivamente nella Chiocciola, il capitano ed i suoi collaboratori sapevano di avere un barbero con cui poter fare un buon Palio.

Il Palio è vita e come nella vita di ogni giorno purtroppo anche il destino può scegliere diversamente da come si vorrebbe andassero le cose in realtà.

SIENANEWS
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

annullata la prova generale

Messaggio  jabru il Ven Lug 01, 2011 5:59 pm

Bandiera verde alla trifora di Palazzo Comunale. Annullata la Prova Generale
A causa della pioggia, caduta copiosamente, è stata annullata la Prova Generale del Palio che si doveva correre alle ore 19,45.

SIENANEWS
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Lutto nel mondo del Palio

Messaggio  jabru il Ven Lug 01, 2011 6:48 pm

In ospedale per accertamenti il fantino Sgaibarre. Nessuna conseguenza per il barbero dell'Oca, solo contusioni per Tittia
Lutto nel mondo del Palio: il cavallo della Chiocciola, Messi, infortunatosi nel corso della prova di questa mattina non ce l'ha fatta a sopravvivere. Il grave incidente si è verificato al secondo San Martino quando il cavallo, che galoppava nelle retrovie, ha urtato violentemente, in una dinamica ancora da chiarire. Immediatamente soccorso e trasferito alla clinica del Ceppo, il barbero, nonostante le cure del caso, è apparso subito in gravi condizioni ed è deceduto nelle ore successive presumibilmente per shock cardio-circolatorio, come confermato da un comunicato ufficiale emesso dal Comune di Siena. La Contrada della Chiocciola non potrà così disputare la Carriera di domani. Per quanto riguarda il fantino Antonio Villella detto Sgaibarre, rimasto a terra dopo la rovinosa caduta, è stato trasportato al Pronto Soccorso, dove è arrivato con un forte trauma contusivo alla spalla. Proprio in questi minuti Villella viene sottoposto a risonanza magnetica per cercare di verificare se ha riportato o meno fratture.

Per la cronaca il Valdimontone ha vinto la quarta prova. Le contrade sono state chiamate tra i canapi in ordine inverso rispetto all’assegnazione dei cavalli con la Pantera di rincorsa. Ancora problemi a raggiungere il corretto allineamento, soprattutto nella parte bassa della mossa, con Ambrosione che ha chiamato tutti fuori. Quando la rincorsa è entrata sono partite bene Oca, Istrice e Drago, con la contrada di Camollia che ha guadagnato subito la testa e provato un interessante allungo sul tufo. Al primo Casato l’Oca ha battuto sul colonnino ed il fantino Tittia è caduto, per poi rialzarsi prontamente e claudicante lasciare la Piazza. La prova è proseguita con Bighino che ha richiamato Moedi ed il Valdimontone che ha guadagnato la testa, andando a vincere.

AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Lutto nella Chiocciola

Messaggio  jabru il Ven Lug 01, 2011 6:51 pm

La Chiocciola in piazza con bandiere abbrunate
01/07/11 - 17:30La Contrada della Chiocciola, esprimendo il profondo dolore per quanto accaduto al cavallino Messi, prenderà parte al Corteo Storico con le bandiere abbrunate e con il tamburo a suono cupo.
La Festa per il rione di San Marco si interrompe così, in maniera triste ed inattesa e si infrangono nel modo peggiore, sogni e speranze di tutti i chiocciolini.
Si ringraziano le Consorelle e i tanti Contradaioli per gli attestati di solidarietà e di vicinanza che sono stati espressi in queste ore.
AntennaRadioEsse
--------------------------------------------------------------------------------
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Villella ancora ricoverato

Messaggio  jabru il Ven Lug 01, 2011 6:56 pm

Gli accertamenti a cui è stato sottoposto il fantino dopo la rovinosa caduta hanno escluso fratture.
E' sempre ricoverato all'ospedale de Le Scotte Antonio Villella detto Sgaibarre, infortunatosi stamani nella rovinosa caduta al secondo San Martino. Il fantino, secondo le notizie arrivate finora, sarà tenuto in osservazione fino a domani e poi, salvo complicazioni, sarà dimesso. Gli accertamenti a cui è stato sottoposto dopo la violenta botta hanno escluso fratture.
AntennaRadioEsse
--------------------------------------------------------------------------------
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La provaccia si corre alle 10

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 9:33 am

LA PROVACCIA SI CORRE ALLE 10,00
News 02-07-2011
La Provaccia verrà corsa alle ore 10,00 per permettere al tufo di compattarsi

da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La Provaccia

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 11:21 am

Si è corsa questa mattina, sabato 2 luglio alle 10, la Provaccia del Palio di Siena del 2 Luglio 2011.

La prova (più una sgambata che altro) è stata vinta dalla Contrada della Tartuca con Giosuè Carboni detto Carburo su Ivanov. Buono spunto in partenza di Oca e Valdimontone.

L'ordine di ingresso tra i canapi è stato invertito rispetto al numero di orecchio dei cavalli: Bruco, Lupa, Oca, Valdimontone, Civetta, Istrice, Pantera, Tartuca e Drago di rincorsa. .
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Palio, il giorno più lungo

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 11:24 am

Siena, 2 luglio 2011 - E' più che mai, questo, il Palio delle incertezze. Anche dal punto di vista metereologico.
Una giornata come ieri, da dimenticare sotto ogni punto di vista, ha lasciato la tristezza e una pista tutta da sistemare: la grandine e la pioggia fortissima hanno costretto ad annullare la prova generale e messo a rischio anche le grandi cene nelle contrade, forse neppure la provaccia di questa mattina si correrà. Gli operai del Comune si sono immediatamente attivati per la sistemazione del tufo ma perché la pista sia perfetta per la corsa di stasera, c’è bisogno di un po’ di tempo e soprattutto di sole. Le previsioni per la giornata di oggi non sono certo gradevoli, tuttavia sembra lontano il rischio pioggia. Stando al meteo, infatti, questa Carriera di Provenzano si correrà sotto un cielo grigio, proprio come l’atmosfera che da ieri è calata sulla Festa. Eppure, poco prima del tramonto la città avrà incoronato un nuovo popolo vincitore per il quale inizierà un lungo periodo di festeggiamenti. Tutto ricomincia secondo i ritmi fuori dal tempo, dalla messa del fantino di stamani alle 7.45.

Dopo la provaccia (se si correrà) sarà poi il momento della segnatura dei fantini, in Comune. E così prenderà il via la giornata più lunga, quella dei contradaioli di vedere trasformato in realtà un sogno atteso. Il rituale paliesco, come sempre, si aprirà con la benedizione dei cavalli nei dieci oratori, alle 15.30, poi le comparse si avvieranno verso la prefettura da dove partiranno per il Corteo.
Alle 16.30 il primo rintocco di Sunto, suono di bronzo che montale sentiva «cadere» dalla torre scandirà il primo battito del cuore di ogni contradaiolo col suo fare lento e solenne e il corteo farà il suo ingresso in Piazza. Da quest’anno saranno rafforzate le misure di sicurezza anche per l’ingresso nella conchiglia da via dupré, ultima parte della Piazza che si chiude. Alle 19.30 si corre il Palio e, come diceva silvio Gigli, «ogni legge tace quando si abbassa il canape».


La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Sgaibarre: mio nonno mi ha salvato

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 11:29 am

Siena, 2 luglio 2011 - GRANDINA. Chicchi grossi come uva che, battendo sulle finestre, tengono svegli i malati del reparto di Medicina d’urgenza delle Scotte, sopra il pronto soccorso. Ma il paziente del letto numero 11 non c’è. «Eppure deve stare fermo», lamentano gli infermieri. Qualche minuto e arriva, Sgaibarre, insieme agli amici più cari. Fino a poco prima c’era anche sua madre. «Non riesco a stare fermo, sono addolorato», dice prima di stendersi nel letto. Ha un braccio appeso al collo «ma solo per una botta al gomito, li ho pregati di sostenermelo. Niente frattura. Poi ho un graffio profondo alla gamba destra (già medicato, ndr), un po’ di escoriazioni alla schiena. Più un piccolo ematoma alla testa ma il peggio è scongiurato. Mi faranno un’altra tac, per sicurezza, ma domattina (oggi, ndr) firmo e vado via. A casa». I medici lo invitano a frenare: loro pensano di trattenerlo qualche giorno in osservazione. Ogni tanto tocca il numero 35 che porta al collo.



E che, nel dramma, gli ha portato fortuna: «Era il soprannome di mio nonno Alberto, 35, questa (tira fuori la medaglia, ndr) ha corso 11 Carriere. Sempre con me. Ora la rimetterò sulla tomba del nonno, la persona che mi ha avvicinato ai cavalli. E se ricorrerò il Palio andrò a riprenderla».


Messi che cavallino era?
«Forse un po’ inesperto ma un bravo cavallo».


L’avevi visto nel circuito del Comune?
«Sì, a Monteroni. Era sempre andato abbastanza bene. Positivo».


Quando la Chiocciola ti ha chiamato per montarci?
«Ero contento perché volevo correre il Palio, sono andato volentieri in San Marco per scoprire un cavallo ancora sconosciuto in Piazza».


L’approccio?
«Mi ha dato qualche problema al canape la seconda e la terza prova, ai debuttanti, è normale, serve farle per capire bene dove galoppare. E invece (sospira, ndr) ci siamo fermati prima».


Cosa è accaduto a San Martino?
«Ora ho preso questa botta, mi sè offuscato il ricordo. Non rammento. Devo guardare i filmati».


Ti sei accorto di andare contro il bandierino?
«Dopo il Casato, quando è caduto Tittia, io ero dietro, sono riuscito a passare in mezzo mentre la Civetta l’ha travolto. Ho sentito che il cavallino si è irrigidito ma siamo arrivati a San Martino, pensavo di fare una traiettoria normale. Poi non ricordo, potrei sbagliare».


Rammenti il volo in aria?
«No, assolutamente. Penso di aver perso conoscenza lì, rammento il pezzo del cuoio... una botta grossa, poi il buio. E mi sono risvegliato».


Con il capitano della Chiocciola hai parlato?
«Non ancora, solo con i mangini. Parleremo con calma più avanti».


Quando hai saputo di Messi?
«Un mio amico ha sentito la notizia, che era morto nel viaggio. Messi si faceva volere bene, era un cavallino bravo, bravo».


E’ di Gingillo: ci avevi parlato?
«No, non si possono dare vantaggi ad un altro che ha un cavallo da corsa».


Cosa ti senti di dire alla Chiocciola e alla città?
«Che non è giusto che accadano queste cose, mi dispiace tanto per la Chiocciola, per la città, per il cavallo. Non so ora le conseguenze ma il dispiacere è tanto per uno che vive con gli equini da quando è nato. E’ morto un cavallo che montavo, c’ero io sopra... questa non è politica questa è vita mia (gli occhi si fanno lucidi, ndr)».


E’ la prima volta che ti accade?
«La prima. Mai in ippodromo, mai in altre corse, anche prima».


Per te era un Palio importante?
«Di svolta, ci credevo anche. Avevo bisogno di una gioia e di dare gioia, questa proprio non ci voleva».


C’è un’inchiesta della magistratura: che succede?
«Non ne ho idea».


Reitano ha parlato anche di errore umano.
«Se l’errore è stato mio, di qualcun altro, del cavallo, il risultato non cambia. Questo il problema. Se ci vado di mezzo io, te o un altro non cambia nulla».


Guarderai il Palio?
«No, non ho voglia».


Ma ci tornerai?
«Faccio il fantino. Però questa non ci voleva...»


Come si sente un fantino al quale muore il cavallo?
«Come un pilota che fa il Gran Premio e a cui si rompe la macchina. Ti manca un compagno. Un caro compagno».


di LAURA VALDESI da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La Tatuca vince la Provaccia

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 11:46 am

Sono l’Oca, l’Istrice ed il Montone a partire forti al momento della mossa.
Bartoletti prova Lo Specialista ma già prima di San Martino rallentano tutti.
Andature molto blande con solo Gingillo che poi prova Lampante senza però giustamente sforzare troppo il cavallo. Buono spunto di Giosuè Carboni nella seconda dirittura tra San Martino ed il Casato andando poi a vincere questa sesta prova.

DIENANEWS
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Messa del fantino

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 4:34 pm

Siena, 2 luglio 2011 - «Iniziamo con il ricordo di un cavallo morto, creatura di Dio. E al fantino auguriamo una pronta ripresa. Ma la nostra Festa continua e la celebrazione dell'eucarestia ci riporta ad un significato più profondo, legato al comandamento dell'amore». Ha iniziato così, l'arcivescovo Antonio Buoncristiani, la messa celebrata davanti alla cappella di Piazza del Campo cui prendono parte, il giorno del Palio, i fantini delle Contrade che corrono e le rispettive dirigenze. Un pensiero dunque alla Chiocciola, che non sarà stasera al canape ma a cui la città tutta è vicina. «La vita delle Contrade e il Palio - ha aggiunto monsignor Buoncristiani - sono per la nostra città un collante straordinario di tradizioni, di passione, di senso di appartenenza». Al termine della messa del fantino, la provaccia di cui abbiamo già dato conto nel nostro sito internet, quindi la segnatura dei fantini: da questo momento in poi non si possono più cambiare. «Nel corso della riunione - ha spiegato a margine del tradizionale incontro con la stampa il sindaco Franco Ceccuzzi - abbiamo ripetuto le linee guida della mossa leggendo gli articoli del regolamento che la riguardano unitamente a quelli della corsa. Ho raccomandato a tutti di essere consapevoli di ciò che siamo. Siamo pro-tempore, abbiamo ricevuto la Festa e quindi la dobbiamo trasmettere. Questo deve essere il nostro senso di responsabilità nei confronti della città». Ceccuzzi ha spiegato di avvicinarsi al Palio con «uno stato d'animo sereno perché l'organizzazione del Palio come sempre ha prodotto il suo massimo sforzo. Il destino è stato crudele perché una tragica fatalità ci ha colpito. Certamente non c'è nessuno più di noi che ne ha subito le conseguenze, il popolo di San Marco e tutta la città. Chi si accanisce ulteriormente dall'esterno, si accanisce contro chi già vive un grande dolore». I dirigenti della Chiocciola, il capitano Roberto Zalaffi e il priore Senio Corsi, si sono recati ieri in Comune dal sindaco. «Ci siamo abbracciati - ha concluso il sindaco - come persone che hanno perso qualcosa di caro. Loro perché era il cavallo a cui avevano affidato le speranze di vittoria, noi perché volevamo che tutte e dieci le Contrade fossero al canape».

Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Le accoppiate definitive

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 4:49 pm

Si è svolta la segnatura dei fantini che correranno il Palio di Siena del 2 luglio 2011, Palio di Provenzano. Nessuna sorpresa, confermate tutte le monte viste in questi giorni di prove.








Queste le accoppiate cavallo-fantino delle nove Contrade partecipanti:

OCA - Mississippi - Giovanni Atzeni detto Tittia
VALDIMONTONE - Lo Specialista - Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
LUPA - Elfo di Montalbo - Gianluca Fais detto Vittorio
CIVETTA - Marrocula - Andrea Mari detto Brio
TARTUCA - Ivanov - Giosuè Carboni detto Carburo
PANTERA - Miguel - Luigi Bruschelli detto Trecciolino
DRAGO - Indianos - Alessio Migheli detto Girolamo
BRUCO - Lampante - Giuseppe Zedde detto Gingillo
ISTRICE - Moedi - Walter Pusceddu detto Bighino

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Il borsino

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 5:01 pm

Solo tre prove effettuate e cinque i cavalli esordienti questa sera sul tufo.

Nove le contrade al canape, un Palio complesso da valutare. Agevolate da queste giornate piovose sicuramente sono la Lupa, il Bruco, il Valdimontone ed anche il Drago. Le contrade che hanno nella stalla i cavallini che hanno già corso almeno un Palio. Tra queste, in netta salita, nella classifica dei favoriti è la Lupa.

Lupa – Gianluca Fais detto Vittorio conosce come le sue tasce Elfo di Montalbo ed Elfo conosce come le sue tasche la Piazza del Campo. Anche in caso di prove quasi sicuramente il binomio della Lupa non si sarebbe esposto più di tanto e quindi non sono stati affatto danneggiati dal maltempo. In Vallerozzi aspettano il Palio dal 2 luglio 1989 – quando Vipera scossa arrivò prima al bandierino- e siamo certi che la contrada ed il fantino non si lasceranno scappare questa ghiotta occasione che non arriva da tempo.

Bruco – Il feeling tra Gingillo e Lampante è ottimo. Il barbero è potente ed esperto. Il fantino non ha certo bisogno di presentazioni. Non sarebbe una sorpresa la vittoria.























Bartoletti e Lo Specialista



Montone – 21 anni sono lunghi e nel Valdimontone si aspetta solo la rottura del digiuno. Lo Specialista è considerato un barbero veloce, presentato da Mulas alla Tratta lo scorso anno strabiliò tutti, nonostante la non brillante Carriera di agosto.

Jonatan Bartoletti deve riconferme la sua bravura. Uno dei fantini più ricercati che però dovrà stasera dimostrare il motivo di tutta questa lotta per averlo in contrada. Non ha certo brillato lo scorso agosto con Lo Specialista, ma questo potrebbe essere oggi un punto a suo favore: dovrà fare tutto il contrario di quello che ha fatto nel 2010. Conosce i difetti del cavallo e potrà quindi trasformarli in pregi.







Migheli e Indianos



Drago – Il favorito nei pronostici della maga del Corriere di Siena, i segni in favore di questa contrada aumentano ogni giorno. Dal lato tecnico, quello che più conta, Indianos è considerato un cavallo dal motore potente. Ad agosto, suo debutto nella Selva, partito tra gli utltimi al primo Casato era terzo dietro a Istriceddu ed Ilon (che oggi non ci sono). La caduta a quel Casato ha spento ogni possibilità di vittoria ma questa sera sul grigio ci sarà un fantino, Alessio Migheli, che vuole davvero vincere e non si spaventerà di certo a trovarsi nelle prime posizioni. Decisamente una delle favorite.







Bruschelli e Miguel



Pantera – Se su Miguel non montasse il fantino più esperto di Piazza, Luigi Bruschelli, il posto in classifica di questa contrada sarebbe decisamente diverso. Miguel è all’esordio ma in groppa avrà il suo allenatore che ne conosce tutti i pregi e difetti. Una garanzia che potrà fare la differenza

















Brio e Marrocula
Civetta – Poco il tempo a disposizione per il Mari per provare l’esordiente Marrocula che resta quindi un’incognita. Cavallino da buon galoppo potrebbe quindi sorprendere tutti e riportare Brio e la Civetta alla vittoria.







Carboni e Ivanov



Tartuca – Non dovranno più buttare un occhio alla rivale in Castelvecchio e questa indubbiamente è un punto a favore. Un punto che siamo certi la TArtuca non avrebbe voluto guadagnare in questo modo. Ivanov parte benissimo. Carboni è all’esordio e non pressioni. Occasione davvero della vita per questo binomio.







Pusceddu



Istrice – Tutto dipenderà da quale strategia alla fine Pusceddu deciderà di seguire. Non ha mai nascosto di essere pronto a fermare la rivale - nei limiti ovviamente consentiti – ma agli amici ha anche sempre ammesso che per restare a Siena un Palio lo deve vincere e quindi chissà, forse alla fine farà il suo. Anche perchè vincendo, comunque fermerebbe la rivale. Moedi non è certo un fulmine ma in Provincia ha dimostrato di galoppare molto bene.







Tittia e Mississipi



Oca – La caduta alla curva del Casato ha dimostrato che Tittia ancora non ha trovato il giusto feeling con Mississipi

Tittia però deve assolutamente tornare a fare un bel Palio dopo le ultime Carriere incolori.

SIENANEWS
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

E' Oca

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 9:17 pm

S
IENA. E' Oca!
Uno dei palii più brevi degli ultimi anni, segnato dall'assenza dolorosa di una contrada, la Chiocciola.
L'Oca, settima al canape, ha corso un bel Palio mettendo una forte ipoteca sulla vittoria fin dal primo Casato. I suoi colori - il bianco, il rosso e il verde - hanno segnato, con una logica schiacciante, il Palio del 150° anniversario dell'Unità d'Italia. Il giovane Giovanni Atzeni, detto Tittia si porta a casa il suo secondo Palio vinto. L'esordiente Mississippi vede scoppiare il mortaretto al suo passaggio.
Questi i posti assegnati dalla sorte al canape: Istrice, Pantera, Bruco, Valdimontone, Tartuca, Drago, Oca, Lupa. Civetta di rincorsa.
La partenza velocissima è del Bruco. Lampante e Gingillo volano e arrivano primi a San Martino. Dietro Valdimontone con Lo Specialista e Scompiglio ed il Drago con Indianos e Girolamo.
La Tartuca cade al primo San Martino. Il Bruco sbaglia traiettoria al Casato e prende in pieno il bandierino. Il fantino cade ma il cavallo scosso continua la sua corsa alle spalle di Mississippi.
I giochi sono fatti. L'Oca domina la corsa senza altri rivali che possano insediare la vittoria finale.
Il nerbo alzato... Tittia può esultare. Il Popolo di Fontebranda corre in Provenzano
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Trionfa l'Oca

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 9:21 pm

PALIO DI SIENA DEL 2 LUGLIO 2011: TRIONFA L'OCA!
Sabato 02 Luglio 2011 19:49 CP .65
Share L'oca con Giovanni Atzeni detto Tittia su Mississippi ha vinto il Palio di Siena del 2 Luglio 2011, in onore della Madonna di Provenzano, nel 150° anniversario dell'Unità d'Italia.

Dopo che il mossiere Bartolo Ambrosione è stato costretto a fare uscire dai canapi i cavalli, buona partenza di Bruco, Valdimontone e Drago.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Tittia Mississippi, l'accoppiata vittoriosa

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 9:23 pm

L’accoppiata vittoriosa: Tittia e Mississippi
Giovanni Atzeni detto Tittia è nato a Nagod in Germania il 13 aprile 1985. Ha corso quindici palii e ne ha vinti due, il 2 luglio del 2007 (capitano era Rodoflo Montigiani) e quest’anno. Mississippi, di cinque anni, è il cavallo di Osvaldo Costa ed è allenato da Giuseppe Zedde. Era al debutto.

SIENANEWS
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Vince l'Oca

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 9:25 pm

Palio di Provenzano 2011:L’Oca vince il Palio dei 150 anni dell’Unità d’Italia
“Altro che finale di Champions League è il Palio di Siena”. Se Pep Guardiola, allenatore del Barcellona campione d’Europa, ha pronunciato o meno questa frase è difficile saperlo. Chi era vicino a lui, alla trifora del palazzo comunale in Piazza del Campo, giura di averla sentita. Di sicuro Guardiola si è emozionato tantissimo davanti alla vittoria dell’Oca con Giovanni Atzeni detto Tittia e il cavallo Mississippi.Il mossiere Bartolo Ambrosione alle 19,42 chiama le contrade al canape: Istrice, Pantera, Bruco, Valdimontone, Tartuca , Drago, Oca, Lupa, Civetta di rincorsa. Subito fuori. “Devono parlare” dicono gli addetti ai lavori. Mossa subito valida con Bruco, Drago e Montone che partono subito forte. Bene anche l’Oca. Al primo giro a San Martino cade la Tartuca mentre il Bruco cade al primo giro al Casato. Passa l’Oca, inseguita dallo scosso del Bruco ma ormai la cavalcata di Tittia e Mississippi è inarrestabile. Il drappellone è di Fontebranda.I giorni del Palio di Provenzano, dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia, non erano cominciati sotto i migliori auspici per il neosindaco Franco Ceccuzzi che subito si è trovato di fronte alla zuffa tra Torre e Oca la mattina del sorteggio dei cavalli. E, come se non bastasse il tafferuglio, poi è avvenuto il tragico incidente che è costato la vita a Messi, il cavallo della Chiocciola. Una traiettoria sbagliata alla curva di San Martino e per il barbero di San Marco è stata la fine. E accanto all’inchiesta giudiziaria, che è già scattata, sono partiti all’attacco del Palio la solita ministra del Turismo Brambilla e le associazioni animaliste. Ma c’è chi si è subito schierato dalla parte di Siena, dal ministro Giovanardi (“Il governo neppure si sogna di abolire il Palio”) all’assessore leghista del Veneto Manzato (“Perché non abolisce la Formula Uno?”), dal sindaco di Firenze Matteo Renzi al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.Il sindaco Ceccuzzi, nel consueto incontro con i giornalisti del giorno del Palio, ha ribadito che “la Festa è patrimonio della nazione” e che “i ministri non possono violare la nostra intimità”. Ci hanno provato e ci proveranno ma, come diceva Silvio Gigli alla fine delle sue epiche radiocronache “…in un tripudio di bandiere Siena trionfa immortale”. Come sempre.
Rosalba Botta da SIENANEWS

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Oò trionfo dell'Oca

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2011 9:31 pm

Siena, 2 luglio 2011 - Il Palio di Provenzano va alla contrada dell'Oca, che ha corso con Giovanni Atzeni detto Tittia sul cavallo Mississippi. La mossa è stata molto veloce, dopo pochi minuti l'ingresso dei cavalli tra i canapi, di rincorsa il cavallo della Civetta.


Nei tre giri di Piazza del Campo molte le cadute, tra cui quella più spettacolare del fantino del Bruco, Giuseppe Zedde detto 'Gingillo', portato fuori dall'anello di tufo in barella e il cui cavallo ''Lampante'' ha proseguito ''scosso'' la corsa.



Nove le contrade che hanno partecipato alla carriera, invece delle consuete 10. La Chiocciola fuori dai giochi dopo la morte del cavallo Messi ieri, durante la quarta prova. Alla carriera hanno partecipato nove contrade, dopo la morte, ieri durante una delle prove, del cavallo ''Messi'' della Chiocciola.

La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 8228
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Provenzano

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum