Dopo Palio

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Verifiche NAS

Messaggio  jabru il Dom Ago 28, 2011 5:27 pm

Siena, 28 agosto 2011 - Sono in corso controlli dei Nas di Firenze sui cavalli e sui fantini del Palio dell’Assunta
per verificare il rispetto dell’ordinanza Martini, che regola le manifestazioni dove vengono impiegati animali e, in primis, cavalli. I militari non hanno agito dietro indicazione della procura della repubblica di Siena ma a seguito di un input ricevuto direttamente dal ministero della salute. Non ci sono stati dunque, ad oggi, né sequestri, né acquisizioni, tantomeno visite nelle scuderie che ospitano i cinque cavalli caduti durante la Carriera. Ossia quelli di Torre, Istrice, Bruco, Lupa e Aquila.

Le verifiche riguardano piuttosto l’attività di certificazione pre e post Palio relativa ai barberi e, sicuramente, ai fantini. Poichè l’ordinanza si occupa del benessere animale, va da sè che la lente sia stata posta sui cavalli caduti, in primis quelli di Torre e Istrice. Guess e Marrocula, entrambi portati alla clinica veterinaria del Ceppo, sono tornati in scuderia dopo qualche giorno. Per entrambi nessuna frattura, né conseguenza grave come documentato nei giorni scorsi anche dal nostro giornale. Il prossimo anno saranno a disposizione per il Palio. Quanto ai Nas, si stanno interfacciando con l'Asl 7 solo per un riscontro dell'atività svolta.

Laura Valdesi da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Festa dei Tabernacoli: orario delle visite

Messaggio  jabru il Ven Set 02, 2011 3:25 pm

S
IENA. Ecco l'ordine con il quale, la sera di giovedì 8 settembre, la Commissione della “Festa dei Tabernacoli 2011” si recherà nelle varie Contrade

1.CHIOCCIOLA ore 20,00 Via San Marco

2.TARTUCA ore 20,10 – 20,20 Castellare di Castelvecchio

3.PANTERA ore 20,20 – 20,30 Vicolo del Contino

4.AQUILA ore 20,30 – 20,40 Vicolo di Tone

5.ONDA ore 20,40 – 20,50 Via G. Duprè

6.TORRE ore 20,50 – 21,00 Piazzetta Artemio Franchi

7.VALDIMONTONE ore 21,00 – 21,10 Intersezione via dei Servi e via delle Cantine

8.NICCHIO ore 21,10 – 21,20 Vicolo di Finimondo

9.LEOCORNO ore 21,20 – 21,30 Via di Follonica

10.CIVETTA ore 21,30 – 21,40 Castellare degli Ugurgieri

11.GIRAFFA ore 21,40 – 21,50 Arco del Fosso

12.BRUCO ore 21,50 – 22,00 Via del Comune

13.LUPA ore 22,10 – 22,20 Piazzetta Ezio Felici

14.ISTRICE ore 22,20 – 22,30 Fontegiusta

15.DRAGO ore 22,30 – 22,40 Vicolo della Pallacorda

16.OCA ore 22,40 – 22,50 Vicolo del Tiratoio

17.SELVA ore 22,50 – 23,00 Vicolo delle Carrozze
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

In Piazza òla consegna del Masgalano

Messaggio  jabru il Dom Set 11, 2011 5:09 pm

S

IENA. “Per conquistare il Masgalano servono fatica, impegno, lavoro duro. Sono quelli che alfieri e tamburini offrono, con passione ed orgoglio, al servizio della Contrada. Per questo le mie congratulazioni, a nome di tutta la città, alla Contrada Sovrana dell’Istrice, vorrei che fossero interpretate anche come un grazie rivolto a tutti quei contradaioli che, con il loro impegno, insegnano ai più giovani l’arte di girare la bandiera e suonare il tamburo rinnovando, così, di generazione in generazione, queste tradizioni”.

E’ con questa parole che il sindaco di Siena Franco Ceccuzzi, dal palco allestito in Piazza del Campo, ha aperto la cerimonia di consegna del Masgalano alla Contrada Sovrana dell’Istrice per l’abilità, il portamento, l’eleganza e le capacità tecniche mostrate dalla Comparsa nel corso dei Palii del 2011.

“Fu proprio l’Istrice nel 1960 – ha continuato il sindaco - a conquistare la prima edizione di questo premio. Oggi, a 51 anni da quella vittoria, i ragazzi di Camollia riportano in Contrada la bellissima opera del Maestro Pierluigi Olla, offerta dall’associazione La Diana, che ringrazio”.

Prima della consegna del Masgalano, è stato premiato Stefano Bendinelli della Contrada della Torre come miglior tamburino del Corteo Storico del 2 luglio 2011. Un premio istituito in ricordo del giovane e coraggioso tamburino senese, Giovacchino Mencarini, volontario tredicenne nel 1848 nella prima guerra d’indipendenza nazionale.

“Vorrei ringraziare, di cuore – ha proseguito il sindaco - il Comitato Amici del Palio per il servizio quotidiano che rendono alla Festa e per aver offerto questo premio, che ha dato l’occasione a tutta la città per ringraziare quel mondo che ruota intorno agli alfieri e ai tamburini di contrada. Un mondo fatto dai ragazzi che si impegnano per imparare un’arte che per noi vuol dire tradizione, dagli adulti che mettono al servizio delle Contrade la loro esperienza, dagli economi che curano con amore la manutenzione dei tamburi e di tutto il patrimonio contradaiolo”.

L’opera è stata realizzata dall’artista senese Antonio Benocci.

“Anch’egli tamburino di piazza del Drago – ha contuato Ceccuzzi - La sua opera rievoca la memoria di Giovacchino Mencarini giovanissimo protagonista, appena tredicenne, della battaglia di Curtatone e Montanara. Con il suo Tamburo, da via delle Terme dove viveva partì per fare l’Italia, battendo il passo alle marce della prima guerra di indipendenza”.

Il premio è stato consegnato al Priore della Contrada della Torre, “vincitrice – ha sottolineato Ceccuzzi - grazie alla bravura di Stefano Bendinelli, cui vanno i miei complimenti. Complimenti che voglio allargare a tutto il popolo di Salicotto. E’ un intero popolo, infatti che accompagna la passeggiata storica e sostiene idealmente l’impegno e la responsabilità del tamburino”.

Il sindaco ha anche voluto ringraziare Francesca Landi, che ha realizzato la pergamena per la Contrada vincitrice del Masgalano, Martina Lamanna e a Leonardo Meoni, autori dei tradizionali bandierini che sono andati, insieme alle pergamene realizzate da Miriam Borgioli e Francesca Costantini, in dono ai proprietari dei cavalli vittoriosi nelle due carriere: Osvaldo Costa, proprietario di Mississippi (ha ritirato il premio Giovanni Catastini) e Augusto Posta, di Fedora Saura.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Premio al miglior tamburino

Messaggio  jabru il Dom Set 11, 2011 5:15 pm

Siena, 10 settembre 2001 - E' l'ultimo atto del Palio (prima delle due cene della vittoria, l'Oca il 24 settembre, la Giraffa il 2 ottobre) la cerimonia di consegna del Masgalano. Ha ragione il sindaco Franco Ceccuzzi a dire, in Piazza prima di consegnare l'opera di Pierluigi Olla offerta da La Diana per la migliore comparsa delle due Carriere, «che l'evento segna l'inizio dell'inverno, stagione in cui le Contrade continuano a vivere e crescere, coltivando grandi passioni di vittoria». C'erano tanti turisti nella Conchiglia a filmare la cerimonia che «premia l'impegno dell'economato, senza il quale questo risultato non sarebbe stato conseguito. Sono orgogliosa di ricevere l'opera in nome della mia Contrada», dice il priore di Camollia Nicoletta Fabio.

Ma c'è un momento di gloria anche per Stefano Bendinelli della Torre che ha conquistato il premio voluto dal Comitato Amici del Palio "per ricordare Giovanni Mencarini, tredicenne che da via delle Terme dove viveva partì per fare l'Italia, battendo il passo alla merce della prima guerra d'indipendenza", ha sottolineato il presidente Francesco Boschi. Il tamburo che esce dal tufo è frutto dell'ingegno di Antonio Benocci.

Oltre ai priori e alle autorità sul palco i giovani dell'Istituto d'arte dalla cui mente sono uscite le pergamene consegnate all'Istrice, ai proprietari dei cavalli vittoriosi, Mississippi (c'era Giovanni Catastini e non Osvaldo Costa a ritirarlo) e Fedora saura di Augusto Posta. I giovani artisti sono Francesca Landi, Martina Lamanna, Leonardo Meoni, Miriam Borgioli e Francesca Costantini.

Tanti i messaggi palieschi lanciati dal sindaco che ha evidenziato come dovere di chi indossa la fascia tricolore «sia di mantenere lucidità e distanza senza mai cadere nella tentazione di essere protagonista nel Palio», auspicando «di conservare l'attuale collaborazione con le Contrade, anche in vista delle riflessioni sulla Festa da compiere nell'inverno, sinergia che ha consentito di superare anche i momenti quest'anno più difficili».

La.Valde. da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L'inverno è arrivato

Messaggio  jabru il Gio Set 15, 2011 3:55 pm

Si arrotolano le bandiere, si zittiscono i tamburi, ognuno ripone nel cassetto il proprio fazzoletto, a Siena, per tutte le contrade ad eccezione delle due regine di questo 2011 Oca e Giraffa, è arrivato l'inverno, anche se dall'afa ancora persistente sulle lastre non si direbbe. Ci attende un invernata assai lunga ed il calendario contradaiolo sarà scandito da frequenti appuntamenti. Prima su tutte la revisione del famoso Protocollo Equino, un chiodo fisso nella testa del nostro Primo Cittadino che dovrà essere abile ad andare in contro alle esigenze dei proprietari dei cavalli mantenendo la sua decisa linea di salvaguardia della salute di animali e persone. Le contrade stanno rispondendo alla grande ai continui inviti alla sicurezza fatti dal Sindaco Ceccuzzi e mai come quest'anno la Città di Siena ha mostrato tutta la sua compattezza nel difendere la propia Festa, la propria “vita”. Una vita che, come si sa, non conosce pause, ed ecco che già da questa Domenica, in occasione del Palio di Asti, le dirigenze inizieranno a costruire la prossima carriera di Provenzano. Le recenti dimissioni del Capitano torraiolo Enrico Fatucchi, seguite a ruota da quelle del collega tartuchino Marcello Sbaragli, hanno creato un quadro dirigenziale molto particolare e, con ogni probabilità, senza precedenti. Infatti, solo i capitani di Nicchio (Mario Corbelli), Selva (Michele Rugani) e Montone (Franco Morandi) non dovranno passare dalle urne per avere la certezza di guidare le rispettive contrade nel 2012. Per i rimanenti quattordici rioni, fra conferme e nuove elezioni, ci sarà comunque da attendere un po' per avere ufficialmente i nominativi di tutti i massimi dirigenti palieschi.
Oltre che di capitani, in città si continuerà certamnete a parlare anche delle due carriere del 2011, nonostante il triplice scoppio di mortaretto dello scorso Agosto ne abbia già da tempo decretato la fine. La lettura di un Palio è una matassa alquanto complessa da slegare: le strategie, gli accordi ed i partiti che le dieci dirigenze si svenano nel fare nei quattro giorni vanno a comporre un dado a dodici faccie delle quali solo una si mostra, anche, se non soprattutto, a causa del fato, la sera del Palio. Affascinante è notare che dalla visione di questa singola faccia ogni semplice contradaiolo si dica sicuro di poter ricostruire tutto il dado; ed allora nei prossimi mesi in ogni Società fra una partitina a carte, un cenino ed una partita della Robur non sarà difficile sentire Tizio affermare il perché Trecciolino a Luglio sia rimasto al canape, Caio spiegare con dovizia di particolari i motivi della caduta di Gingillo, mentre Sempronio rivela cosa stava passando nella testa dell'Imperatore quando ad Agosto ha strizzato Lupa e Aquila dopo la mossa. Perché in fondo, anche se è già arrivato l'inverno, a Siena il Palio si fa tutto l'anno.


Matteo Mandriani da OKSIENA


avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Minimasgalano, decima vittoria dell?istrice

Messaggio  jabru il Dom Ott 09, 2011 1:17 pm

S
IENA. Sono stati Francesco Bossini (Tamburino), Jacopo Barellini (Alfiere) e Marco Ceccatelli (Alfiere), della Contrada Sovrana dell'Istrice, a vincere la XXXVI Edizione Giovani Alfieri e Tamburini organizzato dalla Contrada della Torre. L'Istrice ha ottenuto la vittoria con una grande "prestazione" dei giovanissimi (classe '98 e '99) e ottenendo il bis dopo il successo riportato lo scorso anno. La Contrada di Camollia sale così a quota dieci vittorie in 34 edizioni del Minimasgalano.
ilcittadionoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I nomi dei partecipanti al minimasgalano

Messaggio  jabru il Dom Ott 09, 2011 1:21 pm

Siena, 9 ottobre 2011 - Aldo Anatrini, ha compiuto 8 anni il 22 giugno 2003. Il suo cuore batte per la Selva. E' stato lui il più giovane fra i partecipanti alla sfida del Minimasgalano in Piazza del Campo. Il tamburino che ha meno anni di tutti è nicchiaiolo. Si tratta di Niccolò Boscagli, nato il 18 febbraio 2003. Non solo. Quella dei Pispini è, in realtà, la comparsa maggiormente «green»: 28 anni complessivamente, sommando l'età dei due alfieri del Nicchio e del tamburino che sono Tommaso e Filippo Bartolomucci, più appunto Boscagli. A vincere è stata l'Istrice con Francesco Bossini (1998), Jacopo Barellini (1999) e Marco Ceccatelli (1999). Ecco i partecipanti, seguendo l'ordine di estrazione ad agosto. Torre: Emanuele Negro (2001), Giacomo Brandi (1999) e Matteo Bucalossi (1998), Pantera: Jacopo Bicchi (1999), Lorenzo Famiracoli (2000), Roberto Campani (1998), Chiocciola: Tommaso Pasquinuzzi (1999), Niccolò Cialdini (2000) e Alessio Pupatti (2000), Lupa: Francesco Giorgi (1999), Edoardo Chini (1998) e Federico Lai (1999), Aquila: Matteo Lapini (2000), Vittorio Nannini (1999), Giulio Bartoletti (1999). A difendere i colori del Leocorno Francesco De Iorio (1998), Francesco Alfieri (2000), Luigi De Franco (1999), per la Giraffa nel Campo Massimo Regoli (2002), Marco Rossi Senesi (1999) e Vittorio Nicolucci (2002). La comparsa del Bruco era composta da Giulio Fabbrizzi (1999), Enrico Joseffi (1998) e Davide Pacini (1998), quella della Civetta da Niccolò Betti (1999), Alessandro Mariani (2001), Emilio Cerpi (1999), il trio della Selva formato da Giulio Tremori (1998), Aldo Anatrini (2003) e Matteo Meniconi (2002). Ci sono poi Massimo Mazzoni (2000), Vladi Fanotti (1998) e Nirvano Fossi Antonetti (1998) per la Tartuca, Lapo Crocetta (1999), Renzo Verza (2000) ed Emanuele Neri (2002) per l'Onda. Quindi il Drago - Bernardo Pinti (2000), Bruno Bigazzi (1999) e Lorenzo Maccari (2000) -, il Valdimontone con Mirko Bartolini (1999), Matteo Barbi (2000) e Tommaso Sampieri (2000), l'Oca: Giulio Tansini (1998), Marco Frezzotti (1999) e Alessandro Brizzi (1998).

A detenere il primato delle vittorie nella manifestazione, nata nel 1973, è proprio 'Istrice che ha conquistato il successo anche nel 2010.

La.Valde. La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L'Albo d'oro del Minimasgalano

Messaggio  jabru il Dom Ott 09, 2011 5:21 pm

L'albo d'oro del Minimasgalano

1973 – CONTRADA DELLA TORRE
1977 – CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE
1978 – NOBILE CONTRADA DELL’AQUILA
1979 – NOBILE CONTRADA DELL’AQUILA
1980 – CONTRADA DELLA CHIOCCIOLA
1981 – NOBILE CONTRADA DELL’OCA
1982 – CONTRADA DELLA TORRE
1983 – NOBILE CONTRADA DELL’OCA
1984 – CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE
1985 – CONTRADA CAPITANA DELL’ONDA
1986 – NOBILE CONTRADA DELL’AQUILA
1987 – CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE
1988 – CONTRADA DEL DRAGO
1989 – NOBILE CONTRADA DELL’AQUILA
1990 – CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE
1991 – CONTRADA DELLA LUPA
1992 – NOBILE CONTRADA DELL’AQUILA
1993 – CONTRADA DEL LEOCORNO
1994 – CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE
1995 – CONTRADA DELLA TARTUCA
1996 – CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE
1997 – CONTRADA DELLA LUPA
1998 – CONTRADA DELLA TARTUCA
1999 – CONTRADA DELLA TARTUCA
2000 – CONTRADA CAPITANA DELL’ONDA
2001 – NOBILE CONTRADA DELL’AQUILA
2002 – IMPERIALE CONTRADA DELLA GIRAFFA
2003 – CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE
2004 – CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE
2005 – CONTRADA DELLA TORRE
2006 – CONTRADA DI VALDIMONTONE
2007 – NOBILE CONTRADA DEL NICCHIO
2008 – CONTRADA DELLA LUPA
2009 – CONTRADA DELLA SELVA
2010 - CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE
2011 - CONTRADA SOVRANA DELL’ISTRICE

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Minimasgalano

Messaggio  jabru il Dom Ott 09, 2011 5:26 pm

La Contrada Sovrana dell'Istrice si è aggiudicata la XXXVI Edizione del Minimasgalano, tradizionale manifestazione organizzata dalla Contrada della Torre. Gli artefici della vittoria sono il tamburino Francesco Bossini e i due alfieri Jacopo Barellini e Marco Ceccatelli. I tre piccoli istriciaioli fanno cappotto bissando la vittoria del 2010. Il tamburino è fenomenale e francamente potrebbe benissimo entrare in Piazza a Luglio del prossimo anno. Dal canto loro, gli alfieri si sono resi protagonisti di una grande prova, portando a termine senza imperfezioni una sbandierata dal difficile tasso tecnico. L'alzata finale poi, molto alta e ripresa dai due non in modo difettoso, è stata la ciliegina sulla torta. Nell'Albo d'Oro la Contrada Sovrana dell'Istrice sale a dieci successi staccando di gran lunga le altre consorelle. Un divertito Sindaco Ceccuzzi ha preso parte all'evento svoltosi regolarmente davanti al Palazzo Comunale senza i temuti problemi di pioggia. Solo un forte vento ha reso più difficile le operazioni per i piccoli alfieri, facendoli spesso cadere anche il cappello. Fra gli altri, bene gli alfieri del Bruco, della Tartuca e della Torre. Nonostante la giovanissima età, il tamburino della Giraffa si è fatto notare per la sua bravura e la sua abilità nel suonare molto forte, quello che a Siena si chiama "bussare". Come sempre è stato interessante vedere come i piccoli monturati avessero già lo stile che contraddistingue la scuola di alfieri e tamburini di ogni contrada; segno dell'impegno e della passione che hanno messo i più grandi nell'allenare i ragazzi in questi mesi.
Matteo Mandriani
OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

proposte di sanzioni

Messaggio  jabru il Ven Ott 21, 2011 5:25 pm

S
IENA. Nobile Contrada dell’Oca: L'assessore delegato propone: "di sanzionare la Nobile Contrada dell’Oca con la punizione della “Esclusione” dalla partecipazione a n. 1 (uno) Palio cui avrebbe diritto di partecipare e alle relative Prove, per avere i propri contradaioli preso parte a scontri nella Piazza del Campo, durante l’assegnazione dei cavalli, con i contradaioli della Contrada della Torre, provocando l’interruzione delle operazioni dell’assegnazione dei cavalli, sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° comma del regolamento per il Palio”.
Contrada della Torre: L'assessore delegato propone: “di sanzionare la Contrada della Torr e con la punizione di una “Esclusione” dalla partecipazione a n. 1 (uno) Palio cui avrebbe diritto di partecipare e alle relative Prove, per avere i propri contradaioli preso parte a scontri, nella Piazza del Campo, durante l’assegnazione dei cavalli, provocando l’interruzione delle operazioni di assegnazione dei cavalli, sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° comma, del Regolamento per il Palio; con la punizione di una “Deplorazione” per aver occupato, durante le operazioni di assegnazione dei cavalli, pur non prendendo parte alla carriera, larga parte della Pista, in violazione degli accordi intercorsi dinanzi al Sindaco, arrecando difficoltà all’uscita dei cavalli delle consorelle, sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° comma del Regolamento per il Palio”.

Contrada della Pantera: L’assessore delegato propone: “di sanzionare la Contrada della Pantera con la punizione di una “Censura”, per avere, in più momenti violato l’accordo con la contrada rivale, di non cantare canzoni offensive contro l’avversaria, durante il passaggio nel suo territorio, sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° comma del Regolamento per il Palio”.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

proposte di sanzioni

Messaggio  jabru il Ven Ott 21, 2011 5:48 pm

Le proposte di sanzione per il palio di luglio
21/10/11 - 12:26Chiesto un palio di squalifica a testa per Oca e Torre, per la contrada di Salicotto anche una deplorazione. Censura per la Pantera
Un palio di squalifica a testa per Oca e Torre, per i fatti accaduti durante le operazioni della tratta del palio di luglio. Alla contrada di Salicotto anche una deplorazione, per aver occupato larga parte della pista, durante le operazioni di assegnazione dei cavalli, pur non prendendo parte alla carriera, creando difficoltà all'uscita di piazza delle consorelle, in violazione degli accordi presi con il Sindaco. Una censura invece per la contrada della Pantera, "per avere, in più momenti violato l'accordo con la contrada rivale, di non cantare canzoni offensive contro l'avversaria, durante il passaggio nel suo territorio". Sono le proposte dell'assessore delegato al palio Alessandro Mugnaioli, in riferimento alla carriera di luglio scorso. Adesso le contrade avranno dieci giorni di tempo per presentare alla Giunta Comunale le proprie memorie difensive.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Gli atti completi di proposte delle sanzioni di luglio

Messaggio  jabru il Ven Ott 21, 2011 6:18 pm

Gli atti completi delle proposte di sanzione

Palio del 2 luglio 2011 - Procedimento a carico della Nobile Contrada dell’Oca - Determinazioni.

L'ASSESSORE DELEGATO

Premesso che:
- la Relazione dei Deputati della Festa, riferendosi ai momenti relativi all’assegnazione dei cavalli, così recita: "[...] Dopo l’assegnazione del cavallo alla Nobile Contrada dell’Oca, all’altezza della curva di S.Martino, si verificavano degli scontri tra i contradaioli della Torre presenti sul tufo ed i contradaioli dell’Oca che stavano uscendo dalla Piazza accompagnando il cavallo avuto in sorte; sull’origine degli scontri sia dalle immagini televisive che da quelle fotografiche, non si riesce a stabilirne le responsabilità [...]”;
- "[...] I Deputati della Festa [...] cercando di far allontanare i due gruppi che però, per circa 15 minuti, continuavano a fronteggiarsi senza provocare altri scontri [...]”
- “[...] i Deputati della Festa osservano che: [...] uscendo dalla Piazza dopo l’assegnazione, il cavallo della Nobile Contrada dell’Oca procedeva verso il Chiasso Largo piuttosto lentamente [...];
- “[...] Gli scontri ed il successivo fronteggiamento provocavano l’interruzione delle operazioni di assegnazione dei cavalli per circa 20/25 minuti”;
- la Relazione degli Ispettori di Pista, riferendosi allo stesso episodio, così recita: "[...] la Contrada dell’Oca cantando inni alla propria contrada si avviava per uscire da Piazza. Una volta che le prime file del popolo dietro il cavallo avevano abbondantemente superato l’imbocco di Salicotto, all’improvviso si rigiravano tutti in direzione contraria. Dopodichè è iniziato un fronteggiamento tra le contrade di Oca e Torre. Da segnalare la fattiva collaborazione delle dirigenze delle due contrade per riportare la calma tra i propri contradaioli, dopo l’intervento delle forze dell’ordine [...]”;

Considerato che entrambe le contrade hanno depositato delle “memorie” relative all’episodio in questione, le quali sono state acquisite dai Deputati della Festa ai sensi dell’art.92, comma 3, del Regolamento del Palio;

Visto che “[...] Presa visione delle “memorie” presentate dalla Contrada della Torre e dalla Nobile Contrada dell’Oca, i Deputati della Festa non hanno nulla da aggiungere a quanto riportato nella “Relazione” [...]”;

Considerato che, da quanto sopra, non emerge in modo inequivocabile quale contrada abbia dato inizio al fronteggiamento;

Preso atto che le due dirigenze sono intervenute prontamente ma che tuttavia il fronteggiamento si è protratto per circa 20/25 minuti interrompendo l’assegnazione dei cavalli;

Dato atto che l’Ente Contrada, ai sensi dell’art.101, 2° comma, “E’ altresì responsabile del contegno [...] dei propri contradaioli quando sia stato tale da provocare incidenti o tumulti o da turbare il regolare svolgimento delle prove o del Palio, nonché di ogni atto o fatto che sia idoneo ad arrecare pregiudizio al regolare svolgimento della celebrazione in qualunque suo momento, [...]”;

Dato atto inoltre che, ai sensi dell’art.101, 3° comma, “L'Assessore Delegato potrà tenere conto, ai fini della graduazione delle punizioni, del comportamento dei dirigenti che hanno la responsabilità della Contrada secondo quanto stabilito dal presente Regolamento”;

Visti gli artt. 97, 98, 101 e 103, 3° comma, del Regolamento del Palio;

PROPONE

• di sanzionare la Nobile Contrada dell’Oca con la punizione della “Esclusione” dalla partecipazione a n. 1 (uno) Palio cui avrebbe diritto di partecipare e alle relative Prove, per avere i propri contradaioli preso parte a scontri nella Piazza del Campo, durante l’assegnazione dei cavalli, con i contradaioli della Contrada della Torre, provocando l’interruzione delle operazioni dell’assegnazione dei cavalli, sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° comma del regolamento per il Palio;
• di notificare, come previsto dall'art. 98, 2° comma, la presente proposta di sanzione alla Nobile Contrada dell’Oca, assegnando, così come previsto dal 3° comma dell'art. 98, 10 (dieci) giorni di tempo per presentare alla Giunta Comunale le proprie memorie difensive.


Palio del 2 luglio 2011 - Procedimento a carico della Contrada della Torre - Determinazioni.

L'ASSESSORE DELEGATO

Premesso che:
- la Relazione dei Deputati della Festa, riferendosi ai momenti relativi all’assegnazione dei cavalli, così recita: " [...] Dopo l’assegnazione del cavallo alla Nobile Contrada dell’Oca, all’altezza della curva di S.Martino, si verificavano degli scontri tra i contradaioli della Torre presenti sul tufo ed i contradaioli dell’Oca che stavano uscendo dalla Piazza accompagnando il cavallo avuto in sorte; sull’origine degli scontri sia dalle immagini televisive che da quelle fotografiche, non si riesce a stabilirne le responsabilità [...]”;
- "[...]I Deputati della Festa [...] cercando di far allontanare i due gruppi che però, per circa 15 minuti, continuavano a fronteggiarsi senza provocare altri scontri [...]”
- “[...] anche se nessun articolo del Regolamento del Palio lo prevede, non possiamo non considerare che la Nobile Contrada dell’Oca partecipava alla Carriera del 2 Luglio mentre la Contrada della Torre non vi partecipava. [...]”
- [...] i Deputati della Festa osservano che: i contradaioli della Torre, al momento dell’assegnazione dei cavalli, occupavano, in larghezza, un pò meno della metà della pista arrivando, in lunghezza, a circa metà curva di S.Martino [...]”
- “[...] Gli scontri ed il successivo fronteggiamento provocavano l’interruzione delle operazioni di assegnazione dei cavalli per circa 20/25 minuti”;
- la Relazione degli Ispettori di Pista, riferendosi allo stesso episodio, così recita: "[...] la Contrada dell’Oca cantando inni alla propria contrada si avviava per uscire da Piazza. Una volta che le prime file del popolo dietro il cavallo avevano abbondantemente superato l’imbocco di Salicotto, all’improvviso si rigiravano tutti in direzione contraria. Dopodichè è iniziato un fronteggiamento tra le contrade di Oca e Torre. Da segnalare la fattiva collaborazione delle dirigenze delle due contrade per riportare la calma tra i propri contradaioli, dopo l’intervento delle forze dell’ordine [...]”;

Considerato che entrambe le contrade hanno depositato delle “memorie” relative all’episodio in questione, le quali sono state acquisite dai Deputati della Festa ai sensi dell’art.92, comma 3, del Regolamento del Palio;

Visto che “[...] Presa visione delle “memorie” presentate dalla Contrada della Torre e dalla Nobile Contrada dell’Oca, i Deputati della Festa non hanno nulla da aggiungere a quanto riportato nella “Relazione [...]”;

Considerato che, da quanto sopra, non emerge in modo inequivocabile quale contrada abbia dato inizio al fronteggiamento;

Considerato tuttavia che la Contrada della Torre non è tra le dieci partecipanti al Palio e quindi maggiormente tenuta a un atteggiamento rispettoso;

Preso atto che le due dirigenze sono intervenute prontamente ma che tuttavia il fronteggiamento si è protratto per circa 20/25 minuti interrompendo l’assegnazione dei cavalli;

Dato atto che l’Ente Contrada, ai sensi dell’art.101, 2° comma, “E’ altresì responsabile del contegno [...] dei propri contradaioli quando sia stato tale da provocare incidenti o tumulti o da turbare il regolare svolgimento delle prove o del Palio, nonché di ogni atto o fatto che sia idoneo ad arrecare pregiudizio al regolare svolgimento della celebrazione in qualunque suo momento, [...]”;

Dato atto inoltre che, ai sensi dell’art.101, 3° comma, “L'Assessore Delegato potrà tenere conto, ai fini della graduazione delle punizioni, del comportamento dei dirigenti che hanno la responsabilità della Contrada secondo quanto stabilito dal presente Regolamento”;

Visti gli artt. 97, 98, 101 e 103, 3° comma, del Regolamento del Palio;

PROPONE

di sanzionare la Contrada della Torre
- con la punizione di una “Esclusione” dalla partecipazione a n. 1 (uno) Palio cui avrebbe diritto di partecipare e alle relative Prove, per avere i propri contradaioli preso parte a scontri, nella Piazza del Campo, durante l’assegnazione dei cavalli, provocando l’interruzione delle operazioni di assegnazione dei cavalli, sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° comma, del Regolamento per il Palio;
- con la punizione di una “Deplorazione” per aver occupato, durante le operazioni di assegnazione dei cavalli, pur non prendendo parte alla carriera, larga parte della Pista, in violazione degli accordi intercorsi dinanzi al Sindaco, arrecando difficoltà all’uscita dei cavalli delle consorelle, sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° comma del Regolamento per il Palio;

di notificare, come previsto dall'art. 98, 2° comma, la presente proposta di sanzione alla Contrada della Torre, assegnando, così come previsto dal 3° comma dell'art. 98, 10 (dieci) giorni di tempo per presentare alla Giunta Comunale le proprie memorie difensive.


Palio del 2 luglio 2011 - Procedimento a carico della Contrada della Pantera - Determinazioni.

L'ASSESSORE DELEGATO

Premesso che:
- la Relazione dei Deputati della Festa in occasione dell’assegnazione dei cavalli segnala che “[...] al passaggio del cavallo e del popolo della Contrada della Pantera dal territorio della Nobile Contrada dell’Aquila si registravano da parte dei primi canti offensivi verso la Contrada avversaria [...]”
- la Relazione degli Ispettori della Pista relativamente ai momenti successivi all’assegnazione dei cavalli,segnala in relazione al mancato rispetto dell’accordo preso dinanzi al Sindaco, che “[...] la Pantera cantava contro l’avversaria nel territorio di quest’ultima [...]”
- che in occasione della prima prova “[...] la contrada della Pantera cantava una canzone alquanto provocatoria nel territorio [...]” della contrada rivale

Considerato che tale comportamento avrebbe potuto turbare il regolare svolgimento della festa, e comunque in violazione degli accordi intercorsi dinanzi al Sindaco

Dato atto che l’Ente Contrada, ai sensi dell’art.101, 2° comma, “E’ altresì responsabile del contegno [...] dei propri contradaioli quando sia stato tale da provocare incidenti o tumulti o da turbare il regolare svolgimento delle prove o del Palio, nonché di ogni atto o fatto che sia idoneo ad arrecare pregiudizio al regolare svolgimento della celebrazione in qualunque suo momento, [...]”

Visti gli artt. 97, 98, 101 e 103, 3° comma, del Regolamento del Palio;

PROPONE

di sanzionare la Contrada della Pantera con la punizione di una “Censura”, per avere, in più momenti violato l’accordo con la contrada rivale, di non cantare canzoni offensive contro l’avversaria, durante il passaggio nel suo territorio, sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° comma del Regolamento per il Palio;
di notificare, come previsto dall'art. 98, 2° comma, la presente proposta di sanzione alla Contrada della Pantera, assegnando, così come previsto dal 3° comma dell'art. 98, 10 (dieci) giorni di tempo per presentare alla Giunta Comunale le proprie memorie difensive.

sienafree


Ultima modifica di jabru il Gio Nov 24, 2011 5:15 pm, modificato 1 volta
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Oca e Torre rischiano la squalifica

Messaggio  jabru il Sab Ott 22, 2011 3:42 pm

Siena, 21 ottobre 2011 - Le due contrade del Palio di Siena Oca e Torre potrebbero essere squalificate per una corsa se verranno accertate le proposte di sanzione dell'assessore al Palio Alessandro Mugnaioli. Le due contrade, in occasione dell'assegnazione dei cavalli dello scorso 29 giugno in vista della corsa del 2 luglio, dettero vita a una rissa le cui responsabilità non sono state stabilite neanche dalle riprese televisive e che ritardo' le operazioni per almeno una ventina di minuti. Di qui la proposta di un palio di squalifica. Per la Torre, però, c'è una proposta di sanzione in più: quella della censura perché non era tra le dieci partecipanti al Palio di luglio. Le contrade hanno ora dieci giorni di tempo per presentare le loro contro deduzioni
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio di luglio, le sanzioni

Messaggio  jabru il Mer Nov 09, 2011 6:42 pm

La giunta comunale, senza la partecipazione dell’Assessore delegato Alessandro Mugnaioli, come previsto dall’articolo 99 comma 5 del regolamento del Palio, con voto unanime e dopo aver valutato le memorie difensive presentate dalla Nobile Contrada dell’Oca, dalla Contrada della Pantera e dalla Contrada della Torre, ha deliberato le sanzioni relative al Palio del 2 luglio 2011, confermando, come proposto dall’Assessore Delegato, Alessandro Mugnaioli di sanzionare: la Nobile Contrada dell’Oca con la punizione della “Esclusione” dalla partecipazione a un Palio; la Contrada della Torre con la punizione della “Esclusione” dalla partecipazione a un Palio e una “Deplorazione”; la Contrada della Pantera con una “Censura”.
SienaFree


--------------------------------------------------------------------------------
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Proposte le sanzioni per il Palio di Agosto

Messaggio  jabru il Ven Nov 11, 2011 12:08 pm

S
SIENA. Ecco le proposte di sanzione relative al Palio del 16 agosto 2011 dell’Assessore Delegato, Alessandro Mugnaioli:
Contrada Sovrana dell’Istrice: L'assessore delegato propone: “di sanzionare la Contrada Sovrana dell’Istrice con la punizione di una ‘Esclusione’ dalla partecipazione ad n. 1 (uno) Palio cui avrebbe diritto di partecipare e alle relative Prove, per avere i propri contradaioli preso parte ad un scontro nella Piazza del Campo in cui sono rimasti contusi un Mangino e un Vicario e al successivo lungo fronteggiamento ritardando il regolare deflusso dalla Piazza della contrada vincitrice sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° e 3° comma, del Regolamento per il Palio”.

Contrada della Lupa: L'assessore delegato propone: “di sanzionare la Contrada della Lupa con la punizione di una ‘Esclusione’ dalla partecipazione ad n. 1 (uno) Palio cui avrebbe diritto di partecipare e alle relative Prove, per avere i propri contradaioli preso parte ad un scontro nella Piazza del Campo in cui sono rimasti contusi un Mangino e un Vicario e al successivo lungo fronteggiamento ritardando il regolare deflusso dalla Piazza della Contrada vincitrice sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° e 3° comma, del regolamento per il Palio”.

Nobile Contrada del Bruco: L’assessore delegato propone: “di sanzionare la Nobile Contrada del Bruco con la punizione di una ‘Censura’, per avere i propri contradaioli, dopo la terza prova, preso parte ad un fronteggiamento, nella Piazza del Campo, con i contradaioli della Imperiale Contrada della Giraffa; ritardando l’uscita delle consorelle, sulla base di quanto disposto dall’art. 101, 2° comma del regolamento per il Palio”.

Imperiale Contrada della Giraffa: L’assessore delegato propone: “di sanzionare l’Imperiale Contrada della Giraffa con la punizione di una ‘Censura’, per avere i propri contradaioli, dopo la terza prova, preso parte ad un fronteggiamento, nella Piazza del Campo, con i contradaioli della Nobile Contrada del Bruco, ritardando fra l’altro anche l’uscita delle consorelle, sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° coma del Regolamento per il Palio”.

Contrada della Pantera: L’assessore delegato propone: “di sanzionare la Contrada della Pantera con la punizione di una ‘Censura’ per avere, in più momenti violato l’accordo con la contrada rivale, di non cantare canzoni offensive contro l’avversaria, durante il passaggio nel suo territorio, sulla base di quanto previsto dall’art. 101, 2° comma del Regolamento per il Palio”.

Nobile Contrada del Nicchio: L’assessore delegato propone: “di sanzionare la Nobile Contrada del Nicchio con la punizione di una ‘Censura’, per avere i propri contradaioli attuato una vivace e prolungata contestazione verbale nei confronti del Sig. Mossiere, nella Piazza del Campo, dopo la terza prova e prima della quarta prova, sulla base di quanto previsto dall’art. 101. 2° comma, del Regolamento per il Palio”.

Procedimento a carico del fantino Walter Pusceddu detto Bighino: L’assessore delegato propone: “di sanzionare il fantino della Contrada della Pantera, Walter Pusceddu detto Bighino con la punizione della ‘Ammonizione’ per avere tenuto durante la mossa del Palio un comportamento contrario a quanto disposto dall’art. 64, 1° comma, del Regolamento per il Palio”.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

<punizioni luglio

Messaggio  jabru il Ven Nov 11, 2011 12:11 pm

Punizioni luglio - Palio, Oca e Torre squalificate.

La giunta ha scelto la linea dura, ora si aspettano le decisioni per agosto. Respinti tutti i ricorsi, la Pantera mantiene la censura.

SIENA10.11.2011indietroPugno duro del Comune, ricorsi tutti respinti. La giunta comunale ha deciso infatti di non accogliere nessuno dei tre ricorsi presentati da Oca, Torre e Pantera in merito alle proposte di sanzione dell’assessore delegato Alessandro Mugnaioli che appunto aveva proposto l’esclusione di un Palio per Oca e Torre, una deplorazione alla Torre e una censura alla Pantera, relativamente ai fatti del Palio di luglio. Il fronteggiamento durante l’assegnazione dei cavalli di Provenzano costa dunque caro a Fontebranda e a Salicotto, da anni al centro del problema del “deflusso“ da Piazza del Campo durante l’assegnazione dei cavalli. Per la rissa tra contradaioli entrambe le contrade si prendono un Palio di squalifica, causando una scossa fortissima nei Palii del 2012. L’aggiunta alla Torre di una deplorazione è motivata dalla presenza dei contradaioli in un luogo in cui non potevano sostare.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Sanzioni per il Palio di agosto

Messaggio  jabru il Gio Nov 24, 2011 11:23 am

La giunta comunale, senza la partecipazione dell’assessore delegato Alessandro Mugnaioli, come previsto dall’articolo 99 comma 5 del regolamento del Palio, con voto unanime e dopo aver valutato le memorie difensive presentate dalla Contrada Sovrana dell’Istrice, dalla Nobile Contrada del Nicchio e dalla Contrada della Pantera ha deliberato le sanzioni relative al Palio del 16 agosto 2011.

E’ stato confermato, come proposto dall’assessore delegato, di sanzionare: la Nobile Contrada del Bruco con la punizione di una “Censura”; l’Imperiale Contrada della Giraffa con la punizione di una “Censura”; la Contrada Sovrana dell’Istrice con la punizione della “Esclusione” dalla partecipazione a un Palio; la Contrada della Lupa, con la punizione della “Esclusione” dalla partecipazione a un Palio; la Nobile Contrada del Nicchio con la punizione di una “Censura”; la Contrada della Pantera con la punizione di una “Censura” e il fantino della Contrada della Pantera Walter Pusceddu detto “Bighino” con la punizione dell’ “Ammonizione”.
SIENANEWS


avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7540
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo Palio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum