L'Assunta

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Strategia di contrada: Torre

Messaggio  jabru il Gio Lug 18, 2013 2:43 pm

Verso il Palio del 16 agosto 2013, le strategie delle dieci Contrade al canape raccontate dai Capitani: TORRE
Giovedì 18 Luglio 2013 10:46 di Gabriele Voltolini

La seconda contrada, in rigoroso ordine di trifora, che andiamo ad analizzare è la Torre , che torna in Piazza per la seconda volta consecutiva in questa annata paliesca 2013, con l’unico obiettivo di rispondere alla vittoria di luglio dell’Oca. Capitan Paolo Capelli ci parla delle possibili strategie del rione di Salicotto.

Paolo, la Torre torna di nuovo in piazza dopo la delusione di luglio. Quanta voglia c'è di rispondere alla vittoria dell'Oca?
«La risposta credo sia scontata. La voglia e l’impegno a far bene ci sono sempre».

A prescindere dall'esito della carriera scorsa, la Torre aveva dato un segnale importante con una monta di livello, concordi?
«La Torre ha fatto il suo, cercando di avere un’accoppiata credibile, montando un fantino, Gingillo, che sicuramente stimiamo».

Sempre riguardo a Gingillo, in un'intervista ha detto che sarebbe pronto a tornare in Salicotto. Pensi che sia una soluzione possibile e riproponibile a così poco tempo dal palio di luglio?
«Analizzeremo insieme al momento le situazioni che si creeranno, sapendo che per noi la porta è aperta».

Riguardo alle monte, si parla anche di Mulas, già accostato alla Torre a luglio, Chessa o Caria. Sono 3 strade percorribili?
«Sono fantini che seguiamo con interesse e attenzione, ma non sono certo gli unici».

A luglio vi siete orientati verso un lotto basso. Pensi che sia una soluzione riproponibile anche per la carriera di agosto?
«Credo sia presto parlare del lotto dei cavalli, dobbiamo attendere l’esito delle varie tappe, iscrizioni, previsite e batterie e solo dopo potremo valutare, ribadendo che l’esperienza è comunque segno di garanzia».

Capitolo mossiere. Dopo luglio si sono alzate delle voci polemiche rispetto all'operato del mossiere, sia per la mossa falsa che per il rispetto del posto al canape. Qual è il tuo pensiero al riguardo?
«Sapevamo a priori che le mosse, sia per le prove che per il palio, sarebbero potute essere complesse, a causa delle tante rivalità sul campo ed a questo si sono aggiunti una serie di cavalli che calciavano rendendo il tutto più difficile. Detto questo, il mio giudizio sull’operato del mossiere Ambrosione è positivo».

SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio in TV

Messaggio  jabru il Ven Lug 19, 2013 7:59 pm

19/07/2013 14:27 PALIO: PER LA PRIMA VOLTA SU RAI 5

Il 16 agosto la telecronca sarà di Susanna Petruni e Maurizio Bianchini
Palio: per la prima volta su Rai 5
ROMA. La diretta dell’appuntamento, con il contributo del Consorzio per la tutela del Palio di Siena, si terra da Piazza del Campo di Siena. La trasmissione sarà realizzata da alcuni contributi rvm, mentre la  telecronaca della corsa dei cavalli, momento clou della storica manifestazione senese, sarà affidata a Susanna Petruni e Maurizio Bianchini.
Torna a poco più di un mese dalla corsa di luglio vinta dalla Contrada dell’Oca il palio di Siena che il 16 agosto viene corso in onore della Madonna Assunta: la Contrada vincitrice avrà dunque come primo impegno la visita alla Cattedrale per il tradizionale Te Deum di ringraziamento.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini: Amsicora

Messaggio  jabru il Ven Lug 19, 2013 8:07 pm

Verso il Palio del 16 agosto 2013, i fantini: Antonio Siri detto Amsicora
Venerdì 19 Luglio 2013 12:29 di Gabriele Voltolini

A luglio è rimasto a guardare, ma in vista della carriera dell’Assunta spera in una chiamata ed ha una voglia matta di riuscire a trovare una monta per dimostrare una volta per tutte quali sono le sue qualità. Antonio Siri detto Amsicora ci parla della sua situazione a poco meno di un mese dal Palio.

Antonio, a luglio non hai trovato una monta. Sei rimasto deluso o te lo aspettavi?
«Stare fuori non è mai bello e sono ancora più motivato per agosto. A luglio, essendo fantino di contrada, era difficile montare. E’ una situazione che ha i suoi pro e i suoi contro. Non essendo uscito il Drago, per la carriera di agosto ho minori vincoli rispetto al palio precedente».

Quindi hai anche delle possibilità maggiori rispetto a un mese fa…
«Qualche strada aperta c’è ed i rapporti con le contrade sono buoni».

Inoltre hai sempre un bel debito con la fortuna…
«Eh direi proprio di sì. Si dice che la ruota gira, ma per il momento per quanto mi riguarda è andata sempre nella stessa direzione. Spero proprio che giri adesso visto che come dicevi te sono piuttosto in debito con la fortuna».

Visto da fuori, a luglio che palio è stato?
«Direi uno dei palii più belli degli ultimi 10 anni».

Cosa prevede il programma di avvicinamento al Palio di agosto?
«Domenica sarò a correre a Bientina con Nerone Sauro (cavallo di scuderia ndr) e poi continuerò a prepararmi per l’Assunta».

A luglio hai visto dei soggetti interessanti che potrebbero tornare utili anche ad agosto?
«Qualcosa si è visto, ma gli va dato il tempo necessario per capire bene il gioco».

Invece vedi dei possibili nuovi innesti, magari di cavalli della tua scuderia?
«Non lo so. Il nostro compito è quello di portare cavalli in ordine come abbiamo sempre fatto, poi la scelta spetta ai capitani».

Lotto basso o lotto alto. Cosa cambia?
«Diverse cose, tra le altre anche le pressioni nelle contrade che diventano maggiori».

Ultima domanda. E se il 13 la tanto attesa chiamata non dovesse arrivare?
«Spero proprio di no perché l’inverno è lungo e il tempo per arrivare al palio del 2014 lo stesso. Se però malauguratamente dovesse succedere, diciamo che avrei accumulato un anno in più di esperienza e mi preparerei per il 2014».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il ministro Kyenge invitata al Palio

Messaggio  jabru il Sab Lug 20, 2013 4:56 pm

PARTITO L'INVITO UFFICIALE PER LA KYENGE. "SPERIAMO CHE SIA LIBERA IL 16 AGOSTO"
Il ministro a Siena per il Palio dell’Assunta?
20/07/2013 11:45:58

E’ partito l’invito ufficiale rivolto al ministro dell’integrazione Cecile Kyenge. Siena spera di poterla abbracciare in un suo giorno di Festa. L’obiettivo dell’amministrazione è quello di poter ospitare il ministro il 16 agosto, giorno del Palio dell’Assunta.
Il ministro, tra l’altro, ha detto di conoscere bene Siena per esserci stata come turista in un paio di occasioni. Cecile Kyenge ha parlato della città di Siena con l’onorevole Susanna Cenni e ha utilizzato splendide parole per descriverla.
“Speriamo di poterla ospitare - commenta il sindaco Bruno Valentini -. Il ministro dovrà naturalmente controllare la sua agenda per verificare se i suo i numerosi impegni le permetteranno di trascorrere una giornata insieme a noi”.
-Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il quadro delle monte

Messaggio  jabru il Lun Lug 22, 2013 3:08 pm

Verso il Palio del 16 agosto 2013, il quadro delle monte
Lunedì 22 Luglio 2013 10:07 di Gabriele Voltolini -
Prosegue il nostro percorso di avvicinamento alla prossima carriera dell’Assunta. A circa 20 giorni dall’assegnazione, proviamo ad aggiornare il quadro delle monte delle 10 contrade che saranno in Piazza il 16 sera.

LUPA: La prima scelta di capitan Burrini in caso di cavallo competitivo è sicuramente Jonatan Bartoletti, per il quale c’è comunque un’agguerrita concorrenza (vedi Chiocciola). L’alternativa porta il nome di Girolamo. Una mossa a sorpresa potrebbe essere Tittia, anche se i buoni rapporti con l’Istrice del fantino vittorioso a luglio potrebbero fare la differenza.

TORRE: Da entrambe le parti arrivano segnali di apertura. Gingillo e la Torre, nonostante la delusione di luglio, potrebbero essere più vicini di quanto si pensi. Non sarebbe quindi una sorpresa se capitan Capelli lo riproponesse, anche se per il momento Mulas e Chessa appaiono in vantaggio.

BRUCO: “Abbiamo tutte le monte aperte”, parola di capitan Turchi. Il Bruco può sicuramente scegliere tra un’ampia rosa di nomi, ovviamente in base al cavallo che arriverà. Gingillo e Tittia sono 2 nomi caldi, Murtas anche. Scompiglio, invece, per il momento è solo una voce.

CHIOCCIOLA: Altra pretendente di Jonatan Bartoletti. Il fantino di Pistoia potrebbe arrivare in San Marco in caso di cavallo competitivo. Mulas e Chessa sono 2 alternative plausibili, così come Girolamo e Amsicora.

AQUILA: Trecciolino ha tante strade aperte ad agosto, ma al momento l’Aquila sembra la preferita, ovviamente con un cavallo importante. Capitan Romei, però, non trascura le alternative, con Giovanni Atzeni in cima alla lista.

NICCHIO: L’altra contrada che punta fortissimo su Gigi Bruschelli è il Nicchio. Con una situazione “vincente”, capitan Corbelli tenterà il tutto per tutto per accaparrarsi l’Imperatore. Sebastiano Murtas e Alessio Migheli sono 2 alternative possibili.

OCA: Si riparte da Tittia. E non potrebbe essere altrimenti dopo la grande vittoria di luglio. Se però Giovanni Atzeni dovesse trovare una soluzione a lui gradita in un’altra contrada, capitan Cocchia potrebbe virare su Grandine.


ONDA: Altro palio “sereno” per la contrada di Malborghetto, per dirla alla maniera di capitan Coppini. Le soluzioni non mancano e una di queste potrebbe essere Francesco Caria. Non è escluso, però, che come successo a luglio con Luca Minisini, l’Onda possa rispolverare un fantino che da diverso tempo non corre. Il nome caldo è quello di Dino Pes. La sorpresa? Virginio Zedde.

TARTUCA: Tante strade aperte per capitan Vinicio Capitani. Una su tutte quella che porta a Gingillo. Trecciolino appare invece più difficile, mentre non è da escludere che in Castelvecchio possa arrivare Grandine.

SELVA: Situazione molto interessante quella che riguarda la Selva dell’esordiente capitan Targetti. I buoni rapporti con Gigi Bruschelli potrebbero portare il fantino senese ad indossare il giubbetto di Vallepiatta (difficile, ma non impossibile). Un altro nome buono è quello di Jonatan Bartoletti.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Strategie di Contrada: Bruco

Messaggio  jabru il Mar Lug 23, 2013 1:49 pm

Verso il Palio del 16 agosto 2013, le strategie delle dieci Contrade al canape raccontate dai Capitani: BRUCO
Martedì 23 Luglio 2013 10:17 di Gabriele Voltolini

Oggi parliamo della terza contrada, in ordine di estrazione, che prenderà parte alla prossima carriera dell’Assunta, ovvero il Bruco, che dopo un anno di assenza torna in Piazza per il suo primo palio del 2013. L’esordiente capitan Luca Turchi ci racconta le sue sensazioni a meno di un mese dal Palio di agosto.

Luca, per il Bruco si sta avvicinando il ritorno in Piazza dopo oltre un anno e contemporaneamente arriverà anche il tuo esordio. Sei emozionato?
«In contrada c’è tanta attesa ed emozione e visto che per me si tratta del primo palio da capitano, sono ulteriormente emozionato. Attendo con ansia di arrivarci quanto prima per toccare finalmente con mano».

Il percorso di avvicinamento come è stato?
«E’ stata un’attesa piacevole, vissuta con la solita ansia di quando ci si avvicina al palio in generale».

Veniamo alle monte. Gingillo non è più fantino del Bruco, ma è comunque un fantino di riferimento per voi?
«Parto dicendo che abbiamo tutte le strade aperte. Anche se non è più il nostro fantino, con Giuseppe abbiamo dei buoni rapporti, ma siamo aperti anche a qualsiasi altra monta. La fortuna sarà decisiva ed in base al cavallo che ci toccherà in sorte il 13, cercheremo di proporre una monta adatta al cavallo».

In inverno si è parlato di contatti frequenti con Giovanni Atzeni, confermi?
«Confermo. Abbiamo avuto contatti con Giovanni, così come con altri. Se le nostre strade si incontreranno perché ci sarà toccato un cavallo adatto a lui, ben venga».

Invece nelle ultime ore si è sparsa in città la voce che vorrebbe il Bruco sulle tracce di Scompiglio…
«E’ una voce che gira, come ce ne sono altre. In fin dei conti siamo una contrada appetibile, senza la rivale e con una tradizione di palio favorevole, quindi è normale che si parli di tanti fantini vicini a noi».

Vorrei un tuo parere da contradaiolo sui cavalli. Meglio quelli esperti o tanti nuovi come a luglio?
«Meglio i cavalli esperti che sanno dove mettere i piedi. Sono una garanzia per i fantini, per i cavalli stessi e per la Festa. Secondo me ci vorrebbero sempre cavalli preparati meglio possibile, con una buona dose di esperienza e che abbiano già corso il palio. I cavalli esperti rappresentano sempre una garanzia e sono sinonimo di buoni risultati».

Nel lotto di luglio pensi che si sia visto qualcosa di interessante da poter riproporre ad agosto?
«Secondo me a luglio si sono visti 3 cavalli. Gli altri credo che debbano essere rivisti, magari anche con accoppiate diverse, perché non sempre il fantino si adatta al cavallo che monta e viceversa. Una delle caratteristiche più importanti è l’attitudine alla Piazza. Qualche soggetto l’ha dimostrata, altri direi di no e credo che non vadano ripresi ad agosto».

Ultima domanda sul mossiere. A luglio c’è stata qualche polemica, ma è arrivata la riconferma di Ambrosione. Sei d’accordo?
«Sì, il Bruco ha votato favorevole alla sua riconferma. Credo che ogni mossa abbia la sua storia e con tante rivali come a luglio si sapeva che non sarebbe stata facile gestirla. Inoltre alcuni cavalli hanno mostrato delle problematiche che in provincia non erano mai venute fuori. Speriamo che il mossiere ripaghi la fiducia che gli è stata concessa e faccia del proprio meglio. Sbagliare è umano e comunque la sua esperienza fornisce delle ampie garanzie. In inverno, poi, faremo le dovute valutazioni, ma adesso la scelta di Ambrosione è la soluzione migliore».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini: Brio

Messaggio  jabru il Mer Lug 24, 2013 11:09 am

Verso il Palio del 16 agosto 2013, i fantini: Andrea Mari detto Brio
Mercoledì 24 Luglio 2013 09:39 Sono ormai passati più di 20 giorni dalla sera del 2 luglio, quando Andrea Mari detto Brio, dopo una corsa strepitosa, ha sfiorato la vittoria con il giubbetto della Lupa, subendo in seguito il grave infortunio al bacino causato dalla rovinosa caduta di Indianos al termine della corsa, che lo ha letteralmente schiacciato sul tufo, seguita anche dallo spiacevole episodio dell'aggressione che ha visto protagonisti un paio di contradaioli dell'Istrice. Il fantino senese, che sarà assente per il palio di agosto, racconta a Sienafree.it le sue sensazioni ed il suo stato d’animo

Andrea, partiamo dall’operazione. Come è andata e come stai adesso?
«E’ andata molto bene. Il dottor Crainz è stato perfetto e l’intervento è riuscito a meraviglia. La frattura era composta, mi hanno messo una placca davanti al pube facendomi ritornare il bacino in asse. Mi avevano dato un mese di riposo assoluto, quindi mancano ormai una decina di giorni. Non vedo l’ora di cominciare la fisioterapia e in questo momento conto i giorni che mancano».

Il percorso di riabilitazione quanto sarà lungo?
«Intanto tra 10 giorni mi alzerò da letto e comincerò la riabilitazione in acqua. Poi farò tutto quello che c’è da fare per tornare apposto, fisioterapia, ginnastica ecc. Per fortuna prima dell’incidente ero in forma strepitosa e spero di tornare ad esserlo prima possibile. Anzi, ne sono sicuro, visto che sarò seguito da 2 persone bravissime come Momi (Giacomo Barbetti, il preparatore di fiducia di Andrea ndr) e il dottor Causarano che mi rimetteranno in piedi per poi farmi tornare abile e arruolato. L’annata ormai è finita e conto di essere nuovamente a cavallo per i Santi, quando tutti gli anni riprendevo la preparazione per l’anno successivo. Anche perché è inutile fare forzature, non avrebbe senso».

Quello che hai subito è un infortunio piuttosto pesante per un fantino e molti pensano che psicologicamente potresti soffrirne, ma con il tuo carattere c’è da stare tranquilli…
«Non c’è bisogno di un carattere particolare perché i medici mi hanno garantito che passati i tempi di recupero tutto tornerà apposto. Già adesso non vedo l’ora di rimontare a cavallo. Una volta calcificata perfettamente la frattura non ci saranno più problemi e farò una bella preparazione per presentarmi al meglio il prossimo anno».

Quanto è pesante dover stare fuori a guardare gli altri dopo tanto tempo?
«Capita. Fa parte dei rischi del mestiere. Ad agosto sarà un bel palio e mi sarebbe piaciuto esserci. Oltre alla Lupa, dove mi sono trovato benissimo e sarei tornato molto volentieri per provare a vincere, avevo anche tante altre possibilità con diverse contrade. Peccato, lo guarderò da spettatore».

La tua assenza aumenta anche la concorrenza tra i fantini. Molti vorranno prendere il posto che hai lasciato vacante…
«Non essendoci, auguro a tutti di riuscire a montare. E’ ovvio che c’è chi mi sta più simpatico e chi meno, quindi spero che a prendere il mio posto sia uno che rientra nella prima categoria di persone. A parte gli scherzi, spero che tutti sfruttino al meglio l’occasione anche perché non è che qualcuno ruba il posto al Mari. Questo potrà succedere se io farò delle prestazioni negative, ma finchè le prove saranno convincenti nessuno potrà rubarmelo. Quindi faccio un grande in bocca al lupo a tutti augurando ai miei colleghi di uscire a testa alta».

Tra i cavalli, invece, chi vedi come possibile protagonista ad agosto?
«Secondo me il cavallo candidato alla vittoria è Indianos, sia in un lotto alto che in uno basso. E’ un soggetto bellissimo, preparato, affidabile e tranquillo. Se ha la fortuna, o anche per bravura di chi lo monta, di girare in testa il primo San Martino, vince il palio di un giro».

Anche Pestifero a luglio non è andato niente male…
«Nel primo giro Silvano (Mulas ndr) ha mostrato un grande coraggio e lo ha guidato alla perfezione, facendogli fare la differenza. Da scosso, poi, ha tenuto il passo degli altri».

Prima parlavi di lotto alto o basso. Ad agosto cosa succederà?
«Ma sai, mi importa poco perché tanto io non ci sono. Facciano un po’ quello che vogliono…».

Ultima domanda. Da diverso tempo si dice che quello di agosto sarà il palio del Bruschelli. Che ne pensi?
«Penso che sarà il palio di chi lo vince. Al canape ci saranno 10 ragazzi che avranno voglia di primeggiare. Poi è ovvio che Gigi può tranquillamente vincere, anche perché i numeri parlano per lui, visto che ha vinto un palio all’anno o uno ogni 2 anni. Però se lo vince è per bravura sua non perché è tutto già preparato. Di sicuro non ha bisogno di raccomandazioni perché lo sa da se come si fa a vincere».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il drappellone a quattro mani

Messaggio  jabru il Mer Lug 24, 2013 4:49 pm

ULTIMI RITOCCHI PER IL DRAPPELLONE A QUATTRO MANI
Doppia firma nel cencio di agosto, quella di Olmastroni e di Cecilia Rigacci in pratica due Palii in uno
24/07/2013 10:57:14

Ultimi ritocchi per il drappellone della prossima carriera di agosto. Non è ancora stata stabilita con certezza la data della presentazione, ma si presume che il cencio possa essere svelato il 10 agosto. Fino ad oggi sono uscite poche indiscrezioni su questo drappo a quattro mani affidato dalla committenza a Cesare Olmastroni e Cecilia Rigacci. Ufficialmente, se la memoria non ci inganna, non abbiano mai assistito ad una duplice fattura dell’ambito trofeo, ma ufficiosamente l’aneddotica paliesca racconta che più di una volta in passato c'è stato qualcuno che ha lavorato dietro le quinte, applicando una sorta di regia volta a correggere storture e errate interpretazioni, specie nel caso dell’affidamento ad artisti non senesi. E il regista occulto era proprio Cesare Olmastroni, artista che per anni è stato alle dipendenze del Comune mettendo al servizio dell’amministrazione la sua arte come un abile artigiano. Cesare custodisce segreti mai rivelati, dimostrando assoluta correttezza, in merito a ‘incidenti’ e colpi di scena che lo hanno costretto ad intervenire, certe volte addirittura in una sola notte, per correggere il cencio e renderlo presentabile. Un giorno Cesare vuoterà il sacco, ce lo auguriamo, contribuendo così ad impreziosire il bagaglio paliesco. Ma torniamo al cencio. Non è la prima volta che Olmastroni firma un drappellone. Il suo primo Palio lo realizzò nel 1982.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 24 luglio
a cura di Sonia Maggi
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Strategie di contrada: Chiocciola

Messaggio  jabru il Gio Lug 25, 2013 12:21 pm

Verso il Palio del 16 Agosto, le strategie delle dieci Contrade al canape raccontate dai Capitani: CHIOCCIOLA
Giovedì 25 Luglio 2013 10:15 di Gabriele Voltolini

Oggi parliamo delle strategie della Chiocciola, che torna in Piazza a 2 anni di distanza (16 agosto 2011) dall’ultimo palio corso. Lo scorso anno, infatti, la sfortuna non permise al rione di San Marco di prendere parte alla carriera, in seguito all’infortunio occorso al cavallo Nestore de Aighenta (montato da Antonio Siri detto Amsicora) la mattina del palio. Il neo eletto ed esordiente capitan Claudio Villani ci parla delle possibili strategie della sua contrada.

Claudio, finalmente la Chiocciola torna in Piazza. Com’è il clima in contrada?
«Un clima sereno e di forte attesa. La Chiocciola è una contrada impegnata. Ci attende un palio difficile e con la rivale in Piazza. C’è grande attesa soprattutto per l’assegnazione perché siamo consapevoli che il cavallo determinerà gli esiti della monta».

Per te si tratta dell’esordio da capitano. Sei emozionato?
«Per il momento no. Ho solo tanta voglia di arrivare al 13 per verificare il lavoro fatto fino a questo momento. Diciamo che provo curiosità ed un’emozione positiva, ma non sono teso e preoccupato».

Con l’uscita a sorte della Tartuca quanto cambiano le strategie della Chiocciola?
«La nostra strategia di partenza è quella di provare a vincere. E’ chiaro che l’estrazione della nostra avversaria ci rende il compito più difficile e dovremo anche stare attenti a loro, perché negli ultimi anni hanno dimostrato che quando ci sono possono vincere. Diciamo che ci attende un lavoro su più fronti».

Parliamo di monte. In caso di cavallo competitivo si parla con insistenza dell’arrivo di Scompiglio in San Marco, confermi?
«Speriamo e lo dico per 2 motivi. Uno perché è un buon fantino e uno l’hai detto te, ovvero vorrebbe dire che ci è toccato un buon cavallo. A parte tutto, abbiamo la volontà di riuscire a montare un fantino importante, speriamo che sia corrisposta anche da parte dei fantini. E poi potrebbe esserci anche qualche sorpresa…».

Magari Silvano Mulas, Andrea Chessa o Antonio Siri…
«Sono tutti fantini con i quali abbiamo buoni rapporti però al momento non abbiamo certezze perché se le avessimo lo saprebbero tutti».

Prova per un attimo a svestire i panni da capitano e dimmi cosa pensa Claudio Villani di possibile lotto alto o lotto basso…
«Indipendentemente che parli da capitano o da Claudio Villani, credo sia più corretto parlare di lotto omogeneo o lotto con le punte. Io penso che il palio sia più facile e più bello, soprattutto per il popolo che lo vive, farlo con i cavalli buoni, poi è chiaro che chi ha delle certezze riguardo alle monte prediliga un lotto omogeneo. Però, per i senesi e per la Festa, credo sia bello far provare dei sentimenti forti e non l’indifferenza».

Nel lotto di luglio un cavallo che si è fatto notare è Pestifero. Potrebbe rientrare anche ad agosto?
«Di sicuro ha fatto vedere molto, per di più partendo anche male. Nel mio staff non sono io l’esperto di cavalli ed infatti non mi aspettavo che andasse così bene, ma i miei collaboratori me lo avevano detto. Anche la stalla della Pantera ha lavorato molto bene. Però era al suo primo palio e per questo motivo ci sono ancora tante cose da valutare, anche se devo dire che ha dimostrato tanto».

Oltre a lui, altri cavalli da riprendere?
«Qualcuno c’è. Il palio crea delle difficoltà e magari qualche soggetto è rimasto inespresso a luglio, anche se poi ha delle buone potenzialità. Vedremo quali saranno da riprendere. Ovviamente, le previsite determineranno il lotto dei cavalli tra i quali scegliere, in base a come staranno fisicamente».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Scompiglio a Vallepiatta?

Messaggio  jabru il Gio Lug 25, 2013 5:23 pm

VERSO L'ASSUNTA, PER SCOMPIGLIO SI APRE LA STRADA DI VALLEPIATTA
Se l’idea di capitan Targetti va in porto potrebbe rivoluzionare molte scelte delle consorelle
25/07/2013 11:10:54

Nella settimana per eccellenza delle ferie senesi sul litorale tirrenico, le trattative tra dirigenze continuano ad andare avanti. Nonostante molto resti ancorato alla scelta dei cavalli e a dove Luigi Bruschelli andrà a montare, con l'Aquila in pole position, il colpo di scena di questa estate lo sta mettendo a segno la Selva. In particolar modo, capitan Targetti potrebbe battezzare il proprio esordio con Jonatan Bartoletti detto Scompiglio, che dopo le contrade a lui affini troverebbe volentieri un nuovo giubbetto. Nonostante Vallepiatta continui a guardare anche verso Luigi Bruschelli, che resta comunque più difficile da raggiungere, l'idea Scompiglio potrebbe trovare facilmente la sua ufficialità (con Lupa e Chiocciola sempre contatti apertissimi). L'operazione scompaginerebbe tutti i quadri con il classico "effetto domino" tipico ormai degli ultimi anni.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 25 luglio
a cura di B.C.

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini: Andrea Chessa

Messaggio  jabru il Ven Lug 26, 2013 4:50 pm

Verso il Palio del 16 agosto 2013, i fantini: Andrea Chessa detto Nappa II
Venerdì 26 Luglio 2013 09:30 di Gabriele Voltolini

Nella carriera di luglio è rimasto spettatore, in vista di agosto, invece, spera di avere un’occasione per poterla sfruttare al meglio. Andrea Chessa detto Nappa II, dopo l’esordio nel 2011 nella Chiocciola ed il palio dello scorso anno nel Leco, spera di poter rientrare nei 10 che saranno al canape il 16 sera.

Andrea, mancano pochi giorni al palio. Come ti senti?
«Mi sento bene, sono pronto e aspetto la carriera sperando di avere la possibilità di rientrare nei 10. Di solito sono 2-3 fantini quelli che ruotano, più 2 che 3, quindi non sarà facile».

A luglio hai visto il palio da spettatore. Che carriera è stata?
«Un palio normale, che vedeva tante avversarie in campo. Per questo motivo tra i canapi c’è stata un po’ di confusione, ma nemmeno più di tanta, anche perché il regolamento non permette determinate cose. E’ stato un palio bello per chi ha montato e brutto per chi, come me, è rimasto a guardare».

Qualche giorno fa sei stato impegnato a Bientina, com’è andata?
«Non molto bene perché dopo aver superato la batteria, in finale il cavallo mi si è ribaltato e mi è caduto sopra, La botta è stata forte, ma per fortuna non mi sono fatto niente. Sono cose che càpitano e già il giorno successivo ero di nuovo a cavallo».

Adesso siamo già proiettati verso agosto. Contatti e possibilità di monta ce li hai?
«Sono fiducioso e a questo punto non mi resta che aspettare l’ultimo momento sperando che alcune cose coincidano. Rispetto a luglio ho qualche possibilità in più, vediamo se si concretizzeranno. Di sicuro non ho perso le speranze perché altrimenti avrei già smesso. Da parte mia non ho nessun problema a fare qualsiasi tipo di palio, anche perché rimanere a casa è peggio. Il motivo principale perché io sono qua è per correre il palio di Siena e per questo sono disposto a fare tutto».

Chiocciola e Torre sono 2 possibilità concrete?
«Sì, diciamo che potrei montarci, così come da altre parti, ma la parola finale poi spetta a loro. Per me il primo che mi chiama va bene e non mi pare il vero, anche perché non posso certo permettermi di scegliere. Non ho nessuna contrada chiusa e sono disponibile per tutti».

Come al solito, la scelta dei cavalli sarà determinante…
«Di sicuro. A questo giro potrebbero anche rientrare cavalli che non hanno corso a luglio, con un lotto formato per metà da soggetti esperti e per l’altra metà da esordienti. Ovviamente le cose cambiano perché per me è meglio se si forma un lotto con alcuni cavalli forti, perché quando è omogeneo ci sono meno spostamenti di monte».

Intanto, però, ti vedremo la notte e la mattina della tratta…
«Si, monterò i cavalli di scuderia, anche se prima c’è da vedere le previsite, chi passa e chi no. Ci dovrei essere, ma anche se così non fosse spero che il 13 la chiamata giusta arrivi comunque…».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Strategie di contrada: Aquila

Messaggio  jabru il Sab Lug 27, 2013 6:25 pm

Verso il Palio del 16 Agosto, le strategie delle dieci Contrade al canape raccontate dai Capitani: AQUILA
Sabato 27 Luglio 2013 11:23 di Gabriele Voltolini

La quinta contrada di cui andiamo a parlare è l’Aquila che ad agosto correrà il suo primo palio dell’annata 2013. L’esperto capitan Renato Romei ci parla delle strategie del rione di Via del Casato, che ad agosto proverà a rompere un digiuno lungo 21 anni.

Renato, per l’Aquila ad agosto si tratta della prima carriera dell’annata. C’è attesa in contrada?
«Sì, l’attesa è tanta, soprattutto per una contrada che corre il suo primo e unico palio ad agosto. Inoltre, attendiamo da ben 21 anni la vittoria e la voglia è tanta. Direi che l’atmosfera è bella e ci stiamo preparando per la carriera».

21 anni di astinenza sono tanti. Rappresentano uno stimolo in più anche per te?
«Per forza. Io per prima cosa sono un contradaiolo e come tutti i contradaioli voglio fare il meglio possibile. Il mio staff ed io cerchiamo di mettere l’Aquila nella migliori condizioni possibili, poi ci sarà la fortuna a giocare un ruolo importante e determinante e noi dovremo riuscire a cogliere l’opportunità che ci concederà».

Si parla tantissimo dell’Aquila come una delle favoritissime della prossima carriera…
«Sulla carta è ovvio che sia così e come noi ci sono anche la Lupa, il Nicchio e la Chiocciola, anche se quest’ultima ha l’avversaria in Piazza che può rappresentare un deterrente. La mia esperienza però mi dice che ad oggi ci sono 10 favorite. La fortuna, come dicevo prima, avrà un ruolo fondamentale e noi non dovremo rimproverarci di non aver fatto tutto il possibile per portarla dalla nostra parte. L’Aquila attualmente è in una buona situazione e affronteremo il palio per giocarcelo al meglio».

Una cosa di cui si parla da tempo è il possibile matrimonio Aquila-Trecciolino. E’ Gigi la vostra prima scelta?
«Certamente è una possibilità importante. Da qui a dire che rappresenta la prima scelta andiamoci piano perché ci sono tante variabili ancora in gioco. Di certo noi ci puntiamo».

Altri nomi sono quelli di Tittia e Scompiglio, mi confermi?
«Sicuramente sono due nomi buoni. Con Giovanni, anche a livello personale, ho un rapporto importante che spero duri nel tempo. Le porte dell’Aquila sono sempre aperte per lui e credo che anche da parte sua ci sia la stessa disponibilità. Con Jonatan abbiamo un rapporto che dura da qualche anno. Vediamo come si svilupperà la tratta anche perché ci sono cavalli adatti ad un fantino e cavalli adatti ad un altro».

Negli anni mi hai sempre detto di essere favorevole ai cavalli migliori. E’ sempre questo il tuo pensiero?
«Sicuramente sì e quando non c’è l’avversaria ancora di più. E’ ovvio che è difficile dire sì ad un cavallo forte e 9 più deboli, ma se ci saranno 4-5 soggetti importanti li voterò sicuramente».

A luglio qualcosa di buono si è visto, per esempio Indianos e Pestifero. Sei d’accordo?
«Indianos sapevamo che era un cavallo affidabile. Il palio di luglio per lui è stato stressante e vediamo in che condizioni si ripresenterà, anche se certamente è un soggetto che può vincere il palio. Pestifero ha dimostrato di essere un ottimo cavallo, poi ovviamente tutto è relativo perché non c’erano soggetti da 1’14’’, ma lui ha galoppato tanto e se non ha problemi fisici penso che sarà alla nostra attenzione. Ci sono poi anche altri soggetti, per esempio Porto Alabe, che non hanno brillato, magari non per demeriti ma per situazioni di palio, facendo una prova incolore. Penso che sia giusto concedere a tutti una prova d’appello»
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Il quadro delle monte

Messaggio  jabru il Lun Lug 29, 2013 11:33 am

Verso il Palio del 16 agosto 2013, si avvicina l'assegnazione: il quadro delle monte
Lunedì 29 Luglio 2013 10:11 di Gabriele Voltolini

Settimana dopo settimana, ci stiamo avvicinando sempre di più al palio di agosto. Vediamo come si sta delineando la situazione delle monte delle 10 contrade quando mancano meno di 15 giorni all’assegnazione.

LUPA: Mancando Andrea Mari, che con molta probabilità avrebbe indossato il giubbetto di Vallerozzi anche ad agosto, con un cavallo competitivo capitan Burrini proverà ad arrivare a Jonatan Bartoletti. In alternativa al fantino pistoiese, da non scartare l’ipotesi Girolamo.

TORRE: Come avevamo anticipato una settimana fa, la Torre potrebbe nuovamente affidarsi a Gingillo, per concedergli l’occasione del pronto riscatto. Silvano Mulas è la prima alternativa, mentre Andrea Chessa e Antonio Siri sono due soluzioni da tenere in considerazione.

BRUCO: Gingillo-Tittia. Sarà probabilmente uno di questi due nomi ad approdare in Via del Comune in caso di cavallo buono. Sebastiano Murtas è una possibilità, così come Tremendo. La voce Scompiglio, invece, deve ancora trovare conferma, ma spariglierebbe le carte in tavola.

CHIOCCIOLA: Scompiglio è la prima scelta di capitan Villani in caso di assegnazione favorevole. Silvano Mulas e Alessio Migheli le due alternative di livello. La sorpresa? Andrea Chessa o Antonio Siri.

AQUILA: Ce lo ha confermato anche capitan Romei nell’intervista di sabato. L’Aquila punta forte su Trecciolino ed il matrimonio potrebbe celebrarsi se arriverà un cavallo interessante. L’alternativa è Giovanni Atzeni.

NICCHIO: Bruschelli-Migheli-Murtas. Dovrebbe essere questo il trio di fantini che si giocherà il giubbetto dei Pispini. Se Gigi sarà invece diretto verso altri lidi (Aquila), rimarrebbero Girolamo e Grandine, con il cavallo a recitare un ruolo decisivo.

OCA: Con buona probabilità Giovanni Atzeni ripartirà da Fontebranda dopo la grande vittoria di luglio. A meno di sconvolgimenti sarà lui ad indossare il giubbetto dell’Oca. Alternative? Magari Grandine o forse un fantino ad oggi meno chiacchierato.

ONDA: Con Trecciolino diretto verso altre contrade (ma non è da escludere a priori un suo ritorno), l’Onda potrebbe optare su un fantino molto seguito già a luglio, ovvero Dino Pes. Francesco Caria è una possibilità. La sorpresa potrebbe essere Virginio Zedde.

TARTUCA: Giuseppe Zedde e Giovanni Atzeni potrebbero essere i due fantini di livello tra i quali scegliere in caso di cavallo competitivo, ma non è assolutamente da escludere Sebastiano Murtas detto Grandine, molto apprezzato da Vinicio Capitani e dal suo staff. Con la Chiocciola “vincente” un nome buono è quello di Bighino.

SELVA: Lo avevamo detto lunedì scorso. Scompiglio può essere una delle soluzioni gradite a capitan Targetti. In alternativa, un nome caldo è quello di Silvano Mulas, ultimo vincitore con il giubbetto di Vallepiatta.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Previsite: immagine fotocopia

Messaggio  jabru il Mar Lug 30, 2013 9:44 am

Palio, iscrizioni fotocopia di luglio: in arrivo quasi 100 cavalli
Prime indiscrezioni sul lotto: prevarrà ancora il livellamento in basso

Siena, 30 luglio 2013 - Giovedì 1 agosto si celebra il primo atto del Palio dell’Assunta. Scadono infatti a mezzogiorno i termini per presentare l’iscrizione alla previsita. Come sempre accade, è atteso il rush finale fra oggi e domani, anche se da un rapido excursus nelle scuderie appare chiaro che le cifre non saranno di molto inferiori a quelle di luglio. Se non identiche. Per Provenzano vennero segnati 101 cavalli. Adesso non dovrebbero essere numerose le defezioni (quella di Guess è sicura perchè il cavallo dopo la vittoria nell’Oca si è meritato la pensione) e le poche saranno compensate da nomi nuovi che i proprietari vogliono far vedere ai veterinari per capire se hanno le caratteristiche giuste per la Festa. Insomma, c’è da attendersi oltre 90 mezzosangue, forse 100. Di sicuro ci saranno Mississippi, escluso dai veterinari dopo la previsita, e Ivanov, l’altro protagonista uscito di scena dopo il Ceppo.

Ma la sensazione è che anche per l’Assunta, sebbene i giochi siano solo all’inizio, si andrà verso un lotto livellato dove rischiano di uscire di scena nomi importanti perchè nessuna delle ‘corazzate’ presenti sul tufo intende dare vantaggi alle altre Contrade. Tantomeno rischiare di perdere vantaggi acquisiti nei confronti di qualche fantino di grido.
La.Valde.  da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini: Francesco Caria detto Tremendo

Messaggio  jabru il Mar Lug 30, 2013 12:08 pm

Verso il Palio del 16 agosto 2013, i fantini: Francesco Caria detto Tremendo
Martedì 30 Luglio 2013 09:55 di Gabriele Voltolini

A luglio sperava in una chiamata ed è stato anche molto vicino ad indossare un giubbetto, ma alla fine è rimasto a guardare il palio dalla poltrona. Francesco Caria detto Tremendo è convinto di poter rientrare nei 10 e dopo i 4 palii corsi tra il 2009 e il 2011, spera che gli venga concessa un’altra opportunità.

Francesco, mancano pochi giorni al palio. Come stai?
«Sto benissimo. Sono in attesa sperando di avere un po’ più di fortuna rispetto a luglio».

Un mese fa, infatti, sei stato piuttosto vicino a tornare nella mischia, è vero?
«Sì, è vero, ci è mancato un niente, ma alla fine purtroppo è mancato tantissimo perché non sono riuscito a montare. Per chi come me non ha ancora vinto, in una carriera come quella di luglio gli incastri diventano determinanti e purtroppo non sono andati a mio favore».

Per agosto hai qualche possibilità in più?
«Più o meno le possibilità sono quelle, bisogna solo vedere se si concretizzano. Rispetto a luglio forse è un po’ più facile, ma alla fine le contrade che mi possono montare sono sempre le stesse, quelle con le quali ho rapporti consolidati da tempo».

Contrade come Torre e Tartuca quindi?
«Diciamo che ci sono altre diverse da queste due che hai detto tu».

Tipo l’Onda?
«Nomi adesso non ne voglio fare, aspettiamo».

Comunque sei anche un po’ in debito con la fortuna…
«Direi di sì. La ruota gira e spero che questa volta giri dalla parte mia. Ho tanta voglia di vincere e di dimostrare a Siena che sono un fantino che può stare tra i dieci del futuro. Se mi danno la possibilità la sfrutto al massimo».

Parlando di cavalli, non si può non affrontare il capitolo Mississippi. Volevo sapere come sta e se verrà ripresentato ad agosto.
«Se ci sarà bisogna chiedere al proprietario, ma se non cambiano le cose il cavallo dovrebbe essere presente alle previsite. Sta bene, lavora regolarmente ed è pronto. A luglio è stato scartato, ma il mio compito è quello di ripresentarlo al meglio per agosto, anche perché essendo l’allenatore faccio ciò che mi dicono».

Invece Francesco Caria lo vedremo sia la notte che per la tratta?
«Alle prove di notte di sicuro, la mattina della tratta può darsi. A luglio, nonostante non ci fossero cavalli di scuderia, mi hanno chiesto di montare dei soggetti per farli figurare. Se si ripresenterà questa situazione, per me non ci sono problemi».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Strategie di contrada: Nicchio

Messaggio  jabru il Mar Lug 30, 2013 5:46 pm

Verso il Palio del 16 Agosto, le strategie delle dieci Contrade al canape raccontate dai Capitani: NICCHIO
Martedì 30 Luglio 2013 11:30 di Gabriele Voltolini

Si avvicina il palio di agosto e dopo la carriera corsa a luglio, per il Nicchio arriva un’altra chance importante, da giocarsi questa volta senza la rivale. Capitan Mario Corbelli ci parla delle possibili strategie del rione dei Pispini, la sesta contrada in ordine di estrazione che prenderà parte alla prossima carriera dell’Assunta.

Mario, dopo luglio sta per arrivare la seconda possibilità di questa annata paliesca 2013…
«Si tratta di un’altra opportunità per cercare di raggiungere un traguardo che ci manca ormai da troppi anni. Cercheremo in tutti i modi di provare a raggiungerlo, compatibilmente con gli obiettivi delle altre contrade».

L’assenza dell’avversaria e la composizione del lotto rendono il palio di agosto un po’ più “facile” per il Nicchio?
«Per quanto riguarda il discorso avversaria, la sua assenza modifica un po’ le problematiche legate alla presenza in Piazza. Per questo motivo, sulla carta è meno complicato anche se il nostro obiettivo è lo stesso e l’unico di un mese fa».

Si parla molto di Aquila e Nicchio come le maggiori concorrenti per la monta di Trecciolino. Voi ci puntate?
«Di sicuro è un fantino importante che ha ottimi rapporti con diverse contrade e alla fine credo che sceglierà lui la soluzione che gli fornirà maggiori garanzie. Per questo abbiamo anche altri contatti, per riuscire ad essere all’altezza della situazione, sempre che il cavallo ci permetta di fare una scelta più in alto possibile».

Grandine e Girolamo sono altri due nomi buoni per voi?
«Il Nicchio ha obiettivi ambiziosi. Sebastiano Murtas ha corso il suo secondo palio con noi e alla fine ha chiuso dignitosamente. E’ un ragazzo che teniamo in considerazione, coraggioso e attento alle indicazioni che gli vengono date. Perché no, potremmo anche riproporlo. Alessio Migheli ha corso due palii con noi, è un fantino che ha delle qualità e saremmo ben felici di poterlo montare».

A luglio avete deciso di optare per un lotto omogeneo. Sarà così anche ad agosto?
«Come dico sempre, non essendo un profondo conoscitore di cavalli, ad oggi è prematuro parlare di questo argomento perché mancano ancora troppi passaggi. E’ opportuno riparlarne dopo le previsite, le prove di notte ecc. ecc.».

Tra i soggetti scelti a luglio, qualcosa di buono si è comunque visto, concordi?
«Il lotto omogeneo di luglio ha messo in evidenza come diverse contrade hanno avuto la possibilità di fare il palio. E’ singolare, invece, come alcuni soggetti che non avevano mai mostrato determinate problematiche come quella dei calci, lo abbiano fatto proprio nei 4 giorni, causando ulteriori difficoltà ad una carriera già di per sè complicata per la sua composizione. Per questo motivo, non so chi potrà rientrare ad agosto e credo che tutti i cavalli vadano guardati ancora di più».

Ultima domanda relativa al mossiere. Soddisfatto della prova offerta a luglio da Ambrosione?
«Il Nicchio aveva avuto modo di lamentarsi tempo fa, invece credo che il suo comportamento a luglio sia stato all’altezza della situazione. Era un palio con tante nemiche che non si vedeva da anni e compromesso ancora di più dalle dinamiche della mossa. Per questo motivo la mia valutazione sulla sua prova è sicuramente positiva».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Posti gratuiti per i disabili

Messaggio  jabru il Mar Lug 30, 2013 5:48 pm

Il Palio per tutti, posti gratuiti per disabili
Martedì 30 Luglio 2013 15:52

Il Comune di Siena, in accordo con la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, offre la possibilità di vedere le prove del Palio e la carriera del Palio di Provenzano e dell'Assunta alle persone disabili, in maniera del tutto gratuita.

I posti disponibili non sono molti, é quindi necessario “riservare” con anticipo. Le prenotazioni sono accolte in fino ad esaurimento dei posti. Tutte le domande che non potranno essere soddisfatte, se richiesto, potranno slittare al Palio successivo.

É possibile prenotare per la persona disabile e un accompagnatore, specificando la tipologia di disabilità. Sono infatti due i luoghi riservati: per le persone disabili con problemi di mobilità é possibile vedere il Palio dalle finestre di Palazzo Berlinghieri, mentre per le altre tipologie di disabilità ci sono alcune postazioni sui palchi di piazza. Ricordiamo che, una volta saliti sul palco non sarà più possibile scendere fino a carriera conclusa.

Per prenotare é sufficiente scrivere un'email all'indirizzo palio@comune.siena.it specificando il Palio cui si vorrebbe assistere (o l'eventuale Palio successivo), il tipo di disabilità e gli eventuali ausili alla deambulazione.

Lo Sportello AiutarSi é lieto di poter diffondere questa notizia e rimane a disposizione per eventuali chiarimenti.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini, Tittia: Nicchio o Bruco?

Messaggio  jabru il Mer Lug 31, 2013 11:35 am

Tittia: "Vincere con un altro giubbetto stimolo in più per agosto. Nicchio e Bruco? Ok"
Il fantino vittorioso nell'Oca a luglio svela le sue strategie. "Anche per l'Aquila - dice - io ci sono"

Siena, 30 luglio 2013 - Tittia, come inizia la giornata di chi ha vinto 3 Palii raggiungendo Brio?
«E’ caldissima, in questi giorni usciamo alle 5 per galoppare e finiamo adesso (sono le 9,30, ndr). Temperatura a parte, inizia benissimo perchè vincere dà sicurezza. Ho lavorato anni per ottenere questi risultati. Sono sicuro dei miei mezzi anche se, strada facendo, può capitare che le cose non riescano come si vuole. Ma tre Palii offrono la consapevolezza di essere capaci di stare in questa giostra».
Tre successi iniziali, tutti nell’Oca. Come Trecciolino. Ora è il momento di affermarsi con un altro giubbetto?
«Uno stimolo in più per il Palio di agosto. So che rivincere è molto difficile (è riuscito nel 2005 a Trecciolino, nel ’97 a Il pesse, ndr) comunque sia voglio correre bene».
Ma non in Fontebranda?
«Vediamo che situazione si crea, non lo escludo. Così come non nego che ci sono anche altre strade».
Si parla del Bruco e del Nicchio.
«Ottimi rapporti, che vengono da lontano».
E la Selva?
«Da questo inverno c’è un bel dialogo».
L’Aquila sembra orientata verso Trecciolino, eppure anche con Tittia era nato un buon feeling.
«I rapporti sono sempre ottimi, ho sentito anche io la chiacchiera che sono vicini a Gigi. Ma non escludo questa strada. Io ci sono».
Hai telefonato a Brio?
«Sono stato a trovarlo qualche giorno dopo l’infortunio. Mi dispiace molto, spero si riprenda presto».
Il Palio delle ‘corazzate’ rischia di condurre verso un lotto livellato.
«Mi va bene tutto. Se ci sono i ‘bomboloni’ spero di montarne uno, altrimenti bisogna essere fortunati affinché l’idea che ci si è fatti su un cavallo corrisponda alla realtà».
Tittia nuovo Trecciolino?
«Io sono Tittia... Diciamo che finora sono stato più fortunato di altri colleghi, fermo restando che l’obiettivo di ogni fantino è quello di raggiungere il livello di Gigi. Sarebbe un sogno, per me come per chiunque».
Curiosità: hai urlato come un ossesso una volta vinto il Palio.
«Ho scaricato l’adrenalina. Non era un Palio facile quello di luglio».
Cosa ha detto tuo figlio Mattia del successo?
«Che adesso vuole un regalo!».
E a Guess che dono farai?
«Resterà a fare la bella vita nella mia scuderia. A vita. Per la felicità di Mattia, visto che è il suo preferito».
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fantini: Jonatan Bartoletti detto Scompiglio

Messaggio  jabru il Mer Lug 31, 2013 11:43 am

Verso il Palio del 16 agosto 2013, i fantini: Jonatan Bartoletti detto Scompiglio
Mercoledì 31 Luglio 2013 10:24 di Gabriele Voltolini -


Nell’agosto scorso ha conquistato la sua seconda vittoria con il giubbetto del Montone, un successo che lo ha eletto tra i big assoluti della Piazza. Dopo un palio di luglio complicato per le dinamiche della mossa, in vista della prossima carriera di agosto Jonatan Bartoletti detto Scompiglio è al centro di tante voci, pronto come sempre a cogliere l’occasione giusta.

Jonatan, il palio di agosto rappresenta l’ultima opportunità del 2013. Sei pronto a giocarti le tue chance?
«Io cerco sempre di essere pronto, sperando poi che la fortuna e le situazioni di palio mi vengano dietro».

Riguardo a luglio hai qualche recriminazione, soprattutto per la mossa falsa nella quale eri partito in testa?
«Eh sì. Peccato per come è andata. Sapevo di avere una sola opportunità importante che era quella di partire davanti. Nella prima mossa ci ero riuscito, poi dopo è cambiato tutto e ho capito che avrebbero fatto di tutto per non farmi partire. Il mio palio, in pratica, è finito lì. Secondo me la prima mossa era molto più valida di quella che è stata data buona, però non posso farci niente, ne prendo atto, sto zitto e ingoio».

Ci sono tante voci che ti riguardano. Si parla di Chiocciola, Lupa, Selva… Confermi?
«Non ho chiusure con nessuno. A parte nella rivale della contrada dove ho vinto, per il resto le porte sono aperte e ringrazio chi mi darà la possibilità di montare. Adesso devo solo attendere la situazione giusta, magari quella che mi permetterà di montare il cavallo che mi piace di più. Poi spero che vada tutto bene, l’importante è questo».

Pensi che sia un palio un po’ meno complicato rispetto a luglio anche per voi fantini?
«Mah, penso di no. Tutti i palii hanno delle complicazioni e anche se non c’è l’avversaria ci sono comunque altre cose da guardare. E poi io dico sempre che quando corri con l’avversaria, una volta che le sei partito davanti spetta a lei guardarti. Alla fine penso che non cambi tanto».

Ad agosto ti potrebbe anche capitare di dover prendere una responsabilità importante in una contrada che da tanto tempo non vince. Sei pronto?
«Direi proprio di sì. Se me la sono presa lo scorso anno nel Montone non vedo perché non dovrei farlo adesso. Il palio è una ruota che gira e l’unica cosa da fare è farsi trovare pronti. Poi devono arrivare la situazione giusta, il momento giusto e il giorno giusto, ma devi essere intelligente per sfruttare la situazione che ti si crea».

A luglio è stato fatto un lotto omogeneo, strada percorribile anche ad agosto secondo te?
«Anche a luglio si è notata una cosa, cioè più il lotto è basso e più si vede la differenza tra le 2-3 punte e il resto dei cavalli. In questo modo il palio è ancora più deciso. Penso che sia una scelta che non paga perché io sarei sempre per prendere i migliori, ma se poi ci sono 5-6 contrade che non li vogliono allora dobbiamo adattarci e decidere di montare il meno peggio».

Quindi ad agosto avanti con i migliori…
«Spero proprio di sì. Quando ci sono tutti i cavalli migliori è più bello per il Palio, per la Festa, per le contrade e per i popoli e inoltre nella stalla si lavora meglio e con maggiore serenità».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Strategie di contrada: Oca

Messaggio  jabru il Gio Ago 01, 2013 5:20 pm

Verso il Palio del 16 Agosto, le strategie delle dieci Contrade al canape raccontate dai Capitani: OCA
Giovedì 01 Agosto 2013 10:37 di Gabriele Voltolini

Non poteva esserci esordio migliore per capitan Claudio Cocchia, che a luglio ha formato l’accoppiata vincente che ha riportato il cencio in Fontebranda dopo due anni dall’ultima vittoria. Adesso, però, è già tempo di pensare alla carriera di agosto e Cocchia ci parla delle possibili strategie della sua contrada, settima in ordine di estrazione.

Claudio, facciamo un passo indietro. Un esordio migliore era impossibile…
«Dire che sono contento è poco. Il sogno di tutti è quello di poter vincere un palio all’esordio, se poi lo vinci come abbiamo fatto noi è una gioia inimmaginabile, una corsa che resterà nella storia del palio».

Finiti i festeggiamenti, è già tempo di pensare ad agosto…
«Ho iniziato a farlo da dopo l’estrazione. Dopo la vittoria mi sono preso 3 - 4 giorni per festeggiare, anche perché li per li non sono riuscito a rendermi conto di quello che avevamo fatto, dopo di che ho ripreso il lavoro in vista dell’Assunta anche perché non potrebbe essere altrimenti».

Oca e Torre ancora in Piazza insieme. Le vostre strategie rimangono le stesse di luglio?
«In questo momento per l’Oca l’obiettivo primario è quello di non far vincere la rivale. Aspettiamo l’assegnazione per valutare il da farsi, ma di certo un occhio alla Torre glielo daremo, come abbiamo fatto anche a luglio del resto. Poi, ovviamente, in Piazza ci siamo anche noi, quindi…».

Con la rivale “vincente” non escludi di poter fare il palio per ostacolarla?
«Cercheremo di non farli vincere indipendentemente dal cavallo che avranno. A luglio noi eravamo messi bene, ma anche la Torre lo era. E’ chiaro che l’ultimo palio corso lo avevamo vinto (2 luglio 2011, ndr) e direi che abbiamo fatto un cappotto dilazionato nel tempo. Non ci tireremo indietro se capiterà l’opportunità e non voglio nemmeno pronunciare quella parola, ma se il 16 agosto la Torre non avrà vinto, sarà come un palio vinto anche per noi».

L’Oca riparte da Giovanni Atzeni?
«Come ti dissi anche prima del palio di luglio, Giovanni è un professionista con il quale abbiamo un ottimo rapporto, fortificato ancora di più dalla recente vittoria. Se lui potrà essere vincente in un’altra contrada va bene anche per noi, anche perché sarebbe un rafforzamento della sua situazione, visto che per adesso ha vinto 3 palii tutti nell’Oca. Andare a vincere in un’altra contrada potrebbe fargli fare il definitivo salto di qualità».

E poi nella sua intervista, scherzando, ha detto che non sa quanta voglia possiate avere di rivederlo…
«Se rivederlo significa rivincere ben venga (ride). Comunque, ripeto, abbiamo un rapporto splendido anche a livello personale. In inverno, nonostante non fossimo più legati da nessun vincolo, questo rapporto si è rafforzato ed intensificato. La vittoria è stata l’apoteosi di un percorso invernale condiviso».

Passiamo ai cavalli. Soddisfatto del lotto di luglio?
«Visti i risultati arrivati come potrei dirti di no. A parte gli scherzi, a luglio siamo stati obbligati ad andare in una certa direzione in seguito alle scelte dei veterinari dopo le previsite. Anche se Istriceddu non corre da tre anni e Magic Tiglio deve ancora dimostrare tutto in Piazza, prendendoli avremmo creato un dislivello, mancando cavalli come Ivanov e Mississippi. Per questo abbiamo formato un lotto senza punte. Al momento è prematuro dire che lotto verrà fatto. Dobbiamo capire se ci sono tutti o se ci saranno delle assenze. Aspettiamo le previsite, le prove di notte e le batterie. Ancora mancano tanti passaggi fondamentali prima della scelta».

Dal lotto di luglio qualcosa da riproporre pensi che ci sia?
«Di sicuro qualcosa c’è. Prima dobbiamo capire come sono rientrati dai 4 giorni perché Indianos, per esempio, non ha avuto un arrivo facile, anche se mi assicurano che sta bene. Se sono in buone condizioni qualcuno da riprendere c’è, anche se mancheranno Guess, Ozzastru e anche Nottambulo penso. Per il resto ci possono stare».
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cavalli: Indianos non prenderà parte alla carriera

Messaggio  jabru il Ven Ago 02, 2013 4:13 pm

Stopponi: "Ecco perché Indianos è rimasto in scuderia"
"Agito per il bene della Palio e delle Contrade", dicono i proprietari. Strategie sul lotto: sarà bassimo
di Laura Valdesi

Siena, 1 agosto 2013 — «Una scelta nel rispetto delle Contrade, della Festa e anche di Indianos». Ecco perché il grigio, chiacchieratissimo e ambito, che nelle ultime due Carriere è stato battuto solo all’ultimo centimetro resta in scuderia. Niente Palio il 16 agosto, i tre proprietari non l’hanno iscritto alla previsita. «Siamo tre contradaioli, tutti del Bruco, consapevoli di quanto è importante portare i cavalli in ordine. Massimo Milani è attento e scrupoloso quanto noi: ci abbiamo pensato un secondo netto per decidere di lasciarlo nel box», spiega Andrea Stopponi.

«Dopo la caduta nel Palio di luglio — prosegue — aveva riportato leggere escoriazioni ed una più importante sul garrese. Si è ripreso perfettamente, sta bene. Chiunque, se vuole, può andare a vederlo al prato. Solo che l’allenamento non è stato intenso, a causa di ciò, come è giusto per dare il massimo alla Contrada. Non ci sembrava giusto portare il cavallo con una preparazione che non era al 100%. E poi, in fondo, ha corso sei Carriere di fila, cosa rara nel palio di oggi per i cavalli. «Starà al prato e il prossimo anno verrà ripresentato. Avrà 11 anni, è vero, ma anche Guess — chiosa — alla stessa età si è tolto una bella soddisfazione». Conclude: «Ci è dispiaciuto moltissimo ma siamo tranquilli della scelta fatta».

L’uscita di scena immediata di Indianos come di riflette sulle strategie? Non fa che rafforzare un sentimento che, a differenza di luglio pare essere comune ad un numero più largo di Contrade e conduce dritto verso un lotto basso. Forse bassissimo. Incuriosisce, intanto, la presenza data per certa (magari sarà poi solo cavallo di riserva di Periclea e Pissinache per Caria e Coghe jr) di Mississippi al palio di Feltre, che si corre domenica, in Port’Oria.

Molti già ipotizzano che le punte diventino Lo Specialista e Morosita, tornerà, forse anche Naikè. Le novità potrebbero essere Noioso (Villella non sarà a Feltre con questo cavallo in Santo Stefano dove corrono invece Topalli su Tavel e Ballesteros su Narcisco), Pahtos e Polonski, Novanta che Bartoletti dovrebbe portare, Nimento, mentre radio Palio rilancia l’ipotesi che Porto Alabe e Pestifero potrebbero anche puntare al rientro alla grande (magari più ‘maturi’ di esperienza) nel 2014. Resta l’incognita Occolè, a luglio escluso dai capitani: ce la farà questa volta?
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Previsite: boom degli iscritti

Messaggio  jabru il Ven Ago 02, 2013 4:16 pm

Palio, è boom di cavalli iscritti alla previsita. Manca Indianos
A sorpresa il grigio che a luglio ha rischiato di vincere nella Lupa non è stato segnato. Visite, s'inizia con Magic Tiglio

Siena, 1 agosto 2013 — Inizia con il colpo di scena il Palio dell’Assunta: manca infatti all’appello della previsita Indianos, il cavallino grigio della scuderia Milani che correva a luglio nella Lupa ed ha rischiato di vincere con Brio, giungendo ad un soffio dall’Oca. Ma l’altro dato interessante che emerge dalla lista diramata dal Comune è la grande voglia — nonostante la crisi — di misurarsi con la giostra più bella del mondo da parte dei proprietari. Tantissimi infatti i cavalli nuovi, soprattutto giovani, iscritti alle visite del Ceppo tanto da far lievitare il numero fino a superare (cosa insolita) il tetto di luglio: ben 107 (erano 101 per Provenzano). Il Palio, insomma, resiste alla crisi. Troppo forte e radicato. Amato.

Per la cronaca, oltre a Indianos, rispetto a luglio, mancano all’appello Nerone sauro, Nespolo, Nitrito, Guess, Nurkara, Oraco, Orionis, Orpen, Ozzastru, Pala, Palio impero e Quore de sedini.

Le novità sono Bowilde, Garin, Nanneddu, O’sole mio bello, Pado, Pinga, Pleiade, Pranu Raffieli, Quana doc, Quanna, Quanto Vado, Quarzo Rosso, Quarzus, Que Masca, Quindigiu, Quinoa Proima, Quintiliano, Quirty, Quit Gold e Scorbutico.
Ad aprire la previsita il 7 agosto sarà Querino con Preziosa Penelope, quindi Magic tiglio con gli altri mezzosangue di Massimino.
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Indianos è il primo escluso

Messaggio  jabru il Ven Ago 02, 2013 4:19 pm

UN ALTRO BIG NON CORRERÀ AL PALIO DI AGOSTO: INDIANOS È IL PRIMO ESCLUSO
Gli altri cavalli invece saranno tutti presenti, con soltanto sei mezzosangue che hanno partecipato al Palio di luglio. Novità: per quasi tutti, a differenza di luglio, ci sarà la possibilità di arrivare alla tratta dopo aver effettuato le prove di notte
02/08/2013 09:32:36

Prima scossa per agosto, quando meno ci si aspettava. Nella lista degli iscritti alla previsita per il Palio di agosto, pesa come un macigno l'assenza di Indianos dall'elenco. Il grigio di scuderia Milani dunque non passando dalle previsite del Ceppo non potrà prendere parte alla prossima carriera del 16 agosto. E' stato lo stesso Massimo Milani a spiegare i motivi di questa assenza di lusso: "La motivazione della non iscrizione di Indianos - ha spiegato l'allenatore del cavallo - è da ricercare nelle escoriazioni sul dorso del cavallo in seguito alla caduta nel Palio di luglio, che pur essendo di poco conto non hanno permesso di rimettere in allenamento perfetto il cavallo".
Gli altri cavalli invece saranno tutti presenti, con soltanto sei mezzosangue che hanno partecipato al Palio di luglio. Tra i cavalli iscritti spiccano i consueti Istriceddu, Ivanov, Magic Tiglio e Mississippi.
Oltre ai quattro "big", sono da tenere in considerazione Guschione, Lahib, Lampante, Lo Specialista, Mac Gyver, Marrocula, Miguel, Missisippi, Misteriosu, Mocambo, Morosita prima, Naikè, Nicolas de P.Ulpu, Pestifero e Porto Alabe. Per quasi tutti, a differenza di luglio, ci sarà la possibilità di arrivare alla tratta dopo aver effettuato le prove di notte. Le previsite di agosto saranno quindi un passaggio ancora più importante in vista del Palio.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 2 agosto
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

107 iscritti alla previsita

Messaggio  jabru il Ven Ago 02, 2013 4:22 pm

107 i cavalli iscritti alle previsite: l’elenco

Di seguito l’elenco dei 107 cavalli inscritti alle  previsite che si terranno i prossimi 7 ed 8 agosto.


N°, CAVALLO, PROPRIETARIO1
BOMARIO DA CLODIA
Carlo Brocci
2
BONGO BINGO
Giancarlo Rossi
3
BOWILDE DA CLODIA
Francesco Ticci
4
ESCULAPIO DA CLODIA
Giuseppe Zedde
5
GARIN
Alberto Ricceri
6
GIRA E RIGIRA
Marco Sampieri
7
GUSCHIONE
Simone Berni
8
INTERNOS
Elia Giannetti
9
ISTRICEDDU
Serena Butteri
10
IVANOV
Alessandro Fontani
11
LAHIB
Nicola Borselli
12
LAMPANTE
Alessandro Bandini
13
LO SPECIALISTA
Fabio Fioravanti
14
MAC GYVER
Tamara Rosi
15
MAGIC TIGLIO
Massimo Coghe
16
MARROCULA
Alessandro Favilli
17
MASEDU
Giuseppe Zedde
18
MIGUEL
Simone Santi
19
MIRKO MONELLO
Monica Mureddu
20
MISSISIPPI
Francesco Pizzadili
21
MISSISSIPPI
Osvaldo Costa
22
MISTERIOSU
Filippo Toti
23
MOCAMBO
Mark Harris Getty
24
MONTIEGO
Mark Harris Getty
25
MORESU
Fabio Fioravanti
26
MOROSITA PRIMA
Carolina Tacconi
27
NACHISO BELLU
Alessio Tanchi
28
NAIKE’
Simone Picchi
29
NANNEDDU
Paolo Pierini
30
NANNEDDU MEU
Alberto Ricceri
31
NESSIE
Niccolino Floris
32
NICOLAS DE P.ULPU
Mark Harris Getty
33
NIMENTO
Gian Piero Nerli
34
NOIOSO
Andrea Marchese
35
NOTTAMBULO
Mattia Marchetti
36
NOVANTA Enzo Vannini
37
NOVERRE
Augusto Posta
38
O’ SOLE MIO BELLO
Egisto Giuseppe Galeazzi
39
OCCOLE’
Alberto Manenti
40
OCEANO BAIO
Elisabetta Ferrini
41
ODORICO
Alessandro Tozzi
42
OFFENZIO
Mauro Bisconti
43
ONDINA PRIMA
Dino Pes
44
ONEGLIA DE OZIERI
Luca Francesconi
45
OPERA RARA
Massimiliano Fabbri
46
OPPIO
Giusliano Brandini
47
ORGOLESE
Simone Berni
48
ORIOX
Giulia Zingarelli
49
ORO DI GALLURA
Linda Scilli
50
OSAMA BIN
Mark Harris Getty
51
OSCAR BOY
Mario Savelli
52
OSVALDO
Roberto Danesi
53
OTTIGLIA
Gianpaolo Toscano
54
OVERJOYED
Martina Zini
55
PACIFICA
Luca Veneri
56
PACIFICO
Dario Colagè
57
PADO
Alessandro Chiti
58
PAMPHEROS BAIO
Luca Anselmi
59
PANTOFOLA
Vincenzo Facchini
60
PASTEUR
Olindo Pinciaroli
61
PAZZOSO
Silvio Bini
62
PECCATRICE
Simone Berni
63
PEPERINO
Giovanni Deriu
64
PERREDDA
Marco Sampieri
65
PESTIFERO
Massimo Leonini
66
PHALENA
Massimo Milani
67
PHATOS DE OZIERI
Giorgio Campanini
68
PINGA
Marco Grazzini
69
PITZULU
Mario Savelli
70
PLEIADE
Egisto Giuseppe Galeazzi
71
POLE POSITION
Giuseppe Zedde
72
POLONSKI
Mark Harris Getty
73
PORTO ALABE
Fabrizio Brogi
74
PORTO REGAL
David Tomei
75
PRANU RAFFIELI
Rossella Nardi
76
PRESSING DE MORES
Caterina Volpi
77
PRETZIOSA
Stefano Paccagnini
78
PREZIOSA PENELOPE
Antonio Pozzi
79
PROFESSORE
Maria Letizia Barneschi
80
QUADRIVIA
Remo Carli
81
QUANA DOC
Mario Savelli
82
QUANNA
Pierluigi Cavallo
83
QUANTO VADO
Antonio Zedde
84
QUARNERO
Riccardo Barontini
85
QUARZO ROSSO
Felice Dore
86
QUARZUS
Francesco Manca
87
QUASAS
Ilaria Bisconti
88
QUASIMODO DI GALLURA
Luigi Bruschelli
89
QUASIMOLO
Michela Gori
90
QUATIVOGLIO
Antonio Zedde
91
QUE MASCA
Maurizio Pacchi
92
QUEBECK SAURO
Duccio Ravenni
93
QUERIDA DE MARCHESANA
Giovanni Atzeni
94
QUERINO
Stefano Bramerini
95
QUESTURINO
Salvatore Muroni
96
QUIEROZ
Francesco Passalacqua
97
QUIETNESS Augusto Posta
98
QUINDIGIU
Giovannina Piras
99
QUINOA PRIMA
Stefano Serreli
100
QUINTILIANO
Massimo Milani
101
QUINTILLIANO DE AIGHENTA
Emiliano Rinaldi
102
QUIRTY
Pietro Faedda
103
QUIT GOLD
Duccio Fatucchi
104
QULPA DI GALLURA
Gianni Oddo
105
QUORUS
Eugenio Catastini
106
SARATOG
Marco Grazzini
107
SCORBUTICO
Luca Zamperini
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Orari delle previsite

Messaggio  jabru il Ven Ago 02, 2013 4:26 pm

PALIO 16 AGOSTO 2013: GIORNI ED ORARI DELLE PREVISITE


Mercoledì 7 agosto
Ore 6.00
QUERINO
PREZIOSA PENELOPE
MAGIC TIGLIO
MIRKO MONELLO
OPERA RARA
SCORBUTICO

Ore 7.00
IVANOV
PADO
PEPERINO
MAC GYVER
QUORUS

Ore 8.00
NOVERRE
QUIETNESS
O’ SOLE MIO BELLO
PLEIADE
BOWILDE DA CLODIA
QUESTURINO

Ore 9.00
ESCULAPIO DA CLODIA
OCEANO BAIO
QUATIVOGLIO
POLE POSITION
MASEDU
QUANTO VADO

Ore 10.00
§ NANNEDDU
§ ODORICO
§ PHATOS DE OZIERI
§ ONEGLIA DE OZIERI
NIMENTO
NOVANTA

Ore 11.00
§ PITZULU
QUANA DOC
ORO DI GALLURA
QUERIDA DE MARCHESANA
QUASAS
QUINDIGIU

Ore 17.00
BONGO BINGO
QULPA DI GALLURA
NESSIE
GARIN
QUASIMODO DI GALLURA

Ore 18.00
OSAMA BIN
QUINOA PRIMA
MARROCULA
LO SPECIALISTA
OTTIGLIA
MORESU

Ore 19.00
OFFENZIO
OPPIO
PRETZIOSA
PORTO REGAL
MISSISIPPI
NOTTAMBULO

Ore 20.00
QUARZUS
QUARZO ROSSO



Giovedì 8 agosto
Ore 6.00
ISTRICEDDU
PESTIFERO
MOROSITA PRIMA
PORTO ALABE
PHALENA
QUINTILIANO

Ore 7.00
QUARNERO
OVERJOYED
POLONSKI
NAIKE’
ORIOX
QUEBECK SAURO

Ore 8.00
PAMPHEROS BAIO
SARATOG
PRESSING DE MORES
GIRA E RIGIRA
PERREDDA
OSCAR BOY

Ore 9.00
OSVALDO
QUASIMOLO
GUSCHIONE
PECCATRICE
ORGOLESE
PRANU RAFFIELI

Ore 10.00
QUIT GOLD
OCCOLE’
ONDINA PRIMA
PACIFICA
QUINTILLIANO DE AIGHENTA

Ore 11.00
§ QUIRTY
§ PINGA
§ MISSISSIPPI
§ QUIEROZ
NACHISO BELLU
PASTEUR

Ore 17.00
NANNEDDU MEU
PAZZOSO
QUE MASCA
BOMARIO DA CLODIA
MONTIEGO
MIGUEL
MOCAMBO
INTERNOS
NICOLAS DE P.ULPU
PACIFICO
QUADRIVIA
MISTERIOSU

Ore 18.00

Ore 19.00
PROFESSORE
LAMPANTE
QUANNA
LAHIB
PANTOFOLA
NOIOSO
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'Assunta

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum