Siamo in inverno

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Siamo in inverno

Messaggio  jabru il Lun Set 09, 2013 12:44 pm

AQUILA IN FESTA E POI......
I monturati di via del Capitano, come da tradizione, chiudono con la loro celebrazione in onore del Santissimo Nome di Maria, le feste titolari delle 17 contrade

I tamburi si sentiranno nuovamente ad aprile, quando girerà il Montone
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

I contributi del Comune ai cavalli selezionati

Messaggio  jabru il Mer Set 18, 2013 4:20 pm

Palio, ecco i soldi del Comune per i proprietari dei cavalli
Chi ha corso la Carriera prende 930 euro, chi ha fatto la Tratta 135
di Laura Valdesi

Siena, 18 settembre 2013 — Il contributo ai proprietari dei cavalli era stato cancellato dalla crisi economica cittadina (e soprattutto da quella dei conti di palazzo pubblico). La somma che il Comune è riuscito ad erogare, come pattuito all’inizio della stagione paliesca, è costituita dunque unicamente dai compensi a titolo di noleggio per i mezzosangue che corrono il Palio e per quelli che partecipano solo alla Tratta. Piccole cifre, nulla ripaga la soddisfazione di vedere il proprio cavallo galoppare sul tufo e giocarsi un posto al canape. Giusto un segnale che lo sforzo dei proprietari c’è e se ne tiene conto. La cifra complessiva distribuita per entrambe la Carriere supera di poco i 31mila euro. E visto quanto emerge dai bilanci di palazzo pubblico proprio in questi giorni, secondo la relazione dell’ispettore ministeriale, non c’è da attendersi cambiamenti di rotta. Anzi. I cordoni della borsa restano strettissimi.
Veniamo alle cifre. A prendere 930 euro per un totale di 11.253, sono stati per il Palio di Provenzano: Fabrizio Brogi (Porto Alabe), Fabio Fioravanti (Lo Specialista), Mark Harris Getty (Mocambo), Benedetta Gualtieri (Indianos), Massimo Leonini (Pestifero), Mattia Marchetti (Nottambulo), Simone Picchi (Naikè), Fabio Romanelli (Guess), Carolina Tacconi (Morosita Prima), Lucia Toto (Ozzastru).
Riceveranno invece 135 euro i proprietari dei 34 cavalli presenti alla tratta di luglio. Che sono Alessandro Bandini (Lampante), Simone Berni (Nerone sauro e Peccatrice), Fabrizio Brogi (Porto Alabe), Serena Butteri (Istriceddu), Giorgio Campanini (Phatos de Ozieri), Massimo Coghe (Magic Tiglio), Roberto Danesi (Osvaldo), Alessandro Favilli (Marrocula), Fabio Fioravanti (Lo Specialista), Luca Francesconi (Oneglia de Ozieri), Mark Harris Getty (Mocambo, Montiego e Nicolas), Marco Grazzini (Saratog), Benedetta Gualtieri (Indianos), Massimo Leonini (Pestifero), Alberto Manenti (Occolè), Mattia Marchetti (Nottambulo), Gian Piero Nerli (Nimento), Simone Picchi (Naikè), Augusto Posta (Nurkara), Fabio Romanelli (Guess), Giancarlo Rossi (Bongo Bingo), Marco Sampieri (Gira e Rigira, Perredda), Simone Santi (Miguel), Mario Savelli (Pitzulu), David Tomei (Porto Regal), Filippo Toti (Misteriosu), Carolina Tacconi (Morosita), Lucia Toto (Ozzastru), Giuseppe Zedde (Masedu), Giulia Zingarelli (Oriox).

Per il Palio di agosto, 930 euro vanno ai seguenti proprietari: Giuliano Brandini (Oppio), Fabrizio Brogi (Porto Alabe), Roberto Danesi (Osvaldo), Fabio Fioravanti (Lo Specialista), Mark Harris Getty (Mocambo), Mark Harris Getty (Nicolas), Mark Harris Getty (Polonski), Massimo Milani (Phalena), Simone Picchi (Naikè), Carolina Tacconi (Morosita).

Sono stati 32 i cavalli alla Tratta dell’Assunta. Ecco i proprietari ‘premiati’ con 135 euro: Simone Berni (Guschione e Peccatrice), Giuliano Brandini (Oppio), Fabrizio Brogi (Porto Alabe), Roberto Danesi (Osvaldo), Massimiliano Fabbri (Opera rara), Alessandro Favilli (Marrocula), Elisabetta Ferrini (Oceano baio), Fabio Fioravanti (Moresu e Lo Specialista), Niccolino Floris (Nessie), Luca Francesconi (Oneglia), Mark Harris Getty (Mocambo, Nicolas e Polonski), Marco Grazzini (Saratog), Alberto Manenti (Occolè), Andrea Marchese (Noioso), Mattia Marchetti (Nottambulo), Massimo Milani (Phalena), Simone Picchi (Naikè), Augusto Posta (Noverre), Tamara Rosi (Mac Gyver), Giancarlo Rossi (Bongo Bingo), Marco Sampieri (Gira e rigira, Perredda), Mario Savelli (Pitzulu), Carolina Tacconi (Morosita), Gianpaolo Toscano (Ottiglia), Enzo Vannini (Novanta), Luca Veneri (Pacifica), Martina Zini (Overjoyed).
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La consegna del Masgalano

Messaggio  jabru il Ven Set 20, 2013 6:26 pm

20/09/2013 12:52MASGALANO AL NICCHIO: DOMENICA LA CONSEGNAConsegnati anche i riconoscimenti ai proprietari di Guess e Morosita Prima, cavalli vincitori dei Palii 2013Masgalano al Nicchio: domenica la consegnaS
IENA. Torna l’appuntamento della consegna del Masgalano, il prestigioso riconoscimento per la comparsa che si è contraddistinta per eleganza, dignità di portamento e coordinamento durante la sfilata del Corteo Storico che precede il Palio.
Domenica prossima, 22 settembre, alle 17.30, in Piazza del Campo, il sindaco Bruno Valentini conferirà l’opera in rame bagnato di argento, realizzata dall’artista senese Laura Brocchi e offerta dal Comitato permanente degli Economi, alla Contrada del Nicchio, vincitrice del premio per l’anno 2013. La Contrada riceverà, inoltre, una pergamena eseguita da Chiara Mantici, studentessa del Liceo artistico-Istituto d’Arte “Duccio di Boninsegna”.
Dalla stessa scuola provengono Francesca Landi, Yuliya Miloshevich, Leonardo Meoni e Diletta De Vitis, che hanno realizzato, invece, i tradizionali “Bandierini” e le pergamene che saranno assegnati ai proprietari dei cavalli Guess e Morosita Prima, vincitori, rispettivamente, delle Carriere del 2 luglio e del 16 agosto.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio di luglio, proposta di sanzioni

Messaggio  jabru il Gio Ott 17, 2013 7:05 pm

17/10/2013 17:52PALIO DI LUGLIO: LE PROPOSTE DI SANZIONE
Istrice, Lupa e Leocorno le Contrade che avrebbero violato il Regolamento del palio
Palio di luglio: le proposte di sanzione

SIENA. L’assessore delegato, Paolo Mazzini, ha elaborato le seguenti proposte di sanzione relative al Palio del 2 luglio scorso, sulla base di quanto disposto dal Regolamento del Palio.

Contrada Sovrana dell’Istrice, sulla base di quanto previsto dagli articoli 97 e 101, 2° comma:

- l’esclusione dalla partecipazione a due Palii, cui avrebbe diritto di partecipare, "per avere i propri contradaioli aggredito il fantino Andrea Mari, rimasto a terra infortunato dopo la caduta non appena terminato il Palio, e ostacolato le normali operazioni di soccorso";

- una deplorazione "per avere i propri contradaioli, aggredendo il fantino della Lupa, provocato l’inizio del fronteggiamento con i contradaioli della Lupa";

- una deplorazione "per avere i propri contradaioli preso parte allo stesso fronteggiamento, nella Piazza del Campo al termine del Palio, con i contradaioli della Contrada della Lupa, e rallentato il normale deflusso dalla Piazza";

- una censura "per avere sul palco delle Comparse i propri Figuranti in Costume, al momento del saluto dei fantini all’Autorità Municipale, tenuto un comportamento scorretto e indisciplinato, travalicante il consueto e decoroso incitamento al proprio fantino".

Sempre alla Contrada Sovrana dell’Istrice "di vietare di far ricoprire incarichi, soggetti ad approvazione ex articoli 17 e 75, per due Palii, a N.F., Figurante in Costume.

Contrada del Leocorno: sulla base di quanto previsto dagli articoli 97 e 101, 2° comma, una censura "per avere il proprio barbaresco fatto uscire il cavallo da Piazza senza far scendere il fantino".

Contrada della Lupa: sulla base di quanto previsto dagli articoli 97 e 101, 2° comma, una deplorazione "per avere i propri contradaioli preso parte a un fronteggiamento, nella Piazza del Campo al termine del Palio, con i contradaioli della Contrada Sovrana dell’Istrice, e rallentato il normale deflusso dalla Piazza".

Per quanto riguarda i fantini, sulla base di quanto previsto dall’articolo 99:

Giovanni Atzeni, detto Tittia, della Nobile Contrada dell’Oca: un’ammonizione "per essere partito in occasione del Palio dal quinto posto, anziché dal settimo assegnatogli, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’articolo 64".

Andrea Mari, detto Brio, della Contrada della Lupa: un’ammonizione "per essere partito in occasione del Palio dal quarto posto, anziché dal secondo assegnatogli, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’articolo 64".

Luigi Bruschelli, detto Trecciolino, della Contrada del Leocorno:

- un’ammonizione "per avere, nella fase della mossa, tenuto un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’articolo 64";

- un’ammonizione "per essere partito in occasione del Palio dall’ottavo posto, anziché dal quinto assegnatogli, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’articolo 64";

- un’ammonizione "per essere uscito da Piazza, al termine del Palio, rimanendo a cavallo, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 2 dell’articolo 54",

Valter Pusceddu, detto Bighino, della Contrada Sovrana dell’Istrice:

- l’esclusione per un Palio "per avere, nella fase della mossa, tenuto un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’articolo 64, nonostante i due richiami ufficiali disposti dal Mossiere";

- un’ammonizione "per essere partito in occasione del Palio dal terzo posto anziché dal quarto assegnatogli, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’articolo 64".

Giuseppe Zedde, detto Gingillo, della Contrada della Torre: un’ammonizione "per essere partito in occasione del Palio dal secondo posto, anziché dal terzo assegnatogli, tenendo un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’articolo 64".

ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Sanzioni per il Palio di luglio

Messaggio  jabru il Ven Ott 18, 2013 8:02 pm

Istrice fuori per due Palii Le proposte dell'assessore Mazzini. Mano pesante su Bruschelli e Pusceddu che rischiano le squalifiche
18/Ottobre/2013 - 10:42

Mano pesante dell'assessore Mazzini, in particolare nei confronti di una contrada e di un fantino in relazione ai fatti avvenuti per il Palio di luglio. La pubblicazione delle proposte di sanzione avvenuta ieri ha fatto emergere punizioni che potrebbero andare ad incidere profondamente sull'andamento delle carriere del 2014. Da quanto emerso dalle proposte di Paolo Mazzini, si prospettano tra le sanzioni più importanti due Palii di squalifica all'Istrice e un Palio di squalifica (frutto di tre ammonizioni) per Luigi Bruschelli detto Trecciolino. Sempre che la giunta, viste le discolpe, confermi le proposte di Paolo Mazzini. Globalmente, le proposte sono due Palii, due deplorazioni e una censura per l'Istrice, una censura per il Leocorno e una deplorazione per la Lupa.

Servizio completo nel Corriere di Siena del 18 ottobre
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Riflessioni sulle sanzioni

Messaggio  jabru il Ven Ott 18, 2013 8:10 pm

LE SANZIONI DEL PALIO E IL DECORO DEI MONTURATI
News 18-10-2013


Di solito non commento le sanzioni comminate a Contrade e fantini. Ci sono persone deputate e ci sono registrazioni e occhi ed orecchi che hanno visto e sentito senz’altro più del sottoscritto.

Scorrendo le pagine dei quotidiani senesi mi ha colpito, però, la censura comminata alla Contrada dell’Istrice per il comportamento tenuto dai suoi figuranti all’uscita dei barberi dal Cortile del Podestà con conseguente "proposta" di vietare ad uno specifico soggetto di non ricoprire in avvenire alcun ruolo quale figurante.

Mi si dirà che fra tutte le punizioni questa è la più tenue. Certo, visto il dopo Palio, sono convinto che tanti contradaioli di Camollia si aspettassero una sanzione di una certa gravità. Due Palii ci stanno così come è potuta scattare la deplorazione a Istrice e alla rivale Lupa per il "fronteggiamento" del dopo carriera.

I fantini hanno cambiato di posto o hanno fatto un mini rodeo fra i canapi? Giusto che vengano sanzionati, stando però bene attenti quando si parla di "cambio di posto", perché di questo può essere colpito chi deliberatamente scala o sale e non certo chi in virtù di tale scivolamento si vede costretto a partire da una posizione diversa da quella assegnata dalla sorte.

Ma veniamo ai figuranti "scorretti". Io mi sono "vestito" per tutti gli anni sessanta dello scorso secolo e sono testimone oculare e personale dei comportamenti tenuti sul palco delle comparse. Ecco allora che vorrei capire di più. Chiedo al giovin assessore Mazzini cosa significhi la frase che recita che "i figuranti dell’Istrice, al momento del saluto dei fantini all’autorità municipale, tengono un comportamento scorretto e indisciplinato che travalica il consueto e decoroso incitamento al proprio fantino.

Dal palco delle comparse in quei concitatissimi momenti partono sì le urla di sostegno al proprio giubbetto, ma da che Palio è Palio sibilano e rimbombano anche tanti berci all’indirizzo del fantino che monta sul barbero della rivale.

Un "speriamo tu schianti" o un "..dio voglia che tu frani a San Martino e ti si rompano le gambe" come lo interpreta il neo assessore, Senese ed Ondaiolo? Non le ha mai sentite certe blasfeme invocazioni da parte di questo o quel figurante, magari anche della sua Contrada verso il fantino della Torre? Io, che sono Senese e della Chiocciola, le ho sentite e di sicuro le ho anche dette nella foga del momento. Rientrano nel "consueto e decoroso incitamento" o sono frasi da censurare di brutto?

Una risposta la vorrei e vorrei capire anche cosa ha fatto o detto il figurante di Camollia invitato a non più ripresentarsi, vestito dei colori della sua Contrada, sul Campo, nel Corteo.

Non mi risponda il Mazzini che la censura è una inezia. Certo lo è nel quadro delle pene e delle condanne, ma con questa innovazione sul "decoro" si va ad incidere, forse, su un modo di essere e di interpretare il Palio. Se si vuole una Festa per educande, ben vengano certe sanzioni, ma sia a tutti chiaro che le stesse snaturano un evento fatto di passione e di "sangue".

Pronto a ricredermi se mi verrà dimostrato che il figurante dell’Istrice ha compiuto atti davvero trasgressivi...dimostrandomi cosa si intende per trasgressivo!

Roberto Morrocchi da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Brio: faccio ricorso

Messaggio  jabru il Ven Ott 18, 2013 8:14 pm

Brio: "Faccio ricorso per l'ammonizione poi corro nella Lupa"
18/10/13 - 10:15
Andrea Mari commenta le proposte di sanzione paliesche

Andrea Mari è sicuro che farà ricorso contro l'ammonizione ricevuta nelle proposte di sanzione del Palio di luglio. Il fantino senese conferma: "la pratica la seguirà l'avvocato Mori Pometti, è un'ammonizione che ritengo ingiusta. Non era certo mio interesse cambiare posto al canape, semmai è stata la scelta di altre contrade". Poi Brio ha parlato anche del suo recupero dall'infortunio: "sono tornato a cavallo, dopo l'infortunio ho già ripreso il lavoro quotidiano con i cavalli". E infine una promessa: "Sono felice che la Lupa non sia stata squalificata, così posso tornare a correre per Vallerozzi. Ho trovato una bella contrada e un ambiente che mi piace".
AntennaradioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Trecciolino: Sanzioni troppo severe

Messaggio  jabru il Sab Ott 19, 2013 8:47 pm

“Sanzione eccessiva, spero che il Comune ci ripensi” Luigi Bruschelli, Trecciolino, commenta le proposte di punizione sul Palio di luglio, che riguardano anche l'Istrice
19/Ottobre/2013 - 14:54

Sta preparando le sue discolpe.Gigi Bruschelli colpito su tre fronti dalla giustizia paliesca, ritiene che questa volta valga la pena di parlare,certo com'è che per il Palio di luglio sia usata nei suoi confronti una mano particolarmente pesante. Sono tre le ammonizioni contestate dall'assessore Paolo Mazzini a Trecciolino:la prima riguarda l'uscita da Piazza del Campo a cavallo, le altre due fanno riferimento al mancato rispetto del posto al canape, una sovrapponibil eall'altra.Gigi ti aspettavi una punizione così severa?" Assolutamente no,ma credo che esista un giusto margine di tempo,per consentire all'amministrazione comunale di tornare a riflettere sulle sanzioni comminate. Un tempo utile per i fantini e per l'assessore competente,i dieci giorni che ho davanti serviranno a me per presentare le mie discolpe, successivamente l'assessoreavrà tutto il tempo per recepirle e sono fiducioso del fatto che possa anche tornare sui suoi passi. Confrontarei punti di vista talvolta può essere molto utile, il tempo che abbiamo davanti può aiutare".
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Minimasgalano, vince la Chiocciola

Messaggio  jabru il Dom Ott 20, 2013 6:20 pm

Minimasgalano, vince la Chiocciola ma sono tutti dei campioni
BRAVI COME GLI ADULTI
Partecipazione straordinaria in Piazza alla sfida fra i baby alfieri e tamburini
Siena, 19 ottobre 2013 - Grandissima partecipazione di pubblico ieri in Piazza del CampO, poi in Salicotto per la premiazione del Minimasgalano 2013, organizzato dalla Torre. A vincere è stata la comparsa della Chiocciola, un successo atteso dal 1980.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Minimasgalano

Messaggio  jabru il Dom Ott 20, 2013 6:24 pm

Il Minimasgalano alla Contrada della Chiocciola
Domenica 20 Ottobre 2013 10:02

Si è tenuta ieri, sabato 19 ottobre in Piazza del Campo, la premiazione del Minimasgalano 2013, organizzato dalla Contrada della Torre.

La XXXVIII edizione della Manifestazione per giovani alfieri e tamburini ha visto la vittoria dalle comparse della Contrada della Chiocciola. I due Alfieri, Nicolò Cialdini e Gabriele Cai, e il tamburino Edoardo Contu, si sono così aggiudicati l'opera in premio realizzata da Laura Brocchi , celebre artista senese giunta alla sua quarta realizzazione per questa manifestazione, ed autrice anche del Masgalano “ufficiale” di quest’anno.

A decretare i migliori giovani alfieri e tamburini tra tutte e 17 le consorelle sono stati i commissari del Comitato Amici del Palio.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Sanzioni - depositate le memorie difensive

Messaggio  jabru il Dom Ott 27, 2013 7:21 pm

Palio, il caso-ammonizioni: La Lupa e Tittia scelgono la linea del silenzio
Depositate le memorie difensive alla scadenza ormai dei termini. Si è visto in Comune anche Valter Pusceddu, che vuole far valere le sue ragioni contro la squalifica per un Palio che gli è stata affibbiata

di Giulia Maestrini


Siena, 27 ottobre 2013 - IL LENTO passaggio dalle stanze comunali di fantini e dirigenti si è concluso. Sono arrivati alla spicciolata, uno dopo l’altro. Mancano ancora alcune ore, infatti, prima della scadenza dei termini per la presentazione delle memorie difensive per il Palio di Provenzano (i dieci giorni a disposizione degli ‘imputati’ scadrebbero oggi ma — complice il calendario — si va al primo giorno lavorativo utile, ovvero domani), ma il quadro, ormai, sembra completo.
Venerdì è stata consegnata la memoria difensiva di Andrea Mari (un’ammonizione per aver cambiato posto al canape, la proposta per lui). «Abbiamo presentato una memoria in accordo con il capitano della Lupa e siamo fiduciosi» afferma Brio che, nel frattempo, va a grandi passi, è proprio il caso di dirlo, verso un recupero fisico totale. Nella stessa giornata si è visto in Comune Valter Pusceddu, accompagnato dal capitano (adesso ex) dell’Istrice, Stefano Berrettini: vorrà far sentire le proprie ragioni per sperare di vedere ridimensionata la sanzione che vorrebbe, per lui, un Palio di squalifica e un’ammonizione per il cambio di posto al canape e per il comportamento ‘scorretto’ durante le fasi della mossa. Già depositata anche la memoria difensiva del Leocorno, censurato «per aver il proprio barbaresco fatto uscire il cavallo da Piazza senza fare scendere il fantino». «Certo che abbiamo presentato la discolpa, era inevitabile — ammette il priore di Pantaneto, Paolo Leoncini — non tanto per la censura, che è ininfluente per noi, quanto per una questione di metodo. Più volte, anche in Magistrato, abbiamo detto che certi provvedimenti devono esssere presentati in un certo modo, con grande chiarezza». E, sullo stesso tema, si muoverà probabilmente anche Luigi Bruschelli, ‘colpevole’, appunto, di essere uscito a cavallo, nonché di aver cambiato posto al canape e ‘agitato’ le fasi di mossa. Già a caldo Trecciolino aveva annunciato che avrebbe presentato le proprie discolpe, supportato in questo anche dal capitano Marco Gualtieri, soprattutto per quanto riguarda il primo tema: entrambi hanno sempre sottolineato come quella scelta fosse stata dettata dalla botta che il fantino aveva rimediata alla gamba e, quindi, dalla paura di poter peggiorare la situazione clinica scendendo da cavallo.
Sembra scegliere la strada del silenzio, invece, la Lupa (una deplorazione per il fronteggiamento con l’Istrice nel dopo Palio) e lo fa anche Giovanni Atzeni. «D’accordo con il capitano dell’Oca, ho deciso di non presentare nessuna discolpa. So di essere partito fuori posto, quindi mi tengo l’ammonizione» spiega Tittia. Il dossier più corposo pare essere quello dell’Istrice, probabilmente l’ultimo in ordine cronologico ad essere protocollato in Comune. C’è da capire quale strada abbia intrapreso la contrada di Camollia — riunita in seggio e in assemblea venerdì — chiamata a difendersi per l’aggressione a Brio, il fronteggiamento con la Lupa e il comportamento di uno dei monturati sul palco delle comparse. E’ il nodo più complicato da sciogliere.
Adesso, come da Regolamento, la giunta, senza la partecipazione dell’assessore delegato, dovrà deliberare le effettive sanzioni, contro cui non è ammesso alcun ricorso. C’è tempo fino al 30 novembre ma è probabile che il tema sia trattato già nella prossima seduta, prevista giovedì, o al massimo in quella successiva, il 7 novembre.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Sanzioni: solo Tittia e Lupa non hanno presentato ricorsi

Messaggio  jabru il Gio Ott 31, 2013 12:00 pm

SANZIONI PALIO, SOLO TITTIA E LA LUPA NON HANNO PRESENTATO RICORSO
News 30-10-2013


Arriveranno a novembre le decisioni della giunta sulle sanzioni per i Palii del 2013. Ieri scadevano i termini per presentare i ricorsi: tra le proposte dell'assessore con delega Paolo Mazzini, solo Giovanni Atzeni detto Tittia (ammonizione) e la contrada della Lupa (deplorazione) non si sono avvalsi della facoltà di rivedere le stesse proposte di sanzione. Hanno invece presentato ricorso la contrada dell'Istrice (due palii di squalifica, due deplorazioni e una censura), il Leocorno (una censura), Luigi Bruschelli detto Trecciolino (tre ammonizioni con conseguente squalifica), Valter Pusceddu detto Bighino (un Palio di squalifica e un'ammonizione), Giuseppe Zedde detto Gingillo e Andrea Mari detto Brio (per entrambi un'ammonizione).
OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Punizioni di luglio

Messaggio  jabru il Sab Nov 02, 2013 8:30 pm

Punizioni del Palio di luglio, tutto ruota intorno al 'caso' Trecciolino
Le decisioni della giunta, attese in settimana, peseranno sulle strategie dei capitani

di LAURA VALDESI

Siena, 2 novembre 2013 — Inutile nascondersi dietro un dito: le sanzioni del Palio di luglio decise dal Comune possono cambiare (ulteriormente) la ‘geografia’ delle strategie adottate, in fatto di fantini, dai capitani. E, forse, anche far scattare qualche nuova ‘sinergia’ fra i giovani che si stanno affermando sul tufo, Tittia in primis.

C’è dunque grande attesa intorno alla decisione dell’organo di ‘appello’ rispetto alle proposte di punizione emesse dall’assessore delegato al Palio Paolo Mazzini, ossia la giunta comunale. Che, salvo novità, la prossima settimana pronuncerà il verdetto in grado di cancellare la spada di Damocle che pende sulla testa di Trecciolino — una Carriera di squalifica per somma di ammonizioni — oppure confermarla. E togliere così al fantino vincitore di 13 Palii l’opportunità per rifarsi, già a luglio, di un’annata che non ha certo risposto alle sue aspettative.

Spera anche Brio di vedere cancellata l’ammonizione per il cambio di posto. Ancora di più incrocia le dita Bighino che rischia due Palii di stop. Una scure capace di condizionare la sua futura presenza in Piazza che aveva invece assunto una certa continuità nell’ultimo biennio. Questo per restare sull’argomento fantini. Quello, appunto, sul quale convergono particolari aspettative delle 17 dirigenze collegate alle sanzioni del Comune.

Combinando infatti il forte (e ancora travagliato) cambio dirigenziale in corso (l’Onda sta pensando, per esempio, al mangino plurivittorioso Aldemaro Machetti per raccogliere il testimone di Riccardo Coppini anche se la commissione si è insediata solo da qualche giorno), con l’incognita della squalifica a Trecciolino, non è da escludere di assistere ad interessanti novità. Se il ricorso di Luigi Bruschelli avrà portato ragioni solide per sgretolare le accuse al punto da sventare la squalifica, state certi che lo vedrete in Piazza con gli occhi della tigre (per usare le parole della scomparso patron del Siena Paolo De Luca), come quando vinse nel 2008 il Palio nell’Istrice. Altrimenti dovrà puntare tutto su agosto. Ma i suoi giovani colleghi potrebbero, nel frattempo, tessere una tela a tutto tondo per le due Carriere difficile poi da ‘bucare’.

Si spiega anche così l’attuale immobilismo - almeno a livello di ufficialità - che caratterizza il parco fantini. Ma non sarà così ancora per molto. Basta saper ‘leggere’.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Sanzioni: rinviata la decisione

Messaggio  jabru il Gio Nov 07, 2013 6:48 pm

Rinviate le decisioni sulle punizioni relative al Palio del 2 luglio

La giunta comunale ha rinviato la decisione sulle punizioni relative al Palio del 2 luglio.
Lunedì prossimo sara’ ufficiale la nomina di Massimo Vedovelli ad assessore alla cultura.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Assunta, proposta di sanzioni

Messaggio  jabru il Mer Nov 13, 2013 8:21 pm

13/11/2013 16:04 LE PROPOSTE DI SANZIONE PER IL PALIO DELL'ASSUNTA
Una censura all'Onda e un'ammonizione a

SIENA. L’assessore delegato al Palio, Paolo Mazzini, ha elaborato le seguenti proposte di sanzione relative al Palio del 2 luglio scorso, sulla base di quanto disposto dal Regolamento del Palio.
Contrada Capitana dell’Onda, sulla base di quanto previsto dagli articoli 97, 98 (2° comma), 101(2° comma) e 103 (3° comma) del Regolamento del Palio: una censura “per essere i propri contradaioli scesi in pista prima dello scoppio del mortaretto”.

Fantino della Contrada della Selva, Luca Minisini detto Dè, sulla base di quanto previsto dagli articoli: 64 (1° comma), 99 (2° e 3° comma) e 103 (3° comma), una ammonizione “per avere nella fase della mossa tenuto un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’art. 64 del Regolamento, che recita, per la parte che interessa, “è stretto dovere dei fantini entrare prontamente tra i canapi nell’ordine di chiamata ...)".
ilcittadinoonline


avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Proposta di sanzioni

Messaggio  jabru il Gio Nov 14, 2013 8:24 pm

Palio: ammonizione per Dè, censura per l’Onda
Sale l’attesa per le sanzioni della giunta relative alla Carriera di Provenzano
di Katiuscia Vaselli

Siena, 14 novembre 2013 - UNA CENSURA per la contrada dell’Onda, un’ammonizione per Luca Minisini. La mano dell’assessore delegato al Palio Paolo Mazzini, nella fase di formulazione di proposte di sanzione per la Carriera dell’Assunta 2013, ha toccato solo due casi ma, considerando l’andamento dei quattero giorni e della Carriera, non c’era da aspettarsi nulla di eclatante.
Per il fantino Luca Minisini detto Dè, che ad agosto indossava il giubbetto della Selva su Nicolas de Pedraulpu, e che era di rincorsa, viene proposta l’ammonizione: «Me l’aspettavo — commenta il fantino — ma insomma mi pare eccessivo. Consideriamo che il mossiere mi ha richiamato due volte, è vero ma la mossa è durata appena un quarto d’ora. Questo, rispetto ad attesa anche di più di un’ora, mi sembra positivo. Comunque sono stato attento a non danneggiare nessuno, ovviamente però dovevo trovare il modo per trovare un piccolo vantaggio anche per me. E’ normale, no? come è normale che prendessi un po’ di tempo per cogliere l’attimo giusto. Così è stato, e lo è stato in appena 15 minuti, mi pare. Quindi presenterò le memorie difensive e lo farò insieme alla contrada della Selva». Al fantino viene contestato il mancato rispetto , in particolare, dell’articolo 64 del regolamento del Palio, comma 1: «...è stretto dovere dei fantini entrare prontamente tra i canapi nell’ordine di chiamata.. (...)».

Per quanto riguarda l’Onda, la censura è la stessa cui si è abituati per le contrade vittoriose: «per essere i propri contradaioli scesi in pista prima dello scoppio del mortaretto».
Il priore di Malborghetto Massimo Castagnini è lapidario: «No comment» sia sulla proposta di sanzione sia per l’eventuale memoria difensiva che la contrada potrebbe scegliere di presentare.
A questo punto, prima di chiudere definitivamente la pagina della giustizia paliesca, resta da sciogliere ancora il nodo delle sanzioni di luglio, decisamente più pesanti e per le quali sono state prodotte numerose pagine di materiale da parte delle Contrade e dei fantini in attesa di ‘giudizio’.
Le proposte di sanazione, per ricordarlo, sono: due Palii di squalifica e una deplorazione per la contrada dell’Istrice. Una censura per la contrada del Leocorno; una deplorazione per la contrada della Lupa. e per i fantini: un’ammonizione per Tittia, un’ammonizione per Brio, tre ammonizioni per Trecciolino (che se confermate diventerebbero squalifica), un Palio di squalifica e un’ammonizione per Bighino, un’ammonizione per Gingillo. La geografia paliesca delle Carriere del 2014 dipenderà molto dalla sentenza della giunta. Che arriverà oggi. Considerando la mole di materiale da esaminare, in Comune potrebbero farci le ore piccole.

di Katiuscia Vaselli da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Sanzioni di luglio

Messaggio  jabru il Ven Nov 15, 2013 7:52 pm

15/11/2013 14:30
PALIO: LA GIUNTA HA DECISO LE SANZIONI PER IL 2 LUGLIO
Trecciolino e Bighino esclusi dalla prossima carrieraPalio: la Giunta ha deciso le sanzioni per il 2 luglio
SIENA. La Giunta Comunale, senza la partecipazione dell'assessore delegato, Paolo Mazzini, come previsto dall'art. 99 comma 5 del regolamento del Palio, con voto unanime e dopo aver valutato le memorie difensive presentate da Contrade e fantini, nella seduta di ieri, 14  novembre, ha deliberato le sanzioni relative al Palio dello scorso 2 luglio.
Confermata una “censura” alla Contrada del Leocorno; una “deplorazione” alla Contrada della Lupa; l' “esclusione” dalla partecipazione a due Palii e due “deplorazioni” alla Contrada Sovrana dell'Istrice; archiviata, invece, la proposta di sanzione relativa alla censura per il comportamento scorretto e indisciplinato tenuto da un proprio figurante sul palco delle comparse.
Sanzionato il fantino della Contrada della Torre Giuseppe Zedde detto Gingillo con una “ammonizione”; due “ammonizioni” al fantino della Contrada del Leocorno Luigi Bruschelli detto Trecciolino, che cumulandosi tra loro fanno scattare automaticamente la sanzione dell' “esclusione” dal prossimo Palio; archiviata, invece, la proposta di sanzione relativamente ad un'altra “ammonizione”.
Il fantino della Contrada Sovrana dell'Istrice Valter Pusceddu detto Bighino è stato punito con  l'”esclusione” da un Palio, e una “ammonizione”, che cumulandosi con una “ammonizione” inflitta nel 2011, fa scattare automaticamente l' “esclusione” dal prossimo Palio.
Al fantino della Nobile Contrada dell'Oca Giovanni Atzeni detto Tittia e al fantino della Contrada della Lupa Andrea Mari detto Brio una “ammonizione” ciascuno.
Gli atti sono disponibili nel sito del Comune all'Albo Pretorio on line.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Lupa. confermato il Capitano

Messaggio  jabru il Lun Nov 18, 2013 8:47 pm

Burrini riconfermato nella Lupa per i prossimi due anni
18/11/13 - 10:14
Lupa


Il capitano della Lupa Guido Burrini è stato riconfermato per i prossimi due anni con un plebisicito: poco più del 90% dei contradaioli di Vallerozzi ha votato per prolungare, fino al 2015, il mandato iniziato nel 2012. Burrini avrà il suo insediamento nella prossima assemblea della contrada, prevista per venerdì, in cui saranno ufficializzati anche i collaboratori
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Sanzioni per il Palio d'agosto

Messaggio  jabru il Mar Nov 26, 2013 8:53 pm

Le sanzioni per il Palio del 16 agosto 2013
Martedì 26 Novembre 2013 17:45

La Giunta Comunale, nella seduta di oggi, senza la partecipazione dell’assessore delegato, Paolo Mazzini, come previsto dall’art. 99 comma 5 del regolamento del Palio , con voto unanime e dopo aver valutato le memorie difensive presentate dal fantino, ha deliberato le seguenti sanzioni relative al Palio dello scorso 16 agosto.

Confermata una “censura” alla Contrada Capitana dell’Onda, sulla base di quanto previsto dagli articoli 97 e 101 (2° comma) del Regolamento del Palio, “per essere i propri contradaioli scesi in pista prima dello scoppio del mortaretto”.

Sanzionato con una “ammonizione” il fantino della Contrada della Selva, Luca Minisini detto Dè, sulla base di quanto previsto dagli articoli 64 (1° comma) e 99, “per avere nella fase della mossa tenuto un comportamento contrario a quanto disposto dal comma 1 dell’art. 64 del Regolamento del Palio, che recita, per la parte che interessa, “è stretto dovere dei fantini entrare prontamente tra i canapi nell’ordine di chiamata (…)”.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Sanzioni d'agosto

Messaggio  jabru il Mer Nov 27, 2013 8:19 pm

Sanzioni del Palio di agosto, botta e risposta fra Dè e la Giunta
Confermata l'ammonizione al fantino: "Le sue difese non hanno apportato alcun elemento nuovo"

Resta la censura all'Onda



di Laura Valdesi

Siena, 26 novembre 2013 — Tutto come da copione. L’Onda, che non aveva fatto ricorso, è stata punita con la censura per la discesa in pista dei suoi contradaioli prima dello scoppio del mortaretto che sanciva la vittoria nel Palio dell’Assunta. E il fantino Luca Minisini, in arte Dè, nonostante le discolpe presentate alla giunta comunale dovrà tenersi l’ammonizione (la sua reazione nel giornale oggi in edicola).


Visto che la necessità di modifiche al meccanismo della giustizia paliesca è tornata prepotentemente alla ribalta, è interessante analizzare i motivi sottesi alla punizione per Dè. Partendo dalla parte conclusiva delle delibera dove si evidenzia che «anche in altre circostanze la giunta ha riesaminato benevolmente le memorie difensive solo quando esse portavano elementi probatori che potevano essere ignoti all’assessore delegato». Elementi che, evidentemente, non sono emersi nè dalla nota presentata dalla Selva subito dopo il Palio e allegata alla relazione dei Deputati della Festa, nè dalla memoria difensiva del fantino.

Qui si legge che «se da un lato viene continuamente evidenziata l’atipicità della corsa del Palio e il fatto che lo stesso nulla dovrebbe avere a che fare con una corsa regolare, dall’altro l’organo che amministra la giustizia nel Palio, in occasione di questa proposta di sanzione ha rigidamente applicato la norma regolamentare ed affermato il principio, che creerebbe precedente, secondo il quale la rincorsa non ha alcun margine temporale per tentare di favorire se medesima partendo in un momento in cui molte delle contendenti potrebbero essere svantaggiate. Se la rincorsa non può nemmeno permettersi di attendere ‘un lasso di tempo molto breve (meno di 3 minuti)’ per tentare di ottenere il maggiore vantaggio dalla propria svantaggiata posizione, certamente il ruolo e la possibilità di vittoria della stessa escono sminuite e minimizzate dalla presente sanzione».


La replica della giunta? «Negli articoli 63, 64 e 65 del Regolamento nulla conferma la personale interpretazione del fantino circa il ruolo della rincorsa e la gestione della mossa». E ancora. «Il ruolo del mossiere può essere svolto nel migliore dei modi anche grazie all’autorevolezza ottenuta dalla coerente valutazione della sua relazione da parte della giunta». Senza contare «che del ruolo del mossiere e della possibilità di dare avvertimenti e richiami ufficiali viene data conoscenza ai signori fantini anche in occasione della segnatura».
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio dell'Assunta, le punizioni

Messaggio  jabru il Mer Nov 27, 2013 8:25 pm


Confermate le sanzioni per il Palio del 16 agosto a carico di Luca Minisini detto Dè e della contrada dell'Onda. Il fantino che ad agosto montava nella Selva è stato colpito da un'ammonizione,e per la Contrada che ha vinto l'ultimo Palio, l’Onda, resta una censura.Quella per l'Onda è una censura per certi versi"classica", riguarda l'invasione di pista de ipropri contradaioli prima dello scoppio del mortaretto. Intanto la contrada di Malborghettosta per eleggere Aldemaro Machetticapitano.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ambrosione

Messaggio  jabru il Lun Dic 09, 2013 10:19 pm

Ambrosione: "Nessun contatto dalle contrade per il 2014"
09/12/13 - 12:23 Tempo di decisioni importanti nel mondo del Palio e delle Contrade. Diversi popoli sono andati o stanno andando alle urne, mentre tutti i capitani dovranno poi chiarirsi sulla loro volontà per scegliere il mossiere del 2014. Molti vorrebbero ancora Bartolo Ambrosione sul Verrocchio ma il diretto interessato, in diretta radiofonica, non conferma né smentisce: "Finora non ci sono stati contatti con i capitani - spiega Ambrosione -, non posso e non voglio entrare in questo argomento. Posso solo dire che ero a Siena anche qualche giorno fa e che l'amore per la vostra città non finirà mai. Il ruolo del mossiere, lo sapete, è molto delicato e anche se, apparentemente, riesco a controllare le emozioni, sono molto preso dal mio compito e, a livello emotivo, è difficile non farsi trascinare da quello che accade in Piazza del Campo"
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Chiara Pepi

Messaggio  jabru il Dom Dic 15, 2013 8:58 pm

Chiara Pepi: "Orgogliosi dei risultati ottenuti ma non basta"
L'associazione che riunisce proprietari, allenatori e allevatori di cavalli da Piazza lancia la sfida di Laura Valdesi
CENA PER DECIDERE IL FUTURO


Siena, 14 dicembre 2013 — «Abbiamo raggiunto un obiettivo: l’apertura settimanale della Pista di Pian delle Fornaci. Orgogliosi di questo risultato, abbiamo chiesto che la pista rimanesse a disposizione per i galoppi in attesa che l’impianto venga assegnato in gestione tramite gara d’appalto. Le ultime notizie sono positive, sembra che il bando sarà emesso entro fine anno». Così Chiara Pepi, veterinario e presidente dell’Associazione che riunisce proprietari, allevatori e allenatori di cavalli da Piazza, ha salutato i componenti dell’organizzazione riuniti giovedì a cena per tirare una riga sull’attività. E, soprattutto, per guardare al futuro della Festa.


«Da subito abbiamo stretto un buon rapporto con sindaco, assessori Mazzini e Tafani, che ci hanno assicurato collaborazione per mettere a punto alcune modifiche da apportare al Protocollo dei cavalli da Palio. La nostra non è solo una speranza di essere ascoltati ma — sottolinea Pepi — la viva convinzione che la nostra voce potrà avere un peso sul futuro decisionale della gestione dei cavalli da Piazza».


Poi un ringraziamento a Pippo Geraci «che — sottolinea — mi ha supportato e a tutti voi». Tanti i volti noti della Piazza, dal fantino Francesco Caria, in arte Tremendo, al suo collega Voragine. C’erano Cianchino, il sempreverde Silvano Vigni detto Bastiano, presente Massimino con la moglie Monica. E poi Jacopo Pacini e Massimo Donatini, Aldo Nerozzi ed Alessandro Tozzi, Bernardo Bandini, Simone Berni, Francesco Ticci, Luca Anselmi, i membri del consiglio quali Mario Fracassi e l’inossidabile Mario Fusai, Maria Pace Savelli e Maurizio Grazzini. Ospiti d’onore il presidente del Comitato Amici del Palio, Gabriele Bartalucci, e la veterinaria Barbara Rosa.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Eletti il capitano dell'Aquila e il priore della Torre

Messaggio  jabru il Lun Dic 16, 2013 7:40 pm

Marco Antonio Lorenzini eletto capitano dell'Aquila Resterà in carica per i prossimi due anni. Sergio Ceccuzzi nominato priore della Torre 16/Dicembre/2013 -

Il fine settimana appena passato (sabato 14 e domenica 15 dicembre) ha visto due contrade andare alle urne per eleggere i propri rappresentanti. Nell'Aquila è stato eletto capitano Marco Antonio Lorenzini, già mangino nel precedente mandato di Renato Romei. Lorenzini resterà in carica per i prossimi due anni, l'Aquila nel 2014 correrà di diritto il Palio di luglio. A sottoporsi alla tornata elettorale era anche la contrada della Torre, chiamata a giudicare le proposte dei nominativi della commissione riguardanti la composizione del seggio. In particolare, a sostituire Luca Bruni a fine mandato nella carica di priore era stato proposto il nome di Sergio Ceccuzzi. E Ceccuzzi domenica sera è stato votato nuovo onorando grazie alla partecipazione di 463 contradaioli votanti.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 16 dicembre
a cura di Alarico Rossi
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Ceccuzzi nuovo priore della Torre

Messaggio  jabru il Lun Dic 16, 2013 7:46 pm

Torre, Sergio Ceccuzzi nuovo Priore
Lunedì 16 Dicembre 2013 09:50 Bookmark and Share
contradadellatorre-prioriLa Cancelleria della Contrada della Torre comunica che, grazie alla partecipazione di 463 contradaioli votanti, Sergio Ceccuzzi è il nuovo Priore della Contrada. L’insediamento ufficiale dei nuovi organi Dirigenti della Contrada della Torre avrà luogo sabato 21 dicembre, alle ore 19, nei locali della Contrada.
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Siamo in inverno

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum