In giro per le lastre

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Incontro Contrade/Università

Messaggio  jabru il Lun Mar 04, 2013 6:35 pm

Domani un incontro tra contrade e mondo universitario
04/03/13 - 11:41 Domani, con inizio alle ore 17,00, presso l’Auditorum Collegio Santa Chiara – Via Valdimontone, 1 Siena – si terrà un incontro organizzato dall’Università di Siena (Dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e Cognitive – ArsVivendi, Laboratorio di Antropologia Visiva) e dal Magistrato delle Contrade in collaborazione con il Consorzio per la Tutela del Palio di Siena.
Il titolo dell’incontro è : “Immagini dalle Contrade – un dialogo tra ricerca universitaria e Magistrato delle Contrade”, e si svolgerà in due tempi. Nella prima parte saranno proiettati due video della durata complessiva di 45 muniti circa ; il primo è prodotto dalla Nobil Contrada del Bruco ( titolo : “Carezze sul velluto – il rinnovo delle monture del giro”) e l’altro, prodotto dal Prof. Riccardo Putti dell’Università di Siena dal titolo: “ Ethos e corpi nelle Contrade di Siena”.
La seconda parte vedrà impegnati rappresentanti dell’Università e del mondo delle Contrade in una tavola rotonda dal titolo “Contrade, Territorio e Socialità”. L’evento sarà trasmesso in diretta web sulla pagina : http://www.arsvivendi.unisi.it/immagini.html ed è rivolto al mondo contradaiolo, a quello universitario, alla stampa e a tutta la città interessata.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Per slalom e per amore: gara di sci fra Società di Contrada

Messaggio  jabru il Mar Mar 05, 2013 6:23 pm

"PER SLALOM E PER AMORE", LA GARA DI SCI SUL MONTE AMIATA
News 05-03-2013
Si è svolta la diciannovesima edizione della gara di sci fra società di contrada per Slalom e per amore.
Domenica prossima, in occasione della premiazione, verrà reso noto il nome della società vincitrice di questa edizione
Un Monte Amiata vestito a festa ed un sole bellissimo, hanno fatto da cornice alla 19esima edizione di "Per Slalom e per Amore", gara di sci tra Società di Contrada. I partecipanti, pur leggermente ridotti nel numero a causa del rinvio, hanno simpaticamente occupato la stazione sciistica senese. “Avevamo previsto un grande successo per il ritorno sulla nostra montagna - dice Andrea Santini, presidente dello sci club Siena, organizzatore della gara-e speriamo che sia stata una piacevole riscoperta per i tanti senesi che spero abbiano potuto apprezzare, complice una giornata climaticamente spettacolare, le numerose particolarità dell'Amiata, non ultime la vicinanza e la gastronomia. Di grande impatto-continua Andrea Santini - è stato l'intervento di SamSports, che ha organizzato un punto di ristoro sotto il suo gazebo, con musica, dolci e bevande varie, oltre ad aver offerto la possibilità di una prova gratuita su sci di una prestigiosa azienda. Nel complesso – conclude Santini -, una giornata davvero ben riuscita grazie anche alla preziosa collaborazione degli operatori della montagna, impiantisti, maestri di sci e soccorso. Un ringraziamento particolare va agli uomini del 186esimo Rgt. Paracadutisti Folgore che si sono occupati del servizio di giudici di porta.” Prossimo appuntamento, domenica 10 marzo, alle ore 18, presso la Società Due Porte della Società della Pantera, per la premiazione. Solo allora verrà resa nota la classifica per Società di Contrada che decreterà il vincitore di questa 19esima edizione.
OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

"Per forza o per amore": vince La Pania

Messaggio  jabru il Mar Mar 12, 2013 7:05 pm

LA PANIA VINCE IL TROFEO PER SLALOM E PER AMORE 2013
News 11-03-2013




La società Pania si aggiudica la 19esima edizione di Per Slalom e per Amore, gara di sci tra società di Contrada, affermandosi sulle società Leone e Alba. La Pania torna prepotentemente alla vittoria che le mancava dal 1999, anno in cui aveva centrato l'obbiettivo per la quarta volta consecutiva. Un successo raggiunto grazie alla prestazione e all'entusiasmo degli atleti, ma anche all'impegno del capo-squadra, Riccardo Cannoni. Nel corso della premiazione, avvenuta presso la società Due Porte, della Contrada della Pantera, sono state premiate tutte le tredici società che hanno preso parte alla competizione. Il Presidente Andrea Santini, nel suo intervento, ha ricordato l'ottimo numero di partecipanti, la collaborazione con gli operatori dell'Amiata, oltre che l'apporto fattivo del 186esimo Rgt. Paracadutisti Folgore, che ha impiegato i suoi uomini nel compito di giudici di porta. Un contributo che ha legato ancora di più la città a questo corpo che, come è noto, rappresenta un'eccellenza nel campo della difesa e che assolve con grande professionalità alle missioni di pace nel mondo. Il Ten. Col. Angelo Intruglio, Aiutante Maggiore, intervenuto in rappresentanza del Comandante Col. Roberto Angius, impegnato in importanti esercitazioni, ha ribadito come la partecipazione dei paracadutisti rappresenti
ormai un appuntamento gradito che si ripete da molti anni. Andrea Santini ha poi fatto il punto sull'attività dello Sci Club Siena ponendo l'accento sull'attività di insegnamento dello sci ai giovani, attività resa possibile grazie al contributo economico degli sponsor Estra, Hotel Athena e Sam Sports, oltre al contributo della Regione Toscana, ottenuto tramite l'Amministrazione Provinciale di Siena. Un club in piena salute che, proprio in tempi in cui lo sci subisce inevitabilmente la crisi generale, è riuscito in questa stagione, a tesserare il maggior numero di sciatori rispetto agli altri anni della sua pluriennale storia.
OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Ritrovati antichi vessilli e monture

Messaggio  jabru il Ven Mar 15, 2013 6:50 pm

Ritrovati vessilli e monture dei Gonfalonieri del 1904
15/03/13 - 14:40 Con un omaggio della Nobile Contrada del Bruco e della Contrada della Torre, a ricordo del centenario della loro alleanza (festeggiato lo scorso anno), l'amministrazione comunale ha incorniciato tre antichi gonfaloni dei Terzi di città. Il Rettore Fabio Pacciani e il Priore Luca Bruni, il pomeriggio del 19 marzo, alle ore 18, si recheranno a vedere i vessilli, che molto probabilmente risalgono, secondo uno studio effettuato da Matteo Fontani, al rinnovo dei costumi per il corteo storico del Palio del 1904. Ancora in buono stato, nonostante siano stati per ben 85 anni dentro un baule dimenticato in un magazzino comunale, sono finemente decorati. Ciascuno riporta il bestiario contradaiolo di appartenenza, oltre chiaramente i simboli della città, una cura, sicuramente dovuta, se la loro data è il 1904, anche al fatto che è proprio in quell’anno che nasce il Corteo moderno. E’ allora che <<sorge – come ha scritto Fontani – il mito repubblicano della città, che si concretizzano tutti gli sforzi per riallacciarsi alle radici antiche>>.

Insieme alle insegne sono state ritrovate anche le monture dei tre Gonfalonieri, manufatti estremamente preziosi visto che di costumi comunali del 1904 esistono solo questi tre esemplari.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Il Magistrato delle Contrade organizza il Capodanno senese

Messaggio  jabru il Mar Mar 19, 2013 6:44 pm

Il Magistrato delle Contrade organizza il Capodanno Senese
19/03/13 - 10:35Il Magistrato delle Contrade ha organizzato il 25 marzo p.v., la celebrazione dell’antico Capodanno Senese. Questo evento, nelle intenzioni del Magistrato, va al di là della pura e semplice rievocazione storica di un momento che ha fatto parte della tradizione di Siena fino al 1749.
Il Magistrato,infatti, vuole offrire alla città un momento di riflessione, per costruire un cammino di giustizia e di concordia fra i cittadini della”res publica” e per ridare valori al vivere civile ,tramite questo appuntamento annuale, che, nel 2013, vedrà la presenza di S.E. il cardinale Gianfranco Ravasi, con una sua lectio magistralis sui temi sopra accennati.

La lectio magistralis sarà tenuta nella Sala del Mappamondo,all’interno del Palazzo Comunale, alle 17 e 30 e preceduta dall’offerta del cero votivo da parte del Magistrato delle Contrade nella chiesa della S.S.Annunziata. al Santa Maria della Scala alle16 e 30

Per permettere alla cittadinanza di assistere all’evento, a causa della scarsa capienza della Sala del Mappamondo, luogo d’altronde fortemente evocativo e significativo per la nostra comunità civica, sarà allestito uno schermo gigante nel cortile del podestà e . sarà trasmessa la diretta televisiva ,grazie alla collaborazione delle televisioni locali. In questo modo auspichiamo che molti cittadini possano cogliere il positivo messaggio che le Contrade intendono presentare alla Città

Il Rettore del Magistrato delle Contrade

Fabio Pacciani
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Magistrato delle Contrade

Messaggio  jabru il Mer Mar 20, 2013 5:21 pm

VIRATA DEI PRIORI. "NUOVO RUOLO DEL MAGISTRATO"
Fabio Pacciani confermato rettore. "La crisi darà nuove energie mentali. Ascolteremo i cavallai"
20/03/2013 10:10:28

Fabio Pacciani è di nuovo rettore del Magistrato delle Contrade. Il “bi-Rettore” (del Bruco e del magi- strato) è stato rinnovato insieme a tutti i vertici dell’assemblea riunita dei priori delle Contrade: Andrea Viviani della Lupa è il pro-rettore, Laura Dinelli della Giraffa, Simone Ciotti della Tartuca e Francesco Rinaldi della Selva sono i membri della deputazione. Pacciani ha spiegato come il magistrato dovrà assumere un nuovo ruolo nell’ambiente delle contrade.

Quale sarà il futuro del Magistrato delle Contrade? “Il mio giudizio è passato da un' esperienza dura di questo anno per la mancanza dei consueti riferimenti con cui il magistrato ha rapporti, in particolare l'amministrazione comunale. Il Magistrato dovrà ancora di più prendere in mano le regole del gioco, in sintonia con gli altri attori, i capitani, i proprietari dei cavalli, l’amministrazione comunale che si spera arrivi presto per un rapporto con l’ente organizzatore per eccellenza. Il Magistrato ha imparato che nel futuro dovrà avere un ruolo più attivo. per questo il Palio non avrà timori, cambieranno probabilmente i meccanismi e soprattutto il modo con il quale i vari attori recitano all'interno di questo spettacolo”.

Che cosa si intende? “Ci dovrà essere un maggiore rapporto tra tutte le componenti del Palio e soprattutto un maggior ascolto reciproco e maggior collaborazione sui temi attuali, come ad esempio le corse di addestramento. La mancanza di denaro e la situazione attuale ovviamente costringeranno a riflettere e coinvolgere i proprietari e le altre componenti del Palio e si dovranno attivare nuove energie, che sono da inventare”.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Assemblea Generale Amici del Palio

Messaggio  jabru il Dom Mar 24, 2013 9:13 pm

Assemblea generale del Comitato Amici del Palio
Sabato 23 Marzo 2013 12:37
E’ convocato il Consiglio del Comitato per giovedì 04 aprile p.v. alle ore 21,15 in prima convocazione e alle ore 21,30 in seconda, nella Sala delle Lupe del Palazzo Comunale con il seguente ordine del giorno:

Comunicazioni del Presidente
Programma iniziative
Banchetto 2013
Nomina membri Commissione Masgalano 2013
Varie ed eventuali


SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Giocacalcioincontrada

Messaggio  jabru il Mar Mar 26, 2013 9:15 pm

9° Torneo “Giocacalcioincontrada” calcio a cinque Under 12

Siamo arrivati alla 2^ Giornata del 9° Torneo “Giocacalcio In Contrada” organizzato dal CSI che vede impegnate tutte le contrade di Siena con i propri ragazzi.
Nel Girone Bianco, oltre ad essere stata completata la 2^ Giornata, si è giocata anche la 3^ Giornata a differenza dell’altro raggruppamento. A completare la 2^ Giornata, nella quale riposava la Chiocciola, c’è la vittoria dell’Aquila sull’Oca per due reti a zero e la buonissima vittoria del Bruco sulla Tartuca dopo una gara emozionantissima terminata sul risultato di 2-5 per i ragazzi del barbicone. Nella 3^ Giornata, invece, registriamo la netta vittoria della Chiocciola sulla Giraffa per 3-1, le vittorie risicate del Leocorno sulla Pantera per 2-1 e del Bruco sul Nicchio con il risultato di 2-3. Dopo la sconfitta con i ragazzi del Bruco nella 2^ Giornata, la Tartuca si riprende benissimo e batte sonoramente l’Oca con il risultato di 4-8. Riposava l’Aquila.
Classifica: Chiocciola, Bruco, Leocorno e Tartuca* 6 punti; Nicchio* 4 punti; Aquila 3 punti; Giraffa* 1 punto; Pantera ed Oca* 0 punti. Ps: *una partita in più!
Nel Girone Nero si è svolta solamente la 2^ Giornata in cui il Drago batte con una bella vittoria il Valdimontone con il risultato di 5-2, l’Istrice, invece, esce sconfitto dalla sfida con l’Onda con il risultato di 1-2 per i biancocelesti e la Civetta batte nettamente la Torre con un bel 0-5. Sconfitta dolorosissima per la Lupa che soccombe 11-2 contro i ragazzi della Selva che hanno dominato per tutta la partita.
Classifica: Selva, Drago ed Onda 6 punti; Istrice e Civetta 3 punti; Torre, Valdimontone e Lupa 0 punti.
I prossimi incontri, per il Girone Bianco saranno questi per la 4^ Giornata: Chiocciola – Pantera alle 18 a San Miniato e Leocorno – Nicchio alle 18 all’Alberino il 2/4, Giraffa – Aquila alle 19 il 4/4 ed il 5/4 alle 19 Oca – Bruco. Riposerà la Tartuca. Sempre per il Girone Bianco, saranno anche giocati due anticipi della 5^ Giornata: il 26/3 alle 18 all’Alberino, la grandissima sfida Aquila – Pantera ed il 5/4 alle 19 a San Miniato, Chiocciola – Nicchio.
I prossimi incontri, per il Girone Nero saranno questi per la 3^ Giornata: il 25/3 alle 19 a San Miniato Onda – Selva, Valdimontone – Torre alle 18 e Civetta-Istrice alle 19 a San Miniato e sempre alle 19 Lupa – Drago però all’Alberino il 26/3. Per il Girone Nero, verrà giocata anche la 4^ Giornata: Drago-Onda a San Miniato e Torre – Istrice all’Alberino, entrambe alle 19 del 2/4, il 4/4 alle 18 a San Miniato Valdimontone – Lupa e Selva – Civetta alle 18 del 5/4 all’Alberino.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Il Nicchio proroga l'incarico a Priore e Capitano

Messaggio  jabru il Mer Mar 27, 2013 5:02 pm

Il Nicchio proroga il mandato di Paolo Neri e Mario Corbelli
27/03/13 - 13:53



Dopo un inverno di consultazioni che non hanno avuto esito positivo, il Nicchio ha deciso, ieri sera in assemblea, di prorogare il mandato sia del priore Paolo Neri che del capitano Mario Corbelli. Saranno dunque loro che guideranno la contrada dei Pispini per i palii del 2013
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Dipendenti comunali: proposta shock

Messaggio  jabru il Gio Mar 28, 2013 9:53 pm

Dipendenti comunali, proposta choc: "Niente Palio per salvare i servizi"
Assemblea infuocata al teatro dei Rozzi. Occupata la Sala delle Lupe
Al centro della protesta la mancata firma del patto di stabilità 2012 e le nuove Po
di Giulia Maestrini e Tommaso Strambi


Siena, teatro dei Rozzi, assemblea dei dipendenti comunali (Lazzeroni)
Siena, 28 marzo 2013 - «Quest’anno cancelliamo il Palio per salvaguardare i servizi essenziali del Comune». La proposta choc risuona in città come una schioppettata e ad aumentarne la portata, come se non bastasse il ‘tono’, è il mittente: non i soliti facinorosi, non gli animalisti d’assalto, né i ‘bastian contrario’ di professione. Tutt’altro. A lanciare il sasso – anzi, il macigno – nelle acque del già agitato stagno senese sono i dipendenti comunali.
Quelli che il Palio lo preparano davvero, con il loro lavoro, con le loro mani. E che ieri mattina, prima di mezzogiorno, sono ‘calati’ in massa dal teatro dei Rozzi dove si stava svolgendo un’infuocata assemblea, per ‘occupare’ il Palazzo Comunale e bussare sonoramente alla porta del commissario, Enrico Laudanna. Il commissario era fuori sede, così il confronto — a tratti anche duro e piuttosto chiassoso — è toccato al sub commissario, Mario Tommasino, e al segretario generale del Comune, Simonetta Fedeli.
Che la situazione fosse infuocata lo si era capito già di prima mattina, quando qualche centinaio di dipendenti aveva affollato il Teatro dei Rozzi: assemblea plenaria del personale comunale, convocata dai sindacati e dalle Rsu.
Tantissimi gli interventi decisi ed esasperati di lavoratori di ogni settore, dai vigili urbani ai netturbini, dagli assistenti sociali ai custodi delle scuole dell’infanzia; ognuno a lamentare la propria condizione, la carenza di fondi, le mancate risposte dell’amministrazione, le sostituzioni che non arrivano, il ritardo sugli stipendi, gli straordinari non pagati, una flessibilità richiesta senza sosta e mai davvero riconosciuta. Un’arena di scontento e indignazione che si è rovesciata, spesso e volentieri e con toni tutt’altro che amichevoli, sugli stessi rappresentanti sindacali, rei di fare poco e troppo in silenzio.
Al centro della contesa, sostanzialmente, due questioni: le nuove Po conferite nei giorni scorsi e confrontate con le indennità accessorie cancellate dalle buste paga dei dipendenti e la mancata firma del patto di stabilità 2012.
‘Dettagli’ – tutt’altro che marginali – che si aggiungono a una tensione già esistente. «La città non è a conoscenza della nostra situazione—lamentano i dipendenti—e nelle ultime settimane l’unica cosa importante sembrava essere il rischio di non correre il Palio». Il riferimento, chiaramente, alla delibera firmata da Laudanna all’inizio di marzo, riguardante il protocollo equino e i lavori di addestramento. «Per un anno -azzardano i dipendenti- si potrebbe anche fare a meno del Palio se quei soldi risparmiati servissero a garantire i servizi essenziali».
Nell’assemblea regna la confusione, gli applausi convinti agli interventi più decisi si mescolano velocemente con le bordate di fischi. I rappresentanti sindacali, dal palco del teatro, provano a fare ordine, difendere le linee del programma: «Questa situazione - affermano- è determinata dall’arroganza con cui l’amministrazione ha affrontato il problema, porteremo avanti lo stato di agitazione fino al 5 aprile, poi studieremo nuove forme di lotta, anche lo sciopero generale se necessario». Non basta. L’assemblea si infuria: il 5 aprile è lontano, bisogna muoversi subito, decidere una strategia. Ed ecco che tra il dire e il fare passa il tempo di un respiro. Spinta dall’adrenalina che si taglia col coltello, l’assemblea si scioglie e i dipendenti, tutti, si muovono. Svuotano il teatro, marciano verso Piazza del Campo, giù dalla Costarella, dentro il Palazzo Comunale, nella Sala delle Lupe. Vogliono un confronto con Laudanna, chiamano i responsabili a uscire dalle loro stanze. Fischi, urla, grida ripetute ‘Fuori, fuori’ come quando si incitano i cantanti a concedersi al pubblico.
Dopo qualche minuto Tommasino e Fedeli accettano il confronto. Gli animi sono caldi; i dipendenti chiedono spiegazioni sul patto di stabilità; lamentano i tagli, gli straordinari non pagati; chiedono conto della delibera sul Palio, sulla pista di Mociano, le corse di addestramento. I rappresentanti sindacali cercano di mediare ma, come spesso accade in questi casi, le parti difficilmente riescono a comunicare.
Alla fine l’unico risultato certo è l’impegno del Comune a ultimare rapidamente le verifiche per la certificazione del patto di stabilità, rimandando la discussione a domani, in un nuovo incontro con i sindacati. Sindacati che, da parte loro, in serata diramano una nota in cui dichiarano che «sarebbe opportuno che il Commissario Straordinario esprimesse pubblicamente un chiaro segnale di rassicurazione sullo stato dell’arte della certificazione del rispetto del patto di stabilità interno relativo all’anno 2012. Tutto ciò in considerazione della prevista scadenza normativa del 31 marzo 2013 e soprattutto per fugare ogni dubbio sul rispetto delle dinamiche di bilancio dell’Ente che hanno ripercussione sui servizi ai cittadini e sui lavoratori». Decisamente, non è finita qui.
di Giulia Maestrini e Tommaso Strambi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Nicchio: il priore spiega la decisione

Messaggio  jabru il Gio Mar 28, 2013 9:59 pm

Neri: "La commissione dovrà rivedere la norme elettorali"
28/03/13 - 12:59
Il priore del Nicchio spiega perchè la contrada ha deciso la proroga dei mandati

Nicchio


Un sistema elettorale eccessivamente garantista ha bloccato per mesi il rinnovo delle cariche nella contrada del Nicchio così nell'ultima assemblea di martedì è stata votata la prorogatio del priore Neri e del capitano Corbelli fino a settembre. Una decisione assunta per ridare un governo operativo alla contrada in vista della stagione paliesca. "La commissione dovrà rivedere le norme elettorali rivelatesi difettose - ha spiegato Paolo Neri ai nostri microfoni - poi a settembre si tornerà a parlare di elezioni. Fino ad ora eravamo dimissionari, ora sia io che Corbelli andremo avanti con pieni poteri in questi prossimi mesi dove c'è urgenza di operatività". Così la contrada ha i suoi dirigenti e può affrontare con tranquillità la prossima stagione paliesca, sicuramente difficile per la drammatica crisi senese oggi accentuata dalla richiesta choc dei dipendenti comunali di non fare il Palio per garantire i servizi sociali. "E' una proposta a cui si arriverà inevitabilmente se non ci sarà una riduzione dei costi del Palio - ha detto ancora un preoccupato Neri - . Bisogna recuperare il valore della nostra festa, nel 1656 era una giostra di fantini con cavalli che costavano poco, solo così potremmo ridurre le spese. Se i dipendenti comunali sono in difficoltà hanno tutto il diritto di fare una proposta come questa. Il palio ipertrofico di oggi ci ha portato a certe cose non tollerabili"
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Pian delle Fornaci: i cavallai vanno dal Gabibbo

Messaggio  jabru il Mer Apr 03, 2013 4:08 pm

PIAN DELLE FORNACI, ADESSO I CAVALLAI VANNO DAL GABIBBO
Senza soldi e ippodromo, la protesta avanza. Spunta l’idea di Striscia la Notizia per denunciare il caso
03/04/2013 09:54:23

I cavallai non si fermano alle due righe scritte dal commissario. La telenovela di Pian delle Fornaci potrebbe vivere una nuova puntata, stavolta in televisione. Perché presto potrebbe giungere in terra senese Striscia La Notizia, proprio per l'ippodromo fantasma che ormai è diventato l'argomento principale di discussione nel mondo ippico di Siena.
I contatti, anche se non si può avere conferma dalla parte di Mediaset per evidenti ragioni e per la caratteristica della trasmissione, sono già stati avviati da alcuni cavallai, che prima di contattare il telegiornale di Canale 5 hanno studiato il caso di Pian delle Fornaci. Infatti, la precisazione nel regolamento del protocollo equino da parte del commissario Laudanna, in cui si spiegavano le ragioni per cui il galoppatoio delle Fornaci non poteva più essere utilizzato per l'annata 2013, non ha soddisfatto i proprietari di cavalli, soprattutto perché tra le loro idee c'era anche quella di prendere in gestione l'impianto almeno per la parte dei box del galoppatoio, potendo così azzerare le spese del Comune per l'utilizzo dell'ippodromo.
Le disponibilità date sulla parola nell’ambiente dei cavallai erano almeno due, ma dalla parte del Comune non c'è mai stata l'apertura giusta, sotto forma di riunione, per affrontare il problema. Un problema che anche i capitani, anche se con modi e forme poco incisive visto anche il risultato, avevano inserito nei calderoni degli incontri tra loro e con Laudanna. Quindi la risoluzione del nulla di fatto, oltre a gravare sui costi degli allenamenti dei cavalli per i singoli proprietari e allenatori costretti a migrare sul litorale tirrenico per allenare i propri mezzosangue, ha anche avuto il valore di un' apertura mai avvenuta da parte del commissario.


a cura di Alarico Rossi da Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

I cavallai gestiscano Pian delle Fornaci

Messaggio  jabru il Mer Apr 03, 2013 4:14 pm

"I cavallai si mettano insieme per gestire Pian delle Fornaci"
03/04/13 - 13:34
Ai nostri microfoni la proposta-appello di Paolo Corsi, ex presidente dell'ippodromo senese

"L'unica soluzione per riaprire Pian delle Fornaci è che i cavallai si mettano insieme e prendano in gestione la struttura". Lo sostiene Paolo Corsi, ex presidente dell'ippodromo senese, che parlando ai nostri microfoni ha avanzato la proposta. L'ippodromo chiuso ormai da anni per i lavori di ristrutturazione, al momento potrebbe essere riaperto ma il Comune non può sostenere i costi di gestione, da qui l'idea di trovare soluzioni alternative. "E' un luogo utile per allenare anche i cavalli da Palio, oggi i proprietari sono costretti ad emigrare a Grosseto o a Firenze per gli allenamenti specifici. Certo non si possono chiedere sforzi al pubblico in questo periodo, ma magari potrebbero essere proprio i cavallai a cercare di ripagare le spese di apertura della struttura, affittando i box e offrendo altri servizi".
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Comodato d'uso per Pian delle Fornaci?

Messaggio  jabru il Gio Apr 04, 2013 10:57 am

Paolo Corsi: "Diamo in comodato d'uso Pian delle Fornaci"
L'ex responsabile dell'ippodromo lancia l'idea di una gestione fatta da appassionati, magari attraverso l'Associazione del cavallo anglo-arabo che si è costituita
di Laura Valdesi

Siena, 3 aprile 2013 — Si parla tanto di spirito imprenditoriale, di iniziative da tirare fuori per rilanciare la città. Non permettiamo allora che strutture come quelle di Pian delle Fornaci vadano in malora ancora prima di essere inaugurate. Potrebbe essere la volta buona, questa, per vedere di che pasta sono fatti i proprietari dei cavalli. Ne è convinto anche Paolo Corsi, che in passato ha gestito l’ippodromo senese ed è un grande appassionato del settore equino. «Servono persone di esperienza per un impianto come quello delle Fornaci. Persone che abbiano una grande passione e sappiano ben comprendere le varie sfaccetture che un’attività come quella dell’addestramento dei cavalli da Piazza presenta», spiega.

Il commissario, come anticipato dal nostro giornale, ha detto definitivamente ‘no’ alla possibilità di tenere aperto Pian delle Fornaci quest’anno, anche solo per i galoppi. L’ha messo nero su bianco, nel Protocollo equino. Dunque solo quando ci sarà un’amministrazione — sindaco e giunta, per intendersi — potranno essere compiute delle scelte. Il fatto che se ne cominci però già a ragionare appare positivo.
E’ stata costituita, ad esempio, l’associazione del cavallo anglo-arabo di cui fanno parte noti proprietari.
«Potrebbe essere giusta per gestire l’ippodromo. La formula, certo, è da individuare. Magari anche il comodato d’uso gratuito».
In realtà, come chiarito dal Comune, serve un bando per l’assegnazione.
«Per carità, io dico soltanto che sarebbe una cosa buona mettere un’opera così bella in mano a persone di esperienza».
Un’idea che appassiona Corsi...
«Ci sono 50 box che potrebbero essere affittati e con il ricavato si pagherebbe magari un custode. Chi viene dall’esterno potrebbe essere chiamato a sborsare, che so, 10-15 euro per l’uso della pista. Sicuramente molti meno di quelli che vengono spesi attualmente per spostarsi a Grosseto o in altre strutture per i galoppi».

Insomma, la pentola sta bollendo. Gli addetti ai lavori non ci stanno a vedere un impianto moderno — e costato tanto — abbandonato a se stesso. Potrebbero organizzare una riunione, tutti insieme, e (finalmente) trovare quell’unità che a questa categoria, va riconosciuto, spesso è mancata. Se son rose fioriranno.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Le Contrade si accollino i Palii

Messaggio  jabru il Ven Apr 05, 2013 4:25 pm

ROSSO (FDI): "LE CONTRADE SI ACCOLLINO I PALII" E mettano a frutto l'esperienza organizzativa sviluppata negli anni
SIENA. Il Comune di Siena in "sprofondo rosso", rischia un nuovo commissariamento e le casse sono vuote. A Siena si parla insistentemente della possibilità che anche le corse di luglio e di agosto del Palio potrebbero essere annullate per la mancanza dei denari necessari. L'organizzazione dei due Palii costa infatti al Comune circa cinquecentomila euro, soldi occorrenti per le spese vive: stendere la terra nella Piazza del Campo, toglierla, montaggio e smontaggio delle speciali tribune (palchi) per il pubblico, dei dirigenti e comparse delle Contrade, straordinari di dipendenti ed operai comunali e quant'altro. Lorenzo Rosso, leader senese di Fratelli d'Italia propone che "siano le Contrade stesse che quest'anno si accollano l'organizzazione delle carriere. Le contrade, negli ultimi anni, hanno dato ottima prova di organizzazione di eventi, feste, cene e altro. Che questa esperienza sia ora messa a frutto nell'interesse della città, della Festa, dei contradaioli e della tradizione.
Il risparmio dei cinquecentomila euro potrebbero servire ad assicurare servizi alla città altrimenti in forte pericolo. Il Magistrato delle Contrade si riunisca e faccia una proposta in tal senso, non c'è tempo da perdere" conclude Rosso.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Il Palio è salvo

Messaggio  jabru il Ven Apr 05, 2013 4:33 pm

"PACCHETTO PALIO", LA FESTA È SALVA. POSSONO PARTIRE LE OPERAZIONI DI PREPARAZIONE
Il Palio è salvo. Il commissario straordinario ha firmato i documenti che danno il via all’organizzazione delle due carriere 2013


Si corre il Palio. Se la frase può sembrare scontata, in realtà rappresenta per i senesi un immenso sospiro di sollievo. Le paure e i timori che pervadevano quotidianamente i capannelli di Banchi di Sopra, sono improvvisamente stati spazzati via nel pomeriggio di venerdì: il commissario Enrico Laudanna ha firmato il cosiddetto "pacchetto Palio", ovvero quell'insieme di delibere che permetteranno l'organizzazione delle carriere.
Alarico Rossi da Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Contrade in Palco (scenico)

Messaggio  jabru il Mar Apr 09, 2013 3:48 pm

Contrade in palco(scenico), festival del karaoke contradaiolo
09/04/13 - 12:44
La manifestazione canora, riservata ai giovani delle Contrade di Siena, è organizzata dal Costone per festeggiare il centenario di inaugurazione del proprio Teatro

Anche Siena avrà il suo Festival della Canzone. Detta così sembra quasi una sfida alla competizione canora per antonomasia che da diversi decenni si svolge a Sanremo, invece niente di tutto questo; si tratta solo di un evento musicale organizzato dal Costone, in collaborazione con Chianti Banca, rivolto ai giovani delle Contrade di Siena per festeggiare il centenario di inaugurazione del proprio teatro che avvenne nel 1912 con la rappresentazione “Cappuccetto Rosso” messo in scena dalla nobildonna Bianca Bindi Sergardi. Una kermesse canora dal titolo “Festival del Karaoke Contradaiolo” che si inserisce nell’ambito della rassegna “Contrade in Palco(scenico) che si svilupperà su tre serate, dal 15 al 17 maggio, presso il Teatro del Costone. Il Regolamento della manifestazione prevede l’esibizione in stile “Karaoke” di due candidature per Contrada (età ammessa dai 16 ai 25 anni) che potranno essere di natura solista o in coppia, terzetti o quartetti; nelle serate di semifinale un’apposita giuria stabilirà l’accesso alla finale di una sola candidatura per Contrada; questo comporterà il fatto che in finale tutte le Contrade saranno rappresentate con una propria candidatura.
I concorrenti si dovranno esibire sul palcoscenico utilizzando basi musicali da loro prodotte su supporti CD o DVD, con o senza l’ausilio del video. Nella valutazione finale la giuria terrà conto, oltre che delle qualità canore, anche di altri fattori quali impatto scenico, interpretazione, disinvoltura, ecc. In finale non verranno stilate classifiche meritorie: saranno 3 invece i finalisti che accedendo alla finalissima, si classificheranno dal terzo al primo posto, con relativi premi. Il tutto verrà ripreso dalle telecamere di Siena TV che trasformerà l’evento in un format televisivo. Ulteriori informazioni presso la Segreteria del Costone: 0577 42073 – www.costone.it .
antennaradioesse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

CTP : nuovo CDA

Messaggio  jabru il Ven Apr 12, 2013 5:46 pm

12/04/2013 13:04CONSORZIO PER LA TUTELA DEL PALIO: NUOVO CDAPaolo Leoncini nominato presidente e Nicoletta Fabio è i suo viceS
IENA. A seguito della riunione dell’11 aprile 2013, nella quale sono stati attribuiti gli incarichi, il Consiglio di Amministrazione del Consorzio per la Tutela del Palio di Siena, per il triennio 2013-2015 risulta così composto:

Presidente: Paolo Leoncini (Contrada del Leocorno); Vice Presidente: Nicoletta Fabio (Contrada Sovrana dell’Istrice); Amministratore Delegato Area Immagine: Francesco Boschi; Amministratore Delegato Area Marchio: Anna Carli; Consiglieri: Senio Corsi (Contrada della Chiocciola); Laura Bonelli (Contrada del Drago); Gian Franco Indrizzi (Contrada di Valdimontone).

Consorzio per la Tutela del Palio di Siena
da ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Oltre il giardino Contrade, artisti e arte ambientale

Messaggio  jabru il Dom Apr 14, 2013 9:38 pm

"OLTRE IL GIARDINO, CONTRADE ARTISTI ED ARTE AMBIENTALE". PERFORMANCE NELLA CONTRADA DELLA CHIOCCIOLA
L'evento si svolgerà martedì 16 aprile, nella cripta della contrada della Chiocciola, alle 18 in via della Sperandie
14/04/2013 16:41:57

Martedì 16 aprile, nella cripta della contrada della Chiocciola, alle 18 in via della Sperandie, si terrà l'evento “Oltre il giardino, contrade artisti ed arte ambientale”. Saranno trattati temi volti alla valutazione e riflessione del rapporto con gli spazi verdi sia in cura alle contrade che non all'interno della cinta muraria. Le implicazioni, che il titolo allusivo “Oltre il giardino” ci fa intravedere, aprono a percorsi dove il giardino può essere il concetto di museo nello spazio aperto dove esportare la cultura rappresentata nel museo spazio chiuso, in un diverso dialogo. Il giardino come spazio interiore, Il giardino delle esperidi, verso il mito naturalistico, come titola quello che sarà nella serata del 16 l'intervento di Chiara Tambani, che rivolge la ricerca della sua scultura ai temi del mito naturalistico.

Nell'occasione sarà presentata la video clip “Il passaggio di Persefone" che descrive un percorso in dialogo fra la scultura di Chiara Tambani ed il paesaggio del Chianti senese. Verrà poi presentata una scultura della Tambani, Nido. La scultura Nido verrà presentata attraverso una performance interattiva dove il pubblico sarà chiamato ad interagire, alla costruzione di un ideale nido collettivo, che si forma del contributo di tutti. Il nido come tempio e sacralità della vita ed è identificazione dell'uomo in quei piccoli volatili, esseri fragili ed eroici che sfidano i cieli e le titaniche forze della natura, trasportando un rametto.

La performace è dovuta alla collaborazione dell'attrice/ regista Margherita Gravagna, alla performer Jessica Montomoli, Graziano Marchetti per le luci, ed al flauto LunaVigni che interagirà con il brano Syrinx di Debussi. Interverranno nella contrada della Chiocciola, Mauro Civai, Fabrizio Mezzedimi, Chiara Tambani, Mario Viligiardi, Nadia Marchettini, Piergiorgio Laghi e Marco Grandi. Concluderà Anna Carli coordinatrice dell'Unità operativa Siena 2019.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

XXVII° edizione di Salicotto in fiore

Messaggio  jabru il Gio Apr 18, 2013 5:17 pm

18/04/2013 14:54NELLA TORRE LA XXVII EDIZIONE DI SALICOTTO IN FIORE
La mostra è organizzata dalle donne della contrada
SIENA. Era il lontano aprile 1987 quando il Gruppo Donne della Torre ebbe la felice idea di realizzare nel rione la prima Mostra dei fiori, che da allora si è tenuta con cadenza annuale, sempre nel mese di aprile, quello in cui maggiormente si rinnovano balconi e giardini. La Mostra è così divenuta un consueto appuntamento per tutta la città, soprattutto al femminile, per ritrovarsi e socializzare e anche per curiosare e, se si vuole, acquistare, in mezzo ai colori e ai profumi di piante di ogni genere. Così, venerdì 19 aprile p.v. si inaugura in Salicotto, con un aperitivo, la XXVII edizione che si terrà nei giorni 19, 20 e 21 aprile e che ancora una volta saprà unire la tradizione con un pizzico di innovazione: oltre alle consuete splendide piante fiorite, verdi, grasse? locali ed esotiche? d'appartamento, da giardino, saranno infatti presenti in maggior numero e in
maggiore varietà le piante officinali e da cucina, venendo incontro a quanto richiesto nelle ultime edizioni da tanti visitatori. Una novità anche nella dislocazione: oltre che nei luoghi consueti (Fontanina, Società Elefante?) le piante saranno esposte anche nella Piazzetta "Arrigo Pecchioli", comunemente conosciuta come Piazzetta delle Donne, un delizioso e appartato angolo di Siena da sempre dedicato al lavoro femminile per la Contrada della Torre: il cucito, la preparazione delle bandiere, i prelibati dolci e le gustose bibite durante "Il Mangia e Bevi", e ora anche l'elegante esposizione delle piante durante la Mostra dei fiori?
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Accordo fra Magistrato delle Contrade e Chiantibanca

Messaggio  jabru il Ven Apr 19, 2013 4:15 pm

Accordo fra il Magistrato delle Contrade e ChiantiBanca
Venerdì 19 Aprile 2013 09:25
Protettorato di mille euro per ciascuna delle Contrade e per il Magistrato delle Contrade
Duemila euro destinati alle iniziative editoriali di ogni singola Contrada

Il 17 aprile, nella sede del Magistrato delle Contrade, è stato formalizzato, alla presenza del Rettore del Magistrato Franco Pacciani e del Direttore Generale Andrea Bianchi, un accordo fra il Magistrato delle Contrade e ChiantiBanca.

"Le due istituzioni hanno definito ulteriori termini di un percorso - spiega il Magistrato delle Contrade -, avviato già da alcuni mesi, che - come novità - prevede, da parte di ChiantiBanca, un protettorato di mille euro per ciascuna delle Contrade e per il Magistrato delle Contrade, oltre ad un ulteriore contributo di duemila euro destinati alle iniziative editoriali di ogni singola Contrada. Contributo, quest’ultimo, che arriverà da parte della Fondazione ChiantiBanca.

L’accordo conferma la volontà di ChiantiBanca di perseguire concretamente un radicamento sempre più presente nel territorio, venendo incontro alla necessità delle Contrade di un sostegno, con particolare riferimento al campo dell’editoria. Un settore che vede le Contrade costantemente impegnate, attraverso il periodico di Contrada o con pubblicazioni tematiche, in approfondimenti storici, antropologici e sociali del tessuto contradaiolo e cittadino.

Il consolidamento del rapporto fra Magistrato e ChiantiBanca avviene in un momento particolarmente difficile per quanto riguarda l’economia della città di Siena. Oltre al valore materiale ed alla tangibile concretezza della collaborazione, ci sembra infatti giusto valorizzare l’aggregazione di energie e l’operosità delle due istituzioni a favore e in nome del bene comune."
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Proprietari da Laudanna

Messaggio  jabru il Mer Apr 24, 2013 4:00 pm

Proprietari dal prefetto Laudanna: "Ecco le nostre proposte per l'ippodromo"
di Laura Valdesi

Disposti a sborsare 10 euro per ogni utilizzo della pista, ricorrendo a blocchetti prepagati


Siena, 23 aprile 2013 — «Entro fine mese il commissario, lette e valutate le nostre richieste, ci darà una risposta». Era tanto che i proprietari dei cavalli desideravano un confronto con il prefetto Enrico Laudanna sull’impiego di quel deserto dei tartari che è diventato Pian delle Fornaci. Chiuso e inutilizzato, anche per i galoppi di addestramento. Eppure ci sono migliaia di mezzosangue e puri, tanti appassionati nella nostra provincia. Il motivo del colloquio — appuntamento ieri alle 11 davanti al Comune — era contenuto nel documento redatto, a nome di tutti, da Mario Fusai. «Chiediamo la riapertura delle piste dell’ippodromo già collaudate in modo da evitare - spiega - i disagi e i costi che gli operatori ippici senesi devono sostenere per recarsi a Grosseto per gli allenamenti, non potendo usare un impianto idoneo costato al Comune una cifra non indifferente».

Il colloquio con Laudanna dura quasi un’ora. Intorno al tavolo siedono Mario Savelli e Fusai, Massimo Martelli e Marco Grazzini. Ad accompagnarli Roberta Vanni. «Sono qui — spiega — perché mio cugino, Giuseppe Fontani, cedette il terreno per l’ippodromo al Comune, ad un prezzo modico. Al Commissario dirò che sono dispiaciuta perché è chiusa un’opera nata come galoppatoio per i cavalli da Piazza».
Il gruppo si presenta con una proposta concreta. «Consapevoli delle difficoltà finanziarie dell’amministrazione — recita infatti il documento —, allenatori e proprietari sono disponibili a pagare 10 euro per ogni cavallo che entra in pista per galoppare, predisponendo blocchetti prepagati. Un’idea per risolvere un problema che ci sta molto a cuore».
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Addio a Luciano Schifani

Messaggio  jabru il Sab Apr 27, 2013 8:05 pm

ADDIO A LUCIANO SCHIFANO, AVEVA DIPINTO IL CENCIO DEL 1996
Si è spento a Firenze all’età di 69 anni l’artista del drappellone vinto dall’Oca
27/04/2013 11:08:02

Aveva dipinto il drappellone del Palio di luglio del 1996 vinto dall’Oca. Si è spento vicino Firenze all’età di 69 anni, il noto pittore di livello nazionale, Luciano Schifano. Avrebbe compiuto 70 anni il 13 dicembre prossimo, ma domenica pomeriggio è stato ritrovato nella sua abitazione, ormai senza vita. Ad annunciare la triste notizia è Riccardo Leuzzi che nel maggio scorso lo aveva ospitato nella sua Galleria “L’Osanna” di Nardò per una mostra dal nome “Luciano Schifano negli anni ’60 e ’70”.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 27 aprile
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7654
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: In giro per le lastre

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum