Correre fuori Siena

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Casteldelpiano

Messaggio  jabru il Lun Set 09, 2013 1:02 pm

Giuseppe Zedde vince il Palio di Casteldelpiano
09/09/13 - 10:02Una vittoria convincente che crea entusiasmo e rende di nuovo protagonista Gingillo. Sì, perchè Giuseppe Zedde, nell'affermazione a Casteldelpiano, ha ritrovato lo spirito combattivo e la determinazione che lo hanno finora contraddistinto nella carriera paliesca. Ieri il successo su Istrix, a breve l'impegno ad Asti "Un palio impegnativo in Piemonte - spiega Zedde -, 21 contrade e tanti fantini agguerriti. A Casteldelpiano mi sono divertito ma ora voglio rivincere a Siena. Probabilmente in Piazza del Campo ho commesso qualche errore ma non sono stato nemmeno fortunato. L'assegnazione dei cavalli, a luglio come ad agosto, poteva andare in maniera diversa, mi aspettavo qualcosa di meglio. Pazienza, ,ma il prossimo anno non posso fallire"
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti

Messaggio  jabru il Mer Set 11, 2013 4:28 pm

IL PALIO DI ASTI SI DISPUTA DOMENICA DAVANTI A TANTI SENESI. SALE L'ATTESA PER LA GRANDE SFIDA
L'appuntamento piemontese cattura l'interesse di tanti contradaioli che non mancheranno di seguire tutta la kermesse
11/09/2013 10:59:57

Quello di Asti sarà il palio che chiuderà la stagione 2013. Domenica i riflettori sono tutti sulla città piemontese, i ventuno rioni astigiani si daranno battaglia con i fantini del palio di Siena. Per quanto riguarda i cavalli per Siena zero assoluto: i purosangue astigiani, che lavorano per tutta la stagione per questo appuntamento( e quellodi Legnano), hanno persino i nomi inventati. Mossiere della contesa sarà Renato Bircolotti, reduce da una complicatissima (e riuscitissima) mossa a Castel del Piano, che ha ribadito i concetti della difficoltà della corsa astigiana. Il mossiere aretino ha detto: "non c'è mossa più difficile di quella di Asti. I sorteggi ti possono creare batterie con monte molto forti ed esperte e magari comporti una finale con fortissimi e meno esperti".

Servizio integrale nel Corriere di Siena dell'11 settembre
A.R.

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti, i fantini

Messaggio  jabru il Gio Set 12, 2013 10:55 am

PALIO DI ASTI, 21 FANTINI SI GIOCHERANNO LA VITTORIA IN PIAZZA ALFIERI


Ci avviciniamo a grandi passi verso il Palio di Asti che si correrà domenica 15 settembre. Di seguito l'elenco dei fantini che si giocheranno la vittoria in Piazza Alfieri.

Torretta: Giuseppe Zedde

Baldichieri: Martin Ballesteros

San Martino San Rocco: Alberto Ricceri

Moncalvo: Andrea Coghe

Santa Maria Nuova: Jonatan Bartoletti

San Lazzaro: Federico Arri

San Secondo: Silvano Mulas

San Marzanotto: Alessandro Chiti

San Pietro: Andrea Farris

Santa Caterina: Luca Minisini

Cattedrale: Sebastiano Murtas

Don Bosco: Gianluca Fais

Canelli: Alessandro Colombati

Montechiaro: Donato Calvaccio

Viatosto: Andrea Chessa

Tanaro: Maurizio Farnetani

Castell'Alfero: Claudio Bandini

San Silvestro: Gianluca Mureddu

San Paolo: Valter Pusceddu

Nizza Monferrato: Giovanni Atzeni

San Damiano: Francesco Caria

Francesco Zanibelli da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asciano

Messaggio  jabru il Gio Set 12, 2013 6:15 pm

ASCIANO, SUCCESSO DOPO OTTO ANNI GAVINO FA GIOIRE TRANQUILLA
Domenica si è tenuto l’evento clou del settembre ascianese
12/09/2013 12:14:17
asc5asc3asc1asc2asc412345
Si è concluso domenica l’evento clou del settembre ascianese. Una giornata riempita dai colori e dall’entusiasmo dei contradaioli conclusasi con la vittoria del rione “Tranquilla” che dopo otto anni, per merito del fantino Riccardo Mura, detto Gavino, ha riportato il palio alla propria sede. La giornata è iniziata presto, con la sfilata partita da Sant’Agostino, che ha preceduto la messa di benedizione dei fantini che ha coinvolto le alte cariche di ciascuna contrada più i rispettivi sbandieratori e tamburini. Prima di pranzo presentazione in piazza Garibaldi di fantini e barbareschi sotto l’attenzione dei tanti curiosi accorsi a scoprire gli eroi della giornata. Alle 16 è partito il corteo storico con le comparse delle sette contrade e, per la prima volta, con rappresentanti delle istituzioni locali che hanno sfilato in memoria del fiorente periodo storico dell’inizio del '400, in cui venne riconosciuto al Comune di Asciano il diritto ad un podestà, vista l’importanza strategica, economica e sociale che il Comune di Asciano rivestiva al tempo. Il corteo storico ha sfilato lungo le vie del centro storico fino lo stadio comunale G. Marconi, sotto gli sguardi ammaliati e interessati dei tanti accorsi alla manifestazione che non hanno lesinato applausi al passaggio dei figuranti di ciascuna contrada. All’interno dello stadio Marconi si è poi svolta la parte principale della manifestazione.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 12 settembre
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Rimandato il palio di Asti

Messaggio  jabru il Lun Set 16, 2013 10:04 am

Il palio di Asti si correrà lunedì

palio di Asti
La decisione è ufficiale: dopo il rinvio di domenica per la morte di un cavallo, il palio di Asti si correrà lunedì
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti

Messaggio  jabru il Lun Set 16, 2013 10:05 am

Muore un cavallo, rinviato il palio di Asti

palio di Asti
Rinviato a data destinarsi il palio di Asti per l’incidente alla mossa che è costato la vita ad un cavallo. Gli organizzatori hanno deciso così di rinviare il palio. Nell’incidente è rimasto ferito il fantino Jonatan Bartoletti detto Scompiglio.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Dramamtico palio a Asti

Messaggio  jabru il Lun Set 16, 2013 10:09 am

DRAMMATICO PALIO DI ASTI: MUORE UN CAVALLO, BARTOLETTI CONTUSO, CORSA RINVIATA
News 15-09-2013


Tragedia al Palio di Asti, prima sospeso e poi rinviato a causa della terribile caduta di un cavallo nelle fasi della mossa nella prima batteria.

E' stato il fantino Bartoletti (Santa Maria Nuova) a prendere in misura troppo affrettata l'iniziativa dopo le prime schermaglie e una partenza falsa.

Bartoletti è stato così veloce da anticipare la caduta del canapo da parte del mossiere Renato Bircolotti, così il suo cavallo ha inciampato cadendo rovinosamente a terra. Il fantino se l'è cavata con con qualche contusione. Molto più gravi sono apparse subito le conseguenze per il purosangue.

Gli addetti alla pista hanno coperto il corpo dell’animale con un telo blu, prima di portarlo fuori, mentre all’esterno stava infuriando la protesta degli animalisti.

In serata si apprende che il Palio si correrà domani pomeriggio. Prima batteria alle 15,30. E' questa la decisione del Consiglio del Palio. Si è ancora in attesa dell'autorizzazione della Prefettura, ma l'organizzazione è già ripartita perché domani sia tutto pronto ad ospitare la corsa.

OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti, il dramma della mossa

Messaggio  jabru il Lun Set 16, 2013 5:07 pm

Dramma al palio di Asti Cavallo muore al canape
Infortunio al purosangue di Bartoletti. La corsa slitta ad oggi


Siena, 16 settembre 2013 - Dramma al palio di Asti: il cavallo di Jonathan Bartoletti si capotta al canape nella prima batteria e muore. Una caduta fatale che, insieme all’acquazzone seguito all’infortunio, cambia il corso della festa. Manifestazione sospesa e, dopo riunioni su riunioni, la decisione di correre oggi alle 15 avallata solo in tarda serata dalla prefettura. Tre batterie più la finale a nove per designare il vincitore di un’edizione amara e travagliata.

"Mai visto un infortunio così", è stato il commento unanime da piazza Alfieri mentre tanti senesi abbandonavano le tribune sotto un nubifragio. Erano tantissimi. Pronti a godersi la giornata anche se nel primissimo pomeriggio era caduta un po’ di pioggia, confermando l’allerta meteo. E’ successo tutto nella prima delle tre batterie che portano alla finale. Peraltro quella che vedeva al canape il più alto numero di candidati alla vittoria: Giuseppe Zedde (Torretta), in pole position per il successo finale. Quindi Bartoletti (S.Maria Nuova), Silvano Mulas (S.Secondo) e il potenziale outsider Gianluca Mureddu (San Silvestro) che montava il cavallo vittorioso nel 2012 con Bucefalo che, a 55 anni suonati, ha invece raccolto la sfida per i colori di Tanaro, estratto per l’ultima batteria. Il mossiere Renato Bircolotti ha chiamato dentro, partendo dallo steccato, Zedde, Andrea Chessa (Viatosto), Mureddu, Andrea Farris (S.Pietro), Mulas, quindi Bartoletti e Ballesteros (Baldichieri). Cinque minuti di schermaglie, come nella tradizione.
Mossa falsa: Mureddu è girato. Si ricomincia. Mossiere e fantini lavorano sull’allineamento, normale amministrazione. Poi l’infortunio. La dinamica sarà ricostruita con esattezza. Certo è che quando Bartoletti fianca ci sono ancora diversi fantini fuori posizione. L’animale fa un balzo, c’è la forzatura. Parte con irruenza. Bircolotti sgancia ma la sua prontezza non basta a far sfilare via il canape. L’animale si capotta in un attimo, ricadendo al suolo. Bartoletti resta in parte sotto il suo cavallo. Sgomento in piazza Alfieri. Mani nei capelli. Istanti di tensione-emozione allo stato puro. Tutti capiscono che non c’è più niente da fare. Il fantino poi si rialza, è un po’ acciaccato ma sta bene. Guarda incredulo il puro che in provincia si era visto a Monteroni. Viene presto coperto da teli blu e portato via con la biga.
L’ultimo infortunio così grave era accaduto nel 1977, ricordano alcuni astigiani. Pochi minuti e infuria il temporale. E’ il fuggi fuggi generale mentre gli animalisti si fanno sentire (annunciano in seguito un esposto) e viene sospesa la manifestazione. La pista è impraticabile. Si riunisce il sindaco con il consiglio del palio, si analizza la situazione. Si conferma la fiducia al mossiere che, a caldo, era stato contestato dalla piazza. Fantini e addetti ai lavori restano nelle scuderie in attesa di novità.
Poi la conferma: si corre ma Bartoletti non sarà della partita. Quanto al canape era finito fra i principali indiziati: in realtà, era stata effettuata la manutenzione adeguata. Ironia della sorte: proprio ieri in Piemonte si festeggiava Varenne, il più forte trottatore della storia dell’ippica. In 1200 a vederlo sfilare all’ippodromo di Vinovo.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti, ENPA esterrefatta

Messaggio  jabru il Lun Set 16, 2013 5:13 pm

Il palio di Asti si corre lo stesso: Enpa esterrefatta
"Gli amministratori pubblici devono prendere atto che, di fronte al moltiplicarsi degli 'incidenti', non si può più parlare di casualità o di fatalità"

Roma, 16 settembre 2013 – "Siamo rimasti esterrefatti nell'apprendere che il palio di Asti, nonostante la morte del cavallo avvenuta ieri nel corso delle prove, si svolgerà comunque nella giornata di oggi", dichiara l'Ente Nazionale Protezione Animali.
"A questo punto – prosegue l'Enpa - ci chiediamo quale altra tragedia deve accadere perché le istituzioni locali e gli organizzatori di palii, sagre e di manifestazioni basate sullo sfruttamento di altri esseri senzienti, comprendano finalmente che tali eventi, per i quali chiediamo uno stop, oltre ad essere eticamente inaccettabili, mettono seriamente a rischio l'incolumità degli animali".
Lo dimostra il lungo elenco di vittime che puntualmente funesta questo tipo di iniziative. Nelle ultime settimane infatti sono addirittura tre i cavalli deceduti: ad aprire il triste elenco era stata la cavalla morta alla Quintana di Foligno, seguita dal cavallo del palio di Monselice e, infine, da quello di Asti.

"Gli amministratori pubblici devono prendere atto che, di fronte al moltiplicarsi degli 'incidenti', non si può più parlare di casualità o di fatalità – prosegue l'Enpa -; tali manifestazioni sono intrinsecamente pericolose. E che nulla, tanto meno il rispetto di una presunta tradizione, può e deve autorizzare qualcuno a 'giocare' con la vita di un essere senziente."
Naturalmente l'Enpa ha incaricato il proprio ufficio legale di verificare che nei casi in questione siano state rispettate tutte le prescrizioni normative e, nel caso in cui dovessero emergere eventuali infrazioni o inadempienze, è pronta ad agire nelle sedi opportune contro i responsabili.

Il rispetto delle regole tuttavia non basta, deve accompagnarsi ad una rivoluzione culturale che veda gli animali non più come uno strumento al servizio dell'uomo e del proprio 'divertimento', ma come veri detentori di diritti, sottraendoli così ad inaccettabili situazioni di sfruttamento pagate spesso a prezzo delle vita.
A chiederlo, oltre alle associazioni animaliste, sono gli stessi cittadini italiani, la stragrande maggioranza dei quali è sempre più sensibile e attenta alla tutela degli altri esseri viventi, senza distinzione di razza o di specie.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti, trionfa Gingillo

Messaggio  jabru il Mar Set 17, 2013 4:42 pm

PALIO DI ASTI, GINGILLO TRIONFA PER TORRETTA IN PIEMONTE: DOPPIETTA PERSONALE
Ha condotto per tutta la gara mentre dietro lottavano Murtas, Coghe, Atzeni e Mulas
17/09/2013 09:28:49

E' stata la doppietta di Gingillo il risultato del lunghissimo ed estenuante palio di Asti. Dopo la vittoria a Castel del Piano dell'otto settembre scorso, dove il figlio di Valente aveva zittito tutti con una corsa magistrale, ieri ad Asti Gingillo si è ripetuto per la Torretta. Non è stato un palio facile, macchiato dalla morte del cavallo sauro Mamuthones (nome che riprende quello delle maschere tipiche del carnevale di Mamioada) del Borgo Santa Maria Nuova in pista domenica scorsa al canape dopo una forzatura, che aveva portato al rinvio del palio, a causa anche del forte acquazzone che si era abbattuto sulla città durante le fasi di rimozione del corpo del cavallo.

Notizia integrale nel Corriere di Siena del 17 settembre
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti, la vittoria di Giuseppe Zedde

Messaggio  jabru il Mar Set 17, 2013 4:49 pm

GIUSEPPE ZEDDE IN GRANDE SPOLVERO VINCE IL PALIO DI ASTI
News 16-09-2013


Dopo l'imprevisto di ieri pomeriggio con la morte del cavallo di Santa Maria Nuova e la decisione del Collegio dei Rettori di rinviare il Palio, oggi pomeriggio si è finalmente corso ad Asti. Nella prima batteria sono entrate nell'ordine Torretta (Giuseppe Zedde), Viatosto (Andrea Chessa), San Silvestro (Gianluca Mureddu), San Pietro (Andrea Farris), San Secondo (Silvano Mulas) e Baldichieri (Martin Ballesteros). Dopo una mossa falsa, Torretta ha preso la testa, seguita da San Secondo e da Baldichieri; queste posizioni si sono mantenute invariate nonostante la caduta di Silvano Mulas alla fine del terzo giro ed hanno quindi avuto accesso alla finale Torretta, San Secondo e Baldichieri. Sono entrati poi in pista i cavalli della seconda batteria: San Marzanotto (Alessandro Chiti), San Damiano (Francesco Caria), San Martino San Rocco (Alberto Ricceri), San Lazzaro (Claudio Bandini), Santa Caterina (Luca Minisini), Cattedrale (Sebastiano Murtas) e Castell'Alfero (Federico Arri). Ottima la partenza di Cattedrale, San Damiano e San Marzanotto che hanno controllato fino alla fine qualificandosi per la finale. La terza ed ultima batteria ha visto impegnate Moncalvo (Andrea Coghe), Don Bosco (Gianluca Fais), Nizza Monferrato (Giovanni Atzeni), San Paolo (Valter Pusceddu), Canelli (Alessandro Colombati), Tanaro (Maurizio Farnetani) e Montechiaro (Donato Calvaccio). Grande partenza di Moncalvo, Nizza Monferrato e Don Bosco che hanno avuto accesso alla finale. Da segnalare le cadute di Maurizio Farnetani e di Donato Calvaccio, fantini rispettivamente di Tanaro e Montechiaro. L'ordine al canape della finale, stabilito per sorteggio, ha stabilito: Moncalvo (Andrea Coghe), Cattedrale (Sebastiano Murtas), Torretta (Giuseppe Zedde), San Marzanotto (Alessandro Chiti), San Damiano (Francesco Caria), Nizza Monferrato (Giovanni Atzeni), Don Bosco (Gianluca Fais), Baldichieri (Martin Ballesteros) e San Secondo (Silvano Mulas). La finale non ha avuto la storia con Torretta che ha preso subito la testa mantenendola fino alla fine, al secondo posto Cattedrale mentre al terzo San Secondo. Ottimo finale di stagione per Giuseppe Zedde che bissa il successo di Castel del Piano. L'ultimo successo per il rione Torretta risaliva al 2004, sempre con Giuseppe Zedde.

Francesco Zanibelli - da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Memorial a Monteroni

Messaggio  jabru il Mer Set 18, 2013 4:35 pm

Primo Memorial Antonio Columbu a Monteroni
18/09/13 - 13:40 Sabato 21 settembre la pista di Monteroni d'Arbia ospiterà il primo Memorial in ricordo di Anotonio Columbu allenatore di cavalli tragicamente scomparso in seguito ad incidente con i cavalli. La comunità sarda e la Valdarbia Calcio, hanno messo in piedi un grande evento. Non ci saranno solo le corse e la finalissima rigorosamente con cavalli mezzo sangue, ma anche una bellissima dimostrazione con le pariglie in arrivo dalla Sardegna e i cori sardi tradizionali. Sarà in funzione un servizio bar e ristorante e la navetta. Ingresso euro 5
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Memorial day Antonio Columbu

Messaggio  jabru il Sab Set 21, 2013 5:14 pm

Oggi il Memorial in ricordo di Antonio Columbu. Corre anche Magic tiglio
Manifestazione allo stadio di Monteroni con stand, braceria  e l'esibizione di noti gruppi sardi

Monteroni, 21 settembre 2013 — Valdarbia Calcio e la comunità sarda hanno messo insieme le forze organizzando oggi  una giornata per ricordare Antonio Columbu, giovane fantino morto  a seguito di un grave incidente avvenuto  in ippodromo.  Un’occasione per rinverdire le tradizioni dell’isola, anche con l’esibizione di pariglianti e di altri famosi gruppi sardi. La cucina tipica negli stand, annaffiata da vino e birra, accompagnata dalla braceria farà il resto.  
Ma il clou della giornata saranno le sei corse di cavalli mezzosangue seguite dal Memorial intiolato ad Antonio Columbu. Presenti i parenti e tanti amici, in primis Renato Bircolotti, nome di prestigio del canape che era stato padrino del figlio del fantino scomparso. E che non è voluto mancare insieme a molti fantini che lo conoscevano e che hanno scritto la storia del Palio.
Quanto alle batterie, s’inizia alle 16.  La finalissima —  a cui accederà il vincitore di ciascuna corsa — si dovrebbe svolgere prima di cena. Non sfugge la presenza di Magic tiglio, il cavallino che  non ha corso il Palio quest’anno nonostante fosse ritenuto uno dei più forti. Occhio anche a Periclea e Ondina  che in piste come Monteroni ‘volano’.
Prima batteria
Querino (Migheli), Quebec (Chiti), Qui pro quo (Arri), Quaker (Farris), Quadrivia (Carta), Pitzulu (Lo Manto).
Seconda batteria
Potere assoluto (Siri), Incantado (Topalli), Orpen (Veneri), Phamperos baio (Farris), Ondina prima (Mereu), Oceano Baio (G.Zedde).
Terza batteria
No mi tocchese (Mureddu), Bowilde da Clodia (Sini), Ginaccio (Carta), Oscar boy (Lo Manto), Preziosa Penelope (Migheli), Manioca (Coghe jr)
Quarta batteria
Nabilia saura (Siri), Tavel Pontadour (Topalli), Lampante (Donatini), Miguel (Minisini), Pressing de Mores (Arri).
Quinta batteria
Pacifico (Mureddu), Nobile Nilo (Caria), Magic Tiglio (Coghe jr), Manna de Ozieri (Chiti), Leppidoro (Pacini).
Sesta batteria
Periclea (Caria), Bossanova (Cabiddu), Melissa bella (Mureddu), Powell (G.Zedde), Falco Doglia (Cherchi), Nunteregghepiù (Minisini).
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Si è chiusa la stagione delle corse a pelo

Messaggio  jabru il Lun Set 23, 2013 9:45 am

IL MEMORIAL COLUMBU HA CHIUSO LA STAGIONE DI CORSE A PELO
News 22-09-2013


Bella giornata di corse ieri a Monteroni in occasione del Memorial Antonio Columbu che ha concluso la stagione di corse a pelo. Il programma prevedeva sei batterie e la finale, oltre a spettacoli di pariglia e di danze sarde. Nella prima batteria ha avuto accesso alla finale Simone Mereu con Ondina Prima che, dopo il testa a testa tra Antonio Siri con Potere Assoluto e Adrian Topalli con Incantado, ha avuto la meglio in rimonta. Nella seconda batteria bel successo di Federico Arri su Qui Pro Quo dopo che la batteria era stata condotta da Alessio Migheli con Querino. Alessio Migheli si è poi riscattato nella terza batteria con Preziosa Penelope che ha avuto la meglio nei confronti di Bowilde da Clodia con Bastiano Sini. Nella quarta batteria c'è stato un testa a testa tra Federico Arri con Pressing de Mores e Adrian Topalli con Tavel Pountadour che hanno alla fine avuto la meglio. Nella quinta batteria, convincente successo di Andrea Coghe con Magic Tiglio che hanno vinto senza problemi nonostante gli attacchi di Francesco Caria con Nobile Nilo. Infine, nella sesta ed ultima batteria, ha avuto accesso alla finale Francesco Caria con Periclea che ha condotto senza problemi; da segnalare la caduta di Luca Minisini da Nuntereggheppiù. Hanno quindi avuto accesso alla finale: Ondina Prima, Qui Pro Quo, Preziosa Penelope, Tavel Pountadour, Magic Tiglio e Periclea. E' stato Francesco Caria con Periclea a conquistare la vittoria dopo una corsa condotta sempre in testa.

Francesco Zanibelli da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Memoriale Antonia Columbu

Messaggio  jabru il Lun Set 23, 2013 5:18 pm

Andrea Mari, prima uscita dopo l'infortunio: "Il 2 ottobre a cavallo"
Memorial Columbu, vince Caria. Il ricavato della serata andrà ai figli del fantino scomparso. Infortunio: due costole rotte per Luca Minisini
di Laura Valdesi

Siena, 22 settembre 2013 — Agonismo, emozioni, cibo e vino a volontà. Più due infortuni spettacolari. Ingredienti di una giornata che ha sciolto il cuore di chi conosceva Antonio Columbu. «A mio marito sarebbe piaciuto vedere tante persone di cavalli e della Sardegna riunite per stare insieme e condividere le passioni», racconta Antonella Muroni. Il fantino, fratello di Veleno II, è morto due anni fa in un incidente all’ippodromo di Grosseto. A lui era intitolato il Memorial corso sabato poco dopo le 21, grazie all’impegno dei volontari del Valdarbia Calcio e della comunità sarda che doneranno ai tre figli di Columbu – Elisa, 13 anni, Matteo 11 e Andrea 8 – il ricavato della serata al netto delle spese sostenute.

In tribuna, questa la vera notizia, c’era Andrea Mari. «Le stampelle le ho buttate via già il 2 settembre – racconta fra un saluto e un abbraccio —, il 2 ottobre monto a cavallo. Sto benissimo, neppure un dolore e tutto questo senza forzare i tempi». Presente il mossiere Renato Bircolotti che ha fatto da padrino al piccolo Matteo, tanti i fantini sardi. Proprio un giovane di questa terra ha vinto il Memorial, Francesco Caria su Periclea, anche se Mereu su Ondina aveva preso la testa. E’ giunta terza, secondo Tavel Pontadour montato da Topalli. Poi gli infortuni. Ciro Natale è stato colpito alle spalle dal calcio di un cavallo nella zona opposta alle tribune (sospetta frattura di una scapola), poi Luca Minisini è caduto nell’ultima batteria. Tutti e due portati in ambulanza alle Scotte. «Due costole rotte, è vero. Dovrei stare fermo ma domenica c’era il battesimo del mio piccolo Tommaso di 5 mesi a Fucecchio. Sono qui e ci resterò finché non avrò recuperato per riprendere a montare». Quanto all’infortunio spiega «che i cavalli davanti hanno rallentato, ho cercato di scansarli ma il mio si è intruppato ribaltandosi di testa. Non sono rimasto sotto, mi sono fatto male con il gomito alle costole». Il Memorial farà il bis nel 2014.
Batterie
La prima batteria vede un cambio di monta: Jacopo Pacini (che ha lasciato la scuderia Milani per andare da Massimo Donatini) invece di Veneri in groppa a Orpen. Siri è schizzato via bene con Potere assoluto, facendo un grande giro, ma Mereu su Ondina è venuto fuori alla grande facendo il vuoto su Incantado, condotto da Topalli, giunto secondo.
Nella seconda è il giovane Federico Arri su Qui Pro Quo a conquistare l’accesso alla finale, vincendo sul palo rispetto a Migheli, che montava Querino. Farris su Quaker ha provato ad inserirsi, senza successo.
Si prende la rivincita, nella terza batteria, Migheli agguantando la finale con Preziosa Penelope dopo che Sini su Bowilde da Clodia aveva preso il comando.
Ancora Siri schizza davanti, questa volta su Nabilia saura, nella quarta batteria ma Tavel Pontadour è troppo potente. Mette la freccia e passa, andando a vincere davanti ad Arri su Pressing.
Bellissima corsa (quinta batteria) per Andrea Coghe su Magic tiglio. Non sbaglia niente e rintuzza gli attacchi dall’esterno di Caria su Nobile Nilo.
L’ultimo posto libero (sesta batteria) per correre il Memorial Columbu lo prende Periclea: Caria con lei parte in testa e nessuno riesce a scalfire l’accoppiata. Secondo Giuseppe Zedde con Powell.
Al Memorial hanno dunque partecipato Mereu su Ondina, Arri su Qui pro quo, Migheli su Preziosa Penelope, Topalli su Tavel Pontadour, Coghe jr su Magic Tiglio e appunto Caria su Periclea. Ondina il primo giro è imprendibile, ma Caria presto passa in testa attaccato da Topalli su Tavel che giunge però alle sue spalle.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti - squalifica di 10 anni per Scompiglio

Messaggio  jabru il Mer Ott 02, 2013 11:17 am

Squalifica record per Bartoletti al palio di Asti
Il fantino è stato escluso dalla manifestazione per 10 anni. Non era mai stato preso un provvedimento così pesante
Siena, 1 ottobre 2013 — Squalifica record — la più consistente mai inflitta finora al palio di Asti — per il fantino Jonatan Bartoletti. La «sentenza» è stata resa nota ieri dal Comune, anche nel suo sito: 10 anni. Dunque un lungo arco di tempo fuori dalla manifestazione dopo l’infortunio al cavallo di Santa Maria Nuova, che è morto capottandosi al canape. L'episodio fatale, avvenuto il 15 settembre scorso e che destò grande clamore anche a livello nazionale, è stata oggetto di accertamenti che sono stati condotti dalla commissione tecnica che ha esaminato i filmati e le immagini. Alla luce di questi ultimi ha deciso di assumere un provvedimento durissimo nei confronti di Bartoletti, «il più severo adottato finora al palio di Asti per un fantino», dice Enzo Clerico, capitano del palio. Che unitamente al Magistrato Fabio Carosso e Michele Gandolfo, anche alla luce del regolamento, ha formulato la punizione annunciando che, in futuro, ci sarà «una severità di valutazione anche per minime infrazioni al regolamento».
Bartoletti, che si è sposato domenica scorsa, è già stato informato del provvedimento che lo terrebbe fuori da Asti per 10 anni. Non vuole ad oggi rilasciare commenti. Ma, stante la situazione, non è escluso che possa 'difendersi' da questa mazzata disciplinare.
Laura Valdesi da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Squalifiche pesanti

Messaggio  jabru il Mer Ott 02, 2013 11:21 am

ASTI E LEGNANO: SQUALIFICHE "STORICHE" PER BARTOLETTI E PUSCEDDU
News 01-10-2013


Con la decisione presa dal Capitano del Palio di Asti, Enzo Clerico, insieme ai Magistrati Fabio Carosso e Michele Gandolfo, il fantino Jonatan Bartoletti è stato squalificato per 10 anni dalla manifestazione piemontese. Il provvedimento è stato preso in seguito ai fatti che hanno portato alla morte del cavallo Mamuthones di Santa Maria Nuova, rione dove correva Bartoletti. A Legnano, invece, Valter Pusceddu è stato squalificato a vita mentre Andrea Coghe è stato ammonito. Queste decisioni sono state prese in seguito ai fatti avvenuti dopo la batteria nella quale Pusceddu e Coghe, che difendevano i colori delle avversarie La Flora e S.Martino, si erano reciprocamente strattonati e nerbati, fino ad arrivare ad una violenta rissa.

Francesco Zanibelli da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Chiusi: attestati ai Rioni, Contrade e terzieri

Messaggio  jabru il Mer Ott 16, 2013 6:56 pm

Chiusi: attestati a rioni, contrade e terzieri



A Chiusi la fine dell’estate ha portato con sè, come di consueto, anche la fine di un anno di eventi e manifestazioni legati alle contrade, ai rioni e ai terzieri cittadini; dopo lacrime amare di sconfitta e pianti invece di vittoria è arrivato da parte dell’amministrazione comunale di Chiusi il riconoscimento ufficiale ed istituzionale ai ragazzi che hanno alzato al cielo i propri colori durante l’estate. Nella sala del consiglio comunale il sindaco di Chiusi e la giunta comunale, alla presenza dell’intero consiglio hanno premiato con un attestato di merito la contrada del Granocchiaio, il terziere di Santa Maria ed il Rione del Borgo rispettivamente vincitori dei Ruzzi della Conca, del Palio delle Torri e del Palio dei Rioni di Montallese.
“Abbiamo voluto celebrare questa piccola, ma significativa cerimonia – dichiara il sindaco Stefano Scaramelli- per ribadire lo spirito di unione che c’è tra le varie parti della nostra Città. Le contrade, i terzieri ed i rioni di Montallese sono realtà importanti che si stanno consolidando sempre più e che riescono ad attrarre l’attenzione, la passione ed il lavoro anche dei nostri giovani che infatti sono sempre in prima linea nell’organizzare le varie feste estive. La premiazione in consiglio comunale è forse solo un piccolo gesto simbolico, ma che dimostra l’attenzione e la vicinanza degli amministratori verso le manifestazioni che contraddistinguono l’estate del nostro Comune”.
Primi ad essere premiati con il riconoscimento ufficiale del Comune gli spingitori Yannik Frigo, Mattia Bischeri Francesco Colombo ed il vice capitano Francesco Mancini del Rione di Borgo che il 6 agosto in una corsa rocambolesca è riuscito ad imporsi nel Palio dei Rioni di Montallese portando la propria rotoballa di fieno per primo al traguardo; per Montallese presente alla premiazione anche il presidente del comitato del palio dei rioni Giuseppe Trettel insieme ad altri atleti del rione (Niccolò Foderini, Gaia Bischeri, Costanza Mancini, Serena Rosati, Federico Sonia e Alessandro Svetoni, Catalin e Maddalina Maciuca). Ai ragazzi di Borgo sono seguiti Davide Forzoni, Fabio Pifferi, Paolo Ranieri, Tommaso Minetti e Luca Feri ovvero i ragazzi del presidente Stefano Rende e dell’allenatore Massimo Marchettini che con la contrada bianco/verde del Granocchiaio sono tornati a dominare e conquistare la 33° edizione dei Ruzzi della Conca segnando il 18° successo personale della contrada, strappato dalle mani degli ormai ex campioni della Fornace. Infine ad essere premiati, ma certo non per ordine di importanza, i ragazzi del terziere di Santa Maria che ancora una volta si sono imposti a fine giugno nel Palio delle Torri confermando il titolo conquistato lo scorso anno dopo un bel testa a testa con la contrada del Sant’ Angelo, superata solo nel finale. A ritirare il riconoscimento: Clara Cioncoloni, Michele Costantini, Gianmarco Annulli, Fabio Biancucci, Mattia Pelosi, Stefano Gherardi ed il priore Gianluca Tiribocchi.
Contrade, rioni e terzieri rappresentano dunque per la Città di Chiusi una vera e propria risorsa e la premiazione di pochi giorni fa in consiglio comunale ne è la conferma; i giovani rappresentano per Chiusi un futuro nel quale investire, un futuro però consapevole del passato dal quale si è venuti, un passato che rivive ogni anno grazie alla riscoperta dei valori, delle tradizioni e dei giochi popolari che Palio dei Rioni, Palio delle Torri e Ruzzi della Conca esprimono al meglio.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7406
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Correre fuori Siena

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum