Corse e paliotti

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Corse e paliotti

Messaggio  jabru il Ven Gen 03, 2014 8:16 pm

Silvano Mulas cerca il riscatto. Monterà a Buti in Pievania
Assestate le monte della prima corsa dell'anno
di Laura Valdesi
Mulas a luglio nella PanteraMulas a luglio nella Pantera


Siena, 2 gennaio 2013 - Silvano Mulas accetta la sfida di Buti per rilanciare la sua immagine uscita appannata dalle Carriere 2013. E lo fa indossando il giubbetto di Pievania, che pur avendo vinto nel 2012 non è certo sazia di successi. Anzi. Un’occasione importante, dunque, per il fantino su cui saranno puntati tutti gli occhi senesi e le strategie che inevitabilmente ruotano intorno alla (nostra) Festa. Al palio di Buti, che si corre il 19 gennaio, dovrà fare bene per mettere a tacere, da subito, le voci che insistono nell’evidenziare i suoi talloni di Achille, in primis lo spunto in partenza.


Il valzer di monte si è consumato nei mesi scorsi (in Pievania nel 2012 correva Virginio Zedde) ma qualcuno anche molto di recente. E ha fatto discutere. E’ il caso di Andrea Chessa che non indosserà il giubbetto di San Rocco, a cui aveva tolto la ‘cuffia’ lo scorso anno. Si è accasato in San Francesco. Rione, quest’ultimo, dove era però maturato un bel feeling con Roberto Filippini che, invece, è finito proprio in San Rocco. Mosse tutte da interpretare. Il fantino dell’edizione 2012 del palio di Buti per San Francesco (contrada che detiene il primato delle vittorie, ben 9), Cucinella, è stata la scelta verso cui si è orientata l’attuale ‘nonna’ della manifestazione, San Michele, che registra un unico centro, nel 1994. Saldo invece più che mai il rapporto fra Gianluca Fais e San Nicolao, a sorpresa nella Croce Angelo De Pau, assente dalla manifestazione da 20 anni. L’Ascensione punta invece su un nome conosciuto delle regolari, Gavino Sanna. Il mossiere? Dopo lo stop del 2013, ci sarà ancora Giancarlo Matteucci. Domenica 12 estrazione delle batterie, il 19 si corre.
La Nazione


Ultima modifica di jabru il Lun Mar 31, 2014 6:56 pm, modificato 1 volta
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asciano

Messaggio  jabru il Sab Gen 04, 2014 8:08 pm

Asciano, il panno del palio dei ciuchi ispirato alla via Lauretana
Asciano
Asciano
E’ la via Lauretana il soggetto a cui ispirarsi per la realizzazione del panno del palio dei ciuchi di Asciano per l’edizione 2014. A deciderlo l’Associazione delle Contrade che ha promosso il concorso per l’elaborazione del cencio. Il termine ultimo per presentare i bozzetti è il 5 aprile alle ore 12. Il tema a cui ispirarsi è “La via Lauretana, una strada per artisti e pellegrini?” identificando in tale tema l’intenzione di promuovere una nuova chiave di lettura per la valorizzazione storica, oltre che paesaggistica, delle Crete Senesi. Recenti studi hanno infatti permesso d’individuare nella via Lauretana il percorso di fede verso il Santuario di Loreto identificando ad Asciano uno dei punti di passaggio e ristoro per i pellegrini in cammino. Tra gli altri requisiti richiesti la rappresentazione dello stemma con i colori di tutte le sette contrade; dello stemma dell’Associazione delle Contrade e dello stemma del Comune di Asciano. Per tutta la modulistica necessaria e per consultare il bando www.contradeasciano.org.
Il bozzetto deve essere consegnato in plico sigillato,anonimo e contrassegnato da un numero di sei cifre a scelta del concorrente e può essere inviato tramite raccomandata A/R o presentato direttamente alla sede dell’Associazione delle Contrade all’indirizzo via Mazzini, 11 – 53041 Asciano c/o Valerio Casini. Ad esaminare i bozzetti sarà una commissione che entro il 20 aprile delibererà il bozzetto vincente e quindi l’incarico al concorrente per l’esecuzione del cencio. La commissione sarà composta da cinque elementi nominati dal Consiglio dell’Associazione delle Contrade di Asciano, facenti parte dell’Associazione stessa, di altre Associazioni paesane e enti/istituzioni locali. Il vincitore del bando si aggiudicherà un premio di 700 euro.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Comincia la stagione delle corse

Messaggio  jabru il Ven Gen 10, 2014 8:41 pm

CON IL PALIO DI BUTI STA PER INIZIARE LA STAGIONE DI CORSE
News 10-01-2014


Ci stiamo avvicinando a grandi passi al Palio di Buti, primo appuntamento ufficiale dell'anno per quanto riguarda i palii in giro per l'Italia. S.Rocco, la contrada vincitrice dello scorso anno, punterà su Roberto Filippini per bissare il successo del 2013. Silvano Mulas difenderà i colori di Pievania, vincitrice nel 2012 con Andrea Chessa che indosserà il giubbetto di S.Francesco. Invece S.Michele si affiderà ad Angelo Cucinella, già vincitore in tre occasioni a Buti. Il fantino di Ascensione sarà Gavino Sanna mentre S.Nicolao sceglie Gianluca Fais. Infine, farà il suo esordio a Buti Ireneo Cabiddu, il giovane allievo di Gigi Bruschelli, che sarà il fantino di La Croce. Ricordiamo che il Palio si terrà domenica 19 gennaio alle ore 14.30 e che a Buti si corre a sella con cavalli purosangue.

Francesco Zanibelli da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Buti

Messaggio  jabru il Lun Gen 13, 2014 8:02 pm

Buti, grandi manovre per le monte
Claudia Nerozzi dipinge il drappellone L’appuntamento domenica prossima 19 gennaio a cominciare dalle 14,30 12/Gennaio/2014 - 18:06 Lontana è la stagione del Palio,ma già si corre ed inizia il risveglio dell’interesse degli addetti ai lavori, a Siena come altrove. Domenica prossima il palio invernale di Buti, l'unico del panorama a corrersi "fuori stagione" aprirà la saga dei palii d'Italia. Come consuetudine, il palio più freddo d'Italia si correrà la domenica successiva a Sant'Antonio Abate protettore degli animali, quando sulla strada del paese in provincia di Pisa i sette rioni si sfideranno in un palio alla lunga moltodifferente rispetto al resto dei palii. Intanto, si tratta di un palio alla lunga, con i sette rioni che domenica saranno divisi in due batterie, mentre il settimo rione sarà considerato il favorito perché potrà giocarsi l'accesso in finale contro i due secondi classificati delle prime due batterie. A dare la mossa, per allineamento, ci sarà Giancarlo Matteucci.
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Buti e il suo palio

Messaggio  jabru il Dom Gen 19, 2014 9:36 pm

Palio di Buti, sfida anche a tavola
Antica corsa e percorso gastronomico. Palio di Buti, sfida anche a tavola (ANSA due giorni fa) -
BUTI (PISA), 16 GEN - L'appuntamento è per domenica prossima, ma l'attesa è già cominciata tra cene itineranti e profumo di trippa. Buti festeggia con il Palio delle Contrade, che insieme a quelli di Siena e di Asti, costituisce una delle corse a cavallo più antiche d'Italia. In gara le sette contrade del piccolo centro in provincia di Pisa per rinnovare una tradizione che risale al XVII secolo, quando in occasione dei festeggiamenti di Sant'Antonio Abate, protettore degli animali, venivano benedette le stalle del paese. L'antipasto, è proprio il caso di dire, della sfida a cavallo tra le contrade, è rappresentato dalla sfida a tavola lungo le strade del centro storico del paese, in un goloso percorso gastronomico che permette ai visitatori di gustare il meglio della cucina tradizionale toscana. Ogni sera fino a domenica in ognuna delle chiese che rappresentano le Contrade, viene celebrata una Messa seguita da una cena a base di specialità sempre diverse: fino al week end della festa di Sant'Antonio Abate quando in tutte le vie del paese sarà servita la trippa alla butese, piatto tipico locale a base di trippa di manzo cotta con salsicce, carote, fagioli e pomodoro. Sabato pomeriggio, invece, ci sarà la consueta presentazione dei fantini e del mossiere in piazza Garibaldi, seguita dalla cena nelle Contrade, mentre domenica alle 14.30 spazio al palio con un percorso in salita di circa 700 metri.(ANSA).
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Buti, vincono i biancazzurri

Messaggio  jabru il Dom Gen 19, 2014 9:39 pm

19 GENNAIO 2014 0
BUTI: IL PALIO E’ DELLA PIEVANIA, MA QUANTA ATTESA…
Anche la pioggia che dallo scorso venerdì continuava a cadere incessante dal cielo è sembrata fermarsi per un attimo per permettere l’esultanza dei contradaioli BIANCOAZZURRI nel momento in cui Silvano Mulas ha tagliato vittoriosamente il traguardo della 42^ edizione del palio di Sant’Antonio a Buti.

La grande emozione, l’esplosione di gioia dopo un solo anno di purgatorio hanno reso insensibili gli appassionati anche di fronte all’oscurità che andva via via infittendosi nell’attesa dell’ufficializzazione del risultato. Quest’ultima è giunta infatti ben dopo le 18, un’ora abbondante dopo la conclusione della finale che ha visto la Pievania prevalere sui rivali neroverdi dell’Ascensione e sui biancorossi di San Rocco. Il capocontrada Riccardo Serafiniin lacrime si è lasciato infine abbracciare dalla folla esausta dall’attesa.
L'ECO DEL MONTE E DEL PADULE
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palii e paliotti: le monte in giro per l'Italia

Messaggio  jabru il Sab Gen 25, 2014 8:43 pm

Per il palio di Asti il puzzle si completa
Valzer a Legnano Le monte in giro per l’Italia. Grandi manovre per gli appuntamenti fuori dai nostri confini ALARICO ROSSI 25/Gennaio/2014 - 17:18


Non manca molto all'inizio delle corse in provincia e i motori si stanno scaldando in vista degli appuntamenti che definirà il Comune di Siena. Ma molte occasioni di profilano oltre i nostri confini che daranno ottimi spunti. Con la decisione da parte del consiglio di amministrazione del palio di Fucecchio di organizzare il primo appuntamento per le corsedi primavera il 9 marzo prossimo, tra quaranta giorni ci saranno di nuovo cavalli e fantini al canape. Al momento Fucecchio sembra essere il luogo dove le strategie delle contrade sono un po' più indietro: non essendoci ingaggi ma la tratta, molti attenderanno l'assegnazione dei cavalli permuoversi. Fattori fondamentali saranno da considerare le squalifiche di Silvano Mulas e Francesco Caria che apriranno spiragli per due monte importanti, soprattutto nella Bernarda e nella Raimonda, che da due anni avevano puntato sui due fantini.
Resta saldo il rapporto tra Valter Pusceddue laTorre, vincitori dello scorso palio, mentre ci sarà lanovità di Luigi Bruschelli come fantino delle Botteghe. Proprio Trecciolino si è distinto nell'inverno per aver chiuso anche un altro ingaggio importante, ad Asti nel BorgoTanaro. In Piemonte grazie agli ingaggi sono state chiuse tutte le monte, salvo novità che nel corsodella stagione sono sempre possibili. La lotta è già apertissima. In Santa Maria Nuova "è arrivato il Conte" come recitava il manfesto rosa azzurro: Andrea Coghe sarà il prescelto per correre il palio. Il quadro piemontese vede la Torretta con Alessio Migheli, San Secondo con Dino Pes, Cattedrale con Silvano Mulas, Nizza Monferrato con Giovanni Atzeni detto Tittia, Voragine in San Marzanotto, Andrea Chessa a Moncalvo, FrancescoCaria in San Damiano, Don Bosco con Gianluca Fais, Baldichieri con Antonio Villella, Canelli con Alessandro Colombati, Montechiaro con Ruben Martin Ballestreros, Bighino in San Paolo, San Silvestro con la sorpresa dell'ultima ora Angelo De Pau, Gingillo in San Lazzaro, Andrea Mari in Santa Caterina, Viatosto con Riccardo Coppa, Sebastiano Murtas in Castell'Alfero, San Pietro con Andrea Farris, Maurizio Farnetani in San Martino San Rocco. A Legnano grandi manovre invista della prossima competizione, arriva la conferma per Dino Pes in San Domenico e per Gingillo in Sant' Erasmo, con Andrea Farris che sembra favorito per vestire il giubbetto della Flora. Primi movimenti che accendono il valzer che precede le due Carriere a Siena.
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Corse a Fucecchio

Messaggio  jabru il Gio Feb 20, 2014 8:25 pm

Corse a Fucecchio, ecco le date
S'inizia il 9 marzo. I cavalli hanno già iniziato ad allenarsi

Siena, 19 febbraio 2014 - Non ci sono solo le primarie Pd a tenere banco a Fucecchio. Una settimana prima delle elezioni del 24 maggio si correrà la 34esima edizione del Palio che sarà preceduta, da tradizione, dalle Corse di Primavera. Se le dodici contrade sono già in fermento per gli ingaggi delle cosiddette prime monte, Alessio Spinelli, oltre a essere candidato alle primarie, è anche assessore delegato al Palio e anticipa le date delle Corse di Primavera la prima delle quali sarà proprio il giorno delle primarie, il 9.


«Le altre due — spiega Spinelli — sono in programma domenica 6 aprile e lunedi 21, Pasquetta, con il Gp ‘Giuseppe Montanelli’ quest’anno dedicato al 50° del gruppo Fratres dei Donatori di Sangue cui si deve, peraltro, con l’allora presidente Tommaso Cardini l’idea di correre il Palio>


Anche la Buca D’Andrea ha già ripreso la propria attività. Negli scorsi fine settimana vi si sono svolti gli allenamenti dei cavalli che verranno iscritti alle corse di primavera, prima 8 e poi 13, a riprova del grande interesse che le scuderie non solo toscane hanno per la corsa fucecchiese. Il Cda del Palio ha intanto invitato i capitani e i presidenti delle contrade a discutere delle scelte organizzative da farsi nelle diverse occasioni, comprese quelle manifestazioni collaterali come «Il Palio in gioco», per i più piccoli, e la sfilata dei bambini delle contrade.
Giulio Panzani da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fucecchio - infortuni e cadute

Messaggio  jabru il Lun Mar 10, 2014 9:27 pm

Colombati: "Stavo per superare Nanneddu, poi è caduto, io dietro a lui"
Corse a Fucecchio con infortuni e cadute.
Battibecco fra Piccinnu e Coghe

di Laura Valdesi

Siena, 9 marzo 2014 — «Elias Mannucci è andato giù proprio quando sentivo che l’avrei raggiunto e superato con facilità. La cavalla stava bene. E io ero in formissima, si era visto già dalla prima corsa, al mattino». Fa un sospiro Alessandro Colombati quando ripensa al volo che gli è costato la frattura al braccio, un ginocchio gonfio  e un lungo stop che in questo momento della stagione proprio non ci voleva. E’ arrivato all’ospedale di Empoli, restando a lungo in pronto soccorso, «perché —  racconta il fantino — sono arrivate le persone cadute da un carro del Carnevale». Lì l’ha raggiunto anche la sua ragazza, venuta apposta da Legnano insieme ad altri rappresentanti della contrada di Sant’Ambrogio a vedere le corse a Fucecchio.
Senza conseguenze invece le cadute di Murtas  e di Migheli. Qualche problema nell’ultima corsa dei puri del mattino  al sistema di sgancio del canape che alla fine è stato lasciato più lente per consentire la batteria. Ecco  i risultati:
Prima corsa (mezzosangue)
Pusceddu vince con Quiquoquacistà, secondo Colombati su Noverre, terzo Topalli su Incantado. Era partito in testa Virginio Zedde su Esculapio, il cavallino di Pusceddu lo attacca, superandolo
Seconda corsa (mezzosangue)
Successo facile di Chessa su Moresu che va in testa. Dietro lottano Dino Pes su Quercino (terzo) e Giuseppe Zedde su Pole Position (secondo).   Due le mosse false.
Terza corsa (purosangue)
Una mossa falsa, Siri entra quando Enrico Bruschelli è di traverso. Milone li richiama dentro. Poi è buona. In testa Mari per un giro e mezzo ma  arriva terzo. Primo è Angioi, secondo Donatini.
Quarta corsa  (mezzosangue)
Viene spostato di rincorsa Offenzio  perchè aveva dato da fare al fantino  che non riusciva a fermarlo dopo aver compiuto diversi giri di pista.  Mari in testa fino agli ultimi 50 metri, poi passa Mereu con Bovskaja, primo, secondo Topalli di Djib, terzo Mari su Orafo.
Quinta corsa (purosangue)
Tempi lunghi per il via, problemi al sistema di sgancio.  Alla partenza Mari ancora  un fulmine,  ma alla fine è Mereu a vincere, davanti a Murtas, terzo Coghe jr. Partecipava Mulas con il mezzosangue Bomario.
Sesta corsa (mezzosangue)
Grandissima rimonta di Pacini che vince davanti a Coghe jr, protagonista di una buona prova. Terzo è Arri.
Settima corsa (mezzosangue)
Arri è ‘corsaro’ perché lotta con Migheli su Qui pro quo, in testa, che cade. Passa Pressing e va a vincere, davanti allo scosso. Terzo  è Chessa su Bonantonio, cade Murtas senza conseguenze.
Ottava corsa (mezzosangue)
Magic tiglio non lascia spazio, condotto da Coghe jr. Nonostante le frustate che Piccinnu su Ninos, l’inseguitore, assesta al battistrada che certo non ci sta a prenderle e ricambia. Una volta scesi da cavallo segue un battibecco. Terzo è Enrico Bruschelli su Mocambo.
Nona corsa (mezzosangue)
Migheli vola con Preziosa Penelope e vince, andando subito in testa. Uccheddu su Misano de Sedini è secondo, sul podio anche Siri con Plutarco.
Decima corsa (mezzosangue)
Bartoletti è un partente, inutile dubitarlo. E lo dimostra.  Però alla fine viene da dietro come un missile Murtas su Romantico baio che vince davanti a Minisini su Melantò e a Topalli su Tavel.
Undicesima corsa
Grave infortunio a Colombati, candono in tre. Schizza Guglielmi su Quieroz, secondo Siri su Quit Gold, terzo O sole mio bello montato da Ferrari.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fucecchio

Messaggio  jabru il Lun Mar 10, 2014 9:36 pm

Colombati: "Stavo per superare Nanneddu, poi è caduto, io dietro a lui"
Corse a Fucecchio con infortuni e cadute. Tutti i risultati/ GUARDA LE FOTO
FACCE DA CORSA
Battibecco fra Piccinnu e CogheBattibecco fra Piccinnu e Coghe

di Laura Valdesi

Siena, 9 marzo 2014 — «Elias Mannucci è andato giù proprio quando sentivo che l’avrei raggiunto e superato con facilità. La cavalla stava bene. E io ero in formissima, si era visto già dalla prima corsa, al mattino». Fa un sospiro Alessandro Colombati quando ripensa al volo che gli è costato la frattura al braccio, un ginocchio gonfio e un lungo stop che in questo momento della stagione proprio non ci voleva. E’ arrivato all’ospedale di Empoli, restando a lungo in pronto soccorso, «perché — racconta il fantino — sono arrivate le persone cadute da un carro del Carnevale». Lì l’ha raggiunto anche la sua ragazza, venuta apposta da Legnano insieme ad altri rappresentanti della contrada di Sant’Ambrogio a vedere le corse a Fucecchio.
Senza conseguenze invece le cadute di Murtas e di Migheli. Qualche problema nell’ultima corsa dei puri del mattino al sistema di sgancio del canape che alla fine è stato lasciato più lente per consentire la batteria. Ecco i risultati:
Prima corsa (mezzosangue)
Pusceddu vince con Quiquoquacistà, secondo Colombati su Noverre, terzo Topalli su Incantado. Era partito in testa Virginio Zedde su Esculapio, il cavallino di Pusceddu lo attacca, superandolo
Seconda corsa (mezzosangue)
Successo facile di Chessa su Moresu che va in testa. Dietro lottano Dino Pes su Quercino (terzo) e Giuseppe Zedde su Pole Position (secondo). Due le mosse false.
Terza corsa (purosangue)
Una mossa falsa, Siri entra quando Enrico Bruschelli è di traverso. Milone li richiama dentro. Poi è buona. In testa Mari per un giro e mezzo ma arriva terzo. Primo è Angioi, secondo Donatini.
Quarta corsa (mezzosangue)
Viene spostato di rincorsa Offenzio perchè aveva dato da fare al fantino che non riusciva a fermarlo dopo aver compiuto diversi giri di pista. Mari in testa fino agli ultimi 50 metri, poi passa Mereu con Bovskaja, primo, secondo Topalli di Djib, terzo Mari su Orafo.
Quinta corsa (purosangue)
Tempi lunghi per il via, problemi al sistema di sgancio. Alla partenza Mari ancora un fulmine, ma alla fine è Mereu a vincere, davanti a Murtas, terzo Coghe jr. Partecipava Mulas con il mezzosangue Bomario.
Sesta corsa (mezzosangue)
Grandissima rimonta di Pacini che vince davanti a Coghe jr, protagonista di una buona prova. Terzo è Arri.
Settima corsa (mezzosangue)
Arri è ‘corsaro’ perché lotta con Migheli su Qui pro quo, in testa, che cade. Passa Pressing e va a vincere, davanti allo scosso. Terzo è Chessa su Bonantonio, cade Murtas senza conseguenze.
Ottava corsa (mezzosangue)
Magic tiglio non lascia spazio, condotto da Coghe jr. Nonostante le frustate che Piccinnu su Ninos, l’inseguitore, assesta al battistrada che certo non ci sta a prenderle e ricambia. Una volta scesi da cavallo segue un battibecco. Terzo è Enrico Bruschelli su Mocambo.
Nona corsa (mezzosangue)
Migheli vola con Preziosa Penelope e vince, andando subito in testa. Uccheddu su Misano de Sedini è secondo, sul podio anche Siri con Plutarco.
Decima corsa (mezzosangue)
Bartoletti è un partente, inutile dubitarlo. E lo dimostra. Però alla fine viene da dietro come un missile Murtas su Romantico baio che vince davanti a Minisini su Melantò e a Topalli su Tavel.
Undicesima corsa
Grave infortunio a Colombati, candono in tre. Schizza Guglielmi su Quieroz, secondo Siri su Quit Gold, terzo O sole mio bello montato da Ferrari.
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fucecchio

Messaggio  jabru il Lun Mar 10, 2014 9:38 pm

.CORSE DI PRIMAVERA A FUCECCHIO: SPETTACOLO E DUELLI ACCESI TRA I FANTINI
News 09-03-2014


E' stata una giornata intensa a Fucecchio con il classico appuntamento delle Corse di Primavera. Dodici le corse in programma tra mezzosangue e purosangue anche se ne sono state disputate solo undici a causa di una caduta di gruppo avvenuta nell'undicesima corsa. Presenti numerose dirigenze senesi e appassionati provenienti da tutta Italia. Per i purosangue erano previsti tre giri di pista mentre per i mezzosangue due; mossiere era il legnanese Gennaro Milone. Nella prima corsa con cavalli mezzosangue, successo di Quiquoquacistà con Valter Pusceddu dopo un'ottima partenza di Esculapio da Clodia con Virginio Zedde; al secondo posto Noverre con Alessandro Colombati mentre al terzo Incantado con Adrian Topalli. La seconda corsa, ancora con cavalli mezzosangue, è stata caratterizzata dall'assolo del sempre positivo Moresu con Andrea Chessa che hanno preceduto Pole Position con Giuseppe Zedde e Quercino con Dino Pes. La terza corsa con cavalli purosangue ha visto il successo di Suerte con Giuseppe Angioi dopo un testa a testa appassionante con Regina montata da Massimo Donatini, terzo Bettini con Andrea Mari, alla prima uscita dopo l'infortunio patito nel Palio di Luglio dello scorso anno. Nella quarta corsa con cavalli mezzosangue è stata Bovskaja da Clodia con Simone Mereu a vincere nonostante un'ottima partenza di Orafo con Andrea Mari che alla fine ha concluso al terzo posto; secondo Djib con Adrian Topalli. Nella quinta corsa con cavalli purosangue, ancora un successo per Simone Mereu su Imperatore da Clodia, secondo Jack con Sebastiano Murtas, terzo Zietto con Andrea Coghe. La sesta corsa, l'ultima della giornata con i purosangue, ha visto il successo in rimonta di Pisellino con Jacopo Pacini che hanno preceduto Signor Nelson con Andrea Coghe e Quaresima con Federico Arri. Nella settima corsa vittoria per Pressing de Mores con Federico Arri, che ha avuto la meglio sullo scosso Qui Pro Quo con Alessio Migheli, caduto in corsa, e su Bonantonio da Clodia con Andrea Chessa. Bellissima l'ottava corsa con cavalli mezzosangue in cui si è visto un appassionante duello tra Magic Tiglio con Andrea Coghe e Nino's con Giuseppe Piccinnu che hanno dato vita ad uno scambio di nerbate nella dirittura d'arrivo con Andrea Coghe che ha avuto alla fine la meglio con grinta, terzo Mocambo con Enrico Bruschelli. Da segnalare in questa corsa la caduta di Sebastiano Murtas da Quintana. La nona corsa, con cavalli mezzosangue ha visto l'agevole successo di Preziosa Penelope con Alessio Migheli, secondo Misano de Sedini con Michele Uccheddu, terzo Plutarco de Bonorva con Antonio Siri. Nella decima corsa ottima la partenza di Quarisma con Jonatan Bartoletti ma è stato Romantico Baio con Sebastiano Murtas a vincere la corsa in rimonta, secondo Melantò de Aighenta con Luca Minisini, terzo Tavel Pontadour con Adrian Topalli che all'arrivo si è reso protagonista di un bello scambio di nerbate con Murtas. L'undicesima corsa è stata infine vinta da Quieroz con Federico Guglielmi, secondo Antonio Siri con Quit Gold, terzo O'Sole Mio Bello con Francesco Ferrari; da segnalare in questa corsa una caduta di gruppo nelle retrovie che ha coinvolto molti cavalli e fantini e che ha indotto l'organizzazione a non disputare la dodicesima ed ultima corsa. Il prossimo appuntamento con le corse a pelo è previsto il 13 marzo con le corse ad Asti.


Francesco Zanibelli da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti: i giovani sfidano i big

Messaggio  jabru il Sab Mar 15, 2014 9:11 pm

Asti, i giovani sfidano i big nelle corse di domenica
Alle batterie partecipano anche Brio e Bruschelli, sia padre che figlio, insieme ad Arri e Chessa

di Laura Valdesi

Siena, 14 marzo 2014 — Giovani che vogliono mettersi in evidenza, come Federico Arri ed Enrico Bruschelli, big che colgono l’occasione per ‘registrare’ lo stato di forma: è il caso di Brio e Trecciolino. Tutti in trasferta ad Asti, domani, per il primo appuntamento della stagione in Piemonte con le corse al ‘Censin Bosia’. S’inizia alle 14,30 con batterie secche. All’ultimo momento è stato deciso di non inserire i mezzosangue, per cui in pista le dirigenze che affronteranno la lunga tarsferta troveranno solo i puri. Mancherà all’appello Alessio Migheli (trattenuto a Siena da un febbrone), mentre ci saranno Andrea Chessa, Bandini, come detto Arri e Mari, Bruschelli junior e senior, Sandro Chiti e Sebastiano Murtas, Andrea Coghe viene dato fra i partenti, ci sarà Andrea Farris. Mossiere sarà Gagliardi, l’appuntamento successivo ad Asti è fissato per l’11 maggio.

Sei le batterie, l’ultima alle 17.
Prima
Chessa, Saccu, Chiavassa, Cavatore, Di Piazza, Mari
Seconda
Bandini, Piras, Arri, Chiavassa, Ferrero, Mari
Terza
Bruschelli, Arri, Salvatore Lo Manto, Chiti, Bandini, Coppa
Quarta
Calvaccio, Arri, Piras, Cavatore, Chiti, Bruschelli
Quinta
Murtas, Calascio, Bandini, Salvatore Lo Manto, Coghe jr
Sesta
Farris, Piras, G. Lo Manto, Saccu, Arri, Bandini
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Asti - "Memorial Gambino"

Messaggio  jabru il Lun Mar 17, 2014 8:55 pm

SEBASTIANO MURTAS VINCE IL "MEMORIAL GAMBINO" AD ASTI
News 17-03-2014

Primo appuntamento dell'anno con le corse allo Stadio Censin Bosia di Asti. In programma cinque corse secche e il Memorial Gambino; mossiere Antonio Gagliardi. Dovevano esserci anche delle corse per cavalli mezzosangue ma l'organizzazione ha optato per i soli purosangue. Nella prima corsa secca è stato Andrea Mari su Lenoir a vincere, al secondo posto Andrea Chessa con Pandora mentre al terzo Nicholas Saccu con La Campagnola. Nella seconda corsa secca ancora un successo per Andrea Mari, questa volta sul cavallo Lo Stesso. La corsa è stata molto lottata ma alla fine Brio ha avuto la meglio nonostante gli attacchi di Claudio Bandini con Prendimi e di Piras con Amanda Knox, giunti rispettivamente al secondo e al terzo posto. La terza corsa secca è stata caratterizzata da numerose partenze false e ha visto la facile vittoria di Giacomo Lo Manto con Bella Stella che hanno preceduto Claudio Bandini con Cinepresa e Alessandro Chiti su New Generes. La quarta corsa ha visto invece il successo di Donato Calvaccio con Jenny E' Pazza, secondo Claudio Bandini con Marchesa, terzo Piras con Mare D'Inverno. Il Memorial Gambino è stato caratterizzato dal bel duello tra Donato Calvaccio con Django e Sebastiano Murtas con Jack che alla fine hanno avuto la meglio; terzo Giacomo Lo Manto con Aron. Nella quinta corsa secca (l'ultima della giornata) successo per Federico Arri su George, al secondo posto Claudio Bandini su Qui mentre al terzo Andrea Farris con Volta Buona. E' stato dunque un appuntamento di corse interessante e che ha visto un Andrea Mari in grande spolvero. Il prossimo appuntamento con le corse a pelo è previsto domenica 23 marzo al Centro Ippico Etrea di Busto Arsizio (Va).
Francesco Zanibelli da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

A Torrita il palio dei somari

Messaggio  jabru il Dom Mar 23, 2014 7:22 pm

A Torrita di Siena è il giorno del palio dei somari

Finalmente il grande giorno è arrivato! E anche se gli organizzatori del 57° Palio dei Somari di Torrita di Siena e tutti i contradaioli non possono fare a meno di guardare con una certa preoccupazione alla situazione meteorologica, purtroppo poco promettente, l’attenzione è ugualmente concentrata sul copione della manifestazione.



Gli ingredienti ci sono tutti, a cominciare dal rispetto e dalla profonda devozione dei torritesi verso S.Giuseppe, il patrono dei falegnami, in onore del quale proprio questa categoria di artigiani, allora prevalente nel territorio del comune, alla fine degli anni ’60 decise di organizzare una festa che riunisse il paese e al tempo stesso offrisse un’occasione di svago alla popolazione.



Le otto contrade giungono preparatissime all’appuntamento, ciascuna con l’orgoglio di presentare il corteo storico più elegante, i migliori tamburini e sbandieratori, l’offerta gastronomica più invitante e soprattutto con la convinzione di poter puntare al successo, rappresentato dal panno dipinto dall’artista Daniele Righi Ricco.



Le speranze di vittoria sono affidate in parte al sorteggio, che distribuirà i somari provenienti da un allevamento di Roccastrada, in parte ai fantini: sul tufo si vedrà una sola novità assoluta, il versiliese Francesco Ferrari, per la Stazione. Giubbino inedito per Jonathan “Rafia” Guerri, che dopo una lunga militanza con Refenero, approda a Porta a Pago. A distanza di tre anni da un’apparizione nello “straordinario” del 2011 torna Roberto “Bacchino” Goracci, ovviamente per Le Fonti, la sua contrada, con cui ha vinto ben quattro volte, tutte nel primo decennio del terzo millennio. Confermati, infine, il sempre temibilissimo Andrea “Drago” Peruzzi (Cavone), Mirco “Trombino” Pieroni (Porta a Sole), Mirko “Baturlo” Ciancagli (Porta Gavina), Alessandro “Cobra” Guerrini, detentore degli ultimi due successi con Porta Nova, e Giacomo “Granocchia” Ciancagli per Refenero, la nonna del palio di Torrita, a secco di affermazioni dall’ormai remoto 1985.



Immutabile il programma di una lunga domenica dal ritmo intenso e in costante crescendo. Domenica mattina (23 marzo), già alle 9.00, le comparse delle contrade si presenteranno in Piazza Matteotti provenienti dai rispettivi territori, e alle 9.30 parteciperanno alla celebrazione della Messa nella chiesa delle S.S. Flora e Lucilla.

Al termine della celebrazione religiosa saranno i tamburini e sbandieratori, con la propria esibizione, a riempire la cittadella medievale di suoni e colori; poi, alle 11.45, partirà il corteo storico che rievocherà la vita del 1400, quando Torrita era saldamente fedele alla Repubblica Senese. La passeggiata si concluderà nella piazza del Gioco del pallone dove è allestito il campo di gara, ovvero l’anello di tufo che ospiterà la folle carriera a dorso di somaro circondato dalle ampie tribune per gli spettatori.



Quell’area diventerà l’unico scenario del programma pomeridiano: le contrade in corteo ed il drappellone vi accederanno dalle 15.30 e dalle 16.00 avrà inizio la competizione.

Quattro batterie ad eliminazione diretta (Porta a Sole – Refenero; Stazione – Porta a Pago; Le Fonti – Cavone e Porta Gavina – Porta Nova) designeranno altrettante sicure finaliste; la quinta contendente scaturirà dal repechage delle perdenti. E così in cinque, per quattro giri “a vita persa”, si giocheranno la vittoria. Impossibile il pronostico, sicura la previsione di quello che si verificherà dopo l’arrivo della finalissima, con un popolo impazzito per la gioia di aver conquistato il palio e follemente innamorato del fantino e del proprio somaro.
SienaNews
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Torrita

Messaggio  jabru il Lun Mar 24, 2014 9:47 pm


Palio dei somari, Spighetto e Nuvola portano il drappo nel rione Stazione

In una Torrita di Siena vestita a festa in tanti hanno seguito le fasi finali della corsa


24/marzo/2014 - 09:33



Palio dei somari, Spighetto e Nuvola portano il drappo nel rione Stazione


La contrada della Stazione, con il trentatreenne fantino di Forte dei Marmi Francesco “Spighetto” Ferrari, ha vinto il 57˚ Palio dei Somari di Torrita di Siena. In groppa al somaro Nuvola, Ferrari, all'esordio sul tufo di Torrita, ha dominato la corsa decisiva, prevalendo nettamente sulle altre finaliste Porta Nova, Le Fonti, Refenero e Porta Gavina, che mai sono riuscite ad insidiare la sua netta supremazia. Il fantino versiliese è stato più forte anche del maltempo che, dopo una vigilia all’insegna della variabilità, proprio al momento della carriera ha colpito la Valdichiana prima sotto forma di leggera pioggia e poi con acquazzoni e addirittura con un'abbondante grandinata, accompagnata da un bruscoe sensibile calo della temperatura.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 24 marzo 2014
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Monteroni

Messaggio  jabru il Lun Mar 31, 2014 6:57 pm

Monteroni, i big non deludono ma i giovani li insidiano


Tutti i risultati delle corse


Siena, 30 marzo 2014 - Ambrosione ha fatto scuola.  Basta ascoltare le parole del mossiere gennaro Milone, legnanese, per trovare conferma. "Aspetta rincorsa". "Adesso puoi entrare".  E ancora: "Un po' di collaborazione". Alle orecchie senesi è sembrato di sentire appunto Ambrosione ripetere ai fantini come ci si comporta. Una curiosità nella giornata di corse all'insegna di bel tempo - era caldissimo - divertimento (la quinta corsa è stata la migliore ma qualche spunto si è visto anche nelle altre)  e anche voglia di staccare  con la routine dei problemi. Il Siena poi aveva già giocato per cui, nel pomeriggio, la tribuna era stracolma e anche il passeggio non mancava.

Ecco i risultati delle corse nel dettaglio

Prima

Vince Mereu su Renalzos, venendo ampiamente da dietro, secondo è Caria su Romanzo Peranna, terzo Angioi su Quasas.

Seconda

Fasi convulse della partenza, i fantini (vedi Bartoletti e Mereu, anche Chessa) battagliano per le posizioni migliori.  La rincorsa non entra ancora, qualcuno dalla tribuna grida: "Chiamalo!" Due le cadute alla prima curva: Pusceddu e Murtas. Vince Chessa su Quaker, secondo Bartoletti su Pasteur, terzo Uccheddu su Number one

Terza

Parte in testa Siri che va a vincere. Lo insidiano Carboni all'interno e Coghe li tallona. Giannetti si mette in evidenza mostrando di avere grintatanto da agguantare il terzo posto su Quocco.  

Quarta  

Partono bene Arri e Mari ma è quest'ultimo ad andare in testa. All'esterno ci prova Bruschelli junior. L?ordine dia rrivo è Mari, Arri e Villella

Quinta

Bellissima corsa vinta da Virdis su Pathos mentre Bartoletti è terzo con Novanata, secondo Chiti su Occolè.

Sesta

Vince Villella, secondo è Pusceddu, terzo Mureddu su Quarzo blu

Settima

Bellissima galoppata di Gingillo che fa il vuoto dietro anche se c'è una bella lotta per le altre posizioni. Battaglia Coghe jr, anche Angioi. Alla fine è quest'ultimo ad arrivare secondo, terzo Mari

Ottava

Enrico Bruschelli sugli scudi: vince bene e lotta nella batteria che vede arrivare dietro di lui Mari su Quietness e Topalli.

Nona

Assolo di Mari su Orafo che vola e insieme vincono in scioltezza. Secondo è Pacini su Leppidoro, terzo Mureddu su Quanto vali.

Decima

Arri mostra i denti e a farne le spese è Giuseppe Zedde, battuto sul palo e colpito dal giovanissimo della scuderia di Bastiano con una frustata

Undicesima

In testa va Pacini, l'attacca all'esterno Columbu ma viene fuori bene Alessio Migheli che vince. Secondo Pacini, terzo Columbu

Dodicesima

Corsa per i purosangue che vede vincere Sanna.

Tredicesima

Bella corsa di Coghe jr su Magic Tiglio che non viene scalfito dalle schermaglie nelle retrovie. Secondo giunge Bartoletti su Odorico, terzo è Quazz   Demanu montato da Topalli

Da segnalare le nerbate Murtas-Topalli.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Monteroni: splendido Magic Tiglio

Messaggio  jabru il Lun Mar 31, 2014 7:02 pm


Magic Tiglio e Brio in splendida forma.
Anche Gingillo ok

Frustate al canape tra Murtas e Topalli. Enrico Bruschelli vince per la prima volta con Quintiliano


31/marzo/2014 - 09:29



Magic Tiglio e Brio in splendida forma. Anche Gingillo ok


Magic Tiglio, Andrea Mari, Giuseppe Zedde, Enrico Bruschelli. Sono i principali protagonisti della riunione di corse di Monteroni che hanno visto una full immersion lunga una giornata intera. Magic Tiglio è stato montato alla grandissima dal giovane Andrea Coghe che ha ottenuto con il cavallo di scuderia di Massimino la seconda vittoria in un mese dopoquella di Fucecchio, domenica difendendosi dagli attacchi di un ottimo Odorico con Jonatan Bartoletti. Andrea Mari ha invece dimostrato che l’infortunio è solo un lontano ricordo: lo score della giornata segna tre vittorie (una con lo strepitoso Orafo) e un secondo posto, nella corsa che ha sancito la prima vittoria in provincia di Enrico Bruschelli. Il figlio di Trecciolino ha vinto alla grande sul perfetto Quintiliano, cavallo di scuderia Milani allenato da Giosuè Carboni e Luca Minisini che sta interessando tantissimi in vista della stagione di Palio. Per Gingillo invece è stata una giornata di successi, di cui uno sul palo ne confronti di Federico Arri. Ma le tredici corse della giornata hanno riservato anche tantissime altre emozioni. In particolare, nell’ultima corsa che ha visto vincitore Magic Tiglio, nelle lunghe operazioni tra i canapi si è assistito ad un lungo scambio di frustate tra Adrian Topalli e Sebastiano Murtas.

Servizio integrale nel Corriere di Siena del 31 marzo 2014



avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Corse a Monteroni

Messaggio  jabru il Lun Mar 31, 2014 7:09 pm

CORSE A MONTERONI: CADUTE E "SCHERMAGLIE" TRA I FANTINI

News 30-03-2014




In una bellissima domenica di sole si sono svolte 13 corse allo Stadio Comunale di Monteroni d'Arbia: 9 per i mezzosangue mentre 4 riservate ai cavalli purosangue. Nel ruolo di mossiere si sono alternati prima Gennaro Milone e poi Angelo Depau. Nella prima corsa con cavalli mezzosangue ha vinto in rimonta Simone Mereu con Renalzos, secondo Francesco Caria con Romanzo Peranna, terzo Giuseppe Angioi con Quasas. Da segnalare l'assenza in questa corsa del cavallo Reverenda Madre. Molto “movimentata” la seconda corsa con cavalli mezzosangue che è stata vinta da Andrea Chessa su Quaker nonostante l'ottima partenza di Jonatan Bartoletti con Pasteur; terzo Michele Uccheddu con Namber One. Da segnalare in questa corsa le cadute di Valter Pusceddu da Quo Vadix e di Sebastiano Murtas da Pedrot. Nella terza corsa, ancora con cavalli mezzosangue, c'è stato l'assolo di Antonio Siri con Quit Gold nonostante gli attacchi di Giosuè Carboni con Queen Winner e di Alessio Giannetti con Quocco. La quarta corsa, la prima con cavalli purosangue, è stata caratterizzata dalla vittoria di Andrea Mari (apparso in ottima forma) con Calvi, secondo Federico Arri con Quaresima, terzo Antonio Villella su Romano; assente il cavallo Suerte. Nella quinta corsa sono tornati protagonisti i mezzosangue ed è stato Virdis con Phatos De Ozieri a  vincere nei confronti di Alessandro Chiti con Occolè e di Jonatan Bartoletti con Novanta, rispettivamente secondo e terzo. Antonio Villella con Qustu Puru ha vinto in rimonta la sesta corsa riservata ai mezzosangue, secondo Valter Pusceddu con Quimper, terzo Gianluca Mureddu con Quarzo Blu. Molto facile il successo di Giuseppe Zedde su Shuttle che hanno fatto il vuoto nella settima corsa con i purosangue; al secondo posto Giuseppe Angioi con Dada mentre al terzo Andrea Mari con Gazza La Randa. Nell'ottava corsa con i mezzosangue, successo per Enrico Bruschelli su Quintiliano che ha dovuto fronteggiare l'attacco di Andrea Mari su Quietness, terzo Adrian Topalli con Istrix. Secondo successo di giornata per Andrea Mari con Orafo nella nona corsa per mezzosangue; inutili gli attacchi di Jacopo Pacini con Leppidoro e di Gianluca Mureddu con Quanto Vali. Nella decima corsa riservata ai purosangue, seconda vittoria di giornata per Giuseppe Zedde con il cavallo Biliardino, secondo Federico Arri su Giorgio, terzo Sebastiano Murtas con Jack Russell. Molto bella l'undicesima corsa per purosangue con un emozionante testa a testa tra Jacopo Pacini con Pong e Alessio Migheli con Cabronsita che alla fine hanno avuto la meglio, terzo Massimo Columbu con Marte; assente il cavallo Il Corvo. La dodicesima corsa per mezzosangue è stata vinta con una bellissima rimonta da Sanna con Powell, secondo Salvo con Opinione di Gallura, terzo Giosuè Carboni con Porto Alabe. Molto laboriosa la mossa della tredicesima ed ultima corsa con cavalli mezzosangue a causa dello scambio di frustate tra Adrian Topalli e Sebastiano Murtas. Alla fine è stato Andrea Coghe con Magic Tiglio a vincere, secondo Jonatan Bartoletti con Odorico, terzo Adrian Topalli con Quazz Demanu; assente in questa corsa Nespolo De Bonorva.

Francesco Zanibelli da OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Centro ippico ETREA

Messaggio  jabru il Lun Mar 31, 2014 7:11 pm


CORSE AL CENTRO IPPICO ETREA: ANTONIO SIRI VINCE IL GRAN PREMIO IL BARBERO

News 30-03-2014




Molto intensa la giornata di corse riservate ai cavalli purosangue che si sono disputate ieri al Centro Ippico Etrea di Busto Arsizio (Va). Il programma prevedeva tre corse secche al mattino e nel pomeriggio il Gran Premio Il Barbero con tre batterie e la finale; mossiere Gennaro Milone. Nella prima corsa secca bella vittoria in rimonta di Dino Pes con Freccia Nera, secondo Silvano Mulas, con Giorgina, terzo Claudio Bandini con Bandito. Nella seconda corsa secca vittoria per Alessandro Chiti con Vitalità che ha mantenuto la testa dall'inizio alla fine della seconda corsa, secondoDino Pes con Albertina, terzo Piras con Mare D'Inverno. La terza corsa , il Trofeo Legnanonews, ha visto il successo dell'accoppiata vincitrice al Palio di Legnano dello scorso anno per i colori di San Domenico cioè quella formata da Dino Pes e dal cavallo Guglielminoche hanno preceduto Donato Calvaccio con Pluto e Tiziano Raffero con Il Tizzy. Nel pomeriggio attimi di paura durante la seconda batteria del Gran Premio per la la caduta di Dino Pes che fortunatamente non ha riportato gravi conseguenze. La finale del Gran Premio ha visto invece l'ottima partenza di Giovanni Atzeni che però ha dovuto fermare per un problema al cavallo; è passato quindi in testa Andrea Farris, seguito da Donato Calvaccio e da Antonio Siri che, con un ultimo giro formidabile, è riuscito poi a prendere la testa e a conquistare la vittoria; al secondo posto Andrea Farris mentre al terzo Simone Mereu.

Francesco Zanibelli da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fucecchio

Messaggio  jabru il Ven Apr 04, 2014 2:53 pm

Siena, 3 aprile 2014 — Ci sono tutti. In pista nella «Buca» di Fucecchio, domenica, Atzeni, Bartoletti e Giuseppe Zedde, Murtas e Mari, Caria e Siri, Minisini e Migheli. E ancora: Dino Pes, Pusceddu, Carboni, Chessa e Pacini, gli astri emergenti come Coghe jr, le nuove leve quali Enrico Bruschelli. Persino Ricceri, che in Francia ha fatto fortuna, è a cavallo per la kermesse più importante della stagione che attirerà gli staff Palio al completo.
S’inizia la mattina con quattro corse secche dei mezzosangue, si riprende il pomeriggio con le quattro batterie del Gran Premio, seguite da due corse di purosangue in attesa della finalissima fissata per le 17,30. Undici in tutto.
Prima (ore 10,30)
Pressing de Mores (Bartoletti), Nespolo (G.Zedde), Bonantonio (Pusceddu), Quinto Ario (Murtas), Narcisco (Chessa).
Seconda (ore 11)
Quieroz (Guglielmi), Quarzo secondo (Caria), Pole position (G.Zedde), Pedrot (E.Bruschelli), Leppidoro (Pacini), Nino’s (Pusceddu)
Terza (ore 11,30)
Pranu Raffieli (Coghe jr), Nottifrimmesmai (Topalli), Misteriosu (Donatini), Nadir (Pusceddu), Quindigiu (G.Zedde), Porto regal (Pacini)
Quarta (ore 12)
Powell (G.Zedde), Pala (Coghe jr), Ivanov (Chiti), Quo Vadix (Pusceddu), Romanzo Peranna (Caria), Ramona Dancing (Giannetti)
Gran premio
1° batteria (14,30)
Bovskaja (Mereu), Quella rosa (Caria), Quintana (Murtas), Prova d’Amore (Carboni), Manioca (Coghe jr), Plutarco (Siri).
Seconda batteria (ore 15)
Tavel (Topalli), Nabilia (Siri), Quemasca (Carta), As Polidor (Columbu), Nity dea (Pusceddu), Pazzoso (Ricceri), Melantò (Minisini)
Terza batteria (ore 15,30)
Romantico baio (Murtas), Quintana Roo (Ricceri), Questione d’amore (Carboni), Quiquoquacistà (Pusceddu), Quercino (Pes), nanneddu (Migheli)
Quarta batteria (ore 16)
Djib (Topalli), Pasteur (Bartoletti), Bomario (Mulas), Quocco (GGiannetti), Nunteregghepiù (Chessa), Fata Bombolina (Ferrari).
Corsa purosangue (16,30)
Coghe jr, Atzeni, Mereu, Migheli, Donatini
Corsa purosangue (ore 17)
Migheli, Columbu, Atzeni, G. Zedde, Mari, E.Bruschelli, Pacini
La.Valda da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fucecchio

Messaggio  jabru il Lun Apr 07, 2014 8:02 pm

Corse bollenti ieri a Fucecchio: lite Ricceri-Murtas


La terza batteria del Gran Premio rallenta di un'ora il programma della giornata
LASTAGIONE SI SCALDA


Siena, 6 aprile 2014 - A tenere banco alle corse ieri a Fucecchio è stata la lite con conseguente parapiglia che ha visto protagonisti Ricceri e Murtas. Ha allungato il programma della manifestazione di circa un'ora. L'episodio rischia di avere ripercussioni anche sugli ingaggi per il palio di fine maggio visto che è scattata la squalifica per la giornata di entrambi i fantini.

Per la cronaca, il Gran Premio è stato vinto da Topalli davanti a Giannetti.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fucecchio

Messaggio  jabru il Lun Apr 07, 2014 8:13 pm


CORSE A FUCECCHIO: NERVI TESI E MOSSE LUNGHE

News 07-04-2014




Nuovo appuntamento ieri a Fucecchio con le Corse di Primavera. Il programma prevedeva al mattino quattro corse secche con cavalli mezzosangue mentre nel pomeriggio Il Gran Premio Donatori di Sangue con le quattro batterie e la finale, più due corse con cavalli purosangue; mossiere Renato Bircolotti. Nella prima corsa secca erano protagoniste alcune accoppiate che probabilmente vedremo al Palio di Ferrara. E' stato Andrea Chessa con Narcisco a vincere dalla posizione di rincorsa, secondo Jonatan Bartoletti con Pressing de Mores, terzo Valter Pusceddu con Bonantonio da Clodia. Bel successo di Jonatan Bartoletti con Pasteur nella seconda corsa secca che hanno preceduto rispettivamente Valter Pusceddu con Nino's e Francesco Caria con Quarzo Secondo. La terza e la quarta corsa secca hanno visto protagonista la scuderia di Giuseppe Zedde: nella terza corsa lo stesso Giuseppe Zedde ha condotto al successo Quindigiu, secondo Adrian Topalli con Nottifrimmesmai, terzo Giuseppe Piccinnu su Nadir de Mores mentre nella quarta corsa secca Virginio Zedde ha vinto con Powell nei confronti di Antonio Siri con Questione d'Amore e di Alessandro Chiti con Ivanov. Il pomeriggio è iniziato con la prima delle cinque batterie del Gran Premio: per ogni batteria avevano accesso alla finale i primi due cavalli classificati. Nella prima batteria hanno avuto accesso alla finale Quintana con Sebastiano Murtas che hanno mantenuto la testa fino alla fine e Plutarco de Bonorva con Antonio Siri che, con un grande spunto dalla posizione di rincorsa, sono riusciti a ottenere l'ultimo posto utile per la finale rendendo vani i tentativi di Quella Rosa con Francesco Caria. La seconda batteria è stata molto laboriosa per il mossiere Bircolotti a causa del nervosismo del cavallo Nity Dea che ha provocato per due volte la caduta al canape del proprio fantino Piccinnu e che alla fine è stato ritirato. La batteria è stata vinta in scioltezza da Tavel Pontadour con Adrian Topalli mentre al secondo posto è arrivato Melantò de Aighenta con Luca Minisini. La mossa della terza batteria è stata ancora più difficoltosa della precedente a causa della rissa con protagonisti Alberto Ricceri e Sebastiano Murtas che, dopo l'episodio a Monteroni d' Arbia con lo scambio di frustate con Adrian Topalli, è rimasto ancora una volta coinvolto in un litigio con un altro fantino. Ricceri al canape ha iniziato a frustare Murtas che, forse inizialmente sorpreso, ha poi risposto. A nulla è servito l'intervento del mossiere che è sceso in pista per cercare di calmare gli animi visto che poco dopo i due, dopo altre frustate, sono scesi da cavallo passando alle vie di fatto e coinvolgendo anche altre persone che sono intervenute in difesa dei due “litiganti”. Il risultato è stato che l'organizzazione ha escluso Ricceri e Murtas dalla batteria a causa del loro comportamento “poco etico” e che i due fantini sono stati sostituiti rispettivamente da Andrea Coghe e da Enrico Bruschelli; lo stesso Murtas è stato escluso anche dalla disputa della finale. E' stato poi Nanneddu con Alessio Migheli a vincere la batteria e a conquistarsi l'accesso alla finale, insieme a Romantico Baio con Enrico Bruschelli. La quarta ed ultima batteria ha avuto uno svolgimento più “lineare” con la vittoria di Djib con Adrian Topallie il secondo posto di Misano de Sedini con Elias Mannucci. In attesa della finale, si sono poi svolte due corse con cavalli purosangue: nella prima successo di Elias Mannucci con Carboncita nei confronti di Balù con Alessio Migheli mentre nella seconda è stato lo stesso Migheli con Pajarito a vincere su Giovanni Atzeni con Dade; da segnalare nella seconda corsa la caduta del fantino Barbero da Stellata. La finale del Gran Premio ha visto l'ottima partenza di Alessio Giannetti con Romantico Baio ma alla fine è stato Adrian Topalli su Tavel Pontadour, con un fenomenale spunto, a conquistare la vittoria; da segnalare lo scambio di nerbate in corsa tra Topalli e Giannetti.

OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fucecchio: Murtas e Ricceri squalificati

Messaggio  jabru il Gio Apr 10, 2014 7:42 pm


SEBASTIANO MURTAS E ALBERTO RICCERI SQUALIFICATI A FUCECCHIO PER TUTTO IL 2014

News 10-04-2014




La decisione era nell'aria ma adesso c'è l'ufficialità: Sebastiano Murtas e Alberto Ricceri sono stati squalificati a Fucecchio fino al 31 dicembre 2014 e non potranno quindi partecipare al Palio che si correrà il prossimo 18 maggio. Il provvedimento è stata preso dal Cda dell'Associazione Palio delle Contrade. I due fantini non potranno partecipare neppure al Gran Premio di Pasquetta del 21 aprile e potranno correre di nuovo a Fucecchio solamente a partire dal 2015. Ricordiamo che domenica scorsa Murtas e Ricceri, durante la mossa di una batteria del Gran Premio, nonostante i ripetuti richiami del mossiere, hanno iniziato a frustarsi a vicenda e poi sono scesi da cavallo iniziando una rissa che ha coinvolto anche molte altre persone.

OKSIENA
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Legnano

Messaggio  jabru il Lun Apr 14, 2014 7:12 pm

Siena, 13 aprile 2014 — Un pizzico di ‘zenzero’, nelle corse a Legnano, l’hanno messo in tanti. Andrea Mari, che è stato protagonista nelle batterie del mattino ‘spolverando’ la pista, tanto è andato forte (vedi la terza). Nella finalissima Giuseppe Zedde ha dimostrato determinazione e mani buone: è già in forma. C’è, infine, stata nel pomeriggio un’animata discussione fra Andrea Coghe e Andrea Farris, che si erano toccati in corsa, quest’ultimo è anche caduto. Tutto nella norma, in fondo.

Come se non bastasse, era a Legnano anche Valter Pusceddu. Il fantino, squalificato a vita e con un contenzioso ancora aperto al riguardo, è stato visto insieme ad alcuni contradaioli di Legnarello. Mancava invece Dino Pes, probabilmente per un risentimento dopo la caduta a Monticiano.

Quanto alle corse, la prima secca è stata vinta da Mari, partito in testa e mai disturbato seriamente da Calvaccio, secondo, e Bandini (terzo). Il secondo successo è stato agguantato da Silvano Mulas (ci sono volute tre mosse): Lo Manto era andato al comando, seguito da Mari e appunto Mulas che nell’ultimo giro ha ingranato la marcia giusta. Secondo è giunto Saccu. L’ultima corsa secca è stata ancora appannaggio di Mari, subito in testa. Ha mantenuto diverse lunghezze di vantaggio rispetto a Piras e Lo Manto.

Quando si riprende, nel pomeriggio, in palio ci sono i primi due posti che consentono di partecipare al Gran Premio. Li conquistano Giuseppe Zedde, che vince, e Bandini. Peccato per Antonio Siri che ha provato con grinta a superare quest’ultimo. Ancora un successo di Zedde nella terza batteria, dopo 10 lunghi minuti al canape. Farris e Atzeni inseguono ma è Coghe a provare l’attacco. Niente da fare per il fantino che sta dimostrando di essere cresciuto in carattere e tecnica. Gli ultimi due posti al canape per la finalissima sono di Piras e Atzeni.

La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Borsano

Messaggio  jabru il Lun Apr 14, 2014 7:17 pm


GIUSEPPE ZEDDE VINCE IL "GRAN PREMIO COLLEGIO DEI CAPITANI" A BORSANO

News 13-04-2014




Si è svolta quest'oggi alla pista dell'Usignolo di Borsano (Va) una riunione di corse a pelo per cavalli purosangue. Il programma prevedeva nella mattinata tre corse secche mentre nel pomeriggio il “Gran Premio Collegio dei Capitani” con le tre batterie e la finale, mossiere Renato Bircolotti. Grande protagonista della mattinata è stato Andrea Mari che ha vinto la prima corsa secca davanti a Donato Calvaccio e a Claudio Bandini e poi anche la terza corsa precedendo questa volta Stefano Piras e Salvatore Lomanto. Nella seconda corsa secca successo in rimonta per Silvano Mulas, secondo Nicholas Saccu, terzo Giacomo Lomanto che era partito in testa. Nella prima batteria del Gran Premio si sono qualificati per la finale Giuseppe Zedde e Claudio Bandini nonostante i tentativi di rimonta di Antonio Siri. Molto bella e combattuta la seconda batteria che ha visto andare in finale Giuseppe Zedde e Giovanni Atzeni che ha approfittato della caduta di Andrea Farris. La terza ed ultima batteria è stata vinta da Stefano Piras nei confronti di Giovanni Atzeni e di Alessandro Chiti. La finale del Gran Premio ha visto alternarsi in testa prima Giovanni Atzeni e poi Giuseppe Zedde che alla fine ha avuto la meglio. Da segnalare la forzata assenza di Dino Pes che avrebbe dovuto montare ma che ha dovuto rinunciare in seguito alla rovinosa caduta di ieri a Monticiano.

Francesco Zanibelli da OKSIENA

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7429
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corse e paliotti

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum