Palio di luglio 2016

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Magni, mossiere o starter? di Augusto Mattioli

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 10:25 am

SIENA. “Pronti, via”. Due parole del nuovo mossiere Fabio Magni sono state ritenute sufficienti per dare il via alla prima prova di questa sera. La rincorsa, il Nicchio con Quadrivia, che ha già corso il palio lo scorso anno ad agosto nell’Oca, si rifiutava di entrare, nonostante i ripetuti tentativi di Tittia per cui il mossiere ha abbassato i canapi lasciando fuori il Nicchio (che tra l’altro dopo la tratta è stato dato tra i favoriti), che dopo si è messo a galoppare.

Non fa parte dei ricordi di chi scrive che un mossiere abbia mai dato a voce il via. Magari quando un cavallo si rifiutava di entrare veniva accompagnato da qualche guardia comunale coraggiosa o dallo stesso barberesco della contrada. Nella prima prova si è preferita la voce del mossiere. Cosa sia accaduto nella testa dell’animale è impossibile da capire. Ma visto che questi cavalli vengono seguiti con continuità e le loro caratteristiche agli esperti sono note, come è possibile – lo diciamo senza alcuna voglia di fare polemica – che nessuno si sia accorto di questo aspetto del suo carattere? Può darsi che si sia trattato di una serata storta. Vedremo fin da domattina se qualcosa nella testa di Quadrivia è cambiato.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio, il valzer dura un battito di ciglia: quattro favorite e nulla di scontato

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 10:29 am

Siena, 30 giugno 2016 - Il Palio dei rapporti ha pagato. E le monte si sono assestate in un battere di ciglia. Alzi la mano chi ha trovato sorprendente il fantino scelto dal proprio capitano. Nel valzer ideale dell’ultimo mese gli attuali dieci assassini erano stati accostati tutti alla Contrada dove poi sono finiti. Segno evidente che le strette di mano contano sempre. A maggior ragione in un Palio strano – non solo per la prima prova senza rincorsa a causa delle bizze di Quadrivia – dove il silenzio è diventato padrone di una Piazza colma ma non come in altre occasioni. I cavalloni mancavano, con essi quella magia e quella sana dose di sogno e speranza che accompagna il momento più bello della Festa. L’assegnazione, appunto.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

la seconda prova all'Istrice

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 10:33 am

Si è corsa questa mattina, giovedì 30 giugno, con uscita dei cavalli dal Cortile del Podestà alle ore 9.00, la seconda prova del Palio di Siena del 2 luglio 2016 che si corre in onore della Madonna di Provenzano.

Nessuna variazione per quanto riguarda le monte rispetto alla prima prova, e quindi queste le accoppiate: Nicchio-Tittia, Oca-Gingillo, Tartuca-Bighino, Istrice-Turbine, Aquila-Tremendo, Chiocciola-Girolamo, Giraffa-Bellocchio, Drago-Trecciolino, Lupa-Scompiglio, Bruco-Brigante.

Ordine di ingresso tra i canapi invertito rispetto a quello di trifora (estrazione delle contrade/ordine di bandiera): Nicchio, Oca, Tartuca, Istrice, Aquila, Chiocciola, Giraffa, Drago, Lupa e Bruco di rincorsa.

Dopo i problemi di ieri, con la mancata entrata del Nicchio (che era di ricorsa) tra i canapi, oggi con il primo posto al canape della contrada dei Pispini i problemi per l'ingresso di Quadrivia si sono ripetuti. Dopo un paio di minuti Tittia è comunque riuscito a tranquillizzare ed a fare entrare il cavallo, anche se con grossi problemi per mantenerne l'allineamento.

Dopo che il mossiere ha fatto uscire dai canapi per una volta tutte le contrade tranne il Nicchio, partenza immediata con buono spunto al via di Istrice, Aquila e Oca. Istrice che gira davanti al primo San Martino e prosegue in testa per un giro. Passa poi davanti l'Oca con un buon ritmo. Al terzo giro con i cavalli che proseguono con un trotto leggero, si forma un terzetto con Istrice, Oca, e Bruco, con la contrada di Camollia che si aggiudica la seconda prova del Palio di Siena del 2 luglio 2016 con Elias Mannucci detto Turbine su Smeraldo Nulese.

Questa sera alle 19.45, si correrà la terza prova con l'ordine ai canapi che seguirà l'ordine di assegnazione: Istrice, Tartuca, Bruco, Oca, Giraffa, Nicchio, Aquila, Drago, Chiocciola e Lupa di rincorsa.


L'ordine di ingresso tra i canapi della seconda prova
(contrada, nome cavallo, manto, sesso, anni, proprietario, palii corsi; nome fantino, soprannome, palii corsi/vinti)

Nicchio NICCHIO - QUADRIVIA baio F 7 Remo Carli - 1 palio
Giovanni Atzeni detto Tittia 24 palii/5 vittorie
Oca OCA - PORTO ALABE sauro C 8 Fabrizio Brogi - 6 palii
Giuseppe Zedde detto Gingillo 21 palii/2 vittorie
Tartuca TARTUCA - MOCAMBO baio C 11 Mark Harris Getty - 6 palii
Valter Pusceddu detto Bighino 23 palii/0 vittorie
Istrice ISTRICE - SMERALDO NULESE baio C 5 Mark Harris Getty - esordiente
Elias Mannucci detto Turbine 1 palio/0 vittorie
Aquila AQUILA - RENALZOS baio C 6 Marcello Roti - esordiente
Francesco Caria detto Tremendo 8 palii/0 vittorie
Chiocciola CHIOCCIOLA - RAKTOU sauro C 6 Mattia Marchetti - 1 palio
Alessio Migheli detto Girolamo 11 palii/0 vittorie
Giraffa GIRAFFA - SARBANA baio F 5 Simone Giraldi - esordiente
Enrico Bruschelli detto Bellocchio 2 palii/0 vittorie
Drago DRAGO - PHATOS DE OZIERI baio C 8 Giorgio Campanini - esordiente
Luigi Bruschelli detto Trecciolino 46 palii/13 vittorie
Lupa LUPA - PREZIOSA PENELOPE baio F 8 Sandra Ross - 1 palio
Jonatan Bartoletti detto Scompiglio 16 palii/2 vittorie
RINCORSA Bruco BRUCO - REYNARD KING baio C 6 Mario Savelli - esordiente
Carlo Sanna detto Brigante 3 palii/0 vittorie
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

SECONDA PROVA, VINCE L'ISTRICE

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 10:36 am

Prova numero 2 in vista di Provenzano e situazione Nicchio sicuramente da monitorare. Se da i tre giri emergono gli spunti di Istrice, Aquila e Oca, i problemi per il Nicchio dopo il rifiuto di ieri sera di entrare tra i canapi affievoliscono ma non scompaiono. Quadrivia riesce ad entrare tra i canapi abbastanza velocemente ma una volta entro resta distante dal primo canape senza riuscire a prendere una posizione ottimale. Come detto buono spunto di Istrice, Aquila e Oca alla mossa, con Elias Mannucci che prende subito la testa seguito Gingillo e Brigante. Dopo un primo giro sostenuto, Turbine rallenta l’andatura e si fa superare dall’Oca che prende così la testa per tutto il secondo giro. Nel terzo ritmo che si abbassa per tutti i cavalli, con i fantini che rallentano l’andatura. La prova va all’Istrice, con Turbine e Smeraldo Nulese. Stasera, ore 19.45, terza prova con ordine al canape d’assegnazione (ovvero quello in cui ieri sono stati assegnati i cavalli)

OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PRIMA PROVA: SI PARTE SENZA RINCORSA

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 10:40 am

Se tutti gli occhi erano puntati sul mossiere e sul suo operato, la "scena" è stata tutta per Quadrivia. Il cavallo toccato in sorte al Nicchio, stasera di rincorsa, si è di fatto rifiutato di entrare. Trenta minuti di mossa, quattro uscite, con Tittia che ha provato in ogni modo spronare la propria cavalla e farla entrare. Cosa che non è riuscita e che ha visto il mossiere abbassare il canape, come detto dopo 30 minuti, con la rincorsa ben lontana dal verrochino.
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Seconda prova: la vittoria è dell’Istrice

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 7:25 pm

SIENA. Con l’ordine di ingresso ai canapi invertito rispetto a ieri sera, Quadrivia (Nicchio) cerca ancora di non entrare, ma pian piano con carezze e moine Tittia riesce convincerla ed entra per primo. L’allineamento va in crisi e Magni decide di spedire tutti fuori con l’esclusione del Nicchio, che rimane al suo posto per evitare nuovi problemi. Riallineamento ottenuto: entra il Bruco di rincorsa e scattano Aquila ed Istrice. Poi Oca, Istrice e Bruco forzano un po’ l’andatura, tutti rallentano e si va verso il bandierino ad un’andatura blanda. Vince l’Istrice.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tittia-Quadrivia, un bacio che conquista l'applauso

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 7:30 pm

Siena, 30 giugno 2016 - Un bacio che passerà alla storia. Altro che quello di Rodolfo Valentino ne «Lo Sceicco». Non regge neppure il paragone la passione di Vivien Leight e Clark Gable in «Via col vento».

Il bacio che ha rapito i contradaioli è quello di Tittia e Quadrivia. Il fantino che cerca di conquistare il cuore (come dice il pittore del Drappellone parte tutto da lì) della cavallina bizzosa e riottosa convincendola ad entrare fra i canapi. Un gesto che fotografa quel rapporto uomo-animale che va oltre il do ut des. Basta guardare il sorriso del fantino quando si rialza per capire che è proprio così.

La.Valde. da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Seconda prova all'Istrice, ancora difficoltà

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 7:33 pm

Seconda prova del Palio, monte invariate rispetto alla prima e ancora difficoltà a convincere Quadrivia del Nicchio a entrare tra i canapi. L'accoppiata dei Pispini è chiamata al primo posto e il fantino Tittia deve lavorare molto per fare il suo ingresso, con il barbero che si fa convincere a fatica e che rimane all'interno quando il mossiere fa uscire le Contrade. L'ordine, oltre al Nicchio, prevede Oca, Tartuca, Istrice, Aquila, Chiocciola, Giraffa, Drago, Lupa e Bruco di rincorsa. Al momento di partire, buono scatto di Istrice e Aquila, si fa poi vedere l'Oca e la prova viene vinta dall'Istrice.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

SECONDA PROVA, NICCHIO AL PRIMO POSTO

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 7:43 pm


SECONDA PROVA, NICCHIO AL PRIMO POSTO





Ecco l'ordine al canape per la seconda prova del Palio di Provenzano 2016


CONTRADA
CAVALLO
FANTINO
1
Nicchio Quadrivia
Giovanni Atzeni (Tittia)
2
Oca Porto Alabe
Giuseppe Zedde (Gingillo)
3
Tartuca Mocambo
Valter Pusceddu (Bighino)
4
Istrice Smeraldo Nulese Elias Mannucci (Turbine)
5
Aquila Renalzos Francesco Caria (Tremendo)
6
Chiocciola Raktou Alessio Migheli (Girolamo)
7
Giraffa Sarbana Enrico Bruschelli (Bellocchio)
8
Drago Phatos de Ozieri Luigi Bruschelli (Trecciolino)
9
Lupa Preziosa Penelope
Jonatan Bartoletti (Scompiglio)
10
Bruco Reynard King Carlo Sanna (Brigante)
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L'ISTRICE VINCE LA SECONDA PROVA

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 7:44 pm


L'ISTRICE VINCE LA SECONDA PROVA



Prova numero 2 in vista di Provenzano e situazione Nicchio sicuramente da monitorare. Se da i tre giri emergono gli spunti di Istrice, Aquila e Oca, i problemi per il Nicchio dopo il rifiuto di ieri sera di entrare tra i canapi affievoliscono ma non scompaiono. Quadrivia riesce ad entrare tra i canapi abbastanza velocemente ma una volta entro resta distante dal primo canape senza riuscire a prendere una posizione ottimale. Come detto buono spunto di Istrice, Aquila e Oca alla mossa, con Elias Mannucci che prende subito la testa seguito Gingillo e Brigante. Dopo un primo giro sostenuto, Turbine rallenta l’andatura e si fa superare dall’Oca che prende così la testa per tutto il secondo giro. Nel terzo ritmo che si abbassa per tutti i cavalli, con i fantini che rallentano l’andatura. La prova va all’Istrice, con Turbine e Smeraldo Nulese. Stasera, ore 19.45, terza prova con ordine al canape d’assegnazione (ovvero quello in cui ieri sono stati assegnati i cavalli)
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

terza prova

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 8:12 pm

Confermate le monte
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

terza prova

Messaggio  jabru il Gio Giu 30, 2016 9:04 pm

Mossa difficile con Quadrivia nel Nicchio che non vuole entrare fra i canapi e Tittia lo fa entrare a marcia indietro. Vince Renalzos scosso
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Prova generale

Messaggio  jabru il Ven Lug 01, 2016 9:46 pm

Bella come sempre la carica dei carabinieri. Questa volta Quadrivia entra senza quasi fare capricci. Vince l'Istrice
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Provaccia

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2016 10:22 am

Provaccia tranquilla. Qualche problema al canape dato dalla Chiocciola. I fantini spingono a un trotto allegro a propri cavalli per un giro poi una sgambata fino all'arrivo che vede prima l'Aquila
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Segnatura dei fantini

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2016 1:51 pm

Confermate tutte le accoppiate
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La carriera

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2016 9:50 pm

Mossa abbastanza veloce con una falsa partenza. Il Nicchio prende la testa e la tiene per i primi due giri tallonato dal Drago con dietro la Lupa che con una bella rimonta e stringendo al Casato passa in prima posizione e vince dopo 27 anni il palio di Provenzano lasciando la cuffia all'Aquila che non vince dal 1992.
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Carriera

Messaggio  jabru il Sab Lug 02, 2016 10:17 pm

Vince la Lupa dopo una bella rimonta. A domani per la rassegna stampa
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Palio, le cadute alla curva di San Martino

Messaggio  jabru il Dom Lug 03, 2016 4:11 pm

Siena, 2 luglio 2016 - Una corsa molto combattuta nella quale ha avuto la meglio la Lupa con la coppia Scompiglio-Preziosa Penelope che ha superato Drago e Nicchio al terzo giro alla curva del Casato, mentre nelle retrovie si registravano le cadute al primo giro alla curva di San Martino di Chiocciola e Giraffa e alla curva del Casato dell'Istrice. Grande la gioia dei contradaioli della Lupa che hanno portato il palio realizzato dal senese Tommaso Andreini per celebrare il giubileo della misericordia, nella
chiesa di Provenzano per un te deum di ringraziamento. Per la contrada, tra tutte le contrade più a lungo a digiuno di vittorie, e' la 35esima affermazione, per il fantino la terza vittoria.

Irene Puccioni da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Lupa in festa

Messaggio  jabru il Dom Lug 03, 2016 4:12 pm

Siena, 2 luglio 2016 - E' Lupa: il sogno è diventato realtà. Tutti i lupaioli sono corsi a ringraziare la Madonna di Provenzano alla quale è dedicato il Palio del 2 luglio dipinto, quest’anno, da Tommaso Andreini. Quel drappo carico di metafisicità, dedicato al Giubileo straordinario consacrato alla Misericordia, dove Andreini è riuscito a riportare una complessa e intensa interiorità, adesso sarà custodito dalla Lupa con amore insieme al ricordo indelebile di questa corsa.



E dopo che la storia, avvolta dentro un rullio di tamburi e giochi di bandiera, è sfilata riempiendo gli occhi e il cuore di migliaia di persone tutti siamo tornati al presente.Ma è davvero così? In questa città è difficile vivere solo l’oggi senza farsi catturare da un vortice di sentimenti che raggiungono il suo apice proprio con il Palio, la Festa senese capace di collegare due spazi temporali: passato e presente. I senesi vivono all’unisono l’uno e l’altro, catapultati in un tunnel di sensazioni, emozioni e percezioni che li rende unici, come il loro Palio.

Irene Puccioni da La Nazione

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

i voti ai fantini

Messaggio  jabru il Dom Lug 03, 2016 4:16 pm

Si è corso ieri sera il Palio di Siena del 2 luglio 2016 in onore della Madonna di Provenzano che ha visto il trionfo della Contrada della Lupa con Jonatan Bartoletti detto Scompiglio su Preziosa Penelope.

Questi i nostri voti ai 10 fantini che hanno corso il palio di ieri sera:

LupaJONATAN BARTOLETTI DETTO SCOMPIGLIO 10 E LODE
Un palio d'altri tempi per Jonatan. Alla mossa subisce per un po' il disturbo dell'Istrice, ma capisce che forse è meglio cambiare posto e si infila tra Drago e Oca, scappando tra i primi quattro senza subire l'ostacolo della rivale. Si mette dietro ai primi due e al secondo Casato chiude l'Oca che cerca di entrare all'interno. Al terzo San Martino supera il Drago, respinge le nerbate di Tittia e supera a tutta velocità dall'interno il Nicchio, alzando il nerbo al bandierino.
PALIO DELLA SVOLTA

NicchioGIOVANNI ATZENI DETTO TITTIA 8
Parte nettamente primo sia nella mossa falsa che in quella valida, dimostrando di aver fatto superare alla sua cavallina tutte le paure dei quattro giorni. Va un po' largo al primo San Martino, con Quadrivia che va giù con gli anteriori, senza perdere il tempo di galoppo. Anche al primo Casato entra un po' largo, ma mantiene invariato il distacco sulle inseguitrici. All'ultimo giro Quadrivia sembra non averne più, si butta a San Martino, con Tittia che la nerba nel collo rischiando di cadere. Al Casato Lupa, Drago e Oca la “sverniciano”, Giovanni prova un estremo tentativo nerbando Scompiglio, ma senza profitto.
DELUSO

DragoLUIGI BRUSCHELLI DETTO TRECCIOLINO 7,5
Parte secondo grazie ad un'ottima uscita dai canapi ed inizia il suo inseguimento al Nicchio. Phatos de Ozieri risponde bene, ma Tittia è bravo a non dargli la possibilità di passare dall'interno. Ci prova in un paio di occasioni dall'esterno, ma quando all'ultimo Casato tenta il tutto per tutto, è Scompiglio ad avere la meglio, grazie alla traiettoria interna. Un palio da protagonista, ma la vittoria del record ancora non arriva.
LOTTATORE

OcaGIUSEPPE ZEDDE DETTO GINGILLO 7
Parte bene dal primo posto, ma dopo neanche un metro rischia di battere nel colonnino perche Lupa e Drago spingono verso il basso. Nonostante ciò gira bene a San Martino e recupera posizioni, favorito dalla caduta di Chiocciola e Giraffa. Gira quarto al primo Casato e si mette al'inseguimento dei primi. Scompiglio lo chiude al secondo Casato, ma lui è bravo a non mollare, disegnando una traiettoria incredibile all'ultima curva, chiudendo secondo dietro alla Lupa.
REDIVIVO

TartucaVALTER PUSCEDDU DETTO BIGHINO 6,5
Scatta terzo dal settimo posto, ma va un po' largo al primo San Martino, venendo sorpassato da un paio di contrade. La Chiocciola cade quasi subito agevolandone il compito e lui si mette alla “ruota” dei primi senza perdere contatto. I primi quattro sono irraggiungibili, ma la sua corsa si chiude al quinto posto, una carriera più che positiva.
LARGAMENTE SUFFICIENTE

GiraffaENRICO BRUSCHELLI DETTO BELLOCCHIO 6-
La dea bendata non lo favorisce affidandogli il nono posto al canape, ma Sarbana è molto svelta in partenza e prende immediatamente la quarta posizione. Cerca di portarsi basso, ma ci sono tante contrade sulla sua strada, che lo costringono ad allargare l'entrata al primo San martino, dove la Chiocciola lo falcia mettendo fine alla sua carriera.
SFORTUNATO

BrucoCARLO SANNA DETTO BRIGANTE 5
Dalla posizione di rincorsa e con tutti i big più interni non può fare molto. Trova subito una bella intruppata al primo San Martino e al Casato entra all'interno dell'Istrice provocandone la caduta. Il suo palio prosegue nelle retrovie, ad una distanza siderale dai primi e senza alcuna possibilità di mettersi in luce.
RIVEDIBILE

IstriceELIAS MANNUCCI DETTO TURBINE 4
La vittoria della rivale giustifica il voto negativo. Prova a ingaggiare tra i canapi un duello con Scompiglio, ma il fantino pistoiese è bravo a defilarsi. Quando il Bruco entra la Lupa gli parte davanti e lui può solo recitare il ruolo di spettatore. Al primo Casato Brigante lo impancia e la sua corsa fin isce sul tufo di Piazza del Campo.
OCCASIONE PERSA

ChiocciolaALESSIO MIGHELI DETTO GIROLAMO 4
Altra prova insufficiente per il fantino senese. Dal quinto posto al canape non riesce a mettersi in moto tra i primi, rimandendo intruppato. Va a braccetto con l'Oca fino a San Martino, quando Raktou scivola provocando la caduta della Giraffa. Il suo palio incolore finisce qui, troppo poco per un fantino in cerca di riscatto. Speriamo solo che non si sia fatto male.
DELUSIONE

AquilaFRANCESCO CARIA DETTO TREMENDO 3
Dispiace dare questo voto, ma non posso fare altrimenti. Renalzos era sempre partito nelle prove, invece quando conta non riesce a mettersi in moto, partendo dietro a tutti. Alla fonte è già un colonnino dietro a tutti e da quel momento non rientra più neanche nelle fotografie.
CHI L'HA VISTO?
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

PARTITA A QUATTRO: HANNO VINTO I PIÙ FORTI

Messaggio  jabru il Dom Lug 03, 2016 4:19 pm


PALIO, PARTITA A QUATTRO: HANNO VINTO I PIÙ FORTI
News inserita il 03-07-2016


Un Palio straordinariamente bello e combattuto. Una vittoria strepitosa della Lupa che torna al successo dopo 27 anni passando la cuffia all'Aquila ferma al 1992 di Aceto e Galleggiante.

Un Palio giostrato alla grande dal Nicchio con la femmina Quadrivia ben sostenuta dal Tittia. Ma dietro spingevano alla grande il Drago con il forte Phatos e un Bruschelli quanto mai determinato. In terza ruota si era portata Preziosa Penelope, un'altra femmina veloce e prepotente che Jonathan Bartoletti era riuscito con astuzia e bravura a mettere sulle orme dei primi, sfuggendo con furbizia alle attenzioni dell'Istrice che, per la verità, dopo le schermaglie del primo quarto d'ora ha mollato stranamente la presa. Ingenuamente come può essere ingenuo un fantino alle prime armi sul Campo.

Gingillo nell'Oca dimostrava con i fatti di essere uscito dal porto delle nebbie e portava alla grande il suo Porto Alabe.

Insomma il Palio se lo sono combattuto e giocato queste quattro Contrade, ma quando Quadrivia ha perso un mezzo tempo di galoppo e Preziosa Penelope, a velocità doppia, è stata condotto da Scompiglio all'interno di Nicchio e Drago si è capito che la Lupa avrebbe messo le mani sul cencio.

Quadrivia si spengeva definitivamente e l'Oca soffiava la seconda piazza al Drago.

E bravo il Priorcapitano, Gragnoli, che ha centrato subito il risultato tanto atteso dal popolo di Vallerozzi. Ci vuole un pizzico di fortuna per vincere il Palio: bisogna "pescare" Preziosa Penelope, lasciando alla Chiocciola l'oscuro Raktou e ci vuole poi il coraggio e la grinta del Bartoletti per impegnare la femmina baia di otto anni in un terzo giro al fulmicotone. A me ha ricordato un altro celebre sorpasso, e sempre si trattava della Lupa – Tristezza e Panezio – nei confronti del Drago, o si poteva richiamare alla mente il Choci della Pantera ai danni dell'Aquila, ma in questi casi la partita era a due e non a quattro.

Insomma hanno vinto i più forti. Le chiacchiere che come sempre continuano a parlare di dieci Contrade in grado di vincere si sono rivelate, appunto, delle chiacchiere.

Noi abbiamo puntato da subito sulla Lupa, sul Drago, sul Nicchio e sull'Oca, infilando nel mazzo anche lo Smeraldo dell'Istrice. Abbiamo detto, senza fumosità, che Preziosa Penelope era la più forte, con una testa sulla svelta Quadrivia, sul potente Phatos de Ozieri e sull'esperto Porto Alabe che nell'Oca avrebbe trovato una superstalla. Avevamo inserito fra i migliori anche Smeraldo Nulese, ma alla prova dei fatti la quinta moneta è andata al vecchio Mocambo che sa partire e correre degnamente, soprattutto se montato da un fantino esperto come il Pusceddu.

L'ultima parola è per il mossiere. Bravo, bravissimo, paziente e giustamente decisionista. L'avevano già bollato come inadatto dopo le batterie del 29 giugno. Lui è andato avanti per la sua strada e ha convinto tutti. Bisogna essere contenti, perchè il Magni ci può dare tranquillità per qualche anno.

Ma ora tutti i fari debbono essere puntati sulla Lupa che rivede le stelle dopo tanti anni bui, costellati da diversi successi della rivale.

Ho visto gente incredula, commossa e felice. E anche questo è il sapore del Palio.

Roberto Morrocchi da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Una Lupa preziosa vince il palio

Messaggio  jabru il Dom Lug 03, 2016 4:23 pm


UNA LUPA PREZIOSA VINCE IL PALIO
News inserita il 02-07-2016


La nonna si toglie la cuffia. Fa festa il rione di Vallerozzi con Scompiglio che riporta il Cencio nella Lupa dopo 27 anni con una corsa straordinaria. Oca, Drago, Lupa, Istrice, Chiocciola, Aquila, Tartuca, Nicchio, Giraffa e Bruco di rincorsa, questo l'ordine alla mossa. Se in molti si attendono una mossa lunga non sarà così: due uscite, una mossa falsa, e dopo neppure venti minuti si va. Nicchio davanti a tutti con Drago e Tartuca a seguire, poi la Lupa, partita quinta, sfrutta la parte bassa e risale. Al primo San Martino leggero cedimento di Quadrivia ma Tittia la riprende e gira primo davanti a Drago, Lupa e Oca (con Chiocciola e Giraffa che cadono nelle retrovie). Posizioni invariate al primo Casato dove cade Turbine che si tocca con il Bruco. Cavalli sotto nerbo fino a San Martino. Si gira con le posizioni invariate e così si prosegue fino al Casato con tutti i primi 4 a far galoppare forte ì propri cavalli. Si entra nel terzo giro con Tittia che spinge una Quadrivia che appare sfinita mentre dietro Scompiglio supera all'ultimo San Martino il Drago passando all'interno. Le emozioni non sono finite, la Lupa prenda la traiettoria interna, il Nicchio prova in ogni modo a tenerlo dietro ma Scompiglio riesce ad infilare Tittia al Casato e guadagnare la testa. La Lupa gira prima, Scompiglio nerba ancora Preziosa Penelope e arriva davanti a tutti al bandierino. È festa per il popolo della Lupa, è festa per il priore-capitano Gabriele Gragnoli che riporta il Cencio nella propria contrada.
OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

LE PAGELLE DELLA CARRIERA DI PROVENZANO

Messaggio  jabru il Dom Lug 03, 2016 4:25 pm

News inserita il 03-07-2016
Pagelle del Palio che vedono ovviamente il solito dieci con lode per il vincitore.

Jonatan Bartoletti detto Scompiglio ha fatto tutto benissimo. Facilitato dalla sbadataggine di Turbine che lo ha mollato facilitandone l'uscita dai canapi. Ha seguito come un'ombra con la sua meravigliosa Preziosa Penelope il Nicchio e il Drago e ha piazzato il colpo vincente quando con una progressione prepotente ha messo d'accordo, con uno strepitoso sorpasso tutto all'interno, i due contendenti. Sì Jonatan è di diritto un Grande del Campo.

A Giuseppe Zedde detto Gingillo regalo un sette. Potevo fermarmi al sei e mezzo, ma visto il recente passato del fantino il voto in più sta a significare che lo Zeddino è uscito definitivamente dal suo personale purgatorio. Ha fatto tante buone cose, anche se forse poteva fare qualcosina di più per guadagnare magari una seconda posizione dopo la mossa, ma ha combattuto alla grande e il suo terzo giro è da incorniciare, grazie anche alla forza di Porto Alabe uscito alla grande, come sempre, dalla stalla di Fontebranda.

Assegno un bel sette più a Luigi Bruschelli detto Trecciolino. Per come si è battuto alla mossa e per come ha insidiato in ogni modo Tittia e Quadrivia. Resto dell'idea che sia ancora un signor fantino e che avrebbe potuto soffiare al Nicchio la prima moneta se non si fosse scatenato al suo interno l'uragano che ha scompaginato tutte le carte. Un uragano di nome Scompiglio.

Voto alto anche per Giovanni Atzeni detto Tittia: sette e mezzo. Ha indovinato una mossa splendida e ha condotto con forza e in testa per oltre due giri e mezzo la carriera. Ha rischiato qualcosa al primo San Martino e ha perso un mezzo tempo di galoppo al terzo. Non poteva niente sull'attacco interno della Lupa e poco su quello esterno del Drago.

Assegna un sette anche a Valter Pusceddu detto Bighino. Sul vecchietto del lotto, Mocambo, ha colto una bella partenze e si è battuto con coraggio contro "armate" più forti. Credo che non potesse fare di più e allora perchè dargli meno del sette?

Elias Mannucci detto Turbine non va oltre il quattro. Aveva dato l'impressione di poter battagliare alla grande con Scompiglio mettendo i bastoni fra le ruote alla Lupa e invece si è fatto infilare come un tordo senza colpo ferire. E poi è andato a baciare il tufo, impanciato dal Bruco. Una esperienza tutta da dimenticare, ma che rischia di compromettere una carriera che sembrava ben avviata.

Ingiudicabile Enrico Bruschelli detto Belloccchio, anche se la sua mossa non è prontissima. Poi viene travolto dalla caduta della Chiocciola e il suo Palio finisce lì.

Anche la corsa di Alessio Migheli detto Girolamo non lascia tanti appigli per una votazione consapevole. Ma non azzecca una buona partenza e scivola malamente al primo San Martino tenendo una traiettoria bassa. Un Quattro più può andare.

Francesco Caria detto Tremendo ha dormito alla mossa uscendo buon ultimo. Poi ha corso costantemente nelle retrovie. Quattro e mezzo.

Carlo Sanna detto Brigante è stato penalizzato dalla posizione di rincorsa. Poi cercando una impossibile rimonta ha impallinato l'Istrice...restando miracolosamente a cavallo. Credo che un cinque meno meno sia obiettivo.

Roberto Morrocchi OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Alabarda rubata e anarchia nei giorni di Palio

Messaggio  jabru il Lun Lug 04, 2016 7:18 pm

Capita a tutti i contradaioli di aggrapparsi al Palio senza rendersi conto della delicatezza della seta e dell’asta che la sorregge. E’ l’impeto del momento, le passioni che travolgono tutto e tutti, scene a cui siamo abituati. Ma sabato due delinquenti travestiti da turisti hanno approfittato della concitazione del momento per spezzare la parte alabardata e rubarla. Il pezzo doveva essere un souvenir di pregio della Carriera di Provenzano (nel 2004 venne rubato perfino il giubbetto della Tartuca), un “colpo” subito riuscito tanto che anche passeggiando per le vie del centro nessuno li ha fermati per chiedergli conto di quell’alabarda. Passando però tra Stalloreggi e Pian dei Mantellini i contradaioli della Pantera, che stavano brindando per la consegna della cuffia dalla Lupa all’avversaria Aquila, si sono resi conto che i due individui avevano un pezzo dell’asta del Palio. Hanno così fermato i turisti spiegandogli che si trattava di un “bene” della contrada vittoriosa, prendendolo così in consegna. E’ stato poi il priore della Pantera, Pasquale Colella, a restituirlo nelle mani del priore e capitano Gabriele Gragnoli: “In questo modo ci sdebitiamo del regalo che ci avete fatto facendo diventare ‘nonna’ la nostra avversaria” ha detto Colella. L’asta del Palio vinto dalla Lupa è stata comunque sostituita con quella del 1989, donata da Fabio Beneforti, figlio di Vittorio, ex capitano vittorioso. Un gesto bellissimo e pieno di significato in attesa di ripristinare quella del 2016. Sabato sera i contradaioli della Lupa avevano trovato un rimedio per portare in giro il “Cittino”.

Caos Il furto dell'alabarda è solo uno dei tanti episodi spiacevoli che Siena e le contrade sono costretti a subire nei giorni della Festa. Intanto la Procura della Repubblica dovrebbe aprire una indagine e dare un nome alle due persone che hanno spezzato la parte finale dell'asta del Palio (ci sono le riprese televisive e le foto che stamani il Corriere ha pubblicato nell'edizione in edicola), inoltre sia l'amministrazione comunale sia le forze dell'ordine dovrebbero iniziare a ragionare sull'anarchia che regna sovrana tra i turisti nei giorni della Festa. Ormai non c'è più rispetto per niente, si va dai 'selfie' vicino al cavallo o alle comparse durante il tragitto verso il Casato fino addirittura a cercare di toccare i barberi per una carezza. Aspetti che in passato erano rarissimi, ma che invece oggi sono diventati all'ordine del giorno. Serve quindi una capillare informazione verso i turisti che giungono a Siena per godersi la Festa, magari attraverso cartelloni, volantini o info telematiche da recapitare nei telefonini. Prima che imparino la lezione... "alla vecchia maniera".
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Le altre mosse del Palio di Siena del 2 luglio 2016

Messaggio  jabru il Lun Lug 04, 2016 7:19 pm

Di seguito le altre due mosse per il Palio di Siena del 2 luglio 2016, nel caso che il mossiere Fabio Magni avesse valutato l'impossibilità di partire con il primo allineamento.

Nella seconda busta l’allineamento tra i canapi prevedeva: Giraffa, Tartuca, Istrice, Drago, Oca, Chiocciola, Bruco, Lupa, Nicchio e Aquila di rincorsa. La terza, invece: Nicchio, Bruco, Oca, Lupa, Aquila, Istrice, Giraffa, Chiocciola, Drago e Tartuca di rincorsa.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7386
Data d'iscrizione : 01.04.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Palio di luglio 2016

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum