si corre fuori Siena

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Monteroni, il 25 tornano protagoniste le corse a pelo

Messaggio  jabru il Lun Apr 23, 2018 7:38 pm

6 corse a partire dalle 15.30, Siena Tv sarà nuovamente media partner
Mercoledì 25 aprile tornano protagoniste le corse a pelo all’ippodromo comunale di Monteroni d’Arbia. Un appuntamento sempre molto atteso che vedrà partire 6 corse, dalle ore 15.30, con numerosi cavalli all’opera, fantini e dirigenze delle contrade. Come per la precedente giornata, RadioSiena Tv sarà grande protagonista come media partner dell’evento.
RadioSienaTV
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

secondo appuntamento con le corse di addestramento a Monticiano

Messaggio  jabru il Mer Apr 25, 2018 7:14 pm

Si terrà domani, giovedì 26 aprile, Il secondo appuntamento di corse per l’addestramento dei cavalli da Palio nella pista “Il Tamburo” a Monticiano.

In programma sette batterie con un totale di 48 cavalli.

Prima corsa - ore 15.00
Cavallo Fantino Proprietario
1 VIOLENTA DA CLODIA Federico Arri Theodore William Thomas Westerman
2 FULMINE FEMMINA Enrico Bruschelli Elvira Valenti
3 UCALY Rocco Betti Federico Tarquini
4 RADESKI Jacopo Pacini Filippo Belluco
5 RIO MANIGOS Giosuè Carboni Maurizio Carboni
6 UNICO OZIERESE Elias Mannucci Massimo Martelli
7 BOMBARDINO Ireneo Cabiddu Mark Harris Getty

Seconda corsa – ore 15.30
Cavallo Fantino Proprietario
1 BURIANA DA CLODIA Michel Putzu Michela Gori
2 URMIA Sebastiano Murtas Mario Savelli
3 SORIGHITTU Francesco Caria Simone Pistolesi
4 TECHERO Luca Paddeu Massimiliano Montomoli
5 TOUT BEAU Mattia Chiavassa Tommaso Furielli
6 SUPERBIA DE SEDINI Enrico Bruschelli Mark Harris Getty
7 QUEBECK SAURO Alessandro Cersosimo Alfio Barbagallo

Terza corsa – ore 16.00
Cavallo Fantino Proprietario
1 TEMPESTA DA CLODIA Andrea Chessa Giuliano Sampieri
2 TALE E QUALE Giosuè Carboni Osvaldo Costa
3 REXY Jonatan Bartoletti Nicola Sandroni
4 REMISTIRIO Elias Mannucci Elias Mannucci
5 POLONSKI Paolo Arru Mark Harris Getty
6 PREZIOSA PENELOPE Francesco Caria Sandra Rossi
7 PORTO ALABE Federico Arri Fabrizio Brogi

Quarta corsa – ore 16.45
Cavallo Fantino Proprietario
1 UGOLINA Jacopo Pacini Ignazio Michele Serra
2 TURBILLON Mattia Chiavassa Eugenio Catastini
3 URBINA BELLA Stefano Piras Mark Harris Getty
4 SOLEANDROS Michel Putzu Fabio Fioravanti
5 TOTTUBELLU Andrea Mari Giovanni De Santis
6 UNGARO DE BONORVA Alessio Giannetti Harry Arthur Louis Westerman
7 TAKATURSA Luca Paddeu Luca Paddeu

Quinta corsa – ore 17.15
Cavallo Fantino Proprietario
1 SUPERBA DA CLODIA Rocco Betti Luca Francesconi
2 TERESINA MIA Alessandro Cersosimo Gabriele Daga
3 SUNTO Sebastiano Murtas Mario Fracassi
4 SU RE Carlo Sanna Carlo Sanna
5 OSAMA BIN Enrico Bruschelli Mark Harris Getty
6 RESTA Giuseppe Zedde Giuseppe Zedde
7 LAURETTA MIA Andrea Coghe Camilla Marzi

Sesta corsa – ore 17.45
Cavallo Fantino Proprietario
1 UNGAROS Sebastiano Murtas Giordano Dominici
2 SYMPOSYUM Massimo Columbu Romina Miseria
3 RODRIGO BAIO Francesco Caria Massimo Maria Alessi
4 URCLA Antonio Francesco Mula Paola Corda
5 TOTTUGODDU Andrea Coghe Camilla Marzi
6 URSELLA Bastiano Sini Giuseppe Corrias
7 RENALZOS Enrico Bruschelli Marcello Roti

Settima corsa – ore 18.15
Cavallo Fantino Proprietario
1 UNNIGHY Giovanni Puddu Giuseppe Zedde
2 QUARZUS Cristiano Di Stasio Maurizio Pacchi
3 UNIDOS Bastiano Sini Carmen Tiezzi Magi
4 QUASIMODO DI GALLURA Paolo Arru Luigi Bruschelli
5 TADAUMPA Antonio Francesco Mula Giuseppe Giovanni Solanis
6 REMOREX Massimo Columbu Massimo Columbu
SienaFree
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Che "paliata" fra Brio e Brigante. Farnetani jr, rimonta strepitosa

Messaggio  jabru il Gio Apr 26, 2018 7:09 pm

Siena, 26 aprile 2018 - E’ stata la giornata dei testa a testa. E dei duelli, molto belli, in corsa. Sia fra i big della Piazza, vedi Brio e Brigante nella seconda batteria, sia fra i giovani, come nel caso di Andrea Coghe e del figlio di Bucefalo, Niccolò Farnetani, in grande spolvero nella quarta corsa. Era il minimo da parte dei fantini dare spettacolo perché in tantissimi ieri hanno rinunciato a godersi il primo mare per andare a Monteroni.

Capitani e mangini schierati come nelle grandi occasioni. E oggi certo si replicherà perché ci sono i cavalli dell’Albo a Monticiano.
La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

I BIG DANNO SPETTACOLO A MONTERONI, ADRIAN TOPALLI VINCE A BOMARZO

Messaggio  jabru il Gio Apr 26, 2018 7:15 pm

Pomeriggio intenso di corse sull’asse Bomarzo -  Monteroni, quello del 25 aprile. Nel palio di Sant’Anselmo, primo appuntamento paliesco di primavera, ha trionfato Adrian Topalli su San Vittore per i colori del Poggio,  rione che realizza così un bis di vittorie a seguire dopo quella conseguita nel 2017. La corsa ha visto un duello tra Topalli e l’accoppiata del Borgo composta da Alessandro Congiu e Questurino, che alla partenza valida, dopo due mosse annullate dal mossiere Milone, ha preso la testa ed ha condotto per oltre due giri e mezzo, venendo superata solo negli ultimi metri dal Poggio. Mai nel vivo della corsa le altre contrade al via, Dentro con i vincitori dello scorso anno Andrea Chessa e Parledi, Madonna del Piano con Simone Mereu e Suelzu de Mores e Croci con Bastiano Sini e Dafne da Clodia.

Non è mancato il divertimento, nonostante il basso numero dei partenti, nemmeno a Monteroni, dove a dare spettacolo sono stati i big della Piazza, in particolar modo Andrea Mari e Carlo Sanna che, nella seconda corsa, in groppa rispettivamente a Pallottola ed a Uired, hanno dato vita ad una bella “paliata”, risolta solo a fil di traguardo da Brigante che all’ultima curva ha avuto la meglio su Brio. Nella terza corsa si è registrato l’assolo di Jonatan Bartoletti sull’interessante 4 anni Vino Santo, nella quinta invece piazza la zampata Valter Pusceddu su Shamera, che proprio nel finale ha la  meglio su Stallinek ed un sempre più positivo Ireneo Cabiddu. In apertura di  convegno, il successo è andato ad Unico de Aighenta e Mattia Chiavassa che hanno fatto il vuoto fin dalla prima curva ed hanno concluso in scioltezza, seguiti, a debita distanza, da Uccel di Bosco con Sebastiano Murtas, mentre la chiusura di serata è stata per l’esperto Massimo Columbu che ha portato al successo Symposium, resistendo all’ottimo finale di Quantovali e Jacopo Pacini. Ma chi non si dimenticherà facilmente questo 25 aprile in Val d’Arbia è senz’altro Niccolò Farnetani. Il figlio di Bucefalo ha infatti conquistato il primo successo della sua sin qui breve carriera in groppa a Raktou, al termine di una rimonta degna di un veterano, conclusasi con il sorpasso ai danni di Andrea Coghe su Urbania.

Prossimi appuntamenti: giovedì 26, corse del protocollo a Monticiano, domenica 29, corse di primavera a Fucecchio.

Davide Donnini da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

•LE CORSE A MONTICIANO TRA MOSSE FALSE E CADUTE

Messaggio  jabru il Ven Apr 27, 2018 7:16 pm

Non sono mancati gli spunti di riflessione al termine del secondo appuntamento di corse alla pista del Tamburo di Monticiano. Molti addetti ai lavori hanno infatti espresso le loro perplessità sullo stato di addestramento di alcuni cavalli, evidentemente ancora non proprio a loro agio tra i canapi. E le tante partenze false che si sono registrate durante alcune delle corse del programma, ed il tanto nervosismo nella zona della mossa, sono la logica conseguenza di tutto ciò.

Se nella prima corsa, vinta da un sempre più determinato Enrico Bruschelli in groppa a Fulmine Femmina, che ha preceduto Unico Ozierese con Elias Mannicci e Violenta da Clodia con Federico Arri, tutto è filato liscio, le problematiche sono iniziate durante la seconda corsa, la cui mossa è stata caratterizzata da ben sei partenze false, dalla caduta al canape di Mattia Chiavassa da Tout Beau, che è stato precauzionalmente ritirato, e da un inconveniente alla ferratura di Techero, che è stato fatto uscire e poi rientrare in pista. I tre giri sono invece stati lineari con la vittoria, con percorso di testa, di Francesco Caria su Sorighittu, davanti a Bellocchio su Superbia de Sedini. La terza corsa, forse quella più attesa, con tanti bomboloni al via, tra i quali Preziosa Penelope, Polonski, e l’ultimo vincitore sul tufo Porto Alabe, oltre ad altri cavalli che aspirano a diventare big della Piazza come Tale e Quale e Rexy. E’ stato proprio quest’ultimo, con Jonatan Bartoletti, ad uscire primo dai canapi ed a condurre per un giro. Quando Scompiglio ha deciso di richiamare il suo cavallo è passata in prima posizione Tempesta da Clodia con Andrea Chessa che ha concluso vincitrice su Tale e Quale, mentre gli altri barberi attesi si sono limitati ad un semplice lavoro. Tre abbassamenti falsi anche nella quarta, vinta con uno spunto finale da Urbina Bella e Stefano Piras che nell’ultima “spianata” supera all’interno Tottubellu con Andrea Mari. Molto lavoro per il mossiere, che ha dovuto abbassare cinque volte il canape prima di dare la partenza valida, anche nella quinta. La corsa è poi stata vinta da Gingillo su Resta, autore di un gran sorpasso esterno sull’iniziale battistrada Osama Bin con Bellocchio. Seconda, con ottimo finale, Lauretta Mia con Andrea Coghe. Nella sesta, bis in serata per Francesco Caria che ha condotto al successo Rodrigo Baio, precedendo Ungaros e Sebastiano Murtas. Brividi in chiusura di serata. Nella curva in salita che simula il Casato, c’è stato lo scivolone di Tadaumpa. Il suo fantino, Antonio Mula, è rimasto a terra ed il cavallo, una volta rialzatosi, ha iniziato ad andare contromano. La corsa è quindi stata fermata quando in testa c’era Remorex con Massimo Columbu.

Prossimo appuntamento con le corse del protocollo sabato 5 maggio, al mattino, sempre a Monticiano.

Davide Donninida OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Corse a Fucecchio, Tiepolo è super. Cadono Coghe, Bartoletti e Zedde

Messaggio  jabru il Lun Apr 30, 2018 7:02 pm

Siena, 30 aprile 2018 - «SOLO qualche sbucciatura al volto, dai. E’ andata bene. Non ho niente nonostante quel bel volo al canape da Matato. La sabbia per fortuna ha attutito il colpo. Però mi sono rifatto subito vincendo nella quinta corsa su Pressing de Mores», dice Andrea Coghe, detto Tempesta. Niente polemica sul canape. Anche se ieri è stato sorvegliato speciale nella «Buca» di Fucecchio, perché all’inizio ha fatto le bizze mandando giù appunto Coghe jr e anche Jonathan Bartoletti. Uno che, tanto è allenato, non va in terra neppure se lo afferri per il giubbetto. Si spiaggia invece nella sabbia della pista rialzandosi però dopo un attimo. Tutto ok anche per lui. C’è allora chi guarda male il mossiere Davide Busatti, dando la colpa a lui perché non sgancia con sufficiente velocità. Altri vanno a verificare subito il ‘cigno’ e alla fine risolvono in un attimo l’inghippo. Ciò nonostante la prima corsa vede il ritiro di Matato (che si cimenta dopo) e di Yoghi, il cavallo di Bartoletti. Mancano due mesi al Palio che conta, a Siena. Vietato farsi male. Vale anche per Giuseppe Zedde, uno dei nomi che grazie al legame fra Brio e il Bruco sta vivendo una stagione importante. Tante porte aperte e molte Contrade che lo corteggiano. Lui cade (senza conseguenze) nella quinta corsa però il canape non c’entra.


LA VITTORIA più interessante in un caldo soffocante? Quella di Tiepolo. Il mezzosangue della scuderia Fioravanti è infatti iscritto all’Albo del Comune di Siena
La Nazione Laura Valdesi
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Mosse complicate a Fucecchio

Messaggio  jabru il Lun Apr 30, 2018 7:05 pm

Oltre un'ora per la mossa della prima corsa, e poi due cadute e un cavallo ritirato. Non è stato facile l'avvio delle corse a Fucecchio. A finire a terra sono stati Andrea Coghe e Jonatan Bartoletti, poi nella quinta corsa è tocato anche a Giuseppe Zedde cadere al canape. Nessuna conseguenza nè per fantini nè per cavalli.

Buona prestazione di Simone Mereu che si mette in evidenza con due vittorie
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

BRIVIDI ED EMOZIONI ALLE CORSE A FUCECCHIO

Messaggio  jabru il Lun Apr 30, 2018 7:09 pm

Cadute al canape e tanti arrivi serrati nel secondo appuntamento in Buca.



A pochi giorni dalla tratta, il secondo convegno di corse alla Buca d’Andrea a Fucecchio, costituiva una tappa importante in vista del prossimo 16 maggio, giorno in cui la kermesse fucecchiese entrerà nel vivo, ed i protagonisti scesi in pista non hanno tradito le aspettative, sebbene alcuni soggetti presenti e vincitori ieri non saranno iscritti poiché destinati ad altri palii ad ingaggio come Ferrara o Castiglion Fiorentino.

L’inizio di serata è stato alquanto movimentato: c’è infatti voluta quasi un’ora di attesa prima di assistere alla prima corsa a causa di numerosi inconvenienti accaduti durante le fasi di mossa. Prima le bizze di Sergigno, che hanno costretto il mossiere a metterlo di rincorsa, poi la rovinosa caduta al canape di Andrea Coghe e Matato con conseguente sospensione della corsa per prestare i soccorsi a Tempesta che era rimasto a terra dolorante. Nel successivo tentativo di partenza, stessa sorte è toccata a Jonatan Bartoletti e Yoghi da Clodia, caduti a terra a causa di un lento abbassamento del canape. Alla fine si è corso in 4 (ritirato, oltre ai cavalli caduti, anche Portorose), e la vittoria è andata al riottoso Sergigno con Simone Fenu, giovane fantino già nell’occhio di almeno un paio di dirigenze fucecchiesi. I brividi non sono mancati nemmeno nella quinta corsa per la caduta, pochi metri dopo la partenza, di Uron e Giuseppe Zedde. La corsa è comunque proseguita con la bella vittoria di Pressing de Mores con Andrea Coghe, prontamente ripresosi dopo il capitombolo già descritto, che nella dirittura opposta all’arrivo ha superato un altro gran cavallo quale Qui Pro Quo con Sebastiano Murtas. Bella la seconda corsa con una prolungata lotta a 3 tra Bonantonio da Clodia e Valter Pusceddu, Unico de Aighenta e Mattia Chiavassa (due cavalli che saranno protagonisti a Ferrara) e Quan King con Carlo Sanna che alla fine è risultato vincitore. Un’ottima impressione l’ha destata pure Tidoc che, condotto da Simone Mereu, ha conquistato la terza del programma, superando di slancio l’iniziale leader Calliope da Clodia. Nella quarta si è assistito numerosi sorpassi; quello decisivo è stato di Francesco Caria con Ubert Spy ai danni di Signorina Mia e Giuseppe Angioi. Emozioni anche nella sesta. L’affiatata accoppiata Tavel Pontadour ed Adrian Topalli hanno condotto sino alla curva della mossa quando hanno dovuto soccombere alla gran rimonta di Audace da Clodia con Valter Pusceddu, mentre nella settima, Tiepolo, vincitore del palio nel 2017 per i colori di S. Andrea, ma che sarà probabilmente assente in questo 2018, ha confermato il suo feeling con la sabbia della Buca, vincendo la sua corsa con Simone Mereu, riuscendo a piegare nel finale Uron con Gingillo, ripresentato dopo l’inconveniente della quinta corsa. In chiusura di serata sono stati i giovani a far la voce grossa, prima con il successo di Alessio Giannetti con Ulderigo, in pregevole percorso di testa, poi con Federico Guglielmi e Contestetou, che proprio nel finale hanno superato Antonio Siri e Ultrasonic, arresisi pure al finish di Tempesta da Clodia ed Enrico Bruschelli.

Davide Donnini da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

rinviate le corse di addestramento a Monticiano

Messaggio  jabru il Gio Mag 03, 2018 7:09 pm

A causa delle avverse condizioni meteo, le corse di addestramento dei cavalli da Palio in programma sabato 5 maggio, nella pista “Il Tamburo” di Monticiano, sono rinviate al prossimo 12 maggio.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

rinviato al 17 l’appuntamento di domani a Mociano

Messaggio  jabru il Mer Mag 09, 2018 5:47 pm

A causa delle persistenti avverse condizioni meteo dei giorni scorsi, i lavori di addestramento dei cavalli da Palio, in programma domani 10 maggio a Mociano, sono rinviati al prossimo 17 maggio.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

A Monticiano si alza il sipario sul Gran Premio dei Rioni

Messaggio  jabru il Lun Mag 14, 2018 7:45 pm

E' stato ufficialmente presentato il Gran Premio dei Rioni di Monticiano, che avrà luogo nel fine settimana del 2 e 3 giugno, alla presenza del sindaco Maurizio Colozza, del vicesindaco Alessio Serragli e di Massimiliano Ermini, presidente dell'Associazione proprietari, allenatori e allevatori cavalli da Palio. C'erano anche alcuni fantini che hanno partecipato in passato al palio di Monticiano: Silvano Vigni, Francesco Ticci, Salvatore Ladu, Massimo Donatini e Pier Camillo Pinelli. Per la rinascita di un evento che ha rappresentato tanto, e può ancora rappresentare tanto per il paese, il Comune di Siena ha concesso l'uso della pista.

Dopo che sono stati resi noti i ruoli chiave dell'organizzazione, è stato svelato anche il drappellone dipinto da Chiara Flamini, che ha raccolto uno scrosciante applauso. Le iscrizioni dei cavalli (al massimo 36), termineranno il 27 maggio.
Corriere di Siena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

rinviato l’appuntamento del 17 maggio a Mociano

Messaggio  jabru il Mar Mag 15, 2018 7:08 pm

Le persistenti avverse condizioni meteo non consentono il ripristino della pista
Pista di Mociano
MOCIANO. I lavori di addestramento dei cavalli da Palio in programma a Mociano giovedì prossimo, 17 maggio, sono rinviati a data da destinarsi, in quanto le persistenti avverse condizioni meteo non consentono il ripristino della pista.

Rimane confermato l’appuntamento di lunedì prossimo, 21 maggio, alla pista “Il Tamburo” di Monticiano.

Nei prossimi giorni la Commissione Tecnica Comunale provvederà ad aggiornare il calendario degli appuntamenti dei lavori e delle corse di addestramento in modo da poter recuperare le date al momento annullate.
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Palio di Fucecchio, boom di cavalli iscritti alle visite

Messaggio  jabru il Mar Mag 15, 2018 7:14 pm

Boom di cavalli iscritti alla previsita per il palio di Fucecchio. Sono ben 58. E i fantini, tutti i super big ma anche gli altri, si preparano a traslocare l'intera settimana nella "Buca". Visto anche che il maltempo si è messo di traverso e non si riesce a rispettare il calendario degli appuntamenti di addestramento dei cavalli da Piazza.

Le previsite saranno dunque lunghe e impegnative ma il clou sarà domani la tratta, seguita a tarda sera dall'assegnazione alle 12 contrade. Tra i nomi che si sono messi in evidenza durante le corse di primavera figurano anche Bomb Sider, Brigantes, Buriana da Clodia, Contestetou, Dafne da Clodia, Farfadet du Pecos, La Gioconda, La Via da Clodia, Matato, Misano de Sedini, Portorose, Pressing De Mores, Quan King, Quarzo Blu, Rasta di Montalbo, Red Riu, Remo Secondo, Resta, Rhapsody, Sempre in Piedi, Signorina Mia, Socrates de Bonorva, Sogni, Su Conte, Suelzu De Mores, Symposyum, Tacito de Ozieri, Tagadà, Talete Sardo, Tattaliu, Tay Tay, Teresina Mia, Tiago Baio, Tidoc, Tintoretto, Tonina, Tremendo da Clodia, Trilussa, Uan King, Ubert Spy, Uga, Ugolina, Uired, Ulderigo, Ultrasonic, Un Fuoriclasse, Uncino, Ungaros, Ungolo, Unico de Aighenta, Uragano Rosso, Urbania, Uwaiss, Valorosa Gemma, Venere Saura, Vento di Tempio, Villana e Vitruvio da Clodia.
La N azione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Fucecchio, è l'ora della tratta. E dei giochi senesi

Messaggio  jabru il Mer Mag 16, 2018 6:48 pm

Ci Siamo. Domani cavalli e fantini in pista a Fucecchio per la tratta. Non è il Palio di Siena, si sa. Però quello che si corre nella 'Buca' rompe almeno la lunga stagione di astinenza dalle corse imposta dal maltempo. Soprattutto consente di mettere alla prova qualche strategia senese visto che i nostri cavalli e fantini sono schierati. E con il coltello fra i denti. Anche i big, non solo chi spera di trovare spazio (e visibilità) per guadagnarsi un'opportunità il 2 luglio. Dunque ci sarà da tenere gli occhi bene aperti per carpire anche le minime sfumature. E capire dove potrebbe soffiare il vento quando i giochi si faranno in Piazza.

Oggi dunque tutti a Fucecchio. Per vedere, a partire dalle 15, le sette batterie per un totale di 46 mezzosangue che porteranno alla scelta e, in tarda serata, all'assegnazione dei cavalli ai 12 rioni. E riuscire a capire come si comporrà lo scacchiere delle monte.

Prima batteria (ore 15)

Valorosa gemma (Pacini), Tagadà (Paddeu), Uga (Mula), Ugolina (Giobbe), Venere saura (Congiu), Tonina (Chiavassa), Trilussa (Bincoletto).

Seconda batteria (ore 15,30)

Uragano rosso (Pusceddu), Su Conte (Pacini), Suelzu de mores (Migheli) Teresina mia (Bitti), Uncino (Congiu), Vento di tempio (Vicino)

Terza batteria (ore 16)

Un fuoriclasse (Guglielmi), Portorose (Arri), Villana (Bincoletto), Symposyum (Columbu), Uired (Sanna), La Gioconda (Migheli), Red Riu (Topalli)

Quarta batteria (ore 16,30)

Tay Tay (Pacini), Farfadet du pecos (Gessa), Quan King (Sanna), Ubert spy (Caria), Buriana da Clodia (Putzu), Remo secondo (G. Zedde)

Quinta batteria (ore 17)

Pressing de Mores (Coghe jr), Contestetou (Guglielmi), Resta (G.Zedde), Quarzo blu (Bitti), Socrates de Bonorva (Toplalli), Uan King (Chessa)

Sesta batteria (ore 17,30)

Rhapsody (Topalli), Ungolo (Bruschelli Enrico), Unico de Aighenta (Chiavassa), Tidoc (Bincoletto), Brigantes (Caria), Ungaros (Murtas), Sogni (Sanna)

Settima batteria (ore 18)

Ulderigo (Giannetti), Rasta di Montalbo (Chiavassa), Matato (Coghe jr), Ultrasonic (Siri), Tattaliu (Migheli), Dafne da Clodia ( (Guglielmi)





di LAURA VALDESI da La Nazione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PALIO DI FUCECCHIO: IL GIORNO DELLA TRATTA

Messaggio  jabru il Mer Mag 16, 2018 6:54 pm

Con la presentazione del drappellone, dipinto quest’anno dall’artista locale Marco Neri, si è alzato ufficialmente il sipario sull’edizione 2018 del palio di Fucecchio, che nella giornata odierna vedrà, nella tarda serata, attorno alle ore 22, nella cornice di Piazza Montanelli, il suo primo momento di forti emozioni con l’assegnazione dei cavalli alle 12 contrade, preceduta, nel pomeriggio, dalla disputa delle batterie di selezione presso la Buca di Andrea. Dei 58 cavalli iscritti alle previsite, 46 hanno ottenuto il consenso dei veterinari per accedere alla tratta, e con essi sono state composte 7 batterie che avranno inizio alle ore 15. C’è grande attesa per scoprire quali saranno le scelte dei capitani in merito al lotto dei cavalli che disputeranno domenica 20 il palio, anche se i rumors circolanti nel paese prevedono, al contrario di quanto successo negli ultimi anni, che si possa andare verso una scelta “in alto”, inserendo così tutti i migliori cavalli a disposizione delle dirigenze.

Riportiamo di seguito il programma con le 7 batterie previste:

1° batteria:

35 Valorosa Gemma (Pacini), 34 Tagadà (Paddeu), 27 Uga (Mula), 22 Ugolina (Giobbe), 29 Venere Saura (Congiu), 18 Tonina (Chiavassa), 13 Trilussa ( Bincoletto)



2°batteria:

44 Uragano Rosso (Pusceddu), 37 Su Conte (Pacini), 11 Suelzu de Mores (Migheli), 49 Teresina Mia (Bitti), 28 Uncino (Congiu), 31 Vento di Tempio (Vicino)



3°batteria:

26 Un Fuoriclasse (Guglielmi), 6 Portorose (Arri), 10 Villana (Bincoletto), 33 Symposyum (Columbu), 51 Uired (C. Sanna), 8 LA Gioconda (Migheli), 5 Red Riu (Topalli)



4°batteria:

36 Tay Tay (Pacini), 43 Farfadet du Pecos (Gessa), 52 Quan King (C. Sanna), 1 Ubert Spy (Caria), 48 Buriana da Clodia ( Putzu), 15 Remo Secondo (G. Zedde), Sempre in Piedi (E. Bruschelli)



5°batteria:

16 Pressing de Mores (Coghe), 25 Contestetou (Guglielmi), 14 Resta (G. Zedde), 50 Quarzo Blu (Bitti), 24 Socrates de Bonorva (Topalli), 40 Uan King (Chessa)



6°batteria:

4 Rhapsody (Topalli), 30 Ungolo (E. Bruschelli), 20 Unico de Aighenta (Chiavassa), 9 Tidoc (Bincoletto), 2 Brigantes (Caria), 42 Ungaros (Murtas), 39 Sogni (A. Sanna)



7°batteria:

7 Ulderigo (Giannetti), 21 Rasta di Montalbo (Chiavassa), 47 Matato (Coghe), 38 Ultrasonic (Siri), 3 Tattaliu (Migheli), 41 Dafne da Clodia (Guglielmi).



In serata provvederemo ad aggiornare la pagina con la cronaca delle batterie, la scelta dei cavalli e l’esito dell’assegnazione.

Davide Donnini da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

PALIO DI FUCECCHIO: IL BORSINO DELLA VIGILIA

Messaggio  jabru il Sab Mag 19, 2018 8:25 pm

Valutazioni e considerazioni al termine delle prove obbligatorie



Con la disputa della seconda prova, si sono conclusi gli appuntamenti obbligatori per le contrade fucecchiesi in Buca e, come sempre, la prova del venerdì ha regalato interessanti spunti di riflessione e di valutazione per le dodici accoppiate. La prima batteria ha visto protagonista S. Andrea, Querciola, Borgonovo, Botteghe, Porta Raimonda e San Pierino di rincorsa. La mossa è stata piuttosto rapida, sebbene tra i canapi ci sia stata un po’ di agitazione a causa delle bizze del cavallo di Querciola, che spesso rifiutava il contatto con il canape. Ma quando Bircolotti ha dato la mossa valida tutte le contrade erano al loro posto. La più veloce ad uscire dai canapi è stata Borgonovo, che ben presto ha ceduto il passo a Botteghe e Querciola che hanno provato ad un galoppo più sostenuto. Ben più convulso l’allineamento della seconda batteria che ha visto al canape Porta Bernarda, Ferruzza , Samo, Cappiano Torre, e di rincorsa Massarella.Un calcio rifilato dal cavallo di Samo a quello di Torre ha provocato un dilatamento dei tempi di mossa. Rseta, dopo un controllo dei veterinari è stato riportata in partenza, ma la cavallina ha cominciato a fare delle difese caratteriali, uscendo continuamente dai canapi, ed alle fine, la contrada è stata esentata dalla prova. Dopo oltre mezz’ora, la partenza valida ha visto l’ottimo spunto di Trecciolino per Cappiano che ha condotto per un giro per poi essere superato dalla Bernarda che ha vinto la batteria.

Terminate le prove obbligatorie, proviamo anche noi a stilare un borsino delle accoppiate alla vigilia del palio:

Borgonovo: Pressing de Mores e Simone Fenu. Ultima vittoria 1995. La contrada bianco rossa non si nasconde ed è tra le favorite per la vittoria finale. Capitan Borghini ha effettuato una scelta coraggiosa affidando la sempre affidabile Pressing de Mores al giovane Simone Fenu, fantino “peso piuma” con grande esperienza di ippodromo e di provincia sarda, che nella sua prima apparizione in continente, a Buti, si fece apprezzare centrando la finale contro ogni pronostico. Stavolta monta un primo cavallo, ma nella rivale ha un osso duro come Brio.

Botteghe: Uired ed Andrea Mari. Ultima vittoria 1990. Per l’ennesimo anno consecutivo, la contrada ha avuto in sorte un cavallo di seconda fascia, con la rivale favorita. Ma stavolta la dirigenza botteghina ha giocato all’attacco, scegliendo la grinta di Andrea Mari e la sua voglia di vincere su una pista che lo ha visto sempre sconfitto. Uired è un cavallino che forse difetta di esperienza ma ha un bel motore. Obiettivo finale non impossibile.

Cappiano: Brigantes e Luigi Bruschelli. Ultima vittoria 1984. La contrada calligiana ha scelto la continuità, rimpiazzando lo squalificato Bellocchio con il babbo Luigi, che sta vivendo una seconda giovinezza e che potrebbe risultare un valore aggiunto per il forte Brigantes, uno dei cavalli più attesi alla vigilia. Ma un occhio deve essere buttato anche alla rivale, forse la prima favorita di questo palio.

Ferruzza: Unico de Aighenta e Carlo Sanna. Ultima vittoria 1981. La nonna del palio vuole a tutti i costi la vittoria dopo diverse delusioni negli ultimi anni e la sorte le ha dato una mano assegnandole Unico de Aighenta, pluri vincitore in ippodromo e qualitativamente il migliore del lotto (nota di colore, il cavallo è di proprietà di contradaioli della rivale Cappiano), ma ancora a secco di vittorie in provincia. Carlo Sanna vuole debuttare con il botto in Buca. Per forza dell’accoppiata e potenza economica sono i favoriti.

Massarella: Quarzo Blu e Giuseppe Zedde. Ultima vittoria 2016. Quarzo Blu è un discreto cavallo che ben aveva impressionato in batteria, ma la contrada lo accolto con freddezza. Gingillo lo ha lavorato sotto traccia e mira senz’altro all’ingresso in finale. Poi ciò che verrà sarà tutto di guadagnato.

Porta Bernarda: Farfadet du Pecos ed Alberto Ricceri. Ultima vittoria 2008. Il francese dal fisico minuto Farfaedt debutta in questo tipo di competizione dopo un buon passato in ippodromo, e nelle prove ha dimostrato un grande spunto in partenza ed un buon motore. Salasso sembra aver trovato un buon feeling con lui. E se fossero loro a far saltare il banco?

Porta Raimonda: Tidoc e Jonatan Bartoletti. Ultima vittoria 1999. Non saranno i primissimi favoriti, ma Tidoc, cavallo dal carattere forte, con Scompiglio sono accoppiata da tenere d’occhio, considerando la voglia di Bartoletti di far dimenticare ai contradaioli giallo blu l’eliminazione in batteria del 2017. Sicuramente interessante il duello con Salasso nella rivale.

Querciola: Contestetou ed Andrea Coghe. Ultima vittoria 2015. E’ una delle contrade meno chiacchierate e dopo la prova di ieri con le relative bizze al canape di Contesteou ha perso ancora quatazione, ma il cavallo francese ha già dimostrato in Buca di andare forte e la contrada è avvezza a sorprese inaspettate.

Samo: Quan King e Valter Pusceddu. Ultima vittoria 2011. Il forte grigio Quan King era uno dei cavalli più ambiti il mercoledì sera, e con Bighino, uno dei re della Buca forma un’accoppiata che parte senz’altro alla pari con Ferruzza. Ed essere l’unica tra le maggiori favorite senza la rivale è decisamente un punto a suo favore.

San Pierino: Red Riu e Simone Mereu. Ultima vittoria 2010. Dopo la sfortuna del 2017, San Pierino torna protagonista: Red Riu, sorpresa dello scorso anno, in questo 2018 è una certezza, Simone Mereu è una sicurezza in Buca. Partono alle spalle dei favoriti con licenza di sorprendere.

S. Andrea: Ungaros e Gavino Sanna. Ultima vittoria 2017. I vincitori del 207 partono quest’anno in posizione defilata. Ungaros non ha riscaldato gli animi degli insuesi ma la ritrovata monta di Gavino fa comunque ben sperare per qualcosa di positivo.

Torre: Resta ed Adrian Topalli. Ultima vittoria 2011. La cavallina resta non era certamente tra le più ambite del lotto, e gli avvenimenti di ieri non facilitano sicuramente la situazione. Starà alle sapienti mani di Topalli sfruttare tutte le evenienze per disputare il miglior palio possibile.

Davide Donnini ea OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Fucecchio, un palio ricco di duelli tra fantini senesi

Messaggio  jabru il Sab Mag 19, 2018 8:28 pm

Sono molti i senesi già arrivati a Fucecchio, dove domani si corre il primo paliotto della stagione. I duelli tra due coppie di avversarie, che hanno scelto i fantini di Siena, potrebbero essere decisivi per la vittoria finale: Sanna per Ferruzza e Bruschelli nella rivale Cappiano scaldano la vigilia ma anche Bartoletti (Porta Raimonda) e Ricceri (Porta Bernarda) rendono incandescente l’atteso evento nella “Buca” fucecchiese.
AntennaRadioEsse
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Palio di Fucecchio, la zampata di Pusceddu

Messaggio  jabru il Mer Mag 23, 2018 7:11 pm

Il fantino conquista il suo secondo successo nella 'Buca'. Dedica a chi a Siena gli sta vicino


Non è mancato niente in questo palio avvincente, vinto da Valter Pusceddu con Quan King per i colori di Samo. La rivalsa del fantino che, squalificato per entrambe le Carriere a Siena, tiene accesi i riflettori su di sé. E poi, dopo che Luigi Bruschelli (Cappiano) ha fermato Carlo Sanna che correva nella rivale, grande favorita, ci sono stati tafferugli in pista. Il mossiere Renato Bircolotti (promosso) ha invocato più volte l’intervento delle forze dell’ordine. E anche a palio corso, visto il balletto delle due coppie di rivali – Mari (Botteghe) e Fenu (Borgonovo), poi Bartoletti (Raimonda) che non ci ha pensato due volte a frustare l’avversario Ricceri (Bernarda) – la tensione è salita alle stelle. E sono volate le mani. Neppure le lacrime sono mancate in questo palio, quelle di Adrian Topalli uscito piangendo dalla pista quando la sua contrada, Torre, è stata esclusa perché Resta non voleva saperne di entrare fra in canapi.

Valter Pusceddu, secondo successo a Fucecchio. Meritato e da protagonista, niente ruolo di killer.

«Sono contento, ero in una contrada senza rivale su un cavallo in ordine. Una grande stalla. Partito in testa, così sono arrivato. Di solito mi tocca sempre rincorrere gli altri, ora dovevo solo mandare a tutta manetta».

E guardarti anche dalla strepitosa rimonta di Gavino Sanna su Ungaros in Sant’Andrea, giunto secondo. Terzo Giuseppe Zedde con Quarzo blu (Massarella).

«E’ un fantino leggero, Gavino. Sempre pericoloso. Ho dovuto usare la frusta per difendermi, veniva fortissimo».

A chi dedichi questa vittoria, a parte il popolo del Samo?

«A delle persone di Siena che mi stanno sempre vicino. Non faccio nomi, tanto sanno a chi mi riferisco».

C’era anche tua moglie Samantha con la bambina.

«Era molto contenta. Questa per me è un’annata dura dovendo saltare un intero anno a Siena».

Non sono mancati i colpi di scena a Fucecchio. Bruschelli che ha fermato Sanna e questo l’ha riempito di nerbate.

«Gigi ha fatto il suo, Carlo altrettanto. Hanno fatto il palio entrambi. Gigi è stato un grande, non so se non c’era lui chi avrebbe svolto il compito di fermare l’avversaria. Quanto a Sanna ha provato a difendersi come una tigre, però in quelle situazioni non è facile. Provare per credere».

Anche Bartoletti non ha esitato a frustare Ricceri.

«Sì ma loro non avevano cavalli di primissima fascia. Per quanto mi riguarda me lo sentivo che la vittoria non sarebbe uscita fra Samo, San Pierino e Borgonovo».

Quali altri ingaggi ha Pusceddu?

«Ferrara, Castiglion Fiorentino, Bientina e Feltre, a Piancastagnaio sono nel Borgo, ad Asti nella Torretta. Mi piacerebbe montare a Castel del Piano ma non ho contatti. E a Legnano i miei cavalli vanno alla Flora».

Piangi con il topo in bocca, dunque...

«(Ride, ndr). Il 30 ottobre prossimo sono 20 anni che mi trovo a Siena. Ne ho viste tante e voglio continuare a vederne ancora».


di LAURA VALDESI
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

•DOMENICA SI CORRONO I PALII DI LEGNANO E DI FERRARA

Messaggio  jabru il Mer Mag 23, 2018 7:17 pm

Tutti i big della Piazza in pista nei due grandi appuntamenti di fine maggio.



L’ultima domenica di maggio, oltre che per l’estrazione delle contrade, si caratterizza per la disputa di due importanti appuntamenti del calendario paliesco, che vedranno al via quasi tutti i big della Piazza.

A Legnano, sulla pista dello stadio Mari, si correrà ancora (forse per l’ultima volta?) con i purosangue, ed il pronostico risulta piuttosto incerto. Giovanni Atzeni, dopo la vittoriosa esperienza del 2017, tornerà a difendere i colori di Leganrello, Andrea Mari sarà a San Martino, Jonatan Bartoletti proverà a riportare la Croce di Ariberto di Intimiano, il premio che spetta alla contrada vittoriosa, alla nonna San Bernardino, che non la vince dal 2007. Gavino Sanna, dopo la positiva esperienza fucecchiese vestirà il giubbetto della Flora, mentre uno dei delusi della Buca, Carlo Sanna, cercherà il riscatto personale per San Magno. Non mancherà nemmeno Giuseppe Zedde, a cavallo in Sant’Ambrogio, mentre i grandi assenti di Fucecchio, Dino Pes ed Antonio Siri saranno rispettivamente a Sant’Erasmo e San Domenico. Venerdì, in orario notturno, si terrà invece la provaccia “memorial Favari”, che vedrà al canape i fantini di riserva. Della partita saranno Mattia Chiavassa per la Flora, Alessandro Cersosimo per Legnarello, Federico Guglielmi per San Bernardino, Andrea Sanna per San Domenico, Marco Bitti per San Magno, Antonio Mula per San Martino, Bastiano Sini per Sant’Ambrogio e dulcis in fundo il sempreverde e neo papà Martin Ballesteros per Sant’Erasmo.

A Ferrara saranno invece in pista i mezzosangue, ed il palio estense di quest’anno si preannuncia assai interessante visto l’alto livello dei cavalli che calcheranno la sabbia di Piazza Ariostea. Con l’apertura delle buste sono state infatti ufficializzate le accoppiate che disputeranno la corsa di domenica ed all’occhio di tutti i senesi balza sicuramente quella di San Paolo, che si presenterà con Preziosa Penelope e Francesco Caria (riserva Queen Winner). Altre due vecchie conoscenze della Piazza del Campo saranno a San Giacomo, dove Enrico Bruschelli monterà Smeraldo Nulese, con Tornasol come riserva.

Di seguito l’elenco delle accoppiate ufficializzate:

San Benedetto: Adrian Topalli – Spartaco da Clodia/Quisario
San Giacomo: Enrico Bruschelli – Smeraldo Nulese/Tornasol
San Giorgio: Andrea Chessa – Tempesta da Clodia/Uan King
San Giovanni: Alessio Migheli – Bomario da Clodia/Robolt
San Luca: Valter Pusceddu – Bonantonio da Clodia/Audace da Clodia
Santa Maria in Vado: Andrea Coghe – Ribelle da Clodia/Briccona da Clodia
San Paolo Francesco Caria – Preziosa Penelope/Queen Winner
Santo Spirito: Simone Mereu – Tiepolo/Ultimo Baio.
Davide Donnini da OKSiena

avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

•PALIO DI FUCECCHIO: L'ASSOLO DI BIGHINO PER IL TRIONFO DI SAMO

Messaggio  jabru il Mer Mag 23, 2018 7:18 pm

Valter Pusceddu trionfa in Buca, in un’edizione caratterizzata dalla tensione e dalla pioggia.





Valter Pusceddu è il re di Fucecchio. In groppa al forte Quan King, Bighino ha portato a Samo il secondo cencio della storia, al termine di una corsa di testa condotta sin dal primo metro, durante la quale il solo Gavino Sanna per S. Andrea ha provato a contrastarlo. E’stato un palio caldo, nonostante i numerosi scrosci d’acqua caduti anche durante la finale, caratterizzato da forti momenti di tensione, tanto in pista quanto fuori e, per il terzo anno consecutivo, corso da sole 11 contrade. Durante la prima batteria infatti, Resta, il cavallo di Torre, si è costantemente rifiutata, così come fato durante le prove del venerdì, di entrare tra i canapi, ripetendo in qualche modo la scena vista in Piazza con Tornasol, ed a nulla sono valsi né i numerosi tentativi del suo fantino Adrian Topalli per convincerla, tantomeno i vari accorgimenti tecnici apportati alla cavallina dai barbareschi. Dopo svariati minuti e più arrabbiature del mossiere Bircolotti che invocava una decisione rapida da parte degli organizzatori, Torre è stata esclusa dalla corsa. Toccante l’uscita dalla pista di Topalli che, forse per la tensione, forse per la delusione, è scoppiato in un pianto irrefrenabile ed è stato accompagnato fuori sulle spalle dei suoi contradaioli come un vincitore.

La prima batteria, che ha visto entrare al canape Samo (Valter Pusceddu e Quan King), San Pierino (Simone Mereu e Red Riu), Porta Bernarda (Alberto Ricceri e Farfadet du Pecos), Querciola (Andrea Coghe e Contestetou), Torre, poi esclusa (Adrian Topalli e Resta) e Borgonovo (Simone fenu e Pressing de Mores) di rincorsa, si è quindi corsa in 5. Quando il mossiere ha abbassato il canape la rincorsa era abbondantemente fuori, ma il giovane debuttante Fenu non si è perso d’animo e, sfruttando le doti di velocista di Pressing, alla curva del gommaio era già quarto, mentre davanti San Pierino allungava su Porta Bernarda e Samo. L’ultimo giro è stata una formalità per le prime quattro che avevano staccato di diverse lunghezze Querciola che rimaneva così esclusa dalla finale.

Ricca di tensione la seconda batteria, il cui ordine alla mossa è stato il seguente: Porta Raimonda (Jonatan Bartoletti e Tidoc), S. Andrea (Gavino Sanna e Ungaros), Massarella (Giuseppe Zedde e Quarzo Blu), Ferruzza (Carlo Sanna ed Unico de Aighenta), Botteghe (Andrea Mari e Uired) e Cappiano (Luigi Bruschelli e Brigantes) di rincorsa. La presenza di Cappiano di rincorsa con la rivale Ferruzza favorita tra i canapi non facilitava le cose; Trecciolino ha più volte controllato i movimenti della rivale, che rispondeva andando a chiudere l’ingresso della rincorsa, mentre tra i canapi Botteghe scendeva al primo posto, scatenando le proteste vibranti di Scompiglio e costringendo il mossiere a richiamare ufficialmente Brio. Quando Cappiano ha fiancato, Ferruzza era fuori dall’allineamento; le più veloci ad uscire dai canapi sono state Botteghe, S. Andrea e Porta Raimonda, mentre dietro, Trecciolino ha subito affiancato Brigante, prendendolo per le redini e trattenendolo fino alla curva del gommaio. Il fantino di Ferruzza ha provato a difendersi a suon di frustate ma, quando è riuscito a divincolarsi dalla morsa dell’avversario, le altre 4 erano già lontane e per loro il palio era già finito. Per S. Andrea, Botteghe, Massarella e Raimonda, giunte nell’ordine, qualificarsi alla finale è stato così un gioco da ragazzi. Dopo la batteria gli animi tra i contradaioli di Ferruzza e Cappiano si sono eccessivamente scaldati e per far tornare la calma è stato chiesto addirittura l’intervento del servizio d’ordine.

La finale, con 2 coppie di rivali presenti, si preannunciava di fuoco, e la sorte non ha mancato di metterci lo zampino, posizionando Borgonovo e Botteghe l’una accanto all’altra, mentre sulla Buca era nuovamente cominciata a scendere copiosa la pioggia. Renato Bircolotti ha chiamato le contrade in questo ordine: Porta Raimonda, San Pierino, Samo, Botteghe, Borgonovo, S. Andrea, Porta Bernarda e Massarella di rincorsa. Fin dai primi minuti le schermaglie tra le due rivali vicine al canape non sono mancate ed il mossiere ha dovuto faticare per far rispettare le posizioni. In breve tempo si sono susseguite 4 mosse false, e le tensioni crescevano. Quando la rincorsa entrava, ben poche contrade erano nell’ordine assegnato dalla sorte, ma Pusceddu, sceso allo steccato, scattava in testa ed acquisiva un buon margine sugli inseguitori, mentre Borgonovo ostacolava la rivale, compromettendo però anche le sue chances di vittoria, e le atre due nemiche, Bernarda e Raimonda, davano vita ad uno scambio reciproco di frustate e parate, nel quale veniva coinvolto, suo malgrado, pure San Pierino. Intanto Samo proseguiva la sua galoppata in solitaria seguito da Massarella che dalla rincorsa ha ben saputo approfittare delle evenienze favorevoli, e da S. Andrea con quest’ultima che nel corso del secondo giro è riuscita a guadagnare la seconda posizione ed ha addirittura affiancato Bighino che però faceva buona guardia e concludeva a frusta alzata per la gioia dei contradaioli di Samo, mentre dentro e fuori la Buca, ricominciavano numerosi, gli scambi di opinione tra contradaioli rivali.

Davide Donnini da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Mociano Lavori di addestramento

Messaggio  jabru il Mer Mag 23, 2018 7:25 pm

A causa delle avverse condizioni meteorologiche che hanno condizionato il regolare svolgimento delle programmate giornate di addestramento, la Commissione Tecnica Comunale ha predisposto un nuovo calendario:

Data

Pista

Tipologia

mercoledì 30 maggio (mattina e pomeriggio)

Monticiano

Corse di addestramento

lunedì 4 giugno (mattina e pomeriggio)

Mociano

Lavori di addestramento

giovedì 7 giugno (mattina e pomeriggio)

Mociano

Lavori di addestramento

martedì 12 giugno (pomeriggio)
Mociano





Il programma potrà subire eventuali variazioni in caso di maltempo o altre eventualità.
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Marco Bitti vince la Provaccia a Legnano

Messaggio  jabru il Sab Mag 26, 2018 8:11 pm

Il fantino: "Ringrazio Sanna, il cavallo era suo. E dedico il successo alla mia famiglia"

di LAURA VALDESI
Siena, 26 maggio 2018 – Una vittoria a cui tutti i giovani fantini ambiscono, quella nel Memorial Favari a Legnano. La provaccia, insomma. Perché nell’albo d’oro hanno scritto il nome personaggi che hanno lasciato il segno nel Palio di Siena. Bucefalo, per esempio. Più di recente lo stesso Tittia e Brigante. Anche Antonio Siri e Simone Mereu, l’astro nascente Elias Mannucci detto Turbine. Adesso c’è anche il nome di Marco Bitti. Giovanissimo allievo prima di Francesco Caria – con lui è rimasto tre anni – e da questa stagione alla scuderia di Carlo Sanna. «Che voglio ringraziare perché è soprattutto per merito del suo cavallo se ho vinto la provaccia per i colori di San Magno», racconta il fantino.

Che è giovanissimo, compirà 21 anni il 29 dicembre. E viene da Oliena, in provincia di Nuoro. «Non ricordo neppure quando sono stato messo per la prima volta in groppa ad un cavallo – spiega ridendo –, una tradizione di famiglia quella di cavalcare. Fratelli, babbo... tutti».
Al terzo tentativo Bitti è dunque riuscito a centrare il successo nel prestigioso Memorial Favari.
«In precedenza ci avevo provato per i colori della Flora. Lo volevo vincere a tutt i costi, era un obiettivo che mi ero prefisso».
Tra l’altro è stata anche una corsa tutt’altro che agevole.
«In testa è andato Sebastiano Sini ma io ho non ho mollato un centimetro, sempre dall’esterno. Ce l’ho fatta ad agguantare la prim a posizione, però Andrea Sanna mi ha superato. Quando ha perso la traiettoria, non so spiegarmi come abbia fatto, per me è stato un gioco da ragazzi».
A chi dedichi questo primo traguardo importante.
«So che è forse scontato ma a chi mi sta vicino e mi aiuta a crescere e maturare, sia a cavallo che a terra. Alla famiglia, ovviamente. Poi ripeto, senza il cavallo di Sanna che è molto potente ora non sarei qui a godermi tutto questo».
E il Palio di Siena?
«Sono giovanissimo. Speriamo arrivi presto ma non ho fretta».



La N azione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Preziosa Penelope dà spettacolo anche a Ferrara

Messaggio  jabru il Dom Mag 27, 2018 8:23 pm

La regina del 'cappotto' nella Lupa correrà per San Paolo, montata da Francesco Caria


Ferrara, 27 maggio 2018 - Chiunque abbia assistito alle prove del palio di Ferrara, ieri pomeriggio, non si è stupito vedendo le evoluzioni tra i canapi di Preziosa Penelope, la cavallina (quotatissima) di San Paolo. Le impennate della regina dello storico 'cappotto' 2016 nella Lupa sono celebri. E hanno creato scompiglio, assieme alla riottosità di Bonantonio da Clodia (San Luca) a tenere la posizione. Si aggiunga il fatto che il canapo, dopo ben quattro partenze false, ha iniziato a sfilacciarsi. La prova generale, perciò, è stata appena un pro forma: la tensione non è mancata, per l’impossibilità di mantenere l’ordine di partenza, e l’esuberanza di alcuni cavalli.

Premesse a una gara che, oggi, si annuncia apertissima. Sulla carta, nessuno parte battuto. Ma la carta, al Palio, è fatta per essere appallottolata, stracciata. Ecco allora in un’ideale griglia Pusceddu (San Luca), Migheli (San Giovanni), Bruschelli (San Giacomo) e Caria (San Paolo) spartirsi la palma del superfavorito, con Topalli (San Benedetto), Chessa (San Giorgio), Coghe (Santa Maria in Vado) e Mereu (Santo Spirito) pronti al colpaccio. Dipenderà, e non poco, dalla mossa: sul verrocchio Davide Busatti è atteso da un compito difficile, già nelle prove sono iniziate le recriminazioni. Proprio perché le impennate di Penelope Preziosa, secondo qualcuno, sarebbero dovute essere sanzionate.
La N azione
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

•PREZIOSA PENELOPE INCANTA A FERRARA, GAVINO SANNA VINCE A LEGNANO

Messaggio  jabru il Lun Mag 28, 2018 7:20 pm

Il resoconto dei due palii di fine maggio.



Una vittoria scritta nel destino, quella di Gavino Sanna ed un trionfo del cuore, da parte di Francesco Caria; così possiamo sintetizzare i palii di Legnano e di Ferrara disputatisi nell’ultima domenica di maggio.

A Legnano, proprio nella città dove, non più di due mesi fa, subì un gravissimo infortunio durante le corse di preparazione presso il centro ippico La Stella, Sanna, ristabilitosi in tempi record e già protagonista la scorsa settimana a Fucecchio, ha dominato il palio legnanese, riportando dopo 8 anni il crocione nella Flora.

Nella prima batteria si schieravano agli ordini del mossiere Narduzzi, Leganrello (Giovanni Atzeni), Sant’Ambrogio (Giuseppe Zedde), San Magno (Carlo Sanna), San Domenico (Antonio Siri). La mossa è stata velocissima, ed al calar del canape ha preso la testa Legnarello seguito da Sant’Ambrogio e San Magno, mentre San Domenico perdeva lunghezze. Le posizioni restavano immutate fino all’arrivo, con Legnarello e Sant’Ambrogio che accedevano quindi alla finale.

Più complicata la mossa della seconda batteria che vedeva al via Flora (Gavino Sanna), San Bernardino (Jonatan Bartoletti), Sant’Erasmo (Dino Pes) e San Martino (Andrea Mari). Ci sono voluti infatti ben 3 abbassamenti falsi (in uno dei quali si è registrata pure la caduta di Andrea Mari), prima della mossa valida che ha visto il prepotente scatto della Flora seguito da San Bernardino che, nel corso del terzo giro, ha dovuto cedere la seconda posizione utile per la finale a Sant’Erasmo.

Anche la finale, corsa attorno alle 20.15, ha visto una mossa lampo, con la partenza di Flora e Leganrello che hanno condotto appaiate i primissimi metri ma, una volta arrivati alla prima curva, Sanna aveva già messo il proprio cavallo davanti a quello di Tittia. Nel corso del terzo giro, Sant’Erasmo ha conquistato la seconda posizione ma, nonostante i tentativi di Velluto, non è mai riuscito ad impensierire il leader, che ha potuto così tagliare il traguardo a frusta alzata.

Grandi emozioni anche nella provaccia "memorial Favari" del venerdì, vinta da San Magno con Marco Bitti. Oltre al vincitore, avevano conquistato l’accesso alla finale pure Sant’Ambrogio con Bastiano Sini, San Martino con Antonio Mula ed il cavallo scosso di San Domenico, dal quale era caduto Antonio Sanna.

La finale ha visto la partenza in testa di Sant’Ambrogio su San Magno, ma nel corso del terzo giro passava a condurre San Domenico che ben presto concludeva la sua corsa, andando incredibilmente a dritto alla curva della mossa e lasciando pertanto via libera a San Magno.

A Ferrara invece, la vittoria di Francesco Caria su Preziosa Penelope per San Paolo, è stata quella del cuore per un fantino che, dopo avere vissuto tra 2015 e 2016 il periodo più brutto della sua carriera, ha saputo rimboccarsi le maniche per tornare, almeno nei paliotti di provincia, grande protagonista. Ma quello estense è stato pure il palio della grande Preziosa Penelope che si conferma regina anche lontano dalla Piazza del Campo, al cospetto dei migliori mezzosangue in circolazione.

Così come accaduto durante le prove, l’allineamento non è stato per nulla facile a causa delle note impennate di Preziosa al canape e del controllo tra le rivali, ed il mossiere Busatti ha dovuto sudare per tenere tranquilli i fantini. L’ordine sorteggiato vedeva al primo posto proprio San Paolo (Francesco Caria e Preziosa Penelope), poi S. Spirito ( Simone Mereu e Tiepolo), S. Maria in Vado (Andrea Coghe e Briccona da Clodia), S. Benedetto (Adrian Topalli e Spartaco da Clodia), S. Giovanni (Alessio Migheli e Bomario da Clodia), S. Luca (Valter Pusceddu e Bonantonio da Clodia), S. Giorgio (Andrea Chessa e tempesta da Clodia), e S. Giacomo (Enrico Bruschelli e Tornasol) di rincorsa. Dopo diversi minuti di mossa, S. Paolo ha preso subito la testa, incalzato da S. Spirito. Alla prima curva il momento decisivo del palio con Caria che ha mandato al largo Mereu costringendolo a riprendere Tiepolo in mano e consentendo all’accoppiata in bianco – nero di guadagnare quei metri preziosi e fondamentali per respingere tutti gli attacchi portati da S. Spirito prima e da S. Benedetto, autore di un bel recupero dopo un’infelice partenza, poi. Da segnalare infine la caduta senza conseguenze di Andrea Chessa, e le vibranti proteste nell’immediato dopo corsa dei contradaioli di S. Spirito, che lamentavano una trattenuta per il giubbetto ai danni del loro fantino da parte del Caria all'altezza della prima curva.

Davide Donnini da OKSiena
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

domani ultimo appuntamento a Monticiano

Messaggio  jabru il Mar Mag 29, 2018 7:27 pm

In programma tre batterie con un totale di 17 cavalli
Monticiano, pista "Il tamburo"
MONTICIANO. Ultimo appuntamento di corse per l’addestramento dei cavalli da Palio domani, 30 maggio, nella pista “Il Tamburo” a Monticiano.

In programma tre batterie con un totale di 17 cavalli.

Prima corsa – ore 9.30
Cavallo Fantino Proprietario
1 UNCINO Alessandro Congiu Bachisio Carta
2 URANIO BAIO Alberto Ricceri Danilo Todde
3 RAKTOU Nicolò Farnetani Maurizio Farnetani
4 SENNORESA Alessio Giannetti Alessio Giannetti
5 AMIATA Bastiano Sini Augusto Posta
6 OPPIO Giuseppe Angioi Caterina Brandini
Seconda corsa – ore 10
Cavallo Fantino Proprietario
1 UNA PER TUTTI Federico Arri Massimo Milani
2 TOUT BEAU Mattia Chiavassa Tommaso Furielli
3 PARLEDI Andrea Chessa Giuliano Sampieri
4 UESESE Jacopo Pacini Federica Luchetti
5 QUE MASCA Alberto Ricceri Giampaolo Belardi
6 STALLINEK Ireneo Cabiddu Nicola Tondi
Terza corsa – ore 10.30
Cavallo Fantino Proprietario
1 UGO RICOTTA Dino Pes Paolo Boschi
2 SU DILLU Giuseppe Angioi Giuliano Brandini
3 UN AMORE Alberto Ricceri Stefano Vanni
4 ROSEDDU Stefano Piras Marco Sampieri
5 QUESTURINO Alessandro Congiu Alessandro Congiu
ilcittadinoonline
avatar
jabru
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 7779
Data d'iscrizione : 01.04.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: si corre fuori Siena

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum